Perrotta: «Nicolò vale il futuro, ma non paragoniamolo a Totti»

Feb 14, 2019 3 commenti by

NOTIZIE ROMA CALCIO – Su Instagram era stato chiaro: «Zaniolo è l’esempio lampante che i giovani talenti in Italia non mancano. Servono solo le opportunità per dimostrarlo». E Simone Perrotta è felice che sia proprio la sua Roma a crederci.

Zaniolo, quindi, sta illuminando una strada da seguire?
«Sì, con i giovani che valgono serve coraggio, proprio come ha fatto la Roma. Con il Porto Zaniolo mi è piaciuto non tanto per la doppietta, ma per come è stato dentro la partita, perché sembra già un calciatore con grande esperienza: aiuta, protegge la palla, crea gioco. I gol sono solo la classica ciliegina su una torta di per sé già buona».

(…).

A Roma in tanti paragonano questo Zaniolo al primo Totti.
«In Italia si va sempre alla ricerca di paragoni, così gli facciamo del male. Nicolò ha dimostrato qualità importanti, io lo farei crescere senza confronti. Anche perché, pure cercando, francamente non li trovo. Per caratteristiche forse ci rivedo un po’ Bernardeschi, ma non Totti. Sono così diversi…».

Qualcuno ha pensato anche di dargli la maglia numero dieci.
«Prima o poi qualcuno prenderà quella maglia e si assumerà la responsabilità di portarla, con tutto il peso che ne potrà conseguire, visto quello che ha rappresentato Francesco Totti. Ma ci andrei piano. Zaniolo ha giocato diverse partite buone. Ma sono ancora poche».

(…).

(Gazzetta dello Sport)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 3 commenti

  1. stefano 63 says:

    …meno male….sarà zaniolo e basta, e so sicuro che rimane nun se tocca

  2. Cognome says:

    Cosa c’è di male a paragonarlo a Totti poi io non lo capisco. A me lo ricorda tantissimo.

    • Enobarbo says:

      C’è di male che così si creano aspettative tanto alte che potrebbero danneggiare il ragazzo, non appena farà qualche partita anonima di seguito.
      C’è di male che non assomiglia per niente a Totti (purtroppo) e non ne ha l’immenso patrimonio tecnico. Semmai somiglia lievemente a Kakà, per il ruolo e la struttura fisica. Od al Bernardeschi culturista degli ultimi tempi.
      Lui è Zaniolo e basta, un ragazzo molto, molto promettente. Spero che continui così, che non si lasci distrarre e prosegua la sua crescita.
      Lo stesso Totti ha rischiato, doveva sopportare una pressione enorme e critiche continue, i meno giovani lo ricorderanno

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili