DI FRANCESCO: “Potevamo fare qualche gol in più ma sono soddisfatto. Kolarov ha risposto sul campo, lui non si discute”

Feb 08, 2019 28 commenti by

CHIEVO-ROMA, LE INTERVISTE – Questo il commento a caldo di Eusebio Di Francesco sulla partita giocata dalla sua Roma sul campo del Chievo. Di seguito le dichiarazioni post-partita dell’allenatore giallorosso a Sky Sport:

Momenti evolutivi nella gestione del risultato… 
Siamo partiti molto bene, poi c’è stato un po’ di calo con la pressione del Chievo. Nel secondo tempo siamo rientrati bene in campo, lo avevo chiesto ai ragazzi. Potevamo fare qualche gol in più ma mi auguro che ce li siamo tenuti per martedì.

Dopo il gol Kolarov ha fatto un gesto di pacificazione verso i tifosi, freddi nella risposta. Come si recupera la compattezza? 
Credo abbia fatto un gran gesto, per la grande professionalità del calciatore. Ribadisco che per un mese ha giocato con le infiltrazioni e ha fatto partite importanti quando la squadra aveva bisogno. Sta rispondendo sul campo con questa prestazione, spero che dia continuità a quanto fatto stasera. Non c’è discussione né sul calciatore né sull’uomo per la grande professionalità che ha mostrato.

Passi in avanti o si aspetta qualcosa di diverso? 
Quando si sta dall’altra parte si giudica senza sapere. Dentro una partita si possono lasciare 20 minuti all’avversario, ma è lì che dobbiamo difendere meglio. Siamo un po’ mancati in questo, a partire da Bergamo. Avevamo preparato bene la partita, abbiamo lavorato molto su questi concetti in questo periodo. Nella gestione della gara possiamo fare meglio, ma nell’insieme la squadra mi è piaciuta per come ha approcciato.

Fase difensiva fatta meglio dagli attaccanti… 
E’ fondamentale per giocare in questo modo, in alcuni momenti quando non arriviamo è importante essere compatti e non dare palla tra le linee. Il rischio è la palla in profondità, su questo abbiamo letto bene mettendoli spesso anche in fuorigioco. Il lavoro degli attaccanti è fondamentale.

El Shaarawy l’arma in più? 
Deve esserlo. Nelle squadre importanti ci sono tanti attaccanti che arrivano in doppia cifra. Siamo una cooperativa del gol, mi fa piacere. Per quello che ha fatto Edin oggi avrebbe meritato anche un gol in più, spero se lo sia tenuto per martedì.

Schick è recuperabile? 
Ha un fastidio al flessore, non credo sia grave. Magari lo avrei tolto più avanti o avrei tolto Dzeko per farlo riposare.

Olsen e Manolas? 
Più facile forse recuperare Manolas che Olsen. Sono da valutare domani. In campo mi servono giocatori al 90-95% delle loro capacità fisiche.

Per i portieri esiste una concorrenza? 
Sono molto contento, lo dicevo prima a Savorani, della prestazione di Mirante. Non tanto per le parate ma per la presenza. Ha esperienza, sa gestire le situazioni. Sono sereno quando c’è lui in porta, ma il titolare è Olsen.

EUSEBIO DI FRANCESCO A ROMA TV

Oggi ha convinto anche la prestazione… 
Sì, tranne la parte centrale del primo tempo dove abbiamo lasciato troppo gioco al Chievo, non abbiamo difeso bene. Ma per il resto la squadra ha fatto quello che doveva fare.

Serve la migliore Roma nelle gare in trasferta? 
Torniamo sempre alla nota dolente, è la partita di Coppa che ha rovinato un po’ tutto dal punto di vista mentale e dei giudizi. La squadra sta crescendo e sta tornando ad essere quella che io vorrei però non basta. Dobbiamo dare continuità per tutti i 90 minuti, martedì abbiamo una partita delicatissima non ci possiamo permettere di commettere errori.

La Roma è sembrata sempre dentro la partita… 
Sì ed è quello che dobbiamo fare per non prendere gol, oggi è un aspetto importante. Spesso ci è capitato anche a risultato acquisito di avere disattenzioni, questo si allena e oggi era la partita perfetta per poterlo fare, in questo senso ho avuto buone risposte.

Metti sempre in campo la squadra che sta meglio… 
Per far crescere bisogna battere su certi tasti. E’ come in casa, per convincere i propri figli a determinati comportamenti bisogna sempre ricordarglielo. E questi ragazzi vanno spronati nel modo giusto, è un gruppo con determinate caratteristiche. Vanno supportati e aiutati, mi auguro che diano ancora risposte importanti.

Buoni segnali da parte di tanti… 
Il lavoro individuale è sempre importante, non solo di campo ma anche analitico. Normale che il tempo non è tanto, le partite ravvicinate non permettono di dare continuità ai lavori. Certi giocatori, a partire da Karsdorp, ne hanno bisogno. Nella ripetitività di quello che si fa si migliora sempre, ed è fondamentale per la crescita. Riguardo Kolarov, sono contento delle risposte che ha dato, lui deve e vuole rispondere solo sul campo. La sua percussione centrale mi fa piacere, è stato bravissimo a scegliere la cosa giusta.

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 28 commenti

  1. BrunoConti7 says:

    Grande KOLAROV

  2. Lando Milone says:

    Buon allenamento.

    Ora finalmente, arriva una squadra di livello.

  3. sNome says:

    Sicuramente hai visto giusto …non appena ha letto i nomi de sto forum ha pensato …mo li pijo per culo, specie quarcuno de cui non voglio fa i nomi se no se accorgono pe dove li sto a pija (O_O)

  4. *El Flaco* says:

    Quando una persona sbaglia giustamente la si critica ma quando si persevera…
    Kolarov stasera ha risposto da gran signore Prima sul campo e poi alla sua maniera.
    Stavolta chi sbaglia, è chi non l’ha capito o fà finta di non capire
    A lui và tutta la mia stima Ben Fatto 👍👍👍

  5. Albi says:

    Grande kolarov. Punto!

  6. Zenone Pallotta Forever says:

    Dopo 10 giorni da una partita-giocattolo con la Fiorentina,sono spariti i Denigratori…dopo quella partita ti beccasti 200 commenti d’insulti e maledizioni…
    adesso sono rimasti Quattro Gatti,per giunta Spelacchiati,cioè senza più argomentazioni..
    Mister,da adesso,da subito ,testa al Porto…è quella la Partita dell’Anno, per una Roma Regina d’Europa….alla facciaccia,ora e sempre,dei Rinnegati…

  7. Gianluca says:

    Avete stancato !
    Kolarov è un professionista.
    Da sempre tutto!
    E se va mandato a quel paese , in quel momento
    Ciaveva anche ragione.
    Cambiate squadra,cambiate sport
    Cambiate hobby
    Lasciate sto sito
    Brutti lasziali
    Daje Roma
    Forza Romaaaa
    Sempreeeee.

  8. David One Kolarov 11 says:

    KOLAROV 11 e 11 KOLAROV , li vorrei entrambi, SEMPRE, compro la maglia

  9. giallorosso da genova says:

    bella vittoria e bel gioco ! Grande la nostra Roma ! .. Vittoria importante , Daje !!!

  10. Roma=Amor says:

    Oggi ho dimenticato il cell a casa ed ho seguito la Roma al Roma Club Milano. Vi leggerò con calma, spero di trovare nei vostri post la stessa passione che ho condiviso stasera. Forza Roma. Roma ha vinto; è, quindi, una bella serata! Un abbraccio ai romanisti.

  11. Fabianone alias Guardiola says:

    Con questo allenatore c’e Sempre “la sindrome della coperta” , lo scorso anno subivamo pochi gol e si segnava con il contagocce, quest’ anno si segna di più ma la fase difensiva è latitante. Non avremo sempre la fortuna di avere come avversario quel pippone ex laziele che non la mette dentro nemmeno a porta vuota.
    Atalanta e Cagliari insegnano…

  12. Gabry1975 says:

    Stasera la nostra squadra ha giocato da GRANDE… senza ma e se.. dovevamo vincere e lo abbiamo fatto. Almeno in Portogallo la squadra che incontreremo ha visto una squadra con un po di rabbia.. siamo una mina vagante..stasera un buon test e adesso sotto a preparare la partita di coppa.. daje ragazzi .. dovranno sudare x buttarci fuori dalla champions.. noi ci siamo.. altri sono sul divano davanti alla tv……ha ha ha

  13. Masetti primo portiere says:

    Oggi, dopo tante doverose bastonate, una carezza anche a lui. Finalmente una squadra equilibrata, che non ha mai perso le distanze tra i reparti e non si è fatta beccare scoperta. Con la consapevolezza di essere più forte, ma mai boriosa e distratta. Si attendono numerose conferme, senza ricadute nei vecchi vizi. Sembra uno di quei pugili che incassa una marea di pugni, barcolla, ma non cade mai. Come Vito Antuofermo contro Marvin Hagler. E comunque la squadra non sembra averlo mollato al suo destino…

  14. LF. says:

    Hai vinto, giocando anche discretamente, e non hai preso gol; bene così. Non cadiamo nell’errore di pensare che sarebbe stato facile … nessuna partita lo è prima di iniziarla e il Chievo e Sorrentino ci hanno sempre creato problemi. Quindi godiamoci questa vittoria e prepariamoci alla CL.

    Forza Roma, sempre e comunque

  15. Oronzo says:

    Se sò scansati tutta la partita… Maddai.

  16. nessuno says:

    Di ha giocato da grande ,la sfiga ancora c’è perseguita una traversa e un palo nonostante ciò si è giocato non sottovalutando gli avversari tre punti preziosi , c’è solo da continuare e migliorare di partita in partita ,

  17. nessuno says:

    Si, ha giocato da grande ,la sfiga ancora c’è
    e ci perseguitaa una traversa e un palo nonostante ciò si è giocato non sottovalutando gli avversari tre punti preziosi , c’è solo da continuare e migliorare di partita in partita ,

  18. Max says:

    Blouson e Slimmer, fa bene a prendere in giro i fenomeni da tastiera di indole laziale che tifano contro. Lui gioca e segna, voi bla bla. Ieri sciopero di alcuni “tifosi” e vittoria.

    • Blouson Noir Fucking Idiot - NO INFAMI NO CESARONI says:

      Scusa ma te ora chi saresti?
      Per favore rivolgiti con più rispetto al sottoscritto visto che non mi sembra di aver mai avuto il (dis)piacere di interloquire con te.
      Altro giro altro cesarone.

  19. Barbros says:

    Dunque vediamo: se vinciamo noi gli altri sono una manica di pippe. Se perdiamo siamo pippe noi. Kolarov, uno che sputa sangue in campo, fa la vita da atleta, sprona ed è da ESEMPIO per i compagni è un pezzo di m. Mentre il Ninja, che fuma beve e arriva tardi agli allenamenti (per me puntualità=rispetto) è un santo. I nostri dirigenti, che hanno risanato i conti della società, hanno preso una squadra allo sbando e l’hanno portata alle semifinali di Champions e forse riusciranno nell’impresa di costruire lo stadio sono incompetenti (anche se a me Monchi continua a non convincere, ma spero di ricredermi). Il tutto senza avere appoggi politici o grandi gruppi industriali alle spalle, ma con competenza e professionalità. Me sa che io non c’ho proprio capito na mazza de come funzionano le…

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili