DYBALA: “Dobbiamo stare tranquilli e giocare ogni partita per vincere. Spero di essere un leader per questa squadra. Da Zaniolo un messaggio importante”

25
1067

NOTIZIE ROMA CALCIO – Paulo Dybala interviene ai microfoni dei giornalisti al termine di Empoli-Roma.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di Serie A appena conclusa allo stadio Castellani:

DYBALA A SKY SPORT

Mi spieghi l’esultanza?
“Con Viña beviamo sempre il mate, ormai la conoscono anche qui in Italia. Lui fa sempre il mate meraviglioso e volevo festeggiare il gol con lui”.

Mourinho ti dà grande libertà, è così?
“Oggi, più o meno, voleva che io e Abraham fossimo vicini per pressare i loro centrali”.

Hai disubbidito?
“Dopo il gol un po’ sì, infatti loro hanno trovato più spazi. Dovevo stare più dentro il campo, muovermi e cercare più spazio è una mia caratteristica”.

Visto che hai frequentato una squadra vincente, quanto manca alla Roma per avvicinarsi a quel livello?
“L’ho detto nella mia prima conferenza stampa, dobbiamo stare tranquilli. Ovviamente c’è tanta voglia di tutti, c’è uno degli allenatori più forti al mondo, abbiamo dei giocatori incredibili che hanno vinto e hanno tanta esperienza, ma credo che dobbiamo stare tranquilli, giocare ogni partita per vincere, creare questa mentalità vincente perché veniamo da due sconfitte che non ci hanno aiutato. Tutti avevamo dubbi, ma è lì che si vede una grande squadra e si vedono grandi giocatori”.

Mourinho ha ringraziato Zaniolo per essere in panchina, anche voi avete sentito la sua voglia di stare insieme alla squadra?
“Sicuramente, prima di queste due sconfitte dovevamo essere più uniti e di squadra per venirne fuori. Sapevamo che per Nicolò sarebbe stato difficile giocare questa partita, ma ha dimostrato professionalità e voglia di stare con il gruppo in questo momento. Il mister lo aveva chiamato e lui è venuto, per noi è un messaggio importante”.

Giovedì si torna in campo, è una stagione faticosa. Ne parlate tra di voi? È possibile fare delle previsioni?
“Non voglio dire che puntiamo a vincere qualcosa in particolare, altrimenti il titolo domani sarà ‘la Roma vuole vincere l’Europa League, la Roma vuole vincere la Serie A’. Come ho detto prima, dobbiamo andare piano piano, saper affrontare ogni gara con la mentalità giusta. Giovedì dobbiamo vincere per forza dopo la sconfitta della settimana scorsa”.

Come hai trovato Belotti?
“Più forte”.

PAULO DYBALA A DAZN

Bella serata..
“Un po’ sofferta, ma a volte è meglio vincere così”.

Cosa significa l’esultanza con il ciuccio?
“La mia ragazza si è spaventata (ride, dr). Era per Viña, beviamo il mate tutti i gironi a colazione, anche con Ibañez”.

Come hai visto Roma? Sei pronto a diventare un leader di questa squadra?
“Si, sto cercando di rimettermi bene in forma, che è fondamentale. Dare continuità ed essere un riferimento per i compagni. Cerco di dare il massimo per me, per la squadra e per i tifosi, che mi hanno accolto in maniera incredibile. Spero di poter essere un leader calcistico più che fuori dal campo, l’importante è dare il massimo in campo”.

Chi tira il prossimo rigore?
“Credo che a volte si decida al momento, io avevo già fatto gol, Lorenzo (Pellegrini, ndr) ancora no e ne aveva bisogno. Giusto che lo abbia calciato lui, se c’è un altro rigore vedremo al momento”.

Quanto avevi bisogno di ritrovare entusiasmo?
“È stata un’estate particolare, non mi era mai successo. Dovevo mantenere la calma e avevo bisogno di allenarmi con una squadra, sapevo che dovevo mettermi bene fisicamente anche in vista del Mondiale. Non ho mai avuto brutte sensazioni, sapevo che avrei trovato il posto migliore per me e l’ho trovato”.

Quando sei tornato a Torino come è stato?
“Ho un grande rapporto con tutta la gente della Juve. Difficile tornare subito alla terza giornata, ma ero concentrato sulla Roma e sul dare il meglio per me e per i miei compagni”.

PAULO DYBALA A ROMA TV+

“È stata una partita difficile. All’inizio abbiamo fatto un grande lavoro, poi dopo il gol ci siamo un po’ distratti e abbiamo concesso la palla all’Empoli, che è una squadra che gioca bene, e dopo abbiamo preso gol. Abbiamo meritato questa vittoria, anche se potevamo chiuderla prima. Vincere così ci dà comunque più forza per la partita di giovedì”.

Abraham ci ha detto che fa affidamento su di te per segnare. Ti senti questa responsabilità?
“Cerco di dare il meglio. Nel primo tempo ho perso diversi palloni che potevo gestire meglio, mentre nel secondo tempo ho trovato Tammy (Abraham, ndr) che ha fatto un buon movimento. Con lui cerco di capirmi e di parlare durante ogni allenamento per sapere come si muove uno o l’altro. Io devo migliorare sicuramente la forma fisica per stare ancora meglio e dare di più alla squadra”.

Sei felice a Roma e si vede.
“Molto”.

L’esultanza con Vina riguarda il mate?
“Sì, noi lo beviamo tutti i giorni. Lui lo prepara molto bene quindi gli ho detto che se avessi fatto gol avrei esultato con lui”.

Articolo precedenteMOURINHO: “Dybala incredibile, ringrazio Zaniolo. Rosa non da big. Abbiamo calciatori che soffrono la competitività interna”
Articolo successivoEMPOLI-ROMA 1-2: i voti dei quotidiani

25 Commenti

  1. Quei 20 milioni mi mettono un po’ d’ansia, speriamo si innamori di Roma follemente. come giocatore è mostruoso, come uomo una bella scoperta.

  2. Cosa dire di Paulo, ragazzo splendido , fuoriclasse assoluto, vede il gioco come pochissimi, sarà di grande aiuto per tutti, gol ed assist, adesso tocca agli altri crescere . Senza ombra di dubbio il miglior acquisto nell’ultimo mercato estivo in Italia. Sei entrato nei cuori di tutti noi tifosi romanisti❤💛

  3. Un grande !!!! Che personalita’ e tutto al servizio della squadra rientrava a coprire a preso calci da tutte le parti, il grande Parisi ha preso un ammonizione per un entrata da criminale su di lui che lo aveva saltato. Telecronista di Dazn (non conosco il nome) ancora contro la Roma una vergogna per queste televisioni private con preconcetti vergognosi si sente dalle loro parole dalle azioni che si galvanizzano delle squadre avversarie il calcio in faccia su Smolling la detto come un fallo normale di gioco non intenzionale e altro non li mandassero questi soggetti nordisti quando gioca la Roma…..so razzisti non c’e’ un garante della Tv ste cose mi fanno incazzare

    • Io l’ho vista su Sky e la telecronaca è stata molto professionale e competente, così come il pre e post partita. Unica cosa, le pubblicità e i banner in mezzo alla partita non si possono vedere, ma temo che siano con l’acqua alla gola in questo periodo…

  4. Sei gia’ un leader e lo sei dopo solo una manciata di partite!

    Paulo Dybala e’ giocatore di tutto un altro livello, come a Roma non se ne vedevano da quando si e’ ritirato uno un po’ famoso…

    Prego il dio dei fuoriclasse che ce lo mantenga SANO.

  5. Giocatore eccezionale, persona umile, atteggiamento positivo. Praticamente un leader vero.
    Ora qualcuno mi dica per quale motivo la fascia ce la deve avere quel sopravvalutato scuro in volto di Pellegrini. Perché sta scritto “nato a Roma” sulla carta d’identità?
    Mi si spieghi pure perché batte lui punizioni e rigori quando hai una divinità del calcio in campo.
    E voglio sapere anche perché mai se esce dal campo la fascia passa a Mancini.
    Boh

    • Grande Davide, vorrei saperlo anche io! La cosa ridicola è che Pellegrini secondo me s’è messo in testa di competere con Paulo: tenta giocate spettacolari, colpi di tacco etc. che raramente riescono e se riescono servono a poco. Ad esempio che senso ha provare il rigore sotto al sette? ma buttala dentro brutta e falla finita, o meglio fai tirare un altro.
      A pellegrini farebbe bene perdere la certezza di essere titolare, così si rimette a lavorare bene

  6. Com’era? “Se la juve lascia partire un giocatore, vuol dire che è scarso…”
    Esempio di luogo comune e di banalità dei falsi sillogismi applicati al calcio.
    Un consiglio: provate col cricket o col badminton, forse vi va meglio lì…

    E daje Paulo. Era da circa quattro anni che non mi entusiasmavo così per le giocate di un calciatore della Roma.

  7. Paulo è un fuoriclasse anche a parole, come dice qualcuno di noi si fa ancora fatica a credere che sia qui e a quasi metà dell’ingaggio che avrebbe potuto trovare altrove.
    E’ stato quindi anche bravo a dribblare l’argomento rigore, ma tra le righe si intuisce che il rigorista designato fosse lui e che sia stato Pellegrini a chiedere di tirare.
    Ovviamente e giustamente lui non ha fatto una piega alla richiesta per metterlo nelle giuste condizioni psicologiche.
    Resta il fatto che questa è un’altra evidenza che il capitano sta soffrendo in qualche modo il “furto” della scena da parte del campione argentino.

    • Se è vero è una cosa assurda: ma come stai in un momento di forma pessima, non ti riesce niente in questo periodo e chiedi di tirare il rigore??
      Pellegrini per me è un grande giocatore ma purtroppo senza paxxe! e quelle difficilmente crescono… ma magari mou fa un miracolo

    • Se avesse fatto gol avremmo detto tutti tutt’altra cosa… Succede che uno sbaglia a calciare il rigore, Ronaldo, Messi, chiunque anche dei migliori può sbagliare a calciare un rigore, anche Dzeko che era un bravissimo attaccante i rigori non li sapeva tirare tanto per dire.. Quindi non va distrutto per un rigore calciato male. E poi con questo dribblare la domanda sul rigore Dybala non ha il diritto di dire quella frase sul rigore dobbiamo per forza dare responsabilità sempre a Pellegrini quando la scelta era stata di Dybala nel concedergli il tiro dal dischetto?? E poi il rigore lo ha sbagliato a risultato letteralmente già acquisito e dopo quello con Bove e Belotti stavamo per fare il 4-1 per noi. Quindi tutti sti problemi per un rigore sbagliato non ce li vedo eppure Zenone faceva bene a dirti nell’altro post che remi dalla parte sbagliata e fossilizzarti solo sulle tue idee.

  8. ““Non voglio dire che puntiamo a vincere qualcosa in particolare, altrimenti il titolo domani sarà ‘la Roma vuole vincere l’Europa League…” Paulo è ormai entrato nel mood romano, ha già capito come funziona, meno male
    La Roma aveva bisogno come il pane di uno così, grazie Friedkin

  9. Sapevo avesse una classe infinita, ma non mi aspettavo di vederlo così trascinatore, non subito per lo meno. Non è uno che urla o che gonfia la vena, ma quando parla con il pallone in quel modo è evidente che vuole caricare tutta la squadra. Per me, che è sempre stato un grande amore calcistico, alza la goduria a livelli estremi

  10. Paulo è un ragazzo molto tranquillo e consapevole della sua immensa classe. Spero che riesca a trasmettere fiducia a tutti i compagni sempre di più e renderli così consapevoli di essere una squadra fortissima, capace di lottare e vincere contro chiunque. Mi piace tantissimo come parla dei suoi compagni e della mentalità da acquisire. Me ricorda n’artro Paulo (Roberto (, che sapeva chi era e cosa era venuto a fare alla Roma. Chapeau. 💪💛❤️

  11. Adesso ho capito perché Vina è rimasto a Trigoria… per preparare il mate a Paulo e Ibanez, e se questi so gli effetti benvenga ahahahah 😀

  12. Paulo è già un leader, oltre ad essere un fuoriclasse, è anche un campione vero.
    Meriterebbe lui la fascia di capitano di questa squadra.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome