Roma, N’Zonzi in 24 ore

Ago 13, 2018 1 commento by

AS ROMA NEWS – Entro domani la Roma scioglierà il nodo-N’Zonzi. Monchi, rientrato dal viaggio in Spagna, ha fatto il punto della situazione con Di Francesco. Anche per non turbare la vigilia della Supercoppa, disputata ieri sera contro il Barcellona, il Siviglia ha chiesto al ds romanista di (ri) aggiornarsi in queste ore. Le parti continuano a trattare e la distanza s’è ridotta 5 milioni (25 l’offerta, comprensiva dei bonus, 30 la richiesta). La Roma ha fatto un passo in avanti, riducendo al minimo i premi e agevolando le modalità di pagamento mentre il club andaluso è sceso da una prima richiesta di 32 milioni a 30. Si va avanti a piccoli passi, anche perché per chiari motivi d’opportunità, il Siviglia non poteva privarsi del francese prima di una gara così importante (a tal punto che, anche con appena un paio di allenamenti nelle gambe, il tecnico Machin ha deciso comunque di aggregarlo alla squadra per far gruppo, mandandolo però in tribuna). Anche con il francese va ancora limato qualcosa. N’Zonzi ha detto sì al quadriennale da 3 milioni più premi offertogli dalla Roma (per complessivi 3,5 milioni di stipendio), a fronte però di un’importante commissione da girare al papà-agente. Una somma importante (vicina ai 5 milioni), che andrebbe a pareggiare la richiesta iniziale complessiva sull’ingaggio.

N’Zonzi dal canto suo ha fatto quello che ci si aspettava: forzare la mano con il Siviglia, chiedendo ufficialmente la cessione. Ed è proprio sulla volontà del ragazzo che punta Monchi, consapevole che per il suo ex club, tenere un giocatore che a dicembre festeggerà 30 anni, scontento, è una via difficilmente percorribile. C’è inoltre un siparietto, carpito ieri dalle telecamere di un’emittente spagnola, che lascia ben sperare: si vede il ds Caparros in atteggiamento molto sorridente con il calciatore nell’aeroporto di Siviglia, prima di prendere il volo per Tangeri. Secondo la ricostruzione dei media spagnoli, il ds ha dispensato un messaggio di tranquillità e incoraggiamento al calciatore, per poi dirgli di non preoccuparsi perché affronterà la sua situazione e chiedergli di non creare turbative.

L’ATTESADi Francesco attende speranzoso. Fermo ai due rinforzi annunciati nella tournée americana da Pallotta all’emittente radiofonica Sirius Xm («Stiamo pensando di rinforzare la squadra in un altro paio di ruoli»), il tecnico non vede l’ora di avere a disposizione N’Zonzi. Poi, per l’esterno offensivo, si vedrà in extremis. Eusebio è consapevole che quella del mancino di piede destro, rischia di rimanere una priorità soltanto per lui. Il club ha un’idea diversa, soprattutto a fronte della mancata partenza di uno tra Perotti e El Shaarawy. Tradotto: soltanto se Monchi troverà un’opportunità last-minute proverà ad accontentarlo. Intanto sul versante cessioni, nulla si muove nonostante il Torino continui il pressing su Juan Jesus e Gonalons, provando a convincerli ad accettare la destinazione granata. Il nodo è la volontà dei due calciatori: una volta avuto il via libera, l’intesa tra i club sarebbe una formalità.

(Il Messaggero, S. Carina)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 1 commento

  1. Nico says:

    Ma perché di Francesco in un intervista disse per il mercato ci pensa monchi lui sa cosa serve per rinforzare la squadra addirittura non dorme per farlo..poi monchi dice non è che non dormo ma quasi..poi nel caso malcom monchi dice che Pallotta contro la sua volontà ha fatto un offerta superiore per prendere il giocatore..ci sono state interviste che oggi mi fanno pensare ad una rottura tra presidente allenatore e direttore sportivo visto e considerato che non si è comprato più nessuno dopo il rifiuto di malcom e visto che ci è stato detto arriverà uno più forte..

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili