Dzegol, la promessa del numero 1: “Roma, ora ci penso io”

Feb 10, 2019 1 commento by

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Guardate la classifica accanto, quella che ricorda i 10 cannonieri storici della Roma. Se si eccettua l’inarrivabile capitan Totti, nel complesso delle sue qualità Edin Dzeko meriterebbe di essere tra i più amati dal tifo giallorosso? Probabilmente sì, ma siamo convinti invece che – nonostante due giorni fa abbia agganciato Marco Delvecchio all’8° posto – dal punto di vista sentimentale per il momento il bosniaco navighi in fondo alla classifica del cuore, anche se come media gol gli sono davanti solo Manfredini e Volk, cioè uomini di un altro calcio.

A far cambiare gli equilibri servirebbe far entrare la Roma nella storia. Difficile, certo, ma meglio muoversi un passo alla volta. E così martedì c’è un’occasione ghiotta da sfruttare. Si chiama Champions e il bosniaco ha un trono da difendere, visto che nell’anno solare 2018 è stato il re del gol nella manifestazione con 10 gol all’attivo: 5 nella stagione scorsa e 5 nell’attuale.

E allora, davanti ai presumibili 50.000 che martedì saranno all’Olimpico, può essere l’occasione anche per ricucire definitivamente lo strappo con una tifoseria che fa ancora fatica a dimenticare il 7-1 con la Fiorentina.

Occhio però alle responsabilità. La sensazione è che Dzeko dovrà sostenere sempre di più il peso dell’attacco, sia pure alla sua maniera: non (solo) finalizzatore, ma uomo ovunque. “Se non tocco il pallone per 5-10 minuti poi mi perdo un po’. Quando invece tocco più palle sono più carico e gioco meglio. Speriamo che lo capiscano anche i miei compagni, così mi danno di più il pallone”. La sensazione è che col Porto succederà spesso, visto che il reparto si assottiglia.

(Gazzetta dello Sport, M. Cecchini)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 1 commento

  1. Merlino59 says:

    Per me resta uno dei più grandi attaccanti avuti dalla Roma, senza fare troppe classifiche o altro. Fa reparto da solo, recupera, fa assist, va a cercarsi la palla…aiuta anche in difesa. Ripeto, per me è un grande, ed è un professionista serio e…credo anche un pò…romanista nel cuore.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili