Roma, De Rossi e Manolas recuperano. Di Francesco affida il centrocampo a Nzonzi

Set 14, 2018 8 commenti by

ROMA-CHIEVO, ULTIME DA TRIGORIADe Rossi, Manolas e Schick recuperano per Roma-Chievo. E’ questa la notizia più importante dell’allenamento odierno che si sta svolgendo questa mattina a Trigoria. La squadra, dopo il riscaldamento il palestra, è scesa in campo per lavorare sulla tattica e svolgere una partitella finale in famiglia che servirà a oliare i meccanismi in vista della partita di domenica.

Di Francesco recupera dunque tre pezzi importanti della squadra, ma non è detto che i tre scenderanno in campo contro i clivensi. A rischiare più di tutti sono De Rossi e Schick: il primo potrebbe restare fuori in vista dell’impegno di Champions che si giocherà a soli tre giorni dalla gara di campionato. Il secondo parte ancora nettamente dietro a Dzeko nella testa dell’allenatore, che difficilmente si priverà del bosniaco.

Meno scontato invece il riposo per Manolas, considerato al momento un giocatore imprescindibile viste le difficoltà mostrate dalla difesa. Di Francesco affiderà quindi le chiavi della squadra a Nzonzi, che dovrebbe sistemarsi per la prima volta nella cabina di regia del 4-3-3 con Pellegrini e Cristante come mezzali. Out Pastore, che anche oggi svolte lavoro individuale e sembra destinato a saltare anche la partita di Madrid.

Redazione GR.net

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 8 commenti

  1. Silvio1967 says:

    433 o 4231, magari 352? Difesa alta? pressing alto? Tutte balle in questo momento… La Roma fino a Milano ancora non ha corso per 90 minuti ma è rimasta a guardare… prima di immaginare chi va in campo e chi no, come inserire Pastore (valore aggiunto e luce indispensabile) la squadra deve CORRERE. Ma riguardatevi le partite, tutti fermi a gironzolare per il campo, come se fossero reduci da un influenza bestiale o lì per caso. Manolas gemello scarso del greco, Kolarov simpatico palo della luce… la Roma deve tornare simile a quella che ha punito il Barcellona. Il Chievo sarà un casino (anche per i possibili -15 punti) altrimenti. Correre come 11 Flore, da qui si parte. La tattica viene dopo. E se ancora stanno fermi niente più scuse per nessuno. Forza Lupi…

  2. TT says:

    E vediamolo questo Nzonzi centrale titolare nel 4-3-3 contro il Chievo! Andiamo a prendere questi 3 punti. Forza Roma!

  3. Pluto says:

    Mi piace… daje Roma …daje

  4. Nome says:

    Ragazzi se non vinciamo con il Chievo, peggiore squadra della serie A, veramente la situazione diventa imbarazzante.

  5. SOLO LA ROMA says:

    D’accordo con silvio nel calcio prima cosa bisogna correre e tanto aggiungo poi vengono i schemi ma se i giocatori stanno fermi come le prime 3 giornate ti puoi inventare quello che ti pare ma vai in difficoltà con chiunque io mi auguro solo che sia solo un problema di forma e che non ci sia dell’altro….Forza Roma

  6. zagor says:

    Questa squadra può giocare con il 4-3-3 (Pellegrini – Nzonzi – Cristante) in campionato e con il 4-2-3-1 (De Rossi – Nzonzi- Pastore) in Champions … non vedo altre soluzioni

    • Vegemite says:

      Concordo sugli schemi, gli unici che consentono ad Eusebio di poter fare turnazioni sfruttando tutta la profondità della rosa.
      Per il Real meglio dare continuità alla gara contro il Chievo.
      Giocherei con lo stesso schema e praticamente con gli stessi uomini le due partite.

    • Lupetto says:

      A Pastore, contro il Real, non je fanno vedè manco la palla. Spero non recuperi dall’infortunio, altrimenti non oso immaginare che altri osceni esperimenti dovrà inventarsi Eusebio per far giocare sto cadavere.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili