Salah fa ricca la Roma. 45 milioni dai Reds ed è record d’incasso

Giu 19, 2017 10 commenti by

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – A un passo dal Liverpool e dalla storia. Quantomeno quella delle cessioni romaniste più remunerative. Lista che lascia indifferenti i tifosi, ma ingrassa la voce entrate del club. Momo Salah verrà ricordato come il giocatore veduto alla cifra più alta di sempre per i giallorossi: circa 45 i milioni di euro che gli inglesi sono pronti a versare nelle casse di Trigoria, con una base di 40, destinata a crescere con l’inserimento di vari bonus. Trentaquattro gol in 83 partite, l’egiziano è stato due anni nella capitale, confermandosi sia con Garcia sia con Spalletti, un punto fermo del gioco romanista. Acquistato nell’agosto del 2015 dal Chelsea — dopo sei mesi di prestito alla Fiorentina — per una cifra totale di 21,7 milioni, Salah viene rivenduto due estati dopo praticamente a più del doppio, con il nuovo ds romanista, Monchi, che conferma la sua fama europea di mister plus-valenza.

Una cessione-record, quindi, la più alta della storia del club, per la quale però non possono ovviamente esultare i tifosi, stuzzicati dall’idea di vedere l’attaccante esterno alla corte di Di Francesco, che degli esterni fa la sua forza tattica. Esulta però il bilancio societario, stra-sistemato in questo modo, in ottica fair play finanziario, per la scadenza del 30 giugno, anche se la partenza di Momo a livello di introiti e immagine nel mondo costituirà alla lunga una recessione. Le magliette di Salah, tanto per dirne una, sono le più vendute nel mondo dopo quella di Totti, con un riscontro clamoroso nei Paesi arabi. Salah è seguitissimo sui social, ha sponsor personali ed è una vera e propria star lontano dall’Italia. Il venticinquenne egiziano è una piccola industria che cammina e che, in pratica, riesce a pagarsi da sola l’ingaggio che, a breve (tra domani e mercoledì effettuerà le visite mediche per i Reds) gli pagherà il Liverpool per i prossimi 4 anni.

È in movimento da tempo alla ricerca di un paio di sostituti, Monchi, ed è questo che interessa ai tifosi e a Di Francesco. Noto come il tecnico stimi e voglia tornare ad allenare Berardi, dopo averlo cresciuto al Sassuolo, ma il ventaglio di nomi degli attaccanti esterni è ampio. Piace molto Ghezzal, algerino, classe ‘92 a un passo dallo svincolarsi dal Lione. Ci sono molti club sopra il giocatore, con la Roma però che, ricca della cessione di Salah, può permettersi di avere un potere contrattuale più convincente. Chi è invece già un giocatore della Roma è Hector Moreno. Il difensore messicano è stato protagonista del pareggio di ieri con il Portogallo in Confederations Cup. Ha realizzato di testa la rete del 2-2 finale. È il suo terzo gol in 80 presenze con la nazionale.

(La Repubblica, F. Ferrazza)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 10 commenti

  1. Idiot 2.0 says:

    Incuriosito dal commento di “zitti e pedalare” fine conoscitore di calcio e sempre con commenti azzeccati, ieri scrive una cosa tipo, salah sparisce nelle partite che contano quindi il Liverpool fa una ca**ata.
    Mi informo e cerco quanti gol ha fatto Salah contro le prime 8 in classifica ed esce un numero assurdo. Su 15 gol ne ha fatto 1 (UNO) contro le prime 8.
    Un giocatore grande con le piccole e PICCOLISSIMO con le grandi.

  2. enrico says:

    Cioè la vendita delle magliette societarie con su scritto ‘Salah’ copre l’ingaggio del giocatore? Ma quante sciocchezze…

    • Matteo says:

      Beh però considera che basta vendere 50.000 magliette a 100 euro per arrivare a 5 milioni. Non lo copriranno ovviamente tutto le magliette lo stipendio, ma è credibile che una buona parte rientri

      • enrico says:

        Dal bilancio della AS Roma 2015/16 (l’ultimo disponibile copio e incollo:
        ‘Gli Altri ricavi delle Vendite e delle prestazioni, risultano pari a € 5,4 milioni (€ 6,2 milioni nel 2014/15) ed incidono per il 3,3% sui Ricavi consolidati. Tali ricavi riguardano le attività commerciali di Merchandising e Licensing della Soccer SAS e registrano un decremento di € 759 mila’ (rispetto alla stagione precedente).

    • Alex says:

      Grande bufala mediatica, lo sponsor delle maglie non è anzitutto legato al calciatore ma alle vendite dell abbigliamento sportivo di una intera squadra. La as Roma, in tutte le classifiche di “magliette vendute” non figura neanche tra le prime 15, addirittura il Napoli ci è sopra. Queste bufale delle magliette vanno avanti dall epoca dei contratti di Totti …

    • enrico says:

      Boh, mi sembra di aver letto (un paio d’anni fa) che il nostro ricavo (totale) dal settore Merchandising fosse circa 2 milioni di euro all’anno…

  3. Stefano says:

    Se fosse vero il prezzo di 45 milioni, Monchi avrebbe fatto con una sola operazione meglio di quanto fatto dal suo predecessore in sei anni! 45 milioni per Salah sono fantascienza, sono fuori mercato, perchè l’egiziano è un giocatore sopravalutato come pochi! Non ha mai fatto la differenza, la storia della sua non incisività con le grandi è un dato di fatto! Anche nel derby di coppa di ritorno, fece doppietta dopo essersi mangiato il gol che, a 15/20 minuti dalla fine, avrebbe riaperto i giochi! Qui c’è chi ha accusato Dzeko di non essere decisivo, quando il bosniaco ha segnato, in due stagioni, a tutte le squadre! Salah a 45 milioni è un capolavoro di Monchi, che piaccia o meno!

  4. Jk says:

    Che è un calciatore amatissimo specialmente in Egitto questo è poco ma sicuro.
    Gente così comunque fa seguire una squadra,tutta gente che poi,ti potrebbe diventare tifosa della tua squadra.
    Quanto convenga venderlo non so.

  5. GG says:

    Magari 45 mln so troppi, peró voi lo state etichettando come una pippa, fa sempre i suoi numeri ed è giovane con un margine di crescita e poi non sarà facile trovare un sostituto bravo che l’anno prossimo ti faccia i gol che ha fatto momo ANCHE se contro le piccole

    Comunque io sono sempre stato dell’idea che fosse lui quello che dovevamo vendere, già dall’anno scorso, perchè secondo me il gioco della Roma , ma io ero dell’idea pure che Dzeko era na pippa al sugo e che avrei preferito vedere iturbe al posto suo ahahhahhahahahahah

  6. Pallotta vai a casa says:

    Stasera tutti a circo massimo a fare il carosello per sopraggiunta plusvalenza.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili