Settimana chiave: occhi puntati su Lukaku, Renato Sanches e Aouar

46
1958

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Quella che è cominciata ieri è una settimana chiave per capire come si presenterà la Roma alla ripresa del campionato, e quali giocatori saranno a disposizione di Mourinho per la partita contro l’Empoli.

Stasera gli occhi dei romanisti si divideranno tra la nazionale azzurra, con Cristante ancora in campo dal primo minuto in cabina di regia (Spinazzola in tribuna), e quella belga, con Lukaku ancora titolare nella sfida interna contro l’Estonia. Mourinho incrocia le dita e spera che Big Rom possa rientrare a Trigoria in piena forma, e magari con un gol che possa dargli ancora più fiducia in vista dell’esordio dal primo minuto in giallorosso.

In attesa che i nazionali facciano ritorno nella Capitale, le attenzioni del tecnico saranno rivolte al campo del Bernardini: Aouar e Renato Sanches dovrebbero tornare in gruppo da un momento all’altro. Il franco-algerino dovrebbe rivedersi con i compagni tra oggi e giovedì, più incerto invece il rientro del centrocampista portoghese, le cui condizioni fisiche sono sempre da monitorare con grande attenzione.

Recuperato Paulo Dybala, la cui presenza domenica non è in discussione: l’argentino riprenderà ad allenarsi con il gruppo solo in questi giorni. Non preoccupa nemmeno Mancini, che potrebbe anche recuperare per la partita di domenica sera contro l’Empoli. Da valutare invece capitan Pellegrini, che rischia di restare fuori.

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedenteLa Roma affila il suo attacco per la riscossa
Articolo successivoMou cambia le fasce: Karsdorp ed El Shaarawy le possibili sorprese

46 Commenti

    • con questi 3 nomi la squadra sarebbe da prime due della classifica. poi però nomi e prestazioni non sempre vanno di pari passo

  1. Leggo da molti interventi su questo Forum che siamo messi come le altre squadre come infortuni. Non ho informazioni in merito ma se è così mi conforta perché allora significa che non ci sono responsabilità oggettive all’interno della società.
    Credo che Sanches e Aouar possono essere la chiave di volta per farci salire di un paio di gradini nei valori. Mi rammarica e molto sapere che anche Dybala sia un enorme valore aggiunto, ma quando giocherà 3 partite consecutive ?

  2. Contro questo Empoli non correrei rischi di nuovi infortuni. La partita tosta è a Torino, quindi dosiamo le forze e non affrettiamo i rientri

  3. La svolta la avremo col centrocampo a 3 e qualche invenzione in attacco.
    Io voto per Paredes Sanches Aouar in mediana e tridente pesante Azmoun Lukaku Dybala.
    Infortuni permettendo ovviamente

  4. Ottimi giocatori di sicuro… Ma se per vederli giocare insieme occorre avere fortuna che nn si infortunano prima.. Siamo messi male! Con questo tipo di programmazione e questo tipo di giocatori rincorrere la Champions e l Europa league appare molto complicato. Se il fair play Finanziario porta a questo non sarebbe meglio puntare sui giovani promettenti? Qui se nn si arriva in champions o si vince la coppa sarà l ennesima stagione fallimentare. Per quanto mi piaccia un campione come Dybala spesso decisivo… Non si può non notare che stipendio che abbia in relazione al numero di partite che fa…occorre pensare a come sostituirlo con lo stesso livello quando lui nn gioca altrimenti non ne vedo l utilità

    • Il FFP pone un sacco di paletti e districarsi è complicato ma è vero che il primo passo per il risanamento è abbassare il monte ingaggi.
      Il problema è che i giovani li devi acquistare sborsando soldi per i cartellini e i giocatori più formati, a parametro o in prestito, li devi coprire d’oro.

  5. Il rischio che ci siamo assunti su Renato Sanches è irragionevole: probabilmente il suo rientro avverrà dopo un mesetto dall’infortunio patito dopo poche sedute di allenamento e 20 minuti di partita.
    Il portoghese non è una semplice scommessa che se la vinci è un jackpot e se la perdi non cambia niente. La sua assenza ti costringe a schierare un centrocampo male assortito poiché Mourinho non si fida pienamente di Bove e non rinuncia a Cristante nemmeno sotto tortura.
    L’anno scorso Matic e Cristante erano due lenti a contatto ma il serbo aveva quelle doti di filtro che Paredes non possiede e se ne soffriva la fase offensiva perlomeno nell’altra si era più o meno efficienti.
    Senza contare che il passaggio dal modulo a due a quello a tre in mezzo il campo fa finire Cristante nella posizione di mezzala, probabilmente quella peggiore per le sue caratteristiche.
    Le partite disputate finora hanno dimostrato che abbiamo perso tanto in fase di filtro senza compensare nell’altra fase.
    Se Sanches proseguirà nel trend mantenuto in tutta la sua carriera, e non si capisce quale miracolo dovrebbe accadere per invertirlo, e se Mourinho non darà piena fiducia a Bove come sostituto, la mediana della Roma rimarrà un’equazione senza soluzioni, esattamente come accaduto negli ultimi cinque anni.

    • concordo. la soluzione è che Paredes e Cristante siano alternativi l’uno all’altro, e che Bove venga fatto giocare molto di più, spostando al limite Pellegrini nei 3 di centrocampo quando necessario, ma Paredes-Cristante insieme li eviterei

  6. Tutti ad elogiare Matic e le ” sue doti di recupero ..”
    Stranamente i dati AFFERMANO che erano IBANEZ e CRISTANTE a recuperare .
    ma servirebbe obbiettività per ammetterlo.
    ________
    Matic notevole nel gestire palla ed eludere il pressing , puliva il gioco , Paredes deve riatletizzarsi e capire la Roma.
    ________
    Purtroppo troppe incognite e troppi problemi fisici
    Dybala Aouar Paredes Azmoun R Sanches Pellegrini =noti i loro problemi fisici.
    INUTILE affermare ” preparazione sbagliata”.
    PS
    fra poco toccherà a El Shaarawy. un non difensore , non attaccante
    ( ma molto apprezzato a Roma , un giorno spiegherete perché).
    ______
    Per i nostalgici di zaniolo.
    Finora in campo 1 volta 25 minuti 1 volta 17.
    ” ma i tifosi dell’ Aston Villa gli hanno fatto un
    coro ” .
    Fantastico …

    • Magari il paragone andrebbe fatto tra le palle che rubava Matic e quelle che recupera Paredes.
      Cristante c’era prima e anche adesso.
      Il serbo ha recuperato 52 palloni con un minutaggio che è praticamente la metà di Cristante in campionato, 2940 contro 1382, quindi una media superiore a quella di Bryan.

  7. fra i ” soliti infortunati ” ho dimenticato
    Spinazzola.
    Anche per lui evitare il discorso
    ” sbagliata la preparazione”.
    NB
    il calcio è per giovani , sani , motivati.
    Quando cominciano i problemi vanno salutati
    Come fanno i Club inglesi.
    In Italia = sempre ad attendere , sempre a sperare

  8. Mi sono documentato in merito agli infortuni dei calciatori ed in prevalenza agli adduttori e flessori.

    In questa prima fase alcuni nostri calciatori, ma anche molti altri, hanno avuto problemi agli adduttori, al di la della predisposizione individuale di ogni singolo, alla base di tutto c’e’ la preparazione ed e’ importantossimo il riscaldamento.

    Considerando che i cambi di direzione ed i contrasti sono alla base di questi infortuni la preparazione normalmente e’ in linea con lo sforzo fisico da svolgere.

    Mentre e’ fondamentale il riscaldamento prima della fase agonistica, troppo spesso questo NON viene svolto in un tempo adeguato, cioe’ almeno.
    MINIMO 30 MINUTI DI RISCALDAMENTO PRIMA DI FARE CAMBI DI DIREZIONE E CONTRASTI.
    E’ fisiologico che per ogni sport che implica lo sforzo maggiore sulle gambe sui contrasti e cambi di direzione, il calcio, lo judo, l’okey, sono prevalenti a questo tipo di infortunio.

    La medicina dello sport specializzata e’ piu’ esplicita ed esaustiva in merito.

    Faccio un esempio, uno sprinter che deve fare una gara di 100 metri piani svolge almeno 1 ora di riscaldamento pre gara e lui non fa contrasti o cambio di direzione portando al limite dello sforzo tutta la parte vascolare degli arti inferiori e addominali per poi sprigionare in 100 metri tutta la potenza muscolare.

    Comunque statisticamente per l’okey e il judo la fase di riscaldamento e’ molto piu’ attiva di quella del calcio proprio per evitare questo tipo di inconveniente al quale sono soggetti per contrasto o camio di direzione.

    Anche dopo il riposo tra il primo e secondo tempo deve essere svolto un’altra breve fase di riscaldamento, Dybala ad esempio e’ un soggetto molto a rischio in merito proprio per la sua caratteristica nei cambi di direzione ed al contrasto che spesso e’ causato da un contrasto o fallo avversario.

    Non e’ un caso che spesso questo infortunio avviene enro i primi 30 minuti di gioco o subito dopo la ripresa nel secondo tempo.

    Sono certo che se esiste una statistica si potra’ riscontrare come sia elevato questo inconveniente in questi frangenti.

    • Caro Zenone.

      Ti piace vincere facile.

      Personalmente reputo Pagano un profilo eccellente che se aiutato a crescere mentalmente e’ candidato ad essere un calciatore TOP.
      p.s. questo lo sostengo da tempi non sospetti, da almeno due anni.

      Comunque e’ nelle mani giuste, tra Mourinho e Totti, penso che con la loro esperienza possono aiutare questo giovane a crescere con gli step adeguati e senza fretta.

      Un esempio per tutti e’ Haalland che ha avuto accanto a se un padre ex calciatore, premuroso e attento per la crescita del proprio figlio.

      Auguro a Pagano ogni bene augurandomi che possa per sempre vestire la nostra maglia.

      FORZA ROMA.

    • Carissimi, beati voi che ancora vedete un futuro per i nostri giovani.
      Se non cambia qualcosa nelle nostre strategie, Pagano, Mannini e Pisilli per me saranno solo i prossimi assegni staccati a giugno prossimo o a quello successivo per consentirci di raggranellare la solita trentina di ml utile per superare la tagliola del FPF.

    • Certo Vegemiìte, non c’è altro dove attingere grazie a questa brillante strategia e intanto stasera mi vedo Zaniolo titolare con la Nazionale alla faccia dei suoi detrattori (non certamente tu).

      N.B. prova spolliciatori, appena gli ricordo le stupidaggini di Pinto partono irrefrenabili.

    • Vege
      ne abbiamo gia’ parlato, se e’ come dici, la vendita di Bove e Zalewsky avrebbe risolto i problemi oltre che del F.F.P. anche quelli della punta senza aspettare il 30 agosto.

      Posso sbagliarmi ma era facilmente prevedibile che la Roma era su Lukaku da almeno un mese e mezzo anche perche’ ha inseguito Scamacca per poi sparire nel nulla, quando la Roma ha capito che poteva ingaggiare Lukaku ha lavorato solo per quello.

      Volpato che gia’ si allena con la prima squadra da 6 mesi, avra’ 1 anno e mezzo per convincere Mourinho cosi come e’ stato per Bove e Zalewsky che sono stai confermati ed hanno fatto molte piu’ presenze in 1 anno e mezzo di Volpato.

      Vege per essere confermati c’e’ bisogno di presenze anche di 1 minuto per capire se puoi stare in uno spogliatoio, Francesco Totti ha dato esempio a 38 anni di come si sta dentro uno spogliaoio, ammesso e non concesso che ancora doveva dimostrare chi e’ stato Francesco Totti, ma questo in molti non locapiranno MAI.

      Stessa cosa per Tahirovic che e’ stato molto meno tempo 1 anno con Mourinho.

      Solo su Missori possono esserci dei dubbi in merito

      Mentr per Keramitsis sono certo che e’ stata fatta una scelta sui numeri dei centrali a disposizione dopo la vendita di Ibanez.

    • Ciao Vege
      abbiamo tempo per capire come andranno le cose, se e’ come prevedi Pagano e’ gia’ venduto.

      Per il sottoscritto Pagano sara’ confermato e se non sara’ cosi saro’ il primo a fare ammenda.

      Diverso il discorso per Pisilli e co.

    • Io ricordo che Pinto in conferenza stampa ha tranquillamente ammesso che Zapata è saltato perché l’Atalanta ha cambiato le carte in tavola.
      Altrimenti adesso avremmo Zapata e non Lukaku, che è stato l’obiettivo last minute e perseguito con l’artiglieria pesante (proprietari e CEO direttamente coinvolti).
      Mi piacerebbe poter dire di vedere una strategia nei mercati della Roma che con tutta la buona volontà non riesco a intuire.

    • @Romano
      Se pensi che un calciatore consigliato male e gestito peggio sia bistrattato senza alcuna sua colpa prova a risentire le dichiarazioni di Lukaku quando sta per avvicinarsi al Colosseo e di quanto sia importante per un calciatore sentirsi stimato.

      Purtroppo per Zaniolo oltre ad essere stato un calciatore che a 16 anni alla soglia della under 19 non rientrava piu’ nei programmi per motivi disciplinari di una delle societa’ piu’ ambiziose a livello giovanile la Fiorentina e questo e’ il suo biglietto da visita.

      Ha poi proseguito un percorso sano suggerito dal suo Papa’ che lo ha tenuto per 2 anni sotto la sua ala protettrice e se lo e’ tenuto a sorveglianza nella sua Spezia quabdo e’ stato tesserato per l’Entella, ma solo perche’ doveva essere riempito uno spazio e non per scelta principale e perche’ suo Papa’ qualche amico ancora lo ha.

      Poi il resto e’ storia che conosciamo lontano da chi lo sorvegliava e da chi poteva ancora dargli dei buini consigli e quindi non ha segutiato a crescere, anzi.

      L’unica negligenza della Roma e’ stata quella di non avere avuto un d. s. che ha problemi nel gestire i calciatori, vedi Zaniolo, Karsdorp, Matic, ma Pinto appunto fa il d s. e ne deve seguire altri 30 di calciatori e non fa l’assistente sociale.

      Detto questo Zaniolo ha fatto la sua scelta e ora sta bene dove sta, se Roma gli stava stretta noi piu’ di questo non potevamo offrire e mi pare che la Roma per lui era tanto e se secondo la sua mente non ce lo meritiamo. e segno che e’ lui che ha rinunciato a Roma e mi pare che noi stamo pure piu’ larghi e ce ne siamo fatti una ragione.

      Poi il resto e’ tutto da dimostrare, intanto Roma e’ qui dal 21 aprile 753 a. c.

    • p.s.
      purtroppo io non spollicio preferisco confrontarmi su dati e fatti.

      Come ho gia’ detto se sara’ faro’ ammenda.

    • Si Johann ne abbiamo già parlato ma spero che tu non te la prenda se rimango sulle mie posizioni.
      Piuttosto ammiro la tua fiducia che ti fa fare anche ipotesi per me eccessivamente ottimistiche.
      Che la Roma stesse dietro a Lukaku da 1 mese e mezzo non lo so e francamente nutro molti dubbi su questa tua ricostruzione.
      Se diamo per buone le parole di Lukaku, la trattativa in realtà si è sviluppata sul finire del mercato quando cioè il belga ha visto nella Roma una buona via d’uscita ad uno scenario che prevedeva o l’Arabia o la tribuna al Chelsea.
      Su Zalewski e Bove io ritengo che sarebbero stati sacrificati se fosse arrivata un’offerta congrua che però non c’è stata.
      Anzi credo che nessun giocatore della Roma a giugno era considerato dalla società incedibile perché l’obiettivo primario in quel momento era quello di fare le necessarie plusvalenze.
      Quanti ai giovani condivido molto poco dell’operato del GM.
      Il fatto di portare 2/3 ragazzi in prima squadra è un fatto sicuramente positivo, e bisogna anche riconoscere il merito di Mou in questo.
      Ma se poi dopo un po’ di vetrina gli stessi giovani vengono ceduti viene il dubbio che la vetrina sia propedeutica alla cessione e che non ci sia una chiara volontà di scommettere su di loro, di farli crescere.
      Se comunque la cessione fa realizzare cifre importanti per ognuno di loro (8-10 ml) credo che siano sacrifici discutibili ma che almeno abbiano un senso.
      Ma se la cessione ti fa realizzare 1 ml + 35% sulla rivendita (vedi Faticanti) si può tranquillamente dire che l’operazione è una gran caxxata.
      Basterebbe creare un’Under 23 per bypassare tutti questi problemi e superare questa gestione tanto facile da orchestrare quanto poco remunerativa e dilettantesca.
      Questo è quello che penso.

    • Vege, ognuno di noi e’ libero di pensiero ed il rispetto deve esserci sempre.
      Personalmente sono ottimista e positivo di natura.
      Le trattative spesso sono sotto le ceneri.
      I se e i ma hanno le gambe corte come le bugie, comunque e’ piu’ evasiva la risposta di Lukaku e poi non e’ Lukaku che ha gestito la trattativa ma intermediari che lui non sapeva neanche chi erano, o almeno non lo ha saputo fino a quando e’ stata conclamata l’intesa raggiunta, la Roma non ha mai sventolato ai quattri venti quali erano le intenzioni, cosi e’ stato sin da quando Friedkin e’ il presidente, questo penso che sia un fatto oggettivo.
      Su Zalewsky e Bove c’era il veto di Mourinho che poi ha dovuto cedere suo malrado ad Ibanez, se fosse stato per lui nin sarebbe partito neanche Ibanez, ma messo alle strette ha dovuto cedere anche Mourinho per chiudere Lukaku.
      Sul fattore di cedibilita’ o trattativa che io sappia non partono a giugno le trattative partino prima a volte anche un anno anche due prima e cio’ che e’ stato per Bove, Zalewsky e Ibanez vale anche per altri elementi della rosa attuale, tranne che per El Shaarawi perche’ all’epoca svincolato ma in trattativa con la stessa Roma per il rinnovo.
      L’unica eccezione la concedo per Matic ed il suo procuratore che trattava con il Rennes all’insaputa della Roma, questo per stessa ammissione del d s. del Rennes.
      Sicuramente Mou porta in prima squadra chi merita, perche’ ha qualita’ e prospettiva, poi i migliori rimangono cosi come personalmente prevedevo per Zalewsky, Bove, Volpato e Pagano, ad oggi mi sono sbagliato con Volpato, poi vedremo su Pagano, ma ci puo’ stare e poi le cifre lo fanno le presenze e non il nome, spesso chi ha acquistato sul nome poi si e’ accorto di avere sbagliato, poi che Faticanti sia un buon profilo non lo discuto ma nel calcio dei grandi in serie A non ha presenze e deve ancora dimostrare tutto, poi perche’ non sia andato o non sia stato convocato in prima squadra non ho la piu’ pallida idea, rimane il fatto che come ho gia’ espresso, le trattative non si fanno a giugno, c’era gia’ stato chi aveva dichiarato che Faticanti sarebbe stato ceduto e non si sbagliava pero’ chi lo aveva detto anticipando i tempi non diceva caxxate, l’operazione era stata concordata in tempi remoti e non sospetti, come vedi le trattative si possono concordare a dicembre e chiudere ad agosto, sono dinamiche di mercato come quella di Lukaku, trattativa che parte il giorno dopo che rifiuta l’inter e tutti dicevano che aveva gia’ l’armadietto alla continassa come quello di Zaniolo….. o come l’armadietto di Dybala a interello e poi noi tutti a ciampino a fare festa.
      Sulla under 23 sono d’accordo a patto che la f.i.g.c. sia gestita da professionisti e non da cerchiobottisti o terrapiattisti.
      Fino a quando le transazioni non saranno governate come da anni si fa in inghilterra, sara’ come la trasmissione una televisiva
      TUTTO E’ POSSIBILE,
      questo e’ per far capire che la under 23 e’ un modo come un’altro per nascondere magagne di altro genere.

  9. Lupo Romolo non tira più le majette ma i sordi? Zeno’ domenica vado con lo zainetto,🥳meno male che c’è Zenone😂 se non pagano te spernacchio😂
    Forza Roma

    • ciao Prohaska;

      rui;

      celik, smalling, llorente, spinazzola;

      renato, paredes, aouar;

      dybala;

      belotti, lukaku.

      questa è quella che farei io, difesa a 4 e all in in attacco, che fa tanto morale 🤣

      ora quella che (penso) farà il ns Giuseppe:

      rui;

      mancini, smalling, llorente;

      karsdorp, bove, cristante, aouar, zalewski;

      dybala, lukaku

      vedremo 🤣😎👊

      ❤️🧡💛

  10. Contro l’Empoli voglio tutti i campo e vincere 7-0…non me ne frega nulla di risparmiare giocatori o scaramanzie. Bisogna dare un segnale a tutti che la Roma c’e’ e con questi giocatori spappolera’ molti avversari!

  11. Prima quella di Giuseppe: 😂 leva Zalewski e metti El Shaarawy, sui restanti penso anche io sono quelli. In futuro vedo un posto per Ndicka e uno pure io per Pagano.
    Anche se adesso sembra tutto difficile con gli uomini a disposizione JM ha molte alternative. Io contro Salernitana e Milan ho già visto tentativi di gioco verticale al centro. Come avrai letto non credo riesca a ristabilire le chiusure a 3 come l’anno scorso Per come la vedo io tutto dipende da quale apporto darà Renato. Ciao
    Forza Roma

  12. Forse, Vegemite, succederà così come hai scritto ma rifletti su un mio spaccato di vita: vado per fortuna all’Olimpico e giocava De Sisti che altro che Prohaska, era un Campione: l’anno dopo è venduto. La Fiorentina dove va vince lo scudetto.
    Sono vaccinato o no?
    Ciao
    Forza Roma

  13. Attacco promettente
    Difesa a 4 ?
    Significherebbe centrocampo bello corposo e come se la cavano Sanches e Aouar ? Benissimo ? Bene ? Benino ?
    se abili ed arruolati, chi gli metti ai fianchi ?
    Bove Cristante Pagano e Zalewski ?
    Attacco con Lukaku e Azmoun e poi Dybala a -30 minuti dal novantesimo ?
    ce vo coraggio ..
    ce l’abbiamo, Mou?

  14. Se questi giocatori stanno bene e confermano le loro potenzialità, con un bel portiere due terzini e un centrale , Conte il prossimo anno lotterà per lo scudetto

  15. del portiere non parlo piu’ ..

    difesa con :
    Mancini ( Llorente) Smalling Ndika

    centrocampo con :
    Bove Cristante Aouar Zalewski

    attacco con :
    Azmoun Lukaku Dybala

    la vedo cosi’ ..

  16. Io intanto ho visto il primo tempo dell’Italia, complimenti a Spalletti che in 10 giorni fa giocare divinamente la nostra nazionale. Vedo 2 esterni per fascia, triangoli, sovrapposizioni (quindi cross) e passaggi corti e veloci. Questo è il calcio!

  17. Se possono giocare i top players e stanno bene, Pellegrini è meglio se si accomoda in panchina.
    Sanches, Dybala, Aouar ed anche Paredes in un certo tipo di formazione messo nel posto giusto, sono di un livello superiore a Pellegrini e Cristante nonostante la duttilità di quest’ultimo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome