Belotti o Abraham? Mou pronto a sovvertire le gerarchie in attacco

31
923

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – C’è un grande rebus di formazione ancora da sciogliere a poche ore dal fischio d’inizio di Roma-Betis.

Si tratta dell’attaccante titolare che l’allenatore farà giocare al centro del reparto avanzato: la presenza in conferenza stampa di Belotti ha fatto impennare le chance del Gallo, ma non è così scontato che sarà l’ex granata a scendere in campo stasera dal primo minuto.

L’importanza della partita spingerà Mourinho a scegliere la formazione migliore, e quindi in teoria dovrebbe essere Abraham il centravanti titolare. Ma le ultime apparizioni opache dell’inglese potrebbero spingere lo Special One a cambiare la gerarchia in attacco. Poco probabile che il tecnico decida di far giocare i due attaccanti insieme, se non per necessità a partita in corso.

Nessun cambiamento in difesa, con Smalling che forse rifiaterà domenica contro il Lecce. A centrocampo confermata la coppia Matic-Cristante con Camara ancora in panchina, mentre a sinistra Zalewski potrebbe essere preferito a Spinazzola: altro rebus da sciogliere solo in prossimità del match.

Fonti: Il Tempo / Il Messaggero / La Repubblica / Corriere dello Sport

Articolo precedentePer Luiz Felipe c’è aria di derby: “Lazio nel cuore. Io qui ho vinto”
Articolo successivoGualtieri: “Stadio a Pietralata grandissimo progetto per Roma e tutta l’Italia. Lazio? Aspettiamo una proposta”

31 Commenti

    • Non credo succederà mai, se non in casi di emergenza. Due centravanti significa, oltre che rinunciare a Zaniolo (o Pellegrini) in partenza, anche togliere spazi a Dybala davanti.

    • Con il 3 – 4 – 1 – 2 si può Dybala dietro, davanti Gallotti e Tammy… Il centrocampo con Matic Camara, esterni Celik e Zalesky, dietro con Mancini, Smalling, Ibanez…. Così è molto equilibrata, compatta ed elastica nelle ripartenze…. 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • assolutamente no…vorrebbe dire che almeno uno dei due è costretto a tornare a difendere fino alla nostra area di rigore (come spesso vediamo comunque fare a Tammy), e la cosa gli toglie energie e lucidità. Abbiamo già i giocatori adatti a fare da seconda punta o da trequartista nel caso si cambi modulo, ma la questione principale è sempre quella che se hai un centrocampo dinamico e folto, l’attaccante può giocare più avanti e libero da certe incombenze…coi due pali al centro, tutti gli altri devono correre il doppio, perdendo poi efficacia in avanti…ma tanto dal duo dei bradipi non ci si smuove manco stasera…

    • Ebbè, alla fine è arrivata pure la formazione che mette in panca sia Pellegrini sia Zaniolo. Molto realistico.
      L’unica soluzione rimane quella del ritorno alla difesa a quattro, ma dal pistolotto agiografico che Mourinho ha fatto su Mancini si deduce che a lui non vuole rinunciare.
      E poiché Smalling e Ibanez sono fuori discussione, significa che rimarremo a tre dietro, non se ne esce. Con tutti i problemi di compatibilità che ci portiamo appresso da inizio stagione.

    • Hai ragione UB40 ormai abbiamo capito che certi giocatori non escono.
      Stasera abbiamo la sfortuna di avere Pellegrini fuori che ci consente di avere una punta centrale (visto che Dybala è giustamente inamovibile e Zaniolo sta rinnovando).
      Però Mou dovrebbe decidere se è meglio avere Mancini o Pellegrini in campo.
      Con il 3-4-2-1 salta Pelle con il 4-2-3-1 salta Mancini.
      Se tutti pensassero alla Roma sarebbe meglio!!

    • Romolo, gioca Zaniolo però. Io quello ho detto, che rinunceresti a uno dei due se li avessi entrambi a disposizione.

    • @UB: Mourinho gioca anche con il 4231 e giocando in casa,Dybala potrebbe essere il centrale dei 3…non credo che si perda molto in qualità…considerando poi che tutti devono difendere(parole di Mourinho)

    • Romolo, mi sa che allora non ci capiamo. Io ho pure detto che la soluzione sarebbe la difesa a quattro, ma che Mourinho, da come parla di certi giocatori, non ci pensa proprio, almeno non quest’anno.

    • veramente caro UB sono stato chiaro fin dal primo post; “possono ANCHE giocare insieme” non: “devono giocare insieme”

  1. Mttiamo shomurotov , che quando è entrato oh, c ha fatto vede certi movimenti! mamma mia

    • mi dispiace ma Shomu con meno tempo sta facendo vedere più cose rispetto a Tammy, almeno in questo scorcio di tempo..

    • non bestemmiare per favore .
      belotti nemmeno le scarpe lega ad abrham .
      se alle qualifazioni del mondiale le avesse fatte raspadori invece di belotti ,a novembre litalia era in Qatar.
      con questo non voglio dire che belotti non è un buon rincalzo. ma preferirlo a abrham è diabolico

  2. Ma con voi proprio non c’è verso eh… Sempre pronti a smontare e mai sostenere i nostri: Tammy (che cmq si danna sempre in campo) sta evidentemente passando un periodo no, allora buttiamogli ancora di più la croce addosso, sia mai che gli diamo ancora più sostegno per farlo riprendere più in fretta. E come con lui, certi pseudo tifosi, fanno anche con gli altri nostri giocatori

    • si ma questi poveri “cucciolotti” prendono dai 2 ai 4 milioni all’anno per giocare a pallone…tu se fai cagare sul posto di lavoro, penso per molti meno soldi, ricevi abbracci o cazziatoni? ancora che li dobbiamo coccolare? sono professionisti (e come tali pretendono ingaggi mostruosi), quindi che lo dimostrino ogni santa partita, no che poi tocca sentire scuse patetiche nei post gara…lo stadio è sempre pieno, in trasferta ci va un sacco di gente, il tifo mai come quest’anno è bollente, e manco possiamo criticare uno che non la sta buttando dentro manco con le mani? e su…

    • criPtico ha anche la sua parte di ragione (specie il paragone con quello che tocca a noi lavoratori e comuni mortali e’ vero quanto impietoso).

      Pero’ ci scordiamo, o non ci piace ricordarlo, che negli exploit sportivi ci sta anche una sostanziale dose di Kulo. Anche chi ha giocato a pallone per scherzo sa che certe partite ti entrano gol assurdi, in certe altre non c’e’ verso (palloni a fil di palo, che sbattono su avversari ecc.).

      Haaland e’ un MOSTRO, sono d’accordo. Ma sono anche due mesi che qualunque palla gli rimbalza addosso finisce in porta. Fa impressione il talento, il senso della posizione e tutto, compreso il fattore C.

      Quello che secondo me fa la differenza tra attaccanti e’ come reagisci ai momenti no che hanno tutti, quelli dove non ti entra un tiro manco a porta vuota da un metro. Insomma, la differenza la fa quello che hai nella cabeza.
      Se ti incupisci e perdi fiducia, forse non sei quel gran campione che credevi.

      Io sto aspettando che Abraham esca da questo momento che ha dall’inizio della stagione.
      Se non ce la fa mentalmente, allora purtroppo si ridimensiona rispetto al giocatore che abbiamo visto lo scorso anno.
      Ma secondo me basta una partita con un paio di gol pesanti e torna. Ho fiducia.

  3. MOU su Zaniolo
    ” a volte fa scelte individuali ma non è egoista “.
    – allora cos’è ?
    ” Zaniolo importante per la Roma ”
    – Dybala non da Roma ma da calcio d’ elite , Pellegrini un campione , Zaniolo ? importante…
    ” ha segnato di più in Europa , magari in serie A hanno un livello superiore di quello incontrato in Conference ed Europa League..”
    – significa che in Ch League non tocca palla ?
    i FATTI
    .2021/22 con 1966 min 2 gol 4 assist
    2022/23 con 296 min 0 gol 0 assist.
    Questi i FATTI.
    Shomurodov con 976 min 3 gol 3 assist = 1 gol in più.( anche 4 rigori procurati ).

  4. “significa che in Ch League non tocca palla ?”

    Zaniolo segno’ una doppietta in Champions contro il Porto che gli puzzava ancora la bocca di latte (italiano piu’ giovane a segnare una doppietta in CL, 19 anni).

    Il problema vero, che tra tanti numeri, non dici e’ che Zaniolo di adesso NON E’ quel giocatore di 19-20 anni che vedemmo. Quello era un futuro crack totale, da scommetterci sopra grossi soldi. Quello di adesso latita tra sufficienza e mediocrita’. Sembra avere la sicura, il colpo in canna.

    Il problema vero e’ che lo Zaniolo ammirato si e’ rotto, due volte, e quello di adesso e’ un giocatore diverso.
    L’unica domanda da farsi e’: Riuscira’ mai a tornare quello di prima? Meglio di prima?

    La palla di cristallo non ce l’abbiamo e percio’ bisogna fare una scommessa.
    Se la societa’ gli rinnova il contratto a belle cifre, allora vuol dire che scommette di si.
    Altrimenti va venduto.

    La mia opinione in questo momento: Io scommetterei e lo terrei.
    Ma non e’ che do del pazzo a chi dice che il giocatore potrebbe essere un altro Strootman, che al massimo tocca il 50% dopo l’infortunio. E’ possibile, purtroppo.

    Io spero di no, che non sia un altro Strootman, perche’ riavere quel giocatore visto 3 anni fa sarebbe fantastico per la Roma (ossia per l’unica cosa che mi importa alla fine in tutto cio’)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome