Capello: “Sono andato via dalla Roma perché non mi divertivo più. Non mi sentivo seguito”

Gen 14, 2019 39 commenti by

NOTIZIE AS ROMA – L’ex tecnico Fabio Capello torna a parlare della sua esperienza nella Roma in un intervista rilasciata al quotidiano “TuttoSport”. Queste le sue parole sulla squadra giallorossa, che ha allenato dal 1999 al 2000 vincendo uno scudetto e una Supercoppa italiana, e sui motivi del suo addio:

“Da Roma sono andato via dopo cinque anni perché tornavo la sera a casa dagli allenamenti e non ero contento. Non mi divertivo più. Non mi sentivo seguito e forse non riuscivo a farmi seguire”.

Fonte: Tuttosport

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 39 commenti

  1. Fabio says:

    ..quindi stai confermando che non sei stato professionale e che ci hai fatto perdere scudetti e coppe..

    • Marco says:

      Ringrazia Dio che nel 2001 l’allenatore era capello che manco quello scudetto vincevamo.

      Con il tuo stesso metro di giudizio allora anche liedholm era poco professionale perche ha perso scudetti e coppe(una in casa).

      Invece un Romanista dovrebbe ricordare sia Liedholm che capello con riconoscenza perche ci hanno FATTO vincere. Ma la riconoscenza non e di casa qui a Roma, dove si ricorda Falcao per un rigore non tirato in una partita che manco doveva giocare, che per uno scudetto vinto dopo 40anni di NIENTE.

  2. Zix says:

    Anche basta e che pa@@e!!

  3. CRIS. TURBOGIALLOROSSOEUSEBIODIFRANCESCO says:

    Vigliacco da strapazzo.
    Avevi uno squadrone che poteva vincere x anni dopo lo scudetto e invece ti sei adagiato e ti sei impigrito e hai fatto un gran casino dentro lo spogliatoio e ti sei messo a litigare con questo è con quello…
    Non hai mantenuto unità la squadra e in più sei scappato dai ladroni di notte

    • Marco says:

      Ma cosa scrivi, aveva lo squadrone l’anno dello scudetto e HA VINTO. L’anno dopo chiedeva giustamente un portiere e un centrale in difesa invece si e ritrovato con cufre e pellizoli, nel mentre la juve si era rinforzata piu di noi. Sensi aveva finito i soldi e in due anni quella Roma stava per fallire.

      • Dario says:

        Chiedeva un centrale di difesa avendo Aldair, Zago e Samuel? Penso tu stia sognando o che, più probabilmente ricordi male. Peraltro Pellizzoli fu pagato una tombola e arrivò pure Cassano, oltre a Panucci preso dopo poche giornate. Ma per favore…

        • Marco says:

          Zago nella stagione 2001/02 aveva giocato forse in tutto 10partite. Aldair qualche partita in piu di lui. Capello voleva cannavaro e si ritrovo von cufre, poi per fortuna e stato preso panucci che aveva rotto col monaco.
          Sensi era ormai fallito e in due anni la Roma stava per fare il botto.

  4. Amedeo says:

    Un tecnico il cui massimo pregio, cosa non da poco, è stato sempre quello di farsi trovare al posto giusto nel momento giusto.

    Uomo gradito al Sistema, fu “consigliato” a Sensi in cambio della testa del ribelle Zeman. Il Presidente si prestò all’opera e, con l’entrata in Borsa, costruì la squadra per Capello. Il salvataggio della Fiorentina, pilotato attraverso l’acquisto di Batistuta, fu la cambiale con cui Sensi si presentò in Lega per uno scudetto da vincere senza i soliti intralci che si usano porre ogni volta che la Roma alza la testa. La Lazio aveva appena vinto, la piazza ribolliva, Geronzi, banchiere vicino alle romane, pilotava il calcio italiano. La congiuntura era quella buona: una squadra da favola, guidata alla grande, vinse uno scudo memorabile.

    • Amedeo says:

      La Roma poteva vincere di più. Capello è stato grande, ma ricordo più le fesserie che i lampi di genio (bella forza: esce Batistuta – entra Montella; esce Totti – entra Nakata). Il primo anno fu catastrofico e diede la colpa a Pincolini, il prep. atletico. Dopo lo scudetto perse il controllo della squadra, con un 352 che frenò ogni ambizione e in CL fece errori da apprendista (Asuncao ala destra). Successivamente rimase prigioniero delle cassanate e di altri giocatori, per poi avere un guizzo con l’ultima grande Roma di Sensi, quella di Chivu e Mancini, naufragata a Milano, scontro scudetto, quando presentò un ex giocatore, Candela, al centro della difesa, con Dellas, futuro campione europeo, fermo in panca.
      La fuga finale influisce molto sul giudizio globale.

  5. Zenone says:

    Baggianata/panzanata di Quello che,in base all’organico che aveva a disposizione, avrebbe DOVUTO vincere 6 campionati di seguito e 3 Champions league…siamo stati noi tifosi a non esserci divertiti quanto potevamo e dovevamo.

    • Masetti primo portiere says:

      Sottoscrivo col sangue. Ricordo ancora con sgomento i pareggi con Ancona e Venezia, le magre figure in Champions e in UEFA, Assuncao sulla fascia. Un vero paravento…

      • Amedeo says:

        All’epoca passava anche il dubbio che Capello, vinto lo scudetto, quindi risarcito Sensi dei torti subiti, avesse ricevuto l’input di mettere “il freno a mano” alla Roma. Certe scelte, viste sotto quella sinistra luce, appaiono comprensibili. A Venezia si presentò con due morti, Bati e Delvecchio, Montella e Cassano in panca (per Capello far giocare Totti dietro due punte era una bestemmia). Se quella squadra avesse maggiormente sfruttato il talento di Montella e Cassano, anche a fronte di un Totti menomato, avrebbe vinto almeno un altro scudetto, quello del 2002 che era agevole ottenere. A Moggi, demiurgo di un sistema tanto scabroso quanto perfetto, non parve vero per approfittarne. Quella è la maggior colpa che accollo a un tecnico romanista in generale.

        • Nome says:

          Amedèa invece i 7-1 in casa e i 6-1 come li vedi?

        • Marco says:

          Nel 2002 la Roma ha perso lo scudetto perche era partita male. C’era la questione premi tra la squadra e Sensi. Inoltre sensi che aveva finito i soldi, non poteva piu prendere quello che serviva alla squadra nel mercato estivo. Per fortuna panucci aveva rotto col monaco e dopo il suo arrivo la Roma si riprende. Ma aveva GIA perso punti decisivi per lo scudetto.

      • Marco says:

        le figure magre in champions? prima vittoria di una squadra italiana a casa del Madrid, un 3-0 al barca, prima vittoria in champions di qualunque squadra in casa del Valencia(squadra forte allora) per 3-0.
        Non siamo passati ai quarti di finale per differenza reti (1gol).
        Mai sconfitti nel campo del Real 0-1 e 1-1, un altro pareggio a casa del barca.
        L’Unica vittoria ottenuta dalla Roma nella sua storia in Inghilterra e stata con Capello.

        Magari ci stava capello contro il Man Utd, il bayern e il barca, ci certo non prendevi le goleade epiche che ci hanno umiliato in mondo visione. quelle si che sono figure magre in champions!!

  6. Nome Murdoc says:

    D’accordo con TURBOGIALLOROSSO. Evidentemente non ero il solo a sapere cosa succedeva nello spogliatoio e con chi……Ce la prendiamo con lui, certo, ma ci sarebbe da andare a fondo per smascherare quanti hanno partecipato al massacro di quella Roma….Ma ormai a cosa servirebbe ? Solo per distribuire un po’ di responsabilità e non trovare solo un capro espiatorio, perchè ce ne sono altri a mio modesto parere.

  7. Jack Sparrow says:

    La macchina l’hai rottamata???

  8. SOLO LA ROMA says:

    magari avercela adesso una squadra come quella dell’ultimo scudetto con un allenatore come capello poi vediamo come stavo in classifica in un campionato del genere credo che all’epoca non c’era solo la juve di squadra forte da battere ma tante altre da quello che ricordo. Forza Roma

  9. Azgiallorossa says:

    Areportace la mazda

  10. Tony73 says:

    Ciao Fabio e grazie. Se solo sensi di avesse comprato Ibrahimovic Davids Cannavaro, invece ti prese carew cufre e lima. Grazie di quel magnifico scudetto, a te al grande Gabriel Omar Batistuta, purtroppo preso a 32 anni e
    con un tendine sfilacciato, grazie. Tempi che non torneranno mai più, grandissimo tecnico grandissimo attaccante.

  11. Fra74 says:

    Quella squadra fu costruita con i soldi della borsa con ingaggi stile real e un monte spesa che Sensi non poteva sostenere.quella Roma li aveva già la data di scadenza come uno yogurt!e come dice giustamente Amedeo fu il contentino dato a sensi dal “sistema” che già sapeva che di lì a poco la Roma sarebbe naufragata e quindi non rappresentava una vera minaccia x i potentati del nord.le 3 Rome scudettate sono state il frutto della casualità e di una concomitanza di fattori positivi.tutto qui!ma subito dopo la Roma tornava ad essere Rometta e a vedere le altre del nord vincere.invece Roma deve vincere o competere x vincere sempre non ogni tanto tanto.

    • Trp says:

      perfettamente daccordo. poi pero quando troviamo un presidente che prova ad innescare questo circolo virtuoso, anche a fronte di errori grossolani da parte sua per carita ma palesemente proiettato nella direzione che dici tu, molti di noi non trovano altro da fare che fargli la guerra.
      invece di fare quadrato e dire adesso basta spingiamo tutti insieme la roma dove merita, remiamo contro.
      la roma ora non e’ piu la rometta che, aime” e’ stata per molto tempo. ci vorra ancora tempo perche diventi una grande roma ma dei bei passi sono stati fatti. chi nega cio’ ha qualche problema.
      un saluto
      forza roma sempre

      • Nome says:

        Pallotta è proiettato solo ai soldi dello stadio, ma vedo che ancora credete alle favole voi altri

        • Marco says:

          Invece tu sei il classico italiano che vuole tutto gratis, dove pallotta non dovrebbe rientrare dei soldi spesi per fare contento noi tifosi.
          Ecco perche questo paese e ultimo in europa per investimenti, per colpa di gente come te che vuole solo ma niente in cambio.

          • Trp says:

            invece credo che lui, come altri qua nel sito, parli solo a convenienza, negando anche l evidenza se serve. gia che non si firma ti lascia intendere che tipo di persona possa essere. ecco perche questo paese va come va..
            forza roma sempre

  12. Orazio Pennacchioni says:

    Io c’ho provato a seguirti quando sei scappato a Torino con la Mazda e con Emerson nel bagagliaio… si te pijavo!

  13. olandesevolante says:

    quindi a legger qui parrebbe proprio che i pochi trofei portati a casa dalla nostra Roma siano solo per Grazia ricevuta, invece sti secondi/terzi posti a na ventina de punti so tutta farina del nostro sacco, e che sacco…cor fruttarolo gnocchettaro si che siamo nel gotha del calcio mondiale, infatti tutti se vonno sedè ar tavolo con noi, sanno che come se magna con sta società non c’è confronto, piatti prelibati pe du spiccetti, e Liverpool, PSG, Bayern Monaco, Juve, Chelsea se legano la tovaja, quella a quadretti bianchi e rossi, ar collo alla Bud Spencer e godono, noi invece aspettamo lo stadio, dopo si che se magna…come er pipistrello della barzelletta de Gigi Proietti…per chi la conosce sa di cosa parlo…

    FORZA ROMA SEMPRE!!!

    • Amedeo says:

      Non fare il finto tonto. Affinché la Roma vinca – e lo sai – devono maturare particolari condizioni politiche, perché quelle sportive non sono sufficienti (altrimenti avremmo 6 o 7 scudetti). Nell’83 lo stesso Agnelli, che pensava solo alla CL, disse sulla Gazzetta a settembre che sarebbe stato l’anno della Roma. Non immaginiamo quali siano le manovre politiche che i nostri dirigenti sono obbligati a intessere nelle sedi opportune. Viola era stato defraudato il giorno di Turone, e ciò lo fece pesare a lungo, come lo stesso Sensi, nel 2000, forte degli abbonati Stream – all’epoca contavano. Come si traduce tutto ciò? Semplice. Una squadra forte, maturata nel tempo, che gioca e vince meritatamente senza mai esser ostacolata dagli arbitri.

      • olandesevolante says:

        eh no caro, qui er finto tonto lo stai a fa te con gli amici tuoi arrampicaspecchi, perchè siete sempre i primi a offendere e dileggiare le precedenti presidenze, in tutti i modi, n’amo vinto mai gnente, stipendi a carico della società, fallimenti evitati solo grazie allo gnocchettaro…adesso me vieni a dì che se nun s’è vinto quanto dovevamo è colpa de tutto il sistema?
        adesso ce stanno le politiche, invece aver dato la società allo speculatore d’oltreoceano non è politica? non ce devono magnà tutti, a cominciare dalla banca?
        invece voi state facendo passare questa società come l’unica salvezza della Roma, è bravo, è forte, è furbo, ce sta a costruì un futuro de trionfi…e tutto perchè è n’omo de core…siete davvero patetici per come v’arrampicate sugli specchi SPIDERMIRRORS

        • Amedeo says:

          Si discuteva Capello e la butti sulla solita diatriba.
          Le condizioni sportive c’erano anche nel biennio 2014-15, ma non sono state “ovviamente” sufficienti a farci vincere lo scudetto. La Roma attuale sta cercando con fatica, attraverso lo stadio e l’incremento del giro d’affari, di rendersi libera e sfuggire questo maledetto vincolo rappresentato dal binomio con la “politica”, per raggiungere quel posto al sole che merita. Se ci riuscirà non è dato saperlo, ma ci sta provando.
          Qui nessuno dileggia le presidenze passate, si espongono solo i fatti e se ne fornisce un’interpretazione. Lo sai perché ci sono molti equivoci, qui nel forum? Perché tranne una decina di persone, della storia della Roma non sa unca nessuno. Nonostante ciò si straparla a rotta di collo.

          • olandesevolante says:

            come sempre v’arrampicate talmente bene che Spiderman è davvero un dilettante al vostro confronto, adesso stai negando che tu per primo in passato non hai chiamato in tono dispregiativo Rosellina la Sensi, rimarcando che si rubava lo stipendio, se vendeva Chivu, Mexes. e comprava Borriello e Carew?
            mi stai dicendo questo?
            allora alzo le mani a cotanta faccia tosta e ti lascio a raccontare le tue verità…

            per quanto riguarda l’offtopic rispetto a Capello sei stato tu il primo a svelarci come le nostre poche vittorie siano state elemosine degli Agnelli, quindi mi sono sentito di rispondere, sai com’è, qua i piagnoni semo noi, leggere di queste cose mi si accappona la pelle, anche perchè poi vedo che lo gnocchettaro li ha invitati a casa nostra per la finale della coppa italia…

          • Amedeo says:

            Continui a fare il finto tonto e ti fai “accapponare la pelle”. Ma la Roma la segui veramente oppure no? Perché sembra che tu cada dalle nuvole. ‘Ste cose tutti i romanisti lecdanno per scontate.
            Lascia perdere per una volta Pallotta, i Cesaroni e le altre minchiate, e rifletti un po’

            Lo spiego in modo elementare: quando il sistema, per motivi politici, NON SI METTE DI TRAVERSO la Roma costruita per vincere – vince.
            Ciò non significa che ci facciano l’elemosina, vuol dire semplicemente che gli arbitri non ci fischiano contro, come avviene normalmente nella nostra storia, e come DOVREBBE ESSERE in un mondo perfetto.
            Fu lo stesso Sensi che disse nel 2001 – “Lo scudetto? se ce lo fanno vince'”!!!

  14. Franco says:

    Solo un’ipotesi…una curiosita’…
    …Capello sposerebbe volentieri questa Dirigenza?…

  15. wally says:

    Come si fa a criticare Capello? Boh! Uno che ha vinto sempre ed ovunque. “POTEVE VINGE DE Più” …forse vi scordate che c’erano squadroni di livello assoluto come Juve Milan Inter Lazio e pure il Parma. Oltretutto se fosse stato per i tifosi la partita Roma Parma sarebbe stata sospesa, fu lui a spingere fuori i tifosi dal campo. Io lo ringrazierò sempre, unica pecca il modo con cui ando’ via. Onore a Don Fabio, purtroppo qui a Roma ancora campamo coi miti de ZEMAN e altre frescacce. Ora insultate pure me!

  16. lupasas says:

    Te ne sei andato perché sei un sorcio. Hai visto la nave prendere acqua e sei scappato. Il giorno prima avevi spiegato a Mexes come volevi giocare… Mi ripeto volentieri…Sorcio.

  17. Roma=Amor says:

    Voleva farsi seguire, per questo è scappato…

  18. Tony73 says:

    Io non credo a quel che leggo! A capello non va dato il merito di aver uno scudetto, e che scudetto, lo scudetto delle 7 sorelle, ma gli vado il demerito di non averne vinto altri 3/4, fatevi curare.

  19. orange is new black says:

    scusate eh..ma nun erano 3 interventi ad articolo”???..NO PERCHè qui c’è qualcuno che INTASA i blog de giallorossi net che manco l’idraulico liquido..e non contento stà sempre a bacchettà gli altri..lui che è il re dei bacchettoni..eh eh eh

  20. Fra74 says:

    Olandesevolante scusa ma aver dato?? Ti ricordo che le uniche offerte giunte a Unicredit erano la cordata americana appunto e il sor Angelucci… Grande imprenditore pieno di soldi che infatti di lì a poco è finito sotto inchiesta x truffa. Preferivi lui? Dell altra grande e danarosa imprenditoria romana neanche l ombra… Ma di cosa parli?Pallotta ha fatto i suoi sbagli e di certo non è venuto qui x passione… Ma almeno ci sta portando in una direzione che forse ci porterà dove ci compete di stare.siamo Roma non Sassuolo con tutto il rispetto.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili