“ON AIR!” – GALOPEIRA: “La Roma è indietro, servirà ancora molto tempo”, RIGHETTI: “La squadra deve liberarsi dai pensieri negativi”, LO MONACO: “Dzeko? A oggi Petrachi non lo vende nemmeno per 20 milioni”, CRISTOFORI: “Prenderei Milik, ma alla fine arriverà Higuain”

Lug 29, 2019 24 commenti by

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Fonseca sta provando a dare un’impronta alla squadra che adesso si intravede soltanto…ma c’è bisogno di tempo e di test più attendibili… Il fatto che emergano messaggi positivi dallo spogliatoio mi sembra un segnale positivo, vuol dire che sta riuscendo a entrare nella testa dei giocatori… Per ora mi sono arrivate su di lui tutte sensazioni positive… Fazio è uno che piace molto agli allenatori..con Di Francesco giocava sempre, anche quando faceva un errore a partita… Probabilmente ci sono cose che non sappiamo sul suo essere leader… Gli allenatori di lui ne parlano sempre come esempio positivo… Io scommetto che Fazio sarà titolare della Roma anche quest’anno… Icardi? E’ stata subito accantonata l’idea perchè la posizione di Wanda Nara era chiarissima fin dall’inizio: sarebbe andato solo alla Juve, o forse al Napoli… Non penso che le cose siano cambiate, per me non c’è nessuna apertura per Icardi alla Roma…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Sono un impaziente cronico, sono un rompiscatole…io avrei già voluto vedere pressing alto, corse forsennate, intensità…e sinceramente non le ho viste… E’ vero, siamo all’inizio, hanno carichi di lavoro sulle gambe, e poi tutti diciamo che queste partite contano poco… Ma allora uno giustamente si chiede: ma se non contano, perchè farle? Capisco che non puoi andare a 200 all’ora, ma per lo meno vorrei cominciare a vedere i concetti…che poi non riescono perchè ci stai lavorando, li devi memorizzare, li devi ripetere e non sei lucido… Però forse c’è un’altra verità, che a questa Roma servirà ancora molto tempo… Non so quanta pazienza avete voi, ma io mi metterò ad aspettare… Non dico che sono preoccupato, perchè mancano ancora tre settimane…perchè in tre settimane si raggiunge la forma, e mancano ancora due componenti… Probabilmente la Roma veniva da una manzanza della cultura del lavoro, e c’è qualche giocatore che stenta…che fatica… quindi dovremo aspettare… Dzeko? E’ una partita a scacchi…la Roma sta ferma e aspetta l’Inter, che a sua volta aspetta Lukaku…

Ubaldo Righetti (Tele Radio Stereo): “Spiegare che bisogna pressare alto è facile, un’altra cosa poi è metterlo in pratica… Non si va a richiedere una giocata col pallone, ma una giocata fisica…non è una cosa difficile… Il giocatore se guarda le altre partite, il 90% della squadre giocano a pressione…tu non puoi più fare un gioco di attesa… Nella Roma c’è ormai un pensiero negativo che avvolge anche la città…o la città lo ha portato dentro la squadra, o la squadra lo ha trasmesso fuori…sono un i vasi comunicanti… Il giocatore ha questo pensiero: vado o non vado… E’ un po’ come quando noi giochiamo a tennis: o attacchi e vai a rete, o stai a fondo campo…se stai in mezzo, nella terra di nessuno, ti passano continuamente… Quando Fonseca parla di coraggio è anche questo: bisogna liberarsi da questi pensieri negativi…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Sarà una Roma più di battaglia, di dinamismo… Speranze? A me non le dà più nessuno…solo uno scudetto potrebbe darmi le speranze…nemmeno se vincessimo l’Europa League… Per me è meglio prendere Izzo di Alderweireld, ma poi alla fine conta il risultato… La partita di sabato? Se il migliore è Pastore devi farti delle domanda…che poi, il migliore…devi vedere pure la fase difensiva… La Roma concede occasioni da gol, dietro non mi convince per niente… La Roma deve migliorare tutto il reparto offensivo…per me devi prendere il titolare a destra, il titolare a sinistra, l’attaccante…poi ti manca il regista e il centrale difensivo…e in teoria pure il terzino…e secondo voi faranno tutti questi acquisti, sapendo che dei dodici giocatori in vendita non s’è fatto vivo nessuno? L’unico giocatore richiesto con serietà è Defrel…tutti gli altri non li vuole nessuno, nemmeno gratis… Per questo il lavoro più difficile per Petrachi è cedere… Mi ha stupito il “Grande Roma con Fonseca”…Poveraccio, pure Fonseca non lo dobbiamo caricare di responsabilità…facciamogli prima la squadra, che ancora non c’è…perchè non sappiamo chi sarà il nuovo Manolas e il nuovo Dzeko…e poi manca ancora il regista… Se arriviamo quarti oggi è bisogna prenderla come un trionfo…le altre sono più forti, non c’è niente da dire…”

Massimiliano Magni (Rete Sport):

Alessandro Cristofori (Rete Sport): “Milik o Higuain? Io prendo il polacco, ma proprio senza pensarci… Ma bisogna capire prima le condizioni fisiche…non mi sembra stia male… Bisogna quindi tifare per Icardi al Napoli? No, io tiferei Icardi alla Roma…per me sarebbe lui il massimo… Ma se Icardi andrà al Napoli, io prenderei Milik…non ho dubbi… Ma io sono convintissimo che alla fine il centravanti della Roma sarà Higuain…”

Alessandro Paglia (Roma Radio): “La Roma punta alla riconquista del pallone nella metà campo avversaria, e infatti tutti i centrocampisti, da Diawara a Vereotut, hanno questa caratteristica… Chissà che dopodomani contro il Perugia non potremo cominciare a vedere anche il francese in campo… Gli esterni spesso vengono molto a giocare dentro… e questo permette agli esterni di spingere molto…avete visto quante volte Spinazzola e Florenzi andavano sulla fascia… Sui singoli si può dire solo chi sta più avanti degli altri…si vede la condizione fisica di Spinazzola, di Diawara che ha fatto poche vacanze, e sta bene… Under? Parliamo di un grande giocatore, è il giocatore che ti può fare la differenza…l’anno scorso non lo è stato per via dell’infortunio…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Oggi ci sarà il sorteggio della serie A… Siccome le ultime due giornate va lasciato l’Olimpico libero, una delle due tra Roma e Lazio giocherà le ultime tre partite del campionato fuori casa…qualcosa non sta funzionando in Lega, e questo mi sembra evidente… Il derby mi interessa poco, guardo con più curiosità le date delle trasferte di Milano e Torino, anche per capire in che momento della stagione arrivano… Coric? Non so cosa abbia questo ragazzo…c’è qualcosa evidentemente che non funziona…lo abbiamo soravvalutato, dobbiamo arrenderci all’evidenza di tre allenatori che scelgono di non farlo giocare mai… Strano che nessuno ha provato a portarselo via…sarebbe perfetto per una squadra di seconda fascia, perchè parliamo di uno che, al di là di tutto, ha giocato gli europei, ha giocato la Champions, ha fatto 150 partite nel suo campionato…a calcio ci sa giocare…poi non sarà da top club, ma il modo della sua gestione è curioso… Dzeko? Se l’Inter arriva oggi ad offrire 20 milioni, la Roma non lo dà…prima deve prendere un altro centravanti coi fiocchi, uno che la migliora e non la peggiora…Icardi, Higuain, ma non al di sotto di quei livelli… La Roma oggi nemmeno per 20 milioni lo cede Dzeko…”

Chiara Zucchelli (Rete Sport): “Io sono stata molto critica con la Roma per come sono state gestite le cose di Totti e De Rossi, le ho trovate gravissime… Io mi approccio in maniera molto triste, ma se Pallotta costruisce una grande squadra e la Roma quest’anno vince lo scudetto, io sono felicissima e non me ne frega niente, anche Totti se ce l’ho tatuato addosso…questa è la verità… Se la Roma vincesse qualcosa, magari durante l’esultanza mi fermerei a pensare un attimo al fatto che mi dispiace non vedere Totti festeggiare insieme ai compagni, ma poi tornerei ad esultare…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il mercato dei difensori non è semplice La Roma ha già preso Mancini bravo difensore che ha fatto bene con l’Atalanta, sul quale ci si può lavorare è che può essere il sostituto di Manolas. Adesso deve trovare uno un po’ meglio di Fazio. Perché andare a prendere Higuain o Icardi, due che vengono quasi facendo un favore…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Rugani e Higuain alla Roma? Ma si parla di 80 milioni, ragazzi… Lo spalmano in due anni? Ma la Roma se non sbaglio il prossimo anno deve pagare Veretout e Mancini…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “I dirigenti della Roma hanno lavorato forte su Wanda perché sapevano che all’Inter sarebbero arrivati alla fine ad offrire anche Icardi per Dzeko. Io comunque dico che la Roma sicuramente prenderà uno tra Higuain e Icardi… L’Inter vuole anche Kolarov, vedremo se andrà in porto questo pacchetto…”

Alessandro Vocalelli (Radio Radio): “Perché mettere sul piatto quasi 40 milioni per Higuain e non fare invece il rinnovo a Dzeko? Bisognerebbe provare ad offrire un rinnovo…Anche Rugani alla Roma? Perchè la Juve dovrebbe essere così generosa la Juve….”

Redazione GR.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 24 commenti

  1. Anto says:

    Assolutamente d’accordo con Massimiliano Magni.
    Finalmente qualcosa di sensato!

    • Semplice - Pallotta il Grande says:

      Concordo Anto.

      • S.P.Q.R. says:

        a ughetto da trani ….manco la vittoria dell’europa League mi da speranze ….ughetto ,ughetto a sto giro oltre a scolarti nà damigiana di Tavernello te sei magnato pure qualche chilata de funghi allucinogeni ….damme retta curate e fatte vede da uno bravo .

        • Marco N says:

          Da un fenomeno si deve fa vedè che quello bravo non ci ha capito un caxxo

    • Hic Sunt Leones says:

      Fossero tutti così sintetici ed efficaci…

  2. Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

    Trani:
    “manco la vittoria dell’Europa League potrebbe restituirmi la speranza”
    ….in effetti, da buon ultra-60enne rimpiange i bei vecchi tempi andati,quando vincere una Coppa Campioni era robetta ordinaria.
    Per esempio,come dimenticare la Leggendaria Roma di Cervone che vinse tutto in Italia e nel mondo?

    Noi proiettiamo sulla Roma il nostro carattere.
    Non è colpa della Roma se Trani non ha alcuna autostima.

    • I love Roma says:

      Trani ha espresso la sua opinione, io però la penso in maniera diametralmente opposta: se la Roma vincesse l’Europa League farei i salti di gioia fino al soffitto, altroché! E ho la “vaga” sensazione che quasi tutti i tifosi giallorossi farebbero altrettanto…

      • Roma e basta says:

        Appunto, i tifosi giallorossi; che non c’entrano niente con Trani

    • Picchiapo' says:

      Noi proiettiamo??….ma NOI chi??
      Tu e Trani!…..allora è VOI…proiettate!
      Se avete delle affinità, non è cosa esecrabile,….può succedere: riconoscersi, in fondo, accumuna e facilita le soluzioni, anche nelle difficoltà caratteriali o in presenza di scarsa autostima. Affrontare insieme il vostro problema, sarebbe già un ottima strategia terapeutica.
      Coraggio. Dopo l’outing si affronta il solving.
      Provate a consultare Cervone per i vostri disagi; sembra che il suo metodo “Berti” proietti, in breve tempo, molto alto, in virtù di un approccio…convincente e duraturo…..potreste ritrovarvi e,chissà, forse alla Roma gioverebbe.

      • Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

        Picchiapo
        Potresti cortesemente tradurre che non ho capito un cacchio?
        Grazie.

  3. KAWA62 says:

    Magni perfetto, Galopeira da ricovero.
    Si dà per scontato che se il napoli dovesse prendere Icardi, cederà Milik. Le grandi squadre non ragionano così; noi ormai siamo assuefatti ad un continuo gioco al ribasso. Linea di galleggiamento sempre più bassa. Urge un segnale forte e chiaro che faccia capire che la Roma vuole competere e dare fastidio sia in campionato sia in E.L.
    Daje Roma, daje

  4. PAOLO V says:

    Sono d’accordo con Pruzzo, perche’ prendere gente non motivata e con uno stipendio molto alto. Se non dovessero rendere, sarebbero psicologicamente devastanti nello spogliatoio per chi prende un terzo o un quarto del suo stipendio. FORZA ROMA.

  5. Mufasa says:

    Ma guardalo li Focolari come si preoccupa per le nostre risorse finanziarie sto bavoso.

  6. SOLO LA ROMA says:

    Trani: se la Roma vincesse qualcosa per te sarebbe un dramma perche’ poi come fai a spalare letame su una Roma vincente ecco perche’ se la Roma vince non ti fa effetto.
    Zucchelli: se la Roma segna un gol e vince una partita io gia’ esulto non come voi giornalai che esultate solo quando vi fa comodo e siete capaci solo di buttare letame sulla Roma ormai solo quello sapete fare.
    Focolari: pensa al mercato della tua lazio che si ve parte milinkovic fate una finaccia altro che arrivate tra le prime 4 come detto dal povero inzaghi per tirarvi un’po su il morale. Forza Roma

  7. 007 says:

    Mi sta bene chi critica, chi fa osservazioni , chi e’ anche in disaccordo con la gestione ma voglio sentire in lui affetto e amore per squadra e colori.
    Accetto e rispetto questi parolai solo se percepisco che hanno la Roma nel cuore.
    E quindi le parole escono nella unica ed esclusiva volontà di un miglioramento
    mentre detesto si’ detesto!!! L’infame che si mimetizza dietro il “ma io lo dico a fin di bene…” mentre il vero obiettivo e’ sfondare la mia squadra.
    Perché questi sono oltre che maledetti anche falsi come 1 soldo di latta.
    Siccome per me la Roma e’ una cosa seria, chi e’ animato da questi sentimenti si può anche buttare di sotto dal ponte di Ariccia quando fanno sciopero al pronto soccorso.

  8. Alessia says:

    La Zucchelli dice che avrebbe un momento di amarezza se la Roma vincesse, pensando a Totti che non c’è più e non potrà festeggiare. Totti ha 43 anni ma di che cosa stiamo parlando?

  9. Roma=Amor says:

    Mio figlio di 8 anni avrebbe da spiegare parecchie cose al Galopeira! Ma non so se (mio figlio) avrà voglia di abbassarsi a tale livello…

  10. Frank says:

    CESARONE NO TAV ernello!

  11. Roma e basta says:

    TRANI: “Per me è meglio prendere Izzo di Alderweireld,”. Direi che è il momento di trovare il coraggio di chiudere questa rubrica.

  12. Anonimo says:

    Ughetto poveraccio Fonseca? E tu? Anche oggi ti sei innamorato di un giocatore nuovo:Izzo. Sei inaffidabile. Decidi chi vuoi farti comprare, mica possiamo aspettare le tue ubriacature calcistiche.

  13. Anonimo says:

    Zu chettella non sa cos’è la Roma conisce solo totti e durossi. Che vita grama… A pensare la terra gira e c’è chi resta piantato.

  14. Anonimo says:

    Furietto, non preoccuparti per i soldi che spendiamo per il calcio mercato. Ce li presta il tuo presidentissimo visto che gli sono rimasti sul muso i soldi che non ha speso per Alitalia.

  15. Karl says:

    Trani ancora cerca il regista, è talmente esperto di calcio che non ha capito che la Roma ha finito di costruite il centrocampo. Ma secondo lui giocano tutti con il regista? Fonseca non usa il regista nel suo gioco, infatti pastore farà il trequartista, perché i suoi centrali di centrocampo devono coprire le incursioni dei terzini, fare da barriera alla difesa, pressare per la riconquista del pallone e intercettare le linee di passaggio. Ti sembra il compito di un regista? I centrali devono avere piedi abbastanza buoni da fare ripartire l’azione, scaricare sulla trequarti o sui terzini ma non devono avere il lancio o i tempi di gioco di Pirlo(esattamente i profili di veretout e diawara). Chi glielo spiega?

  16. Prep says:

    Qualcuno spieghi a guancialeira a cosa servono le amichevoli: a dare argomenti agli invertebrati come te.
    Qualcuno chieda a lo moccolo perché, la scorsa estate, parlava di coric e kluivert come di due fenomeni…
    Qualcuno convinca austini ad andare in vacanza in Groenlandia per qualche mese.. per rinfrescarsi le poche idee

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili