Defrel ai saluti: la Sampdoria è più vicina

Lug 11, 2018 27 commenti by

ULTIMISSIME AS ROMA CALCIOMERCATO – L’attacco giallorosso potrebbe cominciare a sfoltirsi e il primo a salutare sembra essere Gregoire Defrel. Il centravanti ex Sassuolo è vicino al trasferimento alla Sampdoria di Massimo Ferrero, che nei giorni scorsi era uscito allo scoperto dichiarando: “Mi piace”. 

LA cessione imminente di Duvan Zapata all’Atalanta permetterà ai doriani di fare cassa e di liberare un posto al centro dell’attacco, che potrebbe essere riempito proprio dal giallorosso Defrel. L’attaccante colombiano infatti sta per essere venduto alla squadra di Gasperini in prestito oneroso  biennale a ben 11 milioni di euro, con opzione di riscatto per altri 12 (per un totale di 26 milioni).

Una volta ufficializzata la cessione di Zapata, la Sampdoria andrebbe con forza su Defrel: con la Roma si tratta sulla base di un prestito con diritto di riscatto. Sarà decisiva la volontà del calciatore, che dovrà rinunciare a parte del lauto ingaggio percepito nella Capitale.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 27 commenti

  1. Gladio says:

    A quando i saluti?

    • alessandro says:

      Non sarà mai troppo presto

  2. Nome14 says:

    Defrel è stato molto sfortunato. Vale molto di più di quello che ha potuto dimostrare quest’anno.

    • Luigi says:

      Sfortunato in cosa? Le occasioni le avute. Non è stato assolutamente all’altezza della situazione. Non è da Roma.

      • Nome14 says:

        Aveva iniziato bene, impegnandosi molto a fare l’esterno su tutta la fascia. Poi si è infortunato ed è stato fuori qualche settimana.
        Rientra, probabilmente in modo affrettato, visto che la Roma su quella fascia era scoperta (schick infortunato e under ancora poco inserito) e l’infortuno si riacutizza.

        Rientra e si spacca la rotula contro il palo, cercando all’ultimo momento il gol contro il Genoa.

        Considera questa sliding dors: per pochissimi centimetri, Defrel entrato agli ultimi minuti segna, sale nella considerazione dei tifosi, prende fiducia, non si infortuna, la Roma prende 3 punti importantissimi.

        Invece pareggiamo per lo schiaffo di De Rossi e perdiamo punti importanti, inizia la fase negativa della stagione, Defrel si spacca la rotula e sta fuori mesi.

        • adiba says:

          Bravo Nome14, il calcio è proprio così, dipende dagli episodi e tutti a far dietrologia…
          Defrel ha messo sempre impegno e serietà, ma è stato sfortunato ed è entrato in una spirale negativa. Quindi farebbe bene a rinfrescarsi la mente in un ambiente che lo rivalorizzi.

          • Luigi says:

            Se se, infatti se lo stanno a vende perchè è sfortunato ahahahah

        • Nome14 says:

          No, lo stanno a vende perché lo dice Luigi.

  3. Max75 says:

    Quale diritto di riscatto
    Con obbligo di riscatto
    Caro Ferrero c’è lo devi pagare se no aria
    26 cucuzze

  4. MR. ROBOT says:

    Aho a noi vengono tutti già col prestampato.. Prestito con diritto di riscatto. Nessuno dice ti do due salsiccee na scamorza.

    • Hic Sunt Leones says:

      Ma ho capito male io, o è previsto il riscatto della Samp e nessun controriscatto per la Roma?

  5. Senza Trofei ma con le Trofie says:

    Bravi, mo portatece Berardi, così na zavorra se ne va e n’antra zavorra arriva

  6. write says:

    Ma un obbligo di riscatto, no? Volesse il cielo.

  7. Sintetico says:

    Ciao Defrel, l’infermeria senza di te non sarà più la stessa.

  8. AS Roma says:

    Con Bruno peres in Brasile se parte defrel chi porta la borraccia al campo? Ah Gerson gonalon so rimasti..

  9. Pallotta vai a casa says:

    Quanti soldi buttati nel cesso. Queste operazioni non le capirò mai in special modo quando vengono fatte da professionisti.

    • datzebao (ex Matteo) says:

      Su questo ti do ragione al 100%. Considerando anche che Defrel faceva la riserva con Di Francesco al Sassuolo, portarlo a Roma a quelle cifre era un disastro annunciato (praticamente da tutti). Operazione oltre i confini dell’assurdo.

    • Nome14 says:

      E’ facile capire solo le operazioni tipo Alisson.
      Compri a 5 milioni e vendi a (?) 7x

      Invece il lavoro di un diesse non si “capisce” da queste operazioni. Ma da come va la squadra e se alla fine di un ciclo di qualche anno, il bilancio delle compravendite dei giocatori è in attivo o passivo.

      Perché è inevitabile che qualche volta azzecchi la previsione, magari aldilà delle più rosee aspettative, e a volte si sbagli,magari clamorosamente,tipo Iturbe.

      Le scommesse non sono sul profilo tecnico, ma c’è la variante fortuna, e poi l’inserimento nella squadra, nella città, il feedback con i tifosi e moltre altre variabili per cui un giocatore è una “pippa” in un club e l’anno dopo sembra fortissimo in un altro.

      Facile, “capire” dopo.
      Del senno del poi sono piene le fosse.

      • datzebao (ex Matteo) says:

        Tutto vero però questa operazione di Defrel sembrava a tutti noi folle già all’epoca, bisogna ricordarlo. Anche perché la valutazione era completamente fuori luogo.

        • erik971 says:

          A me non è mai sembrata folle, così come non sembrò folle il prestito molto caro di Astori quando si prese il Ninja, ci sono operazioni che vanno contestualizzate e Defrel lo era, sia dal punto di vista tattico che per l’insieme delle operazioni fatte col Sassuolo (Di Fra, i giovani, Pellegrini e appunto Defrel).
          Giudicare dal esterno senza avere i “dati” è ridicolo, poi dal punto di vista tecnico il senso c’era, Defrel aveva segnato 16gol e 6 assist il campionato precedente, era iscrivibile come italiano nella rosa del campionato e può giocare in tutti i ruoli del attacco e si siede in panchina senza piantar grane. Oltretutto al tempo la Roma cercava Mahrez. Purtroppo ha avuto tanti problemi fisici, MA è evidente la prevenzione di tanti data dal “prezzo ufficiale”

  10. Luca says:

    nei soldi di defrel devi calcolare la clausola del mister quindi,….20 milioni piu 3 bonnus..a cui però devi scalare i 12 milioni totali di Marchizza, frattesi e ricci. alla fine non è costato tanto.

  11. Paola si deve ridurre lo stipendio? says:

    Ma la Gazzetta ci prende per cretini? Ma in quale film l’ha visto che un calciatore della Roma, che percepisce e un certo stipendio se lo riduce pur di giocare in prestito alla Sampdoria? E comunque sono d’accordo con nome 14 prima di bocciarlo definitivamente vorrei vedere come gioca se è integro.Certo sempre nelle rotazioni Delle riserve.

  12. valens says:

    sarà un successo se si riesce a recuperare la metà della spesa per questa pippa

  13. LF. says:

    Obiettivamente non si può dire che Defrel non sia da Roma, visto che viene da una stagione costernata da continui infortuni; per correttezza i suoi denigratori dovrebbero forse usare il termine “ingiudicabile”.
    Ad ogni modo, c’è una cosa che non mi convince del mercato in uscita della Roma, ed è il fatto che vanno quasi tutti via in prestito con “diritto” di riscatto (vedi anche Bruno Peres). Ciò vuol dire che alla fine, se non andranno bene, te li impacchettano e li restituiscono al mittente e tu ti ritrovi nuovamente con un “indesiderato” in squadra; se al contrario faranno il loro, te lo chiederanno ad un prezzo inferiore al valore reale, anche perché a quel punto potranno contare sulla volontà del giocatore.

    Forza Roma, sempre

  14. The-jerio says:

    ahahahaah che tajo le vedove de Defrel. Uno che ha fatto ZERO assist, ZERO gol su azione, UN gol SU rigore per gentile concessione dei compagni come a dije “ao, ce fai pena, buttala dentro te, almeno la gente sa che esisti”.

    Davvero avete il coraggio di difendere un giocatore simile? Pagato 26 cucuzze? Le grandi squadre funzionano così: Giochi bene? Resti. Fai schifo? zero attenuanti e te ne vai anche dopo sei mesi.

  15. Anonimo says:

    De sto passo finisce che l’avemo pagato 50M…
    Comunque…un’altra occasione secondo me la meriterebbe anche,in fondo ha avuto pochissime possibilità e tantissimi infortuni,ma considerando l’ampiezza della rosa e relativo monte ingaggi,questa possibilità temo dovrà giocarsela in prestito altrove…
    Se poi dovesse fare molto bene sarà paradossalmente un’arma a doppio taglio…lo tieni alla base col popò di concorrenza che c’è,o lo cedi,supponendo che se fa veramente bene più di qualcuno pronto a darti soldi veri ci sarà???

  16. leo72 says:

    adesso ve raccomando sostituitelo con berardi cosi ripetiamo la ca…ta.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili