“ON AIR!” – CORSI: “Fonseca è un burattino nelle mani di Fienga”, PRUZZO: “Su Zaniolo c’è dell’altro, altrimenti non si spiega”, ROSSI: “Da un battito d’ali si è scatenato un uragano”, FOCOLARI: “I tifosi non si meritano Pallotta”

59
5854

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Solo a Roma succedono queste cose, perché siamo stati in grado di rendere Zaniolo più importante della Roma. Se Buffon e Chiellini davano due buffetti a Dybala per dirgli “Amico, devi darti una mossa“, sarebbe stati due leader carismatici. Invece succede a Roma…e siccome per colpa dei giornali Zaniolo è già diventato più importante della Roma, lui si sente in diritto di dire: “Mi avete provato a riprendere? Mo sono affari vostri…mo me ne vado...”.Sono veramente sconfortato… Già ieri sapevo che sarebbe successo questo dopo la convocazione… Fonseca aveva il pieno diritto di chiedere a un giocatore se se la sente, ma la spiegazione ai giornali non è bastata, non ha importanza, l’importante è scoprire le cose sulla Roma e creare qualche problemino…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Zaniolo? Situazione grottesca…Prima l’allenatore dice che è un infortunio vero, che sta male e non è convocabile. Ok, quindi Zaniolo sta male. Poi dopo un’ora escono i convocati e Fonseca ci spiega che siccome Under stava male è stato fatto fare un test a Zaniolo e si è deciso di convocarlo. Quindi è guarito nel giro di un’ora… Ma allora Fonseca fallo parlare dopo la lista dei convocati, se c’è un minimo di dubbio, perchè ieri Fonseca fa una brutta figura. Fallo parlare dopo l’allenamento… E poi a voler pensare male, se tu hai fatto quel teatrino per difendere la tesi dell’infortunio di Zaniolo, allora non lo convochi anche se si fa male Under. Fai più bella figura a lasciarlo a casa e a difendere la tua scelta, tanto non cambia niente nell’economia del campionato della Roma né per Zaniolo, che al massimo può giocare un quarto d’ora contro una squadra già retrocessa…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “La storia di Zaniolo è veramente incredibile…Questo fa capire quanto Fonseca conti zero e che non è un allenatore della Roma… Vi ricordate cosa è successo con Under? Non stava bene, e poi ha giocato. E’ veramente una specie di burattino nelle mani di Fienga, Fonseca non ha le palle. Non puoi dire che sta male e poi lo convochi perchè ti spingono a farlo, ma di che stiamo parlando… Così veramente Fonseca passa per uno zimbello…ma non lo capisce che ci sta rimettendo lui, ma di brutto…”

Dario Bersani (Rete Sport): “Pellegrini? Io non ce lo vedo come condottiero della squadra. Che debba fare di più siamo tutti d’accordo, ma sto con Fonseca quando dice che prenderlo come capro espiatorio è assurdo. La Roma ha fatto un campionato ridicolo, e prendersela con Pellegrini non lo trovo giusto… La Roma ad agosto in teoria ha 4 partite per prendersi la coppa, saranno due settimane di fuoco…”

Marco Juric (Rete Sport): “Per me il campionato di Pellegrini è da 6. Il problema è che da lui mi aspetto una stagione almeno da 7, con acuti da 8 in cui mi trascina la squadra. Il 6 per un giocatore con le sue qualità non è accettabile… Lui per primo deve darsi una scossa. Ultimamente mi sembra che stia cercando sempre la giocata magica per risolvere il momento difficile, ma se non ti riesce allora ricomincia dalla giocata facile…”

David Rossi (Roma Radio): “La Roma deve assolutamente vincere stasera, ma è una partita insidiosa perchè la Spal non ha ormai niente da perdere…Secondo me un po’ di orgoglio ce lo mettono. Poi c’è Roma-Fiorentina, che è una partita vera, e Atalanta-Milan. Se usciamo dalla prossima giornata di campionato con solo due punti di vantaggio, la vedo molto dura, perchè in quel caso poi le devi vincere tutte…Io spero davvero che l’Atalanta ci regali una soddisfazione… Zaniolo? L’allenatore ha tutto il diritto di dire certe cose. Qualcuno sostiene che era meglio farlo dentro lo spogliatoio, ma parliamo di un tecnico che sa di calcio e sa che quella cosa sposta e riteneva importante dire certe cose pubblicamente per aumentare l’importanza del messaggio…Sono valutazioni dell’allenatore, non mi sembra uno sprovveduto, è tutto abbastanza ponderato… Da lì è diventato chissà quale caso… Da un battito di farfalla è partito un uragano… Vi rendete conto che ora le cose vanno fatte per convincere i giornalisti, addetti ai lavori…ma addetti ai lavori di che, gente che non ha mai stoppato un pallone in vita sua, che parla a mala pena l’italiano!…”

Iacopo Savelli (Roma Radio): “La Spal mi sembra una squadra depressa. La Roma deve fare 12 punti, ha il destino nelle sue mani…se le vince tutte arriva quinta. Col Torino devi vincere, e poi con la Juventus sarà la partita… Fra l’altro ancora non si sa quando e come ci sarà questo preliminare di Europa League, se ci sarà, contro chi… Su Zaniolo non c’è nessun mistero. Dicono con quelle dichiarazioni Fonseca ha fatto arrabbiare Zaniolo, si è scatenato il pandemonio e ora è rottura. Ma la storia del calcio è piena di allenatori che dicono certe cose. Io onestamente in tutto questo non ci vedo niente di clamoroso. La Roma prima veniva dipinta come una squadra di menefreghisti e ora invece diventa un problema se Mancini rimprovera Zaniolo…è calcio, sono storie di calcio…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Il compleanno della Roma? Lo festeggiamo, ma il fatto che la società non lo riconosce già ti dice molto… La Roma meriterebbe i Sensi, i Viola, non merita Pallotta. I tifosi della Roma meriterebbero di più… Zaniolo? Ho la sensazione che non stesse male anche prima… Ma se invece avesse avuto un problemino, peggio ancora. Se avesse un problemino, non lo chiami contro la Spal perchè s’è fatto male Under…E’ tutto sbagliato. Ora non c’è più nemmeno un ds…La Roma ha dei limiti incredibili a livello societario, e il caso Zaniolo è solo la punta dell’iceberg…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Bello ripensare al passato, ma ora bisogna guardare al futuro. Serve un cambio di proprietà, altrimenti le ambizioni della Roma sono destinate a ridursi… Zaniolo? Si ha veramente la sensazione che alla Roma manchino dei punti di riferimento societari per gestire certe cose in modo soft… Ma com’è possibile che Zaniolo sta male e poi improvvisamente sta bene quando si fa male Under. Non mi sembra che sia la partita della vita quella di stasera, perchè convocarlo se non sta bene… E’ la gestione di una società che non c’è…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Fonseca che dice che non è convocabile e poi due ore dopo lo convoca perchè sta bene…ma perchè fa certe cose? Ecco perchè ho dei dubbi su di lui, e non parlo di motivi tecnici e tattici, ma perchè fa certe scelte, perchè ha certi comportamenti. Questa scelta non sta in piedi… Convocarlo per la Spal? Ma stiamo scherzando, gioca contro una squadra già retrocessa e contro un allenatore che non ci sarà più…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “L’anniversario della Roma? Sono arrivato in un club di cui non conoscevo niente, arrivai in una squadra che si salvava, poi si è cominciato a costruire negli anni nostri ed è diventata quella che è diventata. Auguri a questa gloriosa società, bisogna non accontentarsi e avere delle ambizioni. Serve una società forte, che al momento non c’è. E’ il momento di svoltare, Roma ne ha assoluta necessità.. Zaniolo? Ma a cosa ci stanno portando queste scaramucce… O ci sono squadre dietro e si stanno montando queste situazioni, oppure sono dicerie. Puoi avere uno screzio con un compagno, ma poi si chiarisce tutto. Mi sembra che ci sia dell’altro…altrimenti non si spiega…”

Redazione Giallorossi.net

59 Commenti

  1. Mi sa che zaniolo ha aspettato apposta a postare che resta per fargli mangiare il fegato 🤣🤣🤣🤣🤣

  2. Sono solo tutti invidiosi perché Nicolò durante la convalescenza ha fatto la controfigura di Jonas per la terza stagione di Dark. Scherzi a parte. Il problema l’ha creato l’allenatore sia al termine della partita che in conferenza. Spetta a lui chiarire. E che lo faccia presto perchè un giocatore come Zaniolo deve essere assolutamente tutelato.

    • Ma lo ha già fatto in conferenza stampa! Che altro deve fà? La scala santa su li ginocchi recitando a ogni scalino “ho parlato con Nicolò. Non c’è nessun caso-Zaniolo”?

    • Zero, perdonami…ma Mancini, che è una s€[email protected] e ci ha fatto prendere una marea di partite? Rimprovera Zaniolo. Assurdo.

      Er Poro Galopeira, dice che siamo noi, a sbagliare ad idolatrare i calciatori. Eccerto. Perché CR7 non era osannato al Real e non lo è oggi alla Juve? Messi non lo è al Barça? Siamo sempre li. I grandi calciatori accendono il cuore dei tifosi. Ed è giusto che sia così. E’ sbagliato che una s€[email protected] rimproveri il compagno di squadra più forte, questo si: anche perché Mancini, si è divorato un goal a porta vuota, proprio contro l’Inter.

      E se andavi in vantaggio, quella partita, la STRAvincevi.

      E l’allenatore che punta il dito verso il calciatore pubblicamente, ha le sue colpe.

      Non abbiamo una dirigenza, non abbiamo un proprietario presente, e si naviga a vista: queste sono le conseguenze dell’operato di Pallotta.

    • Ragazzi scusatemi, Mancini rimprovera Zaniolo, Fonseca da ragione a Mancini pubblicamente (primo errore). In conferenza stampa dice che è infortunato e non giocherà, poi lo convoca (ma non era infortunato?) per sostituire Under (secondo errore). Mi sono perso qualcosa? Se la riposta è no allora è Fonseca che ha fatto il casino.

    • Un giocatore meno dotato tecnicamente ha il dovere di rimproverare il compagno più dotato ma pigro.. la qualità non deve prescindere dall’impegno.. visto che sei più bravo devi essere un esempio x tutti e non viceversa!!!

    • @tifosoGiallorosso
      Cosa c’entra che mancini è una sega? Io ,calcisticamente,lo reputavo una mezza cartuccia ancora prima che arrivasse a Roma ma da quando è qui ha mostrato una qualità che pochi calciatori hanno ,cioè il carattere. Ha un carattere da LEADER come bonucci …anch’esso è una mezza sega ma è funzionale alla squadra.
      Poi a parte tutto se io per 70 minuti me so fatto ncxlo come nsecchio a correre avanti e dietro e te entri al 70′, perdi palla mettendomi in difficoltà e manco rincorri l’avversario te ce mando affxxxxo e pure in fretta se permetti , sega o non sega…. poi se sei più piccolo de me (anagraficamente) ancora peggio.
      Riguardo a Messi e Cr7 …ma che discorsi sono? quelli hanno fatto vince trofei a pacchi alle squadre con il quale giocavano non lo fai aspettando la palla.
      Lo fanno ora che stanno a fine carriera , uno perchè devono dosare le energie , due perchè se lo possono permettere.
      Nicolò ha vinto quanto mancini, è più piccolo e gioca da meno tempo … se veramente ha detto “me ne vado” (cosa a cui non credo assolutamente.. credo più che altro che abbia semplicemente litigato con Mancini e ci sta) dopo i rimproveri di Mancini o chi per lui per me se ne può pure andare affanxxlo dove je pare.
      Non prego nessuno di rimanere qua alla Roma punto e basta.

      Ps : prego però di andarsene a JJ Fazio Perotti Pastore Cristante e Pellegrini ahahahahahahahahahahahahha

    • Che tocca legge! Ma cosa cianciate???
      Nicuto “Un giocatore meno dotato tecnicamente ha il dovere di stare zitto come uno più bravo”, le regole dicono che soltanto il capitano e il mistet hanno la parola… già è tanto che parla il portiere per mettere ordine nelle sue aree

    • Non hai capito no zero spaccato …basta guardare le grandi squadre come si comportano con i loro campioni anche quelli assoluti …se sgarri addirittura vieni venduto a squadrette anche a costo di rimetterci facendo delle minusvalenze, tipo caceres che dalla juve è stato mandato al verona e solo perchè il LUNEDI è andato all’allenamnto con 1 ora di ritardo …cosi fa tutte le super squadre che al limite possono peredonare una sola volta un maradona, un ronaldo o un messi ma gia alla seconda, stai tranquillo, che non gioicheranno più ne per lo scudo ne tantomeno pe la champions, te mannano a gioca per la fromellese o il frascati ..è così che una società divanenta grande. così e solo così.

  3. Questa sera vorrei vincere senza discussioni (come sempre quando gioca la Roma). Tuttavia questa lotta “selvaggia” per il 5° (quinto) posto non mi appassiona per niente. Questo spezzone di campionato è utile solo per preparare la El. Forza Roma!

  4. Tutto questo clima non fa altro che avvelenare la nostra passione. Ci sono certi personaggi che vogliono vedere la Roma sul baratro, usando ogni mezzo a disposizione e favoriti da una società assente, stanno riuscendo in questo intento. Ma quando non ci sarà più nulla da bruciare, allora si scopriranno le carte in tavola. Per cambiare questa piaga (vedi ambiente Romano), che ci perseguita dai tempi di Viola, passando dalla famiglia Sensi e poi per arrivare ad oggi, forse si dovrebbe resettare tutto ripartendo da zero, chissà che con una Roma distrutta rimarrá solo la gente che la ama davvero. Spero non si arrivi a questo. Forza Roma

    • a Galopè ma nun t’accorgi che è il solito teatrino!! siccome non riescono a cedere nessuno e Zaniolo è l’unico che ha mercato perchè è un giocatore vero, l’ “azienda” lo mette alla berlina per screditarlo alla vista dei tifosi; è già successo con Salah, il ninja ecc..
      ridicoli!!

    • Scusami Giada, quindi mi vuoi far credere che il passaggio di Salah al Liverpool è stata solo una questione economica? Non sarà mica che l’interesse di uno dei club più titolati al mondo fa vacillare chiunque?
      Il discorso economico sicuramente è stato un motivo cardine, ma dall’altro lato non penso che il giocatore si fosse così disperato per la cessione, anzi credo che la sua carriera sia decollata proprio grazie a questa.

    • Quindi se vuoi vendere un giocatore la strategia è di screditarlo pubblicamente e fare scendere ovviamente il valore.. teoria interessante anche se delirante..

  5. “Fonseca che dice che non è convocabile e poi due ore dopo lo convoca perchè sta bene…ma perchè fa certe cose?”
    Pe’ pijavve p’er kulo come ve meritate!

  6. Rangnik non va al Milan
    i giornalisti milanesi televisioni e giornali adesso per alcuni mesi faranno il processo alla societa’
    Rangnik non crede nel progetto
    Rangnick non crede nella capacita’ economica della societa’
    Se non avverra’ questo e se la cosa verra’ minimizzata vorra’ dire che solo intorno alla Roma Calcio succedono certe cos per motivi di autodistruttivita’ masochista o di odi mascherati d’amore

  7. Beh, che in questa “splendida” città i giocatori diventano più importanti della Roma stessa, non è un’opinione, ma un fatto incontrovertibile. Ma naturalmente mica hanno qualche responsabilità, la colpa è di chi ce li fa diventare, e non potrebbe essere altrimenti, dato che parliamo di una piazza immatura e provinciale.

    • Ovunque, in ogni angolo del mondo esistono giocatori importanti, dipende in che contesto lavorano. Quella è la discriminante fondamentale, se intorno a se hanno un buon gruppo di pari livello o appena inferiori, avrai una formazione competitiva e si parlerà di un gruppo, perchè il gruppo stesso forma una squadra di livello e non potrai estrapolarne solo uno, quando invece ne hai uno solo “importante” si parlerà del singolo perchè hai una squadra non troppo competitiva ed il singolo avrà una visibilità superiore alla squadra stessa, forzosamente spiccherà sul resto perchè è palesemente più bravo. È normale sia così. Ma questo dipende dalla società, se è forte costruisce un gruppo di giocatori forti, se non è forte non riuscirà a costituire un gruppo forte e molto spesso si troverà ad affrontare situazioni come questa, in cui un singolo ha più presa mediatica rispetto al resto dei compagni e della società stessa. È una mancanza della società il non riuscire ad avere un’immagine superiore ad un suo calciatore. Il non saper indossare l’abito da sera, uno smoking o un tait adeguato da parte della società, ma solo i calzoni da lavoro, mbè non è una colpa dell’ambiente o del calciatore stesso. Questa mi sembra un’analisi più lucida rispetto alla tua, senza offesa caro marcopolo. L’ambiente nel caso specifico e nella trasposizione di Zaniolo a grande talento si è allineato a quello che è il pensiero nazionale ed anche internazionale, quindi non è l’ambiente romano ad aver trasformato Zaniolo in possibile talento, è una presa d’atto del mondo calcistico intero.

    • Si samurai ma state a parla de Nicolò come fosse Ronaldo(quello vero) ai tempi belli ahahahahaah … nicolò rappresenta la SPERANZA di una Roma forte in futuro , la speranza di tutti e per quello ci si sta aggrappando a lui … è importante per quello che rappresenta , forte si’ ma cavolo ..avrai più anni te di partite giocate in serie A di lui XD!

    • Secondo me alcuni giocatori o personaggi hanno il carisma e la personalità non per essere più importanti della Roma ma per tutelare la Roma !! Io sono convinto che con De Rossi nello spogliatoio queste scaramucce ,perché quello sono , semplicissime scaramucce con le quali i giornalisti ci campano, non si palesavano e Mancini (che ancora deve ritirà i bagagli a Fiumicino) non si sarebbe mai permesso di aprire bocca !! Ti ricordi come prese le parti di Dzeko mandando a cagare lo stadio che lo criticava?? E insieme a lui avrei tenuto anche quel gran Signore di Ranieri con il compito che fu di Tempestilli . Solo che entrambi erano figure scomode per questa società di faccendieri , peracottari e soprattutto non attaccati e innamorati dellla Roma

    • E non cito Totti perché per me è stato il più grande giocatore di tutti i tempi della Roma ma a differenza dei due sopra citati è sempre stato una prima donna e non un uomo spogliatoio e quindi non era indicato al compito di leader , non per sua volontà perché il suo romanismo era ed è al di sopra di ogni sospetto ma perché semplicemente non era nelle sue caratteristiche

  8. Bene.
    Che nariolone certifichi Fonseca come burattino di Fienga è il miglior viatico possibile per vincere l’Europa League.

  9. Sull’importanza dei giocatori voglio solo dire che un Mancini o un Kolarov (attuale) li sostituisco con un Ibanez “qualunque”, mentre per sostituire Zaniolo ci vogliono almeno 70 milioni (che non ci sono)…

    • 11 giocatori fino a ieri swnza nome e senza classe ma allenati a correre come matti sul campo rincorrendo anche i raccattapalle ..vedi atalanta fanno la differenza , quindi se sei Zaniolo o Cristiano e hai una squadra che ti supporta perche sei l astro di turno oppure devi correre come glia altri rincorrendo i raccattapalle , quindi se corre bene se no per me vale un qualsiasi giocatore di fenomeni ne abbiamo visti Vucinic era un fenomeno ma correva quando gli andava te ne cito altri???

    • Leo correre è un pre-requisito (Zaniolo quanto parte non lo ferma nessuno) ma di gente che corre e basta se si va al parco se ne trova tanta, chi vale il prezzo del biglietto invece rimane una rarità. F.R.!

  10. A galope’ quando la smetterei di dire cavolate sarà sempre troppo tardi. Se zaniolo se ne va non è pe i giornali, ma pe sta società de speculatori senza soldi da 10 anni

  11. Galopeira: “so i giornali.
    Davidino: “so i giornali.
    La 14ª è na cosa ‘mportante, regà.
    Te rimette in pace col monno.
    Co a tera, che è evidentemente piatta.

  12. Galopè, hai rotto le palline con questa storia del “abbiamo fatto diventare tizio o caio più importante della Roma”. Forse preferiresti avere una squadra piena di Juan Jesus e Perotti, così saresti tranquillo che la cosa non succederebbe più.

    Ti sfugge il piccolo particolare che i giocatori FORTI sono amati dalla gente. Tu invece cerchi di creare una contrapposizione con la Roma che non esiste. Semmai la contrapposizione è tra Zaniolo e questa società inesistente e incapace di tenere i migliori da anni. Chi ama la Roma i più forti li difende proprio per tenerli alla Roma e fare il bene della Roma.

    Falla finita co sta cantilena che non incanta più nessuno. Capito, amico mio?

    • Prova a dirlo ai supporters della Juve o del Real Madrid se Tizio o Sempronio è più importante della Juventus o del Real stesso. I giocatori forti sono amati ovunque, ma è la maturità dei loro tifosi a far sì che essi vengono considerati una fortuna per il club, e non entità al di sopra dello stesso.

    • Che cosa non ti è chiaro di quello che ho scritto sopra?

      Facciamo così, provo a rispiegartelo: non esistono giocatori più importanti della Roma, e non esiste una contrapposizione Zaniolo/Roma. Esiste semmai una contrapposizione Zaniolo/Pallotta-Fienga-Baldissoni. Non c’entra nulla la AS Roma. Chi tifa AS Roma difende i giocatori più forti, e non chi non vede l’ora di venderli per fare plsuvalenza.

      Spero che ora ti sia più chiaro il concetto.

    • Invece il tuo concetto mi è chiarissimo, proprio per la sua unilateralità, è un mero ragionamento di convenienza. Nessuno dice che c’è una contrapposizione fra lo Zaniolo di turno e la Roma, ma semplicemente che intorno ad essi, PUNTUALMENTE si crea un’aria di tensione, proprio perché l’ambiente è immaturo sotto tanti punti di vista. E non lo dico solo io, ma persino tecnici fra i più vincenti di sempre, e che hanno avuto a che fare con realtà ragionevolmente più pressanti.

      Non so da quanti anni segui la Roma, ma ciononostante, voglio farti un esempio: chiediti come mai, quasi tutte le bandiera hanno avuto un addio travagliato con la Roma (Di Bartolomei, Giannini, Totti, De Rossi), e magari, prova anche a darti una risposta.

    • Fammi capire: sei Galopeira?
      Perchè il mio commento era CHIARAMENTE indirizzato a lui e alle cose che ha detto oggi in radio. Che non sono le cose che stai inutilmente (ma solo perchè non c’entri niente) sostenendo tu.

      Se sei Galopeira è un conto. Altrimenti non capisco che vuoi. Senza offesa eh.

    • D’accordo in TOTO con er polo (stavolta) … Nessuno è al di sopra della AsRoma e non si discute… ma sono cose che capisci con la maturità .
      Dispiace ma Totti De Rossi ecc ai miei occhi non saranno MAI più grandi della Roma anche perchè Totti e De Rossi non li tifo più ma la Maja e aa Roma SI…. voi come state messi invece?

  13. Notizie dell ectoplasma di Boston?
    Cinguettii di pupo da Londra??
    Peti da parte di nosferatu da via Tolstoj??
    Nada de Nada!

    la società as Roma Non Esiste!

    • Caxxo, e stasera allora chi è che gioca?!?
      Ommioddio è tutto un complotto! Non esistiamo!!!

  14. Pruzzo non conosceva niente della società a differenza delle marche dei vini, su quello era un fenomeno. Pruzzo is the new spalla dei laziali.

  15. Ma perché vi affannato a spiegare le cose a un cameriere (se lo dice da solo) di travertino di questa società a cui non frega della Roma perché lavora parlando di Roma non tifando la Roma. Quando c’era la precedente proprietà era il cameriere del caposala (quello che insultava, di comune accordo con lui, quelli con cui oggi lavora e che definisce amici). In ogni caso arriva sempre secondo: con la famiglia Sensi era il secondo della radio ufficiosa della società, adesso dopo la radio ufficiale c’è la sua trasmissione ufficiosa. Chissà che tanta prostrazione verso il proprietario di turno non lo porti prima o poi a ricoprire un ruolo da protagonista. È un tifoso delle proprietà non della Roma. Si guadagna meglio, anche se con molta meno dignità, da zerbino di una proprietà che da tifoso della Roma! Per lui è un lavoro non una passione. Pertanto se vuoi avere un lavoro sicuro e ben remunerato devi assecondare, lodare e sostenere la proprietà e dire che lo fai per difendere la Roma. Ma perché difendere Pallotta vuol dire difendere la Roma? No, solo difendere il proprio lavoro fatto pure male!

  16. Dell’anniversario della Roma non è mai fregato niente a nessuno,difatti non è stato mai festeggiato,poi quando quelli altri hanno iniziato a basare tutta la loro misera propaganda sulla data di nascita e a festeggiare i compleanni, visto che la serie B anche se ci hanno provato ma è impossibile da festeggiare, allora Pallotta è stato costretto facendo degli studi seri e veri,a scoprire la vera ed effettiva data di nascita della AS Roma 1927.
    Questa qui del 22 luglio è solo e sempre un pretesto, per andare contro la Roma e Pallotta.
    Sarebbe bello andare a festeggiare in centro ed illuminare il Colosseo, a vittoria di un trofeo importante acquisito.
    I festeggiamenti contro Pallotta, che scimiottano i laziali, personalmente a me non emozionano neanche un po

  17. l’unica cosa che la Roma, davvero, non merita è questa pletora di cd esperti che fanno solo del male. La Roma è dei Romani e dei tifosi, tutti gli altri che s’accomodino in altri luoghi, ci fanno solo un piacere.

  18. Certo sentire quelli della doppia radio parlare del compleanno della Roma vuol dire che ormai della loro squadra non sanno piu’ cosa dire che tenerezza. Forza Roma

  19. ma addetti ai lavori di che, gente che non ha mai stoppato un pallone in vita sua, che parla a mala pena l’italiano!…”
    Non poteva descriverli meglio di cosi……

  20. Zaniolo verrà ceduto perché è l’unica cessione che consente alla Roma di dar respiro ai propri conti. È così…Per come è la gestione della Roma in questo momento non è né giusto né sbagliato a parer mio, capisco che da tifoso che vorrebbe sempre i giocatori migliori, non è un discorso facile da accettare, tutt’altro.
    La propaganda al fine di mettere in cattiva luce colui che deve essere ceduto è un’altra cosa…io non solo non la condivido ma è ormai talmente palese e stucchevole, visto che si ripete ogni qualvolta si presenta una situazione del genere, che mi sorprende che “il fior fiore” di professionisti della comunicazione non trovi di meglio che sguinzagliare i propri fidi scudieri e prepare il terreno per ciò che è stato già scritto.

  21. IL CASINO LO FATE VOI E I GIORNALI CON IL CHIACCHERICCIO E NON LASCIATE IN PACE LA SQUADRA,STA GIOCANDO STA VINCENDO CHE C…. VOLETE ADESSO DI PIU?

    • Ciao NINO54,
      ti invitiamo a scrivere i tuoi commenti senza usare il maiuscolo altrimenti rischiano di non venire approvati. Grazie, buon proseguimento.

Rispondi a TT Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome