Strootman cuore giallorosso: «Io non vi dimentico»

Nov 16, 2018 12 commenti by

ULTIME AS ROMA – Stavolta è davvero finita. Sono passati poco meno di tre mesi, era il 28 agosto, da quando Kevin Strootman, tra lacrime e polemiche, salutava la Roma per andare al Marsiglia. Un trasferimento a sorpresa, per lui e per i tifosi, arrivato talmente in fretta, appena una settimana dopo la nascita della prima figlia, Jonah, che soltanto adesso il centrocampista ha potuto chiudere del tutto i suoi rapporti con Roma e l’Italia.

Due giorni fa il fratello Wesley, che è anche il suo primo collaboratore, ha chiuso la villa di Casal Palocco, restituito le chiavi e messo a punto gli ultimi dettagli del trasloco. «Per l’ultima volta a Roma», ha scritto su Instagram mentre era in volo dall’Olanda. (…). Insieme al Marsiglia e a Rudi Garcia era al Cavalieri Hilton in ritiro prima della sfida di Europa League contro la Lazio. E, praticamente, è stato più nella hall che in camera. (…)

In tanti hanno approfittato della sua presenza a Roma per andarlo a trovare e farsi firmare maglie, sciarpe e bandiere. Strootman ha detto di sì a tutti, ha posato per decine di foto, ha evitato qualsiasi risposta polemica a chi gli chiedeva: «Ma perché ti hanno mandato via?» e, emozionato, si è limitato a ringraziare per l’affetto ricevuto. «Io non vi dimentico», ha semplicemente detto il mediano dal cuore puro. (…).

(Gazzetta dello Sport)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 12 commenti

  1. Paola neanch'io says:

    Buona vita😘

  2. olandesevolante says:

    anche io non ti dimenticherò grande guerriero olandesevolanteKS6

  3. *El Flaco* says:

    Lo dico senza problemi. Quella di Strootman è stata l’unica cessione che non ho digerito e che mi è rimasta sul gozzo Avvenuta in un momento in cui nessuno (o quasi) se lo aspettava. Tutto fatto troppo in fretta
    Grande uomo. Grande Guerriero.
    Con tutta la stima ed il rispetto che si può avere per il nostro Ds: Per me è stato uno trà i più grandi errori della Gestione Monchi.
    Ciao Kevin. Onorato di averti avuto trà noi!
    Tanti auguri ed un in “bocca al lupo” di tutto cuore.
    Forza Magica!!!

  4. SOLO LA ROMA says:

    anche io non ti dimenticherò mai mamma mia quanto eri forte prima di quel terribile infortunio grande centrocampista. Forza Roma

  5. curvasudforteromana says:

    Grande uomo, forte giocatore, Spirito Guerriero! Come dimenticarti? Sempre nei Nostri Cuori Kevin!

  6. Nico says:

    Alisson manolas marquinhos maicon kolarov de keitá pjanic naigollan Totti salah dzeko che Roma eh?433 da urlo

    • Trp says:

      un sogno
      ma se de sta per derossi sono 12 allora sarebbe un 443
      😀
      forza roma sempre

  7. Frank says:

    Difficile est longum deponere amore!

    Persona seria e competente, speriamo di rivederlo presto come dirigente o collaboratore della A.S. Roma…lo merita!!

  8. Archita says:

    grrande persona e grande giocatore
    peò, diciamocelo pure, dopo l’infortunio non è più stato lo stesso. la tigna e la voglia erano quelle di prima, il rendimento no.
    il trasferimento, a mio avviso, ci stava tutto. Il problema è stato il tempo. Reputo profondamente sbagliato mandare via un giocatore che comunque aveva il suo ruolo nello spogliatoio senza che sia stato trovato un adeguato sostituto, Farlo poi a mercato chiuso, senza avere la possibiità di reperire un “cambio” valido ha dato all’ambiente un brutto segnale.

    • Anacronistico says:

      Fermo restando che durante il suo ultimo periodo qui da noi era aspramente criticato anche da molti tifosi per le sue prestazioni altalenanti, restai parecchio spiazzato dalla sua partenza: per me era e resterà sempre “Strootman, cuore e acciaio” (sulle note di Jeeg).
      Però a mente fredda, viste ormai le sue condizioni, la cessione a quel prezzo non è stata totalmente sbagliata e non posso credere che un giocatore in campo pensi “ah, oggi non rincorro l’avversario e sbaglio sotto porta perché non c’è più Kevin in rosa!”.

    • Masetti primo portiere says:

      Ma Nzonzi chi ha sostituito allora, Gerson? Boh!

  9. KAWASAKI1962 says:

    Grande Kevin, anche tu hai lasciato il segno. Chi onora la nostra maglia come hai fatto tu, nella casa dei Romanisti sarà sempre il benvenuto. Ad maiora!

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili