Il Prefetto di Udine: «Cari romanisti è colpa vostra»

Feb 14, 2018 48 commenti by

AS ROMA NEWS – Vittorio Zappalorto, da due anni e mezzo Prefetto di Udine, ha provato a spiegare la ratio del provvedimento che impedisce ai tifosi della Roma residenti nel Lazio di andare in trasferta a seguire la squadra sul campo dell’Udinese per la sua pericolosità. Il prefetto si giustifica e chiarisce al Corriere dello Sport:

«Non ho mai fatto riferimento alla tifoseria nella sua interezza. Ho invece citato la tifoseria organizzata. Dispiace che il provvedimento vada a colpire individui che non c’entrano nulla. Le persone pacifiche ci rimettono. Ma nel calcio vale il principio della responsabilità oggettiva. Il nostro compito è prevenire i pericoli che possiamo prevedere. In questo caso, secondo una serie di precedenti, il pericolo deriva dal tifo proveniente da Roma e dintorni».

Fonte: Corriere dello Sport

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 48 commenti

  1. BrunoConti7 says:

    Ridicolo…tu e quelli che nominano quelli PIÙ ridicoli di te..Nazione di una merdx epocale

    • Patrizio says:

      chiedi a Bruno Conti, quello vero, cosa pensa e scoprirai che la pensa come il prefetto

  2. Alberto says:

    Con questo pricipio dovresti proibire agli abitanti di Udine di venire a Roma, perché a Roma di romanisti ce ne sono tanti, però dovresti anche smettere di fare il tifoso e fare solo il sindaco.
    Sei una persona indegna, vergognati.
    Forza Roma Daje

    • Erik971 says:

      NON è un sindaco, è un prefetto, quindi NON votato ma un burocrate di carriera, di quelli che vanno avanti con qualsiasi governo. Per me la VERA rovina del Italia, quelli che erano (e sono) fascisti col fascismo, democristiani con la DC, Comunisti col PCI, ed ora passano da Renzi a Berlusconi e Grillo senza nessuna remora facendo carriera… e son quelli che fanno I VERI DANNI. ra li a Udine è evidente che andare contro i romanisti farà felice juventini e leghisti di zona… ed essendo di treviso è facile che lui sia anche entrambe le cose… come l’ex prefetto di Roma che dopo aver fatto guerra alla SUD ha poi ammesso di essere uno sfegatato juventino con tanto di intervista come a dimostrare che “Io so IO e voi non siete un c****!”

    • Patrizio says:

      non è il sindaco e il fatto che non distingui ti qualifica. A Roma, se vengono o no i tifosi dell’udinese lo decide il prefetto di Roma.

  3. ciccio says:

    solo per la Roma e dintorni vale questo provvedimento ? Ci sono altre tifoserie che si sono contraddistinte per episodi incivili….ma solo i tifosi della Roma pagano, come al solito !!

    • Patrizio says:

      No, capita anche ad altre tifoserie. non c’è nessun complotto, rilassati, è solo che noi siami fra le tifoserie che ancora rompono i coglioni.

  4. Matteo says:

    C’è poco da lamentarsi. Pure contro il Verona sono stati arrestati 21 ultras. Non è né la prima volta né l’ultima e di certo non riguarda solo i tifosi della Roma (vedere i provvedimenti presi anche per i tifosi della Lazio). Finché le tifoserie non si daranno una “calmata”, è giusto che vengano presi questi provvedimenti. Lasciate perdere a prescindere tessere del tifoso e cose simili, progetti fallimentari fin dall’inizio. Non credo che ci sarà mai un vero e proprio sviluppo sotto questo punto di vista. Chiediamoci piuttosto perchè queste limitazioni non vengano imposte alle altre squadre della serie A con la stessa frequenza.

  5. KAWASAKI1962 says:

    Le giustificazioni sono peggio del provvedimento stesso. Considerato che il Prefetto, sul territorio di competenza, rappresenta il Governo, l’equazione è presto fatta: questo Paese esprime una classe dirigente penosa, incapace di esprimere ed applicare principi etici ma che non perde occasione per fare la morale agli altri. Purtroppo non vedo soluzioni a breve termine. L’unica potrebbe consistere nell’invasione e nella conseguente colonizzazione da parte di qualche civiltà aliena.

    • Patrizio says:

      non sono giustificazioni ma motivazioni, e sono più che corrette, le stesse applicate ad altre tifoserie ma a quanto pare non lo sapete. e più ragionate cosi più sta storia continua. fuori i delinquenti dall curva. punto.

      • KAWASAKI1962 says:

        Patrizio, ti devo rispondere: 1) se le stesse misure vengono adottate anche nei confronti di altre tifoserie, non significa che siano giuste; c’è parità di trattamento, ma sempre sbagliato. 2) tu dici “fuori i delinquenti dalla curva”; cosa significa? Daspo a vita per chi delinque? Per qualsiasi tipo di reato? Io dico “chi sbaglia paga” e, nel caso di Verona, questo è avvenuto! Aggiungo: “chi non sbaglia non paga”. E’ un elementare principio di giustizia che, per stessa ammissione del Prefetto, in questo caso è stato violato. Alla faccia della presunzione d’innocenza!
        Davvero non capisco dove vedi la correttezza (sostanziale, non formale) di queste misure che, invece di prevenire atti violenti, indignano le persone perbene e rischiano di incattivire anche i tifosi meno esagitati.

        • Patrizio says:

          kawasaki. intanto ti devo dire che apprezzo che mi rispondi ragionando, cosa che non fanno in molti. ti rispondo anche io dicendoti che la situazione attuale deriva dall’introduzione della responsabilità oggettiva, introdotta da Palazzi, che mirava e mira a reaponsabilizzare le tifoserie e le società delle stesse per risolvere un problema che non si è mai riuscito a risolvere. ricordi le guerre allo stadio? ricordi Raciti? fra di noi possiamo lamentarci ma una volta che ci so occupa di risolvere queste questioni non ci sono alternative. la curva della Roma dovrebbe isolare i malintenzionati e la società chiamarli idioti, non coprirli difendendo la tifoseria in generale. quando avremo stadi che all’interno e…

        • Patrizio says:

          …. all’esterno permetteranno la riconoscibilità di una faccia allora il quadro normativo della giustizia sportiva potrà cambiare, anche se vedrai che ci sarà chi si metterà i passamontagna e i caschi. ma fino ad allora, chi gestisce la giustizia e per lavoro non può la domenica contare i feriti e scoprire gente che entra o cerca di entrare armata, chi gestisce userà tutti i mezzi per porre fine a queste idiozie. ad ogni modo mi sono dilungato anche troppo. si chiama responsabilità oggettiva e va capita storicamente e con un occhio a chi si occupa di ordine pubblico, non con l’occhio del tifoso che si lamenta di non andare allo stadio. e non c’è nessun complotto contro la Roma.

          • GS2012 says:

            da parte mia trovo difficlle rispondere ad uno che scrive 50 risposte tutte monotono… qui è più semplice… per me trovo assurdo che ad un cliente/spettatore che paga un lauto biglietto per farsi 2kmx2 a piedi e vedere male la partita si chieda anche di fare volontariato e andare ad isolare, e se è un gruppetto de deficienti rischi pure de prenderle, i facinorosi… la tecnologia già cè, all’ingresso con il biglietto al tornantino cè una telecamera che associa la tua faccia al biglietto e le curve già sono controllate da riconoscimenti facciali… poi quello che succede fuori del un luogo gestito da privati non può rientrare nella responsabilità oggettiva…

        • Patrizio says:

          p.s. la presunzione di innocenza del nostro codice penale non centra nulla con la giustizia sportiva e le decisioni di un prefetto che si occupa di prevenire incidenti in luoghi pubblici. lo stadio è un luogo pubblico dove avvengono cose eccezionali, e che richiedono misure eccezionali. inviterei a chi si lamenta eccessivamente di provare a ragionare passando dall’altra parte del “tornello”.

        • Patrizio says:

          p.s. la presunzione di innocenza appartiene al nostro codice di giustizia penale e garantisce all’individuo la certezza di non essere condannato senza un giusto processo, tantomeno sui giornali come vorrebbe una certa politica. tutto ciò non ha niente anche vedere con la giustizia sportiva e un prefetto che si occupa di prevenire problemi in luoghi ed eventi pubblici. e il prefetto giustamente si dispiace per chi non va allo stadio con certe intenzioni. se fossi al posto suo faresti lo stesso, aldilà che qualcuno si lamenti.

        • Patrizio says:

          e vabbè, pensavo non mi avessero pubblicato il terzo episodio.

        • Patrizio says:

          gs2012, non ti piacciono le risposte lunghe? allora non ti dirò perchè hai detto inesattezze e per quale motivo non capisci. invece ti do ragione e sicuramente il prefetto ce l’ha con i tifosi della roma, o c’è un complotto o è razzista o rosica per via dell’impero romano.

  6. Luca says:

    Provvedimenti ridicolo chi ha sbagliato è stato individuato e punito agli altri non gli si dovrebbe impedire nulla.

  7. Muore la gente piena di guai... says:

    Ma i tifosi del Verona che hanno commesso lo stesso “reato” sono stati puniti?

    No

    Misteri della giustizia italiana

    • Patrizio says:

      si sono stati puniti. e tu non lo sai.

    • Patrizio says:

      p.s. i tifosi del Verona sostengono che c’è accanimento contro la loro curva.

  8. CRiS says:

    Questi risentono molto rancore nei confronti della antica civiltà Romana che li ha colonizzati e resi uomini
    Forti liberi e indipendenti, creando monumenti spettacolari e opere che dopo tanti secoli si possono ammirare ancora oggi in tutto il loro splendore.
    Sono solamente dei frustrati ,incapaci ,incompetenti.
    Roma semper fidelis

    • Patrizio says:

      una spiegazione lucida e attualissima. complimenti. peccato che il prefetto non ce l”ha con te ne con nessuno. fa solo il suo mestiere

  9. Master Mosquiton says:

    Meglio cosi non portiamo i soldi al vostro ridicolo stadio che ha i seggiolini peggio di arlecchino… siete il chiaro esempio che gli stadi di proprietà non portano trofei.

  10. manuel71 says:

    Matteo wsiste un codice penale che si applica ai cittadini italiani. Commesso il reato e trovato il colpevole, paga chi deve pagare E BASTA. Gli altri che colpa ne hanno? Forse insultano i napoletani coi cori? Forse accenderanno fumogeni? Ma non paghiamo profumatamente codeste figure x trovare eventuali colpevoli? O li paghiamo.x.gestire l’ordine pubblico in maniera dittatoriale? No.perchè così so’ capace pure io.

    • Patrizio says:

      a parte che il codice penale centra niente, e qui già si vede quanto ne capisci. il prefetto ha spiegato bene, si chiama.responsabilità oggettiva ed è stata applicata ad altre squadre. ma invece di lamentarsi a chi applica regole, perchè non ti lamenti dei delinquenti che ancora fanno la.guerra in giro per l’Italia?

  11. datzebao (ex Matteo) says:

    Un paese civile riconosce la responsabilità personale e non la colpa di gruppo. Hanno a disposizione miliardi di strumenti per individuare i colpevoli, poi li prendono, li lasciano liberi e poi vietano a tutti di vedere le partite.
    Ovviamente con particolare accanimento sui tifosi romanisti, mentre gli altri sono tutti bravi.

    • Patrizio says:

      no, i paesi civili riconoscono la responsabilità oggettiva. solo se all’interno dello stadio e riconoscibile il suo isolato crimine allora viene punito l’individuo. punto.

  12. CRiS says:

    Saranno ancora incaxxati che a Roma in campidoglio alla sala Giulio Cesare abbiamo la lupa capitolina che vienne portata da Aquilea nel 1474……
    Semper Fidelis Roma

    • Patrizio says:

      si guarda, è sicuramente per questo. una scaramuccia ecco.

  13. Nessuno says:

    E’ razzismo anche questo prendersela con I tifosi della ROMA,solo che e’piu’vuscido si nasconde dietro una legge ,che viene applicata solo ai tifosi della ROMA,una volta che prendi e identifichi I colpevoli che c’entra la maggioranza della tifoseria ?

    • Patrizio says:

      p.s. i tifosi del Verona dicono che c’è accanimenti contro la loro curva. e cosi tutte le tifoserie a cui la responsabilità oggettiva è stata applicata

  14. CRiS says:

    Eccellenza prefetto dell’ udinese….
    Credo di si lei ha perfettamente ragione,la colpa è nostra che paghiamo le tasse x dare da mangiare a gente come lei.Noi romanisti siamo penalizzati a prescindere con
    servitori dello stato come lei.

  15. Gaetano da sarno giallorossa says:

    O ZAPPALORTO NUN SA SCORDA’A MAMMA…zappalorto. ..ma fammi il ca** di piacere vai a zappare l’orto. .

  16. kaimano52 says:

    dietro questo provvedimento c’è incapacità di gestire l’ordine pubblico. Io cambierei mestiere. (Però dopo cosa ti metteresti a fare ? boh ?

  17. Nome14 says:

    Nel calcio vale il principio della discriminazione territoriale, sembra.

  18. Rob says:

    I tifosi romanisti sono pericolosi,invece i pusher nigeriani fuori dalla stazione sono risorse delle quali bisogna esserne fieri.

  19. Patrizio says:

    è stata applicata la stessa situazionensia a società del nord che a quelle del sud. il razzismo non centra niente.

  20. Nome1X says:

    Anch’io penso che questi provvedimenti violino le più basilari leggi di un Paese civile, ma non posso fare a meno di pensare a tanti interventi dei tifosi VERI di questo sito che affibbiano etichette di “delinquenti” a tutti i curvaroli quasi quotidianamente,per dar seguito spesso alle parole del Presidente ,che di suo,mi sembra non si sia risparmiato nell’accusare a spanne i tifosi più o meno caldi ……..per cui questi sono i risultati.
    Avete sentito o letto una parola in merito da un dirigente ? Per cui che vi aspettate ??
    A ciò aggiungete qualche stupido che ancora va in giro per l’Italia pensando di andare alle crociate e la frittata è completa.

  21. Curvasudforteromana says:

    Questo non è un provvedimento sportivo dove vale la responsabilità oggettiva…..ci sono responsabilità soggettive dove i responsabili sono stati individuati e puniti con le leggi ordinarie. Se questo fosse il principio per tutti i delitti perseguiti dall’autorita’ giudiziaria bisognerebbe impedire a tutti gli extracomunitari nigeriani di frequentare le nostre città perché alcuni delinquenti si sono resi protagonisti di un omicidio………..questa è solo repressione nei confronti dei tifosi della Roma! Il 4 marzo sarà l’occasione per tutti di esprimere un voto che mandi a casa questa classe politica e tutti gli esecutori nei vari posti di comando che interpretano leggi a loro piacimento……. Avanti Curva Sud !

  22. Marco 67 says:

    Che je pijasse n’corpo !!
    DAJE ROMA DAJE !!!!!
    AVANTI CURVA SUD !

  23. manuel71 says:

    Patrizio caro, vedo che chi non capisce niente sei tu. In uno stato libero, se uno delinque, viene preso e punito. Dopodichè non paga il resto della comunitâ. Quindi c’è un accanimento contro i tifosi romanisti in particolare visto che non è il primo caso. Oltre che mi sai dire quanti feriti hai contato tu in questo tremendo scontro? Oppure sai citarmi qualche massa eterogenea di migliaia di persone che non abbia qualche mela marcia? O forse, saccentello presuntuoso, lo Stato prevarica la Costituzione con la scusa di provvedimenti di emergenza e di estremo pericolo?

    • Patrizio says:

      hai delle proposte alternative? perchè se non le hai hanno fatto bene.

  24. GS2012 says:

    … e intanto chi dovrebbe tutelarci e difendere continua a rimanere in silenzio…

  25. Nome14 says:

    Capisco il principio della responsabilità oggettiva, ma quando viene generalizzato a tutti i residenti in una regione (!) mi sembra un po’ uno sparare nel mucchio… ma parecchio!

    Lo trovo effettivamente discriminante. Fortemente.

    Chiarisco che non manifesto alcuna solidarietà verso dei deficienti che decidono di spendere la propria esistenza facendo a botte con altri deficienti che portano bandiere diverse.
    Ma proprio perché prendo le distanze da TUTTI, che siano napoletani, romanisti o genoani, mi sento offeso e discriminato da un provvedimento come questo.

    Ormai, in italia, i funzionari a vario livello, per pararsi il culo vietano.
    E’ la cosa più facile da farsi, quando non riescono a fare il loro lavoro.

  26. Dark Dog says:

    Provvedimento sciocco che certifica la sconfitta di tutti di fronte ad atti di presunta illegalità da parte di pochi, un ragionamento pericoloso che potrebbe essere “cavalcato” strumentalmente da pochi per arrecare danno a tutti, è un po’come se si fermassero gli eventi nelle nostre città a seguito di atti di terrorismo, significa far scontare alla maggioranza gli atti di pochi, realizzare ciò che vogliono i terroristi,ossia far marcire anche noi in stili di vita da loro strumentalmente propugnati per opprimere e sfruttare i “loro” popoli fagocitati e narcotizzati. Non condivido per niente. Ci sono altri mezzi di prevenzione, questo è puro oscurantismo.

  27. CRiS says:

    Per essere precisi bisogna fare un parallelo della pericolosita’ sociale del presidente dei ladroni che ha instaurato rapporti diretti con la mafia….
    Ma quelli li , chi li tocca uno di Udine che poi lo mandano a Orgosolo a contare le pecore bianche e quelle nere???
    Per cortesia….

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili