Roma, Pallotta contro Monchi

Set 25, 2018 66 commenti by

AS ROMA NEWS – Avanti con Di Francesco: il messaggio che arriva da Trigoria è scontato, non essendoci al momento l’exit strategy. Il Frosinone è così vicino che non c’è tempo, anche volendo, per il ribaltone immediato. In più non c’è intesa tra Boston, Londra e la Capitale. Tra le varie anime del club che, come spesso è accaduto in passato, non sono in sintonia sul sostituto da ingaggiare in corsa. Pure al momento di scegliere Spalletti, negli ultimi mesi del 2015, non ci fu l’unanimità. Tant’è vero che lo sbarco fu postdatato. Manca quindi il candidato unico e, di conseguenza, conviene per ora non intervenire, anche se l’attuale allenatore sa di essere all’ultima chiamata. Fiducia a ore. Le prime 72 scadono dopo la gara di domani sera all’Olimpico.

APPESO AL RISULTATO Di Francesco, insomma, non ha la certezza di resistere a lungo sulla panchina giallorossa. Naviga a vista, di partita in partita. In caso di vittoria contro il Frosinone, ecco altre 72 ore (scarse) a sua disposizione: sarebbe confermato fino al derby di sabato pomeriggio. Da non perdere, per arrivare al match di Champions contro il Viktoria Plzen di martedì 2 ottobre. Si andrà avanti così fino a sabato 6 contro l’Empoli. Perché poi Pallotta, nella sosta per gli impegni delle nazionali, prenderà la decisione definitiva. Dentro o fuori. Ad oggi il presidente ha solo telefonato a Baldini, incaricandolo di valutare il profilo ideale.

SITUAZIONE IMBARAZZANTE – Il ritiro, di solito, serve per far gruppo (nel pomeriggio la visita di mogli e bimbi: in lacrime il figlio di Perotti al momento di tornare a casa). Non a Trigoria, almeno di questi tempi. Perché l’unità (di crisi) non c’è. I dirigenti hanno idee diverse sul da farsi. Se cambiare o no. Come, quando e chi. A Roma non la pensano come a Boston e a Londra. Facile capire chi avrà la meglio. Restare insieme è comunque utile per confrontarsi. Monchi lo ha fatto con Di Francesco già domenica sera. Il ds è deluso dal rendimento di qualche titolare e ne ha parlato con l’allenatore. Che, però, deve scegliere la rotta per uscire dalla tempesta. Senza ripensamenti e cambiamenti. È il consiglio girato da Monchi a Di Francesco. Anche perché il ds, nei colloqui individuali dei giorni scorsi, ha preso atto del desiderio dei giocatori: continuità nel sistema di gioco e nella formazione. Il tecnico, invece, è amareggiato per il black out dei senatori: scena muta, giovedì scorso, nella riunione allargata solo a loro. Avrebbe voluto conoscere il loro parere: sono rimasti allineati e coperti. Adesso con loro dovrà firmare l’armistizio, cucendogli addosso il modulo su misura. L’obiettivo: ritrovare lo spirito della stagione scorsa. Andando incontro a Dzeko. Perché il centravanti è il più inquieto. Non ha condiviso il ridimensionamento estivo, con le partenze eccellenti: avrebbe voluto che l’allenatore si mettesse di traverso, senza farsi condizionare dal rinnovo di contratto appena firmato. Il pensiero di Dzeko è condiviso da altri big. Che gli vanno dietro. Il nervosismo, comunque, monta. Discussioni se ne vedono ormai in ogni match, l’ultima nel tunnel del Dall’Ara. Anche Di Francesco ha urlato spesso in partita. E si è ripetuto nel discorso del day after alla squadra: «Adesso non farò più sconti a nessuno», la sintesi del suo sfogo. Ormai ha capito chi non lo segue.

CONSULENTE AL LAVORO – La divisione dei ruoli (e non solo) è sempre più evidente nella Roma. E inquietante. Monchi si sente isolato quanto Di Francesco. E scavalcato. Così, in caso di esonero del tecnico, sarebbe pronto a dimettersi. Come Gandini, ma l’ad per andare al Milan. Baldini, invece, già macina sostituti. Nella lista dei disponibili, con Paulo Sousa (il Tianjin Quanjian lo libera, ma con robusta penale da pagare) e Blanc, ecco che prende quota Donadoni, contrario per ora ad allenare il Giappone e favorevole all’avventura in Cina: piace alla proprietà. Aziendalista come lui ce ne sono pochi. Montella figura nell’elenco. E Conte rimane alla finestra. Con vista sul futuro.

(Il Messaggero, U. Trani)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 66 commenti

  1. Paolo70 says:

    Teatrino da scarica barile tanto imbarazzante quanto ridicolo. Società inesistente col presidente interessato ad un altro unico obiettivo(da sempre)

    • Ilario says:

      E di cosa ti meravigli.
      Lo scaricabarile è tipico degli incapaci, degli incompetenti e dei vigliacchi mossi pure dall’arroganza. Costoro non hanno la predisposizione a mettersi in discussione, nemmeno di fronte all’evidenza più schiacciante, per cui hanno necessità di identificare sempre un capro espiatorio. Facile capire come, per tale scopo, amino circondarsi di altre persone poco capaci ma pure piuttosto deboli che per un po’ di soldi accettino tale ingrato ruolo.

    • alessandro says:

      Fai un bel ritiro con il 4-3-3 e ti smontano la squadra per fare il 4-3-3 dopo la prima di campionato.
      La partita col torino è stata una grande partita, poi la cessione di strootman, e da li 2 punti in 4 partite.

      Ci vuole mago merlino per capire qual è il problema?

      La GESTIONE. Ecco cosa. Dovrebbero essere professionisti, dare sempre il massimo, ma non è così. Perchè dovrebbero dare il fritto se vengono trattati come oggetti? Come si può chiedere attaccamento alla maglia quando tutti sanno di essere di passaggio in nome della vittoria giallorossa che si chiama plusvalenza?

      • Rod says:

        “Come si può chiedere attaccamento alla maglia quando tutti sanno di essere di passaggio in nome della vittoria giallorossa che si chiama plusvalenza?”
        Hai centrato perfettamente quello che oggi è diventato giocare nella Roma.
        Aggiungo io…..piazza comunque ambita da giocatori e allenatori emergenti perché ottima vetrina per passare ai grandi club.

        • alessandro says:

          Rod, faccio sempre un paradosso. Se Monchi mi chiedesse di fare la mezzala nella roma, io accetterei…tralasciando il discorso sentimentale (tifo roma, ovviamente)..tanti soldi, più di quelli da impiegato, bellissima città. Se poi devo sostituire Nainggolan, che mi importa? gioco nella Roma. Ho visibilità, se esco come giocatore, potrò ambire ai top club europei.

          Perché cristante dovrebbe pensarla diversamente? Oppure EDF. Allenava il sassuolo. Oggi lo conoscono di più perché ha raggiunto una semifinale di champions. Quindi? Prima, al sassuolo, non lo conosceva nessuno, ora alla Roma, ha fatto girare il suo nome. E se la roma gli vende tutti, chi se ne importa? Un’altra squadra, che lo pagherà di più, la troverà.
          Te lo dice uno che crede nella buona fede di EDF…

    • Aridatece la ASROMA says:

      Na barzelletta sti due sono:((

  2. gio says:

    come volevasi dimostrare…baraonda generale…..gli unici che hanno capito sono i senatori che si sono messi di traverso per le cessioni……pensare che ci avevano fatto credere che monchi è il re del mercato e Difra il miglior allenatore giovane….invece stanno li solo per far far soldi alla società……una domanda viene spontanea…l’anno prossimo chi vendono per far plusvalense…???? ahahahahahahahahahahahahahahahahahah

  3. Er cozzaro nero says:

    In caso di cambio della guardia,il periodo migliore sarebbe la sosta per nazionale,15 giorni per dare modo al nuovo allenatore di mettere su una formazione e uno straccio di schema! Poi come traghettattore perche’ non provare de rossi senior,con la presenza di daniele de rossi,penso sia anche accettato bene nello spogliatoio,e farebbe dopo anni nella primavera,un salto di qualita’. I nomi fatti finora,tranne conte,non mi convincono molto,non cambierebbe nulla!

    • Alessandro says:

      Pensi che a trigoria siano così svegli da capirlo?
      Quanti allenatori ha avuto questa gestione? E ancora parliamo di grande dirigenza…per favore.

      E oggi hanno anche un tifo più compiacente, mi ricordo contestazioni a Rosella Sensi per molto meno (la cessione del solo aquilani, quando qui, ora, ti vendono tre titolari per volta): dovette girare con la scorta quando era incinta, fu anche aggredita. Questo è il tifoso della Roma. Banderuola pronta a seguire quello che i prezzolati scrivono o dicono.

    • Sly says:

      Condivido il tuo pensiero ma io avrei affidato già da domenica scorsa, dopo la partita con il Bologna, la squadra a De Rossi papà, per poi cercare un profilo adeguato alle nostre esigenze.
      FORZA ROMA (dolce sarà la primavera giallorossa – cit Bernardini)

      • Alessandro says:

        Sly il problema non è EDF. Se non erro, abbiamo avuto qualcosa come 6 allenatori in 8 anni. Se ci pensi è una follia. Posso capire i primi anni, vengono da altri sport, e quindi magari un adattamento alle vicende calcistiche ci sta. Ma se in 8 anni hai cambiato 6 allenatori vuol dire che 1 hai la tendenza ad addossarei ai tecnici la scelta di politiche societarie fallimentari 2 ancora non hai imparato a scegliere un allenatore, dopo 8 anni, il che fa di te un pessimo dirigente ed una persona con poca attitudine a comprendere e rimediare agli errori commessi.

        Non ci vuole un genio. Solo un minimo di autocritica. Che poi, sia chiaro, tutti vorremmo vincere contro frosinone e lazio. Ma questi errori dobbiamo ricordarceli per il futuro.SE vogliamo vincere.

  4. Nome says:

    Ecco sparateve !

    • Blouson Noir Fucking Idiot says:

      Bang Bang ha shot me down
      Bang Bang I hit the ground
      Bang Bang that awful sound…

  5. Nome says:

    C’erano stati segnali già dal torneo ICC negli USA ma si è andati avanti come se niente fosse. “La Roma più forte” ripeteva Pallotta. Poi Strootman, poi l’inizio prima della sosta: tre partite penose. Adesso è tardi.

    • Monika says:

      A quella frase di Pallotta mi ero preoccupata e l’avevo scritto che non portava benissimo,l’ultima volta che l’ha pronunciata è stato l’ultimo anno del delegittimato Garcia,adesso si sta ripetendo la stessa identica situazione con Monchi e Di Francesco al posto di Sabatini e Garcia,troverà anche questa volta uno che,parole sue,gli salverà il Kiul?Poi,in estate,sputerà veleno su chi,a suo avviso ha sbagliato,per incensare con parole d’amore il nuovo migliore allenatore o il nuovo migliore DS al mondo e…nuovo giro e nuova corsa più forte e pi veloce,venghino siori,venghino!

  6. alieno sdraiato says:

    era fin troppo evidente che molti non avessero digerito lo smantellamento selvaggio a cui abbiamo assistito. Agli stessi calciatori piace vincere, no partecipare… perciò sarà impossibile ritrovare gli stimoli della passata stagione.
    Mi sembra strano che un DS esperto come Monchi abbia sottovalutato gli effetti di questo suicidio. Probabile che certe scelte siano state indotte, mentre lo speculatore dava spettacolo in una pizzeria napoletana…
    in un panorama così decadente, trovo sempre più RIDICOLO e VIGLIACCO colpevolizzare l’allenatore.
    Buona giornata (tranne ai multinick)

    • Monika says:

      C’è una scollatura tra giocatori ed allenatore con cui,a mio avviso,neanche la scorsa stagione era scattata una grande scintilla al livello tecnico,il fatto che i giocatori ceduti siano tra quelli che più si sono confrontati con lui e hanno anche messo in discussione scelte e tattica cercando con lui un compromesso e che la sua reazione alla cessione di Strootman sia stata ben diversa da quella per la possibile cessione di Dzeko lo scorso Gennaio hanno scavato un solco.Di Francesco ripete che Strootman sia voluto andare via,se non fosse vero(come credo) i giocatori lo sanno,sottolineare in pubblico gli errori di singoli quando non se ne salva uno anche se si aspetta di più dai veterani,accusare e mandare segnali pubblicamente quando anche lui ha sbagliato tatticamente non lo aiuta certo a

    • Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

      Veramente vorrei farti notare che la redazione da un anno a questa parte ha tanto multinick a rotta di collo ed erano sempre Marione’s.

      Anche a me lo fregate spesso per scrivere sciocchezxuole
      Contenti voi.

      Divertitevi pure così, che tanto il BERSAGLIO GROSSO non lo centrerete MAI.
      MAI.

      • Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

        Tanato

  7. Ilario says:

    Capirai, il magnate da osteria ha capito che con tutta la monnezza che ha portato il monco di siviglia sai che plusvalenze che ci fa l’anno prossimo.
    Starà già sotto ansiolitici e psicofarmaci, il “presidente”.

  8. TT says:

    Pallotta il 1° agosto: abbiamo la migliore squadra che io abbia mai avuto: Schick e Karsdorp sono tornati, Pellegrini e Under sono cresciuti di un anno, Pastore, Marcano, Cristante e Kluivert sono tutti ottimi acquisti. Profetico.

  9. Curvasudforteromana says:

    Ma come? Secondo alcuni andava tutto bene….e adesso escono fuori tutti i problemi che Noi ( rinnegati?) evidenziamo da tempo? Società allo sbando, presidente incapace e questi sono i risultati……e con Baldini che pensa a Donadoni toccheremo il fondo! Liberate Roma, dimettetevi tutti in blocco e vendete la proprietà, avete fatto solo danni e avvelenato i pozzi!

  10. O'Rey says:

    plosvalenze fai da te? ahi ahi ahi….

  11. Alvin says:

    Siamo seri, come fa Pallotta ad essere contro Monchi, il re indiscusso delle plusvalenze? Il problema dei 2 oggi non è che la Roma sia allo sbando totale ma il rendimento è di conseguenza la svalutazione dei calciatori da rivendere il prossimo anno. Che schifo!

    • Ilario says:

      Te lo spiego io.
      Pallotta, in estasi per le plusvalenze portate dal monco, stava gongolando. Da perfetto ignorante di calcio, pendeva dalle labbra del cassiere che lo rassicurava sulla forza dei nuovi acquisti che avrebbero fruttato ulteriori plusvalenze da capogiro. E l’estasi lo pervadeva ancor più.
      Poi è iniziato il campionato e forse gli è venuto il sospetto che chi doveva sostituire i plusvalenzati proprio non è all’altezza, parecchi sono anzi delle seghe incommensurabili.
      A questo punto, terminati gli ultimi spasmi dell’orgasmo da plusvalenza, pallotta deve aver realizzato che le creste di questa maledetta estate potrebbero essere state le ultime.
      E lui allora qua che ce sta a fa? Mica sta qui a fa il presidente di una squadra di calcio, sai che gli frega.

  12. Zenone - Aristocrazia Romanista says:

    I Frottolari qui sopra ,pur di spargere veleno sulla Roma,adesso danno credito ad un giornalista che fino a pochi giorni fa hanno sempre sbeffeggiato…la loro idea fissa è abbattere la Roma.

    • Alvin says:

      Non credo sia un giornalista a influenzare il pensiero di tanta gente ma i 5 punti in classifica a seguito di prestazioni da vomito e le prestazioni dei vari Messi acquistati questa estate.

      • Sly says:

        Resta il fatto che ritengo assai improbabile che qualcuno possa conoscere le dinamiche interne a Trigoria, arrivando addirittura a scrivere che durante il confronto con i “senatori” quest’ultimi hanno fatto scena muta.
        FORZA ROMA (dolce sarà la primavera giallorossa – cit Bernardini)

        • Nome says:

          Ma non lo so; da qualche tempo tutti i giornali anticipano in maniera esatta le formazioni con uno o due giorni di anticipo, anche quando EDF “crea”.

    • Lazio in b says:

      Ve prego basta co sto vittimismo da quattro sordi!!!Basta!!!
      Basta dire che è colpa dei tifosi e dell’ambiente!!!
      I giornalisti, anche quelli cialtroni, non decidono le strategie e le campagne acquisti della Roma.

      Daje ASROMA sempre

  13. Luigi romanista partenopeo says:

    Cioè, fatemi capire, i calciatori non si impegnano per dissentire delle cessioni estive?
    I vari Dzeko, Kolarov ecc. stanno mandando in malora la stagione per ripicca?
    Vorrei farvi notare che loro sono dipendenti dell’AS ROMA e sulla gestione del club non contano un emerito caxxo.
    A questi signorini vengono lautamente pagati puntualmente, rispetto ad altri club, i loro stipendi milionari e loro per l’addio di tre compagni rovinano la società che li paga?
    Se cosi fosse sarebbero da cacciare tutti.
    Spero che dopo aver risollevato le sorti di Pippa Inzaghi la ONLUS Roma non faccia risollevare anche il tecnico dei ciociari Longo.
    Tutti zitti e testa a mercoledì.

    • Alvin says:

      Se Dzeko aspetta l’assist di Nainggolan magari segna, se aspetta l’assist di Pastore allora finiamo il campionato. Se Kolarov deve salire o difendere perché ha davanti Strootman che gli da una certa sicurezza e garanzia magari rende di più che se ha davanti Cristante al quale viene preferito Zaniolo in Champions a Madrid. Credo che alla fine il problema sia tutto quì.

  14. Fabiolone says:

    Primo ed ultimo commento dopo un estate di insulti presi per il mio pensiero antisocietario sopratutto dopo la cessione di Nainggolan (perché già s’era capito da Maggio che Alison sarebbe partito) ad oggi ho una sola domanda:”Perchè tutto questo?” Sia chiaro, non me ne frega niente se Monchi va a mangiare alla Charitas o Pallotta schiatta ma perché la Roma, un amore, una passione, una casa, una famiglia, deve essere violentata dalle luride mani di affaristi e sciacalli senza scrupoli? Io non vedo Pallotta fruttarolo, lo vedo papponex.

    • Alvin says:

      Alla Roma puoi fare ed ottenere di tutto, basta pagare. Sono fatti, lo dice la storia della gestione americana. Ogni cosa ha un suo prezzo, anche cambiare il logo e far fare i porci comodi agli amici di Moggi a Trigoria. Sensi e Dino Viola si saranno rigirati nella tomba.

  15. Simone90 says:

    Pallotta contro Monchi

    Siamo al ridicolo

    Er Pallotta (che con un cognome così neanche parla mezza parola in italiano , già dice tutto) impone le strategie societarie per fare brokeraggio sui giocatori e prende Monchi per fare plusvalenze (DIFFICILISSIMO fare plusvalenze su campioni come Alisson , Rudiger , Nainggolan e Strootman campioni presi da SABATINI, perché il pelato spagnolo non sarebbe mai in grado di scovare campioni simili )

    Dai Politecnico di Torino boccia il progetto stadio

    Dai Campidoglio azzera tutto l iter dello stadio

    E finalmente finiranno tutte le prese in giro nei confronti dei VERI TIFOSI ROMANISTI

    • Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

      Questa cosa che Pallotta dovrebbe imparare l’italiano è esilarante.

      Pallotta è un commerciante internazionale.
      in tutti il Pianeta Terra (tranne che in Cina) la lingua commerciale è l’inglese.

      L’italiano si usa nell’Opera Lirica.
      a quello serve

      • Senza Trofei ma con le Trofie says:

        Fidate tifa Frosinone è meglio !

        • Step by Step "ROMA CLUB JAMES PALLOTTA" says:

          Trofie
          Mi complimento per LA risposta
          Mi hai steso.
          KO Tecnico proprio.

          È per questo che procedo guardingo su GR. NET:
          Siete dei Giganti della Satira.

          • Nome says:

            Step, sei l’unico romanista rimasto, se guardi l’elenco di chi scrive in questo commento, so’ tutti antiromanisti conclamati, oramai se la cantano e se la sonano, eccitati dai risultati negativi della Roma.

            al primo filotto di vittorie spariscono tutti, e tu ti divertirai di meno 😉

      • Memore del passato says:

        Ora che hai dato sfogo al tuo dogma sull’inutilità della lingua italiana… perché allora non la pianti con questi futili 9.939.828.745.827,39 commenti quotidiani, provando a darti esclusivamente alla lirica?

        Pensaci…

        La tua si rivelerebbe un’iniziativa graditissima, condivisa perlomeno dal 99,99% degli utenti di questo sito.

        • Nome says:

          È solo l altra faccia delle numerose medaglie.. ancora non vi è chiaro ?

    • Hic Sunt Leones says:

      Simone90
      Dissento. Meglio allora far costruire lo stadio e poi buttarlo giù mattone dopo mattone. È più divertente, più rovinoso per il non-tuo presidente e quindi produttivo per il prosieguo della tua squadra.
      Ah, e naturalmente forzamaggica.

  16. Michele says:

    Ecco se Pallotta mandasse via Monchi riguadagnerebbe un po’ della mia ammirazione. La proprietà ha colpe ineludibili ma Monchi son due anni che fa disastri con il mercato.

    Noi siamo romani gente togata!

  17. Gentle Giant says:

    Sarebbero considerazioni giuste se, come al solito, non fossero basate su ipotesi, sentito dire, fantasie. Come fa Ugo Trani ad affermare certe cose? Era presente nelle riunioni che ci sono state a Trigoria? No? E allora il suo parere vale quanto i mio, cioè niente. Solo che io non ci faccio un articolo sul Messaggero. Quindi, riassumendo, ha buttato lì a casaccio qualche nome di allenatore (tanto uno forse lo becca), ha detto che Di Francesco ha 72 ore anzi no fino al derby anzi no fino alla CL anzi no fino alla pausa, e che Dzeko è incazzato (e non ci vuole il mago Otelma). In conclusione un mucchio di inutilità. Speriamo che la Roma si riprenda presto anche se francamente la vedo durissima, in primis per noi e poi per far tacere gli Ughetti di turno. Forza Roma.

  18. O'Rey says:

    Prendere un allenatore forte che non gioca con la difesa alta. 4231/4321
    Vendere subito Marcano, Karsdorp, lo Pellegrini, Under, Kluyvert, Shick.
    Prendere un centrale veloce un terzino destro vero una mezz’ala di copertura.
    Possibili plusvalenze future coric, lu pellegrini, zaniolo.
    Tornare al Via! Senza aver vinto nulla. Per noi la ROMA è una passione, (molto spesso una via crucis).

  19. Gianni says:

    Periodo florido x i giornalai…

  20. Aureliano says:

    Rimanendo lucidi il cambio di allenatore andava fatto domenica sera, con un doloroso esonero. EDF non è il principale responsabile ma ha chiaramente perso il controllo della situazione: i giocatori hanno bisogno di motivazioni e dire che sono pagati tanto perciò sono tenuti a dare tutto significa non capire il calcio.

    Il problema è che, a dimostrazione dell’incompetenza gestionale, più a lungo si esita più si depatrimonializza la società.

    Non saper investire in un business dove il risultato sportivo è creativo di valore – come ben sanno le società di vertice in Europa-, è un errore imperdonabile.

    I tifosi della Roma non meritano una spirale di ridimensionamento proprio perché sono essi stessi, col loro entusiasmo e la loro forza, un asset che bisogna curare: non ingannare

  21. Ramon Monco says:

    Alisson; Florenzi, Manolas, Rudiger, Kolarov; Nzonzi, Nainggolan, Strootman, Pjanic; Dzeko, Salah. Vi sarebbe piaciuto vincere con questa squadra, eh? Invece no, io sono arrivato da Siviglia per smontare tutto e poter sonare le nacchere. Olè!

  22. davide says:

    Monchi ha fatto schifo da quando è arrivato ma è pur vero che è obbligato a seguire una linea societaria.
    Fossi in lui, prossima estate farei firmare i contratti di acquisto tutti nello stesso giorno ai parametri zero eccellenti: Vertonghen, Godin, Di Maria, Herrera e dovesse essere licenziato per questo per lo meno se ne andrebbe da eroe.

    • davide says:

      Che poi, tanto per parlare, l’anno prossimo ci sarebbe pure Martial libero

  23. stetris says:

    Pallotta senti sta formazione e dimmi qualcosa:

    ALISSON
    RUDIGER BENETIA MARQUINHOS EMERSON
    STROOTMAN PJANIC NAINGGOLAN
    SALAH GERVINHO LAMELA

    Forse qualcosa avremmo vinto. O no?

  24. Stefano says:

    e bravi lazialotti del sito…ora sarete contenti, senza Di Francesco e Monchi, ma con Montella e Baldissoni. E quando arriverà Ferrero al posto di Pallotta? Allora si che sarete proprio felici avremo una squadra da scudetto, vero?

    • Ramon Monco says:

      Bravo, sembra quasi che ti pago io.

    • Lupetto says:

      Caro Stefano, qui siamo tutti incazzati, gli unici felici contenti e rilassati siete voi sostenitori di Pallotta. Fatti due domande e chiediti chi sono i veri tifosi….

  25. nessuno says:

    stefano , lascia sta ‘ son parole sprecate , c’è chi ancora fa la formazone con giocatori che non ci sono ,, oltre tutto si continua a valicare il confine della critica , solo per distruggere e avvelenare un ambiente come quelo diviso dei tifosi , c’è una cosa che a me non sconfifera il malessere ampliato dai giornali (avversi alla ROMA)o presunti a favore della ROMA , trova faiclità nei procuratori dei giocatori che alimentano i loro assistiti in un clima notoriamente sfavorevole alla ROMA , a volte si ha l’impressione di comari o compari che parlano male (ma loro dicono la “verità) di cui ROMA è pienae hanno l’abilità di incidere nel’interno di trigoria, quanto mancano le parole di Viola e Sensi non abbiamo una stampa che ci aiuta è purtroppo vero

  26. Verità says:

    Mercoledì c’è Italia-Serbia di volley.
    Non vediamoci 22 giocatori che giocano contro la Roma.

  27. stefano 63 says:

    ma un allenatore che li piglia a calci in culo ce lo trovate…difrancesco per rabbia se rotto un polso addosso a una panchina qualcosa è successo….è una brava persona ma non ha polso….non è la panchina che va presa a cazzotti….ma sti ragazzini viziati da 5 milioni l’anno…..STRILLAAAAA serve uno come conte oppure un carattere alla gattuso un sergente de FERRO non un bravo allenatore e una brava persona….avete litigato sicuramente a trigoria ma la società ando stà ????….pallotta venni non è per te

  28. Bah : focenecup club ballotta says:

    Ammazza che coppiafocene!! Ballotta e monco ovvero stanlio e ollio Gianni e pinotto Franco e ciccio che spettacoloooo ahahahahahahah societa modello per la finale Di coppa focene vendete pure e mutande a ballooooooo tanto non vincerai un caxxo ne tue ne I cesaroni laziesi lobotomizzati vergognateve non siete degni della as roma fruttaroli liberate roma citta incapaci

  29. Frank says:

    E’ inutile cambiare allenatore se NON CI SONO PIU’ giocatori di qualità, andiamo avanti con Di Francesco e cacciate subito Monchi!!!
    A gennaio bisogna rinforzare urgentemente questa squadra e vendere le zavorre!!!!!!!!!!

  30. Senza Trofei ma con le Trofie says:

    ” Per me l’importante è che se vince er derby, mo semo più ricchi.
    Quando andavo in giro co a machina a fari gialli il tifo era diverso, se tifava pure quando la roma perdeva col cittadella, mo tutti contro a società che ce venne i giocatori, se semo stancati de chi tifa roma pe vince sta storia dei trofei deve da fini ! ” Cit. 🙂

  31. Rod says:

    Tu vuo’ fa’ ll’americano
    Mericano, mericano
    Sient’a mme chi t’ ‘o ffa fa’?
    Tu vuoi vivere alla moda,
    Ma se bevi “whisky and soda”
    Po’ te siente ‘e disturba’
    Tu abball’ o’ rocchenroll
    Tu giochi a baisiboll
    Ma e solde p’ e’ Ccamel
    Chi te li da
    La borsetta di mamma’
    Tu vuo’ fa’ ll’americano
    Mericano, mericano
    Ma si’ nato in Italy
    Sient’ a mme, nun ce sta niente ‘a fa’
    Ok, napulitan
    Tu vuo’ fa’ ll’american
    Tu vuo’ fa’ ll’american

  32. Giallorossi says:

    Monchi ci ha R O V I N A T O, è inutile cambiare allenatore, oramai abbiamo una squadra di pippe!!!!!! può venire pure Guardiola ma con questi giocatori quest’anno la vedo dura.
    Pallotta ha venduto e poi ricomprato quindi l’incapace come già sospettato lo scorso anno quando si è venduto uno come Salah e preso uno che non ha mai segnato e perso tanti goal…
    Monchi via subito, INCAPACE, INCOMPETENTE ora sono cavoli tuoi…

  33. Maurizio da Prato says:

    Ramon si, ma Turone !!! ve le avrebbe fatte saltare lui le caviglie e le rotule!

    • @tsaf says:

      Avoja!!!!! Li dovrebbero far allenare con dei giocatori di rugby, così vediamo se la smettono di fare le fighette in campo!!! oppure richiamiamo annoni, loria, bonacina, gente che al primo dribbling ti sega la gambina….

  34. pascal says:

    detto da trani mah…..

  35. Luca says:

    Uno può confermare Di Francesco all’infinito ma poi se questo non batte neanche il Frosinone,diventa dura andare ancora avanti con lui.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili