Napoleoni (Basaksehir): “Under diventerà una stella, Monchi ha fatto un gran colpo”

Lug 19, 2017 21 commenti by

AS ROMA NEWS – Stefano Napoleoni, attaccante romano di proprietà dell’İstanbul Başakşehir ed ex compagno di Cengiz Under, interviene ai microfoni di Centro Suono Sport nel contenitore pomeridiano “1927 la storia continua”. Queste le sue parole sul giovane talento turco:

“In Turchia Cengiz Under ha fatto benissimo, ha fatto parlare il campo e i risultati si sono visti: gli hanno organizzato una conferenza d’addio, per dimostrargli stima e affetto per ciò che ha dato al nostro club. E’ un giocatore veloce, gli piace il dribbling, non ha paura di provare la giocata, ha grande personalità, è così in campo e negli allenamenti, è un ragazzo che ha un grandissimo futuro davanti, ne avevo parlato anche durante l’anno, parlai solo di lui nel corso di alcune interviste. Sono convinto che diventerà una stella. E’ giovanissimo ma già sa fare la differenza, è un ragazzo che ha un grande futuro davanti. E’ stato convocato dalla Turchia, seppur giovanissimo, ha già segnato due gol, a me sembra un predestinato. Caratterialmente? E’ un bravissimo ragazzo, viene da una famiglia umile, ha la testa sulle spalle, da quando è arrivato in gruppo, ha sempre dimostrato professionalità, mai una parola fuori posto, si merita questo salto importante nella Capitale. Ho parlato con lui negli ultimi giorni, l’ho spinto a scegliere la Roma, gli ho spiegato l’ambiente giallorosso, sta vivendo un sogno, è passato nel giro di un anno dalla B turca, alla A turca poi alla Roma. Monchi ha fatto un gran colpo ma è un giovane che deve crescere, lo sa anche lui, il calcio italiano è più difficile, dovrà imparare la lingua, ma abbiamo fatto – sono tifoso romanista – un gran colpo, perchè ha talento da vendere. Il City lo ha cercato con insistenza, poi la Roma ha convinto Cengiz”.

Stefano Napoleoni interviene anche ai microfoni di Tele Radio Stereo. Queste le parole dell’ex compagno di Cengiz Under:

Com’è nato il tuo percorso calcistico?
“Ho iniziato al Tor Di Quinto, poi Boniek mi ha visto giocare e mi ha proposto di andare in Polonia. Da li sono stato tanto tempo in Grecia, dove ho giocato in due squadre diverse. Poi è arrivata l’offerta dalla Turchia. Istanbul è bellissima, nonostante ci siano problemi di tipo politico, Il club è giovane, è stato rifondato tre anni fa, ha una nuova dirigenza e da quell’anno siamo riusciti ad ottenere due quarti posti e finalmente il secondo la scorsa stagione. Abbiamo preso giocatori molto importanti in questa sessione di mercato e la società sta spingendo per crescere e fare sempre meglio”.

Cengiz?
“E’ quello che vediamo nei video. Quello che è su youtube è quello che fa in campo. E’ un giocatore che ama il dribbling e non ha paura di tirare, con il destro o il sinistro è indifferente. Speriamo che a Roma riesca a fare quello che ha fatto in Turchia in questi anni. Ci ho parlato mentre eravamo in ritiro. Siamo stati a contatto e abbiamo parlato molto.Gli ho dato qualche consiglio sia da giocatore che da tifoso. Dovevo farlo arrivare a Roma preparato a quello che sarebbe stato”.

Simile a Dybala?
“Credo siano giocatori diversi. Under ama giocare più all’esterno e rientrare mentre Dybala è libero, gioca più dietro e può andare ovunque in mezzo al campo. Comunque credo che Cengiz sia perfetto per il 4-3-3 di Di Francesco”.

Carattere?
“E’ un bravissimo ragazzo. E’ un ragazzo d’oro, sempre con la testa sulle spalle, sempre sorridente e si vede che viene da una famiglia umile. Si merita davvero quello che ha fatto e quello che sta facendo”.

E’ in grado di fare molti gol in Italia?
“Calcia bene con entrambi i piedi e ne ho visti pochi farlo così. Per lui destro o sinistro è praticamente indifferente, certo è che a livello realizzativo deve ancora crescere molto, ma ha la capacità di mettere la palla dove vuole”.

Se segni contro la Roma in Champions esulti?
“Sono cose che poi si sentono al momento, adesso posso dire qualsiasi cosa poi magari arriva il momento e faccio tutt’altro. Adesso non saprei dire come reagirei”.

Cosa pensi del mercato della Roma?
“Le cessioni sono state gravi ma andavano fatte. Sono entrati giocatori giovani e di talento che in prospettiva futura possono fare bene con la Roma. Non sono uno di quei tifosi che critica, quindi dico che quest’anno Di Francesco possa far bene”.

Ritorno in Italia?
“Ho avuto possibilità di tornare ma non erano così importanti per me da convincermi. e’ sempre stato per me un sogno giocare in serie a, ci sono riuscito ma solo all’estero, quindi se ci sarà occasione valuterò”.

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 21 commenti

  1. stefano 63 says:

    ….io ci credo !!!!

  2. stefano 63 says:

    …io ci credo !!!!!

  3. Fabiutko says:

    Stefano Napoleoni!!!

    (Piccola digressione)
    Era più di dieci anni fa,sgogliavo lo “Skarb kibica”(letteralmente il tesoro dei tifosi),un giornalino di presentazione del campionato Polacco,e tra i giocatori del Widzew Łodz c’era sto ragazzetto,solo che c’era scritto proveniva dalla Nuova Tor Tre Teste,vabbè,si sono sbagliati…
    Colgo l’occasione,per chi caldeggiava l’arrivo di Teodorczyk,sta bene in Belgio,per me è na sega…
    (Fine digressione)

    Bravo Stefanuccio,Romano e Romanista,ne hai fatta di strada,speriamo che con Cengiz c’hai visto bene…

  4. stefano 63 says:

    monchi, per favore portece anche Rihad Mahrez, sai che coppia….facce sto regalo de vederli giocare insieme …

  5. Nome says:

    In tutto ciò mi chiedo che fine farà Florenzi e di conseguenza se le voci su Mharez non siano inventate anche per questo: Florezi è sì un jolly, ma fino ad un certo punto. Oramai lo conosciamo abbastanza per sapere che il suo ruolo ideale sarebbe quello di esterno di centrocampo, cosa che però non farà mai con Di Francesco (ruolo non previsto dal 4-3-3). Quindi a scalare le sue posizioni preferite sono esterno offensivo, esterno difensivo, interno di centrocampo in questo ordine.
    L’esterno difensivo di destra in teoria è già coperto, nel ruolo di titolare da Karsdorp, nel ruolo di prima riserva da Perez. Come interno di centrocampo sarebbe al massimo una prima riserva. Come esterno offensivo, se arrivasse Mharez, sarebbe una prima o addirittura una seconda riserva (Under prima).

    • zanna says:

      Ad averne i problemi di abbondanza

    • stefano says:

      Florenzi prima deve tornare(e non è scontato dopo quello che ha passato), poi un ruolo lo trova di sicuro.

    • Grunch says:

      Florenzi ogni anno parte in secoda o terza fila poi finisce che gioca più parrtite di tutti.

      Ha la stupenda capacità di riequilibrare la squadra in qualsiasi ruolo lo fai giocare.
      Poi ha una capacità realizzativa per nulla banale.

  6. Luca says:

    Dai video sembra proprio forte.

  7. Nome 66 says:

    Un grande colpo? Eeeuuuhhhh!!! Come Renato Portaluppi: da grande colpo a grande bufala!!!!

  8. Lando Milone says:

    Come ho detto molte volte, colpo stellare messo a segno da un immenso maestro.
    Il turco è un giocatore strabiliante

    • DOLOS says:

      Lando buonasera. Concordo con lei totalmente e mi permetto di aggiungere che…
      così come è strabiliante la carenza di materia grigia nella scatola cranica di Nome 66 dove invece abbonda in modo disarmante la eco.

  9. paolo70 says:

    Tanto ormai lo abbiamo preso.. adesso sponsorizza qualcun altro da vendere bene come questo under (ma chi e’?)

  10. Er Pupone says:

    @fabiutko:
    Ma conosci la storia di Teodorczyk per parlarne così? Se, come me, hai vissuto in Polonia e parli il polacco allora dovresti sapere che il ragazzo ha una storia pazzesca e che ha dovuto fare il suo cammino da solo. E vero che ha molto carattere e a volte può sbagliare ma ha talento e l’ultima stagione ha fatto molto bene segnando circa 30 gol. Anche il Liverpool lo segue, ma forse Klopp di calcio non capisce?

  11. Lando Milone says:

    Buonasera, caro DOLOS. Nome 66 è simpatico e fantasioso. Una volta, in un commento di qualche tempo fa, ha addirittura attribuito i nostri insuccessi sportivi alle ingerenze della Lega Nord ed alla azione distruttiva del Carroccio.

    Una tesi “affascinante” e divertentissima..

  12. Fabiutko says:

    @Er Pupone
    A me della storia del buon Łukasz me interessa er giusto,è sicuramente un bravissimo ragazzo,ma io non faccio lo psicologo,cerco de fa er tifoso…
    Vedevo abitualmente le partite di Ektraklasa quando giocava col Lech,intruppone,discreto ner gioco aereo,ma piedi semifucilati…
    Mó tra Kiev e Anderlecht resta solo la Nazionale pe vedello,qualche occasione ce l’ha avuta,mal sfruttata…
    È chiuso da Lewa e Milik,se Nawałka pure con Milik rotto spesso annava de 4-5-1 un motivo c’è,pe me Wilczek è pure meno,pensa un po…
    Semplicemente non penso sia da Roma,lieto che lo pensi anche Monchi,poi j’auguro na bella carriera altrove…

  13. Fabiutko says:

    @Er Pupo ne
    Intendevo Wilczek è pure mejo…

  14. Er Pupone says:

    @Fabiutko:
    Sulla Nazionale sono quasi d’accordo perché con la Polonia non l’ho vedo giocare ad un livello da Roma. Però, Nawałka non ha sempre fatto le scelte giuste secondo me (sul 4-5-1). Quando vedo un Peszko entrare in gioco e un Zielinsko in panchina (all’euro 2016) sono perplesso…
    Comunque io penso che Teodorczyk non è una sega e mi ha sorpreso l’ultima stagione. L’unico dubbio è il suo carattere perché ha le palle ma è completamente pazzo a volte, e ha litigato spesso con i giornalisti in Polonia.

  15. terracina says:

    Seee vabbè. Ai miei tempi si parlava di più di un tal Lambros Choutos che de Totti.

    Poi abbiamo visto che fine ha fatto.

    Anzi no, non l’ha mai visto nessuno LOL

  16. Fabiutko says:

    @Er Pupone
    Allora,Zielinski è arrivato a Euro 2016 in condizioni precarie,mettice poi che non è adatto a fa l’interno puro de centrocampo,è più uno da 4-5-1,dove è libero de giostrà dietro l’unica punta…
    Pure Grosicki non stava bene,infatti inizialmente giocava Kapustka che non era pronto a quei livelli…
    Le gerarchie so chiare,Kuba a dx e Grosicki a sx in condizioni normali nun se toccano,Peszko fa la riserva a sx,a dx non c’è un’alternativa vera e propria,a Euro 2016 pe fa rifiatà un po Kuba entrò Grosicki fori ruolo e fori condizione,Zielinski e Kapustka Nawałka li vede come supporto alla punta nel 4-5-1…

  17. Fabiutko says:

    (Continua)
    Fatto sta che dopo l’infortunio de Milik ha giocato spesso 4-5-1,un po perché Lewa fa reparto da solo,ma preferendo comunque un trequartista come appunto è Zielinski ad un’altra punta che dovrebbe portare peso in area e soprattutto reti,che purtroppo quando Łukasz è stato chiamato in causa non abbiamo visto…
    A livello de club è diverso,la società punta anche a valorizzatte,quindi la squadra gioca pe te,ner frattempo impari,migliori,fai esperienza…quest’anno(in Belgio,nun te scordà),ha segnato parecchio sorprendendo pure me,ma in Nazionale alla prova der 9 ha deluso,nel complesso non è pronto per un top campionato,tantomeno nell’AS Roma,sempre secondo me…
    Poi se se lo pia Klopp…auguri!

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili