Amendola: “Prima di riportare la gente allo stadio bisognerà pensarci bene. Per un po’ si giocherà a porte chiuse”

31
1322

NOTIZIE AS ROMA – L’attore Claudio Amendola, noto tifoso romanista, ha rilasciato un’intervista a Il Messaggero nella quale parla anche della sua passione, andare allo stadio, e di come sarà condizionata dall’emergenza Coronavirus:

Come immagina la rinascita del suo settore?
In futuro ci saranno sicuramente meno soldi, quindi si metteranno in cantiere meno progetti. Invece andranno forti le produzioni tv: per un po’ la gente non se la sentirà di tornare in massa al cinema. E nemmeno allo stadio: la riapertura dei luoghi di aggregazione dovrà essere graduale, e solo in cambio della sicurezza assoluta.

Non le dispiace, da romanista fervente?
C’è in giro tanta voglia di riprendersi gli spazi tolti dal virus, ma prima di riammettere la gente negli stadi bisognerà pensarci bene. Per un po’ si giocherà a porte chiuse.

(Il Messaggero)

31 Commenti

  1. Ritengo che Claudio Amendola, da persona intelligente, ha espresso delle opinioni pienamente condivisibili. Le persone vengono prima del calcio, per evitare che possa succedere un’altra Bergamo…all’inizio giocheranno a porte chiuse e anche la libertà purtroppo andrà assaporata a piccoli sorsi.
    Vorrei aggiungere che finalmente la politica dovrà cercare di sbloccare la questione stadio, in una situazione così critica, sono un sacco di soldi non solo per la società As Roma, ma per Roma stessa, lavori e commesse per le società, posti di lavoro una volta finito. Forza Italia e forza As Roma sempre!

    • Concordo sul fatto che la politica non potrà continuare ad ostacolare il progetto stadio,qualunque sia lo schieramento che andrà a governare il comune di Roma in futuro,sarebbe veramente inaudito !

    • Mi accodo ai commenti, lucidissimi, di RON e Lupus in fabula i quali in poche parole hanno spiegato certa storia recente: la “politica” quale baluardo insormontabile delle legittime ambizioni della Roma. Non certo una novità (qualche scudetto e altro manca in bacheca a causa della “politica”), ma la vicenda Stadio – e non poteva essere – ha portato definitivamente in superficie in tutta la sua (perversa) spettacolarità le ragioni storiche per cui una squadra come l’AS ROMA sia prigioniera dei poteri forti, e non possa, NON DEBBA, mai affrancarsi e sviluppare tutto il suo potenziale di squadra della Capitale. Quello di Pallotta, un estraneo a certi meccanismi, è stato un coraggioso e forse velleitario tentativo di scardinare questo atavico stato di cose, che una parte della tifoseria, quella disinformata dalle radio locali, non ha mai voluto comprendere divenendo complice di chi vuole la Roma per sempre nel limbo in cui l’ha relegata.

  2. Ma falla finita, in questo cataclisma adesso vieni a parlare di “Amendola dimesso da tifoso”? Ma cosa avete in testa? E poi sempre a puntare il dito, adesso uno dice una frase (magari detta in un momento di sconforto), una frase che non significa un caxo, e diventa un mostro tutta la vita? Uno che da 60 anni tifa Roma? Vergogna.

    • Io non mi sono dimesso MAIIIIIIII da tifoso neppure in momenti di sconforto… e credimi ne ho avuti tanti con tanti Presidenti visto che sono abbonato da decenni…Lui invece non si è dimesso in un momento di sconforto come dici tu ma.. nel momento in cui la presidenza è passata da Rossella a Pallotta…io non sono MAIII stato legato a un presidente, ma solo alla Roma… di tifosi come Amendola non ne abbiamo bisogno !!! e forse neppure da chi lo difende.. come te!!!

  3. Secondo me per un po si giocherà a porte chiuse, poi se non si trova una cura un vaccino, una medicina che debelli in modo totale questo virus, anche se non si giocherà a porte chiuse, si continuerà sempre a giocare a porte chiuse, allo stadio non andrà più nessuno.
    Certo poi se dovessero trovare una cura contro questo virus e la dovessero mettere in vendita come hanno messo le mascherine, allora stiamo freschi, visto che le mascherine sono praticamente introvabili

    • il mio motto è : SEMPER FIDELIS . non mi sono mai dimesso da tifoso della ASROMA , neanche alla colletta del sistina , neanche con Ciarrapico . ho vissuto momenti bruttissimi come la finale di coppa dei campioni con il furto subito dal Liverpool con un arbitro disonesto che convalidò il loro gol irregolare per carica a Tancredi . orgoglioso di essere ROMANO e ROMANISTA .

    • Luca Roma hai detto una cosa vera, “se non si trova un vaccino”
      Allora, ci e’stato detto che questo Covid-19 non e’altro che il virus della Sars.
      Quindi qualcuno lo ha pure chiamato Sars-2
      Ora io so che il vaccino della Sars non e’la stato trovato, ed infatti facevano esperimenti per trovarlo.
      Ora come possono trovare in 12-18 mesi il vaccino per questo virus, molto più aggressivo del precedente?
      Sto solo facendo discorsi , basati su quello che ci hanno raccontato fino adesso.
      E in base a tutto cio la vedo nera.

  4. Di giudicetti del popolo non ha bisogno la società che è diverso, sopratutto in un momento del genere, tu piuttosto arrogati il diritto di condannare una persona per una frase per tutta l’eternità, arrogati il diritto di essere Dio, arrogati il diritto di essere intransigente verso gli errori degli altri, solo quelli degl’altri, arrogati il diritto di interpretare lo stato d’animo intimo di una persona, di giudicare il suo modo di tifare, di decretare che tra detto e vissuto ci sia sempre una radicale corrispondenza, dettaci le regole del buon tifo. Hai giudicato anche me ma con i tuoi giudizi mi sventolo ad agosto. Tesalù, mi raccomando picchia su Amendola per altri duemila anni, non perdonare, sentiti più tifoso quando affossi un altro, in fin dei conti Amendola ha commesso un reato grave tipo stragi o distruzioni di massa, in fin dei conti sono belle le società che non ti perdonano una frase per tutta l’eternità.

  5. Mezzo secolo fa l’influenza di Hong Kong fece un milione di morti, ventimila in Italia. I campionati non furono sospesi – la Juve fra tutte ebbe ben otto giocatori a letto, fra cui Anastasi, la Lazio sette con il tecnico Juan Carlos Lorenzo (!), il Paese non fu fermato, la vita continuò fra le raccomandazioni per le fasce deboli, la Sanità fu messa sotto pressione specialmente al Nord, nessun premier (Mariano Rumor) sospese le garanzie costituzionali, le nostre mamme ci accudirono aspettando che i nostri padri tornassero la sera dal lavoro.

    Espongo i fatti senza dar un giudizio (l’ho fatto altre volte), se non per dire che nella memoria dei nostri genitori e nonni di quell’epocale eventi è rimasto poco o nulla (mentre noi questo lo ricorderemo per sempre).

    • Il numero di morti in Italia (in un solo mese!) è già oltre i 9.000 a ieri ed è un valore largamente sottostimato come è stato spiegato (i morti in casa sono derubricati a semplice polmonite perchè non c’è tempo per fare tamponi). Questo numero è “limitato” grazie alle misure di contenimento drastiche. Se si riportasse il valore della Lombardia a tutto il territorio nazionale potremmo arrivare a 100.000 e oltre.

    • Ciao TT, senza voler minimizzare l’epidemia e tutto il corollario di mestizia che si porta appresso, vorrei farti notare che il pensiero di molti virologi è il contrario di quello da te esposto: in Italia le vittime del covid19 sono sovrastimate (sono stati contati anche i quadri clinici già “compromessi”) e i contagi sono al contrario sottostimati (troppi asintomatici impossibili da rilevare).

      Le differenze che noto con la “spaziale” di fine anni 60 secondo me sono:
      – 10 milioni di italiani in più;
      – oggi il 23% della popolazione è over 65;
      – oggi scienza medica e media sono ad un livello neanche comparabile con quello di quegli anni;
      – per fare stare a casa la gente, prima servivano le bombe in piazza e un provvedimento come quello attuale avrebbe fatto scoppiare la guerra civile.

    • Credo che nella triste conta siano compresi non solo i “quadri compromessi” ma anche i “sofferenti di altre patologie”. Che ben possono non essere letali, non comunque nel breve periodo.
      Trovo sinceramente odiosa questa metodologia (non ce l’ho con te, Anacronistico, ci mancherebbe: ti limiti a registrare un dato di fatto).
      Parliamo di persone che avevano ancora una qualche aspettativa di vita. Che differenza fa allora se siano morti “di” Covid-19 o “con” Covid-19. O è causa della morte, o è concausa, può aver senso distinguerlo solo a fini statistici ma, come ho già scritto altrove, sempre morti sono comunque.
      E poi sono persone, non numeri, dannazione.

    • Anacronistico ti sei chiesto come mai ci vogliono i camion dell’esercito per portare via i cadaveri? Secondo i dati ufficiali non servirebbero ma chi conosce a situazione di Bergamo lo sa.

  6. Non c’hai capito molto Amedeo della situazione che il mondo sta vivendo, è chiaro, scriverti su un forum di calcio che qui rischia di scomparire tutta l’impalcatura della società moderna mi fa apparire ridicolo di fronte alle tue affermazioni che parlano di privazione di diritti costituzionali (una cosa di una gravità unica che dimostra il fatto tu non abbia la minima cognizione del principio costituzionale del doveroso contrappeso tra diritti contrapposti, nell’ambito del quale il diritto di minore importanza contingente – ovvero le tue passeggiate al mare – si piega per il bene comune dinanzi a quello superiore, ovvero in questo caso la vita di milioni di persone), paragonare l’influenza di Hong Kong al corona significa non aver capito proprio nulla, lascia stare, il tuo pensiero è chiaro ed è semplicemente errato e pericoloso, non c’hai capito un granché.

    • Dark Dog, Sei il suddito ideale del regime totalitario. Le persona per la quale “non c’è differenza tra realtà e finzione, tra il vero e il falso”. Mi spiace per te.

  7. Ahhhhh, non mi resta che ridere a crepapelle, uno che confonde il pensiero non main stream (che non ti appartiene e per il quale bisogna avere qualità che non hai) con la mitomania (la realtà dei fatti). Ci informi pure degli atti di magnanimità verso i tuoi dipendenti in un momento in cui migliaia di persone aiutano gli altri in silenzio e senza pavoneggiarsi. Farò una petizione per farti andare nei weekend al mare. In questi giorni anche chi non lo avesse capito sinora si è finalmente chiarito le idee.

    • quella dei 5 mesi anticipati è la barzelletta der secolo, che poi fosse vera che te vieni a fa grande qua? cosa ridicola.
      Ar mare ce va da solo, la tartaruga ar contrario deve prenne aria.

    • ALEX, per me quelle sono operazioni di routine, che posso permettermi, non vedo tutto questo clamore. Non ho mica scritto che mi sono fatto lo yacht. Qui c’è gente che pota gli ulivi, altra che compra la carta igienica per corrispondenza e io non posso permettermi di scrivere che a causa della pandemia stando così le cose avrò autonomia ancora per cinque mesi? Che c’è di così strano? Stai sempre a battere su quel tasto come chissà che. Sono un piccolo imprenditore responsabile, ben affidato ma che lavora da sempre con soldi propri. Capisco che per uno come te questa sia cosa inconcepibile, e tutto ‘sto livore (sei sul sito solo per attaccarmi) non può essere che il riflesso di un tuo forte disagio personale, del quale però non sono certo io la causa.

    • Caro il mio imprenditore calvinista, perché, tu quanto te la stai menando con questa storia della carta igienica? Che, ovviamente, di solito non compro online. Se questa volta l’ho fatto, come con altri articoli per i quali non è necessario lo store fisico, è stato proprio per un afflato di senso civico: cioè recarmi al supermercato solo ed esclusivamente per acquistare generi alimentari ed accorciare quindi la mia permanenza all’interno del locale. Così che altri possano approvvigionarsi nel modo più rapido possibile.
      Pensieri questi, comprendo, che non si affacciano nella mente di un “uomo libero”.

    • Amedeo a storia degli stipendi è stata esposta nella speranza che quarche folle o tu co nartro nick dicesse: ” sei un grande amede lode a te”.
      So cose fantasiose se dette su internet dove la verità spesso è un concetto relativo, e ste sbrasonate danno idea de chi pe complesso de inferiorità deve cercà rivalse immaginarie montando la propria persona dove nessuno po sape come stanno realmente le cose.
      Sei un imprenditore de successo e stai sempre qua sopra, ndo lo trovi er tempo? io so un semplice dipendente e si e no contando la famiglia già è tanto se me ricavo un’ora libera, altro che scrive su giallorossi.net dalla mattina alla sera.
      Passi le giornate tue a litigà qua sopra un giorno co uno e il giorno seguente co nartro e via dicendo all’infinito refreshando le stesse pagine, oltre a esse de cattivo gusto sei pure ripetitivo.
      Dai tuoi commenti si evince che stai sulla sessantina, così dispensi saggezza? so più responsabili i ragazzini de 17 anni in confronto.
      Sarà er fatto che ormai scrivi qua sopra da tarmente tanto tempo e con una continuità unica che veramente hai finito argomenti e bone maniere.
      Alla fine chi è causa del suo mal…

    • C’è gente qui dentro che scrive molto più di me, ma poi se anche fosse, che te frega??? Credo invece che se c’è uno che sta sempre qui – quello sia proprio te, dal momento che conosci i post di tutti e ti ricordi dei miei.

    • amede al 200esimo post giornaliero c’hai pure l’allucinazioni competitive.
      In tutta onestà pensa’ che uno possa posta più de te è come crede che monchi abbia portato benefici nella Roma.
      A presenze qua sopra vinci a mani basse, hai trovato quarcosa de cui te poi vantà sur serio.

  8. Amo roma e tutto quello che ne fa parte è storia.. Tutto quello che viene da fuori è di passaggio.. Giocatori presidenti allenatori laziali.. Nn mi interessano. Quando dico forza roma c’è tutto dentro nn devo specificare.. Roma tutto.. Capito lazialotto…

  9. Alex, mi scrive che non so distingue tra e realtà e finzione, per lui tutto questo è una finzione, pensa di cosa stiamo parlando. Un saluto anche a Cattivik.

  10. Sentì Alex, fra chi legge ci sono diversi utenti che mi conoscono personalmente e con cui sono in contatto giornaliero. Parliamo della Roma e di molte altre cose. Alcuni sono stati anche a casa mia.
    Pensa te se posso fare il “personaggio”.

Rispondi a AnticoRomano Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome