Inferno giallorosso

Mag 16, 2019 22 commenti by

ULTIME AS ROMA – Benvenuti all’inferno gialorosso 2.0. La contestazione ai tempi di Whatsapp la fanno in cento a Trigoria ma nel giro di un attimo scorre di telefono in telefono, tra note audio e foto. E diventa virale. Il giorno dopo la porta chiusa dalla Roma in faccia a De Rossi esplode la rabbia degli ultrà, che già nella notte avevano piazzato striscioni, crocifissi e bandiere americane capovolte tra la sede del club all’Eur, Campo Testaccio e la strada dove abita il capitano in centro.

Ieri pomeriggio, poi, si sono presentati di persona fuori da Trigoria, un centinaio di ragazzi in rappresentanza divari gruppi della Curva Sud, che sotto il diluvio hanno esposto altri messaggi al veleno contro la dirigenza, urlato la loro rabbia e quindi ottenuto un confronto con lo stesso De Rossi, Ranieri e il direttore sportivo dimissionario Massara. Tre uomini con le ore contate nella Roma, costretti a spiegare cosa è stato ormai deciso da altri.

E qui interviene Whatsapp, nel senso che i resoconti arrivano dai telefoni degli stessi tifosi presenti. «Volevamo sapere i motivi e le modalità di questa decisione. Abbiamo chiesto di parlare con la società – racconta uno – ci hanno detto che Baldissoni avrebbe ricevuto solo uno di noi nel suo ufficio all’Eur. Poi sono arrivati De Rossi, Ranieri e Massara. Il mister ha detto che la scelta è di “testa grigia che sta a Londra e di quell’altro fenomeno di Boston”. Testuali parole».

Quindi sarebbero Baldini e Pallotta, secondo il tecnico, ad aver ordinato il «no» al rinnovo di De Rossi da calciatore. Oggi in conferenza stampa Ranieri avrà modo di confermare smentire-chiarire la ricostruzione del tifoso. «Daniele – continua il racconto – ci ha detto: “ragazzi io più che andarmene non posso fare. Se mi dovessero richiamare per rinnovare il contratto ora non potrei più accettare per la mia dignità. Se mi chiedete di rinunciare ad andare in qualsiasi altra squadra e smettere di giocare, lo farò”. Ma gli abbiamo detto di no». Altri presenti riferiscono di un Massara che avrebbe confermato come la scelta di non rinnovare il contratto al capitano sia stata presa “dalla società” e che lui presto andrà via.

Insomma il giorno dopo è peggio di quello prima, i tifosi devono sorbirsi un’altra coppa della Lazio, la squadra prepara tra mille distrazioni una partita cruciale da giocare sabato a Reggio col Sassuolo, De Rossi ha la testa all’ultima gara col Parma, in cui saluterà i tifosi senza però leggere un discorso come fece Totti due anni fa. Lo stesso Totti che è volato in Kuwait per un torneo di futsal e potrebbe saltare la trasferta in Emilia. Al suo rientro ha intenzione di parlare con gli altri dirigenti e chiedere cosa lo aspetta in futuro. Perché di «incidere poco» – come ha sottolineato De Rossi – si è stancato.

A maggior ragione se il vero manager operativo è il suo nemico giurato Baldini, l’unico non presente a Trigoria. In tutto questo la società deve pensare a impostare il futuro e ha individuato i due uomini della ricostruzione: Petrachi da settimane lavora sul mercato (con Baldini, ovvio) e Gasperini ha dato la sua disponibilità per un progetto triennale, mentre Sarri sembra scivolato in seconda posizione. Ma sia Petrachi sia Gasperini devono liberarsi dai rispettivi club, prima di planare anche loro nell’inferno giallorosso. In bocca al lupo.

(Il Tempo, A. Austini)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 22 commenti

  1. Magellano says:

    Gasperini fa piangere Giampaolo fa ridere meno peggio il secondo almeno ci si diverte nelle interviste, oramai è rimasto questo

  2. Cucs says:

    Io a Roma Parma vojo in tribuna quei 2!!! È il minimo che possono fare… Altrimenti non vedo il perché io mi devo sentire rappresentato da 2 fantasmi.

  3. Anonimo says:

    Che situazione di m….così non si vincerà mai e lo stadio servirà solo per fa ricco Sparlotta!!!

  4. Roma=Amor says:

    Pensa un po’ che “referente” è andato a parlare! Uno, che se pure fosse vero, ribadirebbe papale papale le parole di Ranieri… Io credo che tifosi così ci stanno ricoprendo di ridicolo più di quanto non potessero fare i “nemici riconoscibili”!!! Gente così non mi rappresenta dinanzi alla società!

  5. Stefano55 says:

    Se la roma avesse giocato sempre con la stessa intensita’ e volonta’ di non mollare mai, come ha fatto l’ Atalanta ieri,pur perdendo,( ma anche l’ arbitro ha le sue colpe)stavamo gia in champion,alla grande.Intanto sembra che Gasperini abbia detto di ,si alla Roma, e piaccia o no,questo sara’ il nostro allenatore x il prossimo anno!(anzi 3 anni).

  6. Ivan says:

    Roma=Amor devi stare muto,abbi la decenza di stare zitto,siete voi e il vostro PADRONE in torto marcio non chi AMA DAVVERO la Roma e ha tutto il diritto di contestare questo schifo…comprate la sciarpa dei Boston Celtic Cesarò

  7. Roma=Amor says:

    A nessuno viene in mente che mentre fuori si fa casino la società stia lavorando! Magari De Rossi, che ha 36 anni, non rientra nei piani di un Sarri, o chi per lui, di turno già in accordo con la società?! Magari si è deciso di tirar su una squadra che corra visto che lo vediamo tutti che cammina?! Magari che il “repulisti” di Pallotta che tutti avete agognato, è al suo inizio?! Magari che vi state zitti e lasciate prendere decisioni a chi è in grado di fatturare centinaia di milioni?! No eh, voi ne sapete di più, avete le risposte a tutto, siete sapientoni e bilionari, gestite multinazionali e ne capite di calcio… Vi pare che il vero scenario possa davvero essere una tragedia così rappresentata?! Voi insultate la vostra intelligenza da soli! La mia no, perché è da mo che ha preso le…

    • Rod says:

      Vedi, tutto giusto quel che dici. Il problema è che questa presunta capacità di cui parli te non si vede. Non ci sono i risultati E siccome è in base a questo che fino a prova contraria si giudica l’operato delle persone questa gente non è più credibile dopo 9 anni di chiacchiere.
      A me non frega poi molto di De Rossi, a 36 anni nel calcio moderno è ora di ritirarsi. E se non lo capiscono da soli è pure giusto che la società li scarichi.
      Ma al suo posto chi viene ?
      Come quelli che sono venuti a posto di Alisson Salah e Ninjia ? Il vero problema di tutta questa polemica credimi è tutto qui. Alla Juve se è andato via il Pipita non gliene è fregato niente a nessuno perchè è arrivato Ronaldo e hanno rivinto lo scudetto.
      Questa società ha stancato e siete rimasti in pochi a difenderla.

  8. Nico says:

    Rendetevi conto fino a che punto i media destabilizzano la società Roma perché alla fine sarà il Milan ad andare in champions tutto questo per favorire il Milan de rossi non avrebbe mai dette queste cose figuriamoci Ranieri Massara non credo ad una sola parola..de rossi che chiede ai tifosi ditemi voi se devo continuare a giocare o smettere? Ma scherziamo o siamo seri? De Rossi e libero di fare ciò che crede visto che ha rifiutato per il momento di far parte della società. A Roma il calciatore per quello che guadagna non lo può fare punto e basta ma perché io presidente mi devo prendere insulti per le decisioni che prendo sulla mia società? Ma scherziamo?

  9. Alba,Fortitudo, Roman says:

    Pallotta vattene!!! ,Cesaroni complici di questo disastro, stop allo stadio e via gli yankee. Chi sta con pallotta non è romanista. Che schifo,!!!

  10. Roma=Amor says:

    A Ivan, de terribbile c’hai solo le minkiate che dici, a cominciare dal dirmi di stare muto! Tu puoi contestare un gioco, un risultato, ma non puoi dettare regole a chi le può insegnare, sennò, spiegano, perché non l’hai rilevata tu la Roma?! Come mai non sei milionario?! Questa è presunzione e delirio di onnipotenza, altro che protesta! E taci..tu..!

  11. Antoniop says:

    Non é questione di quanto de Rossi guadagna, perché non ha mai fatto questioni economiche, e non avrebbe certamente rinnovato alle stesse cifre, in una squadra smembrata di quegli elementi che garantivano carisma e personalità, de Rossi era fondamentale, volete una squadra giovane, e anche io, ma senza gente con le palle, personalità, li spogliatoio esploderebbe alle prime difficoltà

  12. Pulciotto says:

    Si vede che la disoccupazione è aumentata…

  13. iBo says:

    Tra le tante cose successe quest’anno, hanno reso il nostro finale di campionato quasi una marcia funebre. Lavorando in una società multinazionale, so bene quali problemi organizzativi vengono a crearsi quando vengono a mancare alcune figure fondamentali: le sostituzioni sono tutt’altro che semplici e più passa il tempo maggiori sono i problemi per chi rimane a subire situazioni deficitarie… portando a un clima di incertezza totale.
    Continuiamo a parlare del prossimo DS, del prossimo allenatore… ma la verità è che di nero su bianco non c’è nulla. Siamo a metà maggio e non c’è uno straccio di pianificazione per il prossimo anno… se la viviamo male noi tifosi, non oso pensare come si sentano i giocatori stessi.
    Mi auguro seriamente che risolvano tutti i buchi entro metà giugno…

  14. Roma=Amor says:

    Sai Antoniop, potrei anche essere d’accordo con te, rimane però che forse che non abbiano palle , mordente e quant’altro giovani come gli Under, gli Zaniolo, i Marquinos, i Manolas, i De Rossi, i Gattuso, i Ninja (tutti al tempo in cui erano sbarbatelli intendo)? Per cui, certe qualità o ce l’hai o non ce l’hai. Vucinic per es, ahi voglia a stimolarlo, sempre quello rimaneva! Gli esperti come dici giustamente tu occorrono, ma ci sono già. Kolarov, Fazio, Manolas, Dzeko, Nzonzi… Poi se vogliamo discutere che ne vogliamo 7 anziché 5 è altra storia. De Rossi, purtroppo, è quello più in la con gli anni, in un ruolo particolarmente delicato, con più acciacchi e con un ascendente molto importante ma che potrebbe essere anche “pericoloso”.

  15. Nome Murdoc says:

    Ragazzi state calmi ! Credo di essere più in là con gli anni rispetto a molti di Voi e, per amore della Roma, Vi chiedo di stare calmi. Il momento è durissimo ma non offendiamoci tra noi. Stiamo vivendo gli addii di Totti e De Rossi, due leggende e non è poco. Obiettivamente, possiamo criticare la società perché ha fatto smettere un 40enne ed un 36enne “acciaccato” ? Pur essendo consapevole del ruolo avuto da Francesco prima e da Daniele poi nell’ambito dello spogliatoio, a proposito del quale si diceva di tutto e di più, hanno comunque consentito loro di chiudere la carriera nella Roma. Ricordate che qualcuno voleva farli fuori prima ! E’ stato gestito malissimo tutto, certamente, però il fine non può essere contestato. E mo spolliciatemi !

  16. Pasquino says:

    E famoglielo sto contrattino a Danielino su.. noi nn dobbiamo rinforzare la squadra, dobbiamo rinnovare i contratti all’ amichi…..

  17. Antoniop says:

    Rona-amor, rispetto il tuo modo di esporti sempre equilibrato, ma la cosa più dura da digerire, é che a torto o a ragione, in una situazione così delicata, un presidente doveva intervenire in prima persona e prendere la situazione in mano, non con un twit, ma con la sua persona, far sentire la proprietà presente e forte, invece ha demandato a figure che non rappresentano il futuro perché ormai ex,massara e Ranieri, fienga ha fatto da tramite, ma é un dipendente, non il proprietario

  18. Mario13 says:

    Solo per coerenza De Rossi fino a 2 o 3 anni fa credo fosse il giocatore più pagato della serie A o uno dei più pagati e ci ha fatto perdere tante partite compreso un derby, se ben ricordo,facendosi espellere per comportamenti violenti in campo. Premesso che a mio giudizio sono stati sbagliati tempi e modi in cui gli è stata comunicata la decisione e che personalmente gli avrei rinnovato il contratto ovviamente a una cifra molto più bassa di quella attuale, mi rendo conto che Baldini vuole togliere i romani dalla Roma, sta solo aspettando che Totti si stufi di questa situazione e se ne vada. Baldini è il colpevole ma non capisco Pallotta perché gli dia tutto questo potere

  19. Pulciotto says:

    Altro che rinnovi, dopo partite come quelle con Fiorentina, Cagliari, Chievo e Spal, avrei cacciato via pure giardinieri e ristoratori…

  20. Maarcvaal says:

    In tutto questo scordiamoci anche il sesto posto e l’Europa League, e forse è meglio così. Spero di sbagliare ma l’anno prossimo sarà anche peggio di questo, sperando che Pallotta venda

  21. Sthill says:

    E famoielo sto contrattino a sto culone che se sta a morì de fame porello, dopo tutti questi anni de contratto dove percepiva euri x 6,5 bilioni annui senza meritarli perchè era sempre rotto e adesso vuole passare per una vittima sputando sul piatto dove a mangiato per un ventennio. Me fai schifo Danie, per tutto quello che stai facendo per aizzare la gente contro la società e quindi la Roma in un momento così delicato. Ciao verme

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili