Il Codacons boccia anche lo stadio

Apr 16, 2018 39 commenti by

NOTIZIE AS ROMA – Alla fine è arrivato: il ricorso dell’immancabile Codacons contro il progetto dello Stadio della Roma di Tor di Valle. Depositato al Tar e annunciato alla stampa con una lunga nota, l’associazione dei consumatori guidata da Carlo Rienzi – la stessa che presentò ricorsi anche contro il progetto Della Valle per il restauro del Colosseo poi respinti in tribunale – ha impugnato «tutti gli atti amministrativi relativi alla realizzazione dell’opera, chiedendone l’annullamento alla luce sia di evidenti profili di illegittimità, sia dei costi a carico della collettività legati ad infrastrutture accessorie allo Stadio che saranno interamente finanziate dai cittadini».

Una lunga nota del Codacons spiega: «La Determinazione G18433 del 22 dicem- bre 2017 (quella che chiude la Conferenza di Servizi con tut- te le prescrizioni, ndr), nonché le successive note oggetto di impugnazione, sono assolutamente illegittime poiché assunte dall’Amministrazione regionale in aperta viola- zione delle norme in materia di conferenza di servizi». Questa illegittimità, secondo il Codacons, è determinata dal fatto che «l’Amministrazione regionale ha demandato alle Amministrazioni interessate la verifica della documentazione progettuale rispetto all’ottemperanza delle prescrizioni impartite». Questo passaggio trasformerebbe, per il Codacons, «la stessa conferenza di servizi da luogo di semplificazione in strumento per dilatare il processo decisionale» visto che «la conferenza di servizi approva infatti un progetto che non può certamente dirsi “definitivo”, demandando ad un termine indefinito (in sostanza sine die) la conclusione della conferenza di servizi stessa».

Un rilievo, questo del Codacons, che non preoccupa minimamente la Regione che lo ritiene già superato. Poi si entra più nel merito: per il Codacons «Non si comprendono le ragioni per cui (il Ponte di Traiano, ndr) si debba realizzare con soldi pubblici essendo a completo beneficio di un’attività commerciale di una società, peraltro, quotata in Borsa». Peccato che il Ponte di Traiano, chiacchiere dei ministri Lotti e Delrio a parte, sia stato cassato dal progetto e che, quindi, non lo pagherà nessuno perché alla fine non verrà realizzato. Ma, per il Codacons, non basta: «Si apprende che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sta valutando la possibilità di finanziare la nuova infrastruttura (il Ponte di Traiano) con fondi Cipe. Dunque un’opera interamenteprivata (coprensiva di un centrocommerciale) finanziatada fondi pubblici che potrebbe dare il via ad una serie di richieste future dei privati di farsi finanziare la propria opera mediante soldi pubblici, dato il precedente dello Stadio della Roma». Un ricorso presentato senza urgenza e senza richiesta di sospensiva, buono per guadagnare al Codacons un po’ di visibilità mediatica. Ancora il Codacons si concentra sui tempi: «allo stato attuale, si prevede che lo Stadio possa essere realizzato entro settembre 2019, con contestuale apertura, mentre, il po-tenziamento della ferrovia Roma-Lido con rifacimento della stazione di Tor di Valle (intervento da ben 260 milioni di euro finanziato dalla Regione Lazio) sarà realizzato in maniera indipendente dalla costruzione dello Stadio e altrettanto indipendenti saranno la costruzione del Ponte dei Congressi e la costruzione del Ponte di Traiano». Detto che il Ponte di Traiano non c’è nel progetto, detto che lo Stadio non aprirà mai per settembre 2019, il Codacons dimentica che la Stazione di Tor di Valle sarà oggetto di intervento da parte dei proponenti in aggiunta a quello della Regione ma che i progetti del Ponte dei Congressi e del potenziamento della ferrovia Roma-Lido sono avulsi dallo Stadio, gestiti da altri soggetti, con finanziamenti indipendenti e che non possono essere posti in relazione con lo Stadio stesso.

(Il Tempo, F. Magliaro)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 39 commenti

  1. Nome14 says:

    Grandissimi buffoni.
    In cerca di visibilità per accattare soldi.

    In passato mi rivolsi a qualche associazione di consumatori, forse anche a loro, per problemi con aziende dell’elettricità e/o telefoniche… prima ti chiedono soldi per associarsi, poi ti forniscono moduli prestampati. Sono stati assolutamente inutili.

    …….

    Comunque, il fatto che uno Stato, ovvero soldi pubblici, costruisca infrastrutture, ovvero strade, ponti, stazioni eccetera a “servizio” di investimenti privati, non è assolutamente un’assurdità.
    Direi che in molti paesi è del tutto normalità, e anche qui in italia lo era in parte (le famose tasse di urbanizzazione e/o concessioni varie che paga il privato che costruisce è il modo che l’Ente pubblico ha di rivalersi).

    • Hic Sunt Leones says:

      Alla larga il Pocacons.
      Per questioni lavorative ho avuto a che fare con l’Avv. Rienzi…
      Pessima impressione.

  2. Esaurito77 says:

    Ma vi rendete conto voi del Codacons che le vostre opinioni e i vostri commenti sono come i latrati di un cane moribondo…. Patetici!

    • S.P.Q.R. says:

      codacons ente inutile di pagliacci evasi della vanga le vostre ridicole osservazioni sono come le scoregxe di un somaro . ammorbano solo l’aria ma sono destinate a sparire.spero in una vostra scompars perché siete un ente inutile.

  3. Red&Yellow says:

    Fate proprio tristezzaaaaaa

  4. Maos says:

    Avete rotto il c@77o!!!! Andate “Veramente a lavorare

  5. 007 says:

    Ppppprrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr………!!!!!!!!!!

  6. BrunoConti7 says:

    Ahahahahaha

  7. deprofundis says:

    Codacazz.

  8. Oratio says:

    Praticamente, questi (dato che non se li fila nessuno) per elemosinare un po’ di soldi e notorietà, stanno spalando letame sul progetto stadio anche se il loro parere conta meno di zero?

    Il bello, dopo che questo è stato già approvato e tutto.

    Praticamente, stanno cercando di bucare una lastra di acciaio inossidabile, con una di quelle pistole ad acqua per bambini.

    O sbaglio?

  9. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Ma il codastronz fa giurisprudenza? Governa? MA in altre nazioni enti di parassiti come questo esistono? No.

    • Hic Sunt Leones says:

      Il Pocacons è qualificato come ente esponenziale di interessi diffusi.
      Come tale, impugna tutto quel che gli pare, dato che nello statuto si autoattribuisce competenza sulla vita, l’universo e tutto quanto.

  10. Monika says:

    Ancora tu? Mavaffan….!

  11. Nome Libero says:

    Due cose.
    La prima è che il ricorso non sarò dichiarato sospensivo-
    La seconda è che il ricorrente sarà condannato a pagare anche le spese

  12. Rob says:

    A forza di dire caxxate su qualunque cosa, hanno perso totalmente di credibilità. Non se li fila più nessuno….

  13. nessuno says:

    Stavolta te la pii ancora con la ROMA? Sei da denunciare per le omissioni che fate su certi personaggi che nell’ambito sportivo incitano e provicano alla violenza ma prima o poi la verita’uscira’fuori ,fate fare l’. Iscrizioni all’associazioni poi non tutelate neanche gli associati fornendo solo inutili stampati

  14. Raniero says:

    I soliti …ma lo sanno che il tar non ha nessun potere riguardo alla delibera anzi non è proprio di sua competenza

  15. Nome 66 says:

    No allo stadio della Roma!!!! Sì invece allo stadio della Lazio!!!! Punto e basta!!!!

    • Hic Sunt Leones says:

      basta, nel senso di dusan basta?

  16. Verità says:

    Un grandissimo STICA**I.

  17. Nome14 says:

    Il ricorso si avvale anche degli autorevoli pareri del noto urbanista Berdini, registrati ai margini del grande convegno “Sulla salvaguardia della rana dalla bocca larga e dell’uccello padulo” organizzato dal Comitato Spontaneo della Fermata Laurentina del 797, raccolte dal grande giornalista ecomostroDiCicco.

  18. Nome says:

    Ancora non hai capito? Lotito li strapaga a questi pur di bocciare definitivamente lo stadio della Roma (e levarsi da torno Pallotta), e capovolgere quindi la situazione a proprio favore, cioè fare lo stadio delle Quagliette!!!!!

  19. Master Mosquiton says:

    Un ente che vale meno di un consiglio condominiale.

  20. Alberto says:

    Non lavorano loro e non vorrebbero far lavorare neanche gli altri che aspettano l’inizio dei lavori come possibilità di un posto di lavoro. Ente inutile e deleterio.
    Forza Roma Daje

  21. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Nome 66 dei ancora vivo? Incredibile non ti e’bastata sta settimana di merd* che hai passato? Avete fatto una figura DI merd* col Salisburgo pensando a noi, e ieri sera oltre ad non aver fatto un solo tiro nello specchio della porta ( alisson cantava la solitudine ) tutto il vostro sforzo ha partorito un misero 0-0, che solo grazie ai pali, che noi abbiamo preso, avete portato a casa. Muto

    • Nome 66 says:

      Tanto arriverete sempre sotto de noi…..

  22. Curvasudforteromana says:

    Se dovete tutelare i cittadini perché non vi occupate di fermare per sempre manifestazioni sportive, politiche e goliardiche che bloccano tutti i santi giorni questa città e che stuprano la capitale e i suoi abitanti? Risposta semplice….perché non ve ne frega un caxxo, volete solo visibilità con interventi ad effetto per giustificare un ente che è inutile!

    • Sciabbolone says:

      Non vogliono visibilità, vogliono soldi. Sono dei volgari ricattatori.
      Rileggiti quello che successe nel 1990 con l’Olimpico e mi darai ragione.

  23. KAWASAKI1962 says:

    Un ricorso al TAR senza richiesta di sospensiva ha lo stesso effetto di una miccetta fatta esplodere la notte di capodanno. Ridicoli.

  24. ROMANO 1 says:

    Io mi domando perchè questi luminari del Codastr… z che si professano pronti e sensibili alle problematiche del cittadino, non predispongono un appropriato ricorso contro i pali e le traverse delle porte che,bersagliati in continuazione dai nostri giocatori, ne ostacolano il risultato sportivo provocando nel tifoso un profondo stato di prostrazione psico-fisica che può sfociare in reazioni anche violente contro persone e cose, oltre che verso se stessi, con negativi riflessi per possibili danni e conseguente gravame sulla cosa pubblica e privata nonchè sul servizio sanitario nazionale. In alternativa potrebbero sempre prendere la strada del luogo a loro più noto e gradito e comunemente indicato come FANC…LO.

    • Hic Sunt Leones says:

      Oh, questo si chiama parlare.
      Abbasso i pali, abbasso le traverse (anzi alziamole, così magari i nostri fanno goal).

  25. Zac says:

    Fossi Pallotta li denuncerei per stalking.

  26. rr says:

    al tar si rivolgerà pallotta se non faranno costruire lo stadio.

  27. alessandro says:

    I frequentatori del sito sanno che non sono un “pallottiano”, ma credo che accusare il salsicciaro di Boston di essere la causa dei mali di questo paese mi sembra eccessivo.

    Già, perché i problemi dell’italia sono:
    1. Pallotta che si butta nella fontana di piazza del popolo;
    2. lo stadio della roma.

    Ho dovuto da poco rinnovare il mio abbonamento al gestore telefonico, che fatturava ogni 28 giorni: non avrei dovuto ricevere aumenti. Perché invece la tariffa è aumentata? Codacons, che mi rispondi? Per non parlare del bollo della macchina, o della Ta.ri.

    Sentiamo un po’…

  28. Everybody says:

    Credo,nel mio piccolo,che dietro a tutte ste manfrine ci sia come sempre il famoso potere occulto…
    Un moto perpetuo,invisibile,impalpabile ai più. ….

    Preside’ …. Du parole….

    Avanti alla kamikaze. ….

    Abbracci giallorossi

  29. Ziopeppo says:

    Scusate ma io pago regolarmente le tasse eppure vedo che le buche a Roma sono sempre ben presenti (oramai le ho memorizzate ricordandomi dove c’è una schivata da effettuare) almeno li spendessero sti soldi! Il presidente del codacons da dove raccatta il suo lauto stipendio?

  30. Dark Dog says:

    Intollerabili, ci vorrebbero risarcimenti milionari a carico di chi paralizza le opere con ricorsi strumentali, come nel caso ad esempio della Stazione Vigna Clara.

  31. leo72 says:

    ma dov’erano questi quando hanno costruito lo stadio di sua maesta la rubentus padrona d’italia, arbitri giudici sportivi, giornali e trasmissioni sportive televisive di m…a.

  32. (Laziale scherzo della natura) says:

    Codacons
    C comunità
    O orrenda
    D deviante
    A assente
    C carente
    O. Ossia
    N. Norcineria
    S salumeria

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili