Pallotta è sicuro: «Roma sei forte anche senza colpi»

Gen 12, 2018 77 commenti by

ULTIMISSIME AS ROMA – «Il mercato? Sono sincero: quando ho visto giocare la Roma fino alla partita con il Genoa o contro la Juventus non ho mai avuto la sensazione di dover cambiare o di dover comprare un paio di giocatori in più. Abbiamo avuto un paio di scivoloni, ma la squadra prima ha dimostrato di avere tanto talento, anche in Champions League». Il punto ufficiale di Pallotta sul mercato della Roma arriva proprio nel finale della giornata di ieri, dalla The O2 Arena, dove il presidente della Roma si è recato in serata per assistere alla partita della Nba tra Boston Celtics e Philadelphia 76ers.

LA FIDUCIA – Lì, tra una chiacchiera con Alex Ferguson e un’altra con Michael Ballack, il numero uno giallorosso ha fatto il punto della situazione: «So che abbiamo la squadra per competere con Napoli e Juventus per la vetta e non essere lì è un po’ frustrante. Ma ho grande fiducia in Di Francesco e in Monchi, con loro non possiamo che migliorare. Abbiamo vissuto qualche partita sfortunata, con la Juventus abbiamo avuto un paio di occasioni per pareggiare e non ci siamo riusciti. Ed è normale che ci sia un po’ di frustrazione quando giochi bene e non riesci a fare risultato. Ma la squadra è la stessa che ha dimostrato di avere talento in Champions, dobbiamo solo ritrovarlo tutti insieme. Ovviamente, spero che i risultati tornino presto ad essere positivi». È la speranza di tutti, magari sulla scia anche dei Boston Celtics, dove uno come Danny Ainge ha risollevato la franchigia dopo un momento di buio. «Lui è un grande manager ed è stato uno dei più grandi giocatori della Nba. Se potrebbe far bene anche nel calcio? Ainge farebbe bene in tanti sport, perché sa di psicologia, di comportamenti, di benessere. Da ragazzo ha giocato anche a baseball e a football americano. Il problema, casomai, è trovare casomai il tempo…».

LO STADIO – Ma la giornata di Pallotta era iniziato di mattina presto, come relatore a Leaders in Sport in tema di stadi moderni: «Non puoi essere un brand globale senza uno stadio di proprietà. Vogliamo essere il secondo club preferito dei tifosi. Nel mondo ce ne sono 3 miliardi, se portassimo anche solo l’1% a tifare Roma come seconda squadra, sarebbero 30 milioni. E se spendessero solo 5 euro a testa, sarebbero 150 milioni di ricavi». Bello, sulla carta. Peccato solo che poi la realtà nel calcio sia diversa, ad iniziare dalle seconde squadre nell’universo del tifo. Poi un’ammissione («Fino a 5 anni fa credevo che il calcio fosse un gioco disgustoso. Non riuscivo a capirlo, ora vado fuori di testa») e l’analisi dello stadio di Tor di Valle: «Sarà tutto esaurito ogni partita. Tutti a Roma lo vogliono, tranne forse i tifosi della Lazio…». Infine il passaggio che, tramite i soliti social network, gli ha attirato addosso una serie di commenti poco carini da parte dei tifosi più caldi: «Stiamo valutando che tipo di riconoscimento facciale fare nello stadio. Al Nord si litiga di meno, ma al Sud, in città come Roma e Napoli… Sapete cosa è un derby Roma-Lazio? Un anno e mezzo fa parlai con il capo della polizia e gli chiesi: “Perché non arrestate queste persone? Mi mostrò un fascicolo con foto sfocate di persone che avevano commesso qualcosa. Quindi abbiamo deciso di comprare e mettere all’Olimpico delle telecamere ad alta definizione».

IL MERCATO – Poi Pallotta si è visto con i dirigenti della Roma, a cui ha ribadito che vuole risultati e mentalità vincente. E nel pomeriggio ha incontrato Monchi, con cui si aggiornerà questa mattina. Con il d.s. si è parlato anche di cessioni e mercato, a dispetto di quanto detto alla The O2 Arena. La Roma ha dei giocatori con cui poter fare cassa per poi reinvestire quei soldi e sistemare la squadra. Detto che se dovesse arrivare ora un’offerta importate per Kevin Strootman verrebbe presa in considerazione, per ora i giallorossi lavorano sulle cessioni di Bruno Peres e Skorupski, con cui Monchi spera di portare a casa un tesoretto di una quindicina di milioni. Sul brasiliano è piombato il Galatasaray, l’unico club che ha fatto dei passi ufficiali con la Roma (che ha chiesto l’obbligo di riscatto, con una base di almeno 9 milioni). Ma il brasiliano potrebbe finire anche in Premier, dove interessa al Watford e, soprattutto, al Brighton. E in Inghilterra potrebbe finire anche Skorupski, che ha chiesto di essere ceduto per giocare e che interessa al Crystal Palace (la Roma vuole 8-10 milioni). Con queste due cessioni Monchi potrebbe poi andare all’assalto del terzino destro necessario per portare Florenzi alto. I nomi restano quelli, almeno per ora: Darmian, Juanfran e il giovane Manea. A meno che, poi, non si decida di trovare la soluzione in casa. E, cioè, spostare a destra Emerson, che lì già ci ha giocato.

(Gazzetta dello Sport, A. Pugliese – D. Chinellato)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta Washington - 77 commenti

  1. Chico says:

    …anzi secondo me, cedendo qualcuno…diventiamo ancora più forti

    • Falco says:

      La tua è una battuta sarcastica, ma paraddosalmente è anche la verità !! Con tutte le seghe che ha comprato Monchi questa estate, se ne vendi qualcuna non fai un soldo di danno…….ma chi te le compra ??

      • Frank says:

        …si si purtroppo i giocatori che stanno vendendo non sono le seghe di Monchi 😉

    • orange says:

      si..la solitudine dei numeri primi..eh eh..

    • bah says:

      ahahahhaahh ballotta non si smentisce mai ballotta era ballotta rimane e ballotta sara….

      obbiettivi prossima stagione natale 2018

      focene mare

      opzioni per cesaronis credulones :

      barca con rete
      barca senza rete
      pinne ed occhiali
      pescato del giorno
      cefali

      opzione con riserva: ( per info e costi chiamare mago zurli monchi re mida)

      caffe con ballotta
      riunione dei soci ( cesaronis credulones)
      problematiche interne : compravendita di nuove barche e reti
      promozione di nuovi associati( cesaroni?

      simposio di ballotta con mago zurli monchi per parlare della prossima plusvalenza di massa e compravendita di zucchine e fagioli

      obbiettivo stagionale finale :

      fine dei giochi per l immacolata

  2. Simone says:

    Forte? Ma vaffa’ che non vinciamo n trofeo da 10 anni,ricordo 4 anni fa’ che dicevi che la Roma sara’ la regina d’EUROPA basta a parla’ e spara’ sti soldi della champions perche’ tu non spenderai MAI un centesimo per la ROMA

    • Nome says:

      anche il liverpool (tanto per dirne una) non vince un trofeo da più di dieci anni chissà com’è che solo a roma si considera un fallimento arrivare secondi e fare la champions

      • Frank says:

        Il Liverpool nel 2011-2012 Vince la League Cup! Mejo de niente.

        • Frank says:

          Per non parlare del resto:
          2004-2005 –
          Vince la Champions League (5º titolo).
          2005-2006 –
          Vince la Supercoppa UEFA (3º titolo).
          Vince la FA Cup (7º titolo).

  3. Paki says:

    Hai detto bene fino alla partita col genoa poi de rossi ha rovinato la stagione!!

  4. HOUSTON says:

    Le squadre importanti si stanno muovendo per rinforzare le rose, a Roma invece ad uno squillo di tromba risponde uno sbadiglio! Siamo già competitivi……certo.

  5. Amedeo says:

    Pallotta ha visioni globali. in questo sito ci sono molti utenti (nati laziali) che considerano la Roma la loro seconda squadra del cuore. Dovresti chiedere più soldi per i diritti TV: le partite della Roma hanno un doppio, triplo seguito. Sabato pomeriggio non c’era una Quaglia in giro. Tutti davanti la televisione. Pensa che in un anno un laziale vede meno partite della propria squadra, ma sa tutto della Roma e TI ODIA, perché in realtà al
    posto di quel carciofaro di Lotito vorrebbe altro. (Poi qualcuno ancora si meraviglia dei 39/40 pali che prendiamo a stagione).

    • Nome58 says:

      concordo con le prime 3 parole.

    • Frank says:

      …infatti c’avemo na bacheca piena de pali!!

  6. Max66 says:

    Figurati!!! Ora tutti i tifosi a dire via Pallotta non capisce niente di calcio, pensa solo allo stadio.
    Facendo in analisi corretta invece la e’ forte Ha perso solo con la Juve allo stadium (ci può stare l) e con l’atalanta.
    Per I pseudo tifosi invece e’ tutti da rifare, bisogna cacciare l’allenatore, monchi e’ un Ds incompetente Pallotta non caccia i soldi, i racchettapalle non recuperano il pallone velocemente.
    Pensate a tifare Roma e’ soprattutto non remate sempre contro per destabilizzare l-“‘ambiente.
    Oops ma forse non tifate Roma ?

  7. Adelmo says:

    Articolo per Mariones, ed eccoli spuntare tutti uno ad uno dalla Marana di tor di valle, il loro ambiente da cui non si vogliono separare, per quello non vogliono lo stadio, poi si estinguono sennò.

    Dai,divertitevi finché potete, avete agitato una cagnara senza precedenti per due sconfitte e un’eliminazione dalla goppanfaccia, trofeo per perdenti quando lo vinciamo noi e torneo più importante della Champions quando lo vince la vostra squadretta del cuore che non avete il coraggio di dichiarare come vostra vera squadra.

    Piu siete più sarà una goduria vedervi a chi l’ha visto quando la Roma ripartirà.

    • Nome says:

      Ma quell’avatar che c’entra con codesto personaggio?
      Quell’uomo era la simpatia fatta persona, questo signorotto invece esprime solo odio, livore, cattiveria.
      Sarà l’età. Mio nonno diceva che più si avvicina l’ora del trapasso e più il disagio interno aumenta.
      Cambi avatar signorotto che ogni suo commento è un insulto alla vita.

      • Adelmo says:

        dai spolliciones tornati in branco (o magari è uno solo) al solo offendere il vostro capo, delinea la natura romanista di voi soggetti.

        io odio i nemici della Roma, come tutti i romanisti.

        non posso sta simpatico ai suoi nemici, ovviamente, né lo pretendo.

        anzi, proprio non lo auspico.

        sulla scelta dell’avatar, faccio un po’ come ca@@o mi pare, se la cosa non ti disturba.

        ma anche se ti disturba.

  8. Blouson Noir Fucking Idiot - NO INFAMI NO CESARONI says:

    Articolo ottimo per gli sproloqui dei cesarones che puntualmente producono la loro prosa stanca e banale.

    Infatti eccoli, precisi e determinati come un meccanismo elvetico.

    Ho preparato i poppi corni e lo spritz. Ahahahahahah….

  9. Nessuno says:

    🙄De sto’ passo un altro colpo e ce resto 😎 da quando seguo la ROMA , appena concepito ,bisogna avere un cuore forte. 💛💗forza ROMA

  10. Roma, solo Roma, Roma e basta! says:

    Ad oggi Bruno Peres è l’unico terzino dx che abbiamo in rosa, non sarà un fenomeno ma almeno è sano e si impegna sempre.
    karsdorp torna tra 3/4 mesi siamo sicuri di cederlo ora per prendere un terzino al quale serviranno almeno due mesi di adattamento? poi se il terzino è Manea 0 presenze in serie A potrebbe volerci molto di più di un anno boh.
    Secondo me la prima cosa da fare è cambiare il modulo che sacrifica schick naingollan e strootman…

  11. datzebao (ex Matteo) says:

    La verità per me è un’altra. La Roma è una squadra da terzo-quarto posto, come da molti pronosticato a inizio anno. Nessuno – e dico nessuno – a Roma parlava di scudetto. Poi ci si è illusi col passare delle settimane, ma le prime valutazioni erano più equilibrate. Stante il fatto che siamo da terzo-quarto posto, per vari motivi (modulo non adatto a tutti, mercato zoppicante, qualità di base di partenza non paragonabile a quella della Juve) uno o due acquisti a gennaio non cambiano di molto le prospettive stagionali. Su questo ha ragione Pallotta, il quale comunque come obiettivo ha i primi quattro posti. Sinceramente capisco la ragione economica e tutto, ma arrivare quarto non mi scalda il cuore. Tiferò come sempre giorno per giorno e pace.

    • alieno sdraiato says:

      forse scrivi qui da poco, DATZEBAO (EX MATTEO)… altrimenti NON potresti aver dimenticato ciò che affermavano alcuni fenomeni appena 5 mesi fa, esaltando all’inverosimile un secondo posto quasi casuale e ridicolizzando chiunque provasse ad essere razionale.
      Conoscendo la “filosofia” aziendale, se avessero allargato la Champions League a 10 squadre italiane ora ci troveremmo a metà classifica…

  12. Washington says:

    Intervista fra il tragicomico ed il delirante andante
    É meglio che viene in Italia poche volte
    Come apre bocca solo aria fritta e cavolate ripassate

  13. a says:

    Leggendo i commenti di alcuni utenti sembra che la ROMA sia lì a competere per lo scudetto. Non è reato dire che l’atalanta ci ha preso a pallonate, che uscire dalla coppa italia brucia (a me non dispiacerebbe affatto metterne una in bacheca) e che essere quinti sotto la lazie mi dà un pochino fastidio, per non usare altri termini poco urbani. Voler vincere qualcosa ora significa essere laziali? Io quando la Roma vinse lo scudetto ho passato un mese in giro per le varie feste di quartiere ubriaco come una bestia e felice come un bambino. Semplicemente questo.

    • Benjo says:

      Lasciali perdere. Questi so contenti sempre…

  14. Amedeo says:

    a – non è reato dire che c’hanno preso a pallonate. Non è reato non esser contenti di arrivare sempre secondi. È reato però essere stupidi. La Roma lo scorso anno ha fatto il record di punti. Non ha vinto solo per demerito? Sei sicuro? Io no. Eppure c’è chi in tutto l’anno non ha creduto nella squadra.
    È assurdo, da romanisti, odiare una presidenza che tiene – bene o male – la Roma a alti livelli, offendere dirigenti e calciatori (Totti e Derossi in primis), sperare in un fallimento (progetto stadio), tifare contro (perché ciò accade) e godere delle sconfitte (perché ciò accade).
    I laziali fanno questo.

    • Nome says:

      Il carro dei vincitori si è ormai svuotato, ma quello dei minchioni trabocca.

      • Nome says:

        state strettini eh

        • Nome says:

          Gli originali vivono di vita propria, le brutte copie fanno i parassiti.

    • Adelmo says:

      Amede’, segnati tutti i nomi de sti “romanisti”, che appena ricominciamo a macinare faremo una denuncia di scomparsa collettiva e annesso necrologio al loro venir meno.

  15. Gio says:

    Non ti stanchi mai de prenderci x il culo vero….pensa se te ne vai quanta gente fai felice

    • Remolo says:

      Ma la carica che costui occupa non può essere vacante. Se mandiamo via lui, chi ci mettiamo?
      Almeno quando facciamo proclami, siamo coerenti e completi.

  16. Nome says:

    Quesito: se la stagione termina con i quarti in CL e 4′ posto in campionato, come valutereste questo anno: 1) un successo 2) un risultato passabile 3) un fallimento? e a chi meriti o demeriti?

    • datzebao (ex Matteo) says:

      Un brodino. Responsabilità… alla fine Pallotta ha venduto 3 giocatori, ma i soldi poi erano a disposizione per il mercato. Come sono stati spesi da Monchi? Il modulo di Di Francesco esalta le caratteristiche dei nostri migliori giocatori? Queste sono le mie controdomande.

  17. Stefano55 says:

    Pallotta sembra un’incompetente di calcio, in realta’ non lo e’ e forse non lo e’mai stato. Nessuno si butta a capofitto in investimenti milionari se non ne conosce i risvolti! E’ come dire che in questi anni ci ha preso in giro (benevolmente) facendoci credere altro.anzi direi che forse ne sa piu’lui che noi.
    Detto questo secondo me aquistare giocatori adesso e’inutile,in realta’ bisognerebbe operare in diversi ruoli, ma non si puo rifare la squadra a gennaio. Questa e’una squadra che e’in grado cosi’come sta di lottare tranquillamente per il 3/4° posto, (sarebbe grave se non lo facesse) integrando ora altri giocatori secondo me aumenterebbe il caos!

  18. L’evangelista says:

    a mio avviso bisognerebbe vendere due calciatori ed acquistare altri due dirigenti ( chiaramente top a livello mondiale) … pallotta ha ragione.. con questa squadra esporteremo il modello Roma e chi non capisce questa cosa è laziale, mariolones e soprattutto vuole il male della Roma

  19. Gianni says:

    Non ritengo il mercato di gennaio utile a dare sostanziali modifiche alle squadre se non per colmare lacune dovute ad infortuni , quindi io rimarrei così come siamo, e puntare tutto su un regista vero a giugno e se si vuole proseguire la strada del 4-3-3 un esterno destro. Nel frattempo però, viste le risorse che abbiamo non sarebbe male che DiFra cambiasse un po’ il modo di giocare esaltando le caratteristiche dei 3 migliori giocatori che abbiamo, Ninja Dzeko e Schick.

  20. Stefano55 says:

    A datzebao: bisogna vedere se i giocatori aquistati da monchi sono stati presi di comune accordo con di francesco. Se l’allenatore vuole defrel perche’ lo conosce e poi lo fa giocare esterno, cosi’lo deprime, e poi se il giocatore non rende la colpa e’di monchi? Lui ha avvallato la campagna aquisti e quindi deve far rendere i giocatori secondo i loro ruoli. Secondo me li sta bruciando tutti, questi giocatori sono piu’ forti di quello che stanno dimostrando ora!

    • datzebao (ex Matteo) says:

      Infatti per me il primo dei problemi è proprio questo modulo, non in quanto tale, ma rispetto ai giocatori che abbiamo. Non si può nemmeno però negare che Monchi abbia buttato via un sacco di soldi, Defrel a parte.

  21. Nome says:

    Se 100 mila persone mettono 5 euri a testa avremo 500 mila euri in più, se 1 miglione di persone mettono 5 euri a testa avremo 5 miglioni di euri in più. se 5 migliardi di persone mettono 5 euri a testa avremo 5 migliardi di euri in più.
    Pallotta che dici sono bravo in matematica come a te o sono più meglio in grammatica?
    Questo fa i discorsi che facevamo noi da bambini quando qualcuno ci diceva che con l’azionariato popolare ci compravamo figo e ronaldo.
    Che finaccia.

    • Alex says:

      Sono veramente nauseato nel sentire queste perle di “ marketing” da 4 soldi anche perchè si scorda di dire con quali mezzi intende raggiungere questi obiettivi. Tutto ha un costo, i piani di penetrazione hanno un costo, rilanciare un brand ha un costo potrei continuare ma non vale la pena. Vediamo piuttosto il risultato di Inter Roma dove mi accontenterei solo di giocare una grande partita, risultato a parte.

  22. UR'77 says:

    Questo Presidente è un pulciaro….ennesima dimostrazione che della Roma non gliene frega niente ma solo dello Stadio…sua splendida speculazione immobiliare. Spero tanto di sbagliarmi nel giudizio ma sinora i fatti sono sotto gli occhi di tutti. Ogni anno vendiamo il nostro migliore giocatore della rosa ed acquistiamo giovani di belle speranze. Ogni anno partiamo per vincere ed ogni anno restiamo a bocca asciutta. Ogni annodice che siamo da scudetto e poi arriviamo sempre secondi o terzi…boh

  23. Diego says:

    Io sono dell’opinione che il problema non sia tanto la difesa,che finché la Roma si è mossa bene,ha pressato alto ed è stata corta, è andata benissimo si qui. Resto convinto che il problema sia il gioco, il far girare rapidamente la palla ed il creare superiorità numerica quando gli avversari si chiudono per poi ripartire e non penso proprio che questo si risolva spostando in avanti Florenzi. Segnamo pochissimo e ,ripeto, non crdo che il problema si risolva spostando Florenzi alto a destra. Al massimo potrebe dare un po’ di dinamicità a centrocampo, ma la Roma ha bisogno di qualità a centrocampo e sull’esterno alto.

    • Diego says:

      Poi, se prendi Juanfran e sposti Florenzi, sei sicuramente un po’ meglio di ora, ma si tratterebbe comunque di una pezza. Serve qualità, almeno secondo la mia opinione.

      • ROMANO 1 says:

        Caro Diego, premesso che non mi interessa più commentare le esternzaioni di Pallotta e che non sono un tecnico ma solo un appassionato, penso in estrema sintesi che il buon Difra, visti si i buoni risultati iniziali ma le difficoltà a segnare abbia alzato di 10/15 metri il baricentro della squadra. Ciò, unito alle contromisure avversarie ha prodotto l’effetto di squilibrare pericolosamente la fase difensiva e di facilitare il pressing avversario sul regista centrale, di per sè lento anche a rientrare e di mettere in difficoltà sia Fazio che Kolarov e Florenzi, costretti a fare su e giù in continuazione su entrambe le fasce. Questo fa si che oltre a non trovare più soluzioni in avanti intasando gli spazi, ti trovi più scoperto dietro favorendo ripartenze che prima non subivi.

        • ROMANO 1 says:

          Nota pure, stante come il pressing sui lenti De Rossi e Gonalons non sia portato più in fase di impostazione dai soli attaccanti ma anche dai centrocampisti con la conseguenza che ad impostare l’azione è costretto Manolas (praticamente lasciato libero) che di certo non lo ha nelle corde. Fatto sta che se recuperiamo noi la palla a centrocampo troviamo gli avversari schierati mentre se la recuperano loro ci fanno del male soprattutto se dispongono di ali veloci. Sempre secondo me meglio tornare allo schema iniziale anche se la carenza di velocità in avanti rende vana la possibilità di ripartire. Salah nel senso era uno specialista unico. Non vedo sinceramente mancanza di impegno o scarsa condizione atletica ma solo sfiducia e confusione nell’applicazione di schemi approssimativi.

  24. Frank says:

    Oste com’è er vino???

  25. paolo70 says:

    ma dopo tutti questi anni ci vuole ancora molto per capire che con questo pallotta non si va da nessuna parte ??!! ma è un concetto cosi complicato ???!!!
    I fatti non sono sufficenti ?
    Per carità grazie per il salvataggio ecc…..poi magari bisognerebbe sapere perché la banca Unicredit ha scelto lui (?) anziché altre offerte migliori perché Pallotta fa accordi con parnasi che ha un debito monstre guarda caso proprio con l unicredit ecc ecc
    Poi se riesce a farsi lo stadio La Roma potrà avvicinarsi alla juve detto da lui.
    Tradotto …(considerando che in europa è impossibile vincere con le squadre galattiche che sappiamo che ci sono in giro)….se tutto va bene… con lui sempre e comunque eterni secondi ?

    • Anto says:

      Bravissimo, alternative?
      Le offerte migliori quali erano?
      E con chi doveva costruire a Roma? Caltagirone? che ha + debitii di Parnasi (ma ha il messaggero e allora non se ne parla)?

      Sarebbe simpatico per una volta sentire da te, Pallotta go home, Washington, Blouson e via dicendo un’alternativa pratica.
      Un nome
      un’idea.
      No. solo insulti. Che è la cosa più semplice ovviamente.

      • Pallotta GO HOME says:

        Mi chiami in causa , rispondo: io nn devo suggerire nulla non faccio mica parte del C.D.A. io esprimo una opinione di cui frega il giusto, ma d’altronde come le opinioni di tutti qui sul forum. Se a te pallotta convince sostienilo a me non convince, mi sembra un “boro” americano in visita alle proprietà coloniali.Ho la convinzione che fatto lo stadio ci pianterà in asso al miglior offerente. Non ne faccio una mera questione economica , non si vince solo con i soldi, ma anche con la passione alla Viola. Saluti

        • Pallotta GO HOME says:

          Tra l’altro ogni volta che fà un’intervista parla e sparla di cose( per sentito dire) che neanche conosce….avendo la cura di fare sempre un j’accuse ai tifosi (romanisti)…contenti voi…

        • Anto says:

          Bene,
          però ti spiego una cosa, il CDA è di Pallotta. Li mette lui lì,
          per cui non decide nulla.

          Se va via la proprietà, chi viene?

          Vediamo…. nessuno forse?
          Tu preferisci ricominciare come la Fiorentina e il Napoli?

          Ok, de gustibus.
          Io no.

        • Temperino says:

          Quindi, caro pallotta go home, se una volta fatto lo stadio vende al miglior offerente, sarebbe un problema per te ? Dovresti esse contento che te lo levi dalle paxxe. Mica farai come i milanisti co berlusconi ? Tutti i giorni a dije de venne ar cinese e mo’ je danno la colpa perché ha venduto a quelli che non c hanno na breccola…..

  26. Gianno 2 mt says:

    Basta togliere di squadra ddr e la Roma inizierà a riprendersi, non servono rivoluzioni inutili.

    • HOUSTON says:

      Guarda che al suo posto, ora, giocherebbe il grande Gonalons ! Parafrasando:”Vai per farti la croce e ti cechi l’occhio”. Saluti

  27. Stefano55 says:

    A datzebao: non posso pensare che monchi abbia speso 42milioni di testa sua per schick senza il parere di di francesco e pallotta. Posso capire pallotta, ma di francesco avra’visionato i giocatori prima di farli aquistare per vedere se facevano al caso suo o no? Under, gonalons, moreno, su quali basi sono stati presi? Se bisogna criticare monchi allora bisogna anche dirgli grazie per aver preso kolarov. Fermo restando che karsdorp si e’infortunato, e defrel ancora e’da scoprire. Inoltre la pietra dello scandalo, il giocatore da cedere a tutti i costi per fare mercato, e’ peres che e’stato preso da sabatini!

    • Anto says:

      Stefano, N O N A B B I A M O S P E S O 42 ML!

      Sono 5.
      Più 9 in caso di riscatto nel 2018, 14
      Come in caso? e sì, in caso. L’obbligo scatta al verificarsi di certe condizioni.
      Dato che di solito alla maturazione dell’obbligo c’è un annuncio, deduco ad oggi
      non siano ancora maturate. Ma non fantastichiamo e diciamo che sicuramente
      verrà riscattato.
      + 8 milioni di bonus da maturare. Secondo te al momento sono stati maturati bonus?

      Quindi, magari non saranno 42, ma 34. (speriamo 42 però).
      Di cui la metà o più da pagare nel 2020.

      Tu chi ci prendevi a queste condizioni? Kane?
      Allora basta dire che abbiamo BUTTATO 42 milioni.
      Nel caso, lo diremo nel 2020.

  28. Robbo 1 says:

    Parole sicuramente condivisibili quelle di James Pallotta . La rosa messa a disposizione da Monchi a mister Eusebio Di Francesco e’ sicuramente di altissimo profilo e ampiamente al’altezza della situazione come il primo posto del girone Champions ha lasciato chiaramente intendere . Di sicuro siamo sullo stesso piano dei bianconeri e superiori agli altri e il prosieguo della stagione ce lo confermera’ . Certo il ribadirlo in questo momento un po’ complicato potrebbe dar luogo a speculazioni ma e’ la pura e semplice constatazione della realta’…

    • Nome says:

      per bianconeri intendi Udinese ? Perchè altrimenti c’è da preoccuparsi.

  29. a says:

    Amedeo, l’anmo scorso ho fatto il pieno d’insulti perché difendevo totti da attacchi personali e non da critiche sul giocatore (che poi non ci sono mai stati gli estremi per criticarlo). Forse sarà mal consigliato ma pallotta anche nell’ultima uscita parla di cose che non conosce. Etichettare roma come tifoseria violenta è controproducente, porta ad esempio il nord italia dove non succede nulla. Ma a milano, brescia, bergamo, verona, livorno, genova e non ultima torino se giri con una sciarpa della roma al collo t’ammazzano. Io non insulto, contesto civilmente il fatto che se non aveva i soldi nessuno l’obbligava a comprare la Roma. Altri investitori si sarebbero trovati, unicredit non avrebbe mai perso i soldi prestati. Non siamo nemmeno riusciti a raccogliere quel poco che la juve…

  30. a says:

    Ha lasciato leggasi coppa italia. Forza Roma sempre e comunque.

  31. Diego says:

    Le parole del Presidente sono ambiziose,ma bisogna capire se sono supportate da programmi reali, o se sono proclami per cercare di vendere un po’ meglio il marchio (anche se solo in apparenza perché poi contano i fatti). Credo che il lavoro svolto dalla nostra società fino ad oggi sia assolutamente positivo e diventa straordinario con lo Stadio. Credo però e ve lo dico in tutta onestà, che più di questo non si possa fare e che per arrivare ai livelli indicati da Pallotta occorra un cambio di marcia sugli investimenti che questa proprietà non può dare.Ho sempre ritenuto Pallotta un traghettatore che,anche dopo la sola approvazione definitiva dello stadio e l’inizio dei cantieri, cercherà di vendere la Roma, sfruttandone soprattutto il nome che potrebbe non valere meno del blasone…

  32. Diego says:

    di squadre più titolate! Per far si che succeda quanto lui auspica,non ci vuole solo lo stadio,che sicuramente porterà grandi benefici alla Roma e soprattutto la renderà più appetibile (quando venderà la Roma è chiaro che lo farà insieme allo stadio) a possibili acquirenti, ma servono ingenti investimenti sulla squadra,che portano visibilità e risultati, anch’essi portatori di visibilità. Una cosa la si può uamare e seguire,solo se la si riesce ad apprezzare. La si può apprezzare solo se la si vede il più possibile ad altissimi livelli.I grandi giocatori hanno grande seguito. Per arrivarci come siamo ora, bisogna sperare nel concatenarsi di una miriade di situazioni le quali,conoscendo la nostra storia, molto difficilmente arriveranno.Giusto, sbagliato,bello o brutto, cosi è secondo me.

    • Diego says:

      Non sto dicendo che non si possa vincere eh… chiariamolo subito. Ma quando sento parlare di regine del mondo e la seconda squadra di tutti, beh… per sperare in ciò servono investimenti importantissimi ed in tanti settori, primo fra tutti, i grandissimi giocatori.

      • Roma, solo Roma, Roma e basta! says:

        Anche io ho sempre pensato questo, finito lo stadio cercherà un compratore per concludere l’operazione.
        Non è detto che sia un male perchè a quel punto per comprare la Roma stadio compreso ci vorrà forza di cose un imprenditore importante.
        vedremo.

        • Diego says:

          Ci vorrà una multinazionale,magari asiatica, araba etc, o comunque qualcosa che abbia nel calcio un fine collaterale,non certo il fine primario.Non so cosa intendi per imprenditore, ma ci vuole una realtà che abbia alle spalle billions, anche perché l’acquisto della Roma non sarebbe più un affare come lo poteva essere anni fa. Ci vorrà qualche centinaio di milione di Euro per acquistarla, quindi , per aumentarne il valore, bisognerà renderla una reltà ben più importante di ora e certo non avrebbe senso mantenerla così, dopo un investimento del genere.

  33. paolo70 says:

    Anto……forse non ricordi allora ti aiuto io ci mancherebbe.
    Uno sicuro era Sawiris (sarebbe stato piu che sufficente senza nominarne altri) ma l Unicredit gli ha chiuso le porte.
    Se vai su internet puoi leggere le sue testuali parole non fantasie di giornalisti.
    Pensare che l acquisizione di Pallotta non sia stata pilotata è difficile molto difficile.

    • Adelmo says:

      ha fatto un’offerta sawiris? o ha solo fatto un’intervista a marione?

      e se ha fatto l’offerta ha fatto la due diligence?

      giusto per sapere, dicci dove sono le carte e le leggiamo tutti quanti.

  34. orange says:

    ma se è il mondo che viene pilotato con 30 anni di anticipo..non vorrei turbare gli animi,amici miei,ma non c’è nulla che non venga acchittato,nell’economia nella politica..qui da noi ci son 2 leader che fanno finta di odiarsi e si dicono cose bruttissime..si però il filo che li tiene è della stessa mano..

  35. NonTifoso says:

    Ci sono due possibilità:
    1) Quando la Roma è in crisi il sito si riempie di laziali …. oppure:
    2) La maggior parte dei tifosi della Roma sono degli zombies manipolati dai media…
    Se fosse vera la seconda allora spererei nel ritorno di Ciarrapico, almeno i vostri commenti potrebbero assumere un senso…

    • Nome58 says:

      tu quale scegli la 1 oppure la 2 ?? oppure ce n’è una terza ?

  36. o says:

    NT..delle 2 che hai scritto la migliore è senz’altro la..TERZA!!..eh eh eh eh..

  37. orange says:

    me sò perso il nick..eh eh..

  38. Stefano55 says:

    A datzebao: in effetti e’come tu dici. Parlo di 42milioni perche ‘virtualmente e’ la cifra sulla bocca di tutti, e sarebbe complicato stare sempre a spiegare le stesse cose.

    • datzebao (ex Matteo) says:

      Sì ma non ti avevo risposto io su quello 🙂

  39. Stefano55 says:

    A datzebao hai ragiome era anto! Ormai ho fuso!

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili

Cancella riposta