“ON AIR!” – AUSTINI: “Scordatevi l’acquistone da 30 milioni perchè non arriverà”, PETRUCCI: “Speriamo non prendano il Vainqueur di turno”, PRUZZO: “Il Cagliari? Occasione ghiotta per fare punti”, FOCOLARI: “Occhio a sottovalutare i sardi, nel calcio non si sa mai”

Dic 07, 2018 17 commenti by

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Non vi aspettate l’acquistone da 30 milioni, perchè non arriverà… Dobbiamo seguire profili che abbiano un costo o almeno una formula di acquisto conveniente…magari in prestito con diritto di riscatto… Sarà un mercato di sistemazione a meno che non ti arrivano offerte importanti in uscita, e allora le cose cambierebbero, e questo scenario non lo escludo… Mi sembra strano che Monchi parta per il Belgio e lo faccia per visionare qualcuno…per quello ci sono gli osservatori…se si muove, forse è per chiudere il cerchio… Quando si vincerà? Quando si troveranno degli uomini forti, più forti di tutto questo…un allenatore, una squadra, dei dirigenti più forti di tutto questo freno esterno…allora si vince…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Abbiamo avuto conferme ieri sui controlli di Pellegrini…sembra che il punto interessato non sia identico a quello dell’infortunio precedente…starà fermo almeno 3 settimane… Zaniolo è uno che dà tutto in campo, fa un grande lavoro di quantità oltre che di qualità, e sarà importante avere Perotti e Pastore come cambio… Mercato? La Roma cerca un centrocampista prima di qualsiasi altro ruolo, che abbia un passo diverso di quelli che ha e che abbia capacità di costruzione… un regista, ma non alla Nzonzi, alla De Rossi… Oggi si fanno duemila nomi, ma Monchi è talmente bravo da non far trapelare nulla…la brutta notizia è che non c’è una grande disponibilità economica…  Nessuno a gennaio cede giocatori importanti, quindi l’obiettivo è prendere un giocatore che ha poco spazio nel proprio club o che magari milita in una squadra che non ha problemi a cedere i pezzi pregiati… La speranza è che non arrivi il Vainqueur di turno…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Lo stadio della Roma è il business di questo ristoratore di gnocchi (Pallotta, ndr) per fare i soldi…il fatto che non lo abbiamo ancora capito è clamoroso… Roma è una città marcia, e secondo me i  responsabili sono anche i giornalisti… ”

Ugo Trani (Rete Sport): “Dopo tutti quei passi falsi, ora la Roma deve vincere per forza… se non batti il Cagliari, ma quando ci arrivi quarto? Il punto di forza di Roma-Inter è che puoi reagire bene anche alle ingiustizie…la più grande difficoltà che ha al momento la Roma è l’emergenza di rosa per via dei tanti infortuni…”

Max Tonetto (Roma Radio): “L’insidia principale contro il Cagliari sarà avere le spalle scoperte…rischi di lasciare i due centrali nel due contro due con i due attaccanti… In difesa c’è il ballottaggio tra Fazio e Juan Jesus, per un discorso di velocità sarebbe meglio Jesus, ma nel Cagliari c’è Pavoletti quindi l’argentino può essere importante per le palle alte…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Lazio, Roma e Milan sono tre squadre malmesse che sono in corsa per il quarto posto… in altri campionati sarebbero nove o decime… Ma che ha da dirti questo campionato? Non c’è molto di cui parlare, dato che c’è una squadra che l’ha già ammazzato… Cagliari-Roma? Si parla solo di stadio, di mercato, di infortuni…Che Monchi va in Belgio se ne parla due giorni… Zaniolo fa due belle partite, e se ne parla come Maradona… Da un punto di vista mediatico devi trarre due chiacchiere da bar da quel poco che ti rimane…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Scelte ridotte per Di Francesco…considerato che Perotti e Pastore non sembrano ancora pronti, l’unica possibilità è confermare l’undici anti-Inter, oppure cambia e allora sarebbe la 20esima formazione diversa di questa stagione… Il Cagliari ha giocatori che ti possono mettere in difficoltà, ci sarà gran lavoro per Manolas perchè i sardi hanno giocatori veloci lì davanti… Sulla carta dovrebbe essere un turno favorevole… per me l’obiettivo è ancora il secondo posto anche se i punti di distacco dal Napoli sono tanti, ma non credo che possano tenere questo passo… Juve-Inter? Non tiferei mai per nessuno dei due, non ditemi di tifare per i bianconeri perchè non ce la farei mai…”

Roberto Renga (Radio Radio): “La Roma può sfruttare le assenze di Barella e Castro, ma anche i giallorossi hanno tanti giocatori infortunati… Il Cagliari però ha giocato mercoledì e non è abituata a giocare partite infrasettimanali…pende tutto dalla parte della Roma… Non penso che la Roma possa recuperare terreno a Lazio e Milan, visto che giocano entrambe in casa contro Samp e Torino…la Roma dovrà mantenere il distacco invariato dalle altre… Stadio? Ho letto le dichiarazioni di Virginia (Raggi, ndr), ma non ho notato tutto questo spiraglio… Volevo dire che mia moglie ha preso la via del Mare in un orario normale ed è rimasta bloccata due ore… E la linea Roma-Lido è una delle peggiori d’Europa.. Insomma, dovrebbe fare un bel po di cose per rimediare…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La Roma deve fare risultato…il Cagliari senza Barella e Castro è una squadra menomata, non ha la forza della Roma di sostituire certi giocatori… Io me la giocherei con la stessa formazione che ha pareggiato con l’Inter…la linea giovane sarebbe un errore, sottovalutare il Cagliari è sbagliato, perchè nel calcio non si sa mai… e poi è sempre una partita in trasferta…”

Franco Melli (Radio Radio): “La partita di Cagliari è una ghiotta occasione per accorciare da quelle che sono davanti…la Roma giovane non può deludere…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma ha tutte le possibilità di portarla a casa, anche perchè il Cagliari ha giocato mercoledì a Verona e poi non ha Barella…è una buonissima occasione per fare i tre punti…”

Mario Mattioli (Radio Radio): “Lo stadio della Roma? Tutto questo ottimismo sul progetto da parte della Raggi e di Pallotta mi sembra un po da improvvisati…”

Redazione GR.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 17 commenti

  1. Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

    il Calciofaro Catalani è indispettito perche rimangono solo le chiacchiere da Bar…..

    Mi pare giusto:
    un Espertone di fama internazionale come lui ha bisogno di un quadro generale che sia alla sua altezza.

    D’altronde stiamo parlando di colui che prima di BARCELLONA-ROMA disse:
    “io conosco il Barcellona meglio di chiunque a Trigoria.
    Potrei fare da consulente a DiFrancesco”

    Un Fenomeno proprio.

  2. Mark Black says:

    Non mi aspetto nulla, tanto si sa già il finale: il 29/12 dopo Parma-Roma Monchi dirà che le soluzioni sono dentro Trigoria e non viene nessuno, al massimo un tappabuchi di basso livello, vedi J. Silva.
    PS. veramente Vainqueur (costato 579 mila €) non ha fatto male qui anzi, come riserva è stata anche valida e poi nella mediana che ha oggi la Roma sarebbe titolare fisso (meglio di Nzonzi)

    • erik971 says:

      Vainqueur meglio di Nzonzi?!?! Grande conoscitore di calcio, tipo quello che disse che Totti era finito e che il campione era Zarate! Al momento il problema maggiore per la Roma sono i 2 centrali difensivi (solo Manolas, che pure ha avuto qualche problema fisico sta giocando al suo livello, ma Fazio è stato disastroso, J.Jesus sta giocando peggio dello scorso anno e Marcano probabilmente non si è ambientato) e il fatto che davanti ci mangiamo troppi gol rispetto al numero di azioni fatte… così sprechi energia e rischi dietro. Oltretutto succede quello già successo lo scorso anno: il giocatore in rampa di lancio con ottime prestazioni si fa male (vedi entrambi i Pellegrini)

      • Masetti primo portiere says:

        Vainquer proprio nun se po’ senti’…

  3. L'evangelista says:

    Austi’ magna tranquillo che anche gli ultimi Cesaroni hanno capito il gioco delle tre carte.. Carta c’è carta non c’è e se le cose dovessero andare male, sarà colpa dell’allenatore

  4. Bah : focenecup club ballotta says:

    Lo stadio della Roma è il business di questo ristoratore di gnocchi per fare i soldi…il fatto che non lo abbiamo ancora capito è clamoroso… Roma è una città marcia, e secondo me i responsabili sono anche i giornalisti… ” cioe boh marione Sara pure tutto quello che volete ma dice delle sacrosante verita.. Ce poco da fa poi potete sfotterlo quanto vi pare ma e la verita.. Un altro che mi piace e catalani per I motivo scritti prima.. La verita fa male…

  5. Stefano55 says:

    Comunque io reputo Di Francesco,un’ allenatore sempre in bilico.Considerata l’ alternanza di risultati,e gli obiettivi finali che potrebbero essere non raggiungibili a fine stagione,fare degli aquisti onerosi potrebbe essere controproducente se ci sara’ un cambio di allenatore.Ad esempio,Berardi va benissimo per Di Francesco ma potrebbe non andar bene per un nuovo allenatore,quindi il suo aquisto potrebbe essere inutile,e cosi vale per gli altri,forse per questo non ci saranno grandi nomi in entrata,e verra’ rimandato tutto a giugno!

  6. Sampeiz says:

    Vainqueur era un Buon giocatore, abbiamo fatto male a cederlo all’epoca.
    Per la panchina andava più che bene, soprattutto a quelle cifre…invece qui pare che si deve sempre cambiare!

  7. slimer says:

    Perché 30 mln so un acquistone?..una squadra seria per primo, non acquista a gennaio un titolare, secondo ne spende il doppio. però vabbe questo siamo

    • Ilario says:

      Perfetto, le parole del lacchè austini finiscono per confermare quanto pallotta sia inadeguato per una società che davvero punta in alto.
      Poi i cesarones se la prendono coi detrattori…..

  8. Robbo 1 says:

    Gli insulti personali rivolti ancora una volta al ns. Presidente da parte di quel famigerato conduttore con precedenti penali e dai suoi scagnozzi radiofonici danno l’esatta misura dello spessore morale di coloro che usano il microfono come fosse un coltello a serramanico …..

  9. Franco says:

    Pallotta tempo addietro ha detto che a Roma non si vince mai perché l’ambiente è negativo a prescindere. In tanti anni abbiamo vinto 3 scudetti e ragioniamo come i tifosi del Real, Barca ecc, abbiamo venduto giocatori a prezzi favolosi e, forse, soltanto Salah è da rimpiangere. Eppure solo negatività! FORZA ROMA

  10. Nome says:

    Pallotta può dire quello che vuole, se la Roma avesse vinto qualcosa nessuno avrebbe potuto rinfacciargli nulla. Si va avanti con le suggestioni senza guardare i fatti. Nel calcio, alla fine è la classifica che decide chi vince e chi va a casa. Ennesima stagione fallimentare, scudetto neanche ipotizzato ( stiamo a 18 punti dalla prima e 10 dalla seconda) , ci giochiamo questa stagione con un minicampionato, un passaggio di girone CL( non male per gli introiti) e poi la speranza della CI. Per il resto armai sappiamo che Pallotta non pianifica vittorie ma sopravvivenza e quindi siamo pronti ai prossimi sacrifici in ottica plusvalenza. Che dire c è gente che vede un grande progetto dietro questa gestione e confida nello stadio panacea di tutti i problemi . Vanna Marchi era più credibile.

  11. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Rilassati che ti viene un coccolone..domani e’FESTA rilassati

    • Nome says:

      Rilassato ? Con la Roma non ci sono stati d animo diversi dalla sonnolenza.. tranquillo non c è pericolo di prendersi un infarto..

  12. Masetti primo portiere says:

    Che Roma sia marcia è fuor di dubbio. In quale ambiente sano un pregiudicato, ex terrorista, calunniatore, parlerebbe da un microfono, ricevendo anche dei premi? Sì, stavolta ha detto la verità…

  13. Stefano says:

    Da oggi questo post, dedicato a tutti quei finti tifosi che fingono d’ignorare che qualsiasi presidente, calciatori, allenatori medici, giardinieri ecc, che si sono susseguiti in 1oo anni, abbaimo vinto 3 scudi, no 30 ! Per cui è ora che ve la smettiate a criticare Pallotta che COMUNQUE in soli 6/7 anni ha portato la Roma ha competere per i primi 3 posti, dunque PSEUDO tifosi della domenica annate a cuccia o cambiate squadra ! Per voi è meglio la Rubbentus o a Lazzie !

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili