“ON AIR!” – PAGLIA: “Conte? Non c’è stata una trattativa”, CATALANI: “Non c’ho mai creduto”, GALOPEIRA: “Domenica abbiamo visto la risposta dei giocatori”, DI GIOVAMBATTISTA: “Ora Gasperini, altrimenti Pallotta farebbe una figura di m…”

Mag 07, 2019 51 commenti by

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Il nostro comportamento su Conte è stato ineccepibile.. Abbiamo detto che la Roma parlava con Conte, ma vi abbiamo detto che lui aveva progetti più affascinanti… Io non posso sperare di sposare Belen, e poi siccome lei mi dice di no non posso rimanerci male perchè non erano le mie aspettative… Io ho fatto tutto per corteggiarla, ma questo non vuol dire che la mia vita è finita… Sarebbe stato giusto sperare che Conte arrivasse, ma non credere che lui fosse il salvatore della patria… La Roma ha tentato di tenere più possibile blindata la risposta di Conte…che doveva fare, un comunicato? Ha tentato di tenerla nascosta ai giocatori più che ai tifosi…ed eccola qua la risposta dei giocatori! Se vi scrivono che Dzeko e Manolas restano solo se arriva Conte, ma come fate a non pensare che questa è una società de mer*a…e invece dovrebbero dirvi chi sono le squadre che vogliono Manolas… E non lo dico contro Manolas, ma contro chi vi scrive queste cazzate…vi hanno scritto che veniva Conte con Lukaku, porca la miseriaccia… Se arriva Conte, è merito di Totti…se non arriva è colpa di quel deficiente di Pallotta…che magari lo è pure, ma a me di lui non mi frega niente…io difendo la Roma da come viene raccontata! Voi da qui non avete mai sentito dire che arrivava Conte…mai…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Su Conte non c’era questa prospettiva così’ certa, tutt’altro…io sono da giorni che vado dicendo che non trovavo un motivo per cui Conte sarebbe dovuto venire alla Roma… Uno che sa questo ambiente com’è, perchè dovrebbe essere stimolato a venirci…e con una proprietà che ha i suoi problemi e delle difficoltà a investire… Intanto da ieri sera la Roma è sesta, visto che il Milan è sopra negli scontri diretti…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “E’ sempre più difficile parlare della Roma…ed è sempre più difficile avere ragione…ogni volta che azzecchiamo qualcosa, che poi è sempre da undici anni, è sempre qualcosa di non positivo…con questi non si va da nessuna parte… Conte ha detto le stesse cose che hanno detto Guardiola e Mourinho…la cosa grave è che noi ci crediamo… E non per Conte, che tutta la città era in ginocchio per lui… Dice testualmente che oggi le condizioni non ci sono….non so che dire…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Da ieri sera sei sesto in classifica…in nove partite sei andato peggio…hai fatto 15 punti su 27…ma perchè dovresti andare in Champions League… Su Conte sono tutti sicuri dove allenerà, ma io non lo so…”

Alessandro Paglia (Roma Radio): “Conte dice che non verrà alla Roma…per chi ci ascolta sa che sulle trattative di mercato, anche quello degli allenatori, noi siamo sempre andati cauti aspettando l’ufficialità…apro e chiudo parentesi: la Roma un allenatore già ce l’ha… Noi abbiamo sempre cercato di andarci molto cauti… Se andiamo a vedere cosa è stato scritto, sono stati fatti tutti i nomi degli allenatori che cambieranno panchina: da Gattuso a Jardim, da Conte a Moruinho…insomma si scrive tutto e il contrario di tutto… Fatto sta che quella che non è stata di fatto una trattativa, a quello che so io, viene ufficializzata dall’allenatore più conteso nel momento in cui dice che per ora non ci sono le condizioni, in futuro chissà… una dichiarazione in stile Ancelotti… detto questo, da ora in poi io non corro dietro alle voci di possibili allenatori o ds non lo faccio…non è il nostro stile…a noi importa il campo…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “La possibilità di Conte non c’è mai stata…l’unica persona che gli ha detto sì è Giampaolo… Se ora sono preoccupato? No…per me non cambia niente…io ho sempre saputo che non sarebbe venuto… Chi viene ora? L’ultima notizia che ho avuto era su Giampaolo…

Francesca Ferrazza (Rete Sport): “Il mio articolo di qualche giorno fa non era su delle sensazioni, avevo delle frasi dette dallo stesso Conte…Ma come mi permetterei di scrivere una mia sensazione…Ma perchè mi devono dire che devo fare la lavatrice o fare il sugo…c’è sempre un pregiudizio…bisogna sempre fare il triplo della fatica in tutti i posti di lavoro per avere credibilità… ”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Su Conte ho sempre detto che l’allenatore non era in discussione, mentre l’uomo sì e per questo non mi esaltava l’idea di vederlo sulla panchina della Roma… Ma essendo uno che dove va vince, mi avrebbe fatto molta curiosità vedere come si sarebbe mossa qui… Ma ormai va escluso completamente dalla prospettiva romanista…ma era chiaro da giorni che l’indirizzo era cambiato all’improvviso…qualcosa alla Roma qualcosa secondo me aveva già comunicato, sarebbe inelegante rispondere tramite un giornale… Lui andrà in una di queste due società: Inter o Juve… Che cosa non lo ha convinto? Mi rifaccio alle sue parole, vuole andare in un club dove si può vincere subito, e alla Roma è complicato vincere già dal prossimo anno…la motivazione principale è questa… La Roma ha provato a fare di tutto per farlo venire qui, gli ingaggi di Petrachi e forse Bertelli ne sono la dimostrazione…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Conte non si fidava del programma che gli era stato presentato…se ci fosse stato già l’emiro sarebbe venuto perchè a lui Roma piace moltissimo… La Roma già sapeva che Conte aveva risposto di no, e immagino si sia già mossa…ma ora rischia di trovarsi spiazzata perchè rischia di perdere anche Ranieri… Giampaolo è sicuramente un signor allenatore, anche se un po’ piagnucoloso e forse non adatto alla grande piazza, ma sembrerebbe un ripiego… Gasperini? Ma secondo voi lascia ora l’Atalanta che quasi sicuramente gioca la Champions per andare in una squadra che non la farà… Al momento non la vedo mica come una promozione…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Tra l’Inter e la Roma non c’era partita…il progetto della Roma non piaceva, quello dell’Inter sì… Suning investe e porta a Conte i giocatori che vuole… è tutto lì… Gasperini alla Roma? In questo momento non possono contattarlo, visto che sono in lotta entrambe per la Champions…Ma guardate che anche Gasperini se viene qui ha delle richieste…non è uno che accetta supinamente, altrimenti fa la fine che ha fatto all’Inter…lui vuole i giocatori che ti chiede lui…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Gasperini alla Roma? Ribadisco quello che ho captato…che c’è la consapevolezza di essere al momento decisivo della carriera, e che c’è la possibilità di trovare una soluzione alternativa…. L’idea di trovare un’alternativa c’è nella testa di Gasperini…ora vediamo come evolve la situazione… Io penso che una nuova chance un allenatore come lui la prenderebbe in considerazione…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Togliere Gasperini all’Atalanta è più difficile di prendere Conte, che almeno era libero e poteva decidere da solo… Se l’Atalanta glielo consente, chapeau…ma bisognerà dargli almeno due giocatori…. Però sappiamo che Gasperini si guarda intorno… Per me questa bocciatura di Conte alla Roma è molto grave…a questo punto Gasperini sarebbe eccezionale per il progetto Roma, fa crescere i giocatori che poi te li puoi rivendere alla grande… Io Pallotta oggi lo faccio, altrimenti ci faccio una figura di m…”

Redazione GR.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 51 commenti

  1. Roma=Amor says:

    Che schifo!!!

    • Ilario - no allenatori provinciali, no p&p, no plusvalenze. says:

      pallotta dici? Perfettamente d’accordo.
      Quest’anno s’è superato: c’ha impiccato la stagione 19-20 e le successive (finquando sparirà) col “mercato” fatto per la 18-19.
      Grazie a pallotta e al messia dei cesaroni sbrodolanti.
      VERGOGNA.

  2. Roma=Amor says:

    Come i sorci….. E Di Giovambattista ancora parla?!

  3. Simone says:

    Conte chi?
    Forza Roma

  4. Roma=Amor says:

    E cmq, per coerenza, perché io una coscienza, un pensiero ed una logica ce l’ho, questa corsa della stampa ad “accaparrarsi” Conte, mi pare quella dei fischi all’avversario: di quand’è quest’intervista di Conte? Perché ciccia fuori ora? Perché la gazzetta si diceva fino a ieri possibilista di Conte alla Roma? Stai a vede’ che i giochi non sono ancora fatti… A me sembra che finora è stata esternata la loro volontà, la loro chiave di lettura. Perché se Conte resta in Italia, la Juve (che non si espone mai a caso) si da fuori, il Milan è ridicolo, la Roma “è esclusa”, e l’Inter voglio vedere come se la sbriga col ffp, Conte ndo kazzo va? Per me la Roma è ancora in gioco..

    • Daniele says:

      Hai rifumato?E daiiiiiiiiiiiiii facci fumare pure a noi…………….passala……….e daje…………..

    • Diego says:

      Caro Roma=Amor,non credo che,per quanto siano una categoria molto discutibile,alla Gazzetta vadano pubblicare un’intervista vechia di mesi.Sarà di ieri! L’Inter,purtroppo quest’anno uscirà dal FFP e con Suning che versa ogni anno circa 100 milioni nel club attraverso sponsorizzazioni è,ad oggi e purtroppo, molto più potente finanziariamente di noi.Lo scorso anno i loro ricavi sono stati superiori ai 300 milioni e senza CL.Quest’anno,con la CL.sfioreranno o addirittura toccheranno i 400. Hanno unì’indebitamento mostruoso ma è verso la loro proprietà stessa,quindi.al momento, poco incisivo.Lo sarà il giorno in cui Suning vorrà quei soldi indietro.Per me,ringraziando molto Pallotta,senza cambio di prorprietà,sarà difficile competere costantemente,anche con lo stadio.

  5. Lupo says:

    Servono i giocatoriiiiiiiiiiiii non gli allenatori…

  6. Mark Black says:

    è uno spasso vedere come i vari camerieri di questa società si stanno arrampicando sugli specchi dopo le parole di Conte e tutto quello che hanno detto, peccato che oggi non c’è il re dei servi Austini. La realtà è che era facilmente ipotizzabile che Conte non sarebbe venuto qui, lui vuole un lauto stipendio, che gli vengano comprati i campioni e che quelli che ha in squadra non vadano via, tutte cose che questa proprietà non può dare, visto l’operato di questi anni: il migliore, e + pagato, allenatore preso è stato Buciano, che era fermo da 2 anni dopo l’esonero allo Zenit; di campioni presi giusto Dzeko (Salah era ancora un’ottimo prospetto) e di giocatori forti venduti c’è una lista infinta che parte addirittura da Borini (anche se poi non si è confermato sui livelli di Roma)

    • ALEs says:

      Messaggero, Cds, Radio Radio, Rete sport, Centrosuono, Sky, Gazzetta, Repubblica, Tuttosport, Rai eccoli i vostri idoli che ogni santo giorno massacrano la Roma, inventano idiozie, fomentano i meno pensanti, leggende metropolitane montano e le notizie da false diventano vere, lo stadio diventa una speculazione, i 5 anni di Champions diventano un fallimento, una semifinale diventa casuale, le competenze societarie con sponsor e fatturati non contano. Anche se Pallotta fosse il peggiore dei presidenti al cospetto di questa gente lo difedifenderei.

  7. leo59 says:

    a corsi mo so 11 anni tra un po gli amercani so arrivati ai tempi de romolo e remo
    ma lo pagano pure

  8. giallorosso da genova says:

    Roma=Amor, pienamente d’accordo con te. Lo sto scrivendo da stamattina su altri post (le tue stesse parole) “intervista” a conte uscita stamattina dalla gazzetta (guarda caso di Milano ..) a me risulta che la Roma (indipendentemente dal piazzamento in campionato) stia trattando un grande allenatore e che la società voglia ripartire alla grande lo ha detto Totti (mi fido più di Totti che della Gazzetta ..) per me la Roma sta lavorando sotto traccia e fa bene …

  9. Diego says:

    La situazione è indubbiamente pesante!A renderla così,ha contribuito enormemente questa annata sciagurata,dove abbiamo buttato quanto di buono fatto lo scorso anno,anche in termini di crescita del brand!Questa è una società che ha tanti pregi,ma altrettanti difetti.Una società dove i settori non vanno di pari passo.Stoica la battaglia per lo stadio.E’ stata fatta una nuova sede spettacolare,degna di un vero e proprio top club.Trigoria è stata trasformata ed è diventata uno dei centri di allenamento migliori in Europa! Il media center – sempre a Trigoria- è un qualcosa di clamoroso,così come lo sviluppo nel mondo digitale e social.Questo dovrebbe essere un corollario di una grandissima squadra ed invece,sotto il profilo sportivo,non si sono ancora raggiunti questi livelli …segue..

    • Monika says:

      Anche nella Juve che è la società più articolata e con costi del personale più alti,il monte ingaggi rappresenta il 70-80% dei costi totali.Nella Roma sembra abbiano pensato prima alla sella e alla frusta,poi al cavallo.Monsignor Fisichella all’inaugurazione degli uffici all’Eur si complimentò per la location ma,poi,tradotto in parole povere disse;”Bella a boisserie,bello l’armadio,belle e cassapanche,ma quanno se vince? “Su Conte,appena subodorata la beffa e il conseguente effetto boomerang,dissi che la società dovesse smorzare le voci,come fatto,con le voci su Mourinho,invece di rinfocolarle con le dichiarazioni di Totti,possibile siano stati così ingenui?O ,forse,continuano ad essere così tanto presuntuosi da non capire che tutto giocava solo a favore di Conte?

  10. Fabianone alias Guardiola says:

    La Roma ed il suo “ non” progetto hanno un appeal pari allo zero per i top allenatori; ormai dopo la storia Spalletti nessuno si fida più delle promesse di pulcinella pallottiane ben sapendo che l’ unica realtà è l’ autofinanziamento estremo.Il discorso Gasp è triste perché se lo chiamassero le strisciate andrebbe anche se non facessero nessuna coppa mollando prima di subito Atalanta è champions;nel caso lo chiamasse la Roma non credo che farà lo stesso ragionamento nemmeno difronte ad uno stipendio più alto visto che hanno dismotrato che anche a Bergamo hanno lavorato meglio.
    Forse se si vuole il mister della Dea bisognerà dargli uno stipendio dai 3 mln in su per farlo vacillare…in più ci sarà da convincere il presidente orobico.
    Dopo il flop difra,Giampaolo fa paura.

  11. Stefano55 says:

    Andando per esclusione,non sono rimasti tanti nomi da contattare.Gasperini da un certo punto di vista,lo preferisco a tutti,non nego che mi piace molto l’ Atalanta quando gioca.Comunque se Conte, va all’ Inter In ultima analisi,Spalletti rimane libero….

  12. Ilario - no allenatori provinciali, no p&p, no plusvalenze. says:

    Cesaroni, per una volta siate civili e chiedete scusa alla Ferrazza.
    La vostra cattiva educazione e i vostri insulti sguaiati, come potete vedere, non hanno portato nulla alla AS Roma: finchè sarà gestita dal perdente di focene che tanto adulate, andrà sempre peggio.

  13. Zenone says:

    Se,come ha detto Catalani,dovesse arrivare veramente Giampaolo,tutta la tifoseria della Roma dovrà andare di corsa a segnarsi ai Centri d’Igiene Mentale,per curarsi una forma di depressione infettiva,finora sconosciuta in patologia umana.

  14. Testaccino says:

    Me fate sape’quando inizia la Fiction de Totti?So 3 giorni che nce dormo

  15. Diego says:

    .. segue… e senza tutto ciò,tutto questo ottimo lavoro infrastrutturale fatto in questi anni non potrà mai essere ottimizzato.Tutto ciò,infatti,è – per un motivo o per un altro e personalmente sono convinto sia rivolto a rivendere il club a cifre importanti- mirato alla crescita del brand.A Trigoria,o forse a Boston, dovrebbero capire che nel calcio la prima cosa che conta per far crescere la notorietà e l’appeal di un brand,sono i risultati e la squadra! Giocatori forti portano notorietà! Squadra forte ottiene notorietà! Squadra quinta o sesta in classifica perde appeal a favore dei competitors che,qualora prendessero il tuo posto,aumenterebbero il loro.Va bene un anno,ma la Roma deve rilanciare immediatamente,altrimenti il rischio e di fare parecchi passi indietro.

    • Monika says:

      D’accordo su tutto,avevo già affrontato l’argomento.Che lo sviluppo dei social media fosse importante,ma conseguente ai risultati sportivi,lo disse Gandini appena arrivato.La Roma ha creato una struttura per dare visibilità al club e agli sponsor,ma la crescita del brand e del club sono sempre e solo legati ai risultati sportivi.Sul media center,personalmente non sono,invece,d’accordo,la società non rientra dei costi e sono solo allivello locale-nazionale la radio,invece, è nata sostanzialmente per contrastare il chiacchiericcio di quelle locali,ma,creare una fotocopia di Stato delle becere radio Romane,sinceramente non è una comunicazione da grande club.La Roma,tra i primi 5 club è l’unico per cui il monte ingaggi dei calciatori rappresenta il 50% del costo totale del personale…

      • Diego says:

        Cara Monika,il nostro pensiero collima perfettamente!Per quanta riguarda la radio-scritto più volte-trovo sbagliato il taglio che gli è stato dato.Becero al contrario,ma pur sempre becero.E’ la brutta copia delle altre(ed è tutto dire).Credo,infatti,che abbia degli ascolti minori.Per di più,potendosi esporre molto meno sulle varie tematiche,risulta assai più noiosa e perdente in partenza.Mi sarebbe piaciuta con dei contenuti diversi,mischiati ad una buona musica,in modo che tutto il nostro popolo la potesse avere almeno tra le radio sintonizzate e dubito che ad oggi sia così.Sul resto,come già scritto,mi aspetto un rilancio pesante sulla squadra,perché un altro anno come questo rischierebbe di sancire una decrescita netta del brand As Roma che,al contrario,deve ancora crescere molto!

        • Monika says:

          Ops,mi sono accorta che il seguito del mio commento è sotto alla prima parte del tuo! -) Perfettamente d’accordo sulla radio,avrebbero dovuto creare un format completamente diverso,avendo l’opportunità di avere calciatori ed ex calciatori a disposizione,affidando la direzione a qualcuno non appartenente al mondo delle radio sportive Romane,coinvolgendo gli ascoltatori in che so giochi sulla storia della Roma coinvolgendo sponsor etc.Mi scuso se qualche parola risulta attaccata e l’Italiano pessimo,ma faccio fatica a scrivere avendo la barra spaziatrice rotta!

  16. Vito says:

    È vero servono i giocatori. Con i giocatori del Barcellona Liverpool Real Madrid…..tutti gli allenatori so bravi

  17. Diego says:

    Adesso,ciò sul quale c’è da riflettere è che,forse,al netto di tutti i miglioramenti fatti da questa società,che ha trasformato la Roma da azienda familiare a multinazionale,si sia raggiunto il massimo raggiungibile con questa proprietà,al netto di annate particolarmente positive,che sono auspicabili,ma sarebbero anche frutto di congiunzioni.Lo stesso stadio,che sarebbe un volano importantissimo per la Roma, anche quantificando gli introiti da esso derivati con un più 80(e sto larghissimo) rispetto ad oggi,terrebbe la Roma sotto l’Inter senza stadio ma ancora a San Siro.Suning infatti quest’anno sfiorerà i 400 milioni di fatturato e questo perché ha una proprietà che,attraverso sponsorizzazioni ad essa direttamente legate,versa ogni anno circa 100 milioni nelle casse dei nerazzurri.

  18. Jeremy says:

    Io a sto punto proverei a prendere mazzarri,uno che è sempre stato sottovalutato ma ha sempre ottenuto buoni risultati e da grinta e disciplina.anche con qualche piccolo ritocco questa squadra con lui farebbe bene.

  19. Cucs says:

    Serve il management.

    • Diego says:

      Alla Roma,non avendo un Presidente presente -e ci può stare benissimo visto che succede in tante altre società,anche di primissimo livello – servirebbe,oltre ad un DS,un CEO con deleghe sportive. In altre parole,servirebbe ciò che fa Marotta all’Inter. Un personaggio che abia grandi e riconosciute capacità manageriali, che si interfacci con la proprietà e ne sia l’unico referente nel club per quanto concerne l’ambito sportivo. Poi sotto di lui un buon DS,senza bisogno di stregoni.. Fienga,Baldissoni etc non sono uomini di calcio e non hanno le competenze per farlo.Saranno bravissimi nel fare ciò che stanno facendo ed è giusto che continuino a farlo, ma serve riempire questo buco di potere nella Roma.

  20. Cucs says:

    Rega che paura avete??? Il reparto digital della Roma è il numero 1 al mondo.. I ricavi sono aumentati in maniera direttamente proporzionale all endangerment scorporation stratisfascion del sito web…. E… Per ultimo.. Ma da non sottovalutare.. Conte ha il parrucchino. Io Co Pallotta me sento in una botte de ferro.

  21. Lando Milone says:

    Giampaolo, già in rotta con la Samp, è ovviamente il tecnico più facile da prendere.

    Gasperini con il quarto posto resterebbe sicuramente a Bergamo per giocarsi una Champions che merita a prescindere da un’Atalanta che qualificandosi non lo libererebbe mai.

    Se la Roma dovesse arrivare quarta ( per me ha ancora un 60%) per Pallotta sarebbe difficile rinunciare a Ranieri. Con ļ’Europa League, non escluderei una sorpresa Mazzarri con Petrachi DS

  22. Roma=Amor says:

    Ciao Diego, dialogo con te e chi come noi… Pienamente d’accordo su tutto, fatto salve che per ottenere il “quadro completo” (programmazione sportiva) negli stessi tempi, occorreva se non la bacchetta magica, almeno un po’ di kulo! Purtroppo ci è girato male quest’anno con Monchi, sennò saremmo in piena crescita anche lì… Ma resto fiducioso! Una società che è cresciuta così a tutto tondo non ricordo di averla mai avuta, perché non credere che otterrà gli stessi successi anche a livello sportivo? Conte o no, Pallotta ci sorprenderà perché mo s’è pure incazzato!!! Io tifo Roma. Sempre e, se possibile, sempre più! A presto

    • Diego says:

      E’ un piacere dialogare in questo modo.Lascio volentieri ad altri l’onere di sfondare tutto e di calpestare la dignità e fierezza di essere romanisti,perculando la Roma in nome di una contestazione verso la proprietà che prescinde da una disamina oggettiva dei fatti.Allo stesso modo,non mi piace neanche chi fa lo stesso errore per difendere ad ogni costo ed oltre i giusti limiti l’attuale società.Per me il “siamo una società di poveracci,ma chi ci viene da noi?” ed il “siamo la Rometta,lo siamo sempre stati ed è già troppo ciò che abbiamo ora,quindi,non lamentatevi” sono parenti molto strette.Detto questo,credo si sia arrivati al momento della verità!Mi auguro in un rilancio forte!Mi aspetto una squadra molto forte ed un allenatore da primi 3 posti,o sarà la fine di QUESTA Roma

  23. Roma=Amor says:

    A chi invece prova piacere delle notizie di oggi (non credo ad un intervista di mesi fa ma di una settimana fa si), auguro una vita più felice di come si mostrano… E che si capisca che la Roma, così com’è, è già di per sé parte di quella felicità. Il silenzio della società è solo un buon segno, preferisco attendere quali risultati otterremo, in campo e fuori. Le parole a sproposito le lascio volentieri agli altri, chi si riempiono di fierezza vuota e se le cantano e se le suonano da soli. Col coro di romanisti davvero indefessi… (Ironico ovviamente!)

  24. Genesio89 says:

    Ora esce fuori che nessuno aveva parlato di Conte alla Roma…senza parole. La cosa divertente è leggere che Suning i giocatori a Conte glieli compra, così come ha comprato i vari Modric e Vidal a Spalletti XD Intanto devono vedere se Icardi resta…

  25. maurizio says:

    Riepilogo: conte prima o poi allenerà la Roma(come ancelotti)ma non ora,sarri resta al chelsea,”gasp” non ha tutta sta voglia di venire,giampaolo fa venire tristezza, ranieri è bollito,de zerbi no abbiamo già dato da sassuolo,mazzarri te pare che cairo lo libera se non libera manco petrachi, mihajlovic no è della lazio.Quindi,per favore,ora pensiamo a fa sti 7 maledettissimi punti per andare in EL

  26. maurizio says:

    Comunque le voci di addio di totti avvicinano di nuovo il pelato (sbolognato per conte) alla panchina giallorossa..risolto il rebus

  27. Jaguar says:

    Marione,ti amo,sei l’unico attendibile che denuncia il fallimento di questa proprietà,i più sono inattendibili e servili ed i tifosi affetti da cecità, o hanno tanti anni davanti a loro,da sperare di vedere ancora un’altro scudetto.

  28. Paola ma ho letto male io o nell'articolo conte dice che non andrà ne all' inter nè alla juve? says:

    l’unica cosa che mi da fastidio è che a Roma non ci viene “perché non ci sono le condizioni per vincere” all’inter dice solo che non ci va, si vede che vede cose che noi umani non possiamo immaginiamo (anche loro sono sotto fair play). Siccome dice anche che che lui va in una squadra dove può decidere e controllare tutto e che non vuole fare il gestore vuole dire che non va neanche alla Juve)??. Penso inoltre che dovremmo darci tutti una calmata perchè questo ambiente spaventa tanti allenatori, c’è qualcosa di malato. Secondo me è una delle cose oltre ai soldi, ai giocatori all’organizzazione, ai progetti che fanno da deterrente nella decisione di venire o meno.Un ultima cosa spero che in un futuro la Roma diventi così forte da essere lei a rifiutarti come allenatore. Forza Roma!!!

  29. AndreaVE says:

    Senza Conte, competenza e programmazione…
    Fate la conta di quanti giocatori usciti dalla Roma giocano in seria A, e serie B… Tanti vero…???
    Ora al posto di comperare (a caro prezzo)un qualsiasi giocatore dell Ajax o tale Ten Hag
    Partiamo dai “nostri”, con un signor tecnico A. DeRossi e tra 2/3 anni siamo al loro pari e forse tra qualche anno come il Barca..
    Roma caput mundi..!!!

    • Ilario - no allenatori provinciali, no p&p, no plusvalenze. says:

      Partiamo dai nostri!?
      Se poco poco ne esce fuori uno forte davvero quello pallotta se lo vende subito subito.
      Ma de che stamo a parlà!?

  30. Sciabbolone says:

    Ferrazza, non c’è pregiudizio nei tuoi confronti. Ripeto, le regole che un giornalista deve seguire quando scrive un articolo sono semplici: specificare chi, cosa, come, dove, quando e perché.
    Tu ti fermi sempre al chi….

  31. Timothy says:

    Bravo Pallotta…vai cor tango!!!!

  32. Fabianone alias Guardiola says:

    L’Atalanta ha la differenza reti a favore e quindi un arrivo a pari punti la favorirebbe.Facendo i conti della serva alla dea basterebbero 6 punti in 3 partite anche se noi facessimo il pieno. Al momento la banda Gasp deve temere il Milan contro il quale ha uno sfavore negli scontri diretti.A livello matematico parlare del 60%è audace e poco realistico,quella semmai è la percentuale che abbiamo di entrare in Europa League;tocca stare pure attenti che se arriviamo sesti e la Lazie vince la coppa Italia ci aspetterebbero ben 3 turni preliminari per entrare nel torneo di Europa “b”.
    Mazzarri a parte che all’ Inter ha fatto sempre bene e non sarebbe male per nulla ma credo che abbia un contratto non in scadenza e Cairo è un osso duro.Dei nomi fatti resta Giampaolo purtroppo.

  33. stefano71 says:

    sarà difficilissimo strapparlo alla dea ma GASPERINI è il migliore di tutti come gioco come pressing come conclusioni basta vedere atalanta empoli 1-1 l’atalanta ha fatto 41 tiri in porta se la roma ne fa 10 diciamo che ha dominato la partita ……ma de che stiamo a parlare……..A TUTTO GASP CONTRATTO 3 ANNI A 4 MILILIONI SENZA PERDERE TEMPO……

    • Ilario - no allenatori provinciali, no p&p, no plusvalenze. says:

      Si, come a EDF.
      Tanto è un’altro mediocre che durerebbe si e no cinque o sei mesi.
      Bergamo è la sua dimensione, che con pallotta siamo diventati una piazza meno appetibile di Bergamo è cosa altra, ma la Provincia di Bergamo nel GRA entra per intero….

  34. AYCE says:

    Gli stessi che appena 3 giorni fa avevano detto: “Conte alla Roma? Io l’avevo capito subito”.
    Così ce so’ bono pure io

  35. lupacremona says:

    Qualcuno dia un po’ di ripetizioni di matematica a Trani (possibilmente quando è sobrio):
    15 punti su 27 vuol dire 1,8 di media a partita, moltiplicato per 35 partite fa 63, che vorrebbe dire 3° posto! Almeno saper fare 2 conti…. quando si dice parlare per dare aria ai denti!

  36. RadicalSchick says:

    Razionalmente ero convinto sarebbe stato difficilissimo prendere Conte. Ammetto però che in cuor mio ci avevo sperato, non per Conte in sé ma per ciò che simbolicamente avrebbe rappresentato ossia la salita di questo benedetto step che non riusciamo a fare. Riconosco i meriti e la crescita extra campo di questa società ma ora il tempo e le “scuse” sono finite: bisogna accelerare sulla parte sportiva allestendo una squadra realmente e constantemente competitiva guidata dalla persona giusta. Non chiedetemi nomi, non so in cosa sperare nemmeno io, però questo deve essere il futuro prossimo.

    Amareggiato vi abbraccio tutti virtualmente e sempre forza Roma

  37. Prep says:

    Il vero guaio non è il non arrivo di conte, ma la mancanza reale di un nome plausibile.
    L’unica nota comica, in questo mare di lacrime, la regala il mago lo Monaco, che aveva dato praticamente per certo l’arrivo di Conte. Ed ha ancora la faccia tosta di parlare in pubblico

    • Ilario - no allenatori provinciali, no p&p, no plusvalenze. says:

      Vabbè…..lo monaco ebbe l’ardire di sostenere che pallotta si poteva comprare tutti i top clubs europei, coi soldi che c’ha.
      Se parla in pubblico dopo ‘sta cosa, che risale a qualche anno fa, fatti due conti.

  38. Reno says:

    0 …..abbonamenti magari se ne va parlotta! Totti lascia questa società che ti stanno umiliando

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili