“ON AIR” – CORSI: “Le parole di Pallotta sono una vergogna totale”, ZUCCHELLI: “E’ totalmente ingestibile”, TORRI: “Se non sa chi è De Falchi si stesse zitto”, AUSTINI: “C’è un problema di comprensione, inutile arrabbiarsi ogni volta che parla”

Gen 12, 2018 40 commenti by

onair2
SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.

Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Nessuno sa nulla di quello che si sono detti Monchi e Pallotta… Pallotta non condivide minimamente le nostre angosce… lui le vive in modo completamente diverso… Non è che lui esulta se la Roma perde contro l’Atlanta, ma non può avere il nostro modo di ragionare e pensare… Le sue parole? Secondo me la traduzione non è proprio precisissima … Lui parla di misure di sicurezza, di quanto bisogna impegnare la sicurezza in un derby a differenza di quanto succede a Milano… Secondo me lui si riferisce alla differenza dei due derby… Pallotta non capirà mai noi e noi non capiremo mai lui…E’ un problema di comprensione… se noi traduciamo quello che dice Pallotta mettendolo in questo contesto, pensandolo per come ragioniamo noi, fa la figura del cretino ogni volta…ma è normale… Ma possibile che ogni volta bisogna arrabbiarsi per quello che dice Pallotta…ma ancora non abbiamo capito com’è… Lui non sa nulla di certe cose, non le può capire… In questa città ci si arrabbia perchè si dice che si devono arrestare i delinquenti…ma che è la mafia questa? Il problema è dire che ci sono le regole?”

Piero Torri (Tele Radio Stereo): “Avevamo mandato un ragazzo molto bravo a Londra per seguire il vertice dei dirigenti della Roma…è stato intercettato più di una volta Pallotta, ma non ha voluto assolutamente parlare… Poi invece sulla passerella della O2 ha parlato, perchè evidentemente i riflettori hanno consigliato…e la cosa mi ha dato molto fastidio… Cioè, se non parli non parli…ma va bene così… Le sue dichiarazioni, anche a me che sono un tifoso che non ha mai gettato un fazzoletto allo stadio, non mi hanno fatto piacere… Le sue parole a proposito della sicurezza dello stadio, Roma e Napoli, che al sud c’è più violenza negli stadi… Forse non conosce la storia del nostro calcio, perchè gli vorrei fare presente che a Bergamo un finto carro armato ha spiaccicato una macchina…Che una lambretta è volata giù dalle gradinate di San Siro… Che c’è stato qualche omicidio intorno a San Siro, a cominciare da De Falchi che è sempre nel nostro cuore… Lui non sa nemmeno chi è De Falchi? Ma allora stesse zitto…”

Federico Nisii (Tele Radio Stereo): “Per me la parte dove si analizza la funzionalità di un nuovo stadio in ambito sicurezza è indiscutibile…poi se qualcuno si adombra o ha problemi a farsi controllare, io no… Se ci sono tecnologie innovative per garantire la sicurezza delle persone perbene, va benissimo… Ma l’altro discorso mi ha sorpreso…a me queste divisione geografiche così precise non le condivido…Roma e Napoli da una parte e il nord dall’altro… Io non me la sento di dire che certamente al nord c’è una gestione della sicurezza o una tranquillità superiore di quella che c’è qua…secondo me non è così…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Pallotta non lo voglio più sentire…basta vi prego… Ma lo sapete che la Roma non ha messo le sue parole sul sito? Perchè sa che le cose che ha detto sono una vergogna totale… Pallotta dice di arrestare i tifosi della Roma…è una vergogna… Il problema è che nessuno lo scrive… Le sue parole non sono buttate lì… La gente dovrebbe sapere chi è il presidente della Roma… I più cinici dicono che la cosa incredibile è che Pallotta va a vendere un prodotto e lo sputtana… Io invece dico che sa la prende con noi, gli usufruitori dei suoi servizi…è incredibile… ”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Pallotta dovrebbe avere un consulente geografico che gli dica di non dire questo o quello, che controlli le sue esternazioni… Lui è venuto qui a fare business, e gli interessa poco se la tifoseria lo ama o no… anche perchè la biglietteria rappresenta la parte più bassa rispetto al resto degli introiti di una società di calcio…”

Chiara Zucchelli (Rete Sport): “Pallotta ne ha dette tante…è uno totalmente ingestibile… Quello volte che c’ho avuto a che fare, è una persona che dice quello che gli passa per la testa, non gli interessa nulla quello che gli consigliano di dire…”

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “Inter-Roma è una partita dove chi perde sprofonda in una crisi terribile… Alisson? Un grande portiere non prende un gol come quello contro l’Atalanta…

Roberto Renga (Radio Radio): “In questo momento la sfida Inter-Roma è tra le due deluse… Entrambe puntavano allo scudetto e ora si trovano alle prese con problemi simili, di ambiente societario… Ma attenzione alle vacanze di mezzo, bisogna vedere chi si è allenato meglio… è uno spartiacque terrificante… La Roma gioca meglio le grande partite…le ha perse tutte? Non è vero…con la Lazio ha vinto, il Chelsea… Con l’Inter non la considero una sconfitta, e comunque ha sempre giocato bene contro le grandi, non conta solo il risultato…

Franco Melli (Radio Radio): “La Roma deve ritrovare autostima…è un periodo dove manca, i tifosi hanno perso le loro certezze, la loro spavalderia… Chi perde tra Inter e Roma sprofonda al quinto posto… Io però vedo molto un pareggio… Se penso al dominio della Lazio a San Siro, dove ha buttato la vittoria, mi fa pensare che anche la Roma possa farcela… L’Inter ha due certezze: Icardi e Handanovic…Vedrei bene Lotito presidente della Federcalcio, negli ultimi anni è stato il miglior dirigente che ci sia stato…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Inter-Roma? E’ la partita che serve e determinare l’anti-Lazio… Il problema della Roma è che non ha certezze…ma le può ritrovare in un attimo… Dipende da come sono andate le vacanze, se le soffre meno dell’Inter… Ma queste sono due squadre che soffrono di certezze… La Roma un mese e mezzo fa parlava addirittura di scudetto, e deve ritrovare quella voglia e quella capacità di correre… Andare a Milano è sempre una partita difficile…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Inter-Roma? Meglio due feriti che un morto… La Lazio è la squadra che sta venendo fuori… Però ci sono state le vacanze di mezzo, e quello non è un dettaglio… Certezze della Roma? Nessuna…nemmeno Alisson, che è un buon portiere ma non è quello che ti fa…almeno io la penso così, poi magari mi sbaglio… La certezza della Roma era la solidità difensiva, e ora è venuta meno anche quella…”

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 40 commenti

  1. Nome14 says:

    vedete?
    guardate chi fa incazzare Pallotta.

    grande presidente, matto come un cavallo… ma che ie frega de sta gente?

    commentatori, tifosi? masticazzi.

  2. Nomemau 48 says:

    INTER- ROMA , partita che ci dirà se anche in league i giochi son finiti ,non la sento mia questa roma

    • Nomemau 48 says:

      il SIG, MONCHI non mi convince

      • Anto says:

        Con molta sofferenza, ma ce ne faremo una ragione. Se risentimo a Luglio allora.
        Forza Roma.

  3. BrunoConti7 says:

    Analfabeti ignoranti e x questo molto pericolosi…addirittura mettere in mezzo DeFalchi? Ignobile

  4. Pseudo says:

    L’unica cosa scandalosa è che sta gente faccia “comunicazione” e che parli di calcio. L’unico peracottaro e fruttarolo conclamato qui è Mario Corsi che continua tristemente a vomitare merda su tutti i personaggi del mondo Roma da 20 anni, impunemente.

  5. Anto says:

    Mario Corsi : la gente dovrebbe sapere chi è il presidente della Roma,.

    Mario Corsi (Roma, 26 agosto 1958) è un conduttore radiofonico ed ex TERRORISTA italiano.
    Ex militante dei Nuclei Armati Rivoluzionari – organizzazione terroristica di estrema destra attiva fra il 1977 e il 1981 – è stato accusato di numerosi fatti di cronaca nera, fra cui gli omicidi di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, assolto poi per insufficienza di prove (alcuni elementi erano indiziari, mentre altre prove sono state distrutte o sono sparite).

    Nel 1984 è condannato per gli incendi nei cinema “Induno” e “Gardena”, avvenuti a Roma tra il 1979 e il 1980.[Nel 1985 è recluso nel carcere romano di Rebibbia.

    • Anto says:

      Il 27 settembre 1996 viene arrestato assieme ad altri esponenti della tifoseria romanista; l’accusa è di aver esercitato pressioni su dirigenti della società giallorossa, orientando contro di essi l’opinione pubblica della piazza tramite mezzo radiofonico, ed esigendo pacchetti di ingressi gratuiti allo stadio delle partite della AS Roma, paventando probabili disordini sugli spalti. Gli arrestati sono inoltre accusati di effettuare irruzioni in alcune radio private romane, per obbligare le stesse a farli partecipare alle loro trasmissioni e a leggere i loro comunicati; di minacciare giornalisti e cronisti sportivi di quotidiani romani; di esporre allo stadio striscioni di chiara matrice intimidatoria.

      • Adelmo says:

        Quindi quale sarebbe la differenza con quello che fa ora?

        forse solo la minaccia dei disordini allo stadio, visto che lo schifano tutti dal primo all’ultlimo nella Sud, figurarsi se gli danno retta.

        Il resto mi pare lo stia facendo paro paro, ma oggi come oggi in tempo de carestia, pure quarche prosciutto je starebbe bene.

  6. Red&Yellow says:

    Nomemau e come faremo senza il tuo grande supporto di tifoso, se così si può dire. Tu sei un disonore da chiamare tifoso. Poi vabe, se secondo te, Guardiola dei poveri siamo già fuori da tutto a gennaio dopo due settimane del cavolo, e tre mesi ottimi sei come i tuoi colleghi. Un depresso.

  7. Gianno 2 mt says:

    Quanti radiolari noi non vorremmo né vedere, né sentire.

  8. L’evangelista says:

    da tifoso mi interessa sapere se il presidente è in grado di costruire una grande squadra.. bene le risposte ci sono state per chi le vuol capire… del resto pallotta può dire quello che vuole .. quando parla di calcio , di tifoseria ecc bisognerebbe solo farsi una risata e non dargli peso …

  9. Cucs ( ex anonimo ) says:

    Marione se incaxxa pure… le parole di Pallotta sono come peti improvvisi .. solo che la puzza continua a sentirsi per giorni!!!

  10. Gianluigi says:

    Vergognoso che queste persone facciano informazione e il peggio è che la gente li segue come pecore, non ho parole….
    Forza Roma sempre!!!!!

  11. Adelmo says:

    “Tu sei tifoso della Roma? sei in arresto”.

    questo è quello che ha capito Marione dalle parole di Pallotta.

    «La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità»

    Umberto Eco.

  12. Kafel says:

    Grande Presidente
    Qui a Roma tra un paio di anni squadra completamente rinnovata su misura di difra.
    Solo giocatori tenaci come il ns mr.
    Il resto fuori

  13. AlexZeman says:

    Austini stavolta fotografa perfettamente la situazione

  14. Verità says:

    1. MELLI SBIADITO ARCIFRACICO
    2. Strafalcione di Di Giovambattista: guarda che Alisson sul gol dell’atalanta c’entrava poco e niente, prenditela con Fazio semmai

  15. Cor core says:

    Adelmo diciamo che lo scemo del villaggio e’ dagli anni 80 che spadroneggia,molto prima di internet…e’ il nuovo corso del mondo che parti’ proprio in quegl’anni,questa cosa e’ poco studiata ma una sana riflessione delle storture della nostra epoca deve partire da li

  16. romano e romanista says:

    na settimana vincemo lo scudetto na settimana tutte pippe fanno bene a chiamavve riommanisti
    è bello tifà roma se non fosse per i tifosi

  17. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Hai detto bene, poi dopo aver riempito di Insulti monchi e pallotta, che hanno venduto i più firti per comprare sta squadra di pippe, al momento che le pippe ( così apostrofati ad ogni sconfitta) vengono cedute come per magia ridiventano campioni…SIMSALAGRIMM..E CENERENTOLA NON SI SPOSERÀ E BIANCANEVE NEL BOSCO RESTERA’ se non arriva un bel Principe che le aiuterà. .. ( canta CRISTINA D’AVENA)

  18. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Ma la discarica a Malagrotta l’hanno chiusa? Vergogna tutti sti sacchetti in giro..

  19. datzebao (ex Matteo) says:

    Ha ragione 1000 volte Austini. Roma è una città dove ci si indigna perché manca la sicurezza ma in cui tutti sembrano rifiutare ogni forma di controllo o prevenzione. È assurdo. Pallotta dice quello che gli pare perché è fuori da certe logiche mafiosette e corporativistiche. E infatti viene rigettato perché – io ne sono certo – molta gente a Roma agognerebbe avere Agnelli e Luciano Moggi al comando, pur di vincere mezza coppa Italia. Ecco la verità.

  20. stef73 says:

    Mi dispiace dirlo per l’ennesima volta ma la MIA ROMA finisce quando il MIO CAPITANO si toglie la maglia numero 10 e si mette la giacca. Ho vissito gli addii di Di Bartolomei Conti Falcao Aldair Giannini…dopo di loro restava sempre l’orgoglio ROMANISTA lo stesso orgoglio che ci ha fatto sempre dire in faccia a tutti che chi tifa Roma non perde mai! Ora sta svanendo. Caro Pallotta(non sei e non sarai mai il mio presidente) tu non immagini minimamente cosa vuol dire tifare ROMA e la cosa piu’triste e’vedere romanisti che ancora ti acclamano. Mi auguro altri 50 anni di Olimpico pur di vederti sparire dal nostro mondo ROMANISTA! Nel TUO nuovo stadio nenche ci sarebbe posto per i tifosi Romanisti.

    • datzebao (ex Matteo) says:

      Cioè ti basta un presidente che non ti piace per farti passare la voglia di tifare Roma? Ti dimetti pure tu da tifoso? E pazienza…

    • Anto says:

      Resterebbe da capire chi li gestirebbe questi 50 anni di Olimpico….

      Comunque il mio orgoglio non svanisce mai, e sarebbe interessante capire come facevi
      a conservare l’orgoglio in quei periodi in cui lottavamo per il sesto posto (se non per la retrocessione) e non ora che siamo sempre davanti.
      Mah…
      contento tu, contento tutti.

  21. Zenone says:

    Oggi dichiarazioni farneticanti di Balzani a Centro Suono Sport ” I giocatori si dovrebbero ribellare al loro presidente… Monchi alla fine si dimetterà….alla Roma serve un presidente e un direttore generale…” sempre col suo tono viscido e lamentoso. Sono finiti i biglietti-omaggio,Evvero Balzani?

    • GS2012 says:

      cosi per curiosità, dopo il tuo post me sò letto la sintesi di mariolone ma non lo trvovo l’intervento de sto Balzani, significa che l’hai ascolto alla radio???

      • Zenone says:

        Si, scusa il ritardo.

  22. stef73 says:

    Caro ex Matteo non so quanta ROMA hai vissuto, io ti assicuro tanta e tanta ho ancora voglia di vivere. Il problema e’che il “vostro”Pallotta non puo’piacere a tutti. Di tutte le cose che ha promesso se ne fosse avverata una. Comunque ormai passa il concetto che chi contesta Pallotta non e’ della Roma…evidentemente non sei cosi’tanto romanista da ricordare le contestazioni a Viola a Sensi…eh vabbe’.

    • datzebao (ex Matteo) says:

      Per la verità le ricordo a questo forum ogni 2 secondi le contestazioni a Viola e Sensi, che sono le stesse che ora vengono rivolte al “mio” Pallotta (che mio non è, ma vuoi o non vuoi è proprietario della Roma). In ogni caso io non ho mai detto che chi contesta Pallotta sia antiromanista, né che debba piacere a tutti. La mia domanda era un’altra: se non ti piace un presidente smetti di tifare la Roma?

    • Anto says:

      Stef,
      il problema è che io che ho una certa età ricordo LE STESSE CONTESTAZIONI a Viola,
      a Sensi (Franco Sensi Blah blah blah, te sei arricchito con le azioni dopo lo scudetto, hai venduto Samuel, Emerson, Chivu, Franco Sensi via da Roma), a Rossella Sensi, e via dicendo.

      Qua c’è una parte di tifo che non fa altro: CONTESTA.
      E perchè? perchè nun vincemo.
      Ma quando cazio mai amo vinto?????

      Arrendetevi alla realtà! Roma è questa. Come Firenze, Come Napoli.
      I cicli ce li hanno solo le Milanesi (e chissà quando di nuovo) o la Juve.

  23. nessuno says:

    corsi sei tu la vergogna , non mi rappresenti ne’ come romano , ne’ come romanista hai il tuo amico lotito votalo io no te dico solo FORZA ROMAAAAAA

  24. El Diablo says:

    Pallotta uomo che fa girare miliardi di dollari in una società ultra competitiva e piena di sciacalli come quella degli Stati Uniti, entra in questa realtà caciottara, arrogante, saccente, ignorante e a volte mafiosa. Un tifoso della roma che non rispetta le regole è semplicemente un cittadino privato che sta ledendo la comunità e che tra le varie cose che lo caratterizzano c’è il tifo per la roma..e quindi? chi sbaglia và fermato, e se si è macchiato di azioni gravi lo si butta per sempre fuori dagli stadi. Poi la zucchelli che in confronto è una caccola parla di pallotta come se fosse lo scemo del villaggio, questi stanno fuori..Corsi non ne parliamo in un paese decente starebbe a lavare i cessi del mc donald e invece prende uno stipendio triplo di quello che prenderò io da laureato.mha

  25. Romano e romanista says:

    Infatti il tuo capitano invece de fa il dirigente a londra sta in vacanza coi soldi de pallotta

  26. Stefano55 says:

    Se un giorno pallotta dicesse “mi sono rotto i coglixxi pianto baracca e burattini mi sono stufato di sentire le vostre lagne e me ne torno in america” allora si che ci sarebbe da ridere. Ragazzi a roma il detto”co poco se campa co gnente se more” e’sempre valido!
    In campana!!!

    • Alex says:

      A Roma se dice pure “ Morto un papa se ne fa un altro “ oppure “ se chiusa na porta e si è aperto un portone” oppure “ ponti d oro ai nemici che se ne vanno “ oppure “ tutti i mali non vengono per nuocere” .. scegli tu..

  27. Stefano55 says:

    Torri e’ troppo forte.. Prima dice che con il suo inviato pallotta non ha voluto assolutamente parlare, e poi alla fine dice…. e allora stesse zitto!

  28. Stefano55 says:

    Si puo’avere la domanda di riserva! diciamo che scelgo la prima. Si pero’ un’altro papa bisogna prima trovarlo! Se no tocca tenere in vita questo!
    Altrimenti c’e pure quella che dice, chi lascia la strada vecchia per quella nuova…..

  29. Stefano55 says:

    ……oppure peppe pe peppe me tengo peppe mio, oppure non anna’ a cerca’maria pe roma
    Pure qui scegli tu!

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili