“ON AIR!” – LO MONACO: “Lo stadio farebbe grande la Roma e questo non viene accettato”, CORSI: “De Paul? Se arriva uno così, vuol dire che si sta per vendere qualcuno”, PRUZZO: “Gran bel giocatore, può fare tutto”, RENGA: “Ma la Roma fa la collezione di trequartisti?”

Gen 03, 2019 38 commenti by

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Manolas è un professionista esemplare, esce alle sette per andare a cena con la famiglia, e alle nove sta già a casa… Ha solo questa cosa della soglia del dolore un po’ bassa…anzi, inesistente…La Roma dovrebbe trovare un difensore sinistro all’altezza di Manolas, ma vallo a trovare… Si parla di Nastasic…ma non so se sia l’equivalente di Manolas… La Roma deve continuare su questa strada e continuare a fare punti…Io qualche segnale in queste ultime partite l’ho visto…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Nastasic? Meglio sicuramente di Fazio, ma ha avuto un sacco di infortuni, quest’anno le ha giocate tutte, ed è una notizia …ha anche una quotazione molto alta…mi sembra un’operazione complessa… a me non fa impazzire… La Roma ha fatto uno sperpero di punti incredibili, non posso pensare di essere ancora sotto a squadre come Milan e Lazio…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “De Paul? Bel nome… ma se c’è un obiettivo così vuol dire che si sta per vendere qualcuno, perchè l’Udinese non te lo regala… Pare che Monchi se ne sia innamorato quando è andato via a Juan Jesus e Santon durante la partita contro la Roma, ma quei due sono lenti come il brodo… però è bravo sto ragazzo…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Il 2019 sarà l’anno della prima pietra dello stadio, e se non sarà così vorrà dire che chi è contro questo progetto è più forte di quattro giunte comunali… Lo stadio della Roma è un progetto che servirà a far grande la Roma, e questo in Italia non viene accettato da nessuno, mettiamocelo in testa… Con questo impianto verrebbe riqualificata un quadrante della Capitale, crescerebbe il PIL e i posti di lavoro…e tutto a costo zero, tutto a carico di un privato…ma allora perchè non vogliono farlo? Questo progetto ha ricevuto quattro sì, e allora perchè non va avanti? Dicono che Pallotta si arricchirebbe, ma sarebbe clamoroso il contrario…che si fa un investimento a perdere? Alla Roma ci sono dei dirigenti che possono piacere o non piacere, ma sono persone che sanno fare il loro mestiere e io sono contento di avere questa gente ai posti di comando della Roma, a cominciare dall’allenatore che sta dimostrando di saper fare questo lavoro e anche bene…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Visto che la Roma ha un presidente, perchè non viene a farlo qui? Manca un presidente… De Paul per la Roma? Ma no, un altro trequartista? Lui è bravo…ma un altro giocatore in quel ruolo? Che fanno, la collezione? La Roma ha già Pellegrini, Zaniolo, Pastore… La Roma deve tenere a tutti i costi Manolas e Pellegrini, sono tra i più bravi…non ci voglio pensare che vanno via… devono rinnovargli il contratto e togliere le clausole…non capirò mai perchè la Roma mette queste clausole…cioè, lo capisco, perchè così li vende e ci guadagna… Ma Manolas e Pellegrini valgono più di quelle cifre, Manolas vale più di 36 milioni…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Noi avevamo detto che la Juve avrebbe vinto i prossimi dieci campionati, ma ci siamo sbagliati…perchè ne vincerà di più! L’unica speranza sono le milanesi, mi dispiace per le squadre romane, ma è così… De Paul? Bel giocatore…è buono…molto…ma è il gioiello dell’Udinese…e quanto vuole per cederlo? La Roma potrebbe cedere Under, ma lo fareste per prendere De Paul? La Roma per prenderlo dovrebbe vendere un pezzo pregiato, e non ne vedo altri…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “De Paul l’ho visto giocare a San Siro contro l’Inter, questo è un giocatore che può fare tutto in avanti…può fare la seconda punta, l’ala, il trequartista, il regista…tutto! E’ veramente un bel giocatore…a me piace moltissimo…ma l’Udinese se lo dovrebbe tenere, altrimenti perde il miglior calciatore che ha e non può permetterselo vista la sua classifica… Cedere Under per prendere De Paul? Non lo farei… il turchetto ha un suo ruolo definito…io lo terrei…potrebbero giocare insieme…La Roma ha una media punti con la quale non può arrivare da nessuna parte…deve ripartire cambiando marcia e, ad oggi, non capisco come possa riuscirci… Io do il 30% a Roma, Milan e Lazio e un 10% all’Atalanta….”

Redazione GR.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 38 commenti

  1. Nome Testaccino says:

    Embe’lo prendiamo noi…a Bocconiiiiiiiii

  2. prep says:

    lo monaco…. e basta!!!! smettila di parlare a vuoto… ma lo sai in Italia, dello stadio della roma non frega niente a nessuno, capito?
    smettila di frignare e vai a raccogliere i carciofi, che mi sembra un mestiere che ti si addice di più

    • orange IO ME TENGO STRETTA ASTRID (prima che parte..) says:

      una volta che lo Monaco dice la sacrosanta verità ecco il carciofolaro de turno che se sfoga..invece lo stadio a Roma sarebbe epocale,ma al Nord nun je va giù..chissà perchè..

      • prep says:

        finchè ci saranno quelli come lo monaco, che gridano al complotto dei nordisti per lo stadio, noi continueremo a fare la parte dei provincialotti, capaci solo a lamentarsi.
        ma lo volete capire che lo stadio a Roma non sposta alcun equilibrio al nord?
        se lo stadio non si fa la colpa è solo di chi ha governato oppure governa, ma comunque è una cosa interna alla città di roma.
        non facciamo come i tifosi della formellese… noi siamo più eruditi

        • ALVIN says:

          Concordo con Prep al 100%. In Italia la maggior media spettatori a partita ce l’ha l’Inter senza stadio e con Icardi e non Schick. Se a un ragazzino quando sbaglia gli dici sempre che è colpa degli altri è che è il più bravo e il più bello lo vizi e lo fai diventare un ritardato, praticamente quello che capita alla Roma.

          • Gennaro romanista di Rimini says:

            Prep, secondo te a Milano se fossero costretti a (non) vedere le partite come succede a noi all’Olimpico l’Inter avrebbe quella media spettatori? A S. Siro hanno il parcheggio vicinissimo (senza doversi fare la maratona ad ogni partita) e la partita te la guardi in un modo godibile, col campo proprio sotto ogni settore e NON da distanza siderale, con scarpinate indecenti. Questo basta ed avanza, secondo me, a spiegare la disaffezione di una non trascurabile parte del pubblico. Quindi non trovo affatto privo di fondamento il ragionamento di Lo Monaco, anche per la parte riguardante le grandissime ricadute positive dal punto di vista economico, sia per la Roma che per i Romani.

    • sNome says:

      A PrepoLazià, non te magna er fegato ..ha detto Lotirchio che lo stadio lo farete prima della Roma, e se l’ha detto lui …(Q_Q)

      • orange is new black says:

        se parlare di complottismo è provinciale,allora io sono il RE dei provinciali,perchè i complotti esistono eccome,e tu prep devi sapere che già stai vivendo in un complotto..un complotto grosso cosi..!!!!

      • prep says:

        va bene tutto, va bene il disaccordo, però… laziale lo dici a tua sorella

        • sNome says:

          A Sorella Prep … O Lazio Lazio mia, per quanto piccina che tu sei, sempre a Lazie mia sei ! (O_O)

  3. KAWA62 says:

    Ho trascorso a Roma buona parte delle festività natalizie e sono ripartito un po’ sconsolato, sempre più convinto che i Romani non amino più la loro Città. Ma se non la amiamo noi, davvero speriamo che lo faccia qualcun altro?
    E così mi sono tornate in mente le parole di una vecchia canzone di Alberto Fortis, cantautore milanese, che così faceva: “… e vi odio a voi Romani, io vi odio tutti quanti, brutta banda di ruffiani e di intriganti, camuffati bene o male, da intellettuali e santi, io vi odio a voi romani tutti quanti…”.
    Meditate, genti, meditate…

  4. Masetti primo portiere says:

    Grande triplice-fraterno-abbraccio-renga! In effetti le clausole sono a tutto vantaggio della società, che così potrebbe realizzare meno di quanto non farebbe vendendo il giocatore al prezzo che vuole. Un grande acquisto per la categoria dei giornalisti, una grave perdita per il cabaret…

  5. Azgiallorossa says:

    Condivido ogni parola di lo monaco….

  6. Anacronistico says:

    De Paul sarebbe un gran sostituto di Perotti, con caratteristiche e stile di gioco simili.
    Con un centrale di difesa forte (il mio preferito resta N’Koulou), un mediano recupera palloni e senza cessioni eccellenti, la Roma subirebbe un bel upgrade.

  7. SOLO LA ROMA says:

    quelli della doppia radio: voi non dovete parlare del mercato della Roma pensate piuttosto al mercato che ve farà lotito è focolazio quanti giocatori ve compra a gennaio ne riparlamo er 31 de gennaio. Forza Roma

  8. Anonimo says:

    Lo stadio farebbe grande la Roma come dice qualcuno di loro, ma la cosa sarebbe fastidio. La Lega non vuole questo stadio. Vogliono lo stadio delle quagliette formellesi.

  9. Fra74 says:

    Prep ha ragione invece!se lo stadio non si fa oppure il suo progetto è stato così rallentato dipende da cose interne all amministrazione romana. Guerre tra partiti e palazzinari vari. E soprattutto dalla cronica e pachidermica burocrazia italiana!il resto è chiacchiera da bar.

  10. ALVIN says:

    Proprio ieri pomeriggio su TRS, Ciardi e Bersani parlavano degli stadi pieni e degli incassi da botteghino. La squadra che fa sempre maggior numero di spettatori è l’Inter con una media di 65.000 (senza stadio di proprietà).
    Tutti dicono sempre lo stadio e lo stadio… L’impianto di Tor di Valle, te lo dai in faccia se non rinforzi la squadra! La gente (sopratutto i radical chic che vanno allo stadio a farsi i selfie) non entrano per vedere Fazio con l’affanno come i vecchi o Schick col mental coach! La gente vuole campioni dai tempi del colosseo, andare allo stadio è una passione, non una moda da vip! A Roma di salotti di snob imbalsamati ce ne stanno pure troppi.

    • Temperino says:

      Hai detto bene, allo stadio ce se va (chi se lo può permettere) pe passione e amore per la propria squadra. E sta passione non dipende da chi vai a vede’. Altrimenti non se spiega perché 50.000 persone pagavano per vedere le prestazioni di Annoni, Statuto o scarchilli. Per quanto riguarda l Inter, hanno sempre fatto 60/70 mila persone. Pure negli anni (recenti) di jonathan, belfodil e gaston ramirez.

      • ALVIN says:

        Una “botta di vita” ce la possiamo permettere tutti come gli smartphone che usiamo per scrivere qui sopra, un abbonamento magari no. Andare a vedere Annoni con il panino con la frittata era amore, andare a Mosca o Udine è fede, andare a vedere l’addio di Totti con la crema solare e lo smartphone per fare foto come i giapponesi per 120 minuti è da vomito.

    • Masetti primo portiere says:

      Inter e Milan stanno ultimando l’accordo per la richiesta di concessione per 99 anni del diritto di superficie dell’area dove sorge S.Siro. Il Comune ha già dato preavviso di assenso. E lo ristruttureranno. Un leasing condiviso quindi. Se tu pensi che per riempire lo stadio ci vogliano solo i campioni, dovresti spiegarmi perché i posti dell’impianto del Leeds Utd sono esauriti da qui ai prossimi anni. Per riempire lo stadio occorre molto altro, che non si trova più nella maggior parte dei vetusti e inospitali stadi della penisola, Olimpico incluso. Comfort, trasporti, sicurezza, attrazioni. Che ti piaccia o no, lo stadio moderno è una specie di Luna Park. E il Colosseo era un modello di comfort ai suoi tempi, pure coperto. Lascia perdere certi paragoni…

      • Romolus1964 says:

        Qullo si chiama senso di appartenenza, che ti porta a sostenere Scarnecchia o Annoni, perche’ hanno la maglia giallorossa e sono parte della tua tribu’. Una volta che questo e’ sostituito dal business puro, o riempi la squadra di campioni, e offri un prodotto di qualita’, o non ti si fila piu’ nessuno. Una volta passata questa generazione di romanici, allo stadio ci andranno in 20, con sti chiari luna. Personalmente sono sempre meno tifoso e amante del buon calcio, ovunque venga espresso.

      • ALVIN says:

        Il tifoso romanista riempie lo stadio a Roma Barcellona e Roma Liverpool e non a Roma Sassuolo perché non ha le palle riscaldate, la Playstation e l’hot dog portato dalla cameriera in minigonna? Se può interessarti in Brasile o Argentina c’è la miseria più nera e gli stadi sono sempre PIENI (come era all’epoca il Colosseo) Roma, 2,837 milioni residenti nel 2017 e lo stadio vuoto. Sarà forse che Roma ha problemi diversi? Secondo te, la Playstation e la cameriera te la regaleranno? Tu compra Batistuta e l’Olimpico lo riempi, altro che playstation e copertina! Al tifoso devi dare motivazioni, al tifoso devi dare passioni, al tifoso devi dare vittorie! Hungry for glory è diventato Hungry for money.

  11. Gaetano da sarno giallorossa.ZANIOLO NON SI TOCCA says:

    Chiacchiere da bar.
    Allora se ci fanno i torti arbitrali sono chiacchiere da BAR
    SE ci penalizzano con orari indecenti ( da agosto a ottobre a 40 gradi all’ombra) ( da dicembre a marzo solo di notte al freddo e al gelo….) oppure con turni tipo ROMA-ATALANTA LUNEDÌ 20,30. MILAN-ROMA VENERDÌ ore 18.00 tutto a posto chiacchiere da BAR.
    Uno si lamenta dei poteri del Nord ( i finti cinesi rossoneli, osannati, per esempio che potere sono? ) allora e’un provincialotto invece chi piagne le cessioni cosa e’???

  12. Nome74 says:

    Io quando leggo i commenti sullo stadio degli utenti del forum mi viene da ridere. Sembriamo veramente scesi da un altro pianeta e che non viviamo la città nella quale abitiamo. Parliamo di fantomatici nemici, gomblotti peggio dei laziali quando sappiamo tutti che lo stadio si farà ma ovviamente non alle condizioni di Sparlotta. Lo zio d’America metterà i soldi e se li riprenderà con gli interessi ma non conta un caxxo sulle decisioni del perchè e per come perché è già tutto deciso con o senza PARNASI. Che caxxo c’entrano la gazzetta o le squadre del Nord? Loro vinceranno sempre e comunque perchè loro alle spalle hanno una storia e dei capitali che noi romanisti invidiamo ma non immaginiamo. Lo stadio non è la Fiat.

    • orange is new black says:

      per me te puoi sganasciati dalle risate..fatto sta che se tu nome74 intendi solo il calcio,ti potrei anche giustificare,eppure,e mi meraviglia moltissimo vedere,come siano proprio i cittadini romani,a non vedere la sminuizione della città di Roma,come capitale di un paese che è destinato a dividersi.Quindi è chiaro che Roma come capitale sia sotto tiro,con un’aggressione riterata.E io per l’ennesima volta lo scrivo qui come altrove.mò però me sò sfaciolato..ahò..

  13. Stefano55 says:

    So per certo che Pallotta vuole costruire lo stadio,per aumentare il valore della Roma,e poi vendere il tutto agli Arabi.

    • ALVIN says:

      Magari ce casca

  14. Bobo says:

    Ah Prep ma va a fa la pubblicità alla crema emolliente.
    Ma come se fa a dire che lo stadio della Roma non interessa…se sei della Roma non può uscire dalla bocca. Infatti non è importante è FONDAMENTALE

    • ALVIN says:

      Prep ha purtroppo ragione. Lo stadio aiuta ma non è fondamentale. I 33 mln annui di Ronaldo (oltre al cartellino) hanno avuto il via libera da Marchionne, non del responsabile della biglietteria dello Juventus stadium. Avere la Fiat dietro è fondamentale come lo è stato avere la Pirelli e Mediaset. L’Olimpico costava 3 anni fa 2,7 mln annui di affitto, non credo facesse tutta sta differenza tra prendere Messi o Doumbia.

      • Masetti primo portiere says:

        “Volevamo uno stadio determinante e lo abbiamo. In cinque anni in casa abbiamo perso cinque volte e vinto cinque campionati di fila”. Federico Palomba, marketing Juve, due anni fa.
        “Con l’avvento dello Stadium i ricavi medi delle 5 stagioni sono stati di circa 40 milioni”. Calcio&Finanza, sempre due anni fa.
        Prego, continuate pure a darvi ragione…

        • ALVIN says:

          …e sono 45 mila persone (ovviamente sempre pieno perchè il bacino d’utenza degli juventini è 1000 volte il nostro)
          Perché lo stadio della Juve è sempre pieno? Forse perchè i tifosi vanno a veder vincere la loro squadra o ce li portano di forza con le armi? Secondo te gli juventini vanno a veder Ronaldo che vince trofei o vanno li perchè la domenica non hanno niente da fare? C’è gente che ogni settimana parte dalla Calabria, ma de che stiamo a parlà? Senza contare i vari sponsor… La Qatar Airways perchè è comparsa proprio in semifinale Champions e non prima? E la Hiunday? Gli sponsor, come i tifosi vogliono vincere, altrimenti rimani l’Udinese (col suo bello stadio)
          L’Olimpico se non sbaglio porta 72 mila persone, togli 2.8 ml d’affitto altro che 40 mln annui!!!

          • Masetti primo portiere says:

            Nei primi due anni di Stadium andavano a vedere Giaccherini, De Ceglie, Matri, Quagliarella, Vucinic. Altro che Ronaldo! Erano arrivati settimi l’anno prima e lo Stadium ha fatto sì che vincessero anche con quelli. Chi ti dice che nel primo anno di Garcia, noi con lo stadio e loro senza, le cose non potevano andare diversamente? Però a un certo punto mi arrendo…

        • ALVIN says:

          In cinque anni in casa abbiamo perso cinque volte e vinto cinque campionati di fila”
          (E vincevano pure prima…)

          Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro.

  15. Dark Dog says:

    Sicuramente uno stadio bello e di proprietà con trasporti e parcheggi aiuta ma prova ad iniziare ad arrivare quinto e sesto in campionato e vediamo quanta gente ci va a Tor di Valle. La verità è che tutti si aspettavano il salto si qualità che non c’è stato, storicamente siamo stati la quarta squadra d’Italia dopo Juve e milanesi, la verità è che a Roma ci si aspettava una nuova era di rivalsa mentre qui rischiamo in due anni di passare dalla quarta alla quinta posizione (visto che a Napoli senza stadio, senza proclami, senza cartelli con la scritta si vince e senza pappagalli le cose vanno decisamente meglio che a Roma, portano Ancelotti, tengono i campioni e trattano calciatori di livello superiore).

  16. Robbo 1 says:

    Quello che alcuni utenti non vogliono capire e’ che lo stadio di proprieta’ aiuta di per se stesso a vincere le partite in casa e a vincerle quasi tutte . L’aspetto prestazionale dei calciatori risulta raddoppiato dalla vicinanza del proprio pubblico . Si fa sempre quel maledetto metro in piu’ dell’avversario .Per non parlare dell’aspetto arbitrale VAR compresa . Lo Juventus Stadium ha sportivamente restituito la vista ai ciechi e le gambe agli storpi considerando la mediocrita’ di alcuni protagonisti bianconeri specie agli inizi del ciclo . Nei primi tre anni non erano di certo la squadra piu’ forte poi lo sono diventati sulll’abbrivio dei titoli vinti . Vincere aiuta a vincere lo sappiamo tutti . Ma in qualche modo si deve pur iniziare. ..

    • Masetti primo portiere says:

      Bravo Robbo! Quello che ho appena finito di dire in risposta a uno di questi lungimiranti post. Si andassero a ripassare la rosa dei gobbi nei primi due anni di Stadium…

  17. Romeo90 says:

    L’unica certezza sul mercato è che ci andrà di lusso se il bilancio di questa sessione di chiuderà in pareggio

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili