“ON AIR!” – ROSSI: “Nella Roma c’è una rifondazione, niente drammi se si perde”, CATALANI: “Dalot? Ottimo terzino, magari lo prendiamo”, FOCOLARI: “Marassi stadio terribile, sarà dura”

22
1221

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le  frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

David Rossi (Roma Radio): “La Roma deve assolutamente vincere e riprendere il percorso che ha in testa Mourinho e la società. Noi abbiamo un percorso di crescita da fare, e come tutti i percorsi ci sono degli ostacoli da superare. Rinnovarsi non è mai semplice. L’esempio della Juve è evidente: quando azzeri e riparti questi sono i risultati, ha lo stesso ruolino di marcia della Roma in campionato. Quando rifondi una squadra, rimetti mano al monte ingaggi, fai rinunce dolorose, ci vuole tempo e pazienza. Si perderanno partite, e non si dovranno fare drammi. Ci vuole tempo e qualche sessione di mercato per sistemare le cose. Poi a nessuno piace perdere, ma si sta cercando di capire e di sistemare. Poi mettiamoci pure qualche assenza e qualche errore arbitrale di troppo, senza i quali la Roma avrebbe avuto qualche punto in più in classifica, e ora la prospettiva sarebbe stata diversa…”

Mario Corsi (Centro Suono Sport): “Siamo in attesa di vedere se Mourinho farà il vago o ricomincerà a parlare dei giocatori che mancano. Ci sono cose strane nella Roma, come ad esempio il signor Pastorella che è legato a Baldissoni, un suo fedelissimo. Al di là del personaggio, bisogna capire qual è il suo ruolo, perchè ha preso molto potere dentro la Roma. Uno che si occupava di Roma Cares ora è diventato importante a Trigoria, è uno che comanda…bravo, complimenti, ma è una scalata così strana… Strano che Friedkin non sappia di certe situazioni che vanno rigorosamente controllate tutte. Io pensavo che lui avesse il controllo totale dentro Trigoria, che ci fosse più rigore… Domenica sera la Roma deve vincere altrimenti le cose si complicano di brutto, questo ve lo posso garantire… ”

Augusto Ciardi (Tele Radio Stereo): “Cristante difensore centrale in una difesa a quattro? Non penso. Se fossi l’allenatore della squadra avversaria, chiederei al mio attaccante di andare sempre a puntarlo… Carles Perez? Sono due anni che fa sempre le stesse cose, come Iturbe lui prende palla e cerca di passare in mezzo agli avversari. Sinceramente non mi ricordo una cosa rilevante fatta da lui nella Roma…”

Massimiliano Magni (Rete Sport): “Il mio giudizio su Pinto è ancora sospeso ma per il momento non è negativo. Zakaria? Secondo me un tentativo dovevi farlo ad agosto, ora ci può anche stare che l’agente ti dica di aspettare un attimo per valutare anche le altre offerte. Quando Pinto parla di instant team non si riferisce a giocatori come Mbappè o Ronaldo, questo non abbiamo bisogno che ce lo dica lui. Quello che vuole dire è che la Roma non andrà a prendere giocatori a fine carriera con prestiti, giocatori che magari sul momento possono portarti anche al quarto posto. La Roma ha un altro progetto in mente, uno che non ti porta a ricominciare la costruzione della squadra ogni anno…”

Gianluca Piacentini (Rete Sport): “Sul mercato non mi aspetto dei nomi nuovi che non sono mai stati fatti, perchè Pinto quando parla a Sky fa riferimento all’affare Vina dicendo che quando si è sbilanciato sul suo nome ha rischiato poi di non prenderlo…”

Maurizio Catalani (Rete Sport): “Zaniolo trequartista? A me non piace da esterno destro, perde il 20-30% delle sue potenzialità, se lo metti trequartista può esprimere molto meglio le sue qualità. Ma deve imparare una cosa: dare la palla. Ci sono delle volte che mi fa veramente avvelenare, perchè lui l’assist ce l’ha nelle corde. Zaniolo è un prospetto importantissimo, ma oltre alla tecnica ci deve mettere la testa. E l’allenatore deve metterlo nello spazio di campo dove può rendere di più, e sono convinto che Mourinho lo sta cercando di fare… Dalot? Sarebbe un ottimo acquisto, il fatto che non gioca nello United conta poco, guardate Tomori nel Chelsea…a me piace molto, magari lo prende la Roma…”

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Genoa-Roma? C’è ritrovato entusiasmo a Genova dopo questo cambio di proprietà. La Roma però deve approfittare delle tante assenze, da Criscito a Destro. Loro hanno tanti giocatori di esperienza, da Sirigu a Pandev, ma per vincere le partite serve anche altro…A Marassi la Roma deve conquistare tre punti, senza sé e senza ma. Servono due vittorie nelle prossime gare, altrimenti è buio totale…”

Furio Focolari (Radio Radio): “Genoa-Roma è una partita difficile, la Roma non se la porta da casa anche perchè ultimamente i giallorossi giocano male anche contro squadre alla sua portata. E’ chiaro che il pronostico è per la Roma, però è una partita da giocare. Io credo che la Roma debba giocare col piglio giusto. Pellegrini non c’è, Mkhitaryan non la struscia più e penso che Mou voglia farlo fuori, e Zaniolo ancora non è tornato ai suoi livelli. Per cui anche la Roma è incerottata… Roma favorita, ma lo stadio è terribile e ci sarà un gran tifo, sarà una partita da monitorare…”

Stefano Agresti (Radio Radio): “Shevchenko? Ma quanti nemici ha Mourinho sia dentro che fuori la Roma, ora anche Mkhitaryan sembra essere tornato suo nemico… Io penso che intorno al Genoa ci sia tanto entusiasmo per l’arrivo di questi nuovi proprietari che hanno idee chiare e disponibilità economiche. Dal punto di vista ambientale per la Roma questo è il momento peggiore per andare a giocare a Genoa, Marassi è uno stadio che fa la differenza… Io penso che non sarà facile andare lì a vincere…”

Sandro Sabatini (Radio Radio): “Le parole di Pinto sembrano un po’ il gioco dell’oca, si torna al punto di partenza. Non avere un instant team è la cosa più gusta che ha detto ed è bene che i tifosi lo capiscano, ma migliorare la posizione in classifica dell’anno scorso è giusto chiederlo a Mourinho. Il bravo allenatore è quello che migliora il gioco e i giocatori, con una rosa che potrà valere di più economicamente, almeno di un 5%…”

Redazione Giallorossi.net

Articolo precedenteFidene, al bar armato di coltello: la follia del nonno di Scamacca
Articolo successivoEL SHAARAWY: “Un piacere ascoltare Mou, spero possa restare qui a lungo. I Friedkin hanno un progetto ambizioso, ora tocca a noi”

22 Commenti

  1. Uh, com’è informato Corsi! Com’è puntuale, con gli uomini?
    Sarebbe bello che lo facesse sempre. Potrebbe, ad esempio, parlarci dei suoi rapporti cor “Cecato”.

  2. solo che la juve si è rinnovata ed è ripartita dopo 9 scudetti di fila…noi so’ 20 anni che ci rinnoviamo e ripartiamo e forse noi tifosi ci siamo vagamente fratturati l’apparato genitale…a noi quando ce tocca? per chi non se ne fosse accorto, ci sono tornate sopra le milanesi, il napoli e, udite udite, l’atalanta…gli sbiaditi nel frattempo hanno vinto coppette, ma qualcosa hanno vinto, mentre noi abbiamo l’anno zero perpetuo, e questi ancora ce stanno a cogxionà con l’istant team, coi giovani, coi buffi, col fpf, coi messia di turno Monchi e Mou che siano…mò viene fuori che con 450 milioni di rosa, te devi caxà sotto di giocare col Genoa terzultimo in classifica…ma dai…

    • in effetti è “simpatico” vedere come ogni anno ci paragonano alla big che quell’anno va male. Quattro/cinque anni fa ci dicevano: “…e allora l’Inter e il Milan che dovrebbero dire?”…adesso che vincono…”…e allora la Juve che sta peggio di noi (ma gioca la CL)?”. E’ vero però che noi siamo in rifondazione…da ben 12 anni

    • A cri ti chiamo cosi, Non si puo’ paragonare la Juve alle alte squadre prima per la sua storia, da quando e’ nata ce la stessa proprita’ che sie ‘ aquisita l’Italia intera come il calcio i giornali il potere economico praticamente tutto tutto…E’ come se il Tor Sapienza va a giocare con il Brasile di Pele’ Rivelino Tostao. Se loro la Juve non vuole vincere lo scudetto non lo vince oppure fanno in tutti i modi per vincerlo.Tutto questo dimostrato con il passato, ed e’ una novita’ quando lo vincono gli altri. c’e L’ Inter e il Milan che vincera’ lo scudetto poi il Napoli e Atalanta poi la Lazio e finalmente la Roma perche’ ultima lo sai perche’ perche gioca pulito da sempre in tutte le sfere e da’ fastidio sto giocattolo non si puo’ cambiare funziona cosi da’ sempre ce stanno di mezzo soldi e compromessi. Sai perche non entro mai nelle diatribe su Giocatori e situazioni nella Roma entro solo perche’ l’attaccano senza immagginare che veramente e’ l’unica che tenta di fare un calcio che gioca per vincere come in altri paesi dove non ce solo il denaro ma la sana passione il volerci credere ogni anno che sia quello nostro. Per vincere abbiamo scelto la squadra sbagliata ma un romanista ce crede fino alla morte si incazza si indigna manda a f….. presidente allenatore calciatori poi gli passa perche’ un vero Romano e Romanista ama citta’ e squadra SEMPRE e’ fino che sono della Roma i Presidenti gli allenatori dirigenti calciatori come detto prima li odio e li Amo se no cambiamo sport parlo per me questa e un mio pensiero che volevo scrivere non solo a te stando lontano vivo lontano da Roma le polemiche mi fanno piu’ amareggiare e offendere e incazzare per come scrivono i cosidetti mass midia loro si mercenari e meretrici di altri. Ma piu’ i tifosi disfattisti che vanno dietro notizie fassulle, poi i notiziaroli se ne azzeccano una si fanno il nome, e noi a incazzarsi. Torniamo ha essere un po’ bambini e pensare in futuro riusciremo a vincere e se quel momento arrivera’ allora il calcio e’ nobile non e Torino e’ Roma……Forza Roma Sempre

  3. Stavolta sono molto d’accordo con l’analisi di David Rossi: lasciamo lavorare in pace la società, eventuali critiche negative rimandiamole di qualche mese, tanto le parole non servono a molto, contano solo i fatti. Opinione personalissima, come sempre.

  4. David Rossi…ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha.
    Ci sta qualche sconfitta dopo anni di successi ahahahahahahahahaha

    • “Quando rifondi una squadra, rimetti mano al monte ingaggi, fai rinunce dolorose, ci vuole tempo e pazienza. Si perderanno partite, e non si dovranno fare drammi”

    • dimmi erik qual’è il senso di quello che dice Rossi secondo te?
      perchè di rifondazioni ne vedo una all’anno da 20

    • @aldo quindi secondo te: “Ci sta qualche sconfitta dopo anni di successi” = “Si perderanno partite, e non si dovranno fare drammi”
      A me non pare proprio la stessa cosa!!!

    • ah…pensavo avessi capito che fosse ironico il “ci sta qualche sconfitta…” come si fino ad ora avessimo sempre vinto e pazienza se dobbiamo sopportare qualche sconfitta.

  5. “Percorso di crescita”..quante volte le ho sentite queste parole..per adesso, come ha detto Mourinho, è un percorso di dolore più che altro. A me va bene tutto tranne le prese per il cuxo

  6. Ma senti che discorsi del kaiser mo per i pennivendoli lo stadio di genoa tutto di un botto può fare la
    Differenza perché li ce un tifo infernale mandocaxxo vivete scribacchini che non siete
    Altro manco fosse lo stadio Alberto José Armando meglio conosciuto come il bombonera
    A caxxaroni patentati

  7. L’unica cosa che mi preoccupa se prendiamo Dalot è che Catalani dica: “a me piace molto, magari lo prende la Roma” e lui di calcio capisce quanto una ameba di fisica quantistica. Parole del genere le aveva riservate a Brunetto Peres!

  8. Adesso non c’è più il laziale Baldissoni a comodarsela dentro Trigoria, c’è il pastore Pastorella,che sicuramente pure lui sarà laziale, ha preso potere me i cojones ora c’è da tremare

    Audience 500 mila persone al giorno che lo ascoltano,lui che parla del pastore Pstorella il capo dei capi, del centro sportivo fulvio Bernardini

  9. Cioe’ radio ballotta ce dice che se perdiamo a genova con una squadra de serie b va bene uguale…che stiamo facendo un percorso di crescita…diceva le stesse cose quando c’ era il suo datore di lavoro ballotta , continua anche adesso cou friedkin a dire le stesse cose,quindi mi auguro che si sbagli come del resto sempre.
    Forza ROMA

  10. Ma Furbetto Focolari, quaija doc, perché parla della mia Roma, sempre come corvaccio nero maledetto? Ma che Pruzzo lo chiamano nelle radio dei sbiaditi a parlá del nulla????

  11. Radio radio su tematiche serie e semiserie ci puo’ stare, ma sul calcio verigognosa a parte Pruzzo che di calcio ci capisce, tra ex giornalisti rai inzuppatori di calcio solo per campa’ c’e il complottista convinto si Stefano Agresti quello li supera tutti lui della Roma vede solo il male: Micki litiga con Mou lui ha trovato nei nuovi proprietari del Genoa nuovi ambizioni nuova ninfa per questo la Roma perdera’ a Genoa perche’ questa e’ la sostanza delle sue parole ove non trovo mai una giustificazione un rispetto un qualcos di buono che questa societa’ di Calcio chiamata Roma dai proprietari arrivati dal Texas senza conoscerli oppure aveva amicizia con Pallotta. Un altra cosa mi devo informare se Calciomercato .com sia passato dalla gedi questa estate a una societa Americana che non sia proprio di quelli del Genoa non lo so mi informaro. un giornalista lestofante che passa sempre nei poteri forti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome