MOURINHO: “Mercoledì dobbiamo dimenticarci della storia della Roma. Sarebbe meraviglioso vincere”

70
1180

AS ROMA NEWS – A quattro giorni dalla finale di Conference League contro il Feyenoord, Josè Mourinho risponde alle domande del sito della Uefa. Il tecnico della Roma si è espresso sugli avversari e sulle possibilità di vittoria dei giallorossi. Di seguito le sue parole:

Sul Feyenoord:
“Hanno disputato 14 partite come noi e hanno superato avversarie difficili. [Ad esempio], la semifinale con il Marsiglia – [una squadra] che ha una storia europea e lo [Stade] Vélodrome, che è uno dei posti più affascinanti e difficili in cui giocare da avversario. Puoi solo riconoscere i loro meriti. Le finali sono 50-50 ma faremo del nostro meglio per portarla a 51-49 per noi. Deve accadere durante la partita, non prima. Il lavoro che porta alla finale nell’arco di diversi mesi è la base per quei 90 o 120 minuti. È il giorno [dei giocatori], noi siamo lì solo per dare un piccolo aiuto. Finora sono stato fortunato [vincendo tutte le mie finali europee]: i miei giocatori hanno dato il meglio nelle finali che abbiamo raggiunto. Nel momento della verità, si sono fatti trovare pronti”.

Sulla Conference League:
“Sono un allenatore con una storia e la Roma è un grande club. Ho sentito un po’ di responsabilità nel cercare di rendere [la prima edizione del torneo] una grande competizione. Così, a poco a poco, siamo andati a realizzare la nostra ambizione di andare il più lontano possibile. Poi, con orgoglio, abbiamo visto che le due semifinali si sono giocate in stadi gremiti, con [un totale di] 170.000 tifosi presenti. La Conference League è la nostra [UEFA] Champions [League]. Questo è il livello in cui siamo, la competizione in cui stiamo giocando. Il club non raggiunge una partita come questa da molto tempo”.

Sulla possibilità di vincere il primo trofeo con la Roma:
“Dobbiamo dimenticare [il fatto che potremmo vincere il nostro primo trofeo UEFA]. Per me, devi trattare una finale come un partita secca che porta pressione, tensione e senso di responsabilità. Dobbiamo solo pensare alla finale e all’avversario che affrontiamo, e dimenticarci la storia della Roma. Poi ovviamente sarebbe meraviglioso vincere per la città, il club e tutti noi”.

Sul fatto di essere il primo tecnico ad aver raggiunto la finale in ogni competizione europea:
“Se riuscirò a vincere quattro competizioni europee con quattro squadre diverse, non dimenticherò mai la prima, che è stata la Coppa delle Coppe [1996/97] UEFA come assistente del compianto e grande Bobby Robson al Barcellona. Ogni volta che mi sedevo accanto a lui [in panchina], mi sentivo molto orgoglioso. Ogni nuovo traguardo significa più del precedente? Sì è così. Vincere il primo può succedere facendosi trovare nel posto giusto al momento giusto. Vincere la seconda volta è più difficile della prima volta e vincere la terza volta è più difficile della seconda. Una cosa è raggiungere il successo e vincere in un determinato periodo di tempo, un’altra è raggiungere il successo e vincere continuamente per tutta la tua carriera”.

Sulla passione per il calcio:
“Manchester United vs Real Madrid [ottavi di finale della UEFA Champions League 2012/13, all’Old Trafford]. Prima della partita, [Sir Alex Ferguson] mi ha invitato nel suo ufficio, che poi è diventato il mio ufficio, e gli ho chiesto: “Com’è, boss? Cambia? Cambia nel corso degli anni?” Ha detto: “Lascia perdere. Non cambia niente. Resta uguale fino all’ultimo giorno”. Ecco perché continuo a dire che non posso credere di avere 59 anni. Non posso credere di avere una carriera di 21 o 22 anni come allenatore alle spalle. Non posso dirti quando mi fermerò perché non riesco a visualizzarlo. La passione non cambia”.

Fonte: Uefa.com

Articolo precedenteMourinho e Bremer, siparietto a fine partita: “Lo sai già dove vai?” (VIDEO)
Articolo successivoMbappè e il rinnovo “immorale” col PSG: 300 milioni alla firma e altri 300 di ingaggio. La Liga: “Un insulto al calcio”

70 Commenti

    • Questa stagione si conclude con un miglioramento rispetto allo scorso anno della Roma nella solidità difensiva (-15 gol da 58 a 43)una enormità che ci avvicina a Napoli, juve che viaggiano sotto i 40 gol.
      A livello offensivo ci mancano 9 gol e siamo lontani dal Napoli (loro 71 noi 59) e sopra la juve che ha avuti una annata negativa.
      Dimostrazione che mancano i gol dei centrocampisti (Veretout) nonostante l’annata di Abraham e Pellegrini.
      Il divario di punti rispetto alle prime si è dimezzato rispetto alla juve (da – 16 a – 8) mentre ridotto di poco rispetto al Napoli (-15 a – 13).
      Il Napoli è la squadra che ha praticamente ripetuto lo stesso campionato in termini di punteggio e gol subiti, mentre ha segnato meno gol, dimostrazione che forse ha raggiunto il suo apice. La juve dovrà rivoluzionare tanto se vorrà confermare la Champions.
      Lazio in calo in termini di punti con un netto miglioramento nei gol segnati (merito di Pedro Zaccagni.. Grande idea Pinto).
      Noi restiamo tra 62 e 63 livello da Europa league. Vi è stato un progresso (anche dovuto al peggior campionato di altre davanti) ma dobbiamo investire in centrocampisti che segnino ed un secondo attaccante almeno da 10 – 12 gol. Il ritorno di Spinazzola aiuterà.

  1. Questo è veramente superiore
    E la curva Sud…lo ha capito subito…e si è messa a protezione…

    Il nostro limite è la mentalità….nn essendo abituati a vincere…. José ha combattuto contro tutto e tutti….e ha cambiato mentalità ai calciatori e a noi…..

    José nei momenti difficili… ha combattuto contro gli arbitri….e nostri nemici…. dicevano sono scuse…

    E i grandi detrattori affermavano…nn ha gioco….e volevano itagliano juric Gasperini…

    Ecco questo uomo insieme alla Sud… ha retto l’urto dei nemici in malafede….

    E ora possiamo scrivere la storia romanista

    Forza ragazzi coroniamo i nostri sogni di gloria

    • ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

      Bhe che altro aggiungere,
      QUOTO!

    • Onore a voi fratelli romanisti….

      Io ogni giorno mi commuovo per la nostra sacra as Roma…..

      Sarò malato….ma che ce posso fa’…. la amo immensamente….

      Daje José scriviamo la storia romanista

  2. E mi ricordo sempre l’editoriale di Fiorini a difesa della as Roma

    “Alla faccia di chi dice che mou nn ha gioco”

    Forza grande Roma ale’

  3. MOU non ha bisogno dei falsi complimenti.
    I punti , in campo , sono gli stessi dello scorso anno 63 ( non era colpa di Fonseca la lista di Verona).
    Come lo scorso anno , pochi i punti fatti con le Big = Milan Inter Napoli Juve.

    Questa COPPA può / deve fare la differenza .
    MOU può cambiare la Ns storia.
    Lecce Samp le partite di Coppa fattibili ma affrontate con mentalità sbagliata ,

    • E basta co sta negatività. Ma il conto di tutti i punti che ci hanno rubato gli arbitri, l’hai mai fatto?

    • Voi che te rammento i furti con la juve vedi pesato o la rimonta? O voi che te nomino i rigori col bilan sei sicuro de no guarda i vicini de casa

  4. Mourinho è l’unico uomo al mondo che può dare una svolta vincente alla storia della Roma. Spetta al presidente Friedkin metterlo in condizione di poterlo fare con 3 acquisti top. L’anno prossimo il mister deve lottare per la vittoria in campionato e in Europa League. Lui la vittoria ce l’ha nel DNA.

    • Eliseo
      Dopo la partita di ieri sera…ti devi riposare…e recuperare le energie per mercoledì….

      Devi essere sfolgorante

      Forza grande Roma ale’

  5. Grandissimo er Mister e grandissima sarà la gioia de vince sta Conference! Tutti uniti perché semo na famija UNICA AR MONNO!! DAJE ROMA DAJEEEEE 💪💪💪💛❤️💛❤️💛❤️

  6. A NOI la Conference, a VOI raul bova……

    Lo SPECIAL ONE oggi è oltre la Leggenda!
    NON MI STANCO MAI DI TE!!!!
    DAJE ROMA!!! DAJE MOU!!!! DAJE TAMMY!!! DAJE LOLLO!!!!!!

  7. Tanto da giovedì prepariamoci… Se dovesse vincere allora mou al Newcastle, PSG, Arsenal se dovesse perdere allora anno fallimentare e via dicendo. A questo gioco della stampa, tutta bella compatta contro, non vinci mai, al massimo puoi pareggiare con perdite.

  8. Ho già in fresco ben “due” bottiglie di champagne per la finale. Ve prego nun me le fate anna’ pe traverso!!! Dajeeee

    • Io sarei andato a comprarle eventualmente dopo…anche a costo di pagarle il doppio del prezzo.

    • Sono passati un po’ di anni, ma ricordo fin troppo bene tutte le coppe dalle grandi orecchie e i tricolori impressi avventatamente sulle bandiere nell’84 e 86.
      Da allora me la sento “calla” solo al fischio finale dell’arbitro. Zenone, che già allora aveva superato la cinquantina, ste cose le dovrebbe ricordare meglio di me che ero giovincello…

  9. Facciamo un po’ di conti.
    Il Feyenoord ha chiuso l’Eredivisie terzo, con 71 punti in 34 partite.
    12 punti dalla prima, 10 dalla seconda.
    76 reti segnate e 34 subite.
    Tre tizi in classifica cannonieri, tutti in doppia cifra: Til (15), Nillsen (14) e Sinisterra (12). Nessun rigore fra i tre. Aggiungiamo Dessers che sta a 9 e Kökçü a 7.
    Numeri che ovviamente non passano inosservati: decisamente più reti segnate e meno subite rispetto a noi (seppur in meno incontri), e parecchi che segnano, anche centrocampisti (questo Til, p.es., quasi un centro ogni due partite…).
    Inoltre, si tratta pur sempre della squadra che ha rifilato tre reti all’Olympique Marsiglia, eliminandola.

    Però, alla fin fine va considerato ciò che altri hanno già scritto, sulla raffrontabilità del nostro campionato con il loro. Sinceramente non lo seguo, ben può essere che lì si pratichi un gioco meno attento alle marcature, e quindi più prodigo di goal. E ben può essere che la finale la si porti a casa stile Leicester, ossia con il minimo scarto e poi controllando. Ecco il mio sangue, dove si firma?

    In questo Mourinho mi dà fiducia: perché tiene moltissimo a vincere; perché è uomo da finali che studia ogni particolare; e perché sono certo che non consentirà che si ripetano le partite balorde che abbiamo già buttato, dal Bodo alla Rubentus ed al Venessia.
    Oltretutto, arriveremo carichi a mercoledì, e questo metterà in secondo piano l’eventuale residua stanchezza. E Mourinho vedrete che avrà in mente qualcosa per sconvolgere i piani dei demolitori di fontane: siamo cresciuti, anche mentalmente, e al novero degli arruolabili possiamo aggiungere anche Zalewsky, Spina, Shomurodov, Kumbulla e Veretout. Chissà che la chiave della partita alla fine sia proprio uno di costoro (facendo voti, comunque, che Smalling e Mkhitaryan siano al 100%).

    • @Hic sunt leones.
      Calcola che l’anno scorso la Roma elimino’ l’aiax del mago Ten Hag, che se ne va al Manchester United, che ha dato 12 punti al feyenoord.
      Rappresenta un termine di paragone confortante, che ne dici Hic?

    • Anche secondo me sono un cliente ostico. Hanno giocatori che da noi sarebbero titolari. Mou stella polare. Speriamo in Miky e Smalling nostri cesari

    • No Eliseo certi paragoni non hanno senso.
      Mou ha detto che entrambe le squadre hanno il 50% di vittoria.
      Ne sono straconvinto anch’io.
      Sarà una gara difficile e durissima.
      Essere arrivati in finale è già stato un traguardo importante, vincere la Conference sarebbe un risultato eccezionale che forse solo una vecchia volpe come Mou avrebbe potuto raggiungere in questa stagione con questa rosa.
      Per HIC. Guus Til è stato il primo giocatore della nidiata di talenti dell’AZ Alkmaar ad essere ceduto. Dopo di lui Idrissi, Boadu, Stengs e Koopmeiners.
      È il loro Pellegrini, temibile negli inserimenti e nel tiro da fuori: insomma uno da marcare con attenzione.

  10. Non lo so come finirà mercoledì…io spero che ci portiamo a casa sta…”coppetta” alla faccia de chi c’è vo male…ma comunque vada st’omo [Mou] sta a cambia la testa de i giocatori e de noi artri…gioco o nun gioco c’ha na testa infinita…se qualcuno ce pò portà in alto è lui.
    ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

  11. Non sarebbe per niente male vedere il nome Roma serigrafato su questa neonata Coppa, il primo della serie, senza nessun altro a oscurare la visuale.
    Sono 14 anni che un capitano della Roma non alza un trofeo ufficiale, praticamente già un’intera generazione di tifosi. Una macchia ingiustificabile che speriamo di non registrare mai più.

  12. Mister Lei è la cosa migliore che potesse capitare alla squadra che amo, e per questo non smetterò mai di ringraziare abbastanza l’attuale presidenza dei Signori Friedkin.
    Ora però spero per noi tutti, che mercoledi sera possa rendersi conto di cosa la Roma e i suoi tifosi sono in grado di dare, dopo anni di prese in giro Lei in particolare rappresenta la luce giallorossa che noi non smettiamo mai di scorgere, nemmeno in fondo al tunnel più buio.
    Mi metterò in treno con mio figlio per portarlo a Roma e fargli sentire di quanto Amore siamo capaci, credendo che i sogni possono avverarsi, che nulla è impossibile e che la cosa più importante sarà rispettare l’avversario, ma dare l’anima per batterlo.
    Da come ho visto contro il toro, i ragazzi sono diventati una squadra di calcio, ci credono, si trovano, si aiutano e noi tutti li sosterremo per l’atteggiamento che sono riusciti a cambiare dallo scorso anno. E Lei Mister è l’artefice di tutto, ora un ultimo sforzo, diamo tutto….scatenate l’inferno in campo e portateci in paradiso. FORZA ROMA

  13. ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

    I denigratori so scomprasi, ricompaiono dopo sapete quando?

    In caso di non vittoria
    O il prossimo anno in caso di vittoria ma di flessione durante il campionato, quando rinfacceranno che amo vinto la coppa dei poracci…

    sette mioni amurigno pe ariva 1 punto dietro allazzieeeee
    pe vince la coppa de serie ccccc

    tifosoidi e lazziali scanzate i regazzini!!!!

    Voio solo il tifo del popolo giallorosso

  14. Eliseo.
    Guarda che ho confermato le parole di MOU :
    ” dimenticare la storia della Roma “.
    Sai benissimo che tutto il campionato ho difeso e sperato in MOU.
    Ora è il momento.
    Non per questo dimenticare le cose fatte bene da Fonseca .
    Per il relativismo rivolgiti ad altri.
    PS
    Si sono quello di palodzeko
    Si sono quello del ” inutile ” acquistare El Shaarawy
    Si sono quello che ha sempre difeso , incitato Cristante Mancini Ibanez Shomurodov
    Si sono quello che Zaniolo DELETERIO per la squadra
    Si sono quello che ha sempre invocato Haller e Kostic
    Si sono quello che : B Peres e Kluivert ci avrebbero fatto comodo

    • No, dico, te ne rendi conto?!
      Almeno prima stavamo cor dubbio….
      Meno male che MOU te salvamo!
      FORZA ROMA

  15. Per chi dice che abbiamo fatto gli stessi punti dell’anno scorso , è vero ma anche un bambino ha visto quanti punti ci hanno scippato in maniera imbarazzante , difficile pensare alla buona fede , almeno 8 punti ma a stare molto stretti , sono di più .

  16. E quel capitano si chiama LORENZO PELLEGRINI ahaah vero ub? Bello strombazza’ adesso dopo che tutta la stagione hai scassato contro Mourinho eh? Fa parte del diversamente tifoso ahaah della capitale ahaah,,,, un minimo di coerenza ahaha.
    Forza Roma

  17. Portateci la coppa a Roma, che dopo anni di chiacchiere è ora di ripagare l’amore di noi tifosi. Dei bla bla personalmente me ne frega meno di zero… Conta solo alzare la coppa, quindi fuori gli attributi e rendeteci orgogliosi di voi, che tutto il resto è noia

  18. la roma te se attaccata come…un polpo allo scoglio…fai parte della SUD, e sarà difficile staccatte pure a te da noi, vedrai che sarà così …roma te entra nel sangue…fatte rispettare nel mercato estivo e decidi TU!!!

  19. Trofie…. è così

    I luca Peschici Ollio Boys e l’altri formellesi…. quando la as Roma vince…. spariscono…. sono spolliciatori seriali….

    Daje fenomeni….321….spolliciate…..

    Eeeeehhhhhhh forza grande Roma ale’

  20. Scusate, lo SPECIAL ONE ha detto che Torino Roma e Roma feyenoord sono due finali.
    Abbiamo visto ieri sera in campo la “cattiveria” espressa da tutti, veretout compreso. Con cristante e veretout in questo stato chi potrebbe esaltarsi è zalenski. Il “bimbo” potrebbe devastare la retroguardia olandese oltre al solito Tammy.
    Oppure anche lo spunto prorompente di Niccolò.
    Spero che anche Spina possa dare un contributo determinante visto come ha giocato a Torino.
    Smalling, cristante, pellegrini e tammy…. che asse!
    💛❤🤞🏆

  21. ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

    A rega ve piace la lasagna?

  22. Io ne ho di sogni, che so’ i vostri alla fine.
    Ma spera’ nell’1-0 finale con goal de Spinazzola sarebbe da piagne fino alla prossima finale!!!
    FORZA ROMA

    • Bella RomAmor !!!
      Sarebbe veramente una cosa emozionante!
      Spina sarebbe quello che si meriterebbe di più un’emozione simile!
      In subordine sarebbe bello anche se l’eroe fosse un giocatore operaio come Cristante o Kumbulla, un giovane come Zalewski che ha perso il papà troppo presto o un ragazzo reduce da gravi infortuni come Zaniolo.
      Insomma ne potremo avere di motivi per emozionarci!!!
      Un saluto e FORZA ROMA!!!

  23. Serie A is very popular in my Croatia, and before they always showed games every weekend on TV. I remember as a 13 year old boy watching Roma-Parma….i kinda allready felt that Roma is a special club for me, but i was not a romanista yet, i only sympathized them. And then, tv went live… they showed the stadium with million flags…100 000 voices.. and 11 BEASTS on the field.. by the 1st pitch invading, i was giallorosso 100% and thank god for that day. In Tirana, i will have 13 years again. This is more than “just a conference league” or even more than copa italia (for me at least). I’m SURE we WILL fookin celebrate! Daje!!!

    • Our special mood Is that we won hugely less than we deserved.
      And many times we arrived at just one step from the triumph. Sometimes we lose ourself in the final match (i.e. 1986, Lecce); sometimes the other ones stole victory to us (i.e. 1991, UEFA final vs. Inter, or 2018, Champions League, semi-final vs. Liverpool).
      Just one step from the triumph… And every time we survive and return here. We are a sorte of Chimaera…
      That’s why our success Is worth than Juventus’, Milan ‘s and Inter’s success.
      Buy you know what I mean.

  24. Mercoledì si vince e basta, non sono quasi mai stato convinto come stavolta e se le cose vengono fatte per bene, la Roma potrebbe vincere con uno scarto variabile tra 2 e 4 gol, dal 2-0 al 3-0 o 4-0 oppure 3-1 o 4-1.
    Il Feyenoord, in particolare il suo allenatore che si ispira a Guardiola rischia di fare una figuraccia contro Mourinho, tatticamente è a pennello come lo sono stati Gasperini a Bergamo ed il caccola nel derby di ritorno, si tratta di approfittare degli spazi invitanti concessi dagli olandesi.
    L’alternativa del Feyenoord sarebbe snaturarsi mettendo il pullman davanti la porta facendosi prendere a pallonate ma non è la loro filosofia calcistica.

    • If we see 100% of Nicolo…they can park 3 buses 😉 regardless… i agree, this cup is ours!

  25. E poi siccome c’è chi aveva tirato in ballo le gare col Venezia e compagnia bella quando il campionato con la coppa non c’entra una mazza, allora tiro in ballo una squadra affrontata da tutte e 2 le squadre, il Vitesse che abbiamo sbattuto fuori dalla coppa, il Feyenoord invece ci ha perso e nel match perso 2-1 ha giocato pure in superiorità numerica per espulsione di un giocatore del Vitesse.
    Mercoledì quindi vinciamo la coppa senza se e senza ma, niente fantasmi, niente scaramanzia, la Roma è più forte, punto e basta.

  26. Fermo restando che, così a livello epidermico, mi rode un pochettino (non ormai l’ex allenatore del PSG. un mediocre che sull’1-1 a Madrid non ha avuto le [email protected]@e di togliere uno tra Messi e Neymar e rinforzare il centrocampo che era in evidente difficoltà, stesso errore che fece Emery nel famoso 6-2 a Barcellona, corsi e ricorsi storici direbbe GB Vico…), io credo che obiettivamente, al di là come andra’ a finire (corna e bicorna!), io credo che la rivelazione del campionato ormai all’epilogo sia stata la nostra amata Roma e spiego perchè:
    1) rispetto alle altre ha fatto 14 (14!!!) partite intense il giovedì e poi giocare in campionato contro squadre che avevano 7 giorni per preparare la partita
    2) non aveva una squadra rodata ma da ricostruire tecnicamente e tatticamente con un nuovo allenatore, bravo ma non un mago (questa me la sono cercata, Herrera per i più vintage, hehehe) che ha dovuto gestire e capire con il tempo quale era il modulo e i giocatori su cui puntare
    3) la strisciante ostilità del mondo arbitrale, oltre che di quello mediatico ostile alla Roma di quà ed al di là del Tevere, che aspettava al varco Mou per vendicarsi di vecchi conti da regolare (es. le famose manette…)
    4) e, per ultimo, scusate, ma l’aver valorizzato dall’allenatore una rosa di giocatori mediocre, arrivo anche a dire peggio della Lazio, Atalanta e Fiorentina nel complesso, con giocatori di cui credo che il giorno dopo la finale di Tirana, al di là del risultato finale, penso almeno 6-7, non vorrà, a ragione aggiungo io poi vi potete sbizzarrire sui nomi, vedere più a luglio a Trigoria!

  27. I feel like these last few years (under amaricano pallotta) were like an uphill battle, like 2nd Punic war, and Ddr’s farewell was like battle of Cannae…. everyone has written us off… but…we know what happened after 😉 And even tho Rome was not built in a day, one day (one person) is all it takes to turn the tide in our favour. And we’ve got Ceasar on our helm, and Gauls in front of us 😉
    in Tirana…. BELLUM ROMANUM!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome