Rinnovo subito

92
1433

AS ROMA NEWS C’è solo una strada da seguire in questo momento per provare ad uscire da questo pantano in cui si è cacciata la Roma, e solo per colpe proprie. Una mossa che fino a qualche tempo fa avrebbe fatto felici tanti, ma che ora sembra essere la scelta più impopolare: rinnovare il contratto a Josè Mourinho e annunciarlo pubblicamente per bocca del nuovo ds.

Tutte le altre strade sono dirette verso un inevitabile precipizio, a cominciare dall’insana voglia di esonerare l’allenatore per affidarsi al traghettatore di turno. Ancora più ardita la tentazione De Rossi, una soluzione che farebbe del male non solo alla Roma ma anche alla carriera dell’ex capitano, ancora tutta da costruire dopo il flop con la Spal.

Trovare il capro espiatorio nell’allenatore è un film (stucchevole) già visto centinaia di volte qui a Roma. Intendiamoci, anche Josè Mourinho ha la sua ricca dose di colpe, in primis quella di essersi appiattito sulla mediocrità di squadra e club, arrivando ad avallare campagne acquisti sballate, basate su giocatori inadeguati e altri fisicamente finiti.

L’amore per questa città e la sua tifoseria lo hanno reso vulnerabile, e lo ha spinto perfino a dichiararsi disponibile a un rinnovo al buio, e ad allenare una Roma senza campioni ma pronta a scommettere sui giovani. Una scelta spiazzante, che di mourinhano ha ben poco, lui che dopo l’exploit con il Porto ha sempre basato il suo successo sportivo sull’importanza di avere dei campioni in rosa.

Di questo momento di crisi c’è anche tanto di Mou, ma la voglia di cambiare allenatore è guardare il dito e non la luna. Il progetto tecnico portato avanti in questi tre anni si è dimostrato fallimentare, con una rosa ridotta a vivacchiare su calciatori in prestito destinati a salutare (leggi Lukaku), a puntare su una sfilza di giocatori infortunati, non adatti alle ambizioni della Roma in alcuni casi o al gioco del tecnico in altri, e a ignorare un problema evidente in difesa.

Anche la presidenza ha le sue responsabilità: i Friedkin hanno il grande merito di aver salvato la Roma dalle macerie lasciate dalla precedente gestione, acconsentendo però di firmare un accordo-tenaglia con la Uefa che non permetterà al club di poter investire sul mercato ancora per qualche anno. L’errore imputabile ai texani, più che il loro silenzio assordante, è soprattutto l’incapacità di aver saputo costruire una società forte e ben strutturata.

La scelta di puntare su Tiago Pinto, dirigente giovane ma con poca esperienza, ha dato risultati solo a metà, perchè a fare il lavoro di dirigente, comunicatore e in alcuni casi anche ds è stato Josè Mourinho, il parafulmine gigante dietro cui si nascondono un po’ tutti oggi a Trigoria. E se cambiare allenatore a campionato in corso sarebbe una scelta sucida, anche quella di iniziare un percorso nuovo con una guida tecnica diversa in estate appare una mossa che lascia diverse incertezze.

Puntare sul Thiago Motta di turno (scordatevi Conte, Klopp o affini, non accetterebbero mai) potrebbe garantire alla Roma un futuro migliore di quello attuale? Impossibile saperlo. Di sicuro c’è solo che l’ex centrocampista dell’Inter si troverebbe costretto a lavorare con gli stessi calciatori giudicati inadeguati un po’ da tutti. E se Mou non è Harry Potter, Thiago Motta o Italiano non sono di certo Houdini. Perchè pensare di poter far meglio l’anno prossimo con una squadra senza i suoi calciatori più forti, nell’impossibilità di fare mercato, puntando su giovani della Primavera e qualche seconda linea è un semplice volo di fantasia.

Meglio restare focalizzati sul presente. E attenzione a dare per finita questa stagione: manca ancora metà campionato, c’è un’Europa League da giocare, e la zona Champions è ancora alla portata della Roma, che deve a tutti i costi provarci fino alla fine. E per provarci serve una scossa, che non può mai essere l’esonero del tecnico, o la sua conferma a tempo da esautorato in attesa di un addio a fine stagione.

L’unica scossa da dare a un gruppo demoralizzato e ad un ambiente depresso è ridare pieni poteri al tecnico con un segnale forte, che non dia più alibi a nessuno. E poi ripartire più compatti che mai verso un traguardo fondamentale da raggiungere. Un traguardo incredibilmente ancora alla portata, che si può provare a raggiungere solo con Josè Mourinho saldamente al comando.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteCALCIOMERCATO ROMA LIVE – Tutto il mercato giallorosso minuto per minuto
Articolo successivoArriva Friedkin: oggi Dan a Trigoria. Mourinho non rischia, si decide il nuovo ds

92 Commenti

    • Fiorini sponsor ufficiale della Mourinho corporation, il progetto degli ultimi tre anni lo abbiamo sotto gli occhi e non aggiungo altro. FORZA MAGICA.

    • io no, perchè puntare sui giovani e insegnarli un non gioco? non ha senso… non si riesce neanche a capire che con un centrale di ruolo non si può giocare con 3 centrali… mi spiace ma io cambierei allenatore se dovessi fare un progetto giovani..

    • non sono per niente d’accordo con l’articolo.
      SE (come sembra) la società ha dubbi sull’allenatore, rinnovi per salvare questa stagione, ma ipotechi il futuro vincolandoti a una scelta in cui non credi.
      una programmazione seria ha lo sguardo volto all’orizzonte e non davanti al naso

    • Io lo dico da inizio stagione che farla non sapendo se Muo fosse rimasto oppure no sarebbe stato controproducente , perché i calciatori rimangono sempre persone e non ti danno più l’anima in campo, lo abbiamo già visto a Roma , quando hai un allenatore ridimensionato che non h più potere sulla squadra questa alla fine non ti segue più mandando a pu…e la stagione, è successo anche con Gacia , gli ultimi 2 anni quando tutti sapevano che la società gli aveva tolto potere è stato un calvario….. non si allenavano nemmeno più come prime, mi ricordo che a dicembre prima di Natale la Roma pese una partita e lui dichiarò che alla ripresa ci sarebbero state doppie sedute, alla ripresa vennero annullate perché i giocatori si erano andati a lamentare con Sabatini, arrivò Spalletti che aveva carta bianca e la prima cosa che disse , questi devono stare zitti e pedalare da oggi fino a fine stagione doppie sedute per tutti, e così fù. In questa stagione è successa più o meno la stessa cosa , i giocatori non tutti , perché ci sono quelli che per Muo darebbero l’anima , vedi Mancini e Cristante, non vanno più nella stessa direzione e questa e solo colpa della proprietà, tra i franchi tiratori ci metterei Pellegrini e Spinazzola , Smalling zale, Kardstrop , secondo me Smalling adesso tornerà anche a giocare.
      Gli elementi per finire di mexxa c’erano tutti e la responsabilità in primis è dei Friedkin

  1. La logica c è, articolo sensato.
    Serve però un DS che generi un cambiamento di pelle della rosa e che lavori di accordo con il coach, chiunque sia .
    E Mourinho potrebbe anche uscire dai suoi dogmi e provare a far giocare la squadra .

    Vedremo, e’ questione di poco tempo oramai .

  2. quest’articolo e’ agghiacciante. Mi ricorda quella barzelletta di quello che torna a casa e trova la moglie a letto con un altro e per fargli un dispetto si taglia i cogxxxni…..

  3. Esonero subito. Il progetto tecnico intrapreso è stato condotto proprio da Mou, la società in partenza era dichiaratamente intenzionata a puntare su una squadra giovane, proprio il tecnico ha imposto questo cambio di strategia. Mou non allena per amore ma per 7,5 milioni di euro a stagione occupando una grossa fetta delle poche risorse disponibili (per non dare nulla in termini tecnici e per deprimere tutti con le due vomitate settimanali che parrebbero aver stufato anche i calciatori).

  4. Concordo nel ragionamento sul valore della rosa – ma non sul rinnovo di Mourinho – mi sembra senza senso visto che la società non li darà mai i grandi giocatori di cui necessita il suo “non gioco”.

  5. Viene la nausea solo a leggere il titolo. Questa ostinazione verso l’idolatria di questo personaggio è al limite dell’assurdo

    • Ripetete a pappardella sempre la stessa cosa..non significa avere ragione, se non ti sta bene l’articolo di Fiorini , puoi leggerti un fumetto di Topolino…

  6. Finalmente qualcuno che rispecchia il mio pensiero su un articolo, qui a Roma abbiamo sto vizio maledetto di dare sempre colpa all’allenatore, qui a Roma sistematicamente ogni 2 3 anni si sfascia un progetto e se ne fa un altro, ma se giocatori come spinazzola zalewski si dimenticano come si crossa può essere mai colpa dell’allenatore? e posso andare avanti all’infinito ma mi fermo qui, e non faccio questo discorso perché è mourinho perché l’ho fatto anche ai tempi di luis enrique

  7. Sono d’accordo che un traghettatore questa stagione non la salverà mai, ma non sono d’accordo sul rinnovo. Rinnovare per cosa ? Altri 3 anni di polemiche settimanali, panchine espulse, gioco inesistente, giocatori accusati in conferenza stampa, critiche alla società, classifica deficitaria, derby persi, stipendio monstre, rosa svalutata, ritiri in Algarve ? Anche no, grazie. C’è una qualche probabilità che tutto questo finisca solo grazie a un rinnovo ? no, la probabilità è zero.

    Questa squadra, questi tifosi, questa città hanno bisogno di normalità, di tornare a parlare di calcio, di mettere da parte i capipopolo, di voler bene a una Roma magari piccola, ma dove tutti remano dalla stessa parte.

    Con questo non voglio dire che arriva Thiago Motta (che poi è tutto da vedere se accetta) e magicamente andiamo in Champions, sarebbe naif pensarlo, ma perlomeno non dobbiamo sorbirci tutto il pacchetto Mourinho che ho descritto sopra, e magari sperare di risalire la china invece di scendere sempre più giù, verso l’inferno.

    • di cosa parli? del presente o a giugno? perché ancora ci sono un paio di obbiettivi che la società ha dato al mister e alla squadra. Mou dovrà aspettare maggio per un eventuale rinnovo altrimenti che firmi con altri. si va avanti

    • @Ansu: parlo di rinnovare ora a Gennaio. Come minimo si, aspetterei la fine della stagione per considerare qualsiasi ipotesi. Ma avrei i miei grossi dubbi a rinnovare anche nel caso di arrivo in Champions, anzi potrebbe essere la spinta giusta per iniziare un nuovo corso.

    • Parlare di calcio, come fatto con il povero Di Francesco ?? Come fatto contro Fonseca? Eppure giocavamo a calcio..ma l’andazzo , soprattutto qua sopra, era lo stesso, l’andazzo con gli arbitri era lo stesso.

  8. Quando arrivò, espressi dubbi sulla coerenza strategica di prendere Mou e non avere poi un adeguato budget per il calcio mercato.
    Mi illusi che forse forse allora voleva dire che il budget c’era!
    Ora che sappiamo che il budget non c’è, e ora che Mou “qualche” limite lo ha mostrato…una scelta del genere sarebbe semplicemente SUICIDA

    • Hanno semplicemente un opinione diversa dalla tua. Io sono d’accordo per esempio. So opinioni…

  9. Ragionamento che ha un senso. Ma non credo rinnoveranno il contratto al Portoghese. Si continuerà così fino a fine stagione (la società non può permettersi l’esonero del tecnico).
    Servono comunque degli innesti, altrimenti può venire pure Gesù Cristo ma il risultato non cambierebbe…

    • servirebbe pure una retata della Guardia di Finanza e dei Carabinieri nelle sedi di FIGC E LEGA, altrimenti possono venire pure i meglio campioni del mondo , non cambierebbe mai niente…

  10. Quello cha ha scritto Andrea Fiorini e’ un messaggio chiaro. Quella la strada da percorrere. Poi le analisi si faranno. Si, la stagione non e’ finita. Finiti sono i bonus per chi non rema dalla parte giusta. Con Mourinho, ne sono convinto, si possono ancora raggiungere gli obiettivi che sono alla portata di questa Roma.

  11. Caro Fiorini l’articolo da scritto è ben fatto ma tralascia un punto fondamentale e cioè il fatto che chi ci ha portato nella mediocrità tecnico tattica, per gran parte del merito siede oggi in panchina.

    I pieni poteri?

    Perché Mourinho non li ha i pieni poteri?

    Mourinho è Deus ex machina nella Roma dal primo giorno a Trigoria, ha più potere di un manager inglese.

    Voi volete il rinnovo di un allenatore superato tatticamente dal tempo, uno che parla di traditori, uno che ci ha portato, non solo lui, ha fare la peggior stagione, ad ora, degli ultimi vent’anni, uno che fa giocare la squadra in un modo scandaloso, un integralista nato, uno che non si inventa nulla e piange, uno che non parla MAI di calcio ma solo di lamenti, eccetera eccetera.

    Voi siete INNAMORATI del nome Mourinho, dalle moine stucchevoli, dal comportamento populista, del suo curriculum, senza vedere la realtà.

    Su quali basi può rimanere un allenatore del genere?

    Per sentire ancora che la Roma fa i mercatini da due soldi perché non si può permettere luka modric? per sentirsi dire che senza Dybala non si può giocare a calcio?

    Io alle volte non capisco come si faccia a pensare certe cose, quando la realtà è così chiara…

    Molte volte sono d’accordo con te Fiorini, ma questa volta sono molto distante dal tuo pensiero.

    • Ma tutte ste notizie da dove le prendete? Se Mou ha pieni poteri perché lui chiede Xhaka e je comprano shomurodov? Per poi comprare Paredes, scartato dalla Juve?o per vincere la scommessa Renato Sanchez sulle spalle della Roma( ci sono le dichiarazioni). Per andare contro Mourinho si dicono cose false, a me questo non piace.
      Ma a Roma è dai tempi der papato che piace la pubblica esecuzione der Capro espiatorio. Nella precedente gestione quanti allenatori abbiamo cambiato? Con quali risultati?

  12. Assolutamente d’accordo con tutto quanto scritto nell’articolo. L’unico modo per riportare un po’ di ordine è il rinnovo di Mourinho. Senza rinnovo la squadra non lo seguirà. Anche in questa situazione Mourinho ha accentrato su di sè tutta l’attenzione, è il parafulmine di tanti problemi della Roma ed è solo lui che, in questo momento, può cercare di risolverli.

  13. Il vaso è rotto e incollarlo non lo farà sembrare nuovo. Meglio avere il fegato di cambiare strada, ma avendo imparato qualcosa dagli errori commessi

  14. Percaritadiddio!!! Il rinnovo significherebbe altri anni senza calcio, risse verbali e fisiche, continui scarichi di responsabilità. Solo al pensiero, mi vengono i brividi. Mou deve terminare questa stagione e poi saluti. Visto che ha sbandierato ai 4 venti la sua ineccepibile professionalità, nulla cambierà quest’anno con un contratto in tasca o meno. Come mai non si pongono questo problema a Milano con Pioli, non se l’è posto il Napoli con Spalletti (che sapeva di andarsene eppure è andato benissimo)?
    Il rinnovo a Mou avrebbe lo stesso nefasto effetto del settlement agreement…la Roma si firma le proprie condanne da sola. È ora di uscire dagli equivoci: se i soldi sono pochi, non ha senso continuare con i Dybala, i Lukaku per nascondere i problemi, abbiamo visto che non funziona. Bisogna GENERARE UN VALORE PATRIMONIALE DELLA ROSA. Scouting, pazienza e competenza.

  15. totalmente d’accordo.
    rinnovo subito, in qualsiasi forma.

    la scelta peggiore sarebbe non fare nessuna scelta

    perlomeno, la società dovrebbe offrire il rinnovo, ma a queste condizioni non so se accetterei, fossi Mourinho.

    • No, rinnovo CONDIZIONATO ai risultati delle prossime 3 partite… li facciamo 9 punti secondo voi? (che poi sarebbe solo “fieno in cascina” perché sul finire di campionato, di seguito, vai a napoli, hai rube in casa e poi vai a bergamo dove al 95% farai 0 punti (seru!) ALTRO che sogni di gloria…👏🏻

  16. Sono d’accordo sul rinnovo, sarebbe un segnale per la squadra. C’è bisogno di rinnovare il parco calciatori, però. Chi si sta legittimamente esprimendo contro Mou pensa che con questa squadra e un altro allenatore andremmo molto più avanti?

  17. boh

    io una rometta che difende (male) in 9,

    che non propone MAI,

    che continua a schierarsi a 3 dietro anche quando non ha 3 difensori in rosa

    con un 352 che ormai mi ricorda tanto il buon vecchio mazzarri alla reggina

    che si presenta a tutti gli scontri diretti come se andasse al patibolo…

    ecco, questa Roma è diventata indigesta.

    ❤️🧡💛

  18. Spero sia una provocazione, in caso contrario è il modo migliore per volere il male della Roma. Mourinho è stato ed è il danno economico è tecnico più evidente, 3 anni di nulla o quasi, figuracce e prese per il c…..a josa, e non regge la mediocrità della Roma, che non lo è, perche davanti hai Bologna, Fiorentina, Atalanta, Lazio, il Napoli disastrato ed hai gli stessi punti, quasi, del Torino……Negli ultimi 3 anni hai perso l’80% degli scontri diretti giocando sempre alla stessa maniera……mai uno schema, una sovrapposizione, solo gioco orizzontale a perdere campo e lancio in avanti alla cieca. T. Motta con questa squadra arriva 4 in pantofole.

  19. Mourinho ha colpe evidenti perché è sotto gli occhi di tutti che questa squadra non gioca a calcio, non ha la minima idea di come si sviluppa una azione offensiva, e la butta solo sulla battaglia continua per protestare contro gli arbitri (quante energie nervose spese invece di pensare a giocare a calcio).
    Però bisogna anche dire, perché le colpe non sono mai solo di uno, che non esiste al mondo una squadra con metà giocatori con le valigie alla porta. Ci sono sette prestiti, sette: Sanches, Paredes, Lukaku, Azmoun, Hujsen, Llorente, Christensen. Ci sono tre in scadenza: Rui Patricio, Boer, Spinazzola. E ci sta pure il separato in casa, Smalling.
    Sono undici giocatori, metà rosa, a cui della Roma frega poco o nulla perché pensano che tra cinque mesi probabilmente stanno da un’altra parte.
    Questo è…

  20. Rinnovare Mou significherebbe condannare la Roma, sono d’accordo con chi non vuole esonerarlo ma parlare di rinnovo guardando la classifica attuale fa molto ridere

  21. Se non è detto che un allenatore diverso potrebbe fare. giocare alcuni di questi giocatori in modo diverso (migliore), è ancor più sensato pensare che lo stesso allenatore non potrebbe fare meglio di così.

  22. sento tanta isteria… non esalto Mourinho, a chi comunque imputo scarsa capacità di adattare il materiale umano a disposizione e a fare crescere qualcuno (anche se si potrebbe dire che Bove è diventato giocatore con lui).
    lui non ha mai dato gioco spettacolo, ma concretezza.
    la personalità questa squadra però l’ha persa strada facendo, anche perché alcuni leader sono scappati o si sono sbriciolati.

    ma pensare che a metà gennaio si possa trovare qualcuno disposto a subentrare in questo marasma e capace di miracoli, è irreale… visto troppe volte per non sapere come andrebbe a finire

    oltretutto, lo prendi per 6 mesi (quindi nessuna reale fiducia e nessuna presa sulla squadra) o ti impegni fin da ora per la prossima stagione?
    e poi, ma chi ci viene? vi aspettate fenomeni conclamati??

  23. Con qualche giocatore bravo e gli altri che seguivano e davano tutto, mou negli anni passati ha fatto vedere ha tutti cosa può succedere, due finali di coppe europee, una vinta e una sapete come è andata. purtroppo a Roma si è scambiato dei buoni cambi con dei titolari è questo ci ha portato ad avere degli stipendi non congrui. Ci sono giocatori usciti dalla primavera che possono farci avere un gruzzoletto da investire per uno o due buoni prospetti, tipo pellegrini e zalenki, tanto top giocatori non possiamo prenderne. C’è solo l’AS ROMA.

  24. Opinione personale: secondo me la squadra che abbiamo è da quarto posto. Penso che la nostra rosa sia più forte di quella della lazio, della fiorentina, del bologna e dell’atalanta. Col napoli che si è autodistrutto, la posizione che dovrebbe attualmente occupare la roma è il quarto posto. La roma sarebbe inoltre dovuta arrivare prima nel girone di europa league e battere la lazio in coppa italia (perchè, come detto prima, penso che la nostra rosa sia superiore a quella della lazio). Visti i risultati che abbiamo ottenuto ed il valore della rosa, mi sembra corretto affermare che con Mou la roma sta pesantemente sottoperformando. E stiamo pesantemente sottoperformando da inizio anno.
    Io sono favorevole all’esonero immediato di Mou e all’ingaggio di un altro allenatore (mi va bene anche Thiago Motta), perchè fare risultati peggiori con questa rosa mi sembra molto molto difficile.
    Ripeto che è solo la mia opinione personale, e spero di non ricevere insulti per aver espresso un’opinione forse poco popolare

  25. Credo che si possa dire che il programma tecnico di questi ultimi due anni, a meno di un improbabile risveglio in quest’ ultima parte di stagione, sia fallito. Non si è potuta registrare alcuna crescita e il patrimonio tecnico della squadra appare svuotato: è una squadra senza competività e, senza apporre giusti correttivi, senza futuro; stante anche la situazione riguardante l’accordo vincolante (castrante) con l’ UEFA. Ora capisco che rispetto all’incertezza di un progetto tecnico assolutamente nuovo, stabilire un elemento di continuità, specialmente al riparo di un TOTEM come è José Mourinho, darebbe un po’ più di certezze. Ma il presente fallimento è sicuramente legato anche alla gestione del nostro mister: avere o meno Mourinho come allenatore influenza il tipo di scelte che si possano portare avanti. Mourinho, Tiago Pinto e Friedkins hanno fallito, accumulando errori su errori. Friedkins rimane, gli altri due no. Non ci si può legare per altri tre anni ad un allenatore che per la consistenza del suo stipendio non è esonerabile, se non abbia prima dimostrato di legarsi benissimo alla realtà della nostra squadra. Un progetto tecnico così difficile come quello che attende il nuovo direttore sportivo non può essere improvvisato, la scelta dell’allenatore è fondamentale: deve essere una figura in grado di inserirsi perfettamente nella strategia sportiva della Roma che verrà. Mourinho è un grande allenatore, ma non porta nulla ad una squadra che deve ripartire da giovani ed investimenti oculati. Sarà necessaria tanta pazienza, perché i risultati non saranno immediati. Ma la natura di una squadra come la Roma, con la forza della solidità del suo seguito, è destinata a rialzarsi. Tutto sta a fare meno errori di strategia possibile: confermare Mourinho, se da un lato darebbe stabilità per il presente, ti impiccherebbe il futuro. Non sono assolutamente d’accordo. FR

  26. OK esonerare ora Mou è azzardato e non garantisce nulla, prendere De Rossi come traghettatore è romantico ma anche azzardato e non garantisce nulla, arrivare a fine stagione in questa situazione è difficile ,oltre che azzardato e ,sicuramente ,anche quì non garantisce nulla vista la situazione della squadra senza gioco e con un organico a metà e quella di un allenatore in scadenza di contratto .
    Per me la soluzione è rinnovare a Mou a patto che lui cambi modulo di gioco con un classico 4 – 4 – 2 .
    La difesa a tre oggi non ce l’abbiamo più e non garantisce nulla, di gol ne prendiamo tanti, il centrocampo nel corso della stagione si è dimagrito al punto che : o giocano sempre gli stessi o metti un primavera e a me sembra che al centro, siamo sempre in svantaggio di un uomo contro gli avversari , l’attacco non avendo una squadra dietro che lo supporta si è involuto e non segna più, le ali ,o cosidetti quinti , sono quanto di peggio c’è in serie A non supportano il gioco d’attacco e sono scarsi in difesa , quindi, cambiamo modulo e adattiamolo a quel che abbiamo: difesa a quattro, due centrali e due terzini che difendono e basta con licenza di sgaloppare in attacco uno per volta se se ne presenta l’occasione, a centrocampo il rombo composto da Bove vertice basso davanti la difesa come fu DE ROSSI per aiutare la difesa e bloccare il gioco avversario ( lui è il più bravo in questo) , al centro CRISTANTE e PAREDES con Paredes a cercare di creare gioco e Cristante libero di inserirsi in attacco e tirare da lontano ( le sue doti migliori e oggi sempre sprecato in un ruolo troppo difensivista ), al vertice alto del rombo Pellegrini che dialoga con le punte Dybala e Lukaku . Naturalmente un Dybala potrebbe giocare anche al posto di Pellegrini con Lukaku e Azmun come punte .Tutti gli altri come riserve, quando servono entrano.
    Non sarà la panacea che ci farà vincere lo scudetto, ma nella miserevole situazione attuale da perdere abbiamo poco , perchè non provarci?

  27. Io so solo che gli ultimi che hanno chiesto o ricevuto “pieni poteri” non hanno mai fatto una bella fine. Per favore evitiamo questi discorsi assolutisti.

    La Roma deve ripartire con un allenatore in linea con il budget e la rosa che dovrà costruire necessariamente la prossima stagione. Nessun giocatore della rosa ha acquisito valore, alla lunga questo impoverimento ci distruggerà se non cambiamo rotta.

    Non sono bastati quasi 3 anni per capire che questo (non) progetto, con questo allenatore, non funziona? Basta fare rose scombinate con qualche grande giocatore qua e là. Vi ricordo che siamo il terzo monte ingaggi della Serie A, a pochi milioni da Juve e Inter, e siamo noni.

    Questo si chiama accanimento terapeutico.

  28. Ci siamo finalmente accorti che il problema era il ds. Ma dai. E chi l’avrebbe detto. Possibile che il problema era quell’incapace che ricopriva 2 ruoli ma non ne sapeva fare nessuno dei due e aveva il curriculum di uno 0 perdente? Si era lui. Qualcuno si è iniziato a svegliare con colpevole ritardo come il presidente. Ci sono voluti 3 anni di fallimenti per far capire quanto fosse inadeguato. Ora dobbiamo ricostruire dalle macerie lasciate dallo 0 assoluto.

  29. Quando scrive Fiorini c’e’ poco da dire, sottoscrivo….Adesso deve fare la societa’ e subito !!!! Abbiamo 16 giorni per vendere e prendere. Chi non vuole stare con Mou puo’ andare almeno fino a Giugno e’ cosi ! Se no vada sulla Laurentina che c’e’ la Madonna della Rivelazione che e’ un tutto dire….Cosi’ capira’ che vuole fare.

  30. I ero favorevole a MOURINHO ma deve cambiare atteggiamento non può la Roma pensare sempre a non prenderle non giochiamo più una partita cercando di imporre il nostro gioco per cercare di vincere ma giochiamo per cercare di non prendere e non cercare di vincere e la squadra mi sembra convinta di questo e a me sinceramente questo atteggiamento non piace vorrei vedere la mia squadra cercare di vincere la partita anche perdendo ma almeno provarci tanto perdiamo lo stesso basta guardare i risultati

    • Io personalmente sono per non prendere gol. Poi il gol lo fai. Altri invece hanno impostazioni più proattive. E comunque ottengono risultati (secondo me con più fatica, ma è una mia fissa questa). Il problema di Mourinho non è certo la sua filosofia di gioco. Sono per un cambio tecnico, non di filosofia di gioco.

  31. Io non voglio neanche pensarci a De Rossi come Allenatore! E quali meriti avrebbe per prima cosa? In seconda battuta… Cosa ci si vorrebbe aspettare da uno che in sedici anni alla Roma ne ha giocati al massimo 4 per poi (Pellegrini il suo erede) piantarsi in infermeria per il resto della sua carriera, tra festini, assenze proprio negli allenamenti e dissapori nello spogliatoio? Allora ce le vogliamo proprio cercare!!! Veramente ora inizio a vedere la pallanuoto!!!

  32. Anche se cambiamo allenatore e poi come sicuro succede in questi casi non cambia la storia che si fa?
    Ne cerchiamo un altro e poi un altro ancora.?
    Siccome fra una squadra mediocre e con qualche fuoriclasse acciaccato e un allenatore con 26 titoli la colpa dei risultati a do piu alla squadra che al tecnico.
    Quindi sto con l”allenatore.
    Semplice no?

  33. Ogni giorno un articolo che contraddice il precedente. La soluzione ai problemi in fondo è unica e banale nella sua semplicità: comprare giocatori bravi sani e impiegarli nei ruoli giusti cosa raramente successa a Roma. Per questo serve un ds competente con gli agganci giusti. Pinto sostiene che è stato bravissimo a liberarsi di giocatori che non avevano mercato ma degli strapagati Pellegrini, Cristante, Paredes, Aouar,Ndicka, Smalling e compagnia che ci lascia in eredità chi se ne libera?

  34. Sono pienamente d’accordo a metà ( frase celebre non ricordo chi la disse) con Fiorini.
    Nel senso che Mourinho ha pesanti colpe anche lui, perchè non ha senso interstardirsi su un modulo che si è rivelato fallimentare nella produzione del gioco e dei risultati.
    Però cambiare solo il regista e lasciare gli stessi attori o cambiarli con altri fatti della stessa pasta, non potrà che produrre lo stesso film già visto quest’anno. Cioè una squadra piena di buchi in ogni settore giocatori inadeguati strapagati e rotti.
    La Presidenza deve cambiare rotta deve rompere l’accordo con la Uefa se necessario e credo lo sia, sbarazzarsi di oltre la metà della rosa e ripartire da zero.
    Se questa è l’intenzione allora ha senso anche decidere di cambiare allenatore, viceversa se intendono vivacchiare con gente rotta e parametri zero allora la tifoseria deve farsi sentire non facendosi più vedere allo stadio.

  35. I giocatori vanno allenati per farli rendere d’accordo non sono fenomeni ma da quando c’è murinio sono tutti peggiorati e la colpa è sua sono tre anni e ogni anno peggiorano quindi è palese la sua responsabita via mou e forza roma

  36. Certi tifosi si meritano ancora 10 anni di pallotta e di fonseca. Il problema è mourinho? ecco perché a Roma non si vince quasi mai

  37. commento che letto cosi puo’sembrare anche correttamente impostato. rileggendolo e ragionandoci sopra e’ chiaramente por-parte.

    Che la rosa possa essere migliorata e’ fuori discussione ma e’ comunque una rosa con 15 nazionali (Quindici!!!) mice pizza e fichi.

    e’ lecito con questa rosa arrivare secondi in un girone di EL scandaloso?
    e’ lecito con questa rosa fare 29 punti in 20 partite di campionato?
    e’ lecito con questa rosa fare 6 punti su 30 contro le big del nostro campionato?
    e’ lecito con questa rosa non vedere uno straccio di gioco in 3 anni ma solo lanci lunghi?
    e’ lecito tutto questo nervosismo e le costanti polemiche?
    e’ lecito vedere giocatori fuori ruolo e umiliati in continuazione?
    e’ lecito prendersi i meriti quando le cose vanno bene e scaricare su giocatori e societa’le responsabilita’ dei propri fallimenti?
    e tutto questo dura da tre anni…

    allora la domanda da farsi forse e’ cosa ci piacerebbe che fosse la roma?

    una squadra che gioca bene a pallone con valori sportivi sani e che possa competere ad alti livelli – vincere conta solo fino ad un certo punto.

    la roma oggi e’ solo mourinho, per scelta sua. e questo in un’azienda seria non puo’ mai funzionare. conta la continuita’ e la filosofia aziendale deve regnare suprema dato che siamo tutti mortali.

    Innalzare mourinho a dio onnipotente fa solo malea tutto l’ambiente, in primis a lui stesso che gia’ di per se e’ abbastanza narcisista.

  38. La Gazzetta dice De Rossi, Repubblica dice Conte e Fiorini dice Mourinho. Io dico che i primi 2 sono cavolate, mentre la terza è il pensiero di una persona. Io spero che a parte ciò che scriviamo e diciamo noi che è superfluo, mi auguro solo che la presidenza abbia le idee chiare per il bene della Roma.

  39. Non so se è una provocazione della redazione per alzare un polverone.
    Chiedo questo al Sig. Fiorini lei è soddisfatto della stagione in corso oppure del bilancio relativo ai 3 anni passati?
    Sarebbe un suicidio allo stato delle cose rinnovare a Mourinho. Questo sarebbe possibile solamente se arrivasse l’arabo di turno con una valanga di soldi e potere politico presso la Uefa,
    con i soldi in bocca prende 15 campioni per dare un po di qualità agli schemi della squadra.
    Al momento questa è utopia, dovremo fare i conti con lo stramaledetto FPF quindi giovani da lanciare e Mourinho non è l’allenatore giusto.

    • con karsdorp e celik in champions non ci vai nemmeno con guardiola.

      io non lo esonererei ma a giugno aria almeno di un girone di ritorno straordinario.

      ❤️🧡💛

  40. …per questa stagione “con Mou fino all’inferno”…ma al termine (a meno di un miracolo) addio!!! Allenatore deleterio qui a Roma

  41. Sono assolutamente d’accordo !
    tutto il resto è follia senza un progetto concordato e studiato dal dirigente sportivo, che ora non c’è e la proprietà.

  42. Dai, diamogli pure un aumento di stipendio, 7 milioncini sono pochi, pensavo ad uno scherzo quando honletonil titolo, peccato non sia il 1 aprile

  43. Rinnovare? a 7,5 milioni? Non abbiamo un euro, fuori da tutto al momento e con un preliminare tutto da decidere e gli vogliono rinnovare il contratto dopo 3 anni di oscurità? In questa società c’è gente malata e noi tifosi siamo pure peggio.

  44. Leggo l articolo di Fiorini e mi dico” finalmente qualcuno che fa un ragionamento sensato e giusto” poi inizio a leggere i commenti e inizio a ridere mi sembrava di vedere zelig, leggevo i stessi commenti dei stessi personaggi che scrivevano il 2° anno di difrancesco il 2° anno di fonseca il 2° anno di garcia , spalletti li ha fregati prima perche se ne andato dopo un anno cosi come li ha fregati luis enrique , poi mi son messo a leggere delle formazioni che avevano questi signori centrocampi con pianic naingolan strotman derossi attacchi con zheko salah portieri come l impronunciabile 🙂 e allison come secondo , difese con benatia cassan , eppure arrivavamo 2 o 3 al massimo abbiamo vinto un bonsai, haaa dimenticavo avevamo il più grande giocatore della storia del calcio italiano da Francesco Totti , cmq c’è un perchè.
    Perchè vincenti si nasce i vincenti sono Allegri Conte Mourinho , i bel gioco sono thiago motta fonseca garcia (calcio meraviglioso quell anno con Gervinho eppure , zeru tituli), quindi sarei curioso di vedere perchè a parole si dice “so boni tutti” chi avrebbe vinto una coppa con quella squadra de seghe e chi ne stava vincendo un altra con sempre una squadra di ancor piu seghe , ve lo dico io NESSUNO se non Conte allegri o mourinho o posso metterci klop , concludo che per me possono cambiare chi vogliono allenatore presidenti tifo roma da 60 anni e questa per me è un lusso pensando a quando in campo ce portavano Peirò , quindi se va via mourinho non mi strappo i capelli ma di una cosa sono certo al 100%, se va via se ne và anche la speranza di poter vincere ancora qualcosa perche per 10 anni col bel gioco me ce so pulito il C….

  45. La Roma dei proclami, delle enormi perdite finanziarie, degli ingaggi monstre, dovrebbe ripartire il prossimo anno da una rosa in linea con la proprie disponibilita’ economiche con un nuovo allenatore che sappia far crescere il valore della rosa sia da un punto di vista sportivo che economico. Continuare sulla logica del “panem et circenses” sarebbe a mio avviso deleterio.

  46. Paradossalmente a me la diatriba sull’allenatore interessa poco in questo momento, dopo aver ribadito che l’esonero di Mourinho provocherebbe più problemi di quanti ne potrebbe risolvere.
    No, a me adesso preme soprattutto sapere come intende strutturarsi a livello tecnico questa società, se intende proseguire con l’atteggiamento minimalista che l’ha caratterizzata finora o se intende finalmente investire su un management robusto.
    Tutto il resto sarà logica conseguenza di quello che vedremo a tal proposito.
    Questo triennio ha scontato gli errori e l’approssimazione commessi a quel livello, nessuno ha compreso cosa si volesse fare e come.
    Un GM che ha fatto le veci di un DS, un accordo suicida con l’Uefa che presupponeva che i pochi investimenti possibili fossero fatti su profili grezzi ma futuribili e un allenatore che non aveva nulla a che fare con un progetto simile.
    I risultati gestionali sono sotto gli occhi di tutti: vero, abbiamo vinto un trofeo, seppure di prestigio limitato, un altro più prestigioso lo abbiamo sfiorato, ma al prezzo di una pericolosissima tabula rasa o quasi sul valore della rosa e una rivoluzione da fare senza poter investire un euro.
    Il destino di Mourinho e l’allenatore in generale è l’ultimo dei problemi in questo momento.
    Questo articolo serve solo a fomentare le ben note e insanabili fratture tra i fedelissimi di Mourinho e il resto del mondo, ma è uno scannarsi sul dito quando la luna è altrove.

  47. Fiorini, la sua era una opinione razionale. Personalmente, io avrei almeno aspettato lo spareggio di EL per capire se la stagione fosse stata definitivamente da buttare o meno e conseguentemente decidere su Mourinho. Bisognerebbe capire chi ha consigliato Mr President, gli americani si credono gli unici in grado di fare bene impresa….fingers crossed!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome