“ON AIR!” – AUSTINI: “De Rossi e Ranieri hanno sputtanato la Roma”, ZUCCHELLI: “I giocatori non vedono l’ora di scappare da Trigoria”, CORSI: “Baldini? Finalmente la gente si sta svegliando”, CATALANI: “Ma il fondo non è stato ancora toccato”

Mag 16, 2019 58 commenti by

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Questa vicenda sta disintegrando quel che  rimane di questa Roma, che da quando è andato via Monchi ha un evidente vuoto di potere… Il club è inesistente in questo momento, nel vuoto di potere è mancata una figura che potesse gestire il rinnovo di De Rossi…la scelta si può anche fare, ma sono sbagliate le modalità e i tempi… Chi lavora nella Roma dal punto di vista tecnico non rispetta questa Roma, la sputtana in pubblico, De Rossi lo ha fatto, e Ranieri lo fa oggi con grande tranquillità facendo fare alla Roma una figura ridicola. Non ho mai sentito un allenatore in una conferenza stampa ufficiale criticare la scelta della società per un caso che non lo riguarda… Fosse il suo rinnovo, ci poteva stare…ma in questo caso vuol dire che non c’è il minimo timore di fare nulla, perchè tanto non te ne frega niente, tanto vai via…tanto la gente la pensa così… E non critico Ranieri… E’ proprio un momento surreale…la Roma non esiste…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Il momento è bruttissimo, questo è fuori discussione… I tifosi pagano le conseguenze di una società acefala…che fa decisioni impopolari…se giuste o sbagliate non lo so… Coraggiose? No, il coraggio ce l’hanno i pompieri o i minatori… Il rigore di Atalanta-Lazio? Un fallo scandaloso…ma i giocatori dell’Atalanta non hanno detto niente! Questa è una società acefala, ma soprattutto sfigata…perchè la Lazio negli anni della Roma americana vince due Coppe Italia e una supercoppa… se non sono sfigati questi… Vi gli dite che sono incompetenti, straccioni, io invece gli dico che sono sfigati…e alla sfiga non c’è salvezza…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Non capisco cosa aspettino a Trigoria, o a viale Tolstoj…io oggi al posto dei dirigenti della Roma mi sarei dimesso… Non mi pare che nessuno di loro viva a Boston o a Londra…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Si sta cominciando a capire da dove vengono certe situazioni… Ieri De Rossi è stato un gigante quando ha detto di non prendersela con quelli che stavano là… Massara non conta niente, è una figura molto minore… La Roma è allo sbando… Ora si sono svegliati tutti, hanno capito dopo anni e anni, e comincio a leggere cose contro Baldini…il nostro scopo era svegliare tutta Roma, tutta Italia…chi è Franco Baldini e che fa laggiù… Diciamo che si sono suicidati da soli, ma noi abbiamo dato tante informazioni che poi si sono verificate… La Roma è nel caos, ed è vergognoso quello che sta succedendo intorno… C’è una cosa che mi tormenta, ed è Francesco Totti…tantissimi dicono perchè non se ne va…ma io non me la sento di mettere sotto accusa il giocatore più forte della Roma dal 1927 a oggi…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Ipotizziamo che sia tutta vera questa cosa, e cioè che decida tutto Baldini…Che poi Baldini decide le cose che sono state fatte male, mentre le cose fatte bene non sono decisioni sue… non capisco perchè il suo nome venga fuori solo quando ci sono disgrazie… Ma ammesso e non concesso che sia così, ma ditemi il singor Fienga, Baldissoni, Massara, Totti, e anche lo stesso Ranieri, se fosse così, stanno qua per il senso del dovere? Se è così, tanto di cappello… Ma Massara non voleva restare alla Roma? Sono domande che mi faccio… Io non voglio difendere Baldini, ma la decisione su De Rossi non è stata presa da Baldini, Pallotta o Fienga, ma in questo vuoto di potere le decisioni vengono prese collegialmente… Totti? Non escludo che possa lasciare…fatico a pensare che lui fosse d’accordo con questa decisione… Mi sembra troppo comodo pensare però che sia tutta colpa di Baldini…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “I tifosi hanno avuto coraggio ad andare fuori Trigoria…ormai li daspano pure se prendono un autobus sbagliato… Io mi sono sempre aspettato che si arrivasse a un punto di rottura totale, che c’è da anni, e che la cosa di De Rossi non ha fatto altro che acuire… In questi anni sono state dette e successe cose che non avremmo mai sopportato noi tifosi… Oggi con l’addio di De Rossi, che non sono altro che la punta dell’iceberg, e le frasi pesantissime di Ranieri sono un punto d’arrivo… Finalmente siamo giunti quasi a toccare il fondo…poi si può solo risalire… tanto prima o poi ci dovevamo arrivare… Io mi auguro che sia un punto, perchè credo e temo che succederanno altre cose…credo che non si sia ancora toccato il fondo della storia americana…datemi retta…succederanno altre cose…”

Chiara Zucchelli (Rete Sport): “Questo è uno dei momenti più drammatici…l’addio di De Rossi, i giocatori che non vedono l’ora di scappare da Trigoria, Ranieri sentiamo che dice oggi… Totti sta in Kuwait, ma l’addio mi sembra sempre più vicino…non sai chi sarà il ds, non sai chi sarà l’allenatore…la Lazio ha pure vinto la Coppa Italia…”

Francesca Ferrazza (Rete Sport): “Ieri durante la contestazione sono usciti De Rossi e Ranieri tra l’ovazione dei tifosi…loro hanno fatto chiaramente capire che decidono tutto i due che non sono qui a Roma, e cioè Baldini e Pallotta… Già ieri vi abbiamo detto che Ranieri era infuriato della gestione della vicenda De Rossi, e ora c’è molta curiosità di sapere quale sarà la posizione ufficiale di Ranieri, che tra due partite non sarà più l’allenatore della Roma…Lui si è accorto dopo poco qual era la situazione a Trigoria, di come davvero in questo momento storico Trigoria sia terra di nessuno…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “La squadra è rimasta scioccata dalle parole di De Rossi e dal mancato rinnovo, ma anche dall’atteggiamento passivo di Totti…penso che Totti prima o poi debba spiegare, perchè tanti tifosi non capiscono più… Se Pallotta non sarà presente a Roma-Parma per l’ultima di De Rossi, sarà un gesto molto brutto…

Roberto Renga (Radio Radio): “Più che parlare di Roma bisogna parlare di azienda Roma… Loro hanno mandato fuori tre persone che non ci saranno più nella Roma…La dichiarazione più importante è quella di Ranieri, che dice che le decisioni vengono prese a Boston e a Londra, dipingendo la Roma di oggi… E attenzione che in questi giorni anche Totti è fuori… Ma cosa volete che faccia? Dovrebbe andarsene, rinunciando ai suoi soldi e non tornando più? Se Pallotta resta altri 20 anni, lui cosa fa? Certo, io al posto suo mi arrabbierei da matti, lui cerca di sopportare…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Massara, Ranieri e De Rossi non ci saranno più….Questi che stanno qui non contano…è stato tutto deciso a Boston e altrove…il riferimento era voluto a Pallotta e Baldini…quindi di che parliamo… Pallotta presente a Roma-Parma? E che fa, dopo un anno viene proprio nel giorno in cui lo massacreranno…ma figurati…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Ormai mancano i punti di riferimento nella squadra, sia per i tifosi che per i giocatori… Posso capire i dubbi di alcuni senatori… Peccato, perché la Roma ha ancora minime possibilità di qualificarsi per una Coppa europea…”

Franco Melli (Radio Radio): “E’ uno dei peggiori momenti della storia della Roma, e non solo per i risultati che mancano, ma per i rapporti con la gente…ci sono fratture continue…”

Redazione GR.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 58 commenti

  1. Pasquino says:

    Che schifo l AS Roma.. l ultima cosa pulita che gli era rimasta era De Rossi…
    A rega’ qua tocca cambia’ squadra.

    • Stefano says:

      Cambiare squadra purtroppo non è possibile per un tifoso vero!

    • Hic Sunt Leones says:

      Cambiare squadra? Mai.
      C’ero nel 1978/9, quando si rischiò la retrocessione. Non vedo alcun motivo per farlo oggi.

    • TifosoGiallorosso says:

      Guarda, in realtà non c’è bisogno di cambiare sport.
      Ce ne sono altri, molto belli.

      Tipo la F1. Oppure MMA – sport che seguo da diversi anni in quanto ho praticato la disciplina.

      Preferisco pagare per vedere questi spettacoli che dare i miei soldi a Pallotta.

      Se voglio andare allo Stadio, vado in trasferta. Le partite non le guardo su sky. Non compro negli AS Roma Store da 4 anni. Anche perché non ha senso comprare la maglia di un calciatore che dopo 2 anni viene venduto.

      • Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

        Non dai un €uro alla ASROMA da anni e te ne vanti.

        Però “pretendi” (si fa per dire) che la ASROMA allestisca il Dream-Team Miliardario per dare l’assalto al Triplete.

        Lo trovo quantomeno singolare.

        • nessunobis says:

          Vedo che hai la memoria corta…” Faremo della Roma una delle più forti squadre d’Europa”.
          Si, come no. Vendendo OGNI ANNO i giocatori migliori(?!?) e utilizzando gli allenatori e i DS come parafulmini contro la crescente delusione dei tifosi.
          Un’autogestione retriva, ma: ” per lo scudetto ci siamo anche noi”.
          Certo, infatti in 10/11 anni non abbiamo vinto NEMMENO la coppa del nonno.
          La verità più probabile è che questo strano personaggio non abbia MAI pensato di provare a far vincere la Roma, e abbia portato avanti SOLTANTO i suoi interessi. Quali che essi siano.
          Ora io come tifoso della Roma sono abbastanza abituato a non vincere, e questo lo sopporto.
          Quello che non sopporto, invece, è la presa per il Kulo.
          E di questo si tratta.
          Poi se tu sei contento…

        • nessunobis says:

          Vedo che hai la memoria corta…Il fruttarolo bostoniano:” Faremo della Roma una delle più forti squadre d’Europa”.
          Si, come no. Vendendo OGNI ANNO i giocatori migliori(?!?) e utilizzando gli allenatori e i DS come parafulmini contro la crescente delusione dei tifosi.
          Un’autogestione retriva, ma: ” per lo scudetto ci siamo anche noi”.
          Certo, infatti in 10/11 anni non abbiamo vinto NEMMENO la coppa del nonno.
          La verità più probabile è che questo strano personaggio non abbia MAI pensato di provare a far vincere la Roma, e abbia portato avanti SOLTANTO i suoi interessi. Quali che essi siano.
          Ora io come tifoso della Roma sono abbastanza abituato a non vincere, e questo lo sopporto.
          Quello che non sopporto, invece, è la presa per il Kulo.
          E di questo si tratta.
          Poi se tu sei contento…

        • ASR says:

          A step ma parli sempre a favore der presidente tuo ma tante volte fate a in….lla falla finita LAZIALE

      • Temperino says:

        Guarda che le maglie se ponno compra’ pure senza er nome dietro. Mica ce lo devi mette pe forza…

    • write "Kolarov fans club" says:

      Ahahahahahahah questa è la più bella di tutte.

      Se sosteneste e tifaste la Roma con lo stesso zelo che avete quando spalate merda sulla società, non solo fareste del bene alla Roma, ma, fidatevi, anche a voi stessi.

    • S P Q R says:

      contestate pallotta,l’allenatore i dirigenti ….liberi di farlo . finale di coppa persa con la lazie , buttati fuori dallo spezia e dal torino ,umiliati 7 -1 dalla fiorentina che non ha più vinto in campionato …ultima sconfitta 3 – 0 con gli sbiaditi . questi eunuchi quando cazxo andate a contestarli perché non onorano la maglia ? gli incapaci sono solo in società e i giocatori , gli eroi che vanno in campo ? hanno regalato 6 punti alla spal , al bologna , al cagliari , al genoa …la realtà è che non gli frega un cazxo della maglia che indossano. la colpa di pallotta è quella di pagarli profumatamente e di non prenderli a calci in culo. mi raccomando dategli altri alibi e ascoltate questi cialtroni laziali della doppia merda dell’etere che spalano merda sulla ROMA

      • Angelo says:

        Caro SPQR finalmente un concetto degno di questo nome! Tutti si arrogano il diritto (perchè no, a volte pur avendo ragione) di sputare veleno sulla società ma nessuno dice che il sig. De Rossi (come pure fece il sig. Totti) dopo aver incassato circa 60 milioni di euro non ha saputo tenere a bada la lingua sputtanando la società e facendo il fenomeno da 100.000 a partita (arrivando al “no grazie” dopo che il presidente aveva accettato questa eventualità! Con buona pace di chi si suda i 30 euro per una curva!) Ma andasseroaffan…lo lui e chi oggi gli lecca il cu.o solo per sparlare dell’AS ROma!!!!

  2. Ales says:

    Purtroppo la Roma si è sputtanata da sola, ora si deve andare avanti soprattutto con lo Stadio e non buttare tutto ciò che è stato fatto. Non diamo alibi alla Raggi, è ciò che vogliono, lo stadio si deve fare.

  3. leo59 says:

    hahahahaha ho sentito ora un vecchio audio di Mariolone dove diceva testuale” Baldini è l unico che difende la roma un grande dirigente ” oggi è lo schifo , c’è un motivo una volta aveva la Sensi tutti i giorni alla radie e quindi piu sponsor oggi ……

    • Nome says:

      eh si… perché quante gliene ha dette a De Rossi?

    • Andrea says:

      Succede pure che le cose cambiano, ti è mai capitato di cambiare opinione su una persona?
      Sono passati tanti anni magari prima si comportava diversamente.
      I fatti dimostrano che la roma è gestita male, io mi fido molto di più delle parole di Ranieri che
      di chiunque altro.

  4. Monika says:

    La Roma è un casino,anche io avevo espresso dubbi sul potere decisionale di Baldini,mi sembrava un comodo capro espiatorio,l’unica cosa certa è che ci sono fazioni e lotte di potere e così non si può andare avanti. Le lotte di potere devono aver fatto cambiare i rapporti di forza,perchè senti come gli zerbini ora mettono le mani avanti,o,non sanno più che inventarsi vista l’incaxxatura dei tifosi?Società acefala?Vuoto di potere? Perchè manca un DS? Ed è normale? Questa è sempre stata una società anomala perchè non può essere un DS a gestire un club a deciderne la filosofia e a determinarne l’identità.,ma dove altro succede?Solo a Roma dove gli altri che hanno un ruolo starebbero bene in banca o in uno studio legale.La Roma è sempre stata una società acefala in cui Sabatini ha fatto il…

  5. Antico Romano says:

    Pseudo giornalisti e pseudo esperti di calcio è inutile che seguitate ad attaccare la roma in ogni occasione…tanto gli americani i soldi e i benefit non ve li danno.. arrendetevi…la pacchia è finita… arrendetevi!!!

    • Andrea says:

      Ancora con questa favola dei soldi dei biglietti.
      Ma secondo te le cose in casa Roma vanno bene?
      La gestione degli ultimi anni è ben fatta?
      invece di fare allusioni forse è meglio guardare i fatti, la squadra viene smantellata ogni anno
      vendono chiunque venga richiesto indipendentemente dal ruolo e dalla difficoltà di andare a sostituirlo.
      Abbiamo preso sette gol dalla fiorentina siamo fuori dalla champions.
      Il presidente insulta i tifosi, poi gli chiede aiuto per lo stadio, subito dopo congeda de Rossi
      con un tweet.
      Ma ti sembra che le cose vanno bene?

  6. Frank says:

    SS. Pietro e Paolo, San Lorenzo, San Basilio, Santa Marinella e Santa Romanella aiutatece voi.

  7. L'evangelista says:

    Ma come sputtanata? Gli utenti tipo robbo1 ci raccontano di una crescita esponenziale mai vista e mete paradisiache mai esplorate da nessuno… Chissà chi avrà ragione…

    • Monika says:

      Magari si riferiva ai paradisi fiscali con cui questa azienda ha familiarità

  8. Er mik says:

    Na vera squadra e societa’ de sfigati perenni…che schifo!

  9. Sperotto says:

    Finalmente è arrivato il loro momento, si sono accese le luci della loro ribalta, per tutti questi pseudo – giornalisti che vivono sulle disgrazie della Roma, pronti a salire sul l’ennesimo carro, rapidi nel voltafaccia ed inclini al tradimento. E vero, la società ha fatto una caxxxa enorme, un grosso errore strategico, ora vedremo cosa realmente ci aspetta, siamo passati in una settimana da Conte & Co. a Oronzo Canà… Dove starà la verità?

  10. Colonelkurtz says:

    A Austini quelli che hanno sputtanato la roma sono i lecchini della tua specie .

  11. Aldo says:

    Dirigenza e il padrone hanno i loro demeriti ma i tifosi dimenticano, DDR avrebbe dovuto essere cacciato gia quando si mise contro Zeman mettendo malumore in quello spogliatoio avete dimenticato la partita di quell’anno contro i ladroni, fu un altro anno buttato per demerito dei giocatori aizzati da DDR e soci che si scansarono perche non gli andava di correre. Zeman sicuramente ha sbagliato qualche cosa come lo fanno tutti gli allenatori, ma i detrattori avvelenati ipocriti, il palazzo a cui una Roma forte darà sempre disturbo, assieme a quei giocatori vili e pigri che malgrado ben pagati hanno tramato contro tutti gli allenatori che negli anni si sono succeduti nella panchina della Roma, sono i maggiori responsabili del perche non si vince e piu importante il proprio ego.

    • Sly says:

      La sua è una disamina ineccepibile, condivido pienamente tutto quanto da lei detto.
      resto però assai perplesso difronte all’immobilismo della società che, difronte ai continui attacchi su vari fronti portati, dovrebbe reagire e far sentire la sua voce. Una società calcistica professionista e di livello internazionale come la nostra Roma dovrebbe avere dei punti di riferimento ad ogni livello, ma qui ci si chiede (mi chiedo) i vari Baldissoni, Fienga, Totti, ecc. sono solo dei meri impiegati alla rag. Ugo Fantozzi?
      Il mio punto di vista è che, se anche le decisioni vengono prese a Boston e Londra, chi lavora ed è stipendiato da questa società dovrebbe appoggiarne le decisioni incondizionatamente oppure dimettersi.
      FORZA ROMA (dolce sarà la primavera giallorossa – cit. Bernardini)

  12. Leo74 says:

    Non contesto la decisione che vista la stagione travagliata del capitano 36enne può essere giustificata ma la forma.
    Secondo me andava proposto ad una cifra “simbolica” UN ULTIMO ANNO ma VERAMENTE ULTIMO annunciato Ufficialmente senza possibilità di “vediamo come sto anno prox” al Capitano e lasciata a lui la decisione.
    Fatta così è stato un terremoto che questa Società già distante non poteva permettersi.
    È COME DEMOLIRE UN PALAZZO VECCHIO CHE VA DEMOLITO MA DOVE ABITA GENTE DA UNA VITA SENZA PREAVVISO. Se inveve a questa gente si dice: Amici, tra 12 mesi qui dobbiamo chiudere, cambia tutto

  13. Gaetano da sarno giallorossa.ZANIOLO NON SI TOCCA says:

    Cambiar squadra?
    Solo i laziali lo fanno
    A volte tifano INTER, altre LIVERPOOL
    Non ho cambiato squadra quando Van Basten e Maradona ci prendevamo a pallonate
    O quando dopo aver cambiato 4 allenatori. Ci Siamo salvati dalla B alla penultima giornata a Bergamo.
    Con Ferrari in primis che faceva ca^are.
    MARIONE per tirare l’acqua al suo mulino ora santifica De Rossi. .e poi lui che parla male di Baldini…ma non era stato lui, insieme a quell’altra mezza chiavica di Renga a fare il finto Dossier su Baldini?
    E dai, e dai..e dai..fatela finita.
    Pensiero sparsi
    *L’inter forse si leva a ICARDI (25) e prende DZEKO (35) pero ‘si rinforzano..se SE
    *Ieri scontri fuori lo stadio. .DIACONALE? Non parla…

  14. Lupo says:

    America e a.ericani hanno fatto sempre danni dallo sterminio degli indiani di America ad oggi ,,mo stanno devastando la as e Roma perché per me rimane ASR,, spero spariscano in fretta come nel 45

    • Amedeo says:

      Lupo, gli americani non hanno sterminato gli indiani (falso storico perchè oggi il numero dei nativi è maggiore di quello di metà Ottocento), di certo hanno condotto uno “scontro di civiltà” con metodi spietati e estrema violenza, abusi, rapine e sopraffazione – ma, se vogliamo dirla tutta, l’Olocausto americano affonda le sue radici soprattutto nei massacri operati a partire dal XVI secolo dagli spagnoli e anche dagli inglesi, che passano sempre per essere un popolo civile (chiedetelo ai veri indiani, quelli d’India).

      Detto ciò, se non ci fossero stati gli americani, che certo non amo, tu e io, oggi di sicuro non avremmo potuto parlare liberamente di calcio su un sito, e forse tu ti saresti chiamato Volk, invece di Lupo.

      • KAWA62 says:

        Volk = popolo
        Wolf = lupo

        • Amedeo says:

          волк, Volk “lupo”.
          Dalle parti del Cremlino non parlano il tedesco.

          Poteva essere anche “Vuk”, in serbo croato. Tito non era tanto lontano da noi.

          • KAWA62 says:

            Ora capisco cosa intendevi dire, ma nella sterminata storiografia sulla WWII, risulta anche che l’Armata Rossa potè fronteggiare l’attacco delle truppe dell’Asse, solo grazie ad ingenti aiuti USA, senza i quali (questa, invece, è ucronia) avrebbe perso. Quindi, si sarebbe parlato tedesco anche dalle parti del Cremlino. Auf wiedersehen

          • Amedeo says:

            Sicuro, l’amico si sarebbe potuto chiamare anche Wolf per i motivi che ben hai descritto, lo volevo dire sopra ma poi sarebbe arrivato il solito beota a dire che vado su wikipedia e bla bla bla.
            Quindi, ‘sti americani, dei quali apprezzo solo il blues e il rock, i jeans e certo cinema, comunque qualcosa avranno pur fatto di buono nella storia, o no? il padre di un mio amico era solito dire che mentre i contribuenti americani pagavano le portaerei che ci difendevano nel Mediterraneo, noi la sera andavamo a mangiare la pizza.

            So long.

      • giorgio romanista says:

        Parla di calcio che è meglio.

  15. Wolf says:

    Ve lo avevo detto che Baldini l’uomo ombra è l’artefice dell’antiromanismo, un arrogante non degno di alcuna considerazione. Mi chiedo ma una società importante, possibile che non ha un Ds operativo e un allenatore già in mano per il prossimo anno? Paghiamo un botto dirigenti che di calcio ne sanno pochissimo, a me piacerebbe Bruno Conti dg e Totti dt, due figure di livello mondiale che amano la Roma.

  16. Marco says:

    Difendere oggi la societa’ e’ abbastanza difficile. Loro sono freddi in una piazza calda e danno il ben servito senza mezzi termini. Ci sta che a de rossi non gli rinnovi il contratto ma devi fare i conti con la passione e loro non li fanno. Inoltre seppur freddi su certe cose sono fin troppo caldi quando si tratta di rivoluzionare vendere e perfino comprare. Deve farne di strada questa dirigenza per cominciare a capire il calcio e roma.

  17. Nome says:

    Siamo messi male…

  18. giuseppe says:

    Austini, potresti smettere, di tanto in tanto, di essere così viscidamente aziendalista? non sei più credibile…..

  19. Zenone - Pallotta Forever says:

    Se veramente l’AS Roma fosse un’Azienda,come gli hanno rinfacciato al presidente Pallotta, Ranieri e De Rossi,dopo le dichiarazioni a ruota libera di ieri,sarebbero stati licenziati in tronco,per il venir meno del rapporto fiduciario con il loro datore di lavoro.
    E invece che anche oggi stanno dentro Trigoria ,uno che corricchia ( perchè di più non può) e l’altro che sonnecchia (dietro agli occhiali da sole)…e Pallotta paga…eccome se paga…

    • Monika says:

      Se la Roma fosse un’azienda normale sarebbe già fallita,vende un prodotto scadente,tratta i clienti a pesci in faccia,li ospita in un teatro scomodo e dove lo spettacolo non si vede,li costringe a fare km a piedi,invece hanno a che fare con la passione della gente,la loro salvezza e la loro croce.In questo momento l’azienda sta ricevendo bordate dall’interno e dall’esterno,molte autoprodotte,alcune da chi trova ogni pretesto per attaccarla a prescindere,altre da manager di sport e che fa per chiarire che non è tutto così disarmante come appare?Che fa per difendersi?Nulla,perchè non c’è nessuno a Roma che abbia potere decisionale,evidentemente,per questo la società non ha mai parlato,dopo i fallimenti sportivi,dopo gli esoneri,dopo le nuove assunzioni,non può licenziare nessuno perchè

    • Monika says:

      ha già licenziato ed i superstiti sono passacarte o dipendenti a breve scadenza.Dovrebbero pensare a salvaguardare l’immagine della Roma al livello internazionale

    • Sly says:

      Non esageri sig. Zenone
      come pretendiamo il rispetto per le nostre idee dobbiamo anche restituirlo verso chi non la pensa come noi e soprattutto evitare di etichettare professionisti che, come tutti gli uomini, hanno dei limiti e dei difetti che devono essere accettati.
      Chi in questi giorni sta sfogando la sua delusione verso la società per come è andata la stagione, non ha il mio appoggio ma ha ed avrà sempre la mia comprensione.
      FORZA ROMA (dolce sarà la primavera giallorossa – cit. Bernardini)

  20. olandesevolante says:

    Pallotta for ever perché non vai a Trigoria a dirglielo in faccia che uno cammina e l’altro sonnecchia?

  21. AnticoRomano says:

    Popolo dell’antica Roma basta con questa sceneggiata mediatica di piagnistei non degna della nostra storia Basta!!!! in alto la testa !!! si riparte anche senza un grande campione di 35 anni..io sono dispiaciuto che non giochi più nella Roma ma soprattutto mi dispiace che non abbia più 27 anni e non sia più il superatleta che è stato. Basta piangere!! In alto la testa e si riparte come dopo l’allontanamento di DiBartolomei da parte di Viola (che aveva pure vinto uno scudetto da capitano) come dopo l’allontanamento da parte di Sensi del capitano Giannini e dopo l’allontanamento come giocatore di Totti.. conta solo la Roma che verrà.Basta piangere!!!

  22. Paolo B says:

    Io mi domando una cosa… come mai in sede di mercato non veniamo MAI associati a nomi altisonanti? Come mai non abbiamo più l appeal di un tempo? Perché qua, gira e rigira, nun ce vo veni’ nessuno? Io, che pollottiano non sono, ste domande me le pongo… passano gli anni, si peggiora sempre e, naturalmente, co sti presupposti, non si vince mai… regà, dateme retta, stop abbonamenti al limite solo trasferte… sinno’ questo nun se ne va..😠

  23. 00132 says:

    I maiali ci stanno facendo il bagno dorato sulle parole di ddr e Ranieri….che hanno sputtanato la Roma.
    Nn cambiero mai sono romano e romanista nato per tifare la cosa più bella del mondo

  24. Paolo B says:

    Olandese volante sei troppo forte…😁🤣😂😁🤣😂

  25. Luca says:

    Non capisco tutto questo caos,per non aver rinnovato il contratto ad un calciatore che questo anno ha fatto una partita e poi doveva stare un mese fermo,poi ritentava a giocare un altro mese fermo.
    Però bisognava rinnovare, altri due tre milioni l’anno al giocatore per fare cosa in campo non si sa.
    Tanto sono sicuro che queste lacrime di coccodrillo di tutta questa gente finta , sarebbero stati insulti feroci se Pallotta avesse rinnovato a De Rossi e lui avesse fatto la solita stagione da ex calciatore.
    Avendi ha rinnovato a quer finito de De Rossi pe’ non compracce er campione a centrocampo.
    È chiaro oramai questi come fanno sbagliano anche quando fanno la cosa giusta popolare o impopolare che sia

  26. Claudio 77 says:

    Il Trastevere gioca i playoff in serie D, magari arriva in C.

  27. Nome says:

    Secondo i calcoli de linkiesta.it De Rossi nel periodo 2004-2019 ha incassato dalla Roma ( e quindi dai nostri abbonamenti allo stadio e alle Tv) 56milioni netti di euro esclusi i bonus !!!…è stato un grande giocatore ma cosa abbiamo vinto!!! tutti questi pianti per il non rinnovo mi sembrano onestamente una sceneggiata mediatica poco opportuna

  28. Orsoaustralis says:

    Si legge altrove, in questo sito, che parrebbe (condizionale d’obbligo) che il De Rossi abbia proposto alla Roma un contratto a gettone da Euro 100,000 a prestazione, contratto poi dallo stesso rifiutato, a seguito approvazione da Boston.

    Cui prodest?

  29. Ivan says:

    Austini un lecchino senza precedenti, tranquillo che Pallotta non te caccia da Trigoria

  30. Stefano55 says:

    Frank,c’ e rimasto sant’ intostacelo,che a ammosciallo c’ e chi ce pensa!

  31. PoP's says:

    2 cose la storia degli 8 anni penso fosse implicito lo stadio già costruito ma sta grande amministrazione capitolina e tutti i corvi e gufi che girano intorno a sta storia ancora nn lo hanno permesso poi marione marione sei veramente un campione mo la mette che lui ce voleva sveja tutti ahahahhahahahaha ma se sei sempre stato tu il primo a smerda de rossi e ricordati che lui lo sa benissimo ^^ anche quelli che fanno un minimo sforzo di memoria lo ricorderanno sicuramente =) e sinceramente è questo che rimprovero più di tutto a sta società di aver legittimato tutti sti cialtroni con le loro sciagurate mosse…

  32. zi bha : FOCENECUP CLUB BALLOTTA NO MO says:

    Vabbe basta chiacchiere.. Se vogliamo cambiare questo stato Di cose
    .. Non bisogna fare piu abbonamento Di Nessun tipo senza passare piu un euro a ballotta.. Io non vado piu allo stadio da 2 mesi ormai.. Da me ballotta non prende piu un euro.. Fratelli romanisti (astenersi ballotesi, laziesi, trattoristi e cose del genere) uniamoci siamo la netta maggioranza Noi antiballotta.. Non Andiamo piu allo stadio è vedrete che ballotta se ne andra, non ce altro modo

  33. Un capitano says:

    Pasquino bevi de meno

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili