“ON AIR!” – GALOPEIRA: “Non amo Pallotta, ma l’idea di un Ferrero mi terrorizza”, LO MONACO: “Zaniolo deve scendere a patti col suo caratteraccio”, FOCOLARI: “La Roma delle figurine è tanta roba”, CORSI: “Sicuri che l’attacco dell’Inter sia più forte?”

25
165

RADIO ROMANE, ECCO COSA SI DICE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “Petrachi non ha una buonissima pubblicità nel mondo del calcio…ed è sempre sbagliato farsi un giudizio sul detto dagli altri… Lui è uno non molto aperto, si definisce “omertoso”, che non è una bella espressione…nella scelta dei vocaboli non è il massimo… Ma lui non deve scrivere poesie, deve fare una squadra che vinca le partite. Lui deve combattere questa reputazione che lo porta a essere descritto a essere un esecutore dei piani degli altri…a Torino c’era Cairo che ficcava il naso su ogni trattativa, anche dei Primavera. Questo non vuol dire che Petrachi non abbia lavorato, e che avesse dei meriti…è che Cairo non gli lasciava un bricio di visibilità…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Pjanic ha detto che è destabilizzante che tutti gli anni vengono venduti i migliori, ma è stato lui ad andarsene usando la clausola rescissoria…poi non mi vengono in mente altri affari con la Juve in questi anni… Pallotta? Non lo amo, ma non penso che sia uno straccione…e sono terrorizzato di vedere arrivare il Ferrero di turno se andasse via lui…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Dzeko con Mkhitaryan mi ricorda la coppia con Salah…secondo me può diventarlo…L’armeno è uno che fa anche tanti assist…e poi per me Mkhitaryan 8-10 gol li fa…secondo voi un giocatore così forte non può fare dieci gol…Dzeko con lui ne può fare 20-25…lui è matto, e se azzecca la stagione li fa con la pippa in bocca… Noi ce la dobbiamo giocare con Lukaku, Lautaro e Sanchez…siamo sicuri che l’attacco dell’Inter sia più forte di quello della Roma? Sapete quanto non stimo questa dirigenza, che è venuta qui a fare i soldi ed è conclamato, ma parlando di calcio per me Dzeko è più forte di Lukaku…è uno che fa gol e li fa fare…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Mancini come caratteristiche è più vicino a Fazio che a Smalling… Secondo me viene sminuita la sua capacità nel palleggio e ci si concentra troppo sulla lentezza… La coppia Dzeko-Mkhitaryan? Dove lo metti lo meti, l’armeno fa sempre bene coppia con Dzeko…Salah era più di strappi, Miki è più un giocatore che viene incontro alla palla…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Il miglior trequartista nella Roma? Probabilmente domenica ne giocheranno tre…questo vi fa capire che per lui il trequartista non è solo quello che sta dietro all’attaccante… Secondo me in ordine di valore, quello che ha più spessore è proprio Mikitaryan…poi a me piace molto Zaniolo, che in quel ruolo secondo me può essere il calciatore del futuro, a patto che in qualche modo scenda a compromessi col suo caratteraccio…il suo atteggiamento in campo non lo capisco…in under 21 l’ho visto fare un fallo, prendersi l’ammonizione, e non solo preoccuparsi dell’avversario ma anche andarci a litigare…”

Alessandro Paglia (Roma Radio): “Le partite tra la prima pausa e la prossima sono quelle che ti delineano il campionato…raramente come si sta a metà ottobre si sta molto diversamente a fine campionato… Diciamo che da questo punto di vista abbiamo la fortuna di incontrare squadre abbordabili…l’Atalanta poi giocherà con la Champions da affrontare, e noi probabilmente abbiamo una rosa più lunga…”

Camilla Spinelli (Roma Radio): “Questo ciclo di partite che ci aspetta prima della prossima pausa non è particolarmente tosto…la partita più difficile sarà Roma-Atalanta…non incontri nessuna big della serie A…sarà un ciclo stressante, perchè giocherai ogni tre giorni… A metà ottobre potremo tirare una linea e dire cosa sarà la Roma…ora questa cosa non la possiamo fare, dopo solo due partite di una stagione…”

Furio Focolari (Radio Radio): “La partita che mi incuriosisce di più è Roma-Sassuolo…la Roma dal punto di vista delle figurine è una squadra importante…se leggiamo la formazione, è tanta roba… non sono sicuro che le figurine si muoveranno subito, non è facile…i meccanismi, certe situazioni, i ripiegamenti, non sono facili da apprendere subito…se la Roma riuscisse subito a farlo, sarebbe tanta roba…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Io invito tutti alla calma…tre giocatori nuovi in una squadra sono tanti…devono ancora imparare i nomi dei compagni… Tre giocatori implicano anche un nuovo modo di giocare…quindi grande calma. Non chiediamogli subito la luna. La formazione? Mi chiedo chi farà i gol…giusto Dzeko… Pellegrini, Zaniolo e Miki possono fare quattro o cinque gol all’anno… Attenzione a Defrel, perchè quello vero è quello visto in provincia e non a Roma…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “La Roma è obbligata a vincere. Mi aspetto una mini-rivoluzione e sono curioso di capire il pensiero tattico di Fonseca e vedere se gli acquisti cambieranno pelle a questa squadra, perché nelle prime due giornate non ci ho capito niente. Il Sassuolo può essere una trappola, De Zerbi è bravo e va tenuto in considerazione…”

Franco Melli (Radio Radio): “Molti ritengono che questa sia una bella Roma,finalmente potenziata, logica, con una difesa puntellata da Smalling e con un attacco reso più pericoloso da Miki…ora bisogna vedere se si sono integrati per trovare i meccanismi di squadra…io penso di sì, l’allenatore è bravo…”

Redazione GR.net

25 Commenti

  1. Cairo ha sempre dovuto mettere la faccia in ogni trattativa perchè sa gestire meglio la situazione nel caso in cui degeneri. Basti pensare al caso N’Koulou: vero, comportamento poco professionale, ma lui stesso ha confermato che gli era stata fatta una promessa della quale Cairo sostiene “non sapere assolutamente nulla”, cosa impossibile dato che a prescindere l’operato del DS passa sotto la lente del presidente, nel bene e nel male. Cairo è sempre stato bravo a farsi passare come vittima in tutte le situazioni, cosa che lo rende odiato anche dai tifosi del Torino stesso

  2. Cairo è come ADL, una capra. Persone arroganti perchè avendo due soldi(chissà quanto sudore per guadagnarli)credono di fare i prepotenti.

    • Caro Nome,

      “Cairo è come ADL, una capra” = Ballotta, anzi peggio
      “Arroganti perchè avendo due soldi(chissà quanto sudore per guadagnarli)” = Ballotta
      “credono di fare i prepotenti” = Ballotta, anzi peggio

      Ergo, ADL = CAIRO = BALLOTTA

    • Sparlare dei giornalai ci s’azzacca sempre,cosi’ come per i politici(a parte qualche rara eccezione),ma è tutto tremendamente cosi’ retorico,è come sparare sulla croce rossa.Ma anche i presidenti non sono il massimo della sincerita’,compreso il nostro,a ognuno la sua croce.
      Forza Roma Nostra,a prescindere dal presidente.

  3. Trani: “… eh ci si concentra troppo sulla lentezza di Mancini..”. Infatti é nei primi 4 più veloci della serie A! Ahahaha! Posso fare il giornalista anche io amici, che pupazzi

  4. Tranquilli che Ferrero sta messo peggio de sparlotta a Money…direi piuttosto che tra i nomi di un presidente che ricorda le menzogne ( Ballotta, sparlotta etc) ad uno che mi ricorda la mitica Fiesta snack , stamo messi bene. Ahahahah….

  5. Mi si è entusiasmato il Corsi… Ma allora fa bene il Renga a raccomandare prudenza. Sì parla molto dell’attacco, di Mkhitaryan, e poco del resto, di Smalling e Veretout. È chiara a tutti l’importanza di una coppia centrale difensiva e di un vertice arretrato di centrocampo che diano sicurezza alla squadra.
    Il nodo essenziale è tutto lì, per il resto credo possiamo stare abbastanza tranquilli.

  6. Fabio per fare il giornalaio devi avere una buona dose d’ignoranza calcistica e una bella fiaschetta di vino che ti sbronza. Non mi sembra tu abbia queste due ‘qualitá’.

  7. Vucinc…. Galope!!

    Lo vedi!….ha fatto bene Daviduccio a lasciatte lì n’do stai!

    Nun sei affidabile!

    Io, però penso….che co Ferrero un po’ de cinema l’avresti rimediato, è uno che preferisce quelli come te ai Daviducci

    • La pochezza del mondo dell’etere la riassumono i duetti Galopeira-Ferretti, sembrano i vecchietti del Muppet-show, capaci solo di rievocare il passato, sparare battutacce da cabaret e riderci tra di loro. Gente aggredita dalla senilità in età precoce, ogni volta che li sento mi sembra di invecchiare con loro.
      Rimpiango i tempi in cui le uniche notizie sportive le andavi a leggere sul Corriere o il Messaggero, almeno lì i cazzaro a cui abboccare erano solo un paio.

  8. L’unica incertezza di questa Roma, a mio avviso, è il ritardo con cui è stata assemblata; basta pensare che Varetout, Mkhitariayn, Smalling, non hanno mai giocato un minuto neanche in amichevole, Spinazzola e Zapppacosta quasi. In fin dei conti la Roma disastrata dello scorso anno è arrivata a soli 3 punti dal terzo posto.FR!

    • Ricordo che la Roma disastrata dello scrso anno è arrivata a 3 punti dal 4 posto facendo ZERO punti con la SPAL e buttando una vittoria col Cagliari, avendo Dzeko segnato pochissimo e con 3 errori gravi a sfavore in scontri diretti (a napoli e i 2 con l’inter) e avendo un numero record di infortuni muscolari. Basta limitare queste negatività per poter essere molto meglio in classifica al netto dei “nuovi”.

  9. ADL mi sta ancora più sulle scatole di Pallotta. Per una questione di chimica. Nel senso che tra i due a livello di personalità preferisco Pallotta.
    Ma come presidente devo purtroppo ammettere che ADL a Pallotta gli ha dato delle piste.
    Come manager di squadra di calcio ADL ha dimostrato di essere molto più bravo di Pallotta. Sono i fatti a dirlo, il Napoli e’ più avanti della roma.
    Riguardo Ferrero, lasciamo perdere….

  10. Giuro, mi piacerebbe nn infierire sempre, ma “dinanzi a cotanta” ignoranza giornalistica è difficile resistere!
    C sarebb davv da puntellare ogni sing dichiarazione d questi “4” pseudogiornalisti Radiofonici, ma sarebb inutile.
    Chi prpr nn soppor, xò, è quell’incompet disinform di Trani, che qnd si esprime spara cazz su cazz ogni sing volta che scrive qualcosa! E anche in quest’occas è tornato sul fattore “lentezza Mancini” (e la stessa cosa (da lui detta) l’ho letta 1 paio di giorni fa su 1 altro sito, che ora nn ricordo quale fosse, ma pc importa), dp che proprio qui su GR.net, è stato scritto un articolo in cui Mancini si posizionava (dopo 2 giornate) alla 4^ posiz. in termini di velocità, di TTT la serie A!
    Può fare il giornal, 1 che nn sa nemmen cs scriv i Giornali?

  11. Che poi i tre punti sn quelli che ci ha rubato l’Inter in casa se nn sbaglio, oggi decantano la Lazio che è arrivata ottava e la mettono cm favorita per la champions ?, roba da matti. Forza Roma

  12. Il costo di acquisto della Roma è commisurato al monte stipendi e al fatturato in rapporto alla Sampdoria. Pallotta da buon affarista non la svendera’ per valorizzare i suoi investimenti. Poi ci sono i debiti; dunque la Roma è fuori portata per Ferrero, tranquilli.

  13. Finalmente Marione riesce a dire qualcosa di sensato.Focolari da buon ruffiano quando parla della Roma ci va sempre con i piedi di piombo per non beccarsi una quintalata di vaffa dal sito,Pruzzo a sentirlo parlare sembra che non abbia mai giocato nella Roma,con i suoi pareri molto distaccati e critici.Per il resto la solita brodaglia.In effetti con il Sassuolo bisogna vincere a tutti i costi,non ci sono mezze misure questa volta,anche se non e’ una squadra facile da affrontare,e sicuramente piu tosta del Genoa,ma anche la formazione della Roma che scendera’ in campo e’diversa e molto piu attrezzata un po’ in tutti i settori.Una prima vittoria cambierebbe molto il cammino della squadra e le convinzioni di Fonseca,sul modulo e suoi interpreti,se ingrana questa squadra puo inanellare una…

  14. Come al solito a Roma passiamo dalle stelle alle stalle e viceversa. Ora tutti a dire che abbiamo lo squadrone. Puoi avere pure Messi e CR7 in attacco ma se hai una difesa ridicola come la nostra sei sempre costretto a fare 6-7 gol a partita per portare a casa i 3 punti…ragazzi con la lazie, dove non c’era Smalling, abbiamo rischiato di prendere 5 gol! 5 gol!!! Per quanto possa essere valido Smalling ma dove andiamo con gli altri centrali? Mi sembra di rivivere l’era Zeman…

  15. Abba,il fatto di prendere gol o no,dipende anche dallo schieramento e dal modulo non sempre dai singoli giocatori,in queste prime due giornate abbiamo visto la difesa della juve,e del Napoli incassare gol uno dietro l’altro,eppure hanno fior di centrali.Io credo che da Domenica cambiera qualcosa nella tenuta difensiva,anche se poi squadre che attaccano molto,e chiaro che poi qualcosa devono concedere dietro!

  16. Lomonaco che dice che Zaniolo ha un caratteraccio me fa ride…questi opinionisti hanno giocato mai a pallone o sono solo esperti di calcio guardato?..se Smalling si rivela un buon difensore da Serie A (e non da premiere) stamo a cavallo…su Miky nn Ho dubbi: é forte Vero…

  17. Stefano55 grazie del commento, lo apprezzo molto. Questo significa fare un dibattito costruttivo senza ogni volta chiamare in Causa Pallotta…condivido parte del tuo discorso e sono certamente molto felice dell’arrivo di giocatori tecnici e funzionali al gioco dell’allenatore. Spero davvero che il tuo ottimismo si tramuti in qualcosa di concreto, vorrei davvero vedere una Roma tosta e solida difensivamente

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome