Pedro nel 3-4-2-1? Fonseca lo vede come prima o seconda punta

11
2378

AS ROMA NEWS – Con le ali messe in secondo piano dal nuovo modulo di Fonseca ci si comincia a domandare che destino ci potrebbe essere per Pedro, calciatore già bloccato dalla Roma per la prossima stagione.

L’esterno si libererà infatti a parametro zero dal Chelsea al termine di questo campionato e firmerà un biennale con opzione per il terzo con la Roma. Pedro nasce come ala pura, avendo giocato per tante stagioni da esterno nel 4-3-3 nel Barcellona, ma che con gli anni si è trasformato in seconda punta.

Nel 3-4-2-1 quindi potrebbe giocare benissimo in appoggio a Edin Dzeko, ma Fonseca, scrive l’edizione odierna del Corriere della Sera (L. Valdiserri), lo vede addirittura come possibile alternativa al bosniaco. La Roma con Pedro dunque avrebbe un jolly per ogni posizione dell’attacco, potendo all’occorrenza giocare anche come vice-Dzeko.

Fonte: Corriere della Sera

11 Commenti

    • In realtà anche a me.
      Poi non so quanto possa reggere il modulo. Il 3-4-2-1 in realtà nasconde una difesa a 5, e mi sembra più una soluzione momentanea affinché i difensori della Roma (mancini e ibanez) possano crescere più velocemente.
      Con una Roma più coperta sono meno esposti. E poi se andiamo a vedere bene, numericamente dovremmo avere altri 2 centrali di livello. Cosa che non abbiamo.

      Io credo che il prossimo anno la Roma farà 4-2-3-1.

  1. Capitan Ovvio è tra noi. L’esterno a tutta fascia non lo può più fare: non ha la gamba e la velocità dei giorni migliori, per di più la sua struttura fisica non glie lo consente. Comunque, se si è deciso di giocare con 2 uomini fra le linee e lasciare l’ampiezza ai “terzini”, un giocatore come lui è perfetto.

  2. @@@ l’importante è che non lo metta in panca.
    @@ da lui c’è da sapettarsi di tutto.
    @ a quel punto che lo prendiamo a fare?
    *** ce le ha le idee chiare sull’utilizzo di questo giocatore?

    FRS💛💗

Rispondi a Marcoilpolo Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome