L’importanza dei numeri per Monchi

Ago 07, 2018 69 commenti by

PUNTI DI VISTA – Ci sarebbe bisogno di un ds come Monchi per comprare un calciatore forte e pagarlo 50 milioni di euro? La domanda non è scontata quanto la risposta. Quando il direttore sportivo in una delle ultime conferenze stampa ha sottolineato l’importanza che lui dà ai numeri, le cifre, o forse dovremmo dire i prezzi per un calciatore, ha sollevato un aspetto importante del suo modo di fare mercato.

Pagare 50 milioni per avere Bailey o 60 per avere Pulisic vorrebbe dire fare un grande acquisto, ma non sarebbe un grande affare di mercato. Lo sarebbe stato Malcom, pagato (prima del fatidico ripensamento) poco più di 30 milioni più bonus. Non lo sarebbe in questo momento Neres, per il quale l’Ajax continua a chiedere la luna. Lo sarebbe forse questo Samassakou, 22enne maliano di cui si conosce ben poco e che la Roma potrebbe farlo sui per 10-15 milioni. Ma lo sarebbe se questo giovane centrocampista del Salisburgo fosse davvero così forte da meritarsi un posto di primo piano nella rosa giallorossa.

Intanto il tempo stringe: mancano una decina di giorni alla fine dei giochi. Sembra probabile che il ds aspetti la chiusura del mercato inglese per togliersi di mezzo la concorrenza ingombrante dei club della Premier e poter fare affari più vantaggiosi. La piazza, nell’attesa, ricomincia a spazientirsi, poco incline ad accettare certe logiche di mercato. Ma arrivati a questo punto, Monchi deve tirare dritto per la sua strada. Da lui ci si aspettano un paio di colpi importanti, anche se sempre e solo a certe cifre. Perchè i numeri sono importanti, ma anche la qualità dei giocatori che ci aspettiamo in questi ultimi giorni di mercato.

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

 

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 69 commenti

  1. Romanista93 says:

    Vabbè con queste idee nn si va avanti cioè bho anzi nn ne vale neanche la pena commentare infatti evito perché sono le solite cose fritte e rifritte dico solo grazie a Dio che Totti ha giocato in un altra epoca e con altri dirigenti e presidenti!!! X il resto viva Samassakau,Bianca etc etc…ps: spolliciate pure eh

    • Pseudo says:

      “BianCA”.

    • AVE says:

      @ quando cominceranno le partite vere, si potrà capire se Monchi avrà fatto un buon lavoro o meno. Però non dimentichiamo che la squadra ha un allenatore ed è lui che la manda in campo. Ha già fatto due tre “mea culpa” per quello che riguarda la stagione passata. Che sia servito come esperienza e come motivo di crescita anche per lui. FORZA ROMA SEMPRE!

    • AVE says:

      @ penso che molti utenti abbiano sopra il letto il poster di altri utenti. Probabilmente dormiranno pure con l’orsacchiotto e probabilmente questo post non sarà pubblicato. Mai visto in un sito tanto servilismo. Redazione siamo in democrazia, diamo voce anche ai dissidenti. A buoni intenditor…

  2. Mattia Pascal says:

    Egregio direttore, al netto di ogni considerazione sul mercato della AS Roma (sono abbastanza contento, anche se, come tutti i tifosi, aspetto la sorpresa finale), vorrei avere una sua valutazione sul mercato dell’Inter, ad esempio. Si assiste ad una farsa ridicola, nella quale una società calcistica, che di fatto sta comprando in cambiali e, sembra (Austini, n.d.r.), aggirando con sponsorizzazioni farlocche il famoso Fair Play finanziario. Il tutto con il benestare di un famoso giornale sportivo Rosa, ormai ridotto ad una fanzine dell’Internazionale FC.
    Su questo, mi piacerebbe vedere un colpo d’ala del giornalismo d’inchiesta , non solo Romano, ma italiano.
    Un sogno?

    Con stima, Mattia Pascal.

  3. Robbo 1 says:

    Articolo piuttosto condivisibile . Monchi stesso ha parlato di opportunita’ che tradotto significa operazioni a costi contenuti e fatte al momento giusto . Un po’ come accaduto con Malcom a parte il finale . Credo che in questo sara’ determinante la perizia di Monchi nel pescare un elemento magari non di gran nome ma che possa ben inserirsi nella rosa giallorossa e con un rendimento positivo ….

  4. idiot 1.0 says:

    La Roma non è mai stata e mai sarà una società ricca.
    Altrimenti non avrebbe avuto Sabatini e Monchi come DS.

    Tanti tifosi hanno perso contatto con la realtà.

    Io sinceramente da Monchi mi aspetto 2 colpi “alla Monchi”.
    2 acquisti alla Under per intenderci. 2 giovani che ovviamente non possono garantire un rendimento sicuro, ma che hanno molte possibilità di fare bene.(Dirà bene pure a noi prima o poi che uno di questi scoppi diventando un giocatore veramente forte forte.)

    Non ci credo che Monchi spenda per N’Zonzi e/o Neres (per esempio) perchè per spendere 80 mln per 2 giocatori andrebbe bene chiunque come DS.

    • Enrico.p says:

      Ohh, finalmente! Questa è una buona visione delle cose.

    • AVE says:

      @ per scrivere queste cose, vuol dire che segui la Roma da anni e conosci la sua storia. Ogni tanto qualcuno che scrive cose reali e che ha i piedi per terra, si legge. La nostra dimensione è questa, lo è sempre stata. Comunque sia, la si tifa, perchè certe cose vanno oltre a tutto.

  5. mario says:

    Monchi sta stufando.
    Tre anni fa un certo sabatini faceva sbarcare a fiumicino un certo edin dzeko.
    ok i giovani ma dopo le cessioni di alisson e nainggolan voglio un altro campione affermato oltre a pastore (esempio un certo mata che è in scadenza 2019 allo united.
    La pazienza sta finendo e lo conferma anche i risultati del sondaggio “Monchi chiede fiducia ai tifosi. Voi vi fidate della strategia del ds?”
    Ben 2053 voti alla voce No, per niente.
    è un messaggio chiaro, il tempo delle scommesse alla Samassakou è finito.

    • idiot 1.0 says:

      Capisci che le tue parole perdono qualsiasi valore e significato.
      Considerando che tutti sanno (pro/neutri/anti società) che probabilmente con un altro nicko con lo stesso, tu 2 anni fa stavi qua ad insultare quotidianamente Sabatini e Dzeko?

    • NonTifoso says:

      Ah beh, se lo dice il sondaggio ahahahahah dai che ti fanno DS, contaci! Pallotta non vedeva l’ora di avere i risultati del sondaggio per pianificare il futuro!!! Che spettacolooooooo!!! Ma come vi vengono?!?!
      Bah, svejate che gli ajevi superano il maestro!! Datti da fare, posa quel panino con la porchetta e vieni a scrivere.

  6. Amedeo says:

    Da che esiste il mondo – è più difficile vendere che comprare (coi soldi degli altri, poi). Il Real con CR7 ha fatto un capolavoro senza intaccare il valore complessivo della società, che è rimasto sostanzialmente lo stesso anche senza il calciatore più rappresentativo. Stesso dicasi per Higuain, “prestato” mirabilmente da Marotta e soci al Milan in cerca di un disperato quarto posto che ne giustifichi ancora l’esistenza come grande club (un po’ come quelle costose pellicce di visone che nei Settanta si usavano affittare per una serata di gala al Rotary, nella speranza di far colpo su qualche beota di milionario). Anche Monci ha fatto un capolavoro di cessione. Ma non dico quale: lo dirà il campo a breve..

    • Robbo 1 says:

      Caro Amedeo sono d’accordo con lei . Abbiamo visto quanti soldi abbia fatto buttare letteralmente dalla finestra Leonardo nella sua permanenza al PSG . Marotta con un abile giro di valzer e’ riuscito a rifilare all’ AC Milan un trentunenne a 55 milioni di euro ed e’ un titolo di merito ma di giravolte cosi’ nei prossimi quattro anni causa il mega ingaggio di Cristiano Ronaldo egli sara’ costretto a farne tante e non sempre con successo ….

    • Semplice - Pallotta il Grande says:

      Ciao Amedeo,

      come non essere d’accordo con te.
      Per il colpo in uscita a cui ti riferisci ho sospetto. Ehehe.

  7. Master Mosquiton says:

    Direttore, direi che ha redatto un articolo che coglie bene i pensieri dei tifosi… ma quando afferma che “Pagare 50 milioni per avere Bailey o 60 per avere Pulisic vorrebbe dire fare un grande acquisto, ma non sarebbe un grande affare di mercato” intende dire che gli affari di mercato per questa società sono riferibili esclusivamente a future plusvalenze? e che dunque il vero interesse è solo quello di di un positivo tra spesa e rivendita, non volto al conseguimento di trofei (cosa che penso anche io).

    • NomeCognome says:

      Perchè acquistare Pulisic o Bailey ti garantisce un trofeo ?
      secondo me nemmeno Cristiano Ronaldo ti garantisce un trofeo.

      • Master Mosquiton says:

        Con alcuni giocatori almeno ci tenti, con altri il campionato è finito già a marzo.

  8. Hic Sunt Leones says:

    Attendere la chiusura del calciomercato inglese ha il pregio di togliere di mezzo concorrenti pericolose, perché ricche e voraci, e fors’anche abbassare i prezzi perché chi vuol vendere deve farlo in fretta cogliendo le offerte residue.
    Ha però il difetto di ridurre il lotto dei potenziali acquisti, perché le perfide albionesi devono completare le rose in tutta fretta e dunque nelle prossime ore correranno ai ripari.
    D’altro canto, se l’ordine di scuderia è pagare il giusto per l’utile, forse alla fine poco ci cambia. Difficile valutarlo.
    La mia impressione è che 2-3 facce nuove arriveranno a Trigoria. Mi sentirei più tranquillo se arrivassero.

  9. Trastevere says:

    Della serie chi “visse sperando.. “

  10. Sperotto says:

    Articolo assolutamente condivisibile

  11. Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

    Li vorrei proprio vedere gli iscritti al “Partito del So Tutto io” al posto di Monchi…..
    Vi prendereste un’esaurimento nervoso nel giro di 10 giorni.

    la gente come Monchi non imparerebbe a ragionare lentamente come noi manco se passasse 2 anni naufragata in un’atollo senza energia elettrica.
    A noi stupidotti non ha nulla da offrire
    A parte la retorica

    È la verità.
    A me la verità non da fastidio.

    • Nomeruzzycum says:

      Cit. ” non si deve credere al diavolo nemmeno quando dice la verità ” San Tommaso d’Aquino

  12. AS Roma says:

    Ma credo che non ci sia nulla di male anzi nel dire che la Roma per non avere problemi cerca l’affare e quando si parla di affari e nel vero senso della parola perché comprare un giocatore a 50 milioni di euro e un rischio perché se il giocatore per mille motivi non rende nel nuovo contesto vuol dire che si svaluta e una volta svalutato come fai a rendere competitiva la squadra l’anno successivo? Se investì poco hai più guadagno nel rivenderlo altrimenti in caso contrario hai perso poco anzi buttato poco..esempio Gerson oggi la Roma deve solo augurarsi che a Firenze sbocci altrimenti l’anno prossimo sarà un problema serio avendo speso 20 milioni per lui..poi se paghi un calciatore come neres fortissimo in Olanda 50/60 milioni per far fruttare l’investimento devi farlo giocare il più…

  13. Joe says:

    Se non getti basi solide la casa crolla. E Forza Roma sempre.

  14. Anonimo says:

    l’importanza della calcolatrice per Monchi

  15. NonTifoso says:

    Finalmente un articolo di Andrea anzichè riportare la spazzatura dei diffamatori….
    Comunque Andrea devo precisare una cosa, non è che un acquisto da 50 milioni debba essere per forza un non affare, dipende da quanto pensi possa valere l’investimento in futuro. Se ritieni che un giocatore possa valere in seguito 100 milioni allora è un affare prenderlo a 50…
    Pensa a quanto abbiamo speso per Schick, è impensabile che la Roma possa spendere 40/50 milioni per giovani di alto potenziale? Per me è possibile che possa fare anche acquisti a queste cifre, se ritiene che siano un affare.

  16. Dark Dog says:

    Una volta eravamo tifosi, si parlava dell’arrivo di Boniek, dei goal di Voeller, siamo cresciuti con calciatori che erano come membri di famiglia, adesso siamo diventati contabili e chi non parla con la calcolatrice in mano è un tifoso di serie b. Arriva un giocatore ed è Dio, se non ci piace più è un mostro e se ne deve andare anche se ha il suo contratto, viene venduto ed è un ubriacone. Annatevene affavvan., ma chi se ne foxe di Higuain in prestito? Otto anni ed il livello è lo stesso, non mi hanno portato nulla, io faccio il tifoso e dunque non sono soddisfatto, con Sensi la Roma era più forte ed il collasso ha riguardato la controllante Italpetroli.

    • Robbo 1 says:

      Caro Dark Dog e’ ovvio che come tifosi giallorossi si desideri vincere ma non possiamo pero’ pretenderlo. Non possiamo fare a meno di osservare la realta’ che ci mostra come club piu’ blasonati siano nella nostra stessa identica situazione : Nel 2018 non possiamo sbattere i pugni sul banco e chiamare la maestra se non riusciamo a fare i compiti perche’ un compagno ci disturba . Dobbiamo avere la razionalita’ di esaminare le problematiche sportive e finanziarie facendoci delle domande da uomini maturi. Gli atteggiamenti da Asilo Mariuccia anche nel campo calcistico non giovano a nessuno e soprattutto all’ as roma e a chi vi lavora….

  17. X says:

    I veri trofei di questa società si chiamano plusvalenze…è inutile sperare in altro!!!
    Monchi è l’ultimo malcapitato chiamato ad acquistare giovani per finanziare in futuro le casse della società…
    Il vero mercato viene fatto da pallotta e baldini in usa e questo la dice lunga…
    Ringrazio dio per avermi dato il calciatore italiano più forte di tutti i tempi ….25 anni ….il nostro unico trofeo è unico motivo di vanto!!! ( nn sono opinioni ma fatti reali)
    Non ci resta che aspettare lo stadio…ahimè

  18. Osk says:

    Continuo a pensare che la Roma abbia oltre 50 milioni da investire sul mercato. Però l’affare Malcom ha complicato le cose,e ora Monchi è stato costretto a rimescolare le carte per non cadere nelle trappole di mercato poste dai venditori che hanno capito il suo gioco. Per questo continuano a uscire molteplici nomi, anche se sono convinto che gli obiettivi del ds siano ben precisi, ma stia solo attendendo i tempi giusti per venire fuori.

  19. AS Roma says:

    La Roma di oggi cioè con l’avvento di Pallotta non ha vinto trofei ma è sotto gli occhi di tutti il solo fatto che la Roma sia considerata grande e non come in passato quando ha lottato per non retrocedere quando era indebitata fino al collo..oggi la Roma e una società importante gli manca uno stadio per poter essere ancora più importante ma non sarà mai pari alla juve o le milanesi perché non ha lo stesso fatturato non ha ancora il numero di tifosi che hanno loro nel mondo quindi meno ricavi..perciò invece di criticare abbiate la bontà di essere fieri di questa Roma e Romanisti..

    • Wolf says:

      Tutto vero però se vendi 2 top player e hai un gruzzolo spendilo per un campione affermato, non solo per vincere ma per attirare tifosi a livello mondiale, , per me Monchi ci farà una bella sorpresa

  20. TT says:

    Caro Fiorini, per me, i due colpi “importanti” sono l’essenza di questo mercato (un mercato senza problemi di FFP e dopo una grande CL); per questi due colpi è stato venduto Alisson che aveva ancora tre anni di contratto. Adesso li aspettiamo, come promesso dal presidente. Forza Roma!

  21. Dark Dog says:

    Caro Robbo1, preferisco di gran lunga il modo che ha di operare sul mercato una società a noi inferiore: il Napoli. Il Napoli valorizza e tiene, mantiene sotto controllo il monte ingaggi perché fa rispettare i contratti, uno viene comprato a 2 con un contratto di 10 euro, poi diventa un campione e viene tenuto sempre col contratto di 10 euro fino alla fine, poi o si rinnova alle giuste condizioni o si cede in modo giusto (60 milioni Jorginho). La nostra politica è sbagliata, se tieni Marcos 3 anni lo vendi 80 milioni e non 27. La mia risposta è: non mi piace la politica per me errata della Roma di Pallotta, è una mia opinione, i fatti mi danno ragione, pensare di fare 20 movimenti all’anno facendo calcio è comico.

    • NomeCognome says:

      L’errore di fondo è che il Napoli non adotta la poiltica da te descritta.

    • Robbo 1 says:

      Caro Dark Dog la sua obiezione ci sta e la tengo in grande considerazione . Non dimentichi pero’ che De Laurentis ha acquisito la societa’ azzurra dal Tribunale fallimentare di Napoli per quattro soldi mentre Unicredit per salvare il suo investimento non ci ha fatto fallire ma tenendo in vita un’azienda praticamente deceduta. James Pallotta insieme ai suoi soci si e’ ritrovato al capezzale di una societa’ ridotta al lumicino che non si sapeva neanche se avesse potuto chiudere l’esercizio finanziario . I capitali immessi non solo ci hanno evitato l’onta della terza serie ma hanno dato ossigeno a bilanci ormai strangolati dai debiti . Poi che tutto non sia filato liscio e’ pur vero ma non toglie forza alle mie ormai note tesi sulla crescita imponente del ns. Club…

  22. Nico er Pirata says:

    Step ma che ne sai te? Non me dì che ‘n t’arenni conto che i geni der mercato so quelli che spennono 500 mln pe’ un 34enne e scambiano er futuro da nazzionale pe’ uno vecchio che crea solo grane e che nun se po’ vede da 2 anni armeno co l’allenatore.

    Oppure quell’artri so mejo ancora:18mln pe’ fasse prestà ‘na lonza stagionata che costa altri 15 zucche l’anno.

    Ma tutti impallidiscono di fronte ar potere assoluto: er grande Ausilio, il DS migliore daa storia!!

    Che ha fatto er sonatore de nacchere? So boni tutti a vince 5 coppe uefa de fila co i du’ spicci dell’Atalanta di Spagna!

    • Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

      Sai cosa ha avuto il coraggio di scrivere uno?
      “Gestire un banco di ortofrutta è più difficile che fare il DS come Monchi”
      Secondo questo Luminare vendere una cassa di patate è più difficile che vendere Dani Alves.

      Non riesco ancora a capacitarmi di aver letto una roba del genere.

      • H501 says:

        ANSA. Arrestato un fruttarolo dei mercati generali. Accusato di bancarotta fraudolenta per aver comprato pere al doppio e venduto mele alla metà.

        ANSA. Acclamato un DS. Alla presentazione del suo ultimo libro, “Que Soy Hermoso”, un suo fan invasato ha urlato: “Questa è una persona importante, mica come noi che nun capimo gnente!”. Aveva comprato Defrel a 23 e venduto salah a 42. Aveva poi cercato di sostituirlo, sfiorando il ridicolo con mahrez e superandosi l’anno seguente con malcom. Pare abbia candidamente ammesso: “Temo che non sarei in grado di fare il fruttarolo, ma non ditelo in giro, a qualcuno si spezzerebbe il cuore”.

  23. Amedeo says:

    Maria Cazzetta. Quest’anno scadeva la rata del pagamento di Bonucci da parte del Milan, ma Bonucci è tornato alla Juve, per cui nel tortuoso gioco delle fatture e delle note di credito, accrediti e riaccrediti, del dare e avere, del leva e malleva, del ce l‘ho e mi manca – il tutto condito da una bella spruzzata di plusvalenze, ai gobbi è sfuggito Caldara, talento vero, e il Milan senza accorgersene si trova a pagare quasi 1 milione e 600 mila al mese fino a giugno, più 18 milioni sull’unghia per Higuain, uomo vitale per arrivare quarti (che però è ancora un calciatore della Juve), il quale solo due anni fa era stato pagato ben 90 milioni, più i quasi 40 elargiti finora dai gobbi per il compenso (130 milioni per vincere scudetto e coppa come con un Vucinic qualunque).

    • Amedeo says:

      Maria Cazzetta 2. In questo vortice di denaro, contratti, bonus e commissioni varie, a Marotta si sono incrociati (!) gli occhi, mentre Leonardo, come da costume, ha posto la pietra per un altro rovescio della sua discutibile carriera di dirigente. Fra dodici, ventiquattro mesi taglierà la corda e farà l’ennesima scelta di vita annunciata in diretta tv (come si confà al personaggio, uno pseudo anticonformista di maniera, che nel giro di un mese passò dall’”ammore “per il Diavolo a quello per la Biscia), dichiarando che lascerà nauseato il calcio perché attirato dalla voce di un misterioso saggio, per fare un viaggio catartico in India, fuori dal caos occidentale fatto di banali bisogni materiali, e ritrovare finalmente sé stesso in riva al Gange a mangiare pomodori col riso.

      • Pallotta vai a casa says:

        Però perché non dici anche che vincendo aumenti i fatturati, il brand ed aumenti il numero di tifosi. A voi piacciono solamente le mezze notizie, l’altra metà è un optional da usare a propria convenienza.

        • idiot 1.0 says:

          Ma si può dire tutto.
          Si può dire che anche comprando 2/3 campioni senza vincere niente aumenti i fatturati.
          Vendi piu magliette, stadio sempre pieno, tutto a cascata no.

          Solo che non fate mai i conti con la realtà. Non capisco perche sinceramente.

          La Roma è in autofinanziamento. Non lo è da oggi ma lo è da 16 anni.
          Con l’autofinanziamento puoi comprare i campioni? No.
          L’autofinanziamento ti permette di competere certamente per i trofei? No.

          Basta.
          Inizia a guardare la realtà giudicando sulla realtà. Perche giudicare la Roma con i parametri del Chelsea è come giudicare lo stile di vita di un operaio della Fiat con quella di Cristiano Ronaldo.
          Credo sia evidente che non possano avere lo stesso stile di vita…

        • Amedeo says:

          Perché non dici che da quando c’è Pallotta le milanesi ci osservano le chiappe? Perché non dici che la Roma società è considerata a grandi livelli nell’ambito internazionale ciò che realmente è, ossia un progetto serio e credibile, al contrario delle stesse milanesi? Perché non dici che una società prestigiosa come il Barça è costretta a fare volgari manovre per strappare un calciatore alla (tua?) Roma?
          Altro che mezze notizie. Meglio pensare alle mezze maniche, con guanciale croccante e pecorino a cascata (anche con questo caldo).

  24. Domekin 💛❤️ says:

    Nel calcio di oggi esistono in serie A come negli altri campionati più fasce di squadre, in cui la prima fascia è occupata da chi ha un’organizzazione “industriale” con tanti tifosi, stadio di proprietà ecc. e può permettersi gli acquisti dei calciatori belli e fatti a cifre spaziali (Barcellona, Real Madrid, Bayern ecc.) e poi a seguire le altre che devono ogni anno trovare il modo di stare a galla economicamente e cercare di migliorarsi tecnicamente (cosa per niente facile). La Roma grazie alla dirigenza americana è riuscita a entrare in questa seconda fascia e ambisce ad arrivare nella prima. Per questo bisognerebbe andare tutti sotto al Campidoglio e mettere un po’ di pepe sotto al cu..lo alla Raggi per permettere alla Roma di fare lo stadio. Dirle chiaramente che se continua a…

    • NonTifoso says:

      Dipendesse dalla Raggi…. ci sono poteri ben maggiori e che nessuno elegge che decidono chi può fare uno stadio in 2 mesi e chi non lo può fare mai…

      • Marco23 says:

        Ragazzi va bene tutto ma la Roma non vuole fare uno stadio, altrimenti lo avrebbe fatto da un pezzo, Pallotta vuole fare una città, raddoppiando la cubatura edificabile su quella’area, e questo è un problema, non tanto per l’intervento in se, quella zona è una discarica, ma perché si creerebbe un caso, perché domani anche io potrei pretendere di avere il doppio della cubatura edificabile su una zona, magari volendo realizzare il campetto della Spes Montesacro e magari accompagnato da una decina di villette…. È chiaro? Per lo stadio a quelle condizioni non si può fare, ma se cambiano alcuno parametri lo fanno subito.

  25. alessandro says:

    Io credo che monchi faccia bene ad aspettare ancora due giorni per le due operazioni di mercato, se consideriamo le operazioni fatte a giugno dove ha portato all’acquisto di ben 10 giocatori è stato superlativo come lavoro e non ha fatto acquisti di poco conto purtroppo la Roma negli anni passati e continuo a dirlo ha speso male i soldi grazie a sabatini ha tanti esuberi che ha portato la Roma a fronteggiare il fair play finanziario con più di 100 milioni di debito ora la situazione è calma ci è rimasta solo la grana stadio che per qualche politico e burocrate da strapazzo ha bloccato tutto e comportato dei costi aggiuntivi sull’allungamento dei tempi.
    Perciò aspettare due giorni ormai non costa niente inoltre faccio notare che la roma oltre a de rossi ha anche zaniolo al centro

  26. Paolo70 says:

    E’ come dico io ma qualcuno fa il finto tonto o e’ proprio tonto. Acquisti finalizzati a future cessioni non a future vittorie.

  27. Kafelk says:

    Un paio di 18 enni da far crescere a fianco ai campionissimi della roma.
    Vai..tanto arriviamo tra le prime 4, a meno che il milan nn sfoderi qualche grosso prestito last minute

  28. Dark Dog says:

    Kovacic in prestito al Chelsea, ero convinto che mago Monchi lo portasse alla Roma, arriverà N’Zonzi, o Herrera, o forse no?

  29. Adriano says:

    “La sola cosa che posso dire è che sono convinto che dobbiamo continuare a lavorare e che troveremo un giocatore che vuole venire a Roma, uguale o più forte di Malcom”. Parole di monchi non di un tifoso qualsiasi. Noi comuni mortali non capiamo le strategie geniali di questa società, ma crediamo alle promesse. Altrimenti rimani un quaqquaraqua…capito monchi

    • Aureliano says:

      Forse realmente Monchi sta seguendo una (ovvia) tecnica di acquisto sui prezzi marginali offerti a fine mercato (quando la domanda è indebolita/esaurita).

      Rimane il fatto che finanziariamente la Roma è soprattutto legata agli introiti derivanti dalla Champions che costituiscono il suo maggior fattore incrementale della crescita.
      Basta consultare il bilancio al 30.6.2018 e le sue prospettive, in comparazione coi due anni passati.

      Perciò, comunque vada alla “chiusura” di questa sessione, NON acquistare giocatori immediatamente competitivi per mantenere quel livello è finanziariamente e non solo tecnicamente sbagliato.

      Il resto sono elucubrazioni senza senso e fideismo

  30. Vegemite says:

    I numeri sono importanti?
    Allora dico NZONZI A 25 ml e OUSMANE DEMBELÈ in prestito dal Barca per chiudere a tarallucci e vino la querelle Malcom.

  31. Chico says:

    Io mi domando: ma se nell’anno in cui hai raggiunto una semifinale di CL, abbiamo raggiunto il terzo posto con annessa qualificazione CL, abbiamo finalmente la maglia piena di sponsor di livello, abbiamo 100 mln. di plusvalenze x le cessioni del Ninja e di Alisson….
    …abbiamo comunque fatto una campagna acquisti oculatissima fatta di giovani prospetti o giocatori da riciclare,…cosa accadrà il malaugurato anno in cui non dovessimo raggiungere gli obiettivi? E intanto il gap con il vertice aumenta…

  32. Nico er Pirata says:

    Dark Dog il tuo ragionamento fila e lo condivido. Secondo me, però, tralasci un dettaglio: il Napoli, ADL lo ha preso fallito in serie c e senza debiti. Oggi il Napoli non ha debiti che ha L’ASR. Al tempo di Marcos quei 30 mln erano vitali quell’anno, come i 52 per Salah lo scorso anno, purtroppo. Il paragone Napoli/ASR è forzato da questo.
    Pallotta vuole prima di tutto fare plusvalenze e fare lo stadio restando sul podio. Tutto il resto è un di più.
    Per veder arrivare i fenomeni dai top club in stile Juve ci serve una nuova proprietà con annessi colossi finanziari, ma al momento non c’è la fila a Boston.

  33. write says:

    Direi che ormai le chiacchiere stanno a 0.

    Aspettiamo 10 giorni e poi tireremo le somme sulla bontà del mercato della Roma.

    • Lupacchiotto says:

      Macchè finito..tra 11 giorni inizieranno già a sparare nomi di nostri giocatori che saranno ceduti..non gli bastano le 2000 trattative inventate..sennò poi come fanno a convincere i tifosi della Roma che va sempre tutto male e che invece a Milano va tutto bene?

  34. alessandro says:

    Ma Kovacic serve alla Roma? Per me no, è un panchinaro che non ha fatto molto nella sua carriera, è un giocatore con caratteristiche differenti da quelle che cercano Di Francesco e Monchi vogliono prendere un mediano centrale che recupera palloni forte fisicamente che dia ordine a centrocampo oltre a verticalizzare l’identikit giusto è N’Zonzi è per questo che la Roma sta aspettando fino al 9 agosto per agire sul mercato; appena chiuso il mercato inglese ci saranno novità perciò vale la pena aspettare un giocatore come N’Zonzi.
    Intanto Monchi ha il suo piano B Samassekou con la rimanenza dei soldi poi prenderà l’esterno destro offensivo

  35. Kafelk says:

    Sono per giocatori sconosciuti di talento da far crescere qui a Roma.

  36. Fabianone alias Guardiola says:

    Ora siamo arrivati a dichiarare che monchi ha fatto una cessione capolavoro senza però sottolineare quale,giusto per dire lo avevo detto o al massimo per confutare di non aver fatto il nome(se salta la profezia); classico da zero a zero che però vuole dire che ha vinto lo stesso.A Roma siamo gli unici a lustrarci gli occhi ed a saziare i sensi vantandoci del ds di turno o del preparatore atletico e magari pure del mental coach,non sia mai che si possa discutere di giocatori perché l’importante so e plusvalenze!
    Intanto non può passare inosservato il colpo dell’empoli silvestre, che ai più noti sapientoni non può non ricordare grandi allenatori,tra cui uno sgradito ex giocatore della Roma,che lo consigliavano come pedina giusta per migliorare ogni difesa…”questo è forte” cit.

  37. Magica Roma!!!! says:

    Al momento il mercato della Roma è da 8
    Però……la Rubentus si è ulteriormente rinforzata, l’inter ci ha probabilmente eguagliato se non superato, il Napoli dovrebbe aver perso qualcosa…
    Percui per un mercato da 10 e lode dentro N’Zonzi e Bailey e come dice qualcuno….ci abbracciamo alla grande
    Sempre e comunque Forza Magica Roma

  38. Mustang says:

    Ritengo che non si può fare un mercato comprando giocatori che siano sempre ” un grande affare di mercato”.
    Dopo aver incassato bene dalle vendite effettuate non puoi poi privarti di acquisti importanti nei ruoli dove si è carenti.
    Ci vuole un equilibrio tra giovani prospetti e calciatori già pronti, anche per fare crescere i primi senza troppe pressioni e con i tempi necessari.

  39. H501 says:

    Caro Fiorini, non sono d’accordo.

    Mahrez a 50 era un affare perché è stato ceduto dopo un anno a 80. Pure salah a 42+bonus (per il liverpool, purtroppo) perché oggi ne vale il triplo. E lo stesso vale x mappè dal monaco, ecc.

    Per fare le stesse plusvalenze (decine o addirittura centinaia di milioni) con prospetti che vendi appena si rivalutano, significa che ne devi azzeccare 10 di acquisti, oltre ad avere, nel frattempo, un pulcino da crescere e i cui frutti si godrà qualcun altro.

    Se il Napoli avesse ragionato così non avrebbe mai venduto higuain a 90 milioni.

  40. GS2012 says:

    articolo come sempre ineccepibile, che racconta la (cruda) realtà senza esprimere un giudizio personale… anche se per me manca una piccola opinione personale, cioè questo è la giusta strada o no o può essere la giusta strada se… saluti

  41. Dajeroma says:

    Sono quasi convinto che i colpi che effettuerà monchi saranno ziyech e samassekou, del primo se ne parla tanto ultimamente e a 23/25 milioni farlo tornare alla sua vera natura di ala destra che si accentra andrebbe benissimo, e il secondo è “l’opportunità” di cui parla monchi. Questo è il mio parere, 23+15 = 38 milioni. (Costo malcom? 38 milioni.)

  42. Dan says:

    Mi piacerebbe vedere Prade’ nuovamente alla Roma, sono convinto che con questa società riuscirebbe a vincere sicuramente, non a caso è stato il DS che è arrivato più vicino a vincere lo scudetto negli ultimi 10 anni con una società che all’epoca non aveva certo le disponibilità attuali…quasi a fare l’impresa contro l’inter della triplete…

    • idiot 1.0 says:

      Oggi come 10 anni fa, sempre di autofinanziamento si parla.

      Pradè aveva una strategia conservativa (alla napoli per interderci)
      Monchi ha una strategia di ricambio. (Vendo X e compro X)

      Bisogna pensare però che rispetto a 10 anni fa, la qualità dei giocatori a parametro 0 è drasticamente calata.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili