A Bola: “Fissato un incontro tra Mourinho e la Federcalcio portoghese prima del suo rientro a Roma”

31
970

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Nuovi spifferi dal Portogallo sulla possibilità che Josè Mourinho possa diventare il prossimo commissario tecnico della nazionale lusitana.

Stando a quanto scrive oggi A Bola, è stato fissato un incontro tra lo Special One e la federazione portoghese per parlare del possibile incarico all’allenatore della Roma.

Nel faccia a faccia si capirà se ci sarà lo spazio per avere Mourinho come prossimo ct. Il tecnico, legato con un contratto ai capitolini fino al 2024, non farà ritorno nella Capitale con i giocatori. 

Mou infatti resterà ancora in Portogallo per le vacanze di Natale, e questa sarà l’occasione per l’incontro tra lui e Fernando Gomes, presidente della Federcalcio portoghese, per capire i margini di manovra.

Fonte: A Bola

Articolo precedenteMatic in mezzo, Wijnaldum e Frattesi ai lati: Mou e Pinto al lavoro per il centrocampo di gennaio
Articolo successivo“ON AIR!” – FERRAZZA: “Mou a fine anno potrebbe chiedere la testa di qualcuno”, FERRETTI: “Il mister ha tutto l’interesse a tenere la Roma sulla corda”, MAGNI: “Penso che resterà, ma solo se il club rispetterà i piani”

31 Commenti

  1. Ma davvero pensate che un professionista cone mou possa lasciare la roma nel mezzo di un contratto? Se mai lo facesse sarebbe solamente perche la proprieta non ha voglia di esaudire le sue richieste.

    • Credo di no…Ma pensavo al doppio ruolo in virtù di Foti in panchina, almeno fino al’ Europeo, poi il mondiale MOU ci si dedica di persona…

    • O perché voglia allenare la sua nazionale. Una cosa normale per chi ha giá vinto tutto coi club.

    • Io non sarei così sicuro, nel calcio tutto è possibile.
      Per me dipende tutto da quanto Mourinho creda ancora nel progetto dei Friedkin, o meglio, da quanto i Friedkin siano disposti ad esaudire le richieste di Mou.

  2. La telenovela è finita in partenza , ha già detto che ha un contratto con la Roma e vuole rispettarlo , sarà CT Portoghese forse dopo l’europeo del 2024

    • Non lo ha mai detto. L’anno scorso, piuttosto, ha detto: “Quello che è sicuro è che il prossimo anno (cioè questo, non il prossimo) resterò alla Roma”.

  3. Io spero che accetti la proposta del Portogallo a partire da giugno. Con un anno e mezzo , a parte la coppetta, la squadra e’ regredita in un modo evidente e spaventoso . Nonostante gli infortuni dei vari giocatori non si vede la mano del “motivatore” e il gioco latita in maniera evidente.

    • Ovvio che si parli di giugno. Se gli americani lo lasciassero andare domani, a due settimane dal campionato , sarebbero matti da legare..

    • Io credo che chiunque parli di “coppetta” sia laziale nell’anima e dovrebbe accettare la cosa, fare outing e trasmigrare in campagna.

    • Tutto ok, tranne la coppetta…. non dico che bisogna esaltarla, ma nemmeno sputare sopra. Ma che avete vinto in passato, soprattutto quali squadre italiane hanno vinto trofei internazionali ultimamente.

  4. non ne farei un dramma di tecnici a 9 milioni l anno col decreto crescita 5/6 ce ne sono basta dargli i soldi certo se vuoi pagare 3 milioni di certo non trovi allenatori alla mou

    • perdonami ma chi potrebbe sostituire uno con il pedrigree di Mourinho, uno che è riuscito a portare giocatori come Dybala e Wijnaldum?

    • Gli allenatori da 9 milioni ti chiedono i giocatori perche vogliono vincere, vedi ancellotti al napoli e scappato via dopo 8 mesi!

    • @Lupo penso che il desiderio di vincere riguardi anche noi tifosi ed è chiaro il 90% delle volte lo si raggiunge avendo una squadra di livello, cosa che l’attuale squadra non è.

  5. Per me lo devono cementare a Trigoria. Forse è l’unico che può intimare di acquistare giocatori IMPORTANTI a questa società. Ma scherziamo. Poi abbiamo “aspettato” Fonseca, Di Francesco etc…. questo il primo anno ha vinto la conference direi che merita di lavorare in tranquillità.

    • Mario, Mourinho al suo primo anno ha centrato un trofeo con una squadra priva di Spinazzola, che 2 anni fa era uno dei migliori esterni sinistri italiani, senza Dzeko (sostituito dall’incognita Abraham) e rinunciando, per carità, volontariamente a Villar & CO. Magari una finale di Coppa Italia Fonseca l’avrebbe potuta raggiungere. Poi se la squadra migliora tecnicamente per via delle presenza di certi giocatori, Dybala e Wijnaldum, lo si deve all’appeal che ha Mourinho, cosa che manca a Fonseca. Ci ha portato una visibilità ed una attenzione come poche altre volte. Per me sono imparagonabili perché parliamo di 2 livelli diversi, onestamente vorrei mantenlo sto livello. Del resto le carriere non mentono dopo di noi Fonseca allena non un Top Club ma il Lille, un motivo ci sarà.

  6. Ma non scherziamo neanche ?

    Mourinho e’ l’UNICO che riesce a tenere unita

    sta ciurma di debosciati e incapaci che ci tocca mandare in campo.

    Se ci molla a stagione in corso siamo FINITI :

    i debosciati si faranno beffe del nuovo coach “part-time”

    e faranno festa da mo’ fino a Giugno.

    Poi con un po’ di fortuna arriveranno tipo sesti

    e ci diranno che sta stagione demmerxa e’

    “una buona base su cui costruire il lavoro per l’anno prossimo”

    e noi ci ritroviamo ancora co Pellegrini, Mancini e Cristante in campo

    per uno nuovo entusiasmante sesto posto !

    Sesto posto condito da sconfitte squallide in Europa perché

    “ci dobbiamo concentrare sul campionato per il quarto posto”.

    Co ste pippe si arriva sempre e solo sesti perché QUELLO valgono !

    Si buoni a nulla usano la scusa del “quarto posto”

    per fregarsene delle Coppe… e poi arrivare SESTI comunque !

    So 4 anni che ci prendono in giro cosi’ sti rimasugli pallottiani !!!!!!!!

    Mourinho deve restare,

    sono le PIPPE DE PALLOTTO che devono smammà !!!!!

  7. io credo che i giornalai di A Bola abbiano la stessa credibilità dei giornalai del corriere di ca@@aroni quindi date il giusto peso a certe notizie. Forza Roma

  8. L’incontro tra un professionista ed il Presidente della sua Federazione ci sta tranquillamente, oltretutto è anche una questione di educazione il non rifiuto dell’incontro ed anche sotto le feste natalizie.
    C’è anche il fatto che il Presidente della Federazione del Portogallo è un amico di Mourinho, detto questo con garbo Mourinho declinerà l’offerta di allenare la nazionale.

  9. Mi auguro veramente di no, il doppio incarico non è fattibile. Un allenatore di club non può avere la concentrazione giusta se lavorare per due squadre. La Roma se la trattativa del doppio incarico è vera a malincuore deve lasciarlo andare. Per la Roma sarà una perdita molto grave, Josè al primo anno ha già vinto con la squadra “mediocre”, sembra un percorso dopo anni simile a quello di Capello che poi portò lo scudetto con la Roma. Josè è un vincente, i cavalli vincenti vanno tenuti fino alla fine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome