Candela: “Roma senza gioco? Non avrebbe vinto la Conference. Nessun dubbio su Ibanez: può diventare uno dei più forti”

12
878

AS ROMA NOTIZIE – Vincent Candela è stato intervistato dall’edizione odierna de La Repubblica (A. Di Carlo). Questo il pensiero dell’ex terzino giallorosso sulla Roma, sul ko nel derby, sul gioco di Mourinho e tanto altro.

Il calcio e la Roma rimangono il suo grande amore. Si aspettava il ko al derby?
No, sinceramente no. Ero allo stadio, è una partita che senza errori finisce 0-0. Purtroppo abbiamo regalato il gol, però mi aspetto di vedere più occasioni, invece ho visto pochi tiri, troppi palloni orizzontali, nessuno che si prende il rischio o prova un dribbling. Ma vorrei dire una cosa su Ibanez….

Prego…
È vero, a volte perde un po’ di concentrazione. Ma io non ho dubbi: ha tutte le potenzialità per diventare uno dei più grandi difensori.

Che idea si è fatto della Roma? In città il dibattito è più che mai vivo sul gioco di Mourinho.
Ma Mourinho fa giocare i giocatori che ha, Guardiola gioca bene perché ha dei giocatori molto tecnici. Si può fare meglio, però per avere un bel gioco devi avere anche grandi giocatori. Non esistono miracoli nel calcio. Dico anche che, senza gioco, non avrebbe vinto la Conference. Poi con gli infortuni diventa ancora più dura.

Se l’aspettava una Roma così dipendente da Dybala?
Non si tratta di dipendenza. Quando giocavo io, con Zidane o con Totti in campo, il pallone lo davi a loro. Parliamo di un giocatore con un livello tecnico e una velocità di pensiero superiore. Qui si vede che ha ritrovato la felicità e il feeling giusto. E quando manca un giocatore così, la squadra ne risente.

Cosa rappresenta Totti nella vita di Vincent Candela? Tra l’altro Francesco non sta vivendo un momento facile.
Io e Francesco siamo cresciuti insieme, poi ognuno di noi ha costruito la propria famiglia. Ma con il tempo ci siamo ritrovati, sempre con stima, rispetto e l’amicizia di un tempo. Io lo dico spesso, Francesco è il mio capitano e lo sarà per sempre. Ora sta vivendo un momento particolare, spero che lui e tutta la sua famiglia possano riuscire a trovare la giusta soluzione. È chiaro che la priorità rimangono i figli, ma spero possa trovare serenità e felicità anche con la nuova compagna. Tutto questo per il suo bene e per non far parlare qualcuno che prova a brillare di luce riflessa.

A proposito di Totti, pensa che un giorno avrà modo di chiarirsi con Spalletti?
Perché no? Spero di sì, sarebbe un peccato perché si sono voluti bene, ma quando si sbaglia ci si deve sempre concedere un’altra opportunità. È solo una questione di volontà e comunicazione. Altrimenti il rischio è quello di far parlare la gente che non deve parlare. Hanno sbagliato tutti, ma solo loro sanno la verità. Ma si sono voluti bene, tanto bene.

Fonte: La Repubblica

Articolo precedenteKarsdorp verso l’esclusione: giocatore turbato, e i tifosi lo aspettano sotto casa…
Articolo successivoZeman: “Mou può fare di tutto visto che gli viene permesso. De Rossi? Non ci capimmo, per me era un incontrista”

12 Commenti

  1. Grande Vincent parole da vero tifoso della Roma. Sono stato al ristorante che ha aperto che consiglio vivamente a tutti.
    Sempre gentile e disponibile con i tifosi che vanno da lui.
    Che bei ricordi sulla fascia..

    • D’accordo con te, poi vorrei sapere quale sarebbe il dibattito tra i tifosi, questa specie di giornalisti allo stadio ci vanno? Lo sentono l’orlo dei tifosi quando annunciano il nome del nostro allenatore? Li leggono gli striscioni della curva?

  2. Vincent !!
    Grande Uomo,, dentro e fuori dal Campo !!!
    Il terzo Scudo ha la Sua impronta indelebile nel tempo !!
    Non starebbe male nello Staff degli Uomini di José !!

    dajeeeeeeeeeee ROMA DAJEEEEEEEEEEE

  3. Lui & Totti si trovavano alla Grande in Campo ed evidentemente anche nei loro rapporti senza la ns. amata Maglia !!
    Gli ho sempre riservato un bel ricordo al Francese ormai romano al 100% !!

  4. Sabetini,Zeman,Candela, stavo per esprimere la mia insofferenza per i commenti di tutti ex Roma ,molti poco Romanisti,invece Candela è stato misurato ed ha espresso concetti super condivisibili. Su gioco e calciatori a disposizione, poi, non posso che essere d’accordo visto che martello su questo da anni, gli stessi anni in cui l’ossatura di squadra funziona male e non va oltre il quinto posto con chiunque in panchina!

    • No, Monika, sbagli a mettere sullo stesso livello di coinvolgimento emotivo i tre che hai nominato.
      Vincent Candela l’ho incontrato a Tirana prima della finale ed era carico come uno di noi. È Romanista vero.
      Sabatini è innamorato di sé stesso; il Boemo è il Boemo, freddo e distaccato come pochi. Forse ama il gioco del calcio, forse…

    • Vincent Candela non faceva parte dei molti che parlano di Roma senza essere Romanisti! Era riferito ad altri ,agli Zeman,Petrachi ,Cassano,Sabatini e via dicendo!

  5. E anche oggi figura di cacca un piccolo pareggio per na sculata di un rigore alla fine dei 90 mn e ancora Mourinho non cambia formazione ci hanno sorclassato nel gioco Juric si dimostrato un bravo Allenatore, Mourinho xke non cambi formazione e provi o il 4,3,3 o il 3,4,3 con il secondo modulo puoi mettere ai lati di Abrahm Zaniolo e Il Faraone o Volpato avremmo fatto meglio e non stavamo in mezza classifica, Comunque Sempre Forza Roma 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

  6. Io sono d’accordo con te, non si può regalare un tempo senza giocare 52m di possesso palla del Torino non è possibile in casa, quando giochi all’Olimpico devi fare la partita te e no che i nostri giocatori passeggiano. Solo nei minuti finali si è visto una Roma con intenzioni di riprendere il risultato, manca il passaggio sull’uomo e lo scambio tra le punte e centrocampisti si vedono solo lanci lunghi preda dei difensori che vedono arrivare la palla. È sicuramente un momento no, ma dopo la sosta si deve vedere una squadra più aggressiva e che giochi per arrivare a vincere bene. Daje Daje Roma, facciamo quadrato intorno alla nostra squadra.

    • Ciao, secondo me Mourinho dovrebbe provare il 3,4,3 con Zaniolo e il Faraone o Volpato ai lati di Abrahm, xke’ nei cinque del centrocampo a sinistra o destra lo penalizza sia lui e il Faraone o Volpato xke’ questi tre sono molto veloci e possono dare più spinta in attacco e creare grossi problemi, invece in quel ruolo vengono ridotte le loro potenzialità, Comunque Sempre Forza Roma 💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️💛❤️

  7. Chapeau Monsieur Vincent Camdela !!!
    Finalmente uno che capisce di calcio a differenza di quelli che sparano melma scambiando palloni per noci di cocco.
    Alla faccia di chi continua a rompere i cog. come un disco rotto col bel gioco quando oltretutto non ci sono determinati giocatori forti, fortissimi tecnicamente in ogni ruolo per fare efficacemente quel tipo di calcio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome