“ON AIR!” – AUSTINI: “Offerta informale di Friedkin, ma Pallotta sta tirando sul prezzo”, PETRUCCI: “Penso che l’affare non si farà”, ROSSI: “Lotito al vertice del nostro calcio, qualcuno faccia qualcosa”, ANGELONI: “Pastore via l’anno prossimo, con Castrovilli avresti un grande prospetto”

25
9870

RADIO ROMANE, IL VIAGGIO NELL’ETERE – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo): “La situazione è che siamo entrati in una fase decisiva. La novità è che l’offerta informale è stata fatta dal gruppo Friedkin…cioè sono pronto a offrire questo… L’offerta scritta arriva quando ci si è messi d’accordo. Ora Pallotta sta tirando sul prezzo, che quella cifra lì non va bene, e Friedkin ha risposto che a quelle cifre che dice lui non ci arriva. E’ il classico braccio di ferro di queste trattative. La differenza è sull’ordine di decine di milioni di euro, non una differenza enorme, ma esiste. Scommesse non mi sento di fare, è tutto imprevedibile…non ho elementi per dire se si chiuderà o no…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Se dovessi scommettere un euro, scommetterei che l’affare non si chiude. Fiuto da un po’ quest’aria… Non ritengo Friedkin la panacea, e Pallotta l’origine di tutti i mali. Un cambiamento sarebbe un fatto positivo, anche se mi illudo che la piazza potrebbe ricompattarsi, perchè alla fine Friedkin diventerebbe uno straccione nell’arco di qualche mese. Ma la sensazione, per qualche verso anche un timore, che alla fine la Roma resterà a Pallotta…”

Paolo Franci (Rete Sport): ” Come tutte le aziende devi programmare almeno a 12 mesi… La Roma avrà fatto due piani, uno se si entra in Champions e uno no… Entrambi prevederanno delle cessioni, ma se non si entra in Champions, ci saranno cessioni lacrime e sangue… Chi sono gli spendibili? Pellegrini e Zaniolo…non penso Under, che non sta facendo una grande stagione… Lazio da scudetto? Penso che possa lottare, mi ha impressionato come ha lottato dopo l’uno a uno di Cagliari… E’ una squadra forte, ha sempre gli stessi, quelli forti li hanno tenuti tutti…”

Ugo Trani (Rete Sport): “Il mercato della Roma sarà fondamentale sui ruoli specifici. Fra Florenzi, Santon che sta male, e Spinazzola che sta mezzo e mezzo, Florenzi si è ripreso il posto. Ecco perchè la riflessione da qui al 2 gennaio, data della riapertura del mercato, deve essere attenta e profonda. Chi vai a prendere? Puoi prendere Darmian, se non va all’Inter…i giocatori sono quelli, devi andare sul concreto, e soprattutto sul sano e non sul rottamato o incidentato… Spinazzola, che preferisce giocare a sinistra, devi capire se è abile e arruolato… Se mi aspetto qualcosa a gennaio? Sì, qualcosa mi aspetto. Ci sono delle figure che vanno sostituite, e il primo è Kalinic. E se non usi Juan Jesus, allora provi a piazzarlo. E se arriva un’offerta per Perotti, secondo me la Roma lo dà…”

David Rossi (Roma Radio): “Ogni anno il regolamento del sorteggio della Coppa Italia cambia in base a come si è piazzata la Lazio in campionato… Che Lotito sia il deus ex machina del calcio italiano, che amministra e amminestra, è ormai una cosa che sanno tutto. Lui a livello istituzionale se la comanda, basta vedere la storia di Cicala che si è scoperto lavorava per la Lazio… Ma questi ci prendono per il culo, ragazzi, ma veramente, è una cosa gravissima. Noi ci scherziamo, ma l’architettura straordinaria di anticipi e posticipi, spostamenti, le partite che capitano prima e dopo la coppa…fateci caso! Non solo della Lazio, ma anche delle avversarie! I giornali, e uno soprattutto, hanno paura di Lotito… Ma qualcuno vuole fare qualcosa, oppure aspettiamo di rivederlo in panchina dell’Italia con la tutta della Nazionale! Vi prego, qualcuno faccia qualcosa…”

Alessandro Angeloni (Rete Sport): “Io penso che l’anno prossimo non ci sarà più Pastore. E se lo sostituisci con uno come Castrovilli, avresti un calciatore giovane, interessante, che ha margini di crescita incredibili. Alla Roma servirebbe più un Tonali, ma un giocatore con capacità tecniche, offensive e di inserimento, può sempre esserti utile. Ma qualche giocatore dovrà partire per far spazio a Castrovilli. Florenzi e Riccardi per Castrovilli? Il problema è capire che prospettive ha Riccardi… Di Florenzi non è che non importa a nessuno, ma ci sono dei fattori legati all’età, all’ingaggio, e alla qualità che non so quanto sia scesa rispetto a qualche tempo fa…in questo momento ho dei dubbi sul fatto che sia un giocatore importante per la Roma…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Castrovilli? A me il calciatore piace molto… Ma è una priorità per il ruolo? Io preferisco prendere un terzino, e poi un Castrovilli per il ruolo di vice-Dzeko…magari a gennaio, ma almeno per l’anno prossimo…”

Daniele Lo Monaco (Tele Radio Stereo): “Gli orari in Lega li decide Lotito? Io non credo… Non è uno che conta più di altri, ma è uno che sta sempre lì, e all’occorrenza c’è sempre, e soprattutto chi ha meno peso politico si appoggia a lui. Risolve i problemi della gente, promette… E allora noi diciamo che Lotito è potente, no, non è potente, ma non avendo molto fare nella vita, perchè le sue aziende sono legate alla Lazio, per cui è tranquillo e può permetterselo di fare…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Se gioca Smalling, sposta molto… Io vi dico che se gioca Smalling, il leggermente favorito, aumenta un pochino…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Il pericolo non è tanto Boateng, a meno che giochi Vlahovic…l’importante per la Fiorentina è ritrovare il miglior Chiesa, perchè se hai il miglior Chiesa cambia la musica…se è quello degli ultimi tempi per la Roma è iscuramente un vantaggio…”

Roberto Renga (Radio Radio): “Smalling torna per la Fiorentina? Ottima notizia. La cosa strana è che Florenzi dovrebbe essere ancora titolare, e questo vuol dire che Fonseca non è uno col prosciutto sugli occhi che non cambia mai idea. Non capisco però perchè non fa risposare Kolarov, l’ho visto contro la Spal che non ce la fa…”

Franco Melli (Radio Radio): “Io credo che la Roma sia leggermente favorita, deve fare una buona partita, non può fare il primo tempo con la Spal. La Fiorentina di vitamine psicologiche ne ha prese tante dopo il pari con l’Inter, dovremo aspettarci una viola migliore rispetto al solito…”

(Continua…)

Redazione GR.net

Articolo precedenteOra tocca a Pallotta. Chiuse le due diligence, Friedkin presenta l’offerta e attende la risposta
Articolo successivoCoppa Italia Primavera, la Roma travolge il Napoli nel segno di D’Orazio e vola ai quarti

25 Commenti

  1. A me fanno ridere ragionamenti tipo “La Roma è leggermente favorita”. Ma esattamente di cosa stiamo parlando? La Roma ha dimostrato di essere superiore al 99% delle squadre della Serie A per gioco, intensità e profondità di rosa, quindi la Roma parte nettamente favorita. Al massimo si può parlare di partita complessa per più fattori (atmosfera, precedenti e l’incredibile capacità della squadra di farsi male da sola in alcune situazioni), ma dire che la Roma è leggermente superiore alla Fiorentina è qualcosa di ridicolo

  2. “… qualcuno faccia qualcosa…”
    Povero David Rossi, anche lui orfano di un Presidente capace di farsi sentire nelle sedi opportune. Chi altri dovrebbe fare cosa? Siamo al ridicolo.

    • Non ti preoccupare KAWA,sembra che James abbia scritto una lettera di protesta,ora sono piu’ tranquillo.

    • Il presidente sta preparando il prossimo tweet:”Sono stufo di questa mexda!”Comunque se Lotito può fare quello che gli pare evidentemente sta bene così alla maggior parte dei club!

    • @Kawa62 se posso: Trovo piu’ ilare 🍷🍷Ugo – Tavernello dà Trani🍷🍷 che parla di mercato -.-
      Se ripenso a quante fanfaronate ha sparato sino ad ora…

    • Quando gli cedevano Salah e Alisson manco un plissé. Mo c’ha paura di Lodito, l’uomo dall’unghia nera, l’incubo notturno dei bambini di zona Prati. Che se lui è di Prati io sono di Kensington.

    • Il problema, caro Kawa, è che le sedi opportune sono tutte occupate da quelli verso cui dovremmo protestare.
      Aggiungi pure che in passato ci hanno mazzolato ben bene quando abbiamo alzato la testa contro certi meccanismi (che nel tempo sono rimasti tali e quali)…

      A mio modo di vedere le strade sono due: o si fa buon viso a cattivo gioco (che mi sembra sia ciò che sta accadendo) oppure si boicotta pesantemente il giocattolo, con conseguenti rappresaglie.
      Ora la domanda è: chi rischierebbe retrocessioni o peggio per amor di giustizia? Io, per come son fatto. E tu? E gli altri tifosi (magari quelli che vogliono vincere perchessì)? Figuriamoci gli addetti ai lavori, dirigenti o calciatori che siano…

      Quando si ha a che fare con tali cricche che “cicaleggiano” come gli pare, o si partecipa comunque turandosi il naso o si fa di tutto per opporsi, beccandosi le immancabili ritorsioni.

      Saluti giallorossi!

    • Caro Anacronistico,
      ogni santo giorno ognuno di noi si trova di fronte a scelte da fare: se crediamo di subire un torto o abbozziamo o ci ribelliamo, provando a far sentire le nostre ragioni.
      Se abbozziamo è perché: 1) siamo pavidi 2) le conseguenze potrebbero essere peggiori del torto subìto, quindi “meglio poco che niente”. In ogni caso abbiamo perso e tacitamente mostriamo acquiescenza ad un certo “sistema”.
      Se reagiamo è perché: 1) abbiamo il coraggio di farlo 2) anteponiamo i nostri ideali (chiamali amor proprio, libertà, dignità, ecc.) alla nostra convenienza spicciola. Comunque vada abbiamo combattuto.
      Non ti dico cosa farei (faccio) io, perché l’avrai capito.
      Sogno un Presidente che “senta” e agisca come un Romanista. E i tuffi nelle fontane sono solo pagliacciate…
      Ricambio il saluto.

    • In linea di massima condivido il tuo ragionamento e il tuo sentire, basta aver chiare le situazioni e le posizioni: dubito fortemente che Friedkin, migliaiaio texano, compri la Roma per amore e poi rischi di bruciare milioni di investimento per fare la guerra (giustissima) alle federazioni (al plurale, perché pure la UEFA è un bel mucchio di monnezza)!

      Per come la vedo io il pallino sta in mano ad ognuno di noi: ad esempio cerco di foraggiare il meno possibile il sistema e quando voglio/posso sostengo solo la Roma!

    • Ci sono anche io,forse non sono tanto pochi coloro che amano la giustizia, anche a costo di ritorsioni,ma esiste un limite a tutto.
      un saluto

    • Se permettete mi onoro a far parte del coro condivido che a tutto c’è un limite è non sarei sorpreso se già domani si denunci nuovamente un’altro calcioscandalo.

  3. Be io direi che bisognerebbe dare seguito alle richieste di Rossi

    Il calendario Partire è sotto gli occhi di tutti. Per non parlare degli aiutini arbitrali. Sembra di vedere la Rubentus.

    Almeno per quanto riguarda il calendario
    Devono esserci regole che impediscono di creare situazione di vantaggio. E questa è una cosa fattibile.

  4. Sin dai tempi di Viola si è visto cosa succede quando I presidenti della Roma si fanno sentire nelle “sedi opportune”.
    Succede che le “sedi opportune” fanno peggio.

    Te credi che alla ASROMA nun se lamenterebbero se la cosa servisse a qualcosa?
    Considerando che lamentarsi è la cosa più facile al mondo

  5. Si è ora che a Lotito qualcuno gli dica anche basta, perché non è che lui è l’unico furbone e tutti gli altri sono scemi.
    Adesso con la finale di super coppa che si gioca domenica e la Juve che gioca oggi in campionato, ha architettato l’ennesimo imbroglio, vederli festeggiare una altra coppa perché magari trova dinnanzi una Juve stanca della partita di Genoa sarebbe oltremodo fastidioso e ora che il calcio in Italia si metta su binari giusti regolari, siamo stati una vita sotto l’egemonia della Juve fino al punto che ci abbiamo fatto il callo e ormai ci siamo abituati, però stare sotto la Lazio e ai desiderata di Lotito no mai sarebbe insopportabile

  6. …melli dimme che fa la lazio dopodomani!! ma perchè non gioca? posticipo e salta la partita…siete diventati la cloaca del calcio in italia…devono cambiare le cose perchè non è un campionato è una buffonata..fuori lotito e tutta la figc!!!..addirittura hai due squadra salernitana e lazio non è lecito..tanto un sorteggio salernitana lazio non uscirà mai lo sappiamo che so pilotati…
    coppa italia? INTER JUVE NAPOLI MILAN LAZIO tutte in cas asolo la roma fuori casa!!…la tombola (come ho letto bene in un altro commento di un tifoso) fatela fa a nonna che con 5 numeri faceva ambo terno quaterna cinquina, ma se rideva e poi se rifaceva ..voi non rifate un ca..o, prendete per il culo..basta tanto scoppiate uguale non avete la squadra.

  7. meno male che qualcuno ne parla!!! regà.. avete seguito bene il caso del magistrato cicala??..in tv fanno vedere solo i gol non dicono nulla..era stato nominato commissario ad acta in sostituzione di Miccichè cacciato da lotito (e lavorava per la lazio). Il conflitto d’interessi riconducibile ad un ruolo nella Lazio di Lotito, l’ha voluto lui…appena scoperto la fatto dimettere brutto zozzo…sei te che devi sparire LOTIRCHIO..il derby lo hai voluto il primo settembre , certo squadra nuova allenatore nuovo “incontramola subbito” manco parla l’italiano fonseca….ora parla più correttamente di te !! che se te chiedono che cosa è un GERUNDIO:…je arisponni…un capo indiano…uguale se non peggio de moggi.

  8. I peccati si pagano.
    Prima o dopo si pagano. Speriamo che li pagano domenica prossima.
    Per Lotito che dire? Ci sta un inizio ed una fine, prima o poi arriverà la sua fine.
    Il problema che morto un Lotito ne arriva un altro.

  9. Quello che ha sottolineato Rossi lo vado dicendo da una vita. Puoi fare danni ad una società in modo clamoroso o meno evidente; clamoroso può essere il rigore dato o non dato, meno evidenti tutte quelle decisioni che possono passare inosservate a molti, tipo la scelta del calendario delle partite, i continui piccoli falli non fischiati o le ammonizioni sistematiche ad ogni contatto, l’uso “condizionato” del VAR, le continue multe commissionate alla società per la minima puzzetta fatta allo stadio, tutte cose che, sommate l’una all’altra, fanno più danni di un rigore inesistente che ti fa perdere la partita.
    E la cosa peggiore è che a qualcuno è concesso tutto mentre il resto del mondo può solo osservare e rimanere impotente.

    Forza Roma, sempre e comunque

  10. Vorrei evidenziare sul calendario, in vista della “supercoppola”, l’anticipo della juve a stasera, e fin qui ok, mentre gli altri ladroni addirittura hanno fatto rinviare a febbraio la loro partita di campionato. Se questo non è manovrare ditemi voi

  11. Austin Powers è imperterrito nel ribadire che una trattativa da “one billion dollars” (almeno così ci hanno detto) ha fondate possibilità di infrangersi di fronte a qualche decina di mln di differenza tra domanda e offerta. Se io fossi a conoscenza di una tale situazione, mi sbilancerei molto, ma molto di più verso una conclusione positiva.
    Ma forse il buon Austin non sa tutto ciò che crede e vuol fare credere di sapere: gli hanno dato un’imbeccata rivelatasi sòla la settimana scorsa, e adesso cerca di mantenersi a galla.
    Io ho sempre pensato che difficilmente si sarebbe visto un cambio di proprietà senza certezze sul futuro dello stadio. Senza bisogno di “fonti interne’, ma semplicemente perché lo dice il buon senso.
    È però chiarissimo che di cosa stiamo parlando e trattando Pallotta e Friedkin lo sanno loro e chi di dovere. I poveri giornalettisti perlopiù millantano nel tentativo di fare lo “sgub”…

    • A casa mia chi vende fa un prezzo e chi compra “tira sul prezzo”. Qui invece che è il mondo al contrario è il venditore a “tirare sul prezzo”

  12. Sulla compravendita, non so perché Petrucci sia così sfiduciato. Si vede che ha parlato con Zenone.
    Posso ipotizzare che alla fine magari se si irrigidiranno sul prezzo potranno ammorbidirsi sulla formula di pagamento, in modo da trovare un compromesso. Se la distanza non è incolmabile…

    Su Lotipaccio. Ha conquistato un ruolo di potere e dunque l’accondiscendenza di molti. Ieri Sarri s’è giustamente lamentato, ma non ho letto prese di posizioni di qualcuno della Lega. Evidentemente, trovano che tutto sia normale. In compenso hanno spiegato il perché del mezzo tempo supplementare dato a Cagliari.
    La Roma tace e personalmente vorrei invece si mettesse di traverso. Magari dovrebbe aggregare un fronte con altre squadre, e invece tutti silenti per non disturbare il manovratore.

    • Accondiscendenza che si estende a tutti gli pseudoromanisti, presi solo a dare addosso a Pallotta.

      Se li incontrano insieme stringono la mano a Lotito sicuramente.

      Austini: Offerta informale di friedkin 😂

      Cioè, fai due diligence, scomodi i revisori dell’ufficio di spaccia, e poi fai un’offerta informale?

      Cioè? Pizzino sulle ginocchia sotto al tavolo? 😂

      Il tutto agli occhi dei maghi dell’informazione e dei geni che li leggono appare normale per una società quotata in borsa 😂

  13. Il terrapiattista Adelmo oltretre che saccente sconfinato non vuol capire e sapere che i soci del suo amico di Boston vogliono ritirarsi dalla lotta.

    Certo che da un seguace di Austini non puoi aspettarti di meglio, continui ad abboccare a tutto e non capire come si fa una valutazione di una società posta in vendita e di non capire il senso o la differenza tra una società quotata in borsa ed una non quotata.

    Adelmo, tempo al tempo sarà, 1 – 10 -100 – 1000 giorni ed ogni giorno che passa per te sarà uno strazio continuare a difendere l’indifendibile.
    Visto che ti proclami romanista ogni tanto provalo anche a scrivere;
    FORZA ROMA.

Rispondi a Luca Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome