ON AIR – CORSI: ”Con Kolarov difesa da Champions”, PETRUCCI: ”Iturbe sarebbe un grande colpo”, DI GIOVAMBATTISTA: ”Con lui e Gervinho Roma irresistibile”, TRANI: ”Serve di più Romulo”, ZAZZARONI: ”Parolo non è adatto”, PRUZZO: ”Sarà un casino rafforzare questa squadra”

5
105

onair2

SPECIALE GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento!

Ugo Trani (Rete Sport): “Io più di Iturbe prenderei Romulo, che è un giocatore fortissimo e può ricoprire più ruoli. Serve più lui che Iturbe, che costerebbe sopra i venti milioni e non so se giocherebbe titolare”.

Alessandro Paglia (Tele Radio Stereo): “Ieri Iturbe mi ha impressionato tanto, e lo dice uno a cui fino a oggi non aveva fatto impazzire. Io credo che sia questo il tipo di giocatore che cerca Garcia”. 

Max Tonetto (Tele Radio Stereo): “Iturbe è fenomenale. Certo, 20 milioni di euro sono tanti. Ma le qualità di base ce le ha, e le possibilità che diventi un crack sono tante. Mi sembra anche molto maturo, perchè oltre alla forza e alla tecnica, non è un giocatore alla Lamela, un po’ troppo fine a sé stesso, ma un uomo squadra che gioca per i compagni. Lui o Cuadrado? Io per i margini di miglioramento, forse prenderei Iturbe”.

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Conte è un cafone. Ha detto che se va in un ristorante da 100 euro, con 10 euro non può mangiare, facendo riferimento alla Champions e ai soldi che avrà a disposizione per la Juve. Per quanto riguarda la Roma, un nome che dicono in tanti è quello di Kolarov: lui e Dodò sono abbastanza scarsi in difesa, ma in fase offensiva non c’è partita. E’ superiore a Dodò, anche perchè c’ha un’esperienza che non finisce più. Se non fosse della Lazio e avesse fatto quei gesti alla curva della Roma, sarebbe un’operazione intelligente. E’ tosto e cattivo, con Maicon farebbe una bella coppia di terzini, e insieme a Benatia e Castan fai una difesa da Champions”. 

Jonathan Calò (Centro Suono Sport): “Kolarov è una scoperta di Sabatini. E’ un giocatore non dalla velocità straordinaria, ma comunque tra lui e Dodò c’è una certa differenza. Kolarov è un discreto giocatore, quest’anno al City ha giocato di più: 19 partite da titolare, e un gol all’attivo. Qualsiasi terzino sinistro che ha esperienza internazionale va benissimo rispetto a Dodò. Però 10 milioni per Kolarov sono un cifrone.” 

Alessandro Doria (Centro Suono Sport): “C’è di meglio di Kolarov in giro per 10 milioni di euro? Con quella cifra non riesci a prendere un giocatore con quella forza ed esperienza? Io penso che in giro ci sia un tantinello di meglio”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio): “La Roma con Iturbe e Gervinho sarebbe irresistibile, con due ali così faresti veramente faville…”

Ivan Zazzaroni (Radio Radio): “Il mercato di Sabatini lo avevo bocciato, perchè non avrei venduto Marquinhos e Lamela, e non avrei preso Ljajic, Maicon o De Sanctis. E invece ha avuto ragione lui. Kolarov? Rientra nella linea seguita lo scorso anno: è un Maicon con meno qualità, ma può darti qualcosa. Demba Ba è fuori mercato, e per Jackson Martinez ci vogliono almen0 20 milioni di euro. Penso che Sabatini percorrerà altre strade. Iturbe è un bel giocatore, è un Neymar, con le dovute differenze. Può giocare non solo sulla fascia, ma anche più vicino alla porta, sulla trequarti. Parolo invece non lo prenderei, è uno che deve giocatore con grande continuità per rendere, e non so se la Roma può garantirgliela..”

Franco Melli (Rado Radio): “Questi non sono nomi da grande Roma. Kolarov è romasto Kolarov: bravo a spingere, ma non sa fare la fase difensiva. Kolarov e Balzaretti sono simili, non c’è tutta questa differenza. Di Santon non ne parliamo nemmeno. Parolo invece sarebbe un buon rinforzo, è un giocatore di rendimento, può andare bene. Il turco (Uçan, ndr)? Se lo incontro per strada non lo riconosco, non so chi sia.”

Roberto Renga (Radio Radio): “La Roma non è nella situazione della Juve, perchè non è sazia. Ma anche la Roma dovrà misurarsi col mercato. Deve recuperare  gli undici punti che la separano dalla Juve, col Napoli che si rafforzerà, senza contare le milanesi e il fatto che l’anno prossimo ci sarà la Champions. Ecco perchè serviranno un terzino sinistro, un centrale, un centrocampista, un esterno offensivo, e un attaccante. Iturbe è fortissimo, ma non è da Real Madrid. Lì ci sono Bale, Di Maria, Cristiano Ronaldo… Iturbe è un giocatore ottimo per il campionato italiano. E’ forte, farebbe molto comodo non solo alla Roma, ma anche alla Juve, al Milan o all’Inter.” 

Furio Focolari (Radio Radio): “A noi il mercato dello scorso anno non c’era piaciuto, ma poi si è dimostrato straordinario. La lista della spesa che sento non mi entusiasma. Demba Ba non esiste, è più forte Destro. Kolarov con una gamba ingessata è molto più forte di chi c’è adesso. Ora bisogna affidarsi alla buona stella di Sabatini, anche se questa lista della spesa non mi entusiasma”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Capisco le preoccupazioni di Garcia. E’ un casino. Rafforzare questa Roma non sarà facile, ma Sabatini sarà capace di riuscirci. Per fare quello che hanno in mente serve almeno un cinquantino. Iturbe? Se fossi una grande squadra andrei a prendere Cuadrado”.

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Conte? E’ un falsone che parla il falsetto. Lui dovrebbe andarsene, perchè sa che in Europa non può competere con alcuni club che si rinforzeranno sul mercato. Venti milioni per Iturbe? Per me sono pure pochi. Questo ragazzino al primo vero campionato ha fatto vedere grandi cose, e può solo migliorare. Questo è uno che nell’arco di un anno o due può passare da 5 gol a 20. Altro che scetticismo, questo è un giocatore fantastico. Sarebbe un grandissimo acquisto, peccato che ormai c’abbia messo gli occhi qualcun’altro…”

CONTINUA…

5 Commenti

  1. Adesso tutti si sono accorti di Demba Ba.
    Quando l’anno scorso lo aveva indicato Garcia, tutti a dire che era un pippone.
    Ora invece che fa faville in Champions con il Chelsea, “è fuori mercato”.
    Ma andate a caga*e, lavorate nelle radio sportive e di calcio non capite una fava.

    • Si infatti, spesso il problema di molti top player è l’ingaggio più che il cartellino.
      Per questo continuo a vedere Jackson Martinez come una delle poche piste percorribili per la Roma.

  2. Di tutti i nomi che circolano adesso e vengono accostati alla Roma c’è poco da crederci , si sà il bello del mercato che si fanno 10000 nomi ma alla fine arrivano quelli che devono arrivare e li decide Garcia e Sabatini e non i presunti capiscioni di emittenti radio telecronisti opinionisti e cazzari vari , piena fiducia al duo Garcia/Sabatini , la Roma verrò rafforzato nei reparti giusti e i soldi a disposizione verranno spesi bene , di questo ne sono certo al 100%

  3. Io comunque nnon dimentico il gesto di Koralov e le dichiarazioni che disse in offesa della Roma , se deve venire a Roma deve prima chiedere scusa a tutti i romanisti e alla Roma dicendo sono un co*one ho detto quelle cose e fatto quei gesti perche quando giocavo nella lazio, adesso sono un uomo diverso , e per finire 10 volte scusa , ma poi alla fine i soldi che devi spendere di ingaggio e di cartellino ce ne compri anche di meglio in quel ruolo , a me tutto sto fenomeno non mi sembra

Rispondi a Red Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome