Monchi in Belgio, è caccia al regista

Dic 06, 2018 8 commenti by

ULTIME AS ROMA – Gennaio si avvicina e Monchi ha approfittato di questa settimana dove in diverse nazioni si giocano le rispettive coppe nazionali (e in alcune addirittura il campionato), per andare a vedere dal vivo alcuni calciatori. Ieri era segnalato in Belgio dove da tempo la Roma sta seguendo il centrocampista Marin dello Standard Liegi. Accostato ai giallorossi anche il compagno di squadra Cimirot, 25 enne bosniaco compagno di nazionale di Dzeko. Più a fari spenti viene monitorato il talento Chakvetadze, classe 99, entrato curiosamente nella storia delle competizioni europee come primo marcatore della neonata Nations League, durante la sfida Georgia-Kazakistan. Proprio in questa competizione ha collezionato 4 gol e 3 assist attirando su di sé molteplici attenzioni.

È sotto contratto con il Gent fino al 2020. Nel Genk, invece, gioca il nazionale norvegese Sander Berge. Mediano di 193 centimetri, titolare della nazionale norvegese (con 7 presenze e più di 40 nelle selezioni giovanili), viene considerato un elemento in grande ascesa. Cambiando continente un centrocampista proposto al ds è Bruno Guimaraes, classe 97, regista dell’Atletico Paranaense.

Stesso ruolo di Gutierrez, messicano del Psv. Fisicamente ricorda Torreira. Piccolino (176 centimetri per 70 chili), si tratta di un metronomo capace di dettare i tempi della manovra e con un interessante propensione per il gol. In appena 164 minuti disputati in Eredivisie ha già segnato 3 reti. Altri profili avvicinati da settimane alla Roma sono quelli di Van de Beek (Ajax) e di Ozakyup (Besiktas). Giocatori diversi ma per entrambi la valutazione è elevata. Nomi certamente interessanti ma probabilmente destinati a finire sul mercato in estate piuttosto che a gennaio.

(Il Messaggero, S. Carina)

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 8 commenti

  1. Nome says:

    Premesso che secondo il mio modestissimo parere il problema della Roma non è a centrocampo ma poi che cosa abbiamo preso a fare Coric, Pastore è N zonzi ? Stiamo cercando un modulo per far giocare insieme Zaniolo e Pellegrini dove uno dei due farà una sorta di trequartista immagino è quindi sto regista sarà arretrato e quindi n zonzi, DDR è Cristante che fanno ? Sicuramente starà cercando altri prospetti come un’ ala sx forte è un centrale degno oltre ad un terzino sx.

    • alessandro says:

      Ma scusa…il regista mancava dalla scorsa stagione, lo dovevano prendere. Tutti a parlare di Nzonzi, come se non si potesse giocare a pallone senza, perché, ovviamente, i pallotta boys non guardano i giocatori, gli piacciono a prescindere…in quanti scelti da questa dirigenza.

      Poi ci troviamo a Dicembre e scopriamo che la roma non ha un regista.

      Per come la vedo io, la roma non ha neanche un terzino, visto che ci ha messo un’ala adattata (per me florenzi è un esterno d’attacco, al massimo una mezz’ala).

  2. Vegemite says:

    Il nostro è un centrocampo costruito male.
    La cosa grave è che era una cosa già evidente ad agosto.
    Non mi stupisce il fatto che Monchi cerchi un giocatore da mettere in mediana visto che in quel ruolo ci sanno giocare bene solo DDR e NZonzi. Tutti gli altri rendono meglio dietro le punte, 5 giocatori per un posto.
    Se anche si tornasse al 4:3:3 il vertice basso lo sanno fare solo DDR e NZonzi che sono peró impresentabili come mezzali.
    Pastore e Pellegrini hanno il dinamismo della mezzala ma non le capacità di interdizione.
    A Cristante manca il passo per fare la mezzala. A Coric manca tutto, tranne i piedi che sono eccelsi. L’unico che può fare bene il ruolo è Zaniolo.
    L’interesse per Palacios del River rivelato dal suo Presidente è la prova che Monchi investirà sul regista basso.

  3. Valens says:

    Invece di girare e spendere in Europa è sufficiente prendere il traghetto a Civitavecchia arrivi a Cagliari prendi barella e lo porto a casa ….. in una giornata hai risolto tutto…. che ne dite di un 4-3-2-1?
    Olsen
    Florenzi
    Manolas
    Fazio ( in rosa non c’è di meglio)
    Kolarov
    Pellegrini
    Nzonzi
    Barella
    Under
    Zaniolo
    Dzeko ( shick)

    • Cognome says:

      cosa è un 4-4-2? Non è lo schema adatto

  4. Alex2 says:

    Coric non manca nulla tranne la fiducia se metti due forti a recuperare palla, potrebbe essere un buon metronomo. Chi manca è un allenatore che sappia leggere le partite come Ancelotti.

  5. Vegemite says:

    Se si insiste col 4:2:3:1 serve un regista basso dinamico che recuperi palloni, tipo Torreira.
    Se si ritorna al 4:3:3 serve una mezzala dinamica, coast to coast, tipo Barella.

  6. MARCO says:

    ci vuole un centrocampista che faccia filtro e un difensore centrale buono. andare a guardare un giovane in belgio o olanda è il solito schema per fare trading. il campionato belga o olandese non è molto attendibile e chiunque venga ha bisogno di un periodo di adattamento al calcio italiano. se vuoi avere uno già pronto ( anche giovane) devi guardare in italia o al massimo in spagna o uk

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili