PENSIERI SPARSI DELLA SERA – Finale da incubo, è uno stillicidio. Ma servono investimenti anche senza Champions

Apr 04, 2019 26 commenti by

CRONACA DI UNO STILLICIDIO ANNUNCIATO – Non c’è niente di più logorante di questo finale di stagione. Dopo il ko col Porto e il susseguente esonero di Di Francesco (che, come previsto, non ha avuto effetti miracolosi) ero più che convinto che si sarebbe inevitabilmente finiti per procedere verso un mesto epilogo. La squadra è scoppiata. Non si riesce a vincere una partita se non per sbaglio (leggi Roma-Empoli), ma nonostante questo si continua a galleggiare in quel limbo di classifica che ti permette, solo matematicamente, di tenere viva una speranza. Insomma, uno stillicidio. E mancano ancora otto partite. OTTO. Un’eternità ancora tutta da patire.

LA NORMALITÀ DI MIRANTE E LA FRESCHEZZA DI ZANIOLO – Della partita di ieri mi rimane la profonda amarezza del volersi disperatamente attaccare alle pochissime note positive: la sorprendente normalità di Mirante dopo le papere di Olsen; gli ultimi venti minuti della Roma, che dopo una serie di partite letteralmente non giocate ci danno la pallida idea di chissà quale reazione; ma soprattutto la forza di questo Zaniolo, un ragazzo che conferma di avere doti superiori alla media, specialmente se paragonato alla mollezza di chi gli sta intorno.

INVESTIMENTI ANCHE SENZA CHAMPIONS – Chiudo i pensieri sparsi di oggi partendo dalle parole di ieri sera di Zaniolo. In tanti si sono arrabbiati per quel “vedremo“, una semplice parolina detta a caldo nella quale si rifugiano spesso i giocatori, specialmente se sono alla vigilia di un incontro importante che potrebbe permettergli di guadagnare il quintuplo di quanto fatto fino ad oggi. Non ne farei di certo un caso. Piuttosto mi concentrerei sulla necessità da parte del club di costruire intorno a Zaniolo un progetto serio e degno di una Roma che vuole subito tornare in Champions, già dal prossimo anno.

Per questo mi sembra assurdo pensare a un depauperamento della rosa e a cessioni scriteriate senza quarto posto. Al contrario, la squadra ha bisogno di rafforzarsi per tornare subito nell’Europa che conta. Le parole di Calvo di ieri sono state emblematiche in tal senso: la mancanza della Champions per un anno non sarebbe un grosso problema per la Roma, l’importante è che non diventi una costante. E per non far sì che questo accada, serve continuare a investire. Stavolta però in modo sapiente, senza sbagliare altri acquisti. Al nuovo ds (che potrebbe anche essere Massara) il compito di non ripetere più gli errori del recente passato.

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

 

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 26 commenti

  1. Mattia says:

    Senza Champions manolas se ne andrà (giusto così, a 28 anni è giusto che prenda un top contratto in un grande club, tipo il Liverpool).
    Anche dzeko e kolarov devono andare.
    Gli altri top devono restare.
    Via anche Olsen, karsdorp, santon, marcano, Jesus, Fazio, nzonzi, coric, pastore, Schick, defrel, ponce e gerson

  2. Gianrico Semolara says:

    Senza Champions, Pallotta venderà pure i pali di Trigoria.

    Mazzarri o Gattuso per tornare tra le prime quattro, sarebbero un sogno.

  3. Yván Bragagnini says:

    Al fin leo un articulo con sentido común, siempre leía comentarios que sin clasificar a UCL sería reducir el presupuesto del equipo, cosa que siempre me pareció tan absurda cómo ridícula, se supone que si no clasificas entre los 4 primeros no tendría que suceder eso, 1er porque el presupuesto debe ser igual las ganancias de esta Champions 2018-19 se utilizaran para este mercado de verano del 2019 y es evidente que hay que mejorar el equipo porque sin ello no haremos una campaña mejor que la de este año por la tanto debe haber inversión de parte de Pallotta o de las propias ganancias. Por otro lado es probable que algún jugador importante se puedan ir, pero dependerá primero de la voluntad del jugador y segundo del poder de convencimiento de la propia administración.

  4. Senza Trofei ma con le Trofie says:

    Mattia e che stiamo ogni anno a rinforzare il Liverpool e le Inglesi?
    Grazie al mago de Sevilla se la stanno a giocare su tutti i fronti, stava sotto contratto con noi ma lavorava per loro!
    Io sn d’accordo con tutto l’articolo, ma mi sembra strano che con la Champions questi morti de sonno hanno venduto 3/4 di squadra e senza invece riescono a trattenere la maggior parte.
    Come ho detto oggi, d’accordo sul rinnovo di Zaniolo, ma a una condizione, servono almeno 7/8 innesti di spessore ( non ragazzini) per giocarcela bene durante la stagione che viene.
    Basta chiacchiere a vanvera dentro i ristoranti di Napoli, servono i fatti adesso…ripartire dai giocatori più importanti, e panchizzare quelli che hanno talento ma devono “esplodere” , le scartine e gli acciacconi non li vogliamo!

  5. GS2012 - James Pallotta blablabla says:

    anche stavolta un’articolo ineccepibile che credo riassuma il pensiero di molti tifosi romanisti… spero di poter leggere presto un’altrettanto ineccepibile su una ASRoma che ti fà sognare…
    TifiamoSoloLaMaglia!!!

  6. Robbo 1 says:

    Caro Pinoli ai suoi interrogativi ha gia’ risposto due giorni fa Francesco Calvo . Da tifoso romanista non ho alcun timore di ridimensionamenti di sorta in caso di mancata qualificazione Champions. Peraltro dal punto di vista sportivo la squadra ieri sera ha lanciato concreti segnali positivi che lasciano sperare in un buon finale di stagione . Otto partite di campionato non sono molte ma neanche poche . Ce la possiamo fare…

    • Andrea Fiorini says:

      Ciao Robbo1, l’articolo è mio e non del buon Pinoli. I segnali di ieri mi sono sembrati piuttosto timidi, ma spero con tutto il cuore che tu abbia ragione. Forza Roma!

      • Robbo 1 says:

        Caro Fiorini mi scuso con lei per il refuso ma e’ tanta la carne al fuoco da leggere che a volte si puo’ fare confusione . In un momento come questo l’aver visto dei segnali che lasciano ben sperare per il finale di campionato non e’ solo un esercizio di ottimismo…

  7. Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

    Non mi pare che in questi anni la cosidetta Roma Amerikana abbia fatto mancare gli investimenti.

    Alcuni investimenti si sono rivelati orrendamente fallaci,ma tutto sommato sembrano lontanucci i tempi di Zamblera e Lobont ecco.

    • Fabianone alias Guardiola says:

      L’ anno di zamblera è stato lo stesso nel quale Ranieri ci ha portato ad un passo dallo scudetto duellando alla pari contro l’inter del triplete. A gennaio arrivó persino un certo Luca Toni e giungemmo anche in finale di coppa Italia ; stagione che un Romanista non può dimenticare ma altri si.

  8. KAWA62 says:

    Caro Andrea Fiorini, i disastri di Monchi sono ormai storia, anche se qualcuno, ostinatamente, a dispetto di ogni evidenza, tende ancora a negarli.
    Sulle rassicurazioni di Calvo mi permetto di consigliare un po’ di cautela, visti i precedenti recenti.
    Un dubbio mi resta sul fatto che la squadra sia scoppiata. Non sono affatto convinto che il problema sia atletico; se così fosse non avremmo più alcuna speranza.
    Spero (ancora) che si tratti di crisi psicologico-motivazionale. Se così fosse, considerata la mediocrità degli avversari (certo, anche la nostra) basterebbe la classica scintilla per innescare una insperata e inaspettata rimonta al quarto posto. Improbabile, ma non impossibile.
    E se la primavera giallorossa fosse un po’ dolce, come ci ripete da mesi l’amico Sly? Saluti

    • Andrea Fiorini says:

      Caro KAWA62, penso che la squadra sia “scoppiata” sotto ogni aspetto: fisico, mentale, tattico. Il tuo velato ottimismo però è un toccasana per il mio disperato pessimismo. Buona serata.

  9. Fabio says:

    Vivo in qatar per seguire la mia azienda e vi posso dire che ho notato strane coincidenze con la notizia uscita oggi , la prima cosa L avevo già notata da alcuni mesi in quanto ormai sarà da un anno che stanno spuntando Roma store come funghi in tutti i maggiori shopping center.
    La seconda invece risale proprio all ultima settimana nella quale sulla maggior parte dei cartelloni pubblicitari del distretto ( fermate dei bus , treni ecc.. ) sono apparse le immagini della maglia giallorossa ovviamente pubblicizzante Qatar airliness , ma guarda caso pubblicità con altre maglie non ve ne sono .

  10. Bernardo says:

    Che pasticcio che ha combinato ballotta….
    Le milanesi si rafforzano, Napoli e Juve poi mettici Atlanta Lazio Samp e Toro….siamo impantanati per almeno 5 anni.
    Se non si fa prestare altro grano per compare veri giocatori…. questo fa il botto.
    Sta puntando tutto sullo Stadio per raschiare ancora qualche soldo in America ma sento già il botto in arrivo. Un fallito perdente…..poveri noi….

  11. Zi Franco & No Titles No Respect for Pallotta says:

    L’articolo scorre perfettamente complimenti!…solo un’incertezza da parte mia nei confronti di Pallotta nel riguardo: “da parte del club di costruire intorno a Zaniolo un progetto serio”…

    Con Il debito finanziario,il patrimonio netto è in rosso di decine di milioni, con la società che dovrebbe avere una nuova ricapitalizzazione per poter essere tranquilla…conoscendo le strategie della proprietà per rimediare a ciò (la vendita di Alisson e Strootman andranno in bilancio il prossimo Giugno).

    La domanda è spontanea: quale strategia da parte della dirigenza per costruire intorno a Zaniolo un progetto serio?

  12. Prohaska says:

    Caro Fiorini, mi consola il fatto che il mio pessimismo non sia solo il frutto di una delusione cocente da tifoso, pur rimuginando anch’io dei ragionamenti. La saluto e la ringrazio per l’accoglienza nel forum.

  13. Gaetano da sarno giallorossa.ZANIOLO NON SI TOCCA says:

    Povero noi..che nasciamo a fare ..tanto un giorno dobbiamo morire..

  14. Vegemite says:

    Mi associo ai complimenti per l’articolo che rispecchia quello che molti tifosi “realisti” pensano.
    Aggiungo che una sconfitta nella prossima partita oltre ad estrometterci definitivamente dall’Europa produrrebbe altri effetti nefasti.
    Addio di Manolas in direzione Torino, addio di altri giocatori con ambizioni (Kluivert, Under), mancata capacità attrattiva in sede di mercato e necessità di cessioni importanti (Zaniolo?).

  15. Telegraph says:

    Articolo ineccepibile. Ripartiremo come sempre con o senza Champions. L’importante è ripartire bene con persone in Società serie e competenti. Basta esperimenti, cominciamo a ricostruire una squadra intorno a Zaniolo (che va blindato) come a suo tempo è stato fatto per Totti e De Rossi. Spero una società con Totti, Massara/Sabatini e uno spazio per Francesco ROCCA. l’all. Lo scegliessero loro.

  16. Gladio says:

    Mi chiedo e ti chiedo caro Andrea, ma questo progetto serio nella Roma c’è mai stato? Vedo questa stagione come l’epilogo di tante vissute sul filo di lana tra fortuna e astuzie di chi a preceduto una disgrazia vivente come Monchi e che saltati quegli equilibri fragili ha fatto crollare tutto. È vero non andare in Europa per una volta non sarebbe un problema ma consci del modus operandi di questa proprietà e del dissennato comportamenro sul mercato la spiacevole sensazione del si salvi chi può è dufficile da cancellare. Alla fine salta fuori che EDF ha fatto anche troppo con un risa così e la sua rimozione a poco è servita. La Roma è scoppiata ma non non solo la squadra, tutto il club perchè da troppo tempo li nin si parla più di calcio ma di soli affari. Una squadra è un’orchestra che…

  17. Fra74 says:

    Caro Fabio… Che sogno sarebbe! Se diventassero i padroni della Roma oltre che sponsor. Ma ricorda anche a chi spala fango su questa società e Pallotta come siamo arrivati al punto di poter interessare ad un colosso come la Qatar investment… Che fino a qlche anno fa manco ci calcolava! La visibilità internazionale data dalla Champions soprattutto con la semifinale del 2018 è il progetto stadio che sta x andare in porto! Ma c è gente qui che preferirebbe una coppa Italia ogni tanto col viperetta o come il sor Lotito…

  18. Giallo Rosso says:

    Serve solo vendete (sempre se ci siano COMPRATORI) i cadaveri acquistati dal Torero di Siviglia e dal suo altereho EDF.
    Allora forse potremmo acquistare altri e spero validi giocatori.

    • Nome says:

      Penso che se avessimo avuto meno infortuni sarebbe andata meglio, ma se invece di Pastore avessero preso Torreira (prendibilissimo) il nostro centrocampo sarebbe stato molto più quadrato.
      Ma come per Veretout, si preferiscono grossi e fregnoni.

  19. Tony73 says:

    Con tutto il rispetto, ma di quale squadra è un tifoso che dopo una stagione del genere, afferma di sognare Mazzarri o Gattuso, del Chievo, della Spal del Frosinone? No perché credevo che qui si tifasse la
    squadra della capitalee. Sveglia ragazzi bisogna darsi delle arie!

  20. Nome Murdoc says:

    Caro Presidente hai visto dove Ti ha portato il gioco delle plusvalenze alla morte ? Hai visto quanti campioni sono passati e quante pippe ci ritroviamo ? Ti è convenuto ? e senza vincere una ceppa ! Ora si deve reinvestire almeno in parte perché fra tutte le pippe che abbiamo i giocatori di valore sono pochissimi e non bastano a coprire gli acquisti a meno che non si prendono dei ragazzini e delle pippe ancora più pippe di quelle che ci avete propinato ! Mah ! Contento Tu….disgraziati noi !

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili