PENSIERI SPARSI DELLA SERA – Quanto scetticismo intorno a Di Francesco! Il mister si è guadagnato la fiducia sul campo

Set 13, 2017 49 commenti by

Sono un po’ (ma nemmeno troppo, conoscendo questa piazza) sorpreso dei tanti commenti negativi, in alcuni casi addirittura ostili, nei confronti di Eusebio Di Francesco. Mi è capitato perfino di leggere gente che chiedeva a gran voce il suo allontanamento dalla panchina della Roma ancora prima che il campionato iniziasse. Mi è venuta perfino la tentazione di pensare che non si trattasse di tifosi romanisti, ma purtroppo temo che non sia così.

La critica eccessiva, aprioristica e spietata non serve a nulla se non a distruggere ancora prima che si possa cominciare a costruire. In tanti dimenticano che il compito di Eusebio Di Francesco è tutt’altro che semplice: l’eredità lasciata da Spalletti è pesante (più per i continui paragoni dei media che per altro) e la rosa ha subito un nuovo restyling che impone ulteriore pazienza.

In queste prime settimane il lavoro del mister mi ha sorpreso in positivo, e non tanto per il bel gioco che ancora si vede a sprazzi, ma per i risultati che Di Francesco ha comunque ottenuto in queste prime partite, dimostrando di essere un allenatore più esperto e saggio del previsto, e soprattutto disponibile a rivedere il suo credo in nome dei risultati. Perchè sa benissimo che sono quelli che alla fine contano. La vittoria a Bergamo, campo storicamente ostico, e il pareggio di ieri contro una delle squadre più forti del mondo (in troppi dimenticano che negli ultimi cinque anni l’Atletico Madrid in Europa ha fatto meglio di colossi del calibro di Chelsea, Manchester United o PSG) dimostrano che la strada intrapresa è quella giusta. E l’unica sconfitta contro l’Inter è stata talmente immeritata da dover essere presa in considerazione fino a un certo punto.

Serve pazienza. Non si può giudicare il lavoro di un allenatore arrivato da pochi mesi da due o tre partite. E soprattutto non conviene a nessuno questo gioco al massacro, tanto meno alla squadra. Perchè qui a Roma è di fondamentale importanza che l’allenatore abbia il supporto totale di dirigenza ma anche del proprio tifo, perchè rischia di trasformasi in un comodo capro espiatorio dietro cui rifugiarsi. Ecco perchè Di Francesco va difeso e aspettato. Ne va del bene della Roma.

Andrea Fiorini – Giallorossi.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 49 commenti

  1. Nome says:

    non si puo avere tutto e subito…
    fiducia a difra e squadra
    tutti a remare insieme
    Daje Roma

    • Anonomo says:

      Dicono che i proverbi siano la saggezza dei popoli…….e allora se …il mattino si vede dal buon giorno…non ti viene il sospetto che abbiamo sbagliato allenatore….(Allison il migliore)

    • Anonomo says:

      Già che un calciatore (capocannoniere) abbia parlato come abbiamo tutti capito è un segno che qualcosa non va o comincia a non andare…….e anche le parole forse sfuggite a tutti del Ninja (non siamo robot serve più tempo) non sono un bel segno perché perdendo tempo ti ritroverai sempre più in basso……

      • Anonomo says:

        C’è solo da sperare che il percorso che ha fatto Sarri con il Napoli sia fatto anche da Di Francesco perché allenare una squadra, con tutto il rispetto , come il Sassuolo è differente dall’allenare la Roma. Col Sassuolo ti danno il tempo che vuoi…qui a Roma DEVI VINCERE SUBITO.

  2. albi says:

    Vero anche se impulsivi aspettiamo 1 mese almeno per tirare una somma provvisoria

  3. S.P. 60 says:

    Parole di buon senso. Non dimentichiamo che di questi tempi la Roma dei record di Spalletti aveva perso col Porto, Fiorentina e Torino. Quest’anno è più equilibrato, al momento la squadra più solida appare il Napoli che non ha cambiato nulla. Aspettiamo le prossime partite sulla carta più agevoli, i rientri di giocatori importanti e i nuovi arrivati e poi avremo maggiori elementi per una valutazione equilibrata.

  4. Luciano says:

    Aspettiamo quel che c’e’ da aspettare ed incoraggiamo sempre la squadra anche quando le cose non vanno bene. Criticare anche ferocemente tutto e tutti dopo un mese mi sembra esagerato .Forse saro’ troppo buonista ,io da vecchio tifoso la penso così’.

  5. fredrich says:

    Perché, caro Fiorini, non si gioca 1000 euro sullo scudetto della Roma? O sul secondo posto? Secondo me non ci crede manco lontanamente per quanto difenda Di Francesco che, come la pensa la maggior parte degli addetti ai lavori, è un modesto allenatore per una società di medio-alta classifica.

  6. stefano55 says:

    si continua a dire che ci vuole tempo,ma il campionato non aspetta.comunque si puo anche aspettare,l’importante che ci togliamo tutti dalla testa che per quest’anno non ci sono traguardi,senza contestare.poi pero’ a fine anno bisogna tirare le somme e valutare anche il peso di certi giocatori,che secondo me sono belli che arrivati! a 40 milioni strootman va incartato e consegnato a
    mano.ma pellegrini che e’tornato a fare?
    largo ai giovani!

  7. L'evangelista da Boston says:

    Giù le mani da San Francesco … finalmente una persona seria, non un pupazzo… mettetevi in testa che nessun allenatore di prima fascia accetterebbe di lavorare con il pupazzo da voi osannato… lunga vita a San Francesco…

    • compagno di merenda says:

      come si fa ancora a credere che un individue del genere sia romanista?

  8. Toto66 says:

    Concordo con sp60 diamo un po’ di tempo al mister e vediamo.Ma una cosa sola non ho capito..ma chi lo ha scelto Di Francesco??..

  9. Hitchens says:

    Criticare a priori o addirittura fischiare la squadra oggi è da laziali.
    Criticare in maniera circostanziale, senza scendere nell’offesa, è diritto di ogni tifoso ed in questo caso non c’entra niente l’ambiente, considerando, ad esempio, che De Boer è stato trattato come una pezza da piedi (molto peggio di DiFra) fin dal giorno zero del suo insediamento da buona parte del tifo interista.
    Io ho amato il giocatore Di Francesco e, per quel poco che posso giudicare, ho stima della persona. Come allenatore però non mi fa impazzire, non tanto dal punto di vista tattico (a Spalletti l’ha incartata diverse volte da quel punto di vista), quanto dal punto di vista caratteriale. Perché puoi avere le migliori idee, ma se non riesci a farti seguire dai giocatori, ci fai poco.

  10. Hitchens says:

    Quello che invece non accetto mai sono le critiche a Strootman. Come se non si sapesse che è un giocatore ‘pesante’ che ha bisogno di più tempo per entrare in forma, a maggior ragione con quello che ha subito. E soprattutto sapendo quello che può dare quando è in forma, vedi la scorsa stagione giocata da dominatore del centrocampo.
    Se poi vi aspettate un tipo di gioco alla Nainggolan, evidentemente non lo avete mai visto giocare, né prima né dopo l’infortunio e di calcio capite davvero pochino, quindi insultate chi volete, tanto i vostri giudizi valgono meno di zero e sono anzi trofei da esibire.

  11. HOUSTON says:

    Dottor Fiorini, la sua pacatezza di pensiero mi commuove, io sono contro Di Francesco al 100% per la sua idea di calcio che pone gli schemi al di sopra dei calciatori, per il suo ostinato integralismo e perchè sono convinto che i migliori vaffa se li becca dalla squadra in toto. Ma pensi che quanto penso male io di lui non è nulla rispetto a Giancarlo Dotto su Dagospia che lo ha azzerato……….

    • Erik971 says:

      Giancarlo Dotto è uno nato nel vicentino, che ha fatto carriera nel teatro e che ha fatto l’ospitante di mestiere in mediaset… ha scritto un libro con Piccinini (noto anti-romanista), è cugino di 2 giornalisti (guarda il caso è un “mestiere” di famiglia… saranno tutti bravi, oppure… in altri paesi potrei avere il dubbio ma in Italia!) e da anni ROMPE LE PA**E alla Roma spacciandosi per tifoso… solo che non l’ho mai sentito fare una critica costruttiva e quel che peggio, spara sentenze a zero in momenti delicati, afferma che se si sbaglia ammettterebbe, ma poi NON LO FA MAI! p.s ri guardatevi i risultati e il gioca della Roma di Spalletti a settembre 2016…il 13/9 riuscì giocando malissimo a PAREGGIARE col Pilzen pur essendo andata in vantaggio su rigore…

  12. KAWASAKI1962 says:

    Ieri sera ero all’Olimpico. Al termine della partita si è avvertito un enorme sospiro di sollievo collettivo, perché si è sofferto come cani per quasi tutto il secondo tempo (il primo tempo lo abbiamo giocato pressoché alla pari con squadra molto forte).
    Nessun cenno di contestazione, anzi, applausi per Alisson e, in generale, soddisfazione per il risultato, nella consapevolezza che si deve ancora crescere molto.
    Prima di uscire, un ultimo sguardo verso l’amata Curva dove, immancabile, sventolava la bandiera con la scritta “Mai schiavi del risultato”.
    Poi torno a casa e leggo i commenti del forum… vabbé, lasciamo perdere, che ve lo dico a fa’…
    Un consiglio per tutti, più stadio e meno tastiere. SEMPRE FORZA ROMA

    • Adelmo says:

      due mondi agli antipodi, come la curva sud, e la curva nord.

  13. compagno di merenda says:

    Ammetto che ero scettico su Di Francesco.

    Ma ieri mi ha completamente convinto.
    Ieri giocavamo contro una squadra allenata da un allenatore considerato TOP da 6 anni, che ha vinto uno scudetto negli anni d’oro di Barca e Real. Che è arrivata 2 volte in finale di champions.

    Ieri mi sono ricreduto, perche solo i grandi allenatori hanno l’umiltà di capire i momenti e di cambaire la squadra in corsa.
    L’ultimo che ho visto a Roma fare questi ragionamenti lungimiranti è stato un certo fabio capello.

    Ieri mi sono ricreduto perche se terminavamo il primo tempo in vantaggio non avremmo rubato nulla.

    Tutti i grandi hanno iniziato da qualche parte. Nessuno nasce imparato (tranne molti su questo sito.)

    Onore a Di Francesco che mi ha fatto ricredere. Compliementi Mister.

    • Erik971 says:

      Io avevo qualche dubbio su DiFra ma era sopratutto sul essere stato giocatore della Roma e sulla difficoltà del momento storico con la pressione che avrebbe avuto, ma una cosa da tecnico dilettante mi convinceva: i giornali lo dipingono come un integralista, ma ANCHE al Sassuolo lui proprio non lo era, paradossalmente è più fissato Spalletti che la difesa a 3 pura non la fa MAI, e che vuol sempre giocare 4-2-3-1 e per bloccare A.Sandro mette Gerson esterno per non cambiare modulo! Il Sassuolo era molto più camaleontico della Roma di Spalletti. Il prezzo è che per far questo ci vuol tempo, la difesa a 3 ad esempio va allenato MOLTO di più di quella a 4.
      oltretutto lui allena PRIMA la difesa e poi l’Attacco, quindi sono curioso di vederlo a ranghi completi tra un mese…

  14. stefano55 says:

    a hitchens:dobbiamo aspettare karsdorp,dobbiamo aspettare schick,dobbiamo aspettare emerson,dobbiamo aspettare strootman che entra in forma,dobbiamo aspettare di francesco con il suo gioco,poi finalmente quando abbiamo risolto tutti i problemi…siamo ultimi in classifica e fuori dalla champions!

  15. Nome says:

    L estate sta finendo…purtroppo si chiudono gli ombrelloni e i vari bagnini e camerieri stagionali si riverseranno con le loro inutilità in italiano stentato su internet. Purtroppo ci sinscanna tra di noi per una società che non lo merita. Che illude. Che non crea nessuna empatia. Confido nella impossibilità di fare lo stadio. E di conseguenza un cambio di proprietà!

  16. Gaetano da sarno giallorossa says:

    Si cambio de proprietà al massimo puoi aspirare al cambio della canotteria. Forza Roma cari marioni li sapete scrivere ce la fate??

  17. Simello says:

    Totalmente d’accordo sulle riflessioni di questo articolo.

  18. Luca says:

    DI FRANCESCO è un allenatore da Sassuolo la.Roma è altro. Difesa inesistente e gioco nullo con calciatori di livello a disposizione. Ci hanno preso a pallonate ben 11 palle goal.
    Questa è la Roma? Gli scudetti si vincono con difese forti.

  19. marco says:

    Una squadra come l’ Atletico asfalta gran parte delle squadre europee
    Noi abbiamo tenuto testa il primo tempo e tenuto duro il secondo
    In più con una situazione nuova e con una formazione da definire
    Se volete sfonna’ l’altetico ci sono Real barca e poche altre da tifare
    Se volete una partita dignitosa avete avuto la roma con mister nuovo gioco nuovo giocatori nuovi

  20. Luca says:

    Ma è chiaro che un po’ di tempo a Di Francesco bisognerebbe darglielo,ma se ci si mette anche Dzeko a parlare a sproposito allora il caos aumenta a dismisura.

  21. Amedeo says:

    Nome, metti il tuo nick storico una volta tanto. Fai l’uomo, non il solito gioppino. Nel tuo post sopra hai praticamente lasciato le impronte digitali. Sei stato svagato da tempo, sarebbe ora la piantassi.
    Notte.

  22. Verità says:

    BARCELLONA JUVE 3-0
    SHAKTAR NAPOLI 2-1

    GODURIA TOTALE

  23. Forza Roma says:

    Finalmente un nell’articolo degno di questo sito. Accerchiamoci di giornalisti coscienziosi come Fiorini e bando alle chiacchiere da bar. Costruiamo una squadra degna delle belle persone che amano questi colori. Forza Roma sempre r comunque

  24. Romaforever says:

    Concordo dalla prima riga all ultima finalmente un vero conoscitore di calcio nn mi dilungo su cose già dette nell articolo bisogna rammentare sempre che la squadra messa in campo fino ad ora nn ha potuto per infortuni far giocare gente tipo karsdorp Schick Florenzi Emerano e se vi sembra poco? Basta penso che i veri romanisti sono come Andrea Fiorini ma no chi critica senza un costrutto vi ricordo che il Napoli i primi due mesi di Sarrigia si parlava di un suo siluramente poiché la squadra nnandava bene e dopo un periodo di ambientamento il Napoli migliorò e ora possiamo dire a malincuore che oggi il Napoli gioca un bel calcio quindi diamo tempo al tempo e vedrete che questa squadraVi farà innamorare DAJE ROMA DAJE DI FRANCESCO I VERI ROMANISTI STANNO CON TEEEEEE

  25. Pambos says:

    Che male c’è dire la squadra non va il 433 sembra non calzare a questi giocatori,il gioco è dispendioso e si concretizza poco atleticamente non reggono 90″ derossi non è l’ideale per far girare la squadra lento nel pensiero sbaglia troppo ,strotman sembra fuori dagli schemi, naingolan troppo lontano dalla porta ,insomma siamo sicuri che con il rientro di schik koldrop e florenzi tutto Gilera liscio? Non è meglio affrontare il problema e non perdere altro tempo? È vietato esporre tutto questo ? E vi sembra poco? A me no correre ai ripari di Francesco prima che sarai esonerato perche non si posso esonerare i giocatori!!

    • Erik971 says:

      Che lo scorso anno con Spalletti e il 4-2-3-1 stavamo nello STESSO MODO, anzi peggio (Pareggio 1-1 col Pilzen e poi sconfitta con la Fiorentina e più tardi col Torino).
      Smettetela di ergervi a esperti di tattica e dare le colpe ai moduli o ad altro.
      Strootman ci mette tempo ad andare in forma giocando, che fai allora, lo vendi?
      La Roma è piuttosto piazzata fisicamente e ci mette più tempo del ad esempio, Napoli ad entrare completamente in forma… con tutto questo per il Napoli PERDE con lo Shaktar, no col Real, Bayern, Athletico. Insomma sui giornali eravamo gli unici spacciati ma un punto (con annesso rigore a faveore non dato… se non due!) lo abbiamo fatto invece chi doveva andar a vincere in Spagna ha perso e la squadra “più fbella del mondo” perde male in Ucraina!

  26. Erik971 says:

    Un ricordino: Spalletti a Settembre 2016, gioco quasi zero, difesa che faceva acqua, migliore in campo quasi sempre Perotti mentre Dzeko avrebbe cominciato a segnare solo dopo (primo gol in Europa 3 novembre a Vienna)… il 13/9/2016 si paregiava col Pilzen dopo essere andati in vantaggio su rigore, e poi si perdeva con la Fiorentina (con furto) e poi col Torino (asfaltati, peggiore sconfitta del 2016, altro che ieri l’Athletico), La semplice verità è che il fantastico centrocampo (ma non solo il centrocampo) della Roma è “pesante” e ci mette tempo a carburare, ma per carburare DEVONO giocare. Poi a parte Defrel è la stessa squadra del settembre dello scorso anno con ancora un Florenzi in meno.

  27. Misterbig says:

    Sempre a critica’ in stile quaglie di formello…ma fatevela finita che una squadra così magari c’è la invidiano in tanti….difra attappati le orecchie e non ascoltare questi gufi di merda …..vai così che è una figata….

  28. Vale says:

    Di Francesco mi ha suscitato perplessità sin dal primo giorno, e non nego che avrei preferito altri profili. L’unico augurio che mi faccio è che si abbiano problemi solo dal punto di vista fisico, e non di rapporti tra allenatore e giocatori. Quello sarebbe ben più grave, anche se EDF sta facendo di tutto per non far rendere i giocatori al proprio massimo. Speriamo bene e, anche se non mi piace per nulla come allenatore (nulla da dire sulla persona), finché starà alla Roma, per poco o per molto, avrà il mio sostegno, in quanto allenatore della squadra che tifo.

  29. top-gun says:

    ma infatti che pizza hooo!! non è nemmeno cominciato il campionato e già gli rimpono le scatole!! ma lo vogliamo lasciar lavorare i no!! mah!!

  30. Tony says:

    Bravo Andrea Fiorini

    Forza Roma

  31. Mako says:

    Continuiamo a farci del male da soli. Complimenti.
    A parte che i cavalli di razza si giudicano a fine gara ma voi pensate che allenatori e giocatori si sentano incoraggiati da una tifoseria che critica continuamente e il più delle volte con scarso giudizio.
    Se vinciamo pochissimo è anche colpa nostra. Di noi tifosi. Mettiamoci noi sul banco degli imputati. Senti delle cose anche sulle radio romaniste di perfetti idioti. La Roma merita di meglio.

  32. Nome says:

    Signor fiorini la sconfitta con L inter immeritata come era immeritata la vittoria di Bergamo e il pareggio con L atletico. I pali valgono solo i nostri oppure no? Quelli dell atletico non valgono?Facile fare un articolo e dare la guazza ai boccaloni…

  33. stef73 says:

    Questa Roma mediocre fa comodo a tutti e la cosa triste e’vedere tifosi romanisti entusiasti del nulla! 6 anni di nulla assoluto.

  34. Gladio says:

    Abbiamo fatto una bella prestazione con l’Atlantico?!? Ma che caxxo de partita ve siete visti? Qui non centra l’ottimismo o la fede e proprio la cecità completa nel non ammettere che abbiamo problemi. Se Alisson nin era in serata eravamo qui a parlare di un altra partita e per la miseria siamo rsealisti in questo. Che la Roma abbia giocato da squadra e stretto i denti è fuori dubbio ma l’Atletico ha fatto comunque ol auo gioco e ripeto ringraziamo Alisson. Li davanti la Roma ha creato poco è niente. Io spero che già alla prossima in Champions si veda una Roma diversa perché questa non è la vera Roma e anche in campionato quella con l’Inter deve essere solo un episodio sporadico. Voglio la Roma cinica e spietata paventata da Monchi non scuse.

  35. Alex says:

    Se c è gente Che a gran voce ( mi riferisco all articolo) ha chiesto la sostituzione dell allenatore di sicuro non sono Romanisti. Per quanto riguarda le critiche è giusto Che ci siano a mio parere. Il calcio è e rimane uno spettacolo con tanto di biglietti/abbonamento etc etc. è lo spettatore come in tutti gli spettacoli se alla fine esce scontento ha il diritto di manifestarlo. Le critiche alla fine di queste tre partite le ho fatte anch io, Sulla base Del gioco Che non c è è sull innesto di alcuni giocatori Che non ritengo almeno in questo momento all altezza. Lo scetticismo sul 4 3 3 è più per le caratteristiche dei nostri giocatori Che per altro. Già detto Mille VoLTE Che non volevo nè Difra nè Spalletti all epoca perchè l ambiente Roma è difficile è un Benitez sarebbe stato meglio.

  36. Giallorosso da genova says:

    Parole santissime !! …. sono d’accordo con questo bellissimo articolo. Chi è romanista la pensa così!

  37. Dajeroma says:

    Fatelo lavoraaaaaaaaà… che palle!!!!sempre lì ad aspettare che sbagli!!!! In questa rosa per me mancano un esterno alto e un regista capace di verticalizzare (ddr non lo fa)!!! Prendetevela con Pallotta piuttosto…

  38. Alex says:

    Ciò non toglie Che Difrà, Che conosciamo come uomo onesto è intelligente, abbia tutti I mezzi per far girare la squadra. La struttura societaria oggi è combination e Monchi non mi sembra Sabatini e quindi ho molta fiducia e aspetto di vedere quanto tutto sarà a regime. Non scappa niente, se siamo forti i risultati arriveranno. È ovvio Che dalle prox tre partite mi aspetto 9 punti perchè rimango convinto che questa squadra, quest anno non è inferiors a nessuno.

  39. Memore del passato says:

    Sono circa 4 mesi che Di Fra. allena la Roma. Non mi sembra proprio poco. Fatta eccezione di Schick, tutti i nuovi acquisti sono stati fatti a luglio e per il resto la prima squadra gioca con gli 8 o i 9 undicesimi dell’altr’anno, ossia con un gruppo già affiatato. Quindi: o sono i giocatori che non sono adatti al modulo o è Di Fra. che non ha intenzione di cambiarlo a secondo dell’avversario che incontra. Il campionato e la CL sono cominciati per tutte le squadre d’Europa (anzi, in Italia il campionato è cominciato in ritardo rispetto agli altri paesi europei). Io ammiro, sostengo e voglio bene a Di Francesco ma anche un neonato capirebbe che al 50esimo, contro l’Atletico, hai il centrocampo a pezzi e la difesa ha bisogno di un rinforzo. Certi cambi perciò li fai IMMEDIATAMENTE…

    • Amedeo says:

      Caro Smemoranda, secondo i tuoi calcoli, Di Francesco allena la Roma già dai tempi dell’addio di Totti. Infatti quello visto in panca a Roma-Genoa era lui travestito da Spalletti. A Pinzolo 2 mesi fa aveva Perotti, JJ e un gruppo di pischelli, Florenzi, Karsdop e Emerson convalescenti, i reduci dalle Nazionali si sono aggregati negli States e, fino a martedi, la Roma aveva giocato solo 2 partite con sosta in mezzo. Ti fai chiamare Memore, ma ricordi solo quello che ti fa comodo, a quanto pare. Smemoranda.

  40. Memore del passato says:

    (continua)…invece di aspettare oltre il 70esimo rischiando un’imbarcata di goal. La Roma ha avuto nel 2ndo tempo contro l’Atletico lo stesso calo fisico mostrato con l’Inter. In attesa di capire se questo modulo fa veramente al caso della squadra, basterebbe nel frattempo che Di Fra. si sforzasse di saper leggere la partita cambiando schema in corso ed effettuando le sostituzioni subito invece di ostinarsi a lasciare tutto com’è per “ore”. La parola d’ordine è FLESSIBILITÀ.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili