«Già a maggio trattavo Dzeko». La ‘confessione’ di Petrachi a Roma dà ragione a Cairo

Set 12, 2019 32 commenti by

AS ROMA NOTIZIE – Ha deciso di non farsi mancare proprio niente, Gianluca Petrachi. Nemmeno la confessione. Di aver lavorato da ds per la Roma quando ancora lo era – almeno contrattualmente – del Torino […].

E così ieri l’altro, a margine della presentazione di Mkhitaryan, quello che per i tifosi giallorossi è subito diventato «armeno tu nell’universo», il dirigente pugliese a una domanda su Dzeko se n’è uscito trullo trullo. «Quando io la prima volta a maggio ho incontrato l’Inter ho posto il mio prezzo per Edin, poi quel prezzo non è mai arrivato dall’Inter».

[…] Ora, al netto dello stile diciamo ruvido (vedi, ad esempio, la frase «adesso tutti hanno capito che nessuno viene più a Roma a fare il prepotente») e di certi mezzi avvertimenti che non dicono ma lasciano intendere, è chiaro che la tafazziana uscita di Petrachi potrà avere ulteriori conseguenze. La prima s’è registrata ieri, quando da Milano segnalavano un Cairo gongolante manco il Toro avesse vinto un derby […].

(Tuttosport)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 32 commenti

  1. Pluto5 says:

    E quindi…?

    • CRIS. TURBOGIALLOROSSO says:

      Tutto sporc mi ha copiato.
      Plagio al sottoscritto.
      Feteve Na vita….

  2. Matteo says:

    Tuttosport si è perso giusto un paio di passaggi. Greco e Bucri sono passati al Toro come indennizzo per il casino successo con Petrachi, Cairo certamente già sapeva che, nonostante fosse sotto contratto con il Torino, stava lavorando già per la Roma

  3. Anto says:

    Ma Tuttosport non dovrebbe pensare più a Paratici con il solito impeccabile stile juventino
    contattava gli agenti dei giocatori (Chiesa, Zaniolo) senza avere l’avvallo dei Club di appartenenza?
    Quello come stile non è ruvido?

    Quanto a Cairo, pensasse magari a vincerlo davvero 1 derby, che fa contenti tutti….
    Nkoulu.

  4. Vegemite says:

    Anch’io avevo notato la gaffe.
    Se nell’indennizzo al Toro è compreso un colpo di spugna ed un patto di non belligeranza su quanto avvenuto a maggio, non ci sono problemi, altrimenti ………

    • enrico says:

      Mah… Petrachi non rischia nulla (logicamente) sul versante penale. E su quello civile la punizione più severa per la violazione di contratto (supponendo che esistesse, come probabile, una clausola di esclusività tra lui e il Torino…) penso sia il licenziamento (dal Torino).

      Certo, potrebbe essere prevista (sempre in sede di contratto) una sanzione in soldi.

      Insomma niente pena di morte né colonia penale tipo Papillon 🙃 …

      • Vegemite says:

        Non so cosa rischi Petrachi: una sospensione? Una multa?
        Anche perché stando alle dichiarazioni di Cairo il divorzio non è stato consensuale e pertanto temo che potrebbe farcela pagare.
        Certo è che Petrachi e la nostra dirigenza non ci hanno fatto una gran figura.
        A parti invertite credo che nessun tifoso della Roma avrebbe avuto piacere nel vedere il proprio DS lavorare per un’altro club pur essendo sotto contratto con la nostra squadra.
        Anche se mi pare di capire che la maggioranza dei tifosi approvi come è stato gestito il caso, io invece no perché mi piace pensare ad una Roma che operi nella massima correttezza e serietà.

        • enrico says:

          Caro Veg, hai ragione: l’aspetto morale ci vede dalla parte del torto. Anche se Cairo ha fatto a lungo finta di non sapere quanto veniva scritto su tutti i giornali che non fossero suoi…

          E poi hai ragione anche su altro: potrebbero esistere delle regole Federali che non ho considerato…

          Come dici giustamente tu: speriamo che l’accordo poco ortodosso Roma – Cairo (quello che comprendeva i cartellini dei Primavera) abbia chiuso definitivamente questa vicenda.

  5. Gaetano da sarno giallorossa.ZANIOLO NON SI TOCCA says:

    Tuttosport fa il suo dovere, di vassallismo allo stato puro. Verso i padroni. Sono gli altri che ci sfondano senza pietà. .ad incominciare dal CORRIERE di FORMELLO, passando per il menzioniero. E di quei …..di radio radio che te lo dico a fa’…

  6. Giovanni says:

    Mi stupisce come tutti a cominciare da Tuttosport pensino e scrivano che Petrachi è perlomeno uno sprovveduto.

  7. Jacopo says:

    Oggi leggevo con grande piacere che a Torino si è fatto finalmente sentire l’effetto cr7. Un buco di 153 mioni in un solo anno. Però certe notizie non si leggono né su ruttosport né sulla gazzetta ladra, ma sul sole 24 ore. Vista la fonte ci sarà da fidarsi.

    • O'Rey says:

      inoltre si sono tenuti sul groppone i gioielli che intendevani sbolognare, Keidira, Manzukic, Rugani, Higuain, Dybala, Quadrado…tutti ingaggi stellari, che non gli hanno permesso di prendere Icardi, altra porcheria gobba, lo volevano con la rescissione.

    • criPtico says:

      Ciao Jacopo, non so se sei solo un omonimo dell’utente che scriveva su romanews o meno. Dall’intelligenza del commento potresti essere tu, altrimenti si vede che gli “Jacopi” so’ sopra la media 😉
      Comunque sia la juve che l’inter rischiano parecchio, per quanto alla fine potrebbero cavarsela col classico buffetto sulle mani e continuare a fare i loro porci comodi con trucchi contabili e sponsor farlocchi.
      Certo è che prima o poi la bolla dei conti del calcio è destinata a scoppiare e non è detto che saremo noi i più cojoni della compagnia

  8. prosciutti says:

    ho un lapsus… dove lavorava quello che a Parma chiuse gli arbitri negli spogliatoi?…

  9. Hic Sunt Leones says:

    Cedo la parola al Grande Capo Estiqatsi…

  10. Picco says:

    Ruttosport….già finito!!!!

    • O'Rey says:

      c’è sempre un momento in cui l’inconscio ti tradisce… il colore del titolo TUTTOSPORT ne tradisce la vera essenza… è marroncino sciolta, ma ora se fai l’abbonamento ti danno in omaggio una confezione di DISSENTEN.

  11. JulianB says:

    Tuttosport dovrebbe dedicarsi maggiormente ai fenomenali dirigenti juventini, i quali hanno passato l’estate ad escogitare artifici di mercato che gli consentissero, fallendo miseramente, di piazzare un numero consistente di esuberi, indesiderati, bolliti e bidoni vari.
    Tipo : Higuain, Rugani, Mandzukic, Dybala, Kedhira, Perin, Emre Can, Matuidi.

  12. Gaetano da sarno giallorossa.ZANIOLO NON SI TOCCA says:

    Jacopo ma che scrivi? Se ti sentono i professori.
    Ma no, che dico, ti hanno letto, ti hanno letto, mica ti rispondono…ma se avevi scritto scritto ne so: RUDIGER non parte. Poi invece parte. E stavano tutti a rinfacciarti che avevi scritto..

  13. Anonimo says:

    Volete mettere carne a cuocere sapendo come è rognoso il torinista. Sempre a tirare contro la societá, infami. Petrachi faceva la corte a Dzeko, solo questioni sentimentali e ai giornalari non deve fregare nulla. Non sapete che scrivere e fate un romanzo per una parola. Nullafacenti.

  14. Johnny B says:

    ULTIMA EDIZIONE!!

    Il segreto di Pulcinella svelato!!
    La scoperta dell’acqua calda: tutte le novità!

    Ricerca inglese: Non solo se esci a capo scoperto quando piove ti bagni, ma se piove tanto ti bagni anche di più!

    :::::::::::

    Lo sapevano tutti e anche il Torino.
    La questione è stata chiusa a suo tempo.

    Non c’è alcuna gaffe o lapsus.
    Petrachi sembra essere uno che se ne sbatte i c… del politicamente corretto.

    Va bene così.

    • Anacronistico says:

      Sapevatelo!!! Su Ri-educational Channel!

  15. Nome Sergio says:

    cairo da marso sa per certo che petrachi aveva firmato per la roma , ma siccome e’ stile de laurenttis , utilizza hi soldi per le proprie attivita , e’ il solito padre padrone

  16. David says:

    Un volpone quest’uomo!!!! Anche a Madrid con Fienga non lo aveva notato nessuno quando ancora lavorava per il Torino!!

  17. Luca says:

    Per cui Cairo vuole altri tre giocatori della nostra primavera,Cairo i Ds nel calcio si cambiano come le mutande è una cosa normalissima

  18. Jacopo says:

    Gaetano, io sono il primo ad essere insoddisfatto. Ci si aspettava molto di più e invece negli ultimi anni si è inseguita una mediocritas sportiva quasi a prescindere dal bilancio, con giocatori che dovevano restare e che invece sono stati venduti per mero opportunismo e non per una qualche strategia legata al progetto sportivo o aziendale.

    La juve invece mi ricorda tanto quel racconto di Foster Wallace in cui un ciccione si mette a mangiare tutto quel che vede con l’obbiettivo di occupare tutto lo spazio esistente. La juve lo sta già facendo al di sopra dei propri mezzi finanziari e alimenta questa crescita patologica (che mi ricorda tanto quella che caratterizzò a livello muscolare i giocatori della juve dopata di metà anni ’90) con le plusvalenze fittizie. Quando anche questa…

  19. SOLO LA ROMA says:

    Credo che i giornalai di rutto sport invece di preoccuparsi di queste ca@@ate si preoccupassero della polveriera che tra un po succedera’ nello spogliatoio della juve per mancate cessioni voglio vede che si inventano tra un po questi giornalai. Forza Roma

  20. Mustang says:

    Immagino che al momento della risoluzione del contratto e dell’indennizzo preteso da cairo, abbiano inserito la dicitura che le parti non hanno null’altro a pretendere.

  21. Roma=Amor says:

    Ah, ah, ah, ah, ah. Teneteme, vi prego.. Tuttosporc fa la morale ah ah ah ah ah ah . A TUTTOSPORC, GRAZIE PER LA BATTUTA

  22. criPtico says:

    Ovviamente quando si parla di dipendenti della Roma si pensa sempre a gente scesa dagli alberi e che non si trova il sedere con le mani. In qualche caso sarà anche vero, ma possibile che chiunque lavori con noi sia un cretino totale, che non capisce le conseguenze delle proprie azioni e/o parole? I giornali hanno la pretesa di sapere cosa uno pensa o cosa si sono dette due persone in privato. Credo che Cairo abbia, a ragione, fatto valere una forza contrattuale che aveva, ma che fosse all’oscuro di tutto e Petrachi non gli avesse detto chiaramente di volersene andare è assurdo. Nel tira e molla non ne esce bene nessuno, uno perchè non ha rispettato fino in fondo il suo contratto e ha forzato la mano, l’altro perchè invece di fare la parte del signore e ha voluto tenere il punto. Amen

  23. Andrea says:

    Mi viene da vomitare. E pensare che c’è gente tra noi che fa il loro gioco

  24. Giampa '43 says:

    Quante inesattezze dei giornalai e di certi tifosi. Petrachi è un dirigente d’azienda e ha quindi un contratto da dirigente. Non ha il comune contratto di lavoro dei lavoratori dipendenti. Quindi è tenuto in caso di dimissioni ad un preavviso pari ad 1/3 di quello che obbliga l’azienda in caso di suo licenziamento. Nel caso di Petrachi la lettera di dimissioni doveva partire almeno entro fine aprile, se non prima. In questo periodo di interregno, da aprile a giugno, che serve all’azienda a cercare il sostituto, anche il dirigente è libero di cercarsi un nuovo lavoro operando nei limiti di discrezionalità concordati. In definitiva Petrachi ha agito correttamente secondo il contratto di lavoro.

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili