Mercato sotto esame e veterani in crisi: nella Roma i conti non tornano

64
2359

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – L’inizio da incubo di stagione da parte della Roma, apparsa fragile in difesa e con la solita scarsa incisività in attacco, mette subito sotto esame la rosa.

L’aver puntato su giocatori non in forma o addirittura arrivati a Trigoria infortunati si è rivelato un bel problema per Mourinho, che in conferenza stampa aveva provato a lanciare l’allarme (“Siamo in ritardo”) senza che però venisse recepito dalla Roma. In questo (breve) avvio di stagione il mercato di Pinto non ha inciso, se non in negativo, sui risultati della squadra.

Diverso il discorso nelle altre squadre: Scamacca, doppietta contro il Monza, si è preso subito l’attacco dell’Atalanta, Kamada (che Mou avrebbe voluto volentieri a Roma) è stato decisivo contro il Napoli, così come Thuram ieri contro la Fiorentina. Ma si potrebbe continuare. Il trio Loftus-Cheek, Reijnders e Pulisic sta facendo volare il Milan. Volando più basso, Retegui ha già portato 3 punti pesantissimi al Genoa. Volti nuovi che hanno lasciato il segno in serie A.

Ma la colpa di questo avvio stentato della Roma non è di certo colpa solo dei nuovi. Anzi. La delusione maggiore arriva dai veterani, dal gruppo storico della squadra: Rui Patricio, Smalling, Cristante, Pellegrini, El Shaarawy sono stati tra i peggiori nelle prime giornate di campionato. Da loro è doveroso aspettarsi molto di più.

Detto questo, la Champions rimane l’obiettivo stagionale da provare a raggiungere a ogni costo e non si possono dare alibi a nessuno, specie dopo solo tre giornate di campionato. Ma non accorgersi che Mou parte con l’handicap, in campo e in classifica, è miope. Anzi, volutamente miope.

Fonti: Il Messaggero / Gazzetta dello Sport

Articolo precedenteRoma, Mou ripensa alla difesa a 4
Articolo successivoCapello: “La Roma prende tanti gol perchè manca Matic. Lukaku come Batistuta? Paragone che non regge”

64 Commenti

  1. ma va….e di chi è la colpa di questo mercato forse di un DG che vuol fare il DS e nn ne è all’altezza….
    nn sapevano che smalling ha una certa età?? che per il 3 5 2 nn abbiamo gli esterni? che il portiere è scarso… e così via…

    • ma tu pensi che pinto non sappia che c’è un problema portiere? con che soldi avrebbe dovuto prenderlo però sentiamo..

    • mercato senza soldi, che ha portato Paredes, Sanchez e Lukaku. Ma forse, qualcuno, preferiva Retegui al belga.

    • Criticare ancora Pinto è semplicemente ridicolo.
      La Lazio e l’Atalanta hanno preso Kamada e Scamacca ma quanto hanno sborsato? Pinto aveva una manciata di milioni per allestire una squadra che potesse arrivare in champion. Non potendo fare come le concorrenti che hanno puntato su profili emergenti ha puntato su vecchie glorie acciaccate scartate dai top club europei sperando che Villa Stuart le potesse rimettere in sesto e ci sta assolutamente come progetto se non puoi permetterti altro. Ed ha messo la ciliegina sulla torta con Lukaku.
      Piuttosto c’è da chiedersi se i Friedkin non abbiano allestito un filmone di Hollywood pieno zeppo di effetti speciali ma con poca sostanza.

    • Ma questo DS è lo stesso che c’era quando la roma ha fatto due finali ?(una vinta e una persa ai rigori?)
      Domanda.
      Rispondete solo si o no il resto e come Antonio C :bla bla bla bla e poi…… bla bla bla ,ma stavo dicendo bla bla bla

    • E certo Asr se non avesse buttato nel water un ottantina di milioni in due anni forse i soldi li trovava sto fenomeno 4 milioni alla primula N.Dicka netti e 2,6 al suo procuratore ecco come si buttano i soldi.

  2. mercato…tutti rotti o non presi in considerazione….veterani se cominciamo da pellegrini ,meglio fermarsi qui…senza pensare che questi sicuramente neanche si allenano…il campo non dice bugie…allenatore che non ha un gioco se non quello di passare la palla al portiere….volemo continuare, non mi pare il caso

  3. Il discorso nudo e crudo è che la Roma avrebbe dovuto rifondarsi dando via i suoi presunti pilastri ( Pellegrini,Mancini, Cristante) che nel corso degli anni hanno garantito solo sesti e settimi posti. Siccome Pinto non ha la capacità tecnica ed economica di attuare questa rivoluzione ,ha scelto la via più scontata,di affidarsi a questi 3 più altri di contorno (Smalling e El Sharawi) ,aggiungendovi 3 o 4 patacche appioppate da Mendes.
    Lukaku non fa testo,chissà che non sia già pentito di questa sua lunatica scelta.
    Lo stesso Mourinho mi è apparso sfiduciato e rassegnato ad un’annata tribolata e incolore.

    • Veterani di fallimenti, infatti.
      Mou, pero’, secondo me, con quello che e’ pagato, non si puo’ permettere di apparire sfiduciato e di trasmettere questa sfiducia ai giocatori, gia’ smidollati di loro…
      Atteggiamento totalmente egoististico e comportamento da Giuda… che non mi sorprende per nulla, visto il soggetto, da sempre mosso unicamente dal mito di se stesso.
      Personaggio inqualificabile per quanto mi riguarda.
      E chiaro come si sta preparando il terreno per la solita fuga dalle macerie, lo schettino di Setubal….
      In linea di principio pessimo nei comportamenti e’ sempre stato e pessimo c’e’ da aspettarsi che sara’ sempre.

    • @Hammurabi…secondo me Friedkin avrebbe dovuto rinnovare il contratto a Mourinho.
      Avrebbe dato un chiaro messaggio a lui e alla squadra. Invece adesso abbiamo un allenatore in scadenza , pertanto demotivato, e una squadra altrettanto scarica di motivazioni.

    • Oramai il danno è fatto.
      Credo che la società capirà nel corso di questo anno (vedere il caos che si sta creando sulle liste Uefa dopo l’aumento del monte ingaggi) che affidarsi a Pinto è stato un pessimo errore.
      Il suo lavoro finanziario lo può fare la CEO mentre a noi serve un vero direttore sportivo italiano.
      Comunque ora Mourinho deve trovare la quadra .. proteggere la difesa con gente che corre come Bove ed azzerare le gerarchie (non esistono veterani).
      Va in campo chi è in forma.
      Personalmente ho visto Napoli Mian Inter Lazio Fiorentina Genoa questi giorni.
      La Roma, tranne rispetto alle prime 3 (anche se la Lazio con Sarri sembra aver già smaltito la partenza di Milinkovic) puo’ recuperare ma dovrà lavorare duramente (sui cross, sulle coperture difensive, sul coprire e servire decentemente Dybala e Lukaku).
      Oggi parlare di Champions è prendere per il culo i tifosi..forse nel girone di ritorno..

    • Io nun so d’accordo circa il danno fatto. Se la Roma rigioca co Cristante mediano, Aouar e Sanchez mezzale, Elsha esterno co Dybala e Big Rom de punta ( e un minimo de tenuta fisico atletica) per me se può batte chiunque.
      Se se riesce a far fare un po’ di panca a Pellegrini, er giocatore se riprende.
      Co Cristante mezzala nun se po giocare.

    • quindi in due anni non abbiamo vinto nulla , strano ricordavo altro, poi se parlate di campionato …bhe di cosa parlate rigori dati a juve milan e company come fosse pioggia , basta vedere due partite salernitana rigore non dato roma milan rigore dato al milan e lo riscrivo magari qualcuno mi risponde perche sono 3 giorni che lo scrivo ” a Milano al 5° del 1° tempo ce lo avrebbero dato quel rigore?” no perche senza quello col super gioco del milan finiva 1a1 o No o non è vero neanche questo? e con la salernitana come finiva col calcio di rigore per noi ? , quindi parliamo di coppe anche se poi vedi che ci hanno rapinato l altro anno ed allora..

    • per me senza matic il gioco tutti dietro e ripartiamo non lo puoi fare, anche ibanez era veloce e i tre di ora sono statici.
      Non hai il cambio di passo in mezzo (se sanchez gioca si, altrimenti no) paredes è lento e non copre come matic.(va fatto giocare pagano).
      Dybala sempre rotto.
      La roma è costruita male, loftus del milan sono anni che lo offrono.
      Tutto sbagliato non so mou che si inventerà.
      Guardate l’uno contro uno di verona.

    • Nando, amico mio, il problema, come sempre, e’ che ci sono quelli che ragionano a priori e quelli che ragionano a posteriori. Il primo e’ il ragionamento dogmatico (Pinto e’… Mou e’… Rui e’….) tipico delle superstizioni e quindi irrazionale. Il secondo e’ anche detto “metodo scientifico”, quindi razionale, che parte dalla pratica prima di formulare una teoria che comunque deve riscontrarsi sempre nella pratica. Se sei nato dogmatico difficilmente morirai razionalista.

    • Concordo Asterix ma magari non citiamo Bove, cerchiamo di fare gli gnorri che se Pinto si accorge Pinto che come giovane più che promettente è rimasto solo lui magari già a gennaio in cerca di soldi chi si va a vendere? ha fatto un massacro il signorino portoghese: oltre 80 milioni buttati nelle prime sessioni di mercato, una pletora di inutili controfigure o presunti fuoriclasse con ingaggi fuori mercato e la chicca della vendita o spesso svendita di tutti i giovani migliori dai 24 anni di Zaniolo e Ibanez alla ventina di Tahirovic, Volpato, Missori e il campione del mondo under 20 Faticanti, nessuno con diritto di controriscatto o recompra alla Sabatini o anche figuriamoci persino alla Monchi. I risultati di questo operato sono evidenti sotto il profilo economixco, tecnico e morale.

      PS : per gli spolliciatori seriali, veri tifosi estimatori di Pinto magari nello spolliciare anche giustamente per carità riflettete un attimo su cosa potrà succedere l’anno prossimo se, malauguratamente, si dovesse fallire ancora una volta l’accesso alla Champion e ai 50/60 milioni che garantirebbe solo partecipando ai gironi. Provate a pensare all’attuale organico e a chi resterà o si potrà vendere per fare uno straccio di mercato.

  4. Quindi..??
    Cara “Cazzetta” qui di miope non c’è nessuno..!!
    Da mo’ che vi abbiamo capito a voi..
    Si vede lontano un miglio che la preparazione è stata sbagliata e che come dite.. (??) alcuni giocatori sono arrivati non in condizione o con problemi fisici da risolvere..
    Quindi, nell’articolo sapevate le problematiche ma, tanto per scrivere…
    Ci vediamo più avanti, tranquilli… sempre che qualcuno in nazionale faccia bene s’intende..!!
    💪🧡❤️

  5. La colpa è sempre di tutti… tranne che di Mourinho. Se il Napoli avesse fatto lo stesso discorso…oggi avrebbe ancora Ancelotti (che come curriculum non mi sembra inferiore).

  6. Giornalai da 4 spicci. La ROMA si ama sempre, nel bene e nel male. Per i tifosi delusi dico solo: i conti li dobbiamo fare alla fine. Forza ROMA sempre.

  7. Francamente
    penso che la classifica non stia dicendo la verità

    per quanto fatto vedere fin qui.la.Roma dovrebbe avere 4 o 6 punti

    Quali sono i problemi

    1 La preparazione: PEssima scelta Trigoria
    2 Il portiere: ormai è.un.quasi Ex
    3 Svilar: se non ti fidi non lo tieni come secondo
    4 Le fasce: ci servivano Cuadrado e Grimaldo
    5 A centrocampo o prendi un MctOminy e sostituisci Matic o hai un buco
    6 Meglio puntare su un ragazzino del vivaio INESPERTO ma è sano è giovane, corre e non costa che puntare su una cariatide che quasi sicuramente viene a svernare con le tasche gonfie di soldi e spesso neppure scende in campo

    7 Non ho mai attaccato Mourinho ma molte.sue scelte sono troppo discutibili come.quella.di impuntarsi su alcuni giocatori anche se abbiamo alternative migliori
    – Rui
    – Pellegrini
    – Mancimi

    8 il famoso gioco/ nn gioco di Mourinho
    a volte.ci si deve sapere inventare altro e in questo
    momento sarebbe ora di farlo

    • Condivido, la preparazione non può essere svolta a Trigoria con 40 gradi e poi in Algarve torniamo alle nostre montagne dove rigenerare il sangue ed i muscoli

  8. In campo tutte signorine, sembra che giocano co li tacchi a spillo 👠 Basta sfilá e sculettá dovete corre e soprattutto segná.

  9. Mi sarebbe bastato Cuadrado come nome. Non abbiamo esterni che saltano l’uomo, continuiamo col 352, ma un esterno appena passabile non lo prendiamo. E i cross per Lukaku li fa stoka

    • Stokà lo abbiamo preso, è in infermeria per uno stiramento, anche lui ad oggi non riesce a farne 2 di fila. Ci sarebbe Xeka svincolato, mediano, brutto carattere, portoghese nato a Paredes, si sta riprendendo da un lungo infortunio. ha tutte le prerogative per essere nostro.

  10. eppure non mi ricordo due finali di Europa una dietro l’altra… è sempre la stessa cosa…quando si vince tutti pronti a salire sul carro ed a osannare…quando le cose non vanno tutti conoscitori di calcio e grandi allenatori o addirittura manageriale internazionali…la Roma si sostiene sempre e cmq!

    • La AS Roma si sostiene sempre e comunque, dopodichè il Romanista non può foderarsi gli occhi di prosciutto.
      Esterni che non sono all’altezza, non sanno difendere nè crossare.
      Perno del centrocampo andato via all’improvviso e sostituti arrivati in extremis col mercato delle occasioni: il camminatore Paredes e l’infortunato cronico Renato Sanches.
      Difesa in grande difficoltà a causa delle deficienze sopra citate, non certo per la partenza di Ibanez che in un altro contesto si sta confermando il principe delle mostruosità difensive.
      Ecco perchè avevo dato 6 al mercato soltanto dopo l’arrivo di Lukaku, senza sarebbe stato ampiamente insufficiente anzitutto perchè non orientato a colmare le grosse lacune esistenti.
      Andiamo oltre…..
      Adesso è il momento dei detrattori di JM; a costoro, i quali pensano che con l’italiano o il de zerbi di turno e il “ber gioco” le cose starebbero andando diversamente, faccio notare che questi (pseudo)tecnici avrebbero bisogno dei giocatori giusti per ogni ruolo (anche se ragazzini o comunque gente di secondo/terzo piano) da addestrare in funzione del “loro gioco” (espressione che per me equivale a “fine del giuoco del calcio”) e del tempo necessario per far metabolizzare meccanismi e schemi. Figuriamoci cosa potrebbero combinare con giocatori arrivati all’ultimo momento e altri adattati al ruolo.
      Io penso che ciò sia opinabile fino a un certo punto, ma chi vuole argomentare si accomodi.
      E penso pure che JM riuscirà a trovare una quadra, spero in tempo utile per non perdere il treno CL e poter puntare alle coppe; sempre a condizione che gli infortuni non si verifichino in maniera costante, cronica, come purtroppo i curricula di certi acquisti sembrano certificare.
      Il Milan, ad esempio, ha presentato acquisti integri, di livello, e già ampiamente inseriti nei meccanismi di squadra.
      Le squadre non si fanno in maniera random, ma con competenza calcistica e programmazione.

    • Ilario se è come dici tu siamo messi malissimo se tutto si reggeva su un giocatore di 35/36 anni che lo scorso anno giocava mezzi tempi , o non è vero neanche questo?

    • @Nando Mericoni
      Non è esattamente ciò che ho detto.
      In effetti anche Matic lo scorso anno faticò a entrare a pieno regime, quando lo fece cambiarono le cose.
      Il serbo era però un elemento che pur avanti con l’età s’è rivelato abbastanza integro.
      Ora bisogna far quadrare le cose con giocatori molto differenti da Matic ma per farlo occorrerebbe che questi fossero costantemente abili e arruolati per creare dei meccanismi adatti a loro e superare l’assetto trovato con Matic.
      Perciò la risposta al tuo quesito è un SI per quanto riguarda il centrocampo della scorsa stagione, il che non significa che non si possa trovare un assetto diverso senza il serbo e con i nuovi acquisti. Converrai che se questi sono sempre in infermeria l’impresa sarà ardua?
      Infine non sottraggo nemmeno il tecnico alle proprie responsabilità: ad esempio, per me è evidente che con due bradipi come Cristante e Paredes assieme non puoi farci un centrocampo. Già se ne gioca uno dei due ci vorrebbero due elementi che corrono per lui, il che è tutto dire. Desumo che JM voglia portare certi giocatori a un livello di forma e adattamento utile ad alzare il livello e allora li schiera a prescindere ma occhio…..bisogna evitare di perdere troppi punti e una certa autostima.

    • Ilario vuoi saoere quale è la mia convinzione? che sanchez dibala se riescono a farti 30/40 partite in un anno bhe in quelle 40 partite sei competitivo con tutti compresa juve milan e inter anzi con lukaku davanti vorrei vedere come finiva roma milan con sanchez e dibala e lukaku dal primo minuto , cmq col senno di poi si vince tutto , per me il problema piu grande è solo il portiere perchè mi ricordo quando c era allison in porta sapevo gia che per segnare dovevano fare un miracolo gli attaccanti , adesso come parte un tiro mi faccio il segno della croce e se lo penso io i difensori non credo stiano sereni e quando cerchi di non far tirare nessuno e poi vedi che con 8 tiri prendi 6 goal te cascano le braccia

    • Ilario, perdonami, ma mi sa che tu stai fermo alle considerazioni del calcio di 20/30 anni fa.
      All’epoca i Sacchi e Zeman erano mosche bianche, imperava il cosiddetto gioco all’italiana, e i giocatori che passavano alle loro dipendenze avevano bisogno di almeno un paio di mesi per assimilare nozioni che allora sembravano aliene.
      Oggi quelli che tu chiami spregiativamente pseudo tecnici sono almeno il 90% del totale e le panchine dei top club sono occupate da loro.
      Un giocatore nel 2023 fa paradossalmente più fatica a digerire il calcio vetusto di Mourinho, che non hanno mai praticato, rispetto a quello di De Zerbi che ci ha messo pochissimo a farsi capire dai giocatori del Brighton così come Sarri da quelli della Lazio.
      Tutti i vari tecnici dei settori giovanili secondo te hanno come musa ispiratrice Guardiola o Mourinho?

    • @Enea
      Troppo facile.
      Guardiola ha a disposizione il meglio del meglio per quanto concerne il parco giocatori, ora come ai tempi di Barcellona. Ha vinto la CL coi citizens dopo quanti anni?
      L’altro alla guida del top club immagino debba essere L.Enrique. Vedremo cosa vincerà.
      In Italia Spalletti, che ha vinto col Napoli, non è certo uno scriteriato.
      Non vedo scriteriati alla guida delle squadre più forti: Inter, Milan, Juve, Napoli. Piuttosto sono tecnici che s’adattano al parco giocatori.
      Vedo italiano, gasperini, sarri & co. allenare in provincia.
      Sarri ha vinto i suoi unici titoli con squadre zeppe di Campioni (scudetto Juve in Italia ed EL col Chelsea).
      de zerbi era dato dagli estimatori del (non)calcio-flipper come tecnico più desiderato del momento in rampa di lancio verso un grande club: sta ancora a Brighton.
      Per ora, dunque, l’eccezione che conferma la regola è Guardiola col suo parco-fenomeni, che ha avuto bisogno di Haaland per vincere la CL giacchè evidentemente il suo “il centravanti è lo spazio” suonava un po’ come corbelleria bella e buona.
      In pratica una squadra come la AS Roma nelle mani di uno di questi avrebbe forse giocato meglio a tratti ma le due finali attaccate manco per sogno.
      Secondo me al contrario di quanto affermate il calcio resta un gioco semplice ove prevale nel 90% dei casi chi ha più tasso tecnico.
      Se qualcuno aspirava a fare lo scienziato poteva pure darsi alla fisica quantistica, per quanto mi riguarda.
      E finchè la regola continua a prevalere in maniera schiacciante sull’eccezione mi tengo il mio parere.
      Nel massimo del rispetto nei confronti di chi esprime n’opposta opinione con altrettanto rispetto, fermo restando che al di la di questo servirebbero numeri a corroborare le opinioni.

    • @Nando Mericoni (secondo post).
      Concordo.
      Se avessimo avuto i giocatori tecnicamente più elevati (più un portiere che non c’è……) abili e arruolabili nonchè in uno stato di forma decente le cose sarebbero andate diversamente.
      Pur dovendo comunque risistemare l’assetto dopo i cambiamenti.
      Ciò conferma che la differenza la fanno i calciatori di livello.

    • @Ilario, tutti i top club europei, tranne forse il Real con Ancelotti, si affidano a tecnici più o meno “giochisti”.
      Credo che tra quelli che vanno per la maggiore solo Conte, Ancelotti, Allegri e Mourinho possano attribuirsi alla lista dei cosiddetti “concreti”.
      In ogni caso non mi sembra di vedere grandi difficoltà al giorno d’oggi dei giocatori ad adattarsi al gioco di un De Zerbi, non ci vogliono mesi. Lo ha dimostrato al Sassuolo e al Brighton.
      Ma ti dirò di più, cioè che anche chi si affida oggi a un calcio di transizione, di contropiede, lo fa con un atteggiamento molto diverso da quello del sottopalla di nove uomini nella propria metà campo. Avendo poi da percorrerne 70 una volta riconquistata palla e solo un paio di uomini pronti a partecipare alla fase offensiva.
      Ma ok, ci vorrebbero pagine di discussione per coprire tutti questi temi.

    • @Enea
      Dimentichi pure Tuchel che ha vinto la finale di CL facendo sembrare Guardiola un autentico fesso.
      Concretezza e pragmatismo contro massimi sistemi.

    • Forse Ilario l’esempio più calzante sarebbe un’altra vittoria del Chelsea ma con Di Matteo.
      Quella partita fu giocata dai Blues esattamente come la giocherebbe Mourinho, nove dietro, palla a Drogba e speriamo bene.
      Tuchel la giocò asfissiando i costruttori di gioco del Manchester a partire dai difensori.

  11. Ci sono due grandi verità : la prima è che fare la spesa senza soldi non ti permette grandi cose,la seconda è che se sei scaltro comunque mangi.
    faccio un ragionamento banale quali sono i problemi pregressi della Roma? portiere e esterni,vado subito a prendere un portiere e esterni prendo Cuadrado e Grimaldo a 0.
    Kamada non mi piace ma almeno è sano ,stesso discorso per THURAM dell’Inter preso a 0 potevi prenderlo e averci un giocatore da rivendere in futuro

    • Fabrizio forse se il sig. Pinto non buttava oltre 80 milioni nelle prime sessioni di mercato o se riusciva a prendere qualche giovane da valorizzare od eventualmente da rivendere alla Sabatini probabilmente i soldi li trovava. SabatinI? uno per tutti anche dei meno noti Emerson Palmieri dal Palermo a 2,6 milioni rivenduto a 22 più 6 di bonus.
      Mou non utilizza i giovani? non mi pare visti i Tahirovic, Missori, Volpato,lo stesso Bove e ora Pagano. Certo gli porti Solbakken……

  12. Ho letto molti commenti condivisibili quindi non ripeto o critico cose gia’ dette, ma quello che piu’ mi ha colpito di venerdi’ sera e’ che l’allenatore non abbia preso minimamente in considerazione la differenza di velocita’ dei singoli giocatori del Milan sulla fascia sinistra (Leao, T. Hernandez e Cheek, 3 frecce!!) rispetto ai titolari che ha scelto sulla nostra fascia destra: Celik (il piu lento delle 3 opzioni), Cristante (giocatore generoso ma dal passo di un podista) e Mancini per forza di cose. Si potrebbe dire quali erano le alternative certo, ma per me in un centrocampo che contava anche Paredes – e poi Pellegrini – (certo non fulmini di guerra in quanto a velocita’) e’ criminale non aver inserito almeno Bove e Karsdorp (o aver invertito Spinazzola e Zalewsky almeno dal 45′ minuto senza attendere il 71′ con la mossa della disperazione). Il problema della lentezza del centrocampo poi mi preoccupava gia’ l’hanno scorso pur con una certezza come Matic in mezzo al campo ma quest’anno mi pare che se non si sostituisce qualche senatore, almeno in determinate partite, ci sara’ da annoiarsi e soffrire parecchio.

  13. Questa e’ una scusa perche’ per andare in campo con 16 calciatori in rosa dal primo giorno li aveva e purtroppo molti di questi sono fuori condizione, a chi la vogliamo dare la colpa ?
    Le scuse sono finite, Mourinho poteva contare tranquillamente su 14 calciatori di movimento e 2 portieri che potevano arrivate ad inizioo competizione in condizioni migliori di quanto non abbiamo visto e credo che non sono cosi tutte pippe questi nomi che ho elencato altrimenti a questi livelli non sarebbero mai arrivati.

    Se questi 16 li dai a Cosmi a Salernitana e Hellas se li magna e il milan non viene a passeggiare all’olimpico.
    HO DETTO SERSE COSMI NO UNO SCIENZIATO.

    1)RUI PATRICIO
    2SVILAR
    3)KARSDORP
    4)CELIK
    5)SPINAZZOLA
    6)ZALEWSKI
    7)MANCINI
    8)SMALLING
    9,)NDIKA
    10)CRISTANTE
    11)BOVE
    12)PELLEGRINI
    13)AOUAR
    14)EL SHAARAWI
    15)DYBALA
    16)BELOTTI

  14. In questo momento le cose non vanno, una partita pareggiata e due perse il problema è che è successo ad inizio campionato se succedeva a metà campionato, probabilmente non sarebbe stato il dramma che è oggi. Quello che non va lo vediamo tutti ed è facile criticare e fare del sarcasmo, Sicuramente allenatore e management della Roma ne capiscono molto di più ed avranno le soluzioni per uscire da questa situazione. Personalmente ho ancora molta fiducia e spero che già con l’Empoli inizi la rimonta.

    • buongiorno a tutti,io sono fiducioso di una ripresa di campionato migliore di queste tre prime giornate,non sono ottuso e credente ai limiti del fondamentalismo, abbiamo fatto un mercato di parametri zero,e quindi è gente che avanza alle squadre di provenienza di questi calciatori,per qualsiasi motivo,ma erano esuberi, quindi, arrivati tardi, adesso mi aspetto una intesa migliore e meccanismi più rodati,non credo nell’autolesionismo da parte di Mourinho, saprà cavare il sangue dalle rape,che sono incrementate di numero, perché oltre ai vari cristante, mancini, pellegrini, karsdorp,Rui Patricio, siamo andati a prendere un giocatore di nulla assoluto come paredes,n’dicka sembra dannoso,di azmoun non ne so’molto,colpa mia,aouar mi sembra buono,e di Lukaku, tutti sappiamo, giocatore forte, attendo la ripresa con gli infortunati a posto e c’è la giochiamo con tutti.

  15. Sono anni che dico che Mancini, Cristante e Pellegrini sono giocatori mediocri.
    Basti vedere negli ultimi anni la classifica che abbiamo raggiunto.
    Questi sono i giocatori cruciali della Roma.
    Come stiamo messi bene.
    Se vanno via costoro forse riusciamo ad alzare la china.
    Ma ci vuole un atto di coraggio che questa proprietà non ha.

  16. Molti quotidiani sportivi (in primis la gazza) e qualche giornalista assegnano al mercato della Roma voti altissimi.
    Ma ricordo che la stessa gazza assegnava alla Roma e alla Juve i voti più alti la scorsa stagione e considerava i colpi più importanti Dybala alla Roma, Lukaku all’Inter, Pogba alla Juve e De Ketelaere al Milan: direi che ci ha preso per il solo Dybala 😎.
    In realtà ritengo che il mercato migliore l’abbiano fatto da una parte i DS bravi, quelli che sanno scovare il fenomeno spendendo poco, dall’altra le vecchie volpi, quelli che riescono con le idee e poca spesa a mettere le pezze giuste a partenze eccellenti intervenendo dove serve, con un’occhio ai conti e alle plusvalenze da portare a casa.

    Alla voce DS bravi:

    – Sartori al Bologna ha speso, guardato al futuro e puntato su elementi molto interessanti (Karlsson su tutti) anche se non tutti potrebbero rendere da subito: voto 7
    – Tony D’Amico all’Atalanta ha fatto il suo solito mercato intelligente puntando su pochi elementi di qualità, sul rilancio di Scamacca e DeKetelaere e generando plusvalenze da favola: voto 7
    – Corvino al Lecce ha pescato talenti giovanissimi e indovinato l’attaccante (Krstovic) cedendo il solo Hjulmand: voto 7
    – Moncada al Milan ha svecchiato e rivoluzionato la rosa riuscendo persino a rinforzarla: voto 7.5
    – la lazio ha perso MS ma Fabiani prendendogli Isaksen, Kamada e Castellanos ha preso 3 giocatori molto bravi: voto 7

    Alla voce vecchie volpi:

    – Marotta e Ausilio hanno per l’ennesimo anno fatto le nozze coi fichi secchi, sistemato i conti, prendendo vecchie glorie ma anche qualche elemento giovane. Nel complesso una squadra forse meno forte ma non troppo: voto 6.5
    – Giuntoli alla Juve ha puntato su chi già c’era e sui suoi giovani mettendo in sicurezza i conti (mercato povero ma intelligente): voto 6.5
    – Pradè alla Fiorentina ha fatto un’ottimo mercato in uscita e sostituito adeguatamente i partenti: voto 6.5

    La Roma invece dopo un’avvio brillante (Aouar, N’Dicka), ha fatto una collezione di figurine senza intervenire nei ruoli deboli (esterni, portiere, centrocampista dinamico, vice Dybala) e senza prendere i giocatori con le caratteristiche che effettivamente servivano.
    La scelta dei giocatori si è basata unicamente su parametri economici.
    Il balletto delle punte è stato il momento più basso con un GM che ha inseguito giocatori completamente diversi l’uno dall’altro come se le caratteristiche degli stessi fossero un dettaglio ininfluente.
    Detto questo bene la conferma di Llorente.
    Male Kristensen, giocatore sul livello di chi già c’era e senza le caratteristiche che servivano (esterno veloce, che salta l’uomo e sa crossare).
    Male Sanches se si poteva arrivare a Kamada o a un elemento che desse maggiori garanzie fisiche.
    Male Paredes quando si poteva investire nel ruolo su elementi più giovani.
    Azmoun come terza punta in prestito ci può stare ma sarebbe servito maggiormente l’alter ego di Dybala ovvero un giocatore in grado di inventare.
    L’arrivo clamoroso di Lukaku ed il saldo positivo del mercato salvano lo stesso dall’insufficienza e la Roma da una stagione altrimenti senza grandi speranze.
    Voto mercato: 6

    • Mercato della Roma Voto 4,5: non copri nessuna debolezza individuata, impossibile dare la sufficienza nonostante Lukaku

  17. Uno dei problemi di fondo è’ la preparazione! Non si fa a 45gradi caro Mou!Si va in montagna 15 giorni, la prima amichevole dopo 10 giorni e a salire di difficoltà’! Stare a quelle quote serve per ossigenare cervello e gambe!!Chi lo fa corre di Loi’ ed ha meno infortuni! Ma prima mica erano scemi? Oggi si suda al sole, piscina e dopo 5 giorni amichevoli! Si prende l’aereo ci si sposta e poi ecco i risultati! Poi la difesa a 4 deve tornare, i tre davanti devono essere Dibala, Lukaku e dietro Aouar o Pellegrini ! Chi sta meglio e centrocampo con Sanchez, Paredes Cristante!

  18. Regazzi invece di criticare dobbiamo tifare e incitare i nostri ragazzi. siamo solo alla terza di campionato e ancora nulla è precluso. il mercato è stato buono con zero risorse e giocando di anticipo sui giocatori in scadenza o prendibili in prestito. la strategia è sempre stata questa. nonostante un mercato con estreme difficoltà sono arrivati buoni giocatori. la rosa per me è migliorata nettamente. sempre migliorabile certo ma non è sicuramente da penultimo posto. la squadra merita fiducia e il nostro sostegno. Daje Roma Daje!

    • Per quanto riguarda andare allo stadio e finire la voce per tifare e incitare chiunque entra in campo con la nostra maglia è doveroso e sentito ma non manifestare grosse perplessità sull’operato tecnico di questa dirigenza è altresì giusto e opportuno. Pertanto non per deluderti ma che PInto abbia giocato d’anticipo assicurandosi buoni giocatori e migliorando la rosa è alquanto discutibile. N.Dicka,Aouar, Kristensen,li ha semplcemente gratificati con contrattoni che non offriva nessuno e commissioni molto elevate ai procuratori con tutti i negativi riflessi sul monte ingaggi. Sotto il profilo strettamente tecnico gradirei vederli in campo ma uno Apuar si è già fermato, N.Dicka inspiegabilmente non pronto e Kristensen è bastato vederlo una volta non da me ma da Mou.

  19. c è ancora chi difende Pinto ! ha fatto danni come la grandine mai riuscito a completare una rosa in tre anni mai soddisfacendo l allenatore vi ricordo xhaca e il difensore mancino quest’ anno per la difesa a tre almeno uno lo doveva prendere .mi dite due spicci aveva allora con due spicci prendevi Grimaldo, Cuadrado,che sapevi non avevamo terzini per il 3 5 2 il portiere Falcone o audero quanto li pagavi .retegui magari veniva! hai tenuto gente che in 2 anni ci ha fatto arrivare 7 pellegrini ,cristante,Spinazzola, zalesky che non può fare il terzino Mancini sono da Sassuolo. portatemi a Roma un Sartori o quello dell’ udinese o Sabatini . mi dite Pinto che intuizioni ha avuto.

  20. si è lasciato partire Matic con troppa leggerezza.
    quando vendi un pilastro assicurati prima di aver comprato uno più forte in quel ruolo.
    poi io con pochi soldi avrei comprato qualche giovane con un potenziale forte che poteva esplodere .
    avere giocatori forti che fanno la differenza per venti minuti a partita non serve a molto .
    comunque sicuramente questi abbiamo e questi adesso vanno gestiti al meglio sarebbe utile essere mentalmente elastici da studiare moduli adatti ai calciatori che abbiamo a disposizione.

  21. Ma quale mercato, è ora che Mourinho la piantasse di fare il fissato con giocatori che sono quelli che sono e nulla più da anni e se ne sarebbe dovuto sbarazzare per poi con i soldi in entrata rimpiazzarli con altri più funzionali.
    Invece imperterrito continua a farli giocare come titolarissimi pur avendo chi corre più di loro, chi è migliore tecnicamente, anche a costo di sacrificarne uno o un paio più forti pur di poter ritagliare uno spazio da titolari inavovibili a quei “senatori”. Poi la fissa del portiere che lui stesso aveva voluto e chiesto, che il 1° anno è andato anche bene ma poi quando ha iniziato la netta parabola discendente con gli anni che passano, non ha provveduto ma continua imperterrito a dargli fiducia.
    Questo è quanto accaduto per avere 1 solo punto in 3 partite oltre poi a tali “senatori” titolarissimi che da quando vestono questa maglia da titolarissimi ci hanno portato miserie di punti e posizioni al di sotto della zona Champions.
    Mourinho deve iniziare a tagliare i rami secchi come faceva in passato senza guardare in faccia nessuno, chiunque egli sia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome