“ON AIR” – PRUZZO: “C’è una Roma di coppa e una di campionato”, CATALANI: “Ho visto una squadra semi-svuotata”, AUSTINI: “E’ stato il derby che mi aspettavo”, ROSSI: “Ora va mantenuta la massima concentrazione”, GALOPEIRA: “La Roma ha il calendario peggiore”

Apr 16, 2018 31 commenti by

onair2
SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.

Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Calendario più difficile per la Roma? Non lo so… E’ vero che sia col Genoa che col Chievo non saranno sei punti acquisiti come tutti pensano… la Roma troverà due squadre che si chiudono bene e che hanno messo in difficoltà anche le altre…dovrai sudartela… Non so quanti punti servono per arrivare almeno quarti, ma devi provare a vincere le prossime quattro partite…che però sono di intralcio alle due partite col Liverpool… E’ stato esattamente il derby che mi aspettavo…mi aspettavo una Roma che non sarebbe riuscita a interpretare con la stessa forza della partita del Barcellona… E poi come si fa non pensare al Liverpool? Lo so, è sbagliatissimo…ma la crescita non arriva da un giorno all’altro…è un percorso…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Dispiace un po’ per il risultato di ieri…perchè in teoria con quel popo di squadra va a giocare contro una squadra che ha un giocatore e mezzo…Milinkovic e Immobile…e un buon allenatore presumo… La Roma, dopo quella prestazione col Barcellona, si pensava avrebbe fatto carne di porco della Lazio…e invece la Roma soffre le squadre che giocano tutto sulla difesa e sulle ripartenze… La Lazio non ha rubato niente… Questo pareggio sposta poco o niente… Io penso che la Roma abbia il finale peggiore di campionato… La Lazio e l’Inter incontreranno squadre che non hanno più niente da perdere in campionato… Immagino cosa farà Ballardini col Genoa qui a Roma… La Roma quarta non ci arriva: o arriva terza o arriva quinta…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Il derby è passato, la Roma ha dominato tranquillamente…ha preso due pali e una parata di Strakosha… Loro hanno menato non avendo trame di gioco importanti…e quando una squadra vede una semifinale che si giocherà tra qualche giorno, bisognava stare attenti… La Lazio ha fatto un calcio antico, quando si minacciano i giocatori avversari…sapendo che sono più forti, gli hanno fatto capire: “Guarda che non ti faccio giocare col Liverpool…“…questo il succo… Lazio cattiva sotto al profilo dell’agonismo ma normale per il resto… La Roma l’avrebbe potuta battere giocando al minimo…penso che la partita finiva bene se terminava 4 a 1 per noi… La Roma ha fatto la partita cercando di gestire i poveri laziali che si dannavano l’anima pensando che pure questa non la potevano perdere… Loro sono una squadretta che ha fatto questo exploit…”

David Rossi (Roma Radio): “Ci siamo tolti il dente del derby… Manteniamo il vantaggio in caso di arrivo a pari punti… Complessivamente un derby brutto, a me non è piaciuto moltissimo… Partita sporca… Ora giochiamo col Genoa e poi con la Spal, e due partite più sporche di queste non ci stanno… Roma-Genoa sarà una partita dura, difficile, molto complicata… non dovete pensare che siccome abbiamo fatto 3 gol al Barcellona allora adesso facciamo 8 gol al Genoa, non è così… Qui si mettono tutti dietro alla linea della palla, e la Roma fa fatica contro squadre che giocano così… Non pensiamo di aver già fatto sei punti contro Genoa e Spal, perchè non è per niente così… Cerchiamo di uscire dalla serata di ieri con delle consapevolezze: la Roma gioca meglio in Europa perchè trova squadre che giocano a calcio, mentre in Italia si tende a difendere e a far giocare male le altre… Prima di arrivare a Roma-Juve ci sono 5 partite, e dobbiamo vincerle tutte, ragazzi…va mantenuta altissima la concentrazione…capisco che si parli solo del Liverpool ma se arriviamo quinti e ci fermiamo alle semifinali, l’anno prossimo la musichetta non la sentiamo… Col Genoa non mi aspetto un 5 a 0, io spero di vincere uno a zero…e anche a Ferrara, tre giorni prima di Liverpool, non sarà facile…non pensate di andare a fare delle passeggiate…loro si stanno giocando la salvezza…ci aspettano delle vere e proprie battaglie…al Liverpool ci pensiamo da domenica…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Questo derby mi ha lasciato emotivamente una strana sensazione addosso…è stata una settimana talmente particolare che sono arrivato svuotato o poco ci mancava… E’ stata una partita sporca, come dice Di Francesco… Tra andata e ritorno c’è il vantaggio di Eusebio: se arrivassimo a pari punti, saremmo davanti per gli scontri diretti ed è questa la conseguenza migliore di tutto il derby…la cosa peggiore sarebbe stata prendere il gol di Marusic in dieci…sarebbe stata una cosa che ci saremmo portati appresso per anni… E’ stata la partita che mi aspettavo: una Lazio arrabbiata e una Roma semi-svuotata…me l’aspettavo perchè anche io ero così… E’ stato un derby strano, ma è andato bene così…”

Franco Melli (Radio Radio): “Campionato chiuso, vince sempre la stessa società…quella che ha più soldi, quella che ha più acume…ma non se ne può più… Derby? Sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla Lazio, tutti dicevano che fosse morta e invece a tratti l’ho vista mettere la Roma in difficoltà… Radu è statto buttato fuori con severità… Pali della Roma? Ma anche la Lazio ha avuto la sue occasioni…La Lazio esce rincuorata, rianimata, e può giocarsi ancora le sue possibilità… La Lazio non h fatto giocare la Roma, ma non ha messo i pullman davanti alla porta… Schick l’avevo visto in ripresa col Barcellona, e ieri ci risiamo…quando è entrato Under le differenze si sono viste…il problema della coabitazione Dzeko-Schick esiste ancora… Roma-Genoa sarà una partita insidiosa, in genere è un osso in gola…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Derby? La partita non avrebbe visto un vincitore, nonsarebbe stato giusto… Il èpalo di Peres è un gol clamorosamente sbagliato…solo davanti al portiere…quello è un errore grave…così come quello di Marusic… L’espulsione di Radu? Non sono d’accordo con Melli, per me ci stava…è stato ingenuo Radu… Il modulo di Di Francesco va bene col Barcellona ma non penso vada bene con le altre… Così perdi un uomo a centrocampo per inserire un difensore in più… Inzaghi ha confermato di essere un grande allenatore, se solo non avesse questo problema di Felipe Anderson… La Lazio? La partita più difficile è a Crotone che non a Firenze…ma la Roma farà più punti…per me però la lotta non sarà con la Roma ma con l’Inter per il quarto posto…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma la vedo in coppa e poi in campionato, e mi sembra un’altra squadra…non so se mi convince appieno la spiegazione di Di Francesco… Sulla Lazio, non so perchè l’allenatore toglie a un certo punto il migliore in campo… La Roma quando è favorita o deve impostare la partita in un certo modo, fa fatica… Volata Champions? Sono tre squadre con dei limiti, ma anche dei valori…la lotta è aperta… Il calendario della Roma? Tutti dicono che è facile, ma per me sarebbe stato meglio giocare contro squadre che non hanno più niente da perdere e invece la Roma giocherà contro Chievo, Spal, Cagliari…tutte squadre che lottano per salvarsi…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “E’ vero, Alisson non ha fatto nemmeno una parata…ma anche per colpa degli attaccanti della Lazio… La Lazio ha dimostrato di potersela giocare per la Champions fino alla fine…”

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 31 commenti

  1. Semplice - Pallotta il grande says:

    Cialtroni.

  2. rollo says:

    Ridicoli dimenticate che si gioca ogni tre giorni….la Champions però..che toglie molte energie soprattutto mentali e cmq 2 pali..

  3. Amedeo says:

    Le radio sono la valvola di sfogo del tifoso lamentoso. Infatti offrono il prodotto che quest’ultimo richiede. L’interesse e gli ascolti aumentano quando le cose giallorosse vanno male e, in ragione di ciò, per i media locali è preferibile che le stesse vadano in quella direzione. Dopo Roma-Barca di cosa dovevano parlare? Non c’erano argomenti di discussione.
    Per fortuna la gran parte del tifo giallorosso è extra GRA (mai avrei creduto di salutare una tal cosa), e la lontananza è l’antidoto ideale per non essere contagiati dai vari radioloni. (Uno spaccato di questa controversa realtà è presente sul sito). Martedì lo stadio era pieno di gente arrivata da fuori, felice e estasiata, totalmente priva delle fisime che colpiscono chi è anestetizzato dalle radio.

    • Fabianone says:

      Quello che dici non trova riscontri, che ti sei messo a controllare il documento della gente che entrava allo stadio? A differenza tua io c’ero e sebbene ci fossero molti gruppi che venivano da fuori la maggioranza era costituita dagli stessi che ci sono quasi sempre.
      Quanto alle radio seguendo questo angolo mi sembra che le ascoltino di più quelli che non abitano a Roma sempre con le dovute proporzioni.
      Se poi uno dice che in 3 partite di campionato la Roma ha fatto 2 punti ed un gol che non sono numeri esaltanti non credo che abbia fatto nessun pianto ma constatato la realtà dei fatti.
      Sono d’accordo sul fatto che come ha detto anche Pruzzo c’è una Roma di coppa che piace e stupisce ed una di campionato che fatica e spesso delude.

      • Amedeo says:

        Fabianone, se scrivo che è lunedì, tu mi ribatti che non è vero dicendo che oggi è il giorno dopo domenica. L’andazzo ormai è questo. Se qui solo per replicare e mai a ragion veduta. Tra l’altro – parafrasando te – hai problemi con l’italiano. Non ho detto che all’Olimpico l’altra sera c’era più gente da fuori che di Roma, ma che, nel complesso – e su ciò non potrai mai contraddirmi, la gran parte del pubblico romanista è ormai collocato extra GRA. E ciò è un bene, credimi.

        • Fabianone says:

          Se parlando di Roma Barcellona mi dici “Per fortuna la gran parte del tifo giallorosso è extra GRA ” il riferimento non puó essere casuale. Ti sbagli, per me si può parlare di ogni cosa senza preclusione mentre è diverso quando si vuole attaccare per forza qualcuno per partito preso.
          Non so se è come dici tu, a Roma c’è molta passione e questo porta ad avere alti e bassi come è normale Che sia dato l’andamento della squadra.
          Che poi chi sta fuori sia meno intossicato è vero ma non sono d’accordo sul fatto che sia quello il tifo genuino.
          Per ciò che concerne le radio, che ci devono campare ormai è noto da tempo ma è altrettanto vero che i dibattiti come le pagelle e tutto il resto fanno parte del mondo del calcio da sempre,chi non vuole partecipare non è obbligato a farlo.

        • Step by Step PIAGNOLONE UEEEEE! UEEEEEE! says:

          Non so a voi,ma a me la Roma ha rovinato 2 matrimoni,Pasquetta,la gita a Caracalla,3 completi di lino,in prosciutto San Daniele,il torneo di Scala 40 e la messa in piega.

          • Fabianone No sposati con la qwerty says:

            Al massimo ti ha distrutto la batteria dello smartphone per scrivere qua sopra.

    • Ziopeppo says:

      Confermo Amedeo, infatti ogni volta che giochiamo con il pubblico casalingo c’è sempre una strana “aura” tra la sfiga e la maledizione di mariolona provenienza…

  4. Verità says:

    À melli fracicone, avete avuto solo UNA occasione punto, l’espulsione era SACROSANTA e poi agli ultimi venti minuti non avete messo i pullman ma tutta la metropolitana davanti alla porta!

  5. valens says:

    e se l’avrebbero presi loro i due legni? siete convinti che avrebbero detto la stessa cosa? hanno notato che allison non ha fatto una parata? ha giocato da libero……….. spero solo che i tifosi capiscano che interagire con questi 4 cialtroni non ne vale la pena

  6. Chesterton says:

    In effetti solo se si comprende che in realtà sta vendendo un prodotto e recitando un ruolo – cioè quella del capopolo, l’aizzatore di una certa figura di tifoso – è possibile spiegare le parole deliranti di Mario Corsi.

  7. albi says:

    Pruzzo calcolando che sei stato il nostro bomber sei diventato il peggio. Non ti sopporto più. Cmq qualcosa di calcio dovresti capirne. Italia+catenaccio, Europa+gioco. Noi per nostri problemi fatichiamo a scardimare catenacci

  8. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Melli Melli pure ieri sera hai visto vincere..ringrazia San Palo e San traversa protettore dei fessi come a te. La roma ieri sera ha giocato da grande squadra, concentrata e tosta, avete solo menato come Fabbri. Se i pali non contano i tori fuori contano ancora meno. Come al solito manco una parola sul zozzone di IGNOBILE che si e’tuffato in area e protestava pure perché voleva il rigore. intanto laziale rosocone collegati su Rai uno DON MATTEO 11 TI ASPETTA. GIOVEDÌ SCORSO HA FATTO IL 25% DI SHARE…ora con voi lazzialotto rosicotti lo share aumentera’..

  9. Mimmo dalla Calabria says:

    Che tragedie che melodrammi e se i pali presi fossero gol che dicevano …ma sara ma io ieri avrò visto un altra partita sicuramente perche quelli con la maglia sbiadita ad oggi diciamoci la verità non sono vere pippe tipo indel ma quelli con la magli giallorossa dove lo vista io mi davano il senso di poterla buttare dentro da un momento al altro quindi se ci soffrono non siamo cosi svuotati oppure se siamo carichi vuol dire che non c è ne per nessuno

  10. giallorosso da genova says:

    In realtà questi giornalai da 4 soldi rosicano e tanto !
    La Roma, che comunque ieri ha dominato, veniva dalla partita col barca di martedì che ha tolto più energie di quelle che ha sprecato il lanzie col salisburg e nonostante questo ieri sera ha colpito due legni, ha fatto fare un mezzo miracolo a stracoscia e un tiro di Dzeko che ha sfiorato il palo col portiere che non ci sarebbe mai arrivato. La lanzie cosa ha fatto un mezzo tiro salvato da Elsharawy ! S.T.O.P. ! Detto tutto questo col pareggio di ieri siamo sopra all’ inter e in virtù dello scontro diretto dell’ andata con le quaglie siamo davanti, quindi il pari di ieri vale quasi come una mezza vittoria, con il risultato di martedì e il pari di ieri è stata una settimana quasi perfetta, cosa si può chiedere di più ! Questi…

  11. datzebao (ex Matteo) says:

    La Lazio vuole andare in Europa per poi farsi buttare fuori per pensare al prossimo derby per andare in Europa. Così si tutela il calcio italiano.

  12. Enrico da Mallorca says:

    Albi sono con te alla grande…
    Sembra quasi sia geloso …
    Roby vive di passato …
    Ci ha salvati dalla B sicura nel 79 se ricordo bene con un gol all ultimo minuto….potrei sbagliarmi avevo 10 anni …
    Ma lo scudetto non lo vinse da solo….
    Ricordo un paio di signori all epoca che furono protagonisti quanto lui…
    Sebino Nela..
    Ubaldo Righetti….
    E un altro ancora il Principe…
    Giuseppe Giannini….
    O forse dovremmo parlare di Ago ?
    Immenso capitano ?
    Ciccio ?
    Bruno ?
    Paulo Roberto ?
    Tu avevi attorno giocatori fortissimi….
    A Robbe’ l umiltà non è certo la tua migliore qualità…
    Esiste solo la Roma….

    • Mr White says:

      Beh, oddio, Giannini protagonista l’anno dello scudetto direi proprio di no. 18 anni, zero presenze.

  13. Erik971 says:

    La Roma ieri non ha preso 1 punto, ne ha presi 2 infatti ora se arriva pari è davanti alla lazio, quindi è come se fosse 1 punto avanti ad inter e lazio. Oltretutto le 2 devono scontrarsi tra di loro quindi la Roma può permettersi di fare 2 punti in meno di loro Mancano 6 giornate: L’inter affronta più o meno le stesse nostre avversarie, (Cagliari, Chievo, juve e Sassuolo, loro hanno Udinese e lazio, noi spal e Genoa), la stanchezza c’è ma dipende solo da noi a partire da Roma-Genoa (c’è pure da riparare la loro fortuna all’andata!)

  14. Micho says:

    Austini nn avevo dubbi…..sempre er solito….te l’avevo dettista sempre Forza Roma

  15. Io Non Ho Cugini !!! says:

    Laziale Barbara D’Urso

  16. Sciabbolone says:

    Aldo Biscardi era un genio: inventata una notizia di sana pianta (uno sgubb) e ci faceva un’ora di trasmissione. Corsi e Melli sono figli suoi…solo un po’ più deficienti.

  17. Rod says:

    Penso che la Roma non possa essere davvero competitiva fino a quando non avrà una panchina all’altezza. Non puoi schierare gli stessi uomini che hanno vinto con il Barca…..in quindi giorni la Roma avrà 5 partite….io non penso che si possano reggere questi ritmi senza dei ricambi validi che non penso siano i vari Gonalons, Gerson, Peres, Silva, ecc ecc.
    Poi è ovvio che vengono fuori queste partite.
    Ieri si poteva vincere con un pò di fortuna in più ma fino a che la Lazio è stata in parità numerica ha meritato il pari.
    Il rischio come al solito è di fallire su tutti i fronti.
    Comunque a questo punto, la vera priorità diventa la champions. Incredibile ma vero. Sarebbe davvero un peccato non cogliere l’occasione per disputare la finale.

  18. Everybody says:

    Dell’altri radiofonici sorvolo….

    Ma quando leggo il Melluccio nostro, mi pervade quel senso di leggiadria. …
    Leggera,sottile quasi soave….

    Potrei lievitare. …..

    Evviva la Roma ed anche la patonza. ….

  19. Zenone - La Roma è una Fede non è un'Opinione says:

    Dalla Roma si pretende ,in ogni partita ,Amichevoli comprese:
    1) vittoria 2) con 3 gol di scarto 3) bel gioco.. tutto questo,insieme

    Quando manca solo 1 di queste 3 componenti ,giù critiche…e che fa schifo…e che i rinforzi…e che la lazio senza quattrini….

    Non sarebbe invece il caso di essere contenti e ringraziare l’Artefice di questo, il presidente Pallotta? E farla finita con le lamentele…le lacrime…i singhiozzi…in una parola…essere Piagnoni…

  20. Stefano says:

    Ripeto quello che ho detto ieri nel post partita: la ROMA ha invertito la storia. Qualunque altra ROMA del passato, dopo il 3-0 al Barcellona, ieri avrebbe perso. Non averlo fatto dimostra un riscatto verso la storia ed i pali e l’occasione di Marusic lo dimostrano.Si è invertita la tendenza. Che non lo capiscano alcuni tifosi superficiali o di primo pelo passi, ma che ne parlino questi pseudo comunicatori fa capire quanto siano in malafede. Perdere ieri era l’addio al quarto posto, ora invece abbiamo ancora il naso davanti e dipende solo da noi. Certo se poi non fai il tuo allora peggio per te, ma la cosa si è messa per la china giusta. Non capirlo è da persone in malafede.

  21. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Stefano ma la malafede, sopratutto tra gli Ilaria e i Melli e i fokolazzio, abbonda, sicuramente E’MALAFEDE INTELLETTUALE. VEDI se parla Mattioli dopo l’ennesima figura un Champions, una squadra che vince 7 scudetti di fila e manco una Champions, con due finali perse con 7 gol sul groppone, in due partite? Certo!ma sempre 7 cocuzze sono. E il pezzo di m..dì Mattioli scompare, per poi riapparire sulle vittorie. Bello a fare così ehhh..segue..

  22. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Qualcuno dirà perché non glielo dici in diretta? Ho provato più di una volta, ma stranamente quando squillava, non ricevevo risposta. Allora, grazie a giallorossi.net, glielo scrivo qua sopra tanto lo so che leggono i nostri messaggi.

  23. Stefano55 says:

    In realta’per me non esiste una roma per campionato e una per la coppa. Soltanto che in coppa ti lasciano giocare di piu’, e ti lasciano piu’spazi. A guardare bene abbiamo trovato piu’difficolta con bologna, crotone, e sassuolo che con il barcellona! Se il barcellona avesse giocato come la lazio non so se avrebbe preso tre gol.le squadre italiane quando si chiudono, sono dure per tutti.

  24. (Laziale scherzo della natura) says:

    Ultime tre di campionato 2 punti
    Cesarone se c’è na cosa sui cui
    Non sbagli mai è che porti male assai!!

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili