Il giudizio rimane sospeso, il futuro però ha tinte rosa

Apr 15, 2013 0 commenti by

torino-roma4

CORRIERE DELLO SPORT  (G.Dotto)Detto che ci vorranno due giorni e due notti almeno per smaltire la ferita del sinistro di Lamela che alle 16 e 22 ci ha fracassato il petto per quanto improvviso, musicale e inesorabile, intascati i tre punti al platino, cosa ci racconta il Torino del più sottovalutato allenatore della storia, nome e cognome Giampiero Ventura? Che la Roma a oggi è squadra “incompiuta”. Che non vuol dire sentenza, ma giudizio sospeso su qualcosa che sta viaggiando non si sa in quale direzione ma carico di cose belle e allarmanti, qualcuna inutile. Oltre Andreazzoli, uomo tenero, intelligente e appassionato, servirà un maestro di calcio carismatico ma dialogante per lucidare il bello e cestinare l’inutile.
Leggiamo in chiave rosa il futuro. Romagnoli e Marquinhos si libereranno dei candori da anagrafe. Pjanic, ieri al suo peggio da romanista, diventerà meno calligrafico e più leader. Lamela si ricorderà della lezione zemaniana, meno innamorato dell’attrezzo, non più attirandosi dietro mute ringhianti di terzinacci incattiviti dalle provocazioni del narciso. E poi Dodò. Lampi da fenomeno anche ieri, sinistro che canta, deve solo capire in che mondo è capitato e trovare il suo posto. Da qui in poi tassativo farlo giocare il più possibile.

Ripartire da questi cinque e non solo. Lunga vita a santoni da campo e da spogliatoio, Totti e Perrotta (…). Recuperare De Rossi, via la barba, murale iperrealistico del buio di dentro, dimenticandosi noi di quanto guadagna e lui di quanto noi lo sappiamo. E poi Osvaldo. Il masochismo della piazza ha toccato con questo ragazzo dai nervi infiammabili vertici di stupidità. Domanda ai linciatori del gregge: e poi, fuori Osvaldo, c’è in giro di meglio? Vogliamo o no provare a rifarlo nostro? (…)
Mercoledì a San Siro, contro l’ex figlio di Trigoria sempre più simile a un mister Bean finito nel copione sbagliato, dal comico al tragico, servirà qualcosa che da due anni non si vede in questa Roma condannata alle belle maniere. Una cattiveria ai confini della maleducazione.

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - Nessun commento

Nessun commento per “Il giudizio rimane sospeso, il futuro però ha tinte rosa”
Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili