Ci fate o ci siete?

83
1990

EDITORIALE – Cosa c’è di così strano o sorprendente nelle parole pronunciate ieri da Tiago Pinto? Qualcuno forse si aspettava dalla Roma la costruzione di un instant team con acquisti in stile PSG? E dove starebbe la discrepanza tra quanto dichiarato ieri dal general manager giallorosso e quanto sostenuto da Josè Mourinho fin da quando è arrivato a Roma?

La polemica che si sta montando intorno ai presunti mal di pancia dell’allenatore portoghese per la rosa non all’altezza e dell’incoerenza con i progetti del club è paradossale. Così facendo si fa passare Mourinho per cretino, o i Friedkin e Pinto per bugiardi. Non ci sono alternative.

Perchè lo Special One, dopo appena quattro mesi a Trigoria, potrebbe essere scontento di questa situazione solo se avesse firmato un contratto triennale senza avere minimamente idea di quello che avrebbe trovato qui alla Roma, un club alle prese con enormi difficoltà finanziarie e una rosa da rigenerare dopo una stagione disastrosa terminata al settimo posto. In questo caso però parleremmo di uno sprovveduto che ha firmato un accordo alla cieca, senza essersi minimamente informato della situazione che avrebbe trovato accettando di allenare la Roma.

L’altra possibilità è che i Friedkin e Tiago Pinto, durante gli incontri preliminari che hanno portato alla firma del tecnico portoghese, abbiano raccontato una serie di frottole all’allenatore prospettandogli ingaggi mirabolanti e campagne acquisti faraoniche.

Entrambe le ipotesi appaiono piuttosto inverosimili. Anche perchè le tanto discusse dichiarazioni di Josè Mourinho di questi mesi sono sempre state dello stesso tenore: la Roma in panchina non ha riserve all’altezza dei titolari, e per costruire una squadra competitiva servirà tempo. Lo diceva mesi fa, quando la squadra vinceva (“Devo pregare San Pietro affinché non si faccia male nessuno“), e lo dice oggi. La differenza è che oggi la Roma non fa risultati, e quindi diventa un bersaglio più debole da colpire.

Ora che i risultati tardano ad arrivare, le parole di Mourinho vengono interpretate come un attacco alla società e la richiesta di un mercato sontuoso fin dal prossimo gennaio. E’ vero, lo Special One non fa che parlare della rosa corta e di come altre squadre abbiano ricambi ben diversi da quelli a sua disposizione, ma ha anche ripetuto più e più volte che questo non era una sollecitazione nei confronti della presidenza e del general manager, che anzi stavano facendo il massimo per riportare la Roma a certi livelli.

Ci siamo già dimenticati delle parole pronunciate da Mourinho in una conferenza stampa di qualche settimana fa, quando affermava senza mezzi termini: “Quando qualcuno scrive di Mourinho non contento con la proprietà, non può esserci bugia più grande. Mourinho vuole più giocatori? Sì, è come tutti gli allenatori. Mourinho vuole una rosa equilibrata con due giocatori per posizioni e delle stesso livello per poter fare turnover e cinque cambi al 60° minuto? Sì. Ma Mourinho non è uno str*nzo. Mourinho ha grande rispetto per i Friedkin e per Tiago Pinto e ha deciso di accettare questo lavoro nella Roma esattamente perché capisce la situazione“.

Queste parole sono state pronunciate meno di un mese fa, alla vigilia di Roma-Napoli. Dichiarazioni che avrebbero dovuto spiegare chiaramente il Mou-pensiero senza il bisogno di continue conferme, ma che sembrano essere già finite nel dimenticatoio. Perchè, mi sembra evidente, a più di qualcuno fa comodo non ricordare.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteGENOA-ROMA, arbitra Irrati con Pairetto al VAR
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

83 Commenti

    • R.D.Z.
      Signor Fiorini, quello che lei dice, non è una novità
      nel mondo del calcio.

      A Roma questa cosa è molto amplificata
      perchè come sappiamo tutti che “abbiamo amici ovunque”

      Quando le cose non vanno bene, si cerca di mettere
      “tutti contro tutti”.

      Spalare💩su Squadra e Società (mi scusi per l’emoji), è lo sport preferito
      da chi non la tifa, fa finta di tifarla, e persino da chi la tifa.

      Uniti e compatti As Roma 1927🐺💛💗

      FORZA ROMA SEMPRE!

    • Terza ipotesi: delirio di onnipotenza di Mou, straconvinto che (come il mago Silvan o un esorcista) sarebbe riuscito a far resuscitare gli zombi, ma gli zombi al momento sono più forti di lui.

    • Mah, ciascuno di noi può interpretare le parole come vuole.
      Io la contraddizione la vedo eccome invece.
      Assodato che Pinto ha chiuso sostanzialmente la campagna acquisti di gennaio, spero a questo punto che sabato Mou “ritorni” sulle sue parole, dicendo che si accontenta di quel che c’è e che lavorerà serenamente con la rosa che ha. A questo punto però dovrà reintegrare in rosa giocatori come Diawara Villar e Calafiori perché credo sia impensabile arrivare a giugno con una squadra di 13 giocatori.

    • @Ciop
      Quarta ipotesi: senti la mancanza de Cip e straparli.
      @Rod
      ” … ciascuno di noi può interpretare le parole come vuole…”
      No, sei tu che interpreti parole di una chiarezza estrema come ti pare. Sei in malafede o non ci arrivi proprio?

    • Rod perdonami..

      Mourinho nono si accontenta.. E ovvio.. E sono convinto che è stato scelto Mou perché nemmeno la proprietà si accontenta..

      Si vuole dare a Mou sempre di più..

      Ma per farlo serve tempo.. E questo Mourinho stesso lo ha ripetuto mille volte..

      Lo sapevamo tutti che non si poteva rifondare una squadra con un mercato.. Lo stesso Mourinho continua a parlare di progetto triennale.. Non di progetto annuale..

      C’è una parola che sia Pinto che Mourinho continuano a ripetere sin da dal primo giorno.. TEMPO..

      Questo dovrebbe far riflettere..

      E una forzatura pensare che le due parti siano distanti.. Solo perché Mou continua a dire che non ha panchina..

      E ci sono squali pronti a forzare su questa teoria solo per buttarsi o sul tecnico oppure sulla proprietà..

      Anzi, per come la vedo io, Mourinho sta gestendo e lavorando su l’intera società.. Acquisti compresi.. E forse è proprio per questo che ha accettato questo progetto..

      Ma questo è solo un parere personale..

      Forza Roma.

    • Caro Sciabbolone, tacciare di non intelligenza chi esprime un opinione diversa è molto di moda su questo forum.
      Insisto però che il moderatore non dovrebbe consentirlo.
      E invece continua a farlo.

    • Caro Rod, non te la prendere, non vedi cosa sta succedendo anche nel resto della società? Nessuno può permettersi di esprimere le proprie opinioni, devi essere asservito al dogma e belare, pensarla come tutti altrimenti sei un..Tornando al calcio quello che forse non è chiaro neppure al giornalista che scrive é: Reynolds 8 milioni, ma serviva un terzino destro di riserva, secondo me meglio se titolare poiché considero Karsdorp al massimo una riserva della ASRoma; trattenere Olsen ( è nostro e dovevi pagare il solo ingaggio sottraendone il costo dal prestito di Fuzato) poiché l’attuale secondo portiere l’abbiamo visto all’opera l’anno scorso e rimpiangevamo P.Lopez; Shomurodov 20 milioni quando serve come il pane un centrocampista mediano (quello del Napoli andava benissimo!).
      Almeno 3 contraddizioni, 2 delle quali sottolineate anche dal percorso della squadra fino ad ora. Spero la terza non si verifichi…(intendo Fuzato titolare per necessità…!)
      Forza Roma, sempre!

  1. Sono abbastanza d’accordo con Fiorini.
    Pero’ quell’ipotesi che dice “inverosimile” lo sembra solo perche’ usa la retorica per rendere le cose iperboliche (Mourinho sprovveduto che firma alla cieca, proprieta’ che racconta frottole).
    In realta’, le cose secondo me non erano cosi’ estreme, ma un po’ di vero c’e’. Dubito fortemente che Mourinho ingaggiato con un blitz conoscesse a fondo i giocatori della Roma, specialmente a livello di mentalita’ (colpa sua), cosi’ come credo che la proprieta’ glieli abbia descritti in toni troppo rosei (colpa loro), il che del resto spiega anche perche’ la Roma paga i giocatori in modo esagerato.

    • DTF, ma stai scherzando? Mourinho è una specie di Brand, non so se lo hai capito.
      Quindi tu pensi che se l’avesse contattato Lotito, sarebbe andato li? Ma andiamo, per piacere, sei molto più intelligente di questo. O forse stai giocando a fare lo sconsiderato.

      Mou ha spiegato benissimo la situazione, un paio di settimane fa. La Roma ha dovuto fare un mercato di reazione, perché si è fatto male Spinazzola e Dzeko se ne è andato. Quindi, quei rinforzi che erano stati promessi, non sono stati portati a Trigoria. Lui stesso, dopo aver parlato di Abraham, parlò di “reazione da grande squadra”, e fece i complimenti ai Friedkin. Perché? Semplice, la Roma aveva sforato quello sbandierato budget di 50 mln per il mercato, per prendere un attaccante forte, Abraham, e di prospettiva – per me quando Tammy si sbloccherà, non lo fermerà nessuno.

      Poi ovvio, Mou non è contento. Magari alcuni calciatori sono peggio di quel che pensava, altri meno pronti (Darboe, Calafiori, Kumbulla) di quel che credeva – alla fine è vero quel luogo comune recitato da molti allenatori “per conoscere un calciatore lo devi allenare”. E spara in questo senso per portare acqua al suo mulino, che poi è il mulino della Roma: prendere calciatori, per tornare nel calcio che conta, la champions.

      Perché se oggi vogliamo costruire una grande Roma, bisogna passare attraverso la champions league, la crescita dei ricavi, accompagnato da una progettualità seria della proprietà, che non mira alla plusvalenza, ma alla costruzione di una squadra vincente E sostenibile. Non è una cosa impossibile. Guardate il B.Monaco. Una delle poche realtà ad avere un segno + nei bilanci, con vittorie a profusione, non soltanto in bundesliga. E come sono arrivati a ciò? Attraverso acquisti mirati, non scellerati, e progettualità SERIA.

      In questo momento, a qualcuno ha dato fastidio che alla Roma sia arrivato Mourinho. Basta vedere da chi arrivano le critiche.

    • Ma tu pensi che Mourinho scende dalla montagna der sapone? Mourinho conosce TUTTO il calcio europeo, non è Conte o Sarri che conoscono solo i giocatori che allenano. Forse non conosceva Calafiori, Bove, questi al massimo. La società non glieli doveva raccontare, ormai esistono tremila modi per conoscere e studiarsi i giocatori tra statistiche, video, report ecc…

    • @TifosoGiallorosso: Boh, saro’ piu’ o meno intelligente ma questo che scrivi pure tu:

      “Magari alcuni calciatori sono peggio di quel che pensava, altri meno pronti (Darboe, Calafiori, Kumbulla) di quel che credeva”

      era l’unica cosa che avevo detto nel post di sopra. Ci ho solo aggiunto che, per me, anche la proprieta’ sopravvaluta il parco giocatori attuale.
      Nel resto che dici (e nell’articolo di Fiorini) non ci trovo altro di mettere in discussione.

      @matteo92: la differenza tra vedere i giocatori in TV / guardare le statistiche / informarsi da scouts ecc. e invece allenarli direttamente, giorno dopo giorno, e’ paragonabile alla differenza tra leggere un curriculum vitae e poi aver a che fare, in persona, con la persona che hai assunto. Secondo me, c’e’ un abisso. Puoi avere conoscenze monumentali di tutto e di piu’, ma quando si tratta di risorse umane ci sono sempre incognite enormi fino a che non conosci la persona a fondo.
      Che e’ poi il motivo per cui certe squadre fatte di grandi “figurine” finiscono male.

    • Spezzo una lancia per dtf. Noi pensiamo che questi siano superuomini onniscienti che conoscono per filo e per segno vizi e virtù di ogni calciatore del pianeta.
      In realtà non è e non può essere così. Ognuno di loro ha la sua comfort zone, l’area che conosce meglio, e lì tende a battere.
      Non per nulla lo stesso Mou, quando si è trattato di scegliere portiere e centravanti, dove è andato a parare? Nel posto che conosce meglio, cioè la Premier. Senza considerare Xhaka, altrimenti sarebbero stati tre.
      Spalletti, quando Sabatini gli portò quello che era già il portiere titolare della Selecao, non si fidò perché non lo conosceva e pretese il ritorno di “Coso”.
      Secondo me è palese che lui si aspettasse di trovare una situazione di partenza un po’ migliore di quella che ha riscontrato. E si è innervosito un attimo.
      Se tu lo dici una volta che la rosa è scarsa, va bene, pure due. Ma se lo ripeti ad ogni occasione evidentemente è perché senti un po’ d’ansia.
      La biforcazione tra il Mou-pensiero e quello societario c’è stata, sarebbe puerile negarlo.
      La speranza adesso è che tutte le parti facciano un passetto avanti nel venirsi incontro: la società con uno sforzo leggermente più intenso di quanto previsto, e Mourinho assumendo un atteggiamento più positivo, cercando di coinvolgere e cavare qualcosa di buono da più o meno tutti, almeno finché saranno a disposizione.

  2. E’ tutto molto semplice. Se rimane tre anni, indipendentemente dal risultato immediato, fai uno squadrone. Se non gli dai una squadra se ne va. Se vogliono vincere veramente lo tengono e gli fanno la squadra, anche con calma. Chi ha fretta non conosce il calcio, vedi city dell’inizio, o non ama la Roma. Basta esperimenti ultima ora o allenatori di comodo. ASR

    • La verità è che (come dico dal giorno stesso dell’arrivo di Mou) noi romantristi (volutamente mi appello così) siamo portati ad entusiasmi facili. Continuo a sostenere che : allenatore inidoneo (oramai cotto, vedere esoneri a gogò) campagna acquisti ancora peggiore (dovuta alla mancanza di fondi) per allestire una SQUADRA degna di essere considerata tale. Continuate ad illudervi. Quando, a fine campionato saremo nella stessa posizione di classifica dello scorso anno (mi auguro non peggiore) FORSE vi renderete conto che bisognerà aspettare il prossimo giubileo per aspirare a vincere FORSE la coppa Italia. Via dzeko per abraham 🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️

    • Danilo onestamente sono Romanista e sono felice sempre di esserlo..

      Per te non è idoneo per via degli esoneri.. Per me gli esoneri contano zero.. Tutti gli allenatori passano attraverso degli esoneri.. Anche Allegri dopo 5 scudetti..

      Semmai guarderei ciò che hanno ottenuto..

      Al Manchester United l’unico a portare vittorie nel dopo Ferguson e stato Mourinho.. Tutti gli altri fino ad ora hanno fallito.. Anche in questo si è contraddistinto..

      Al Tottenham, Mourinho ha preso una squadra che navigava vicino alla zona retrocessione.. Ha riportato la squadra in alto.. Poi ha conquistato una finale.. E stato un mandato via.. Per un problema con un giocatore..

      Tanto che Kane ha detto più volte che non sono tutti professionisti..

      Tuttavia in poco tempo aveva conquistato una finale..

      In ultimo.. Dzeko in ogni caso sarebbe andato via (il prossimo anno).. Al posto suo hai preso un chiaro evidente futuro campione.. Che fa panchina solamente ad un mostro sacro come Henry Kane.. In Nazionale..

      Io non prevedo il futuro come te.. E non ho la verità in tasca come te..

      Quindi non dirò che bisogna aspettare il prossimo Giubileo, semmai lo dirà il tempo..

      Certo ha più possibilità la Roma che la piccola lazietta.. Con un allenatore che viene visto vincente anche con il Chelsea.. E Mourinho ha conquistato più lui con lo United che Sarri con il Chelsea..

      Ma l’esperienza di Mou con lo United viene considerata di basso livello, Sarri con il Chelsea ha fatto grandi cose..

      Questa è la differenza tra i due.. Uno se vince un bonzai e grande.. L’altro invece deve vincere la Champions perché è già di un altro livello.

      Forza Roma.

  3. Uno dei tre allenatori più forti del mondo viene ad allenare la Roma. Tutti questi fenomeni lo stanno facendo passare per un idiota. Mou sapeva tutto, sta facendo solo il suo lavoro. Chiede rinforzi, quelli che causa le impuntate dei giocatori che si credono top players non si è potuto fare a giugno, e allora???
    Intanto dopo anni di bugie è arrivato l’unico che dice che molti sono pippe strapagate e con contratti assurdi. E voi che fate? Rompete er [email protected]@o all’unica speranza che abbiamo?

    • Tutto vero però, se l’allenatore inconsciamente o meno non accetta il materiale che la società gli mette a disposizione c’è un inevitabile corto circuito.

    • L’assurdo è che continua a dirlo in tutte le lingue che non è una critica alla società, che sapeva già cosa gli sarebbe aspettato venendo qua ed è per questo che ha firmato un triennale perché il progetto ha bisogno di tempo, ma la fenomenite di tutti gli inquisitori tra giornalisti e tifosi-scienziati fa sì che le parole vengano sempre travisate negando l’evidenza… sì, dice sempre che la rosa non è all’altezza, ma se siete onesti dovete dire che lo diceva anche dopo le prime vittorie…PUNTO!

  4. bene cosi Andrea. Ci sono persone che non vedono di buon occhio la Roma in generale e tanto più che un allenatore come Mou possa sedere sulla sua panchina! Mio pensiero che trova condivisioni con il tuo articolo.

  5. Il ci siete o ci fate sembrava riferito a Mou e alla Roma con la foto messa… Invece è riferita principalmente al “giornalismo” sportivo italiano. La Roma da che ricordi viene sempre massacrata dai giornali, compresi i singoli giocatori con voti gonfiati quando fa comodo tenersi buono il giocatore o “topino” e massacrando per lo più chiunque, tolto Allison e Benatia’ negli ultimi 10 anni non ricordo un giocatore ceduto che prima non fosse stato massacrato dai giornali, da Rudiger a Paredes a Salah (sì proprio lui).

  6. Da sottoscrivere ogni singola parola di questo articolo.
    Bravo Fiorini, analisi lucida e oggettiva. Che finalmente mette alla berlina certe “interpretazioni” (chiamiamole così) non proprio disinteressate.

  7. potete cortesemente stampare quest’articolo e lanciarne migliaia di copie in giro per Roma da un elicottero? magari un po di gente capisce. grazie

  8. “…L’altra possibilità è che i Friedkin e Tiago Pinto, durante gli incontri preliminari che hanno portato alla firma del tecnico portoghese, abbiano raccontato una serie di frottole all’allenatore prospettandogli ingaggi mirabolanti e campagne acquisti faraoniche….”
    CAMPAGNE ACQUISTI FARAONICHE NO…ma che gli avrebbero comprato uno straccio di centrocampista e un centrale si poteva pensare…non ci vuole l emiro del PSG, basta pure uno che ha un autosalone Toyota nel Kansas…

    • L’autosalonista ha un patrimonio personale di 4,3 miliardi di dollari.
      Non gli puoi fare neanche da autista.

    • Spero che la Roma possa essere acquistata da te, che sicuramente avrai un patrimonio molto più grande di questi straccioni dei Friedkin e che ci porterai Haaland, Messi e De Bruyn al primo giorno di campagna acquisti.
      Naturalmente Guardiola è impaziente e chiede se lo chiami.

  9. Amen, redazione.

    E se non bastano nemmeno i virgolettati…. mettiamoci l’anima in pace. Tutte le parti sapevano e sanno a cosa vanno incontro. Poi si può evidentemente sbagliare ma i voli pindarici di molti sono pretestuosi e basta.

  10. Vuoi sape na cosa da.un co….ne? Sto pinto sta afa più danni der barbiere… vabbè poi danno de lui no, però sta a fa li danni. Quando andrà via sarà meglio

    • Concordo col mio omonimo… aggiungendo che, magari, sarebbe meglio non bersagliare l a.s. ROMA anche col “fuoco amico”… voglio dire, conosciamo l andazzo del palazzo, conosciamo i media🖊, sappiamo della nostra fortuna comprovata ecco, se evitiamo di dargli addosso anche NOI forse, presto o tardi, ne venimo fori..

  11. “Così facendo si fa passare Mourinho per cretino, o i Friedkin e Pinto per bugiardi.”

    E questo e’ esattamente quello che il Sistema vuole.

    Li conosciamo, loro e i loro zozzi mezzi.

    Per questo dico che dobbiamo essere TUTTI uniti nel disprezzo di pallotto.

    Mica parlo a caso, IO : tutto ha un suo senso .

    Almeno per chi e’ all’altezza di capire.

    Non tutti ci arrivano, ed e’ per questo mi tocca sempre da ripetermi.

    Mica perché mi fa piacere.

    Non e’ colpa mia : e’ la vostra che siete zucche !

    Quando vedro’ un articolo dove TUTTI i commenti sono centrati sulla critica a pallotto

    allor là il mio LAVORO (perché di questo si tratta) sarà completato e vi salutero’.

    Ma siamo ancora molto ma mooooolto lontani da cio’….

  12. Signor Fiorini, le mando un abbraccio virtuale, abbiamo bisogno di più comunicatori come lei. Gente che fa ragionamenti a partire dalle dichiarazioni di allenatore e DS e che tende a farsi influenzare poco da “sensazioni” e frottole varie.
    Tutti uniti, contro gufacci e chiunque non voglia il bene della Roma. Lasciamoli parlare, finché non li ascolteremo le loro saranno soltato parole, parole, parole.

  13. Tutti allenatori, tutti presidenti, tutti general manager.
    Poi trovano complesso fare 2+2.

    Non ci fanno, ci sono.

    Forza Roma, Forza Mou!

  14. Mou che non ne sapesse nulla è inverosimile. Avrà accettato un progetto diverso da quelli soliti, tipo premier o Real, mettendosi in gioco e cercando di fare l’opera che rimarrà nella storia. Un po’ come nell’Inter, forse ancora di più, visto che si parla di giovani e primavera ad ogni pie’ sospinto, mentre nell’Inter si veniva da una situazione già vincente. Ma tre anni passano in fretta e quel che non si fa oggi pregiudica il domani, di brutto. Basti pensare ai due anni del mago/ds di Siviglia: nonostante le pezze di Petrachi e anche della nuova società, niente, siamo ancora lì. Quindi Mou ha fretta, molto di più di quanto ne abbiano ds e società.

  15. Si ma se gli acquisti sono come quelli di Vinha a 13 milioni di euro e come il terzo attaccante quando ne hai già due e a centrocampo stai con le pezze mi sa che non ce la puoi fare.

  16. PINTO E MOURINHO GEMELLI DIVERSI… Per gemelli diversi si intende un diverso modo di dire una cosa ma che alla fine congiungono nel pensiero.

    Pinto dice che non si punterà all’instant team, ma mourinho dice di non aver cambi soprattutto sui terzini perche ha calafiori e raynolds.

    Mourinho quando parla d’esperienza parla di giocatori che se li metti in campo non hanno paura di toccare la palla e che siano adatti al suo gioco.

    Per giocatori d’esperienza ricordo che non si intendono solo giocatori di 30/35 anni, ma anche gente come ceballos per dire.

    Effettivamente la roma come cambi ha gente scarsa, inutile dirlo o ribadirlo ( l’unico all’altezza ma non adatto a mourinho è villar e forse borja ma non vengono visti, ma qui si parla di gestione della rosa ). Gente giovane, troppo giovane.

    Quando parla di juan jesus o peres, non parla di valori assoluti, ma di giocatori che almeno avevano esperienza. Tra raynolds e peres, tutta la vita brunetto. Tra juan jesus e calafiori ( giocatore che reputo non superiore a raynolds oggi ), per dire, tutta la vita juan jesus ( se devo pensarla come mourinho, cioè giocatori che non hanno paura ). Tra due giocatori che valgono 1, mi prendo COME RISERVA, quello che quando entra il suo lo fa.

    Non solo riserve, ma anche titolari. Alla roma mancano anche i titolari e questo è un dato di fatto incontrovertibile.

    La roma prende rui patricio ad una cifra molto alta per un 33 enne, quindi è falso il mito che non si prendono giocatori d’esperienza, anche perche le squadre dove mourinho ha vinto erano un miscuglio di gente esperta e giovane. OGGI LA ROMA, come il totthenam, è una squadra troppo giovane ed inesperta in molti ruoli e mourinho in questo sta trovando difficoltà.

    Pinto dal canto suo parla per la società e ti dice che la roma deve seguire un percorso sostenibile. AVERE PASTORE a 4.5mln netti l’anno rotto, non è sostenibile, al contrario sarebbe stato un valore aggiunto. Idem Dzeko, pedro e cosi via ( giocatori che avevano deluso le aspettative ).

    Mourinho invece ti dice, giustamente, che cosi non può andare avanti e servono giocatori fatti ( anche a 24/25 anni puoi essere un giocatori fatto ) e veri.

    Non vedo dove creare la polemica.

    La polemica, in caso, sta nel fatto che, pur non essendo forte, hai santon potrebbe essere arruolato al posto di raynolds, fazio al posto di un kumbulla fuori di se…

    Che poi mourinho gestisca la rosa in maniera suicida, questo è un altro conto ma è chiaro che questa roma non è di mourinho e lo stesso ne terrebbe solo una decina tra quelli che ha.

  17. Non so voi ma io invidio sempre di più I tifosi del Newcastle… friedkin molto seri ma temo non all’altezza di una grande Roma. Solo gli arabi possono portarci nell’olimpo, il grande, grandissimo futuro non passa per gli stati uniti. Qui sta la differenza tra pinto e mourinho oggi, temo seriamente che a queste condizioni mourinho rimarrà per poco tempo a trigoria……
    Sono molto preoccupato

    • finalmente uno che ci e arrivato. e non sono ironico daccordo con te ma mica da mo che lo vado dicendo forzaroma

    • E allora pregate il buon Trofie di chiedere udienza agli emiri per rilevare la a.s. Roma dal “padrone dell’autosalone”. Ma vogliamo piuttosto ragionare sulla realtà?

      Poi esistono ragioni ben precise per cui i lenzuolati preferiscono investire Oltremanica piuttosto che qui. Qualcuno illuminato tempo fa le illustrò piuttosto bene.

  18. Tutto corretto, ma non ci vedo malafede, piuttosto la frustrazione tipica del tifoso romanista passionale. E’ normale ed umano essere delusi da questa prima parte di stagione, soprattutto dopo l’iniziale entusiamo e l’illusione delle prime uscite vincenti della squadra. L’errore sta nel dover sfogare a tutti i costi la delusione su questo o quell’altro, nel cercare sempre un capro espiatorio, così si sfocia nella frustrazione. La stampa romana per prima deve accettare il momento sportivo e cercare di essere sempre positiva e propositiva, altrimenti è il solito gioco al massacro, che poi è il limite di questa piazza.

    • Ma l’entusiasmo e le illusioni, li ha creati Mou artatamente?
      Uno/a si prende una cotta per un’altra persona. Interpreta a suo modo ogni gesto ed ogni sguardo di cotale persona, si ripete in continuazione “ci sta; e’ fatta”, poi quando si propone e si becca un secco NO o anche uno schiaffone, piovono improperi a non finire, accuse etc…
      Riportatemi UNA SOLA FRASE dove i Frieds/Pinto/Mou hanno detto cose che avrebbero alimentato le illusioni dei tifosi.
      Sto aspettando.
      Il silenzio e’ assordante.

  19. Lo dico da anni che il problema non è chi (giornalisti e radio) racconta frottole o fatti manipolati a loro piacimento, ma chi crede a queste cose. Nonostante le dichiarazioni dei diretti interessati. Tanto più che Mourinho non mi sembra uno che le manda a dire. O al quale possa mancare modo di trovare una panchina.

  20. E che ci vogliamo fare? Pure giornalisti e giornalai tengono famiglia. I giornalisti (rispetto al minimo) devono riempire i giornali e i giornalai (massimo rispetto) li devono vendere. 10 euro ad articolo con bonus se parla male della Roma. Oramai ci siamo abituati e ci scivola a noi scafati.

    • Pensa te… Stamattina mi era venuta in mente la stessa identica metafora… O, anche, l’attesa infinita del Deserto dei Tartari… Poi dici che il Romanismo non ti segna…

    • @KAWA 62: “l’attesa infinita del Deserto dei Tartari”

      Speriamo di non fa’ la fine di Angustina…

  21. Ma non avete capito è una tecnica di business …strategia di marketing ….. loro sanno bene cosa vogliono ma se uscissero allo scoperto immaginate voi sul mercato e nella sfera giornalisti cosa succederebbe….
    Daje

  22. Purtroppo noi tifosi romanisti siamo fatti così. Quando si vince sono tutti forti tutti da blindare con contratti quinquennale.
    Appena le cose si mettono male con qualche sconfitta diventano tutte pippe da vendere assolutamente al più presto perché non servono a niente con la società colpevole di avergli garantito un contratto lungo e faraonico.
    Secondo me ci vuole pazienza abbiamo il migliore allenatore possibile e una società che finora ha tirato fuori fior di milioni di euro.
    Io ho fiducia in friedkin e soprattutto in mourinho. Se fra 3 anni alla conclusione del contratto del mister le cose non saranno cambiate allora sarò il primo ad accusare la proprietà tutta.
    Ma fino ad allora io tiferò sempre ed incondizionatamente la mia grande unica ROMA!!!!!!
    FORZA ROMA SEMPRE!!!

    • ‘La gatta presciolosa fece i gattini ciechi’.
      Adesso fate i presciolosi?
      Ma dove stavate negli ultimi 10 anni?
      “Dateglie tempo a pallotta, che quello ve fa una Roma grande”
      Quindi 10 anni a pallotta va bene, 3 ai Frieds, no!
      Che sete voi? Romanisti? Seeeeeeeeeeeee! E io so’ Brad Pitt!!!!!!!!!!!!!!!

  23. Chi lo conosce sa che un carattere come lui sa aspettare come il cinese, Tutte le chiacchere false per destabilizzare la Roma che colpiscono lui gli rimbalzano. Vi ricordate che disse al primo discorso al Campidoglio, io sono l’Allenatore della Roma non sono la Roma, vengo per fare una squadra che sia nell’ elite’ del calcio europeo ho tre anni di contratto per arrivare….Ogni tanto guardare il passato serve per capire il presente quello che scrivono gli ipocriti che 11 anni fa’ lo osannavano non lo hanno perdonato della scelta di venire a Roma sia per lui che per Tiago e tutti i Portoghesi lo vogliono far stancare mollare tutto andare via. Questo va detto e’ ora che noi tifosi non basta piu’ lo striscione a trigoria ma allo stadio…..di piu’

  24. Sì ma co 40 mioni mmano non puoi puntare a Beregisky e Nandez.

    Ce scommettete che se fanno scappa pure Renatino Sanchez che va al Milan e noi stamo co Nandez?
    Fateve un po’ un giro sui forum o pagine Metaface e vedete che dicono i cagliaritani di Nandez….
    Pinto sveglia! la cantera la fai se hai già la squadra rodata.
    Pensa ai titolari!
    Che stamo da anni con l ossobuco a centrocampo e te l ha detto pure er coco durante i ritiri!

    • Continuiamo davvero a far polemica su cose prive di fondamento scritte dagli stessi giornalai che in passato hanno palesemente inventato “notizie”?

  25. Fiorini nessuno pensa che allenatore e società siano dei cretini ma che il piano non vada come concordato fra le parti è evidente a tutti.
    Siamo sesti dopo che avevamo avuto una partenza migliore delle altre (con 3 sconfitte negli scontri diretti).
    Mourinho già dalle prime partite di preparazione in Portogallo si vedeva parlare insicuro con il suo staff perché aveva sottovalutato le carenze nell’organico e Pinto con alcune scelte di mercato non lo ha aiutato a sentirsi più sicuro (se gli comprava Xhaka Mou non avrebbe avuto alcun alibi).
    Se poi Mou si lamenta che gli mancano giocatori nei ruoli chiavi (e non chiede vengano presi tutti quest’anno ma qualcuno si) Pinto non può rispondergli parlando di Calafiori e Darboe.
    Non ci siamo proprio.
    Le uscite (esagerate) di Mourinho sono legate alla sua insicurezza e la società deve aiutarlo.
    Il piano di crescita prevede miglioramenti anno dopo anno (prima l’Europa league, poi la Champions e poi forse il campionato), ma sei sempre fermo alla casella Conference League non parte mai ed è ogni anno più difficile recuperare il divario con quelle davanti che possano fare mercato con i diritti Champions e con la maggiore attrattività.
    In conclusione allenatore o società facciano quello che vogliono ma non è accettabile il settimo posto !!

  26. Belle parole, per carità, ma tanto poi quello che conta veramente è dove saremo a fine maggio in classifica e cosa sarà entrato in bacheca, quest’anno, il prossimo e tra 2…hanno chiesto tempo e tempo avranno, pur con qualche rottura di cogxioni, ma poi dopo tutti sti preliminari, fatece godé pure a noi per una volta

  27. La verità completa non la sappiamo Pur tuttavia possiamo capire che gli americani hanno preso Mourinho Perché sapevano che un nome di questo tipo con La tifoseria come quella romanista avrebbe attirato tantissima gente allo stadio poi phanno dato tanti soldi per la campagna acquisti si parla di 90 milioni è stato preso abrahim è stato preso Eldorche hanno giocato insieme solamente alla dodicesima giornata poi un portiere più vecchio che nde gol sul Primo palo e non esce mai Altro punto importante il gioco Mourinho non ha un gioco la sua squadra è sfilacciata e consente il contropiede anche la squadre più modeste abbiamo perso clamorosamente in Norvegia abbiamo perso a Venezia dov’è il Venezia ha segnato tanti gol Quanti ne ha fatti nel mezzo campionato quindi ragioniamoci un attimo su Mourinho deve innanzitutto avere un gioco S deve avere gli uomini a sua disposizione da cui trarre il massimo quindi non dividerli in Buoni e Cattivi fatto che ha oltretutto ha regalato un grosso danno economico alla società in quanto giocatore epurato giocatore sminuito Secondo me bene ha fatto la proprietà a mettere il piede sul freno adesso l’importante è che sia cosciente della situazione e prendere decisioni migliori

  28. Non penso che né la società né Mourinho siano cretini, ingenui, bolliti o altro.
    Penso però che ogni tipo di progetto abbia l’allenatore giusto e non.
    Visto che considero in buona fede le parole di Pinto, quindi linea verde a costo di perdere giocatori con più esperienza (vedi dzeko o pedro), valorizzazione dei primavera e pochi acquisti oculati, ecc mi rimane sfuggente il ruolo di Mourinho in tutto questo.
    Felice però di essere smentito e magari scoprire che è più bravo come costruttore che come vincente nell’immediato, saremmo veramente di fronte a un genio che incarna capello e luis enrique allo stesso momento.
    Per ora però vedo un direttore sportivo che vuole valorizzare darboe e un allenatore che lo spedisce in tribuna dopo un tempo così e così e rimpiange Bruno peres come provocazione per avere gente con più esperienza quindi più adulta.
    Rimango perplesso ma tanto alla fine parlerà il campo come sempre.

  29. caro Fiorini… il tuo ragionamento sembra cosi ovvio e banale che tra noi romanisti non servirebbe neanche commentare…
    probabilmente le vedovelle di Pallotta si erano talmente assuefatti alla bugie di Pallotta, dirigenti e allenatori che non riescono ad accettare che ci sia una proprietà, dirigenza e allenatore che dicano chiaramente, senza sottintesi o maltraduzioni, ai romanisti e non la verità e come stanno le cose…
    sia Mourinho che Pinto hanno parlato chiaramente, anche mostrando qualche visione diversa, ma entrambi hanno ribadito più volte come ci sia rispetto e condivisione della linea che si stà seguendo, programma triennale!!! anche se riconosco che la partenza sprint mi aveva un pò illuso, ma Mourinho fin dalla prima vittoria è stato chiaro e diretto…
    sui media che dire… ancora ci sorprendiamo??? quandè che i media non ci hanno massacrato…

  30. Bellissimo articolo Sig. Fiorini. Il miglior modo di rispondere alla stragrande maggioranza dei commenti, di presunti tifosi della Roma, sotto le dichiarazioni di Pinto ieri sera.
    Spero siano in realtà tifosi dell’altra squadra perché sarebbe triste pensare ci siano tanti analfabeti funzionali tra i nostri.

    • fidate Ragno ce so giornalisti travestiti da finti tifosi incapaci di capire le strategie di una societa’ nuova che vuole creare qualcosa di buono , se volevano fa’ i soldi subito investivano tutti quei soldi con il covid in mezzo, ove gli ultimi Presidenti forse solo Pallotta e’ uscito con i soldi, loro dei Fredkin. gli altri tutti finiti sul lastrico. Roma costa tanto al momento non e’ una Piazza appetibile in Italia…se vuoi fare soldi vai in Inghilterra o c’e’ il calcio Busines in America, so poche le societa’ che fanno soldi a Roma devi fa’ tutto, i Fredkin sono solo che dei grandi investitori che amano Roma e la Roma questo e’ stato dimostrato vanno rispettati alla grande e pure osannati. I contratti inglesi sono peggio di quelli italiani non credete che e’ tutto oro quello che luccica i soldi non cadono dagli alberi bisogna avere oculatezza scordate il passato questo e’ l anno zero ci saranno cadute ci saranno vittorie a noi solo tifare e credere che prima o poi sta squadra vincera’ se non adesso piu’ in la’ e noi sempre vicini in primis a Mou

  31. Sentite, io sono sempre per la pazienza ed il concedere tempo e seconde chances. Mi sta bene tutto, accetto tutto e sono contento che tutte le componenti della società siano d’accordo.
    Però non venitemi a dire che nelle dichiarazioni di Mourinho non c’è nulla di inopportuno o quantomeno strano, quando demolisce verbalmente la propria rosa.
    Perché a credere che quel signore famoso sia morto di freddo sono poco incline.

  32. Editoriale condivisibile, e a maggior ragione sarà opportuno che società, allenatore e staff migliorino la comunicazione aziendale.
    O almeno concordino una traccia minimamente integrata, coerente e condivisa nelle dichiarazioni (soprattutto a caldo) in pasto alla stampa.
    Auspico che lo facciano presto.

  33. Mourinho altro ché se è cosciente di dove è arrivato, difatti sta chiedendo Xhaka Zakaria Dalot , buoni calciatori non di certo campioni, se faceva Mourinho il vero Mourinho non erano queste le richieste

    • Non mi appare questa l’aria per andare in paradiso….
      Si ricomimcia ontanto a giocagre

  34. Ciò che mi perplime non è il fatto che non si costruirà un instant team,questo lo sapevamo già e lo sapeva Mourinho,ma un conto è pensare di costruire passo dopo passo una squadra da scudetto con gli Abraham e non gli Mbappè,con gli Zaniolo e non con i Salah ,un altro è pensare di affidare un progetto vincente a chicchessia attendendo la crescita di ragazzini che sarà già un successo se faranno un’onesta carriera in Serie A. conte si lamentava che aveva Barella che veniva dal Cagliari e non aveva una statura internazionale ,Mourinho dovrebbe essere entusiasta dei Reynolds e i Calafiori che devono crescere dietro ad altri giocatori che definire mediocri è fare loro un compimento. La roma ereditata era una squadra da lotta per l’Europa League,dopo 3 sesssioni di mercato il livello è ancora lo stesso,dobbiao aspettare che ad alzare l’asticella siano i Darboe e i Felix tra 3 anni quando saranno campioni?

  35. Caro ciop, “il delirio di onnipotenza”, cosi come lo chiami, che avrebbe dovuto portare alla resuscita degli zombi, non ce l’ha mou. ce l’ha la miriade di idolatri cha avevano detto più e più volte :” mourinho trasformerà gli agnelli in lupi”.

  36. I Friedkin avevano dichiarato che la squadra sarebbe da scudetto al 3zo anno della loro presidenza. Mi sembra che debbano completare ancora il primo anno. “Ci vuole pazienza e tempo” parole testuali di Pinto prima dell’ultima sessione di mercato estiva.
    Tutta questa spiacevole polemica è stata innescata da chi sfrutta il potere mediatico: giornalisti e Mourinho compreso.
    La Roma prende 3 goal a Verona, 8 in due partite contro il Bodo e 3 a Venezia.
    Mourinho da tempo ha definito, A MICROFONI APERTI, diversi giocatori della rosa inadeguati per il progetto.
    Ma anche se fosse vero, Mourinho dovrebbe avere le capacità come Pioli di saperne valorizzare gli aspetti positivi (Villar, Fazio, Darboe e Diawara non sono delle schiappe!!!) per non subire il gioco (assente nella Roma) e i suddetti goal dalle suddette squadre modeste.
    In parole povere, tutta questa polemica mediatica è stata già montata da quel Verona-Roma da Mourinho (qualche mugugno lo espresse in verità anche prima contro il Sassuolo) per giustificare la sua assenza di gioco (lanci lunghi dai piedi di Mancini contro le squadre chiuse in difesa) e tutti quei goal incassati contro le piccole.
    Tutto ciò, al netto ovviamente degli scandalosi furti arbitrali di cui la proprietà stessa farebbe meglio a prendere dei provvedimenti legali contro AIA e Lega.
    È un polverone? Chi lo ha alzato? Riflettete sempre su chi parla ai microfoni: i Friedkin o Mourinho?

  37. Mou sapeva e conosceva la situazione e sapeva pure che doveva aspettare ma non è il suo forte. Solo che non sa perdere e non sa migliorare una squadra. Al Porto ci riuscì. Vuole soltanto gente forte e brava in partenza. Così pure mi nonna riuscirebbe! Io tifo la maglia.

  38. Faccio lo psicologo da strapazzo.
    Perché i Friedkins hanno ingaggiato Mourinho? Perché hanno colto al volo l’opportunità dell’esonero dal Tottenham per portare alla Roma una sorta di leggenda vivente.
    Non solo però per motivi di marketing.
    Credo che il campionato inglese non sia assimilabile a quello italiano, e poi Mou qui da noi è riuscito a vincere; ergo, hanno ritenuto che fosse la “persona giusta” per conquistare trofei.
    D’altra parte, da Jimbo avevano ereditato Fonseca, che è stato una scommessa persa: allenatore vincente però nel campionato ucraino, aveva cominciato bene ma poi si è smarrito.
    E obiettivamente, sul piano della personalità tra Fonseca e Mourinho ce ne corre…
    Quindi, i Fr’s hanno voluto un allenatore titolato e di spessore, che sapesse gestire di polso la squadra. Ma non solo.
    L’atteggiamento dei media rispetto alle squadre di calcio non conosce vie di mezzo: passa direttamente dalla cieca esaltazione alla distruzione feroce. Se la prima si giustifica in termini di audience o vendita di copie, la seconda riesco a spiegarla solo evocando desideri di vendetta e voglie di protagonismo.
    Allora non escludo che Mourinho sia stato giudicato”adatto” anche per la sua capacità di tenere a bada la stampa, proteggendo i giocatori.

    Ma veniamo a lui. Cosa l’ha indotto ad accettare?
    È probabile che il suo ego smisurato gli abbia fatto concludere che la Roma era una grande sfida che gli mancava: la squadra di una grande città in fortissimo credito con le vittorie. E d’altra parte, sia pure in altri tempi lui in Italia ha già vinto.
    Tutto questo però non basta. Fiorini ha ragione: se non avesse considerato tutti gli aspetti rilevanti, sarebbe uno sprovveduto. Pur non conoscendola in dettaglio, un’idea sul valore della rosa se l’era fatta (e certamente era al corrente della piaga delle varie zavorre).
    Se i Friedkins gli avessero promesso una campagna acquisti illimitata, sarebbe stato il primo a dubitare della serietà degli interlocutori. No: con ogni probabilità, gli hanno garantito un rafforzamento graduale e soprattutto ‘sostenibile’, nel duplice senso di compatibilità con le spese correnti ineliminabili (qui sul forum c’è gente persuasa che non vi siano regole di bilancio da rispettare, che siccome al PSG spendono quanto gli pare allora non si capisce perché non lo facciamo anche noi) e di spendere il ‘giusto’ per i rinforzi (seriamente.. Mou ha chiesto Xhakha, d’accordo, ma a qualsiasi prezzo? Perché mai la Roma avrebbe dovuto farsi prendere per il collo?). Sappiamo tutti, poi, che il calciomercato è fatto di occasioni e contingenze: personalmente addebito a Pinto carenze in quella rete di relazioni preziosissima per arrivare a dama (un esempio per tutti: uno come Anguissa, a quelle condizioni, non potevamo prenderlo anche noi?). Peraltro, va riconosciuto che certe scelte sono state condizionate dall’infortunio di Spinazzola e dalla diserzione di Dzeko (e qui invece Pinto è stato bravo a trovare il rimpiazzo).
    In ogni caso, ho idea che Mou nell’accettare abbia preteso un accentramento del potere decisionale: altri prima di lui sono stati degli yes men, lui tutt’altro, e lo vediamo quotidianamente. Dobbiamo pensare che stia creando imbarazzo alla società, che le parole di Pinto siano bugie necessitate? Secondo me, sia Pinto che i Friedkins si aspettavano più o meno da Mourinho quel che Mourinho ha detto e fatto.
    Certo, pensavano anche che le cose sarebbero andate meglio… Gli episodi di Bødo e Venezia nessuno li avrebbe immaginato, ed è dura catalogarli come incidenti di percorso. Solo che, il ‘percorso’ è appena all’inizio, e non si vede perché si dovrebbero trarre oggi conclusioni premature.
    Alla fine, Smalling e Spinazzola torneranno e riequilibreranno lì dietro; Abraham si sbloccherà e a centrocampo comunque penso che già a gennaio arriverà qualcuno… Insomma, le cose possono solo migliorare…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome