“ON AIR!” – CORSI: “Pallotta venda la Roma e sparisca”, PRUZZO: “Mourinho si offre, sarebbe un colpo mediatico clamoroso”, D’UBALDO: “Cessione del club? Dipende dallo stadio”, PICCHERI: “L’offerta a Totti è una paraventata della dirigenza”

Mag 21, 2019 32 commenti by

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Totti direttore tecnico? Potrebbe essere…ma per fare cosa? Che significa direttore tecnico? Io credo che Totti voglia impegnarsi in qualcosa di concreto… il direttore tecnico è una figura in disuso… De Rossi? Capisco chi si sente ferito…ma bisogna accettare che tutto passa…è chiaro che si vogliano godere le ultime gocce possibili, perchè non penso che De Rossi possa avere ancora una lunga carriera… La Roma l’ha gestita male..lui non si sente ancora finito come calciatore e pensa di poter dare ancora tanto…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “De Rossi? Scelta strategicamente scellerata, ma non tecnicamente… Lui ha avuto un momento in cui ha temuto di smettere…e a dicembre tu dovevi andare lì e offrirgli un contratto da dirigente…e tutto questo non si sarebbe creato, perchè De Rossi si sarebbe sentito considerato… Io penso che Sabatini lo avrebbe fatto… e la Roma paga l’ennesima disattenzione…”

Ugo Trani (Tele Radio Stereo): “Se Sarri va alla Juve e Conte all’Inter è più di uno schiaffo per la Roma…perchè erano i tuoi due nomi… Gasperini per quello che sta accadendo alla Roma è più funzionale, per la corsa, per gli allenamenti, è più il Conte che non hai mai avuto… Ma io tra Gasperini e Sarri mi prendo tutta la vita Sarri…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Complimenti alla nord per lo striscione a De Rossi, ci voleva coraggio… Domenica di passione all’Olimpico per De Rossi… domenica di passione anche per Pallotta? Non me ne frega niente…spero sia solo una festa per De Rossi, è una cosa tutta sua, lasciate stare Pallotta…si dovrebbe festeggiare e basta… Poi tanto Pallotta ce l’avremo per anni… Ieri abbiamo dato la notizia del Qatar, ed è una cosa che ci fa sperare…speriamo bene…noi speriamo che il poro Pallotta possa vendere la Roma così fa tanti soldi lui e finalmente sparisce…senza rancore…e speriamo che venga qualcuno che faccia vincere la Roma, con o senza stadio…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Se la Roma avesse tenuto De Rossi, quanti giocatori dovevi comprare in quel ruolo: uno o due? Se ne compri uno, se poi quell’uno ha problemi avresti solo De Rossi, ma non sai in quali condizioni… Quindi avresti dovuto comprarne due…e quindi avresti dovuto tenere De Rossi a prescindere dai piani tecnici… Credo che alla Roma abbiano valutato questioni diverse, loro non sono molto contenti di come sono andate le cose in questa stagione, e la rosa della Roma ha una parte determinante…su questo aspetto non ci siamo mai soffermati abbastanza, perchè quando le cose vanno male ci fissiamo sui capri espiatori: prima era Di Francesco, ma senza di lui non hai risolto i problemi… il capro espiatorio non è Ranieri, non è Baldini, non è De Rossi…non esiste un capro espiatorio quando le cose non funzionano, ma esistono una serie di cose che non funzionano, e vanno valutate…La scelta fatta di impeto è stata quella di Conte e il suo no è stato un boomerang per la Roma, soprattutto dopo le sue dichiarazioni…”

Chiara Zucchelli (Rete Sport): “Per De Rossi c’è la possibilità di giocare in Europa…anche per un discorso familiare… un conto è andare a due ore d’aereo, mentre andare al Boca o a Los Angeles, sono dieci ore di volo ed è più difficile da gestire… Già New York è diversa da Los Angeles…sono sei ore di volo e lui ha casa lì… Andare al City da Guardiola? E’ una possibilità…lo corteggia da parecchio…non so quanto De Rossi dal punto di vista fisico potrebbe giocare in un campionato come la Premier, ma lui potrebbe giocare 10 partite e poi l’anno successivo entrare nello staff di Guardiola…”

Stefano Piccheri (Rete Sport): “I mal di pancia di Totti pare si stiano alleviando, ma è chiaro che è una paraventata della Roma….lui era fermamente intenzionato a lasciare la Roma dopo la partita col Parma…e con lui sarebbe andato via Bruno Conti, allettato da proposte della Federazione ma anche della Fiorentina, con Corvino che voleva affidargli tutto il settore giovanile… Ma se perdi Totti e Conti dopo aver mandato via De Rossi qua diventa una guerra senza precedenti, e allora ecco la pasticca dolce a Totti… Ora non so se accetterà o no…ma il ruolo di Totti dovrebbe essere quello di Franco Baldini, e cioè il vero consulente di Pallotta nelle scelte tecniche del club… dalla scelta del ds, alla scelta dell’allenatore e dei calciatori…”

Guido D’Ubaldo (Radio Radio): “Pallotta continua a fare le smentite, ma i temi caldi per la Roma sono tanti a cominciare dalla scelta dell’allenatore, del ds, della gerarchia di chi comanda la Roma e la ridistribuzione dei poteri per capire dove andrà la società nei prossimi mesi… In più c’è la situazione dello stadio, che condiziona inevitabilmente le trattative per la cessione della società nonostante le smentite di rito… Questa vicenda Tor di Valle potrebbe avere sviluppi in tempi brevi… Gasperini-Petrachi? Abbiamo superato il 50%, ma dobbiamo aspettare che il tecnico sia disponibile a parlare e che il ds si liberi dal Torino. Gasperini è un tipo molto rigido quando ha a che fare con il gruppo, e ha bisogno che la società lo sostenga e lo supporti… A Trigoria c’è un progetto di piazza pulita…pochi giocatori verranno confermati, si ripartirà dai giovani…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Totti? Lui ancora non sa niente, è quello che vi ho detto ieri… Ancora non gli è stato proposto nessuno incarico…quando lo faranno, gli chiederà: “Ah sì, e Baldini?”…è quello il problema… Stadio della Roma? Ci sono stati degli arresti…non possiamo ignorarlo…Lanzalone doveva risolvere il problema stadio e abbiamo visto tutti come c’ha provato…quasi mi vergogno ad occuparmi di questa storia… L’interesse del Qatar? Roma come nome vale come Parigi…mi sembra normale che puntino sulla Roma, io ci credo…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Stadio della Roma? Io la verità su questa storia non la conosco…non so, leggo tutto e il contrario di tutto… Se leggo “Il Tempo” mi dice una cosa, se leggo “Il Messaggero” mi raccontano altro…ma qual è la verità?…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma rischia di fare il preliminare il 25 luglio…è uno spauracchio clamoroso… ma Roma una piazza molto appetibile…è una piazza che ti può rovinare, ma se ti capita l’occasione perchè no… Mourinho so che si è offerto a tutti, e sarebbe un colpo mediatico clamoroso…clamorosissimo…ma Gasperini penso che resti il grande favorito… ”

Redazione GR.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta Fgr - 32 commenti

  1. Cucs says:

    Mourinho preferisce andare a lavorare allo zoo che mettese a parla Co Pallotta… Se tratta sempre de animali ma almeno quelli dello zoo non parlano.

    • stefano says:

      dai che se viene er viperetta Moutinho vedi come ce parla volentieri!!!

  2. Magellano says:

    Rassegnati Corsi! L era roselliana é terminata per te e tanti altri…
    Come scritto in un altro post pregate che si faccia lo stadio e si venda ai qatarioti veri altrimenti Unicredit cambierà prestanome da americano a qatariota
    ma quello di facciata e l agonia continuerà…

  3. Claudio Amore says:

    Risposta a lo monaco…non sono contenti? Facessero un bel mea culpa perché i giocatori scarsi al posto dei buoni li hanno presi loro…risposta a corsi….sono d accordo gli facessero fare sto stadio cosi vende guadagna e se lovlevamo de torno

  4. TESTACCINO says:

    So per certo,me lo ha detto un amico che gestisce un banco di Pupazzi a Manchester che Guardiola abbia detto alla dirigenza del City,se non vinciamo la Champions co De Rossi non la vinciamo piu’

  5. Cucs says:

    Pallotta fra un po’ l unico sito web che je rimane è tinder!!!!

  6. Cucs says:

    Pallo.. Se voi fa du soldi.. Viettene in Italia a fa er grande fratello vip… Te tocca spara caxxate x tre mesi… Ma x quello fidate.. Sei er number one.

  7. Nome says:

    Quello di Corsi è l’auguri di tutti i tifosi veri: che Pallotta venda bene, per lui e la Roma e poi vada nel dimenticatoio, pace all’anima sua….

  8. Santi Bailor says:

    Mourinho va alla juve…
    e i tifosi della juve sono in rivolta!

  9. Chico says:

    Ma secondo voi Pallotta si affida a Totti per tutto quello che riguarda il settore tecnico, dopo non esserselo filato di striscio? Sto Piccheri ne dice di cazzate…

    • Monika says:

      Appunto,Piccheri dice che è solo una mossa strategica,un ministro senza portafoglio,visto cheil ruolo che offrirebbero a Totti prevederebbe scelte che,nella Roma,prende Baldini

  10. Semplice - Pallotta il Grande says:

    Anche Piccheri è rispuntato fuori.

  11. Nome says:

    Un concetto emerge qui e là negli interventi, ed è un concetto che condivido e vado ripetendo da parecchio:
    la responsabilità di molti giocatori nella debacle di quest’anno.

    Ripeto, non per sminuire altri errori a tutti i livelli, o limiti evidenti mostrati, ma per non fossilizzarci solo su essi.

    Ci sono dei giocatori che non hanno dimostrato quel professionismo dietro cui si nascondono spesso, specie quando c’è da chiedere aumenti di stipendio.

    Se ne devono andare tutti.

  12. Verità says:

    À trani, per me nessuno schiaffo dal momento che né conte né sarri ho mai creduto venissero alla Roma

  13. Nome says:

    Corsi, e tu quando sparisci? Quando vai in pensione?

  14. 00132 says:

    I 2 ciccioni che dicono che se odiano…due porci uguali

  15. SOLO LA ROMA says:

    corsi: continuano i tuoi complimenti hai tifosi della lazio mentre alla Roma continui a spalare melma tutti i giorni meno male che dici di essere pure della Roma continua cosi.
    focolari: ma perché adesso sai pure legge? io pensavo che sparassi solo ca@@ate dalla mattina alla sera in quella radio questa è una notizia. Forza Roma

  16. Cucs says:

    Al posto de sti 4 americani va bene tutto.. Tanto peggio de così.. M accontenterei de…. Presidente. Er viperetta allenatore.. . Carlo Mazzone Ds.. Totti.. Dg… Marione responsabile alla comunicazione.. Cassano… E poi avoja a fa serate de management.. Richiamano pure er njnja e tra rutti e scureggie almeno se famo du risate. Daje.. Al massimo Pallotta lo tenemo come speede pizza… Je damo una motoretta e consegna pizze.. Avanti e indietro trigoria EUR.

    • KAWA62 says:

      Pallotta speedy-pizza… ahahahahah… a Cucs, c’ho le lacrime agli occhi! ahahahahah

  17. Stefano55 says:

    Se sparisse Pallotta,poi Corsi dovrebbe chiudere la radio,altrimenti di che parla! Quindi indirettamente Pallotta lo mantiene!

    • Ilario - no allenatori provinciali, no p&p, no plusvalenze. says:

      Purtroppo voi ballotta-boys non riuscite mai a essere obbiettivi, la qual cosa vi rende poco credibili.
      In generale fingete di ignorare le malefatte del bostoniano cantate inequivocabilmente dai fatti, parimenti stravolgete ogni realtà a vostro (presunto) favore.
      Nella fattispecie occorre pur a malincuore constatare che Corsi parla in radio da diversi decenni, sicchè ciò che affermi è una eviente panzana.
      La verità è che per Corsi ballotta è un’autentica Musa che interviene puntualmente in caso di scarsa ispirazione a rafforzare la sua narrazione.

  18. 007 says:

    Totti il consigliere particolare di Pallotta.
    Ma lo sapete vero che Totti non parla manco una parola di inglese.
    Totti e’ stato il più grande giocatore italiano del dopoguerra. Io mi leverei gli anni per darli a lui e vederlo ancora in campo.
    Ma devo essere obiettivo. Francesco per back ground per lessico e dialettica, per cognizioni tecniche e finanziarie e’ assolutamente modesto. La realtà e’ questa!!!

    • AlessiaASR says:

      Totti non saprà parlare l’inglese, e molto probabilmente se il club gli affidasse il ruolo di contabile sarebbero guai. Ma se parliamo del lato tecnico e sportivo non c’è partita. Se la Roma deve scegliere un giocatore o un allenatore da prendere, mi fido 100mila volte più del suo parere che di quello di Franco Baldini. Ecco perchè Pallotta invece di chiedere sempre cosa fare a testa grigia dovrebbe fidarsi più di uno che di calcio e di Roma sa come pochi.

  19. grillo1965 says:

    a 007 campa gli anni tuoi , che il capitano se fa i suoi ……..interessi !

  20. Zenone says:

    La juve ha contattato Guardiola 2 mesi fa e gli ha risposto picche; probabile che ci vada Simone Inzaghi e nonostante ciò ,non c’è la cagnara mediatica che si sta facendo qui a Roma, perchè lì vale la regola che quello che decide la società -come con Allegri a suo tempo-quello viene fatto.
    Solo qui c’è la ridicola e autolesionistica prassi che bisogna accontentare la Piazza,la Stampa e le Radio con risultati disastrosi,come nel caso dello Zeman 2.Sono la Rovina della Roma.

    • Monika says:

      La Juve non ha una piazza,i tifosi criticano e si lamentano,poi,la società dimostra di avere ragione vincendo!

  21. Fra74 says:

    Avete fatto caso a tutti i commenti dei radiolari? Convergono tutti sugli stessi 2 argomenti.. I mal di pancia di Totti e l addio di De rossi? Siamo ancora qui dopo anni a parlare ancora solo e solamente dei totem..non c è verso! Non se ne esce! Di cosa fanno. Di cosa pensano. Di quante volte a settimana si fanno la barba ecc.. Quando finirà tutto questo? Quando diventeremo un club dove il club stesso viene prima di tutto e tutti? Come normale che sia…vedi i grandi club. I muri del ghetto as roma sono veramente duri da buttare giù…

    • Ilario - no allenatori provinciali, no p&p, no plusvalenze. says:

      Diventeremo un grande club quando potremo permetterci giocatori da grande club, di quelli che se li hai puoi tentare di vincere qualcosa. Il resto sono chiacchiere.
      Come quelle di ballotta che i grandi giocatori non li ha mai portati, se qualcuno degli sconosciuti presi lo è diventato se l’è venduto subito subito e via dicendo.
      Infatti: zero titoli.
      Non esistono grandi clubs con zero titoli o obiettivo zero titoli nel caso volessero aspirare a diventarlo..
      Non esistono grandi clubs all’insegna di allenatori provinciali, p&p e plusvalenze, questa è prerogativa di clubs piccoli piccoli.

  22. Fra74 says:

    Ilario posso darti anche ragione ma tu dimentichi un po’ di cose.. I soldi delle cessioni Pallotta li ha sempre reinvestiti! È colpa sua se Il Monco gli dilapida 200 milioni in quello scempio di mercati? Ti rammento che la Roma 1anno di Garcia e quella dei 97 punti di spalletti in altri campionati avrebbe vinto lo scudetto se non era x la Juve cannibale(il Milan di Allegri vinse con 82punti).sempre piazzati in Champions. Semifinale lo scorso anno. Introiti aumentati. Stadio già fatto se non era x la malapolitica. Il Qatar che ci vuole è anche merito del bostoniano. Io tutto questo schifo non lo vedo.

    • lupacchiotto says:

      ti quoto in pieno.
      Ieri ho sentito per la prima volta un audio di magliaro a rete sport (non sono di Roma) : ha descritto la situazione a Roma: pupari che , hanno perso dei vantaggi con l’arrivo degli americani che da anni seminano odio..e chi non vuole lo stadio per dare contro a pallotta è un COGL…E!!!

  23. One Love says:

    Come può una persona dire di essere romanista e chiamarsi pallotta il grande?

  24. Fgr says:

    Un microfono unto non fa di te un tifoso.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili

Cancella riposta