La Roma chiude col botto Mkhitaryan

Set 03, 2019 10 commenti by

ULTIME NOTIZIE AS ROMAKalinic e Mkhitaryan i due colpi sul gong, Schick e Gonalons gli ultimi a salutare. La Roma chiude con quattro operazioni in prestito l’ennesimo mercato rivoluzionario, il primo dell’era Petrachi. E consegna a Fonseca una rosa finalmente completa, almeno dal punto di vista numerico. Di sicuro rafforzata nella panchina, con 4-5 nuovi titolari e un nucleo italiano per ritrovare l’anima.

Il nuovo diesse giallorosso si guadagna la promozione nel finale, al termine di una sessione lunga, durissima, piena di lavoro in entrata e in uscita. Il bilancio fa impressione. Gli acquisti per la prima squadra sono dieci, di cui solo Pau Lopez e Cetin a titolo definitivo insieme a Spinazzola e Diawara inseriti però in due scambi, Veretout e Mancini sono prestiti che si trasformano in acquisti obbligatori, su Kalinic c’è solo un’opzione di acquisto mentre Zappacosta, Smalling e Mkhitaryan sono prestiti «secchi».

Quindici le partenze, da aggiungere all’addio di De Rossi: salutano definitivamente Manolas, El Shaarawy, Marcano, Gerson, Luca Pellegrini, Defrel, Ponce, Verde e il portiere Romagnoli, via in prestito Olsen, Nzonzi, Karsdorp, Schick, Gonalons e Coric (questi ultimi tutti acquistati da Monchi). Se si sommano i tre ragazzi stranieri presi per la Primavera – Providence, Plesnierowicz e Ndiaye – e la valanga di operazioni minori in uscita (Celar, Cangiano, Capradossi, D’Urso, Sadiq, Soleri, Nani, Di Livio, Spinozzi, Bordin, Valeau, Stefano Greco, Crisanto, Keba, Cargnelutti, Pezzella, Cataldi, Molinari, Buso, Freddi Greco, Bucri, Corlu e Trovato) il totale degli affari chiusi da Petrachi durante l’estate arriva a 51. Tra acquisti a titolo definitivo, temporanei, riscatti obbligatori e bonus i milioni investiti sono 127.5 i bonus, mentre dalle cessioni la Roma ricaverà un totale di 118,2 milioni (compreso il bonus per Schick).

Come sempre, quindi, si vende tanto ma si spende di più per comprare. E il taglio dei costi continua a essere rinviato per non perdere competitività e provare a risalire sul treno Champions. Ieri è stata la giornata di Kalinic, sbarcato l’altra notte, e Mkhytarian che è atterrato alle 11 a Fiumicino. I due neo giallorossi hanno sostenuto le visite mediche a Villa Stuart, scattando i primi selfie con i tifosi, poi si sono spostati a Trigoria per le firme sui contratti, un giro di perlustrazione, saluti e interviste. L’attaccante croato è stato prelevato in prestito dall’Atletico Madrid per 2 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 9 milioni, l’ingaggio da 2.4 milioni netti sarà a carico della Roma.

Dieci mesi di Mkhytarian – accompagnato dall’agente Mino Raiola – costano invece 3 milioni ai giallorossi più un bonus da centomila euro, l’armeno ha rinunciato a una piccola parte dello stipendio dei 5.5 netti che gli garantisce l’Arsenal, qui ne guadagnerà circa 3.5, c’è anche un contributo degli inglesi per far quadrare i conti. Il costo degli ultimi due arrivi è coperto quasi del tutto dai 3 milioni e mezzo che il Lipsia pagherà per il prestito annuale di Schick, con 500 mila euro di premio aggiuntivo legato alle prestazioni del ceco. Il club della Red Bull si è garantito un diritto di riscatto a 28 milioni, che salirebbero a 29 se i tedeschi si qualificassero alla prossima Champions. Gonalons saluta invece in prestito con diritto di riscatto a 4.5 milioni in favore del Granada, che gli pagherà l’ingaggio. Santon rimane, insieme ai giovani Riccardi e Antonucci. Una Roma tutta nuova per tornare in Champions.

(Il Tempo, A. Austini)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 10 commenti

  1. Roma=Amor says:

    Questo è un prestito da “comprare”. Spero vivamente Petrachi abbia fatto in tempo a buttarne le basi!!! Come per Smalling aggiungerei…

  2. Stewar23 says:

    Bene così, ora Riccardi in prima squadra e a gennaio spero in un difensore e un interditore titolare

  3. Dennis says:

    Lavoro davvero incredibile di Petrachi, tuttavia ampiamente NON riconosciuto da tutti i siti di calciomercato che valutano il suo lavoro appena sufficiente; gli stessi che, probabilmente, avevano dato 10 al mercato “faraonico” del Milan cinese. Bah, cmq Il ns DS è riuscito a sfoltire la rosa da giocatori poco utili alla causa Roma, inserendo elementi di spessore e che nel tempo sicuramente daranno un contributo importante in campionato. Forse marca un centrocampista “frangiflutti”, un po’ come lo era De Rossi, nella speranza di essere disatteso da Veretout il prima possibile. Inoltre, finalmente abbiamo delle alternative su ogni ruolo che possono far rifiatare giocatori che fino all’anno scorso dovevano giocare persino con il piede fratturato vedi Kolarov. Insomma, voto Petrachi: 8.

  4. SOLO LA ROMA says:

    veramente un gran bel acquisto speriamo che si ambienti subito nella squadra e negli schemi del mister. Forza Roma

  5. Distinti sud says:

    .finalmente giocatori miki che incutono timore agli avversaRi. Meno male. La gente non va allo stadio ? sento per disamore o contro societa ..balle’. abbassate i prezzi !!!.poi vediamo se i distinti nord finalmente si riempiono. il tifoso romanista se ne frega se ce pallotta o un altro.. vuole vedere bel gioco . Entusiasmo. Giocate . SquaDra da combattimento. Ma non vuole essere preso per il.collo Ce tanta voglia di roma sempre e cmq . La societa deve meditare..

  6. paolo70 says:

    contentissimo ma lui come smalling sono prestiti secchi al momento. ricordo che la Roma entro il 30 giugno 2020 dovrà fare almeno 40/50 milioni di plusvalenze.

    • Adelmo says:

      “ricordati che devi morire”.

      questo solo puoi dire.

      vorrei capire che lavoro fai, perché mi incuriosisce come tu possa prevedere un fabbisogno alla fine di un anno fiscale che è appena cominciato.

      stavate dicendo le stesse cose l’anno scorso, e poi è spuntato fuori che la roma aveva fatto già a luglio dello scorso anno plusvalenze per oltre 100 milioni, quindi non c’era assolutamente bisogno di vendere mezza squadra, cosa che infatti non si è verificata.

      Manolas ha rescisso, vorrei vi ricordaste questo, prima di dire “abbiamo venduto Manolas”.

      Elsha se n’è andato perché gli hanno offerto botte di soldi che manco Messi.

      tolti questi abbiamo venduto solo giocatori della panchina, quest’anno non potete parlare di smantellamento.

      E a cosa vi attaccate? ai prestiti.

      • paolo70 says:

        Adelmo probabilmente sei ancora molto giovane e di fatti/dati finanziari ancora non hai la minima idea di cosa possano essere. Con lo studio vedrai che crescendo capirai meglio le dinamiche. Al momento posso solo suggerirti internet magari può venirti in aiuto ..dai un occhiata alle notizie finanziare sulla situazione economico/patrimoniale della Roma. Provaci ti assicuro che non è difficile.

    • Verità says:

      Invece io vorrei sapere che tipo di serpe ti ha morso per stare così

  7. Zenone says:

    Anche se non l’ho mai visto giocare,per me Mkhitaryan,a occhio e croce, è meglio di Salah.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili