Il piano: via tutti i senatori. Totti non ha potuto evitarlo

Mag 15, 2019 40 commenti by

ULTIME AS ROMA – La conferenza stampa l’ha voluta lui, subito, anche se gli consigliavano di posticiparla di 7 giorni: forse per sfogare ciò che gli frullava nello stomaco. Per capire bisogna tornare alle 17 di lunedì: appuntamento tra il Ceo della Roma, Guido Fienga, e Daniele De Rossi. Tre ore insieme a parlare, ma il cuore del messaggio il capitano della Roma l’aveva annusato da tempo: «Non mi rinnoveranno il contratto».

Lunedì quel sospetto rafforzato da mesi di dialoghi è diventato una certezza: finisce qui, Daniele. Il motivo gli è stato esposto: la parola chiave a Trigoria è ripartire. Da zero. La squadra quest’anno ha fallito, il club ha scelto Gasperini a cui chiederebbe di ricominciare da un gruppo “vergine”. E che possa sostenere ritmi elevati per ricostruire un’ossessione del lavoro. Chiaro il contrasto con la figura di De Rossi, totem ingombrante dai muscoli ormai fragili. «Ma posso giocarle, 15/20 partite», la replica caduta nel vuoto. C’è poi un altro punto che pesa nelle valutazioni della Roma.

Ed è quello del gruppo. Da settembre, la squadra ha accusato il club per il depauperamento tecnico: in particolare si sono esposti i suoi leader, “offesi” dalle cessioni di colleghi che stimavano come Strootman e Nainggolan. Rinunciare ai “polemici” serve ad azzerare gli alibi della squadra che troppo presto, e troppo spesso, ha tirato i remi in barca in questa stagione. De Rossi si è convinto che dietro il suo addio ci fossero regie occulte: da qui il riferimento velato al presidente Pallotta e all’ex dg, oggi consigliere ombra, Franco Baldini, estraneo però alla scelta.

In realtà la decisione ha certificato altro: la marginalità del Totti dirigente, ferito da questo addio che troppo deve avergli ricordato il proprio. E del tutto escluso dalla decisione: lo ha detto tra le righe proprio De Rossi («I dirigenti qui non possono incidere, spero che Francesco possa contar di più») quasi ventilandone un possibile addio («Spero di ritrovarlo, se tornerò»). Polemico col club pure Florenzi: «Se vuoi rispetto devi dare rispetto».

Non ha potuto prendere la decisone di restare, De Rossi, potrà scegliere dove andare. Senza preclusioni: «In Italia? Vediamo». Voci ricorrenti dicono che Conte sarebbe felicissimo di averlo all’Inter. Uno dei soci di Pallotta ha detto a De Rossi che lo proporrà alle squadre di Mls, il campionato americano: lui accetterebbe solo New York o Los Angeles.

(La Repubblica, M. Pinci)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 40 commenti

  1. Pasquino says:

    Se renderà conto Pallotta dello spartiacque che sarà quest’ estate per lui? Penso che sia ai minimi storici tra l’ “Affare de Rossi” e i risultati sportivi… Voglio proprio vedere che si inventa x recuperare “la piazza”..
    Gli ci vorrebbe un Guardiola.. o un Messi ….

    • TifosoGiallorosso says:

      I pallotta boys sono spariti.

      Come sempre, quando accadono queste cose, tacciono.

      Se vogliono agire in questo modo e considerare la Roma come se fosse una multinazionale dei servizi o dell’informatica, consideriamo la gestione ed i risultati ottenuti durante questi 8 anni.
      Gestione fallimentare, con cessioni spesso al di sotto del valore reale di mercato dei calciatori. Comunicazione pessima, con un presidente che non si fa vivo in città e allo stadio da oltre un anno. Risultati sportivi 0: nessun trofeo, e sono in ritardo di 3 anni con la pianificazione aziendale che vedeva la Roma Regina d’europa.

      Un cliente della Roma, dovrebbe prendere i provvedimenti necessari.

      Un tifoso di Pallotta può continuare a supportare quel personaggio. Quel personaggio, non il nome ed i…

    • Mauro says:

      Ma la cosa più imbarazzante secondo me, è Fienga che vuole DDR suo Vice subito…. e Totti?
      Non so più che pensare di Francesco…. o c’è qualcosa sotto che sa solo lui e sta tenendo duro….
      Oppure farsi calpestare così non ha senso… spero ci sia qualcosa … anche perchè io fossi in lui
      li manderei a cacare … anzi lo avrei già fatto..
      Daje Francè facce st’artra magia…

      • TifosoGiallorosso says:

        Sono quasi due anni che scrivo qui e sono stato il solo a parlare di queste nefandezze. Oggi non esiste un pallotta boys.
        C’è una contestazione a trigoria e qui non parla nessuno. Non c’è un articolo o una foto degli striscioni esposti a trigoria. Vergogna.

        Appena arrivato a Roma, questo farabutto, ha pensato solo ad arricchirsi vendendo i giocatori. E facendo sparire i soldi in modo piuttosto cafonesco. La Roma manco l’ha pagata di tasca sua. Bene. Cosa fa? Cambia la data di nascita. Poi lo stemma. Poi…fa fuori i simboli di questa squadra degli ultimi 25 anni: Francesco Totti e Daniele De Rossi.

        Aggiungo…Daniele De Rossi darà il suo addio alla Roma il 26.5: neanche il più grande laziale si sarebbe augurato ciò.

        Chi sostiene questa proprietà, non è della Roma.

  2. Alba,Fortitudo,Roman says:

    No basta vendere e sparire!!!

  3. Cucs says:

    Pasquino qui ti do ragione in parte.. Dal commento precedente non riesco a capirti.. Cmq… Pallotta di recuperare con noi non gli è mai interessato e non l ha mai nascosto.. Inventarsi?? Cosa.. Non parla mai!! De Rossi puoi mandarlo via?? Si.. Con i modi giusti.. Con rispetto… E sopratutto.. Se me compri un barella di turno.. Lo farà?? No. La Roma è arrivata alla frutta.. Di chi è la colpa?? Facile da dire.. Ma fa più comodo dire.. Colpa de marione.. Colpa Dell ambiente.. Colpa dello stadio.. L ho detto 1 anno fa.. Arriverà sto momento… È inevitabile.

  4. Nome says:

    Concordo con l’articolo, per una volta. Erano le cose che scrivevo ieri sera, analizzando le parole, il detto e non detto.

    Forse Ddr era troppo ingombrante per un nuovo allenatore.
    Ed è giusto, sacrosanto, che i giocatori che quest’anno si sono adagiati, non assecondando i dettami tattici di DiFrancesco, se ne vadano.

    Spero che abbiano ragione e che la prossima Roma sia un’altra cosa.

    Per ora ogni rivoluzione ha portato pochi miglioramenti e a volte è stato peggiorativo.

    Resta il fatto che se quando azzecchi la squadra poi la smantelli… è difficile.

  5. Pier says:

    Fiorentina-Roma 7-1: non vorrei vedere più nessuno di quelli che giocarono vestire la maglia della Roma, ma non solo per quello che fu in campo (ed in campo ricordo a tutti scendono i GIOCATORI) ma anche per quello che non successe dopo nello spogliatoio, tutto come se niente fosse. Chi era il capitano? RIFONDAZIONE! Non si è vinto nulla, NULLA.

    • Nome says:

      Qui sono cambiati AD, Direttori sportivi, giocatori a decine ogni anno, allenatori, preparatori, addetti alla comunicazione, marketing manager, ammainate bandiere, ecc. ecc.; indovina chi c’è sempre in questo decennio di non vittorie?

  6. Magellano says:

    Più che arrabbiati molti di voi dovrebbero essere perché oramai si gioca a carte scoperte, pur di non rimetterci soldi hanno oramai fatto capire senza più equivoci che sono qui solo per lo stadio, quindi di pari passo per vendere la Roma.
    Resistiamo senza dargli un soldo e poi festeggeremo la libertà ritrovata dopo la disastrosa gestione di questi perculatori

  7. AYCE says:

    La pochezza di questa società si evince anche dai tempi scelti per lo stop a DDR: alla vigilia di due partite fondamentali per la rincorsa (disperata) alla champion’s. Aspettare fine stagione no,vero.
    Poi è colpa della stampa, dei “rinnegati”, dell’ambiente

  8. Alberto says:

    Ma che si bevono questi? Possibile che facciano tante cazzate una dopo l’altra? Lo scordo anno bastava un difensore centeale ed un esterno forti e la squadra andava bene così. Invece si da autorità a Monchi di distruggerla, adesso si rinuncia a De Rossi a Manolas e Dzeco. Io spero che al più presto si possa rinunciare Pallotta a Baldini a Fienga ed a tutti quell’incapaci di dirigenti romani. Basterebbe un arabo e Totti predidente.
    Forza Roma Daje

  9. Felix says:

    Se Totti è stato del tutto escluso dalla decisione, allora si dovrebbe dimettere!!!!

    • Nome says:

      Totti è in società sulla base del contratto Sensi mal sopportato e senza alcun peso rilevante, probabilmente non verrà rinnovato alla scadenza

  10. Pasquino says:

    Capire me è facile: via presidenti perdenti, via giocatori perdenti, via dipendenti perdenti.
    Io voglio vincere e per me esiste solo la maglia. I De Rossi , i Monchi e i Pallotta li lascio a voi… Io mi tengo solo la Roma.

  11. Lando Milone says:

    FINALMENTE!

    Ora ci sono le basi per lavorare e VINCERE.

    Onore a Pallotta e alla rivoluzione

    • orange says:

      già te la cantai la canzoncina..te la devo rifà..a Lando tu l’unica rivoluzione che poi fà è quella de cambià dito quanno te lo mettia….eh eh

  12. Pier says:

    …il capitano all’inizio del match era Florenzi e il capitano (inteso come bandiera, leader) entrò al 32 imo del 2 tempo sostituendo Elsha e lui anche quando è in panchina per me rappresenta sempre l’anima, il capitano in pectore della squadra…È un mio personalissimo pensiero e considerando la mia stima enorme, mi sarei aspettato, forse sbagliando, che avesse preso per le p@lle e attaccato al muro tutti coloro che si erano macchiati di questa immensa umiliazione (società compresa che non fece nulla…) Invece mi sembra che non vi fu nessuna reazione, il nulla del nulla.

  13. Pier says:

    …per me solo la maglia e la bandiera (il cui simbolo è una lupa con due futuri Re) i giocatori (per quanto ho amato e amo Totti e De Rossi) non sono “la Roma” in quanto questa e va oltre il concetto dei singoli (presidenti compresi). Ovviamente il “non vorrei vedere più in campo con la maglia della Roma” del post precedente era da intendersi “in quel modo, con quello scarso furore agonistico e quella che mi è sembrata rassegnazione e non inc@zzatura nel post partita…”

  14. Gianni says:

    Finalmente inizia la vera rivoluzione anche a costo di soffrire un anno (tanto questi presunti big ci hanno fatto soffrire lo stesso)

  15. gio says:

    Teneteve…Baldissoni,Baldini e company vedrete che sarà della roma il prossimo anno…tutte si rinforzeranno e la roma…. quest’anno dietro l’atalanta il prossimo forse pure dietro la Spal…..grazie per averci ridotto cosi in pochi anni….blablablablablabla

  16. Emanuele says:

    Quindi lando,ricapitolando:i sette gol presi a firenze la colpa e’di derossi e dei senatori?i 5 gol presi a liverpool con due miracoli di alisson la colpa e’di de rossi e i senatori?no di quell’incompetente di difrancesco che va li con la difesa a tre contro mane’firmino e salah..noo!!! Tutte le altre umiliazioni ricevute e’colpa di de rossi e dei senatori vero?lefiguracce di frosinone e del derby?anche li colpa delle persone sopra citate,no di chi ha preparato le gare in una maniera indecorosa…ovvero il mago de pescara!!!!!!!!!!!!! E di roma genoa,che mi dici? Che se gli davano il rigore neanche quella vincevi!!!

  17. Dark Dog says:

    Ci vuole fegato per scrivere oggi Onore a Pallotta, finalmente le basi per vincere. Per me siete dei provocatori, vi dovreste vergognare, anche un cieco oggi è certo di incompetenza, arroganza, mancanza di filosofia, programmi, capacità, onestà di questa pseudo dirigenza. Ci vuole faccia e non vado oltre. Progetto fallito e ci venite a fare i professorini? Vergogna, nessuno pretendeva un De Rossi a vita ma ci sono modi e forme dalle quali con un gigante del genere (amato dal midollo della città) non si può prescindere o ti crolla il grattacielo sulla testa. Ci sono momenti in cui è meglio tacere che sfidare boriosi il sentire di un popolo (parola che non amo) ferito.

  18. Monika says:

    Certo,una società debole non può confrontarsi con chi la vede ridicola ed incapace,ma devono azzerare tutto,perchè ha perso credibilità anche agli occhi degli altri giocatori.Ossessione del lavoro?Gasperini non è Conte! E’ solo un altro complessato presuntuoso.

  19. Monika says:

    Totti,ti prego,dimettiti! Fuori Trigoria saresti molto più pericoloso che dentro,non prestare il tuo nome ed il tuo volto,lasciali senza parafulmine!

  20. Pier says:

    Gio io non sono propallotta e spero nel Qatar ma la società questa è e pure rammentando spesso che negli ultimi anni non abbiamo vinto nulla e subito delle umiliazioni penso sia sbagliato essere estremisti e non vedere le cose buone che ci sono state se non altro per esserci abituati alla musichetta della CL negli ultimi anni, per essere stati spesso sul podio del campionato e una semifinale raggiunta. Luci e ombre e io starei più al centro senza estremizzare.

  21. Nico says:

    Ddr pastore perotti marcano olsen sono quelli che abbasseranno il monte ingaggi mancherà nello spogliatoio Ddr ma la Roma deve ripartire e per fare una frittata bisogna rompere delle uova non ce nulla da fare perciò basta lamentarsi e guardiamo cosa farà la Roma per crescere

    • Senza Trofei ma con le Trofie says:

      Per rompere le uova bisogna prima comprarle, Pallirchio fa gestire la sua “azienda speculativa” a gente che di calcio capisce ben poco, e chi ne capisce invece non ha facoltà di parola…
      Scommetto che la maggior parte dei commentatori non si è manco vista la conferenza di DDR…

  22. Ale74 says:

    Ddr e stato un giocatore formidabile ma uno dei pochi calciatori che oltre ai piedi fatati aveva un cervello da campione le sue parole pesanti ci mancheranno questo è un duro colpo la società e libera di fare le proprie scelte ma x chi cm me nn ha bisogno di alzare coppe xche’ chi tifa roma nn perde mai questo e’ un duro colpo arrivederci daniele fratello mio dajeromadjeee

  23. Pier says:

    Il progetto (e tale era) Monchi ai più sembrava ottimo ma allo stato attuale è fallito; può succedere e succede spesso (non è detto che se si usa il termine progetto vi sia la garanzia di successo). Ora l’importante è che lo si riconosca e si cambi percorso. Secondo me lo stanno facendo e o nomi di Gasperini (con relativi preparatori atletici) e Petrachi mi sembrano buoni e seri perin altro progetto del quale anche i tifosi fanno parte: se iniziamo a sparare a zero su di loro amcor prima di iniziare e addirittura ancor prima della loro ufficializzazione e che nulla c’entra con la situazione attuale non penso non penso che questo faccia bene alla nostra swuadra. Secondo me occorre più moderazione e meno estremizzazioni.

  24. Sick Boy says:

    Rimarrò romanista, come sono nato.
    Le costanti scelte sbagliate porteranno ad innalzare una barriera, congelata. Il pensiero, demotivato, raggiunge a mala pena la porta del bagno, poi non ricordo cosa ci sia dietro e non vedo oltre..
    L’Era, una Era di promesse.
    Anni di spaventi. Anni di ingiurie. Lezioni, prese sulle palle.
    Amori che vanno..

  25. vip61 says:

    Tutti i commenti dei tifosi che leggo sono pro De Rossi e contro la Società. Sono al 90 % gli stessi tifosi che negli ultimi 5 anni hanno criticato DDR per essere ormai non più quello di una volta, con uno stipendio sproporzionato al suo reale valore !
    Ed io sono uno di questi !
    Ma adesso per coerenza dico che la Società stavolta ha agito correttamente! Quale grande Società hfa un contratto ad un giocatore di 36 anni ?
    Del Piero è stato messo alla porta molto prima ! Ed ha vinto quelleo che ha vinto!
    Con questi tifosi continueremo ad essere pieni di bandiere e vuoti di trofei !

  26. Manu88 says:

    Io ho amato de rossi per tutta la sua carriera ma c’è da dire che un contratto come il suo pesa molto e se manchiamo l arrivo in champions non si può dare 4 mln a Daniele e non rinnovare magari a under a 1 mln in più e non poter trattenere magari un manolas la scelta secondo me è stata fatta in quest ottica magari in maniera sbagliata ma non del tutto inutile.. Perché è de rossi non per altro se avesse fatto come Tommasi che guadagnava 1500 euro al mese allora ok ma se mi deve giocare 10 partite e poi starne fuori 20 per infortuni vari é dura garantirgli tanti soldi perché poi dopo ci sono altri giocatori che storcono il naso e crei antipatie nello spogliatoio detto questo forza Roma!

  27. QuoVadis says:

    Ok, vogliono partire da una pagina bianca e lo posso capire. Quello che mi fa un po paura e lo switch tra DDR e Florenzi. Un buon giocatore attaccato alla maglia ma certo non un leader. A questo punto vedo solo Kokarov per questo ruolo.

  28. Stefano55 says:

    Ve lo immaginate De Rossi,ha sopportare gli allenamenti con Gasperini? Sarei voluto essere presente! Gia’ era scoppiato con Zeman,e infatti non e’ che lo vedesse tanto,con il Gasp,scalderebbe la panchina!

  29. Stefano55 says:

    Mi scuso per l’ acca di troppo.che somaro!

  30. Manu88 says:

    @vip61 a delpiero è andata peggio gli ha detto datemi quello che volete non mi interessa e gli hanno detto no grazie non ci servi più e stiamo parlando di del Piero che ha contribuito a scudetti e vari trofei e che come de rossi poteva dare ancora tanto alla juve ma non mi pare che poi la Juventus abbia smesso di vincere

  31. NonTifoso says:

    Tutto cio’ mi fa nutrire speranze per il futuro. Finalmente AS Roma si comporta da società matura, non più da rometta che si piega ai capricci di tifosi che pensano con la pancia. Troppo facile far pagare solo agli allenatori… chi scende in campo ha grandi responsabilità, basta viziare sti ragazzi che prendono milioni per correre dietro ad un pallone, troppe volte son scesi in campo passeggiando senza il minimo rispetto di chi vive da schiavo per miseri stipendi e fa sacrifici per portare un bimbo allo stadio. In una società seria a prescindere dall’allenatore i giocatori devono andare in campo e sputare sangue, non coprirsi con l’ alibi dell’allenatore sbagliato o una campagna acquisti sbagliati. E’ il momento che tutti i responsabili paghino, in molti hanno fallito. Tabula rasa!

  32. Mary says:

    Che schifo, squallore, vomito, desolazione, pena….. Credevo di aver visto il massimo dello schifo da parte di Sparlotta e invece, incredibile a credersi, lo schifo non era ancora finito …. Ha cacciato De Rossi a calci in cu.o…. De Rossi che, possiamo dire quanto volete che non era al massimo, che aveva n’età e tutto quello che ve pare ma con De Rossi in campo era un’altra Roma. E anche gli avversari ci rispettavano di più. Non ho parole…. Sparlotta ora a chi tocca? Che saranno i prossimi? A chi te vendi pè dà $$$$$$$$? Vergognati per tutto lo schifo che hai fatto e per lo schifo che stai ancora facendo, ci hai distrutto e ci stai finendo di distruggere. Ma tanto o stadio nun lo fai, nun lo farai mai quindi vedi d’annattenafffanculo!!! Danielino vanto romanista sempre nel…

  33. lele69 says:

    lo so che sarebbe dura ma l’unica cosa che possiamo fare e lasciare lo stadio vuoto. sarebbe un segnale forte e che avrebbe una risonanza mostruosa. quando dico vuoto vuol ditre proprio VUOTO.!!!

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili