Tutti i miei dubbi su Paulo Fonseca

169
8016

EDITORIALE Mai visto un derby perso in questo modo. Senza tirare una sola volta in porta, senza avere in novanta minuti una reazione, anche fosse soltanto emotiva, rabbiosa. Un atteggiamento del genere dalla squadra, dopo tutto quello che i tifosi romanisti (splendidi anche ieri) avevano organizzato fuori da Trigoria per caricare i calciatori, non me lo sarei mai aspettato.

L’effetto è stato l’opposto di quello sperato: i ragazzi, invece di esaltarsi davanti al calore della gente che chiedeva alla squadra una prova di orgoglio, sono scesi in campo con le gambe molli. Il dato più preoccupante però resta il fatto che la Roma, davanti a una squadra ben organizzata difensivamente, non sia stata in grado di creare uno straccio di palla gol in novanta minuti di gioco. E’ inammissibile, considerando che parliamo della Lazio, non del Bayern Monaco.

E le parole di Fonseca a fine partita non mi sono piaciute affatto: un grande allenatore non può semplicemente “arrendersi” davanti alla bravura dell’altra squadra a difendersi e a non darti profondità. Perchè un grande allenatore deve essere in grado di trovare alternative a partita in corso: inserendo un altro attaccante, cambiando modulo o ideando soluzioni che possano almeno provare a scompaginare l’andamento della partita.

La Roma invece si è letteralmente arresa al gol di Immobile, arrivato dopo un quarto d’ora di gioco, e questo non è accettabile. Fonseca ha incassato una lezione tattica troppo pesante per non generare dubbi sulle sue qualità: bravo quando si affrontano squadre di livello inferiore, ma con evidenti limiti nel momento in cui l’asticella si alza e le avversarie diventano tecnicamente più forti e atleticamente agguerrite. La Roma ha incassato 4 gol dal Napoli, 4 dall’Atalanta e 3 dalla Lazio. E contro l’Inter deve ringraziare Conte se la gara è finita in parità: se i nerazzurri sull’1 a 2 avessero continuato ad attaccare, non so come sarebbe finita quella partita.

Io resto convinto che la Roma abbia una squadra forte, che merita di posizionarsi tra le prime quattro, perchè come rosa non ha niente da invidiare a squadre come Milan, Napoli o la stessa Lazio. E la differenza, quando il campionato è così equilibrato, deve necessariamente farla l’allenatore. Ed è quello che stanno facendo Pioli e Gasperini.

Ora tocca a Fonseca dare quel qualcosa in più, altrimenti quando l’asticella nelle coppe comincerà ad alzarsi, rischierà altre brutte figure. E in campionato può pure andare bene battere le piccole, ma contro le grandi non puoi permettere di perdere quasi sempre e soprattutto in questo modo.

La Roma non è una squadra da scudetto, l’ho già sostenuto in tempi non sospetti, ma non merita nemmeno di vedersi asfaltata ogni qual volta il livello dell’avversario si alza. Non discuto che Fonseca sia un buon allenatore, ma ho dei dubbi che sia un grande allenatore. E se la Roma vuole fare il salto di qualità, il portoghese deve dimostrare di esserlo.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedente“ON AIR!” – GALOPEIRA: “Sono addolorato, squadra crollata davanti alle responsabilità”, CORSI: “Umiliati da un ex giocatore della Spal”, ROSSI: “I calciatori hanno dato ragione a chi li ha presi per il c*lo”, PRUZZO: “Inguardabili”
Articolo successivoVillar ai tifosi: “Vi prometto che torneremo più forti”

169 Commenti

  1. Sono d accordo in pieno con lei !non è pronto per la serie a o meglio perde sempre il confronto con gli allenatori più preparati in Italia purtroppo è una evidenza non riesce a leggere le partite rimane inerme .. brava persona ma qui serve una belva in panchina in questo campionato altrimenti fai queste figure

    • Scusate ma più fate i piagnoni per un derby perso e più vi atteggiate da quaglie. Dobbiamo attenerci al trend di quest’anno e guardare lontano, c’è un nuovo progetto, c’è un calciomercato, c’è un nuovo ds. E martedì c’è una partita sfiancante a cui ne seguirà un’altra sabato per giunta contro la stessa squadra, niente di più fastidioso. E stiamo a dar retta a un derby?

    • Ragazzi l’allenatore e da cambiare subito altrimenti facciamo la fine dell’anno scorso ,, che li chiede a fa i giocatori se fa sempre giocare le stesse statuine? Via subito.

    • Concordo in pieno. Purtroppo Fonseca tatticamente ha preso lezioni non solo ieri, ma contro il Siviglia ect. Poi non sempre legge bene la partita e se non sei Liedholm la squadra la devi caricare come fa Simeone specie in nei big matches. Dan era in tribuna e se vuol vincere qualcosa devi partire da un allenatore top e dare una spina dorsale di RANGO alla squadra. Quindi tanta bravura e soldi per programmare ora per domani….domani non tra 30 anni. FRS

    • Personalmente spero solo nell’ambizione nella fame di successo dei Friedkin, vediamo come chiude questo mercato Pinto, anche se convinto che Spalletti con questa rosa avrebbe fatto di più finora

    • Secondo me andrebbe esonerato e basta, non merita di allenare la roma, scandaloso non è la prima volta ma al derby nn è ammissibile una sciagura del genere ed una impassibilita in panchina indegna

    • caro Andrea Fiorini non condivido neanche una virgola di quanto dici. Fonseca è responsabile dell’imbecillita di Ibanez nei due gol della lazio o è solo colpa del nostro difensore. Il provvedimento che doveva prendere è forse quello di sostituire Ibanez dopo 20 minuti di gioco? é per diventato arduo comprendere che dopo 2 gol del genere è difficile continuare a giocare come se niente fosse???? Tu perdi fiducia mentre loro la rafforzano e si permettono di giocare in tranquillita quella che tu hai perso. Si forse questo è difficile da capire per chi non ha giocato al calcio, puoi reagire ma di fronte hai una squadra che se prima aveva le gambe tremanti ora gli hai messo i pattini ai piedi. Non si considera che hai in squadra gente giovanissima, con poca esperienza, colpa di Fonseca anche la non forma di Spinazzola e Verotout irriconoscibili, per non parlare di Dzego. Avrei voluto vedere la partita senza quei due errori iniziali di Ibanez. I due derby dell’anno scorso siamo andati in vantaggio e abbiamo dominato pareggiando solo con due errori dei nostri. Ricordi?
      comunper me sempre e comunque FORZA ROMA

    • @Nico Primo gol completamente daccordo.
      Il secondo gol lo prendiamo su contropiede perchè Mancini perde palla tentando di fare il fenomeno a partire palla al piede dalla difesa. Ora Mancini ha esagerato, ma quello è il gioco che chiede Fonseca, e non è la prima volta che prendiamo contropiede da un errore del difensore in fase di impostazione.
      Poi c’è un evidente problema di forma fisica: ieri la Lazio ha corso 6Km in più di noi, in generale siamo in media la 12esima squadre per Km percorsi a partita.
      Nessuna “big” corre meno di noi.
      Detto ciò Fonseca a me piace e fosse per me non lo esonererei, anche perchè questi errori dei difensori sono solo per 2 motivi:
      1) abitudine ad impostare, e quella la prenderanno giocando più partite(già adesso fanno molto meglio rispetto all’anno scorso)
      2)Crescendo; quando hai Mancini(24), Ibanez(22) e Kumbulla(20) è normale che qualche cavolata la facciano.
      Detto ciò si trova sulla coscienza sia il non-cambio di Dzeko che l’errore tattico su Lazzari.
      Non è solo una questione di singoli, là non puoi lasciare ogni singola azione 60m di campo a Lazzari per correre.
      Quello solo una cosa sà fare: correre, e tu gli lasci l’autostrada davanti senza prendere opportune precauzioni?

    • Ma veramente pensate che con celik risolvi i problemi?qui servono 4 5 giocatori di livello internazionale e un grande allenatore

    • Verità FUORI DAL GRA le Tue mi sembrano parole di gran senso. Il derby è il passato pensiamo al prossimo e tifiamo più di prima ROMA

  2. Ao non è che si può cambiare idea ogni sconfitta, con ludinese l’anno scorso è stato uguale, da 10 nni a sta parte è stato uguale… Oserei dire anche da 40 a sta parte… Quando c’è da alza l’asticella la si riporta costantemente in basso.
    Ora ditemi perfavore cosa ha in comune la Roma di 40 anni fa con quella di oggi.

    • Niente, però mi sembra di ricordare che la Roma di 40 anni fa l’asticella l’abbia alzata eccome…

    • Solo gli stupidi non cambiano idea so 2 anni de sveie ad ogni partita che serve vince m te la sei scordata l’artranno col Siviglia? Ma che stamo aspetta la carozza? Va sostituita già da domenica ,, avemo ammazzato zeman ma questo è peggio ,, GARANTITO..

    • precisamente 40 anni fa avevi comprato in estate ancelotti falcao e il mercato 1981 portò nela e altri….altro che, se avevi alzato l asticella

    • Ma non dite caxxate PERPIACERE,.
      Alzare l’asticella vuol dire ben altro che 2/3 miseri scudettini.
      Anche con falcao l’asticella non si è MAI alzata infatti in bacheca quella Champions league ce lha il Liverpool…
      Me sa che voi ve siete scordati come ci chiamiamo…. Quindi ripeto la domanda, PERCHÉ?

    • Rispondo io, l’unica cosa che non è mai cambiata, siamo noi.
      Ora fateve na domanda e dateve na risposta.

    • Di bla bla bla ci stanno solo le tue opinioni, caro Davide non hai la verità, anzi le spari proprio grosse. Vai a Boston please

    • E sì perché uno tifa Roma per le coppe e per i titoli… Io ho sempre tifato Roma 1) per passione 2) per passione 3) per passione. Verso i colori giallorossi e verso la maglia, che voglio veder onorata sempre, da calciatori e allenatore, motivati, coraggiosi, che non mollano. E nel derby in primis, classifica o meno, scudetti o no, coppe o non coppe, di cui mi frega relativamente alla fine. Poi si vince e si perde, ci sta, ma questo è ciò che conta di più. Sono inca…to, infatti, perché nel derby non ho visto questa cosa: passione, appunto, che poi è rispetto per il tifoso, quello vero. Chi invece mette i “titoli” prima della passione per la Roma, e chi sputa sulla Roma perché non abbiamo la bacheca gonfia, secondo me ha sbagliato indirizzo. Gli consiglierei pertanto di imparare un dialetto lombardo o piemontese, e di comprarsi di corsa una maglietta con le strisce…

    • Qui non si parla di una unica sconfitta, ma di un susseguirsi di non gioco e susseguentemente di sconfitte umilianti. Se durante una partita un allenatore non capisce cosa modificare allora sei un modestissimo lavoratore della palla, se non sei capace di motivare e cosa peggiore per te i colpevoli sono sempre i giocatori forse anche come uomo hai qualcosa da ripensare.

  3. Non è capace, lo dico da mesi, chiunque capisce un minimo di calcio sa che siamo di fronte ad un ciarlatano. Quante altre disfatte dovremo vedere, prima di esonerarlo?

    • Mamma mia, ma te sempre così ti devi esprimere? Basta che ti sfoghi con x o con y e stai a posto. Hai finito con Bernard e mo’ attacchi con Fonseca. È tutto il giorno che spari, spari, spari… Immagino che fra un po’ passerai ai Friedkin, come bersaglio. Ma poi perché “ciarlatano”? Non ti piace come allenatore? Ok, opinioni personali. Sei arrabbiato per ieri? Vorrei vedere, lo siamo tutti. Ma dare del “ciarlatano” a uno significa dargli dell’imbroglione, del mentitore, del disonesto. Finora non credo gli si possa imputare questo a Fonseca, e fino ad oggi io non ho dubbi (fino a prova contraria) nel ritenerlo una brava persona, e che sbaglia, quando sbaglia, in piena buona fede. Offesa per offesa, visto che tu solo così ti sai esprimere, ti consiglio di dargli dell'”incompetente”. Almeno offenderai Fonseca con una certa… logica. E poi “ciarlatano”, lo dice la parola, ha a che fare col “ciarlare”, col parlare molto. Se c’è una cosa indubitabile è la assoluta riservatezza di Fonseca, anche in conferenza stampa, dove non m’è mai sembrato propenso al “ciarlare”. Anzi, tutto il contrario. Se cerchi i ciarlatani, penso che in direzione Formello ne troverai senz’altro di più. Ma offendere i laziali immagino che per te sia una brutta azione. Mentre sui colori giallorossi ci sputi senza pensarci due volte…

  4. Non abbiamo tirato in porta né con Lazio né con Napoli né con Atalanta né con Sevilla, tutte partite dove dovevamo dimostrare il valore e che invece ci hanno fatto sgonfiare come palloncini di elio, c’ è rimasta solo la vocina e tra poco manco quella.
    Mo i milanari stanno anche a dire che hanno perso punti contro di noi… Guardate chi abbiano fatto risorgere (disappointed)

    • effetti collaterali.. che capitano quando le prestazioni sono poco convincenti.. anche con un pareggio.

  5. Non ci sono dubbi, ma solo certezze, ormai . Fonseca è un allenatore che la differenza in negativo rispetto alle concorrenti. Deve andare via, nessun allenatore che perde il derby in questo modo può rimanere

  6. Prossimo esame juve-Roma… Quanti gliene mancano per la laurea? Ah già…gli esami li dovresti superare…
    Non sono contro Fonseca. Ho difeso pure Zeman e DiFrancesco fino al l’esonero perché cambiare a volte può peggiorare le cose….
    Però vedere Lazzari sodomizzare fino al 96º Ibanez perché non aveva un minimo di aiuto da Spinazzola prima e Peres poi, senza trovare una soluzione… Aspettare l’85º per vedere un tiro in porta… E tremare ogni volta che partiva il contropiede dei laziali…
    Per me Fonseca si appresta a fare la fine di Conte…quello presidente del consiglio, giuseppi, non Antonio che, cmq non è che se la passi molto meglio..
    Che tristezza…

  7. Di allenatori ne abbiamo cambiati tanti, e abbiamo sempre avuto da ridire.
    Il problema non sono gli allenatori ma semplicemente la rosa.
    Questa rosa ha un grande problema. I giocatori di maggior qualità sono ultratrentenni e non possono giocare ogni 3 giorni.
    Quindi servono ricambi all’altezza che Fonseca non ha.
    In panchina potresti avere anche Liedolm, i risultati sarebbero gli stessi.
    Con questa squadra il massimo raggiungibile per me un 5/6 posto proprio x queste carenze.
    Ricordiamoci che al momento siamo al terzo posto perché le squadre immediatamente dietro hanno una partita in meno e, oggettivamente, come si è visto negli scontri diretti, sono semplicemente più forti di noi.
    Ai Friedkin il compito di rinforzare la rosa.

    • Ma allora perchè non mettere Mayoral titolare, visto che ha dimostrato di essere in forma? Dzeko ultimamente passeggia e un pò di competizione non può che fargli bene.
      Saluti

    • Ogni 3 giorni in questo periodo è fuori luogo, ci sono state le vacanze di natale sono belli e riposati

    • La rosa? Quelli giocavano Co radi acerbi Lazzaro Luis Alberto. Reina e lei è 40eeni quasi… MARUSIC 😂😂😂… La rosa.. 😅😅😅

    • Ne abbiamo cambiati tanti perchè tanti erano mediocri. Gli unici bravi (Liedolm, Capello, Spalletti) guarda caso hanno vinto!

  8. Forse è stata la partita più vergognosa di tutta la storia della Roma.
    Secondo me, non è mai capitato in un derby, che la Roma si rassegnasse così alla Lazio, che perdesse una partita proprio per manifesta inferiorità, contro la Lazio, senza avere mai neanche un minimo segnale di vita, un sussulto d’orgoglio.
    Macchia pesantissima e indelebile per la nuova proprietà è chiaro che il primo a pagare deve essere Fonseca.
    Ci sono Spalletti e Allegri, uno dei due dovrebbe prendere la panchina, se poi non si vuol dare la responsabilità a grandi allenatori di entrare in corsa, allora che si faccia avanti Alberto De Rossi, se anche De Rossi come al solito dira’ di no, via comunque Fonseca e la squadra affidata al suo secondo Campos, che in quanto a personalità, se lo mangia a belli capelli.
    Però francamente basta, di vedere e sentire un allenatore, che durante la partita sa dire solo, forza ragazzi, dai che ce la facciamo.
    Probabilmente Fonseca è un grande bluff, lì il vero allenatore è proprio Campos, tanto vale metterci lui

    • Luchetto, ogni volta che parli della storia della Roma, spari stronzate.
      Prova con un’altra materia, questa non fa per te. Dai retta a Zio Kawa…

    • Evidentemente sei troppo giovane cesarone per ricordarti l’anno dei 4 derby persi.
      Visti tutti allo stadio, compreso quello di Gottardi.

      lazzie meXda ora e sempre

    • A Kavatappi contento ieri che la Lazio ha stravinto, dopo che l’hai tifata per 10 anni oramai ti è entrata nella pelle.
      È inutile che ti camuffi con nomi e simboli sei un rinnegato, che hai tifato la sconfitta per 10 anni e ieri sicuramente ti sei divertito
      Tanto

    • Quattro derby persi ma mai persi nel modo vergognoso come si è perso ieri Cesaretto.
      Ieri si è perso, arrendendosi subito,senza un minimo di reazione, una squadra vuota che non aveva niente e non gli fregava nulla di dare e di fare niente
      I 4 derby che ha perso Zeman, mostravano comunque una Roma sempre dignitosa, che le partite le voleva vincere e giocava per vincere, ieri invece si è giocato per far bella Lazio, uno schifo la Roma più brutta di sempre.
      Peggio che c’è il 7 a uno contro il Manchester, no è stato peggio e molto più doloroso ieri, peggio ancora della finale di coppa Italia.
      La finale fu una partita comunque equilibrata decisa da un episodio, ieri invece è stato un massacro all’arma bianca , molto umiliante per noi, con belli cappelli, con il cappellino in testa, che per tutta la partita è stato a dire forza ragazzi dai che ce la facciamo.
      Trovate voi in tutta la storia della Roma una partita più orrenda per noi di quella di ieri

    • Te la trovo subito senza andare lontano…
      Liverpool Roma,
      Fiorentina Roma.

    • Liverpool Roma alla fine poi ci fu una reazione, tanto che poi al ritorno momenti andiamo in finale, Fiorentina Roma è stata brutta, ma la Fiorentina non è la Lazio.
      Se tu dai alla Lazio, i nostri rivali più accerimi, la possibilità di fare quello che ha fatto ieri,poi diventa veramente tutta una cosa molto pesante da sopportare.

      E in tutto ciò, uno sì deve pure sciroppare, Fonseca pleonastico che nel dopo partita è stucchevole per quello che dice,i nostri due presidenti belle statuine imbalsamate, Thiago Pinto un marziano calato a Roma.
      Ieri mi sono rimpianto Petrachi, me sa che alla fine del primo tempo, un paio di cazzotti li tirava e forse una scossa l’avrebbe data.
      Guarda che nel calcio il bon ton alla Fonseca non paga,perché alla fine scarica e rilassa troppo la squadra, ci vuole la sana ignoranza dell’allenatore rude, quella che ti mette il pepe al sederino e ti tiene sempre in tensione

    • Luca, col Liverpool c’era mezzo mondo che ci guardava…..

  9. Alenatore da cambiare con mancini il mio preferito.manca personalità e carattere su tutti i giocatori.io davanti a una buona offerta tolto zaniolo si possono vendere tutti.

  10. C è poco da ave dubbi su de lui….pellegrini non se po tocca perchè è figlio de romq…peccato che è na pippa..c avemo il capitano che è bosniaco! E non se compra un centravanti …tra un pò questo.pia la pensione forse lo.piamo uno!buttame dentro quella palla a 20 centimetri dalla porta…de certo non se perde 3 a 0 intanto!sempre così fa! Io no posso vede ….insieme a pellegrini ogni volta me fanno sbrocca!

  11. Se vuoi vincere in Italia lo spettacolo lo fai quando è possibile, altrimenti vai al sodo. La società continua a scegliere allenatori integralisti, aziendalisti e con un sistema di gioco. Adesso non parlatemi di Fonseca e la difesa a tre. Forse l’unica intuizione…

    • Dobbiamo dire grazie a quell inetto di Baldino, io non lo dico.
      Fonseca è un buon amico, un reverendo, una persona che ascolta, un buon vicino di casa, ma per fare numeri serve altro, dopo 10 anni ce parlano ancora de progetto gli altri vincono e noi rimaniamo a zampettare sul posto esaltandoci spesso per un paio di partite buone, ma gli appuntamenti importanti li stecchiamo tutti!
      il ruolino parla chiaro non serve aggiungere altro.

  12. Confermo tutto. secondo me però vedo superiori come rosa..inter juve, napoli e atalanta. Negli 11 te la puoi giocare con lazio e milan, ma in questo caso la differenza la fanno gli allenatori. In coppia italia se passi il turno prendi gattuso….occhio all’imbarcata e tra 2 settimane…ce la juve. Se arrivano el shaarawy e celik quanto spostano? migliori come rosa, ma non vai a prendere di maria e caravajal. l’allanetore non ha un piano B, affronta le partite tutte alla stessa maniera, allo stato attuale il 4 posto non lo prendi, prevedo un 5/6 posto. il meglio che puoi prendere sul mercato sono sarri e spalletti…e già sarebbe un passo in avanti.

    • Se siamo inferiori ( e lo siamo) ad almeno 4 squadre la posizione in classifica è migliore del livello della squadra la logica direbbe che l’allenatore non è così scarso come tutti dicono.
      Se vuoi vincere bisogna comprare i giocatori non cambiare sempre l’allenatore , è così difficile da capire!!

    • Anche se arrivano altri calciatori Fonseca non è uno che tira fuori Pellegrini o Dzeko,Spinazzola lo vedo solo io che un pianto da quando è rientrato, Fonseca non lo vede in allenamento?

  13. fonseca sta creando tre casi
    1) mayoral non impiegato in favore di uno dzeko in fase calante
    lo spagnolo aveva fatto una grande prestazione contro il crotone (2 gol e 1 rigore procurato) ma poi è sparito.
    non dico che dovesse giocare titolare contro inter e lazio ma quantomeno contro l’inter doveva fare l’ultima mezz’ora e contro la lazio giocare il secondo tempo.
    invece è entrato quando si stava già perdendo 3-0 a partita chiusa.
    2) kumbulla non considerato
    l’albanese è stato pagato tanto e stava facendo pure bene..ma all’improvviso è finito in panchina a favore di un ibanez che già contro l’inter aveva scricchiolato (gol di hakimi).
    3) diawara completamente sparito.
    diawara non è un fenomeno ma fonseca dopo l’infortunio non lo ha mai messo in campo, nemmeno a partita in corso.
    non dico contro inter o lazio ma contro il crotone sul 3-0 potevi metterlo e invece nulla.

    • Fonseca ha delle evidenti simpatie nella gestione della squadra.. nulla di male.
      Le aveva anche Garcia ma almeno lui sceglieva quelli più forti.
      Ieri non era un problema di uomini ma di moduli.
      Affrontare il centrocampo della Lazio con la difesa a 3 (con spinazzola alto e kadsrop poco coinvolto) è stato un suicidio tattico che tutti hanno visto dopo 20 minuti salvo il nostro allenatore.
      Non ha aiutato in alcun modo la squadra salvo darle addosso a fine partita..
      Conte commetterà gli stessi errori ma non ha mai scaricato la colpa sulla squadra.
      Non è così che si comporta un allenatore serio che si assume su di sè le critiche (visto che accetta di buon grado i complimenti personali quando il merito è dei giocatori).
      E cma anche io temo che Campos da solo sarebbe meglio..

  14. La Roma ha diversi giocatori giovani che possono intimorirsi o possono toppare una partita,ma nelle brutte figure,ci sarà sicuramente stato l’aspetto mentale,ma anche e,a questo punto,soprattutto,la responsabilità dell’allenatore che non riesce a mettere nelle migliori condizioni i giocatori di esprimersi o,almeno poter trovare una soluzione di fronte a determinate difficoltà. Contro l’Inter mi viene da pensare che abbiano saputo reagire perché hanno potuto mettere in atto lo spartito che conoscono e che avevano preparato. I cambi contro la Lazio sono sembrati i cambi della disperazione di Di Francesco. Il girone di ritorno non sarà come quello di andata anche contro le piccole. Alcune squadre troveranno le piccole con il coltello tra i denti,altre senza più nulla da chiedere al campionato. Alcuni allenatori non affronteranno più la Roma come hanno fatto all’andata,vedi, il Bologna ,che aspetterà e bloccherà le fasce con raddoppi sistematici. È vero,abbiamo cambiato continuamente allenatori,ma l’unico di medio-alto livello è stato Spalletti che è stato,infatti,anche l’unico non esonerato,ma che ha accettato solo per rientrare nel giro e rilanciarsi,firmando,infatti,per un solo anno. Il progetto giovani non attira i top e ,alla fine,non viene neanche attuato dai carneadi. Quante volte allenatori invocati perché avevano lanciato giovani,una volta a Roma,li hanno lasciati in panchina? Perché o chiedi di fare crescere la squadra o chiedi di competere con le prime e,se un giovane,non risponde presto,l’allenatore deve pensare ai risultati e a salvare la sua panchina. Cosa vuole fare ed essere la Roma?

    • Non sono d’accordo.
      Continuiamo a pensare che il problema della sconfitta siano i giocatori.
      Non è così è il manico.. Ieri l’errore è stato tattico.
      Se l’anno scorso in partite in cui le squadre avversarie attaccavano sulla nostra fascia sinistra e Kolarov non si staccava in avanti non era solo per un problema fisico, ma per coprire.
      Il problema è che vista la preferenza ad attaccare da sinistra della Roma con Spinazzola abbiamo lasciato ibanez senza coperture su Lazzari.
      Lazzari e Spinazzola potevano annullarsi a vicenda, invece, abbiamo fatto fare ad un ex giocatore della Spal la figure di CR7
      Potevamo cambiare attacco a destra con Kasdrop che è tornata a buoni livelli, ma niente, lui si è incaponito su attaccare solo a sx ed abbiamo preso l’imbarcata.
      Che c’entra la società se lui è scarso ??

    • Infatti la società non c’entra niente e niente ho detto contro la società. Il discorso sui giovani riguarda l’attrarre allenatori top che molti invocano e l’aspetto mentale che può incidere nelle partite,ma,soprattutto,ho scritto, che ci sono responsabilità dell’allenatore nelle figuracce fatte.

    • Anzi,nel girone di ritorno, più ormai conoscono le fragilità più sarà difficile vincere facile contro le medio-piccole visto che l’allenatore dimostra di non essere reattivo di fronte alle difficoltà a partita in corso

    • Io sul fatto che noi abbiamo davvero, dall’anno scorso o addirittura da prima, un “progetto giovani”, ne dubito fortemente, e penso sia più uno slogan che un dato reale, quindi un falso problema, in fondo, o una falsa virtù, a seconda di come la si vede. Se vado a vedere gli acquisti di Pedro, Mkytharian, Smalling, la riconferma di Dzeko, l’essersi aggrappati addirittura a Bruno Peres, Mirante, l’anno scorso a Kalinic, Zappacosta, ancor prima a Kolarov, Pastore, Nzonzi, Marcano, Perotti, lo stesso Olsen… Sì, abbiamo preso Zaniolo, Ibanez, Mancini, Villar, C. Pérez, Kumbulla, ma ci siamo anche liberati di Kluivert e di Under e di Schik, tutto sommato senza pensarci su troppo. Adesso stiamo trattando Montiel ed Elsha, forse Bernard… Insomma credo che peschiamo dove si può pescare, svecchiando, sì, ma mi pare senza ” ideologismi” e “giovanilismi” eccessivi, dopo tutto. Mi pare un dato di fatto, al di là delle nostre preferenze individuali.

    • Quella che chiami fragilità sulle fasce in questo momento ce l’hai perché Spinazzola non è in condizione…con lo Spinazzola di inizio campionato Lazzari non avrebbe fatto quelle incursioni perché si sarebbe dovuto preoccupare di contenerlo. Ma proprio qui sta la lungimiranza di un allenatore che sapendo che in questo momento hai questo limite visto che Spina non è in condizione deve saper prendere delle contromisure e non continuare a tenere Spinazzola inutilmente nella trequarti avversaria mentre Ibanez rimane nell’1 contro 1 con un giocatore inevitabilmente più veloce di lui visto che un terzino avrà sempre un altro passo rispetto a un centrale. Lo avevamo capito tutti dopo 15 minuti che da quella parte ci prendevano a pallonate

  15. Non sarà un grande allenatore, ma in campo ci vanno i giocatori … Spinazzola e Dzeko, per fare due nomi, sono impresentabili ad oggi … nel primo tempo il terzino non ha mai provato uno scatto o tentare di saltare l’avversario, sempre palla dietro, idem con l’inter … Edin dopo il covid è sparito (ok il gol al Torino, ma pure lì non si era visto fino a quel momento) … l’allenatore può sbagliare la formazione e i cambi, ma le ⚽️⚽️ devono tirarle fuori i giocatori … ma detto questo, molti tifosi pensano che abbiamo chissà chi in squadra, ma tolti Mancini e Miki, per carattere e sacrificio due veri lottatori, resta ben poco, forse Pedro e Pellegrini, ma anche quest’ultimo mi sembra una promessa eterna … ogni tanto qualcosa, ma poi cade troppo spesso nell’anonimato … anche Villar, che adore, è tecnicamente bravo, ma troppe volte fa il compitino in orizzontale, mentre servirebbe più coraggio negli inserimenti e verticalizzazioni …
    Cambiare allenatore è la soluzione ai mali della Roma? … per me no … giocatori sopravvalutati …
    Forse bisogna dare tempo a tutti? … se è così basta attaccare il team, vanno tutti supportati, allenatore compreso …

  16. Condivisibile quanto scritto. Aggiungo che, anche con un allenatore in chiara difficoltà, i calciatori in campo non possono fornire una prestazione del genere. Mai. E a maggior ragione in un derby. Non è spiegabile una partita così, solo con i limiti dell’allenatore; i giocatori in campo, almeno sul piano agonistico, avrebbero potuto e dovuto fare di più. Dare tutte le colpe all’allenatore, senza coinvolgere i calciatori, sarebbe riduttivo, di fronte a uno “spettacolo” simile. Si sono dimostrati giocatori fragili, timidi… Imbarazzanti. Molto deluso da tutti, in campo. Ancor di più dalle dichiarazioni post partita.

  17. Concordo su quasi tutto. Allenatore che si squaglia quando la partita necessita di nuove soluzioni. Però non è corretto dire che siamo da quarto posto. Siamo terzo bel monte ingaggi ma almeno 5 squadre sono più forti. Non abbiamo un top portiere. Il ns centravanti è forte ma purtroppo in 10 partite su 40 è il peggiore in campo e purtroppo queste 10 partite sono quasi sempre quelle importanti. La difesa è giovane a parte uno smalling in evoluzione e se la credono (Ibanez e mancini) manco fossero baresi e costavurta. Niente. Lottiamo finché possiamo ma il proseguo dopo ieri è grigio. Forza Roma!

  18. Fonseca è un allenatore nella media: è estremamente bravo nel costruire gioco offensivo e trame veloci, i giocatori imparano una serie di movimenti e la squadra gioca in modo fluido, ma solo in quel modo, tutto questo lo crea a scapito della capacità di adattarsi ad avversari più organizzati e di leggere il cambiamento della partita. È semplicemente l’ultima traccia della fissa di Baldini per il calcio estetico (che ce trova mannaggia a lui…), ma i Guardiola e i Del Bosque nascono una volta ogni dieci, vent’anni, rispetto agli onesti catenacciari che puoi trovare ovunque, con cui si rischiano scudetti e retrocessioni con la stessa frequenza. È uno di quei dischi ben scritti, ben suonati, ben prodotti ma che scavando non contengono nulla. Io spero vivamente che possa migliorare perché non è un pupazzetto in balia dei giocatori come potevano essere i poveri Garcia e Di Francesco; è uno che in allenamento urla, si arrabbia, che manda Jesus in tribuna per una battuta fuori luogo, tutte caratteristiche che a Roma ti servono se vuoi evitare che i calciatori inizino a pascolare con la testa alla movida del sabato sera (cosa che secondo me non sta succedendo perché più che menefreghisti, a parte forse Dzeko, sembrano spaventati). Però a una certa questi fedeli giocatori devi anche saperli guidare in campo. Detto questo Allegri e Sarri non li prenderei, hanno fatto bene in contesti troppo particolari e il loro ingaggio potrebbe rivelarsi un bagno di sangue, per quelle che sono le nostre possibilità ora (non voglio ritrovarmi con altri dipendenti strapagati che ti costringano a vendere); in futuro magari

  19. Di sicuro c’è che questa è l’ultima figura di m che si può permettere. siamo in gioco per tutto e dobbiamo vincerne 4/5 di fila (tra cui ottavo e quarto di coppa italia) per smaltire la delusione del derby. ma nel caso di una deprecabile ennesima batosta, che vengano prese delle decisioni

  20. Se Fonseca è un grande allenatore? Sì potrebbe fare due più due e dire che gli allenatori considerati bravi o grandi, a torto o ragione, da noi se ne sono andati oppure non ci sono voluti venire.
    Quindi se l’equazione è corretta, Fonseca non è un “grande” tecnico.
    Adesso però è inutile farsi troppe pugnette mentali: difetti e pregi sono ormai chiari dopo questo infausto derby, peggiore addirittura di quelli che perdevamo col boemo, in cui cmq si partiva sfavoriti e almeno si notava un po’ di amor proprio.
    Vediamo alla fine dove ci porterà questa somma algebrica tra i più e i meno.
    Per quanto mi riguarda, perdonerò questa figura di melma solo con un riscatto in quello di ritorno, la qualificazione in CL, finale di Tim Cup e almeno semifinale di EL.

  21. Fiorini devo dire che vista l’ arrendevolezza della squadra in campo purtroppo bisogna anche pensare a qualcos’ altro, non c’ e la certezza e’ ovvio,ma il dubbio c’ e.Uno spogliatoio unito non entra sul terreno di gioco in quella maniera, non ho visto l’ aiutarsi l’ uno con l’ altro in campo,e se proprio si deve perdere lo si fa a testa alta, non si esce a testa bassa umiliati per l’ennesima volta. Secondo il mio punto di vista lo spogliatoio non e’ proprio un’ oasi di pace, e Fonseca ha perso le redini della situazione e perlomeno mezza squadra non lo segue piu’.Ormai tra giocatori titolari e rincalzi siamo in pieno marasma, e chi rimane in panchina costretto a vedere affondare i presunti intoccabili, non credo che la prenda in maniera troppo brillante e questo crea il caos in una squadra.Questa situazione e’ gia stata vista con Di Francesco,e sappiamo come e’ finita.Adesso lo Spezia e’ diventato l’ ago della bilancia, e non si creda che sia facile ne scontato visti gli ultimi risultati dei liguri, che tra l’ altro rievocano nefaste situazioni proprio in coppa Italia.Due partite dure,di cui una decisiva…

    • Non per contraddirti, è anche possibile ciò che dici, ma mi sembra strano che una squadra che 5 giorni prima ha rimesso in piedi con orgoglio una partita contro la seconda della classe, seppur aiutata dalle decisioni dell’allenatore avversario, possa avere uno spogliatoio così spaccato come dici

  22. la roma ha diversi giocatori sopravvalutati e nessun vero leader.
    spinazzola fa il fenomeno contro le squadre di media- bassa classifica ma contro le grandi sparisce..e la sua riserva è un ragazzino di 18 anni della primavera.
    a centrocampo manca quel leader che trascini la squadra, come facevano strootman e nainggolan.
    pellegrini è un giocatore modesto e altalenate.
    il primo passo per creare una grande squadra è venderlo e prendere un giocatore vero.
    dzeko è stato un ottimo giocatore (ma non un campione, infatti al contrario di batistuta,pruzzo, amadei ci hanno portato trofei mentre lui neanche uno) in fase calante.
    a 35 anni può fare al massimo la riserva, serve un titolare.
    quindi oltre a fonseca ci sono molti altri problemi

    • Edin ha vinto ovunque… È dovuto veni qua per non vincere un caxxo… Eddai SU, un po di onestà

  23. La Roma ha un punto in meno dello scorso anno, a parità di partite; ha subito 8 goals in più (segnandone solo +3, differenza che può attribuirsi verosimilmente all’apporto aggiuntivo di Mikhy in attacco quindi non a un elemento legato al sistema di gioco).
    Le rivali più importanti momentaneamente dietro in classifica, Juve, Atalanta e Napoli, hanno due partite in meno e quindi possiamo considerare che già ora siamo sostanzialmente sesti.

    La Roma negli ultimi 20 campionati precedenti a questo, – da considerarsi un arco di tempo indicativamente aggiornato al calcio attuale-, ha un piazzamento medio di 3,35: cioè la sua media si avvicina più al terzo che al quarto posto. Ogni posizione in graduatoria inferiore deve considerarsi uno scostamento peggiorativo.

    Fonseca dunque è uno degli allenatori che vanta il peggior ruolino di marcia in tale arco di tempo, poiché non appare in grado di andare neppure in media, in un campionato e mezzo già disputati.

    Ma anche ipotizzando che sia anche un problema di livello dell’organico – cosa apparentemente in contrasto col fatto che il monte-ingaggi è il 3° del campionato- non possiamo dire che “siamo forti” rispetto allo standard da considerarsi proprio della Roma degli ultimi 20 anni.

    Qualcosa va fatto e pure con una certa rapidità.
    E questo spetta a chi gestisce l’impresa-Roma.

    Esonerare l’allenatore, in confronto alla posta in gioco (qualche decina di milioni aggiuntivi per un piazzamento da 3i-4i, per andare avanti in EL e, soprattutto, per la partecipazione in Champions), non dovrebbe essere considerato un costo eccessivo (ha ancora sei mesi di contratto).
    Neppure lo dovrebbe essere il rafforzare la squadra, se si capitalizzano razionalmente gli introiti incrementali di un innalzamento di livello della rosa nel medio periodo.

    Innescare un circolo virtuoso dovrebbe essere l’obiettivo normale di una nuova proprietà azionaria.
    Rassegnarsi (da utenti/tifosi che costituiscono il motore stesso del valore sportivo, che si tramuta in valore economico in questo atipico show-business) a che non venga chiaramente perseguito tale obiettivo è semplicemente assurdo.

    (Il Covid c’è per tutti in tutti i campionati e va considerato, tra i ceteris paribus, quasi irrilevante).

    • Beh mi pare il minimo, dopo DFR, Ranieri, Spalletti, Zeman, Garcia, Luis Enrique e chi più ne ha più ne metta è il caso di cambiare anche Fonseca. Inzaghi a cui tanto inneggiate si è fatto 2 ottavi posti prima di rendere una squadra di scappati di casa capace di giocarsela con la Lazio, similmente Klopp ci ha messo 3 anni per rendere il Liverpool quello che è.
      Vogliamo dare ad un allenatore ALMENO 3 anni per piacere?

  24. Fate un minuto di riflessione sulla parola DERBY. Poi rivedetevi mentalmente l’umiliazione di ieri e soprattutto riascoltate quello che a detto da persona molle. Roma e la Roma è una cosa viva, fatta di emozioni di lotta e di orgoglio. Non lo voglio più vedere come allenatore della mia squadra punto.

  25. NO FIORINI, NON E’ DA ROMANISTI PARLARE COSI’, SE FONSECA E’ INETTO…. PERCHE’ CI DOBBIAMO VERGOGNARE? Non è la prima volta che capita, non sa gestire queste situazioni, un conto è allenare lo Shackthar in Ucraina e te la vedi solo con la Dinamo Kiev, ma qui anche Verona e Sassuolo te sonano….Figuriamoci le altre….Eppure aveva passato Napoli, il secondo tempo con l’ Atalanta, la prova con l’ Inter… No, no non lo accetto, non si può stare una volta in cielo e una volta in terra, in terra si combatte SEMPRE!

    • Comunque non era rivolta a lei Fiorini, era una battuta!… Giusto per levarsi l’ inc….. LA SUA VEDUTA E’ GIUSTISSIMA.

  26. Non è per alzare il livello della critica nei confronti di Fonseca che in questo momento potrebbe essere risparmiata per amor di patria e questo lo dico da tifoso amareggiato ma sempre fedele, invece purtroppo, di fatto, qui non si tratta ormai solo di scelte dei singoli ma di come li schiera, di come non li riesce a correggere durante la partita di come li prepara a giocare. Si incaponisce in schemi che gli hanno dato sempre risultati negativi, per un esempio banale e anche paradossale questo insistere sulla difesa alta contro squadre che hanno elementi veloci e ovviamente trovano le imbucate. Son gli stessi schemi che metteva in campo i primi tempi quando faceva il 433, voglio dire sommessamente , se cambi modulo ma ai giocatori non correggi i movimenti, inneschi sempre gli stessi squilibri. Per come la vedo io se non lo esonerano è solo per motivi economici, confidando in qualche colpo di fortuna finale. Sono convinto che anche con giocatori migliori, inserendo ossia un portiere forte, un incontrista di livello e mettiamoci pure un attaccante prolifico e un centrale di difesa veloce che sia adattabile anche come esterno, ce ne sono diversi, con Fonseca non staremmo sicuri. Confido sempre in una supervisione al momento, per un cambio di passo, dubito tuttavia che si trovino soluzioni per gennaio. Forza ROMA

  27. Vorrei far notare che pur giocando discrete partite,con juve milan e inter, alla fine con l’ inter ci siamo salvati per il rotto della cuffia,con il Milan lo stesso a 4 minuti dalla fine con il pareggio di Kumbulla,e con la juve in dieci non siamo riusciti a vincere,e anzi abbiamo subito il pareggio. Quindi i tre punti conquistati alla fine lasciano il bicchiere mezzo pieno,ma potevano lasciarlo anche vuoto del tutto o quasi.

    • Questi i risultati dall’inizio di luglio 2020…

      25 partite
      17 vittorie
      6 pareggi
      3 sconfitte

      57 punti
      59 fatti
      34 subiti

      Non è male ma non so se sia adatto al grande salto…ma da qui a definirlo da campionati folcloristici ce ne passa, secondo me…

  28. Non posso che ribadire come a mio avviso la sconfitta dolorosissima di ieri sia imputabile ai calciatori più che al tecnico . Troppo confusionari e inconcludenti i ns.calciatori per non renderli i responsabili principali dell’insuccesso. Le scelte e i tempi di gioco sono stati tutti sbagliati . Non posso pensare che davanti ad un avversario solo attento ci si possa perdere in un bicchiere d’acqua per 90 e più minuti come poi accaduto . Non si è trattato insomma di una gara sfuggita di mano per poca avvedutezza tattica del mister in certi frangenti ma interpretata fin dal fischio d’inizio in modo errato…

    • Ormai tutti sanno come mettere in difficoltà la Roma, figurati Inzaghi. E lui che fa? Non cambia nulla! Non solo tatticamente scarso, ma neanche motivatore! Sono un estimatore dei Friedkin, nutro grande fiducia sulla loro voglia di fare bene. Però ora devono darci dei segnali. Con urgenza. Ieri è stata una vergogna.

  29. sono tifoso della Roma da tanti, troppi anni. Ho gioito con Falcao e pianto con Ago. Ho festeggiato poche volte ma intensamente e ho sofferto spesso (e a volte intensamente). Tifare la Roma può rafforzare il carattere. O fare impazzire le persone. Come quelle che, come bimbi, chiedono di esonerare l’allenatore ad ogni partita persa. Capisco che il derby è una cosa speciale, ma come diceva il boemo sempre tre punti vale. Tutte le squadre cadono. Se la lazio non facesse partite pessime sarebbe sopra di noi. Banale.
    Ma alcuni si comportano come dei bimbi che giovani e senza memoria non sanno che non solo non cambia nulla ma, senza dare il giusto tempo di amalgama, rischiano di peggiorare la situazione. Cambiamo almeno un allenatore l’anno. Vinciamo qualcosa? Se un giocatore stecca una partita subito si parla di cacciarlo. Se fa una buona partita lo si esalta e si citano i mejo giocatori dell’universo. Questo non è fare i tifosi. E’ da bot, da laziali o da bipolari. Per gli ultimi ci sono medicine, per gli altri no 😉
    Ma tifare e basta no? che vuol dire sostenere giocatori, allenatore e società almeno per un anno. Poi a fine anno gli si salta addosso, se necessario. Ma dopo, non durante il campionato.

    • Normalmente ti darei ragione. Ma mi ricordo pure che, nell’anno dello scudetto, la corazzata guidata da Capello, uscì al primo turno di coppa italia contro l’atalanta. Li aspettarono a trigoria per cantargliele. La reazione fu lo scudetto…
      Quindi, se occorre, una sveglia prima della fine, male non farebbe.

    • Sono d’accordo. Il derby prende di più perché è contro una squadra della stessa città ma è una delle tante partite, bisogna smetterla di caricarlo di significato, ai fini della classifica conta come Roma-Crotone. Smettiamola di essere provinciali altrimenti diventiamo come i laziali, che ieri sera festeggiavano come se avessero vinto la Champions…Pensiamo alla prossima, senza smettere di tifare, la Roma non sono i singoli giocatori, è la Roma 🟥🟧🟨

    • 4-0, 4-1, 3-0 quest anno, innumerevoli figuracce lo scorso anno, dimme te cosa dovemo aspetta’… la SCOSSA VA DATA ORA, non a fine campionato…. tanto l andazzo non cambia, che ce’ vo’ a capillo?

  30. La proprietà deve fare investimenti molto, ma molto importanti. Servono grandi, ma davvero grandi risorse economiche per trasformare una rosa buona (quella attuale) in una rosa competitiva per i titoli, che, per quanto mi riguarda, sono l’unica cosa che conta veramente e che sto aspettando, con notevole impazienza, da tredici anni. Per me conta solo questo. E l’allenatore, direte? Gli allenatori diventano vincenti con rose vincenti (Fonseca tornerebbe ad esserlo, peraltro). Io la vedo così

    • I lettori sono liberi di commentare come gli pare il mio intervento, figuriamoci se mi preoccupo per qualche pollice in giù. Capisco che il tema di oggi é il derby perso in quel modo e rode a tutti, pure a me e di brutto. Resto però convinto che il nostro limite vero é che non ti riesce proprio ad incidere nelle partite decisive, e se non si risolve questo enorme problema, purtroppo tutto romanista, il bilancio trofei resta ancorato sullo zero … E la cosa mi preoccupa di più dei derby persi: basti vedere il nostro calendario del prossimo futuro. Non riesco proprio a trovare altre soluzioni se non avere una rosa talmente forte che, facendo la tara sulla nostra eterna sfortuna, poco peso politico etc., si riesca finalmente ad aprire sta bacheca. Fonseca é un onesto allenatore, che é stato vincente ma ovviamente non con noi, con i suoi limiti ovviamente palesati con noi. E diciamo pure che nel derby perso ha le sue colpe, a saperlo piazzava un pullmann davanti alla difesa e poi vediamo come va. Ma sui limiti strutturali ora può intervenire solo la proprietà. Tutto qui.

  31. Il capitano che è bosniaco? Ma vergognate… È capitano perché è il 3o marcatore della storia della Roma oltre che un campione mentre quel cesso di pellegrini è capitano perché lhanno partorito a Roma… Vergognate

    • A vergognarti dovresti essere tu che parli senza sapere, ieri hanno fatto tutti schifo, TUTTI, ma di persone a cui gliene sbatteva abbastanza da sputare i polmoni ce ne erano solo 2 Mkhitarian e Pellegrini. Vatti a vedere le statistiche e scoprirai che dopo loro due (Pellegrini che tu schifi si è fatto 12.5 Km di corsa) c’è il vuoto più assoluto.
      Non mi serve in campo un capitano che vive di gloria passata, me ne serve uno che sotto di due gol contro la lazio si arrabbia e va a rincorrere gli avversari come faceva il buon DDR, uno che se l’arbitro sta facendo una cavolata gliene va a dire di quattro colori come faceva Francesco, uno che se vede i compagni fiacchi gliene dice 4, in spogliatoio come in campo.
      Ieri Dzeko di questo ha fatto 0.
      Se Edin non ce la fà non gliene faccio una colpa e anzi, lo ringrazio di tutto quello che ci ha dato, ma si andasse a sedere in panchina o lasciasse la fascia a qualcun altro.
      Si tifa la maglia, non i giocatori.

  32. Su Fonseca, concordo sostanzialmente col giudizio di Fiorini.
    Sui tifosi della Roma, invece, farei un distinguo: splendidi gli Ultrà, come sempre, spettacolo vero… Per quelli che dicevano che il derby è una partita come un’altra… l’umiliazione è stata troppo blanda. Vergogna!

  33. Io non penso sia un ciarlatano e credo nella sua buona fede e credo sia oltretutto una brava persona, ma mi spiace un derby si può pure perdere ma non in quel modo. Ricordate che 2 anni fa di Francesco poco dopo il derby perso per 3-0 fu esonerato nonostante un terzo posto ed una semifinale in Champion l’anno prima e calcolando che in quel derby ci mangiammo almeno 5/6 golgiganteschi. Io penso che purtroppo non sia adatto per questa piazza molto particolare e dovrebbe essere guidata da un allenatore tosto, alla Capello per capirci. Questo è la mia personalissima opinione e comunque sempre Forza Roma.

  34. Che piaccia o meno a questo livelli la fiducia è sempre a tempo determinato.

    Fonseca non è male, e ha mostrato duttilità e impartito un minimo di continuità, altrimenti non avremmo la media punti che abbiamo dalla seconda metà del campionato scorso. E non è poco.

    Purtroppo però ha anche mostrato e sta mostrando limiti preoccupanti che credo a questo punto siano sotto gli occhi di tutti, principalmente la incapacità di cambiare in corsa, di imputarsi su un tipo di gioco anche quando non funziona. Sembra che non riesca a leggere le partite. Sicuro che le prepara bene, ma poi non sembra esserci un piano B.

    Non basta fare risultato con le medio piccole. A questi livelli serve sicuramente qualcosa di più.

    Io spero solo che tutte queste scoppole, e cominciano ad essere tante e firse troppe, possano farlo migliorare. Ma deve farlo molto in fretta. La Roma può girare la boa a 38 (col punto di Verona) punti ossia 2 media di 2 a partita e zona Champions assicurata.

    Rimangono tutto il girone di ritorno, la EL e la coppa durante le quali dovrà dimostrare di aver imparato dagli errori e trovato le soluzioni.

    Altrimenti si cambierà.

    Cambiare ora non serve.

  35. fonseca ieri ha sbagliato tutto. ma l’errore più grave è stato quello di non aver apportato correzioni, di uomini e tattiche, sulla fascia dove lazzari ha fatto quel che ha voluto.

    ma voi giornalisti non potete cambiare idea un giorno sì e l’altro pure: non potete dire il giovedì che fonseca è un signor allenatore ed il venerdì che è uno scappato di casa.

  36. Nessuno lo vuole dire ma in serie A chi gioca con una punta sola e tra l’altro atipica ossia che somiglia molto di più ad un centroattacco di manovra? Quelli che giocano con due o tre punte sono tutti fessi? Forza ROMA

    • Ma non è proprio detto questo…e noi dovremmo ricordarcelo bene. Il pelato di Certaldo per due volte ha costruito squadre atipiche, una volta (di duraturo successo) con Totti centravanti, Mancini e Taddei sugli esterni. La seconda, quando mise in panca un abulico Dzeko per fare posto addirittura a un Perotti falso nueve.
      I centravanti aprivano gli spazi per gli inserimenti degli altri che arrivavano puntuali. Di azioni da gol se ne costruivano tante e si segnava altrettanto.
      Qui il problema è che pochi hanno la voglia, sempre come diceva il Pelato “di andare a vedere cosa c’è oltre la linea difensiva avversaria”. Il solo Miky si butta quasi sempre dentro, qualche volta Veretout, gli altri poco o niente.
      All’inizio, con Pedro in forma, lo faceva anche lui. Adesso si fa gran fatica ad entrare, soprattutto contro avversari attrezzati.

  37. Quindi il problema è l’allenatore? Se è così bisogna prenderne uno. L’altro problema è che ci abbiamo già provato. Conte, Sarri, Gasperini e allegri, tutti hanno rifiutato, chiediamoci perché. Fonseca non è stata una scelta, e stato un obbligo, dettato dalla mancanza di alternative primarie. Siamo andati al ristorante, abbiamo ordinato, nell’ordine, carbonara amatriciana, ca io e pepe e coda alla vaccinarea, ma c’era solo pasta in bianco e pure scotta. Questo è quello che abbiamo mangiato l’anno scorso, questo mangeremo quest’anno. La Roma è scarsa come chi la allena.

  38. La Roma è una squadra tecnicamente forte, ma che difetta tremendamente in carattere.

    Pau Lopez non è uno che comanda la difesa o che s’incazza coi compagni ai gol presi;
    Ibanez è ancora un farfallone e le parole di Gasperini e Petrachi su di lui non sono confortanti;
    Smalling è un tranquillone (non che sia di per sé un difetto);
    Veretout nasce trequartista e si vede;
    Pellegrini sembra si senta arrivato;
    Cristante troppo moscio (e la disponibilità a fare ogni ruolo non gioca a suo favore: è quel che si rimproverava a Florenzi, o sbaglio?);
    Karsdorp e Spinazzola fanno il loro, ma non sono carismatici e se non stanno bene fisicamente il loro rendimento crolla;
    Dzeko, Mkhitaryan e Pedro non sono mai stati dei trascinatori dal punto di vista nervoso, ma più da quello tecnico.

    I più dotati di forza mentale mi sembrano Mancini, Villar e Kumbulla: troppo giovani per caricarsi emotivamente la squadra nelle difficoltà.

    A questo si aggiungono i difetti del nostro tecnico che sembra avere sempre poca voglia di effettuare i cambi in partita e sembra che gli manchi il coraggio di confermare i giocatori più in forma al posto di quelli più nominati ma con le ruote a terra.

    Staremo a vedere: dal canto mio, penso sempre che continuando a vincere con tutte le “piccole” arriveremmo ben oltre l’obiettivo “sperato” ad inizio stagione.

    Forza Roma sempre.

  39. Zenone 🤓 6 Agosto 2020 At 19:54
    Fonsega allenatore di pochezza sconcertante+Kuipers arbitro scandalosamente anti-italiano = 2 a 0. (da Archivio Gr.net)

    Questo era il mio giudizio sul nostro allenatore dopo Siviglia-Roma…la differenza fra me e tutti voi è che IO sono sempre rimasto di quell’idea,mentre voi pensavate che fosse un fenomeno dopo che batteva il Bnevento e il Crotone…ciao Abboccò 🙀

    • Zenone c’ era stefano 55 che ho seguito in passato,che in tempi non sospetti aveva riempito il sito con i suoi Fonseca go home,purtroppo aveva fatto il pieno anche di pollici contro.Ma forse a questo punto non aveva tutti i torti,poi con un comunicato della redazione ho letto che e’ stato sospeso.

  40. Ci sono almeno 4-5 squadre più forti di noi. Se ci va bene arriveremo 5i-6i.
    Spero in un mercato estivo massiccio perché ci serve praticamente tutto, e le concorrenti crescono anno dopo anno. Gli unici titolari da cui ripartire sono Smalling Veretout Villar e Mkhi. Il resto, da panchinare in favore di un titolare più forte, oppure da vendere.
    Se anche con questi Friedkin i soldi sono pochi, a 0 stanno Depay e Thauvin che da soli ti fanno un attacco super. Li convincano con gli stipendi, almeno quello.
    E per favore, vendano Pellegrini e Cristante con buona pace di quei quattro ipovedenti che li difendono. Mettiamo Locatelli al centro e diamo equilibrio al cc.
    Per la difesa sogno il ritorno di Digne a sx ma ci sarebbe anche Alaba a zero.
    Se vuoi vincere, in un modo o nell’altro, devi spendere.

  41. Fonseca è stato la quinta scelta non dimentichiamolo. È semplicemente mediocre, un allenatore da centro classifica e basta. In più abbiamo una squadra senza cattiveria ne mordente a cui si aggiunge una scarsità tattica ogni qual volta si alza l’asticella della gara. Se la prossima stagione si vuole continuare con Fonseca bene, se (come credo e spero) l’anno prossimo si vuole cambiare allora meglio farlo subito e iniziare a costruire da questo anno. Allegri è libero.
    Forza Roma sempre!!

    • Allegri lo vedo incompatibile con qualsiasi tipo di “progetto giovani”, come minimo appena arriva chiede di prendere il suo pupillo Mandzukic… E’ bravo solo con giocatori di enorme qualità ed esperti, non per nulla dopo lo scudo col Milan e il conseguente cambio generazionale della rosa, ha avuto enormi difficoltà.
      Vista la linea verde che abbiamo assunto (attacco escluso) lo escluderei. Se invece i piani dei Friedkin per il mercato fossero diversi allora il discorso cambia.

  42. D’accordo con l’articolo. Credo che se Fonseca non dovesse più sentire la fiducia della società e dell’ambiente darebbe le dimissioni. A Roma ha dimostrato una signorilità rara per il mondo del calcio, senza dimenticare che venne qui sapendo di essere la terza o quarta scelta in un momento in cui nessuno voleva allenare in una società in piena smobilitazione.
    Il suo calcio, anche con il 3-4-3, è diventato leggibile e arginabile dalle avversarie più quotate. È un limite che in Italia non puoi permetterti.

  43. Il discorso è che Paulo Fonseca non è un allenatore adatto al calcio italiano. Il calcio che il mister propone è un calcio/filosofia di gioco molto offensiva che con il calcio italiano centra poco e niente.Non a caso le squadre che hanno vinto Scudetti sono state squadre sempre con assetti molto equilibrati. Il 3-5-2 il modulo con cui ieri la Lazio non ha fatto vedere la porta alla Roma è un modulo/stile di gioco perfetto per vincere in Italia.Squadra corta,Pressing alto,ripartenze veloci e due punte davanti per non dare punti di riferimento con il centrocampo a 5 sulla linea che diventa difficile da scavallare. Paulo non ha capito ancora la filosofia di calcio in italia,la Roma ha ottimi giocatori e se puntellata nel giusto con un assetto consone al calcio italiano potrà vincere. Perciò non credo Paulo possa portare trofei a casa Roma,semmai un ottimo piazzamento in campionato visto la rosa da quarto posto e magari un successo in coppa italia visto che viene “Snobbata” parecchio dalle grandi. Per vincere serve un allenatore all’italiana che gioca con equilibrio Conte/Allegri/Capello/Lippi son stati tutti allenatori che hanno vinto per equilibrio. Paulo è un buon allenatore ma non adatto al calcio italiano tutto qua.

  44. D’accordissimo con te,tra Roma e Lazio finira”sempre così se la Roma società e giocatori non capiscono che questa partita si gioca con la rogna dentro,si la rogna quello che hanno i laziali,dzeko che passa la palla a reina prima della rete loro???pellegrini che non tira in porta???FONSECA che non riesce a capire come si prepara la partita???La.stessa fatta a ritorno l’anno scorso no???Un consiglio a trigoria,alzi la.voce sulle designazioni perché mazzoleni orsato sono un affronto che la roma non può far passare così.

  45. Sinceramente penso che ieri la sconfitta sia da imputare solamente ad Ibanez, che ha palesato i clamorosi limiti tattici che ha e che un po’il suo strapotere fisico e un po’alcuni attaccanti scarsi (es. Lasagna o Torregrossa) avevano finora nascosto; non vedo tante colpe dell’allenatore nella partita di ieri, i ragassi hanno fatto 2 gol capitalizzando al massimo le pippate fatte da mr. 20 minuti nell’Atalanta (è bene ricordarlo) e se vai sotto di 2 gol con la Lazio che pur non essendo una squadra di x sè catenacciara non vede l’ora di mettersi tutti negli ultimi 30 metri e, ogni volta che ha la palla, di lanciare lungo x Lazzari ed Immobile che sono 2 ottimi contropiedisti poi è dura risalire la china. Per carità non voglio difende a spada tratta Fonseca, che x me è buon allenatore ma comunque al livello di tanti altri presenti in Italia, ma le partite in cui ci sono stati evidenti errori della guida tecnica sono altre (vedi la partita col Siviglia e quella con l’Inter di settimana scorsa)

  46. Non sono d’accordo è solo una sconfitta, non si può gettare tutto via o criticare fonseca, ha detto il vero:sono più abituati di noi.. Infatti fanno la champions.. Sono stati più bravi e cattivi.. Non c’è nulla di male ad ammetterlo.. Forza roma ora più che maiii…

  47. Luca che millanta un’appartenenza a Roma, abbassa la cresta e porta rispetto a KAWA, e non ti azzardare a rispondermi ahahhahah chiedi scusa a KAWA e consideriamo chiuso l’incidente ahahhah. Forza ROMA

    • Caro Prohaska,
      forse sono stato un po’ troppo duro col povero Luchetto…
      In fondo è solo un cesarone, che non essendo di Roma, non avendo frequentato lo stadio e non avendo giocato a pallone, manco in parrocchietta, parla di cose che conosce solo per sentito dire…
      Piuttosto, dovrebbe chiedere scusa per essere un pallottino e per mettersi i like da solo… Questo è più grave, credo.
      Saluti Romanisti.

  48. Zaccheroni ha vinto uno scudetto con il Milan di Berlusconi, Bianchi con il Napoli di Maradona…
    Allegri 5 scudi con la juve degli Agnelli…

    Senza i soldi ci puoi mettere pure Mourinho, Guardiola e Klopp.
    NON VINCI….
    Eh ma hai perso male al derby…

    • Hai ragione. Ma ieri non giocavamo contro il Milan di Berlusconi o il Napoli di Maradona.
      Nemmeno a Bergamo giocavamo contro una squadra di quella caratura. Neppure a Napoli.
      Magari ci sta pure che siamo abbastanza pippe per perderle tutte e tre, ma non nel modo totalmente remissivo in cui è stato fatto.

  49. Questo era la quinta scelta di Pallotta e si sta rivelando tale. Colpa di Friedkin che non ha messo soldi per contrattare Allegri

  50. Questa Roma con Ranieri in panchina il derby in questo modo non l’avrebbe mai perso. Si può perdere un derby ma c’è modo e modo di farlo. Per il futuro io cercherei un allenatore italiano come De Zerbi o Gasperini, proponendogli un progetto serio e costruttivo, dandogli fiducia e proteggendolo…tutto ciò non è impossibile, gli altri ci riescono.

  51. Ieri sconfitta indecorosa e inaccettabile ok.
    Pero dire che la Roma sia come organico da quarto posto, quando tutti all inizio ci davano al sesto/settimo vuol dire non essere onesti intellettualmente con i tifosi, e si vuole confondere le acque.
    Fonseca ha i suoi limiti ma con questo organico per il momento sta facendo piu del dovuto

  52. Per me la colpa non è di Fonseca…ma degli 11 in campo scesi con il pannolone già cagato… e adesso la paura più grande è il buco nero dove ogni anno se invischia sta squadra, il periodo è quello.. spero che la nuova società ci eviti questo.

  53. Fonseca: 2,5 mln
    Pochettino: 8 mln
    Ancelotti: 11,2 mln
    Conte: 12 mln
    Klopp: 16,9 mln
    Mourinho: 16,9 mln
    Zidane: 21 mln
    Guardiola: 22,5 mln
    Simeone: 24 mln

    Per quel che viene pagato e visto che ad inizio stagione tutti ci davano come squadra da ottavo posto, non sta facendo nemmeno così male.
    Vuoi i Top allenatori? Aspetti giugno così si possono svincolare e li metti sotto contratto tirando fuori una marea di grana. Semplice.
    Vuoi un allenatore adesso? Ti prendi quello che c’è di libero (poca roba) o ti tieni quello che hai e speri che riesca a cambiare qualcosa. Si parla spesso del “progetto”… I progetti si costruiscono nel corso di diversi anni e anche commettendo errori di percorso.
    Se al Milan avessero ascoltato la pancia e avessero cacciato Pioli immediatamente il giorno stesso in cui sono stati asfaltati dall’atalanta, chissà se avrebbero vissuto la favola che stanno vivendo ora.
    A volte dal peggio possono nascere cose positive, e io sono fiducioso che potremo rialzarci. Sempre meglio che buttare tutto al vento e ricominciare per l’ennesima volta da capo con una soluzione raffazzonata… Vediamo fino a giugno che cosa succede. A quel punto saranno già due anni di panchina per Fonseca, e due somme si potranno tirare.

  54. Caro Fiorini, io comincio a farmi anche qualche domanda sui Friedkin.
    Grazie, grazie e ancora grazie per aver preso la Roma in un momento difficilissimo per tutti a causa di questa maledetta pandemia e in una condizione debitoria da paura.
    Però mi sembra giunto il momento di intervenire sulla rosa della squadra i cui limiti sono evidentissimi.
    Un portiere affidabile che dia tranquillità alla difesa.
    2 terzini che sappiano anche difendere e che siano sani fisicamente.
    Un regista che sappia anche verticalizzare.
    Un centravanti che sappia fare quello che Dzeko non è più in grado di fare un po’ a causa del Covid che lo ha debilitato e un po’ a causa dell’età.
    Sennò i risultati saranno gli stessi degli ultimi anni della gestione precedente. E non è che puoi avere la fiducia dei tuoi tifosi lucrando sugli errori del predecessore.
    Cari Friedkin, dateve ‘na svejata – Dear Friedkins give yourself a wake up
    FORZA ROMA

    • Primi due tornei con la cordata di Pallotta: 7° e 6° posto, eliminati ai preliminari di EL, goppanfaccia.
      Però si suona la sveja a questi che sono qui da settembre e partono da -500 invece di -50…

  55. I limiti di Fonseca si erano già visti l’anno scorso.
    Ci ha messo 2/3 di campionato prima di rendersi conto che la squadra era sbilanciata, i terzini non difendevano, le nostre ali erano abituate ad andare sul fondo e non ad accentrarsi come piaceva a lui, il centrocampo era senza fosforo, il portiere era mediocre etc etc. Ovvio che col nuovo schema, mettendo i giocatori nei loro ruoli la squadra ha trovato un suo equilibrio e una sua fisionomia. Ha praticamente scoperto l’acqua calda.

    Detto questo la squadra attuale è più debole di quella dell’anno scorso. Sono stato oggetto di critiche a settembre per aver denunciato l’incapacità di Fienga nel costruire una squadra all’altezza. Non ha colto una serie di occasioni di mercato in prestito che sarebbero state ossigeno per noi. Basta solo pensare alle prestazioni top che sta facendo Areola al Fulham. Eppure anche qua sono state stappate bottiglie per festeggiare gli addii di Under, Florenzi e Kluivert quando invece mettendoli nei loro ruoli naturali potevano essere una risorsa per la Roma.
    In quale universo parallelo gli arrivi di Kumbulla, Pedro, Calafiori e Majoral potevano compensare le partenze di Under, Kalinic, Kluivert, Kolarov, Florenzi, Zappacosta, Perotti e Cetin?

    Solo prendendo in estate allenatori pragmatici come Spalletti o Allegri potevano avere qualche concreta speranza di centrare la Champions. Aver confermato Fonseca è stato un’azzardo, ma d’altronde è chiaro che lo si è fatto solo per questioni economiche.

    Cosa fare ora? Ritengo che esonerare un tecnico che sta comunque agganciato alle prime 4 posizioni sia poco saggio. A questo punto con una squadra depotenziata e costruita ad immagine e somiglianza del portoghese qualunque tecnico avrebbe i suoi problemi: troppi i ruoli scoperti o carenti. Bisognerebbe intervenire pesantemente ora sul mercato ma non ci sono le risorse per farlo. Tanto vale andare avanti con lui e fare una scelta ponderata in estate. Certo se nelle prossime settimane dovesse iniziare ad allontanarsi pericolosamente dal 4 posto Friedkin dovrà intervenire per portarci un valido sostituto.

    • Boh io a prescindere non cambierei mai allenatore in corso della stagione a meno ch Enon stiamo retrocedendo tipo il Milan quando ha preso pioli… Infatti poi pioli lo scarso sta avendo buoni risultati anche se a fine stagione verrà esonerato perché il Milan finirà sesto.
      Bisogna far terminare quello che è iniziato se no perdi il filo.

  56. Tutti vero però io ricordo che Spalletti che tutti riteniamo superiore a Fonseca ha perso due derby in maniera praticamente identica con la Lazio di Inzaghi non riuscendo a trovare contromisure tattiche in 180 minuti.

  57. Mai avuto dubbi su Fonseca: in Italia ci vuole altro. Non è adatto. La Roma ha bisogno di intervenire sul mercato, su questo non ci piove, ma anche così, sono sicuro che con Spalletti o Allegri la squadra avrebbe offerto ben altre prestazioni.

  58. Spero solo che martedì non sottovaluti il passaggio della coppa Italia altrimenti l’esonero senza aspettare la fine del campionato

  59. Ma na mezza parola da Friedkin?..niente..la proprietà più silente della storia. L’avranno capito cosa è successo ieri sera? E la notte insonne e i giorni amari che seguiranno per tutti noi? No, tutto come se niente fosse

  60. E Ranieri Spalletti uffà.
    Sapete qual è il problema? Girava troppo la parola scudetto. An he da parte dei detrattori. An he fiorini lha pronunciata. E ogni volta succede questo.
    Abbiamo esordienti nelle nostre fila. Esordienti.
    Villar, Ibanez, borja e recuperati dall’AL di là. Peres, karlsdorp. Ma come fai a competere per il titolo e con in gioco dispendioso…
    Boni e a cuccia. Cenere in testa, basso profilo e puntare al quarto posto, che sarebbe un gran risultato. Il Napoli ha 4 centravanti, il Milan spende e spande, linter ha 3 squadre, la Lazio ha due centrocampisti top e il centravanti capocannoniere…
    Noi solo dzeko. Scarsi nei ricambi e il miglior giocatore infortunato da un anno…

    • La lazie non ha proprio nessuno… Ha Inzaghi (grande allenatore), immobile e Correa, ottimi attaccanti, Savic, e reina discreto portiere… Non mi sento di elevare a giocatore di alta classifica nessuno degli altri.. È una squadraccia, molto romana, ad immagine esomigligliamza de lotito.
      No isolo Dzeko?
      Miki Pedro e Smalling?
      Pedro da solo ha vinto più trofei de Lazio e Roma assieme.

  61. Dopo le umiliazioni contro Atalanta, Napoli, Lazio, credo non ci sia molto da aggiungere se non di trovare presto un altro allenatore italiano leader per: risultati ottenuti, grinta, praticità e quando serve polso. Al momento di liberi vedo solo Allegri, non per niente Sabatini lo aveva quasi preso.
    Sempre e solo forza Roma.

  62. Quando si parla di due punte potrebbero pure portare sulla maglia il numero 2 o il numero 3 ahahhahah se vanno ripetutamente dentro anche se sull’album Panini stanno in difesa a casa mia sono due punte e specifico ma cordialmente la soluzione degli incursori prevede che dietro lavorano i mediani poi qui ci sono anche professionisti del calcio da cui prenderò volentieri una pernacchia ma così alla grossa funziona. O metti due punte di ruolo e un centrocampo solido o se utilizzi gli incursori sempre qualcuno che lavora per loro deve stare, che poi è un giochetto che anche al pelato è riuscito fino a che non l’hanno sgamato ahahahahha di fatto perché in genere si parla di punte di ruolo? perché sono allenate a saltare l’uomo e creando la famosa superiorità numerica creano azioni pericolose ahhahahah sto esagerando il pippardone solo per prendere in giro un amico che ogni tanto si scopre trainer ahhahah Forza ROMA

    • Ah ah…ma guarda che qui giochiamo tutti a Football Manager, incluso tu. L’importante è non prendersi troppo sul serio, che qui di catechisti burberi (pure barbuti), e seriosi ce ne sono fin troppi!
      Comunque, caro mio, tutti si sgamano prima o poi, ma il pelato c’ha inzuppato bene per oltre un quinquennio, in due tornate, con quello schema.
      E non è che tutte le punte creano superiorità numerica: hai mai visto Pippo Inzaghi superare qualcuno in dribbling? Salah certamente sì, altri no.
      La famosa frase di Guardiola “il nostro centravanti è lo spazio”, è quello il Sacro Graal, a maggior ragione in un torneo come quello italiano. Schierati come vuoi, ma quello è l’obiettivo, creare e trovare gli spazi. Ieri i formellesi l’hanno fatto mirabilmente e noi miseramente.
      Perché è controproducente inserire tante punte quando devi recuperare? Come faceva il buon Carlitos Bianchi o anche Di Francesco? Intasi gli spazi, dai troppi punti di riferimento e ti asfissi da solo.
      Perdona la prolissità, ma era per prendere in giro un amico…

  63. Non capisco come si può difendere un allenatore ops un presunto tale che dichiara presi 2 gol la partita è finita perché è difficile segnare alla Lazio che si difende. Aoooo mancavano quasi 70 minuti !!! Mettersi a 4 dietro? Si poteva provare. 433 442 4321 ma cambia caxxo!!! Invece niete 2 cotonate alla chioma e problema risolto. I giocatori ci sono e di cambi se ne hanno 5.
    A dimenticavo quali cambi..kumbulla sarà uscito con la figlia diawara con la moglie majoral la sorella ecc ecc. Se non si vuole buttare la stagione in corso e la prossima si deve cambiare subito almeno hai 6 mesi di vantaggio e il prossimo anno ambisci a qualcosa di più o quantomeno competi con più mezzi

  64. Diego romanista polentone ti faccio questi nomi:
    Rocca
    Spalletti
    Mazzarri (addirittura)
    Juric e tantissimi altri, italiani (a parte l’ultimo) che ti str assicuro che incarterebbero ogni singola partita a Fonseca valendo almeno il triplo rispetto a lui e, come Simone Inzaghi, non costerebbero una follia. È vhe il nostro non si può proprio guardare sia dal punto di vista tecnico, che come motivatore che come preparazione atletica!

    • La lazio di inzaghi ha fatto pari con Genoa, Benevento e perso con Samp, Udinese e Verona (13 punti persi contando solo le partite con medio-piccole)
      Da quando il portoghese è con noi, è riuscito a ridurre enormemente una nostra debolezza atavica: le partite con le piccole.
      Se poi dovesse arrivare uno di quelli che hai citato o qualcun altro che dovesse riuscire a mantenere l’ottimo trend con le squadre medio-piccole e allo stesso tempo svoltare con le grandi allora mi inchinerei d’innanzi a lui. Ma cambiare Paulo per inzaghi o simili non credo che lo farei mai, anche memore del tempo di adattamento di cui pure simonetto ha avuto bisogno perché mi ricordo di tempi in cui era pure lui fortemente contestato. Poi passati diversi anni (da quanto ormai sta su quella panca e con quei giocatori?) è riuscito a trovare la quadra, e qualche risultato si è visto.
      Magari sbaglio, ma fra quelli che hai citato giusto Juric mi darebbe fiducia, purtroppo è praticamente impossibile che a gennaio te lo lascino. Quindi continuo a sostenere che aspettare giugno per poi riparlarne sia la scelta più saggia.

  65. Abbiamo giocatori forti ma una rosa troppo corta e mal strutturata. A centrocampo c’è solo Veretout a fare filtro e quando non gioca ai suoi livelli le squadre avversarie ci chiudono nella nostra area. Pellegrini se la squadra non rende offre prestazioni inguardabili. Dzeko non riesce ad assicurare un rendimento continuo e il suo sostituto non gioca se non per necessità anche se poi non ha fatto male. Pau Lopez e Mancini non li considero, farebbero tribuna anche in lega pro. Ibanez ieri non ha giocato ma il suo valore è indiscutibile. Ieri non ha fatto errori non ci stava proprio mentalmente. Parlare delle sue qualità è ridicolo, della sua pessima prestazione è giusto. Kumbulla, Smalling e Ibanez è un terzetto difensivo di alto livello. Ma chi delude di più è Fonseca. Preferisce Mancini a Kumbulla, Dzeko non in forma a Mayoral, come trequartista Pellegrini rispetto a Cristante. E poi fa i cambi a partita compromessa e non schiera la migliore formazione possibile. Ieri abbiamo perso perché c’era una squadra di gente che ci stava fisicamente contro una che aveva calciatori non in forma (Spinazzola, Veretout e Dzeko) e che già si era presentata in 9 vista la contemporanea presenza di Mancini e Pau Lopez. Abbiamo una rosa corta che per Fonseca è ancora più corta visto che alcuni calciatori che potrebbero giocare non li prende in considerazione. Contano i calciatori e il tecnico deve essere bravo a schierare quelli più in forma tra tutti quelli a disposizione ed eventualmente cambiare il modulo per farli rendere di più. Se arriva Allegri cambia, solo che a fine partita chiede Messi, Mbappe, Pogba pure per battere il Crotone. Poi Fonseca ha dimostrato di avere limiti pesanti. Pertanto è giusto mandarlo via ma non per prendere Allegri o Conte.

  66. La partita di ieri è stata bruttissima nessun dubbio ma non si può parlare di esonero con una squadra in zona champions e con una rosa che a inizio campionato in molti avevano pronosticato al massimo buona x un sesto/settimo posto. Ma poi per prendere chi?
    Allegri o Sarri dubito accetterebbero (oltretutto hanno anche ingaggi belli pesanti)
    Mazzarri? L’ennesimo ritorno di Spalletti?

    • La storia che in molti la consideravano settima non regge più. Ieri sera se vincevi andavi a 9 punti poi i falsi esperti potevano dire ciò che volevano. Spinazzola peggiore in campo contro l’Inter e aveva Hakimi davanti….. e lo riproponi ancora al derby? Lazzari non lo ha proprio visto……e le colpe, anche per errori, se la prende Ibanez. Ibanez ha ricevuto copertura 0 da Spinazzola. Erano sempre in superiorità a centrocampo e non lo vede? O metti un centrocampista oppure BM e abbassi Pellegrini e fai un 4-4-2……fa come te pre ma qualcosa doveva fare.

  67. Non sono romano…ma quest’anno perderei i due derby pur di entrare in CL.
    inzaghi ” essere arrivati in CL equivale ad una coppa italia” appunto poi però sono loro che portano i trofei a ROMA….ridicolazio dal 1900

    • Si pippa come quello che via da Roma ha vinto un paio de Champions……. La Roma brucia allenatori, giocatori, dirigenti.
      Il problema della Roma ė l’ambiente iniziando dai tifosi troppo piagnoni .

  68. Parlano i numeri sul suo operato,fino ad oggi basta confrontare le classifiche alla stessa giornata della scorsa stagione, con una differenza che le tre sotto devono giocare 2 giornate. Ma in sostanza la Roma ha gli stessi punti (considerando il pareggio di Verona) ja fatto 4 gol in più ma ne ha subiti ben 10 in più.
    In oltre come lo scorso anno nelle partite che contano si consegna(Juve in coppa italia o Siviglia in El).
    Non credo ci si possa aspettare di più.

  69. Non c’è assolutamente motivo che lei dubiti,signor Fiorini. La squadra è perfettamente in linea con le sue aspettative e in alcune serie di risultati buoni , il mister nemmeno lo menziona. Spero che arrivi quello che lei preferisce così la smetterà pure di sbriciolare le bolle come un classico tifoso rivale del lunedì

  70. Ora che e’ chiaro anche alla proprieta’ di non rinnovare con Fonseca (me lo auguro vivamente), e’ il momento di rimboccarsi le maniche concludere la stagione in modo dignitoso e pensando ad una gara per volta e senza fare voli pindarici, perche’ la squadra e’ questa e l’allenatore mi ripeto pero’ purtroppo e’ Fonseca, cambiare in corsa e’ sempre difficile, vome pero’ sara’ difgicile ripetere la stessa media punti fino ad ora(includendo anche il punto di verona)da oggi dobniamo pensare allo Spezia in modo tale da passare per prima il turno di c.i. e poi di mettere altri 3 punti in classifica.

    Inoltre auguriamoci che il D.G. sportivo Sig. Pinto sappia gia’ cosa e come fare e sta gia’ lavorando per il futuro della Roma.

    In tutto questo, onestamente devo essere sincero, vedo la pratica abbastanza nebulosa in quanto il debito finanziario della Roma e’ esposto in maniera evidente e preoccupante, Vi spiego i motivi di questo pessimismo.

    Da pochi giorni Suning ha deciso di estromettersi dall’inter, lasciando la societa’ che non ha liquidita’ per acquistare la carta igienica.

    La juventus con famiglia Agnelli regge botta ma fino a quando…. anche perche’ le automobili non le compra piu’ nessuno per fare il giro dell’isolato dove abita.

    Il milan e’ in mano ad un fondo finanziario e tra breve non passera molto tempo nel ritrovarsi con conseguenze (noi purtroppo lo sappiamo Pallotta docet) che lascio ad altri da valutare.

    Ora mi domando due cose, una buona e una meno buona e oso dire…
    ma Friedkin vuole fara all-in ?
    o ci collochera’ in un girone dantesco che definirei quello degli illusi ?

    Onestamente ora non so se questi miei pensieri siano il frutyo o l’effetto della sbornia del dopo derby o della bruttissima gara della Roma che ho visto ieri sera, di una cosa sono certo che non smettero mai di gridare FORZA ROMA.

  71. Il problema è il silenzio allucinante da parte dei dirigenti della societá in merito alla questione, una presa di posizione, niente il NULLA COSMICO, sotto questo punto di vista nulla è cambiato rispetto alla precedente proprietá…

  72. A questo punto, mi riprendo Spalletti, con tutti i suoi difetti, na almeno qualcosa capisce! Se restiamo con Fondeca, per carità’ brava persona, non vinceremo mai niente! Ci vuole un n allenatore che sappia leggere le partite! Na santo Dio, ci sono 5 cambi e Massimo ne fa tre e a 10 minuti dalla fine! E’ un integralista! Con squadre vone ja Kazio, il Napoli e k’Inter non puoi giocare come col Torino o il Crotone!

    • Ancora con sto sorcio de Spalletti!!! Chi ha giocato 30 anni con la Roma viene attaccato, guadagnando anche meno soldi, chi nei momenti belli no in quelli brutti è andato a Londra a Londra come un sorcio per il Chelsea invece viene osannato. Nemmeno al casello di Fiano Romano vorrei vederlo. Se deve venì un toscano che sia Allegri

    • Non ho seguito un corso a Coverciano come molti qui dentro però Sarri gioca con la difesa a 4 e Spina e Karsdorp mi sembrano abbiano dimostrato ampiamente di non trovarsi in quel sistema di gioco

  73. Questo è l’ultimo anno con Fonseca, questo è l’ultimo co Spalletti, questo è l’ultimo co Di Francesco. Fonseca ha cappellato e questo è sacrosanto..ma sono del parere che se la società ha continuato a dargli fiducia ,un motivo seppur uno ci sarà e inoltre sappiamo tutti e sottolineo tutti che l’ennesimo cambio di allenatore ( per quel che ci permettono le nostre possibilità) in questo momento storico porterebbe a ricominciare tutto da capo, una rivoluzione totale ..pensate sia un bene? Se fosse magari ..ma c’è sempre e comunque il rischio di scendere ancor più giù e ritrovarci a dire dopo una stagione le stesse cose che ci ripetiamo da anni. Le cose non avvengono con una schioccata di dita (magari!) ,ci vuole tempo, adattamento e pazienza da parte di tutti, anche di noi tifosi. Fonseca stavolta la botta l’ha sentita.. spero ci dimostrerà con l’aiuto anche del mercato di Pinto che il suo progetto seppur macchinoso dia i suoi frutti.

  74. Tralasciando che in campo ci vanno i giocatori, ed alcuni è da inizio campionato che stentano o sono con il fiato corto nelle ultime gare. Se ogni stagione e mezza si ricomincia con il cacciare l’allenatore non abbiamo capito nulla. Cambiare allenatore per prenderne uno più bravo ok e sicuramente non a metà stagione. Esonerare l’allenatore quando si è in lotta per gli obbiettivi stagionali non ha senso. Quando arrivò Ranieri al posto di Di Francesco, abbiamo avuto una media punti inferiore. A giugno si tirano le somme, capirei se fossimo uscito dall’EL e 10° in campionato, ma non è così.

  75. Quante volte si dice “quelli non sanno perdere”? ebbene la roma lo sa benissimo.o perlomeno lo sa fare benissimo. E lo dimostra ogni anno quando, ad ogni gara decisiva per la stagione, puntuale come una cartella di equitalia arriva l’immancabile crollo, inatteso solo dai suoi patetici tifosi-radioaddetti ai lavori che altrettanto puntualmente, dopo un paio di rotonde vittorie contro un benevento o un crotone qualsiasi, già a settembre ordinano la porchetta e prenotano il circo massimo pe’ “‘a grande festa d’ ‘o scudetto”, salvo poi già a marzo, a circa -20 dalla prima in classifica,raccomandarsi a san francesco da porta metronia per il solito (quando va bene) quarto posto, unico obiettivo utile essendo, come sempre, già stati buttati fuori dalle altre competizioni nazionali e non.insomma che l avversario si chiami lecce,spezia, porto o real madrid non fa differenza, nei momenti cruciali la mentalità perdente di questi presunt(uos)i fenomeni si manifesta in tutta la sua efficacia e allora ce n’è per tutti. non c’è niente da fare,se al posto di pau lopez e dzeko ci fossero yaschin e messi sarebbe uguale, non è questione di campioni, è che proprio a vincere sta gente “nun-je-la-po-faaa!” i tre (miseri)scudetti in 90 anni? Ma quali amadei pruzzo e totti, legge dei grandi numeri! Le 9 coppe italia? juve e milan avevano la coppa dei campioni. la coppa delle fiere? Coppa de che???E hanno il coraggio di chiamare traditori i benatia e i pianjc. Ma quali traditori.La gente vuole vincere, e qui non si vince. Mai. nemmeno per sbaglio. per questo se ne va, e fa benissimo. Ma quanto può reggere un ottimo giocatore in una squadra dove il massimo del traguardo è il trofeo birra moretti?? Qui non si tratta di cambiare allenatore giocatori e dirigenza, qui si deve cambiare sport. Ippica, badmington, curling, lotta greco-romana,hockey su prato, quello che vi pare. Ma lasciate perdere il pallone, quello proprio non fa per voi.

Rispondi a Marcello Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome