Pizarro: “Totti e Spalletti erano come due fratelli, poi non so cosa sia accaduto. Nainggolan-Zaniolo? L’affare l’ha fatto la Roma”

Gen 14, 2019 8 commenti by

AS ROMA NEWS – David Pizarro, ex centrocampista della Roma dal 2006 al 2012, ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

Il tuo addio è stato simile a quello di Totti?
“No, non c’è paragone con quello che hanno fatto i tifosi della Roma. Dal Cile ho vissuto tutto in maniera particolare. Per i tifosi della Roma è stato un colpo duro, che si porteranno dietro per molto tempo. Anche in Cile Totti è amatissimo”.

Se fossi stato nella Roma anche due anni fa, ti saresti messo in mezza tra Totti e Spalletti?
“Come altezza avrei fatto fatica. Nella prima esperienza a Roma, Spalletti e Totti erano come due fratelli. Poi non so cosa sia successo ma sicuramente poteva essere gestito tutto molto meglio. Non ho capito cosa sia accaduto all’interno, avrei detto la mia sicuramente. Sono due personaggi importanti”.

La piazza cui sei rimasto più legato?
“Nasce tutto a Udine, dove sono cresciuto come uomo e calciatore. Mi hanno dato il tempo di crescere. Poi sono rimasto legato alla Roma, sono stati momenti importantissimi e siamo andati vicini allo scudetto. Quella Roma esprimeva un bel calcio”.

Che ne pensi di tutti i cambiamenti della Roma a centrocampo?
“La pazienza conta tantissimo perché sono arrivati giocatori giovani, importanti, che possono dare tantissimo. Ora si è schiavi dei risultati perché non si vince da tempo a Roma”.

L’affare l’ha fatto la Roma con Zaniolo o l’Inter con Nainggolan?
“Per il futuro ha guadagnato tanto la Roma. Spero che Zaniolo possa rispettare tutte le attese perché ora se ne sta parlando tanto”.

Fonte: Sky Sport

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 8 commenti

  1. Francesco76 says:

    Pizarro…il piccolo grande geometra!

  2. Lazio in b says:

    Che gran giocatore. Con te ci hanno rubato uno scudetto vergognosamente vinto dall’Inter. Con De Rossi avete fatto una coppia fantastica, nun c’è n’era pe nessuno!

  3. Callari Pierpaolo says:

    Grande Pizarro lui e riise i miei giocatori preferiti a quei tempi

  4. Roma=Amor says:

    Carissimo Pek! L’amicizia è un grande tesoro per la vita. Ma nasconde insidie letali come l’INVIDIA e il conseguente TRADIMENTO purtroppo… Un abbraccio

  5. Mark Black says:

    Rimani sempre un verme schifoso: io non dimentico il tuo finto infortunio x far cacciare Ranieri durato guarda caso fino al suo esonero e poi, alla prima partita con Montella, recupero della partita Bologna-Roma (finito 0-1 x noi), ti sei fatto 75 minuti come se nulla fosse e da migliore in campo.
    Sarai stato anche un grande giocatore, questo sicuramente, ma rimani comunque un uomo di m***a (non a caso un ex-interista, che nella maggior parte dei casi è un bollino di garanzia dello schifo)

  6. BrunoConti7 says:

    Sarebbe perfetto pure oggi…anzi oggi di più ancora..GRANDE PEK

  7. L'evangelista says:

    Cristante in quel ruolo è di un’altra categoria.. Sono sicuro che il centrocampo della Roma attuale, se il pupazzo non lo smantellasse come ha sempre fatto, tra tre anni sarà uno dei più forti d’Europa. Il pec aveva delle lacune chiaramente a livello fisico che spesso colmava con l’immensa tecnica a disposizione

  8. Roma=Amor says:

    Condivido il tuo pensiero. Però, ti prego, ometti di scrivere “pupazzo”, sennò poi prevale il mio spirito sportivo e ti metto pollice verso.. Magari un giorno rivedrai il tuo pensiero su Monchi e ti pentirai di averlo apostrofato. Mostriamoci migliori. Auguri

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili