Raggi: “Stadio della Roma? Non sappiamo che fine farà”

Giu 14, 2018 17 commenti by

AS ROMA NEWS – Virginia Raggi, sindaco di Roma, questa sera ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla vicenda legata allo stadio della Roma al programma televisivo Porta a Porta. Queste le sue parole:

Che fine farà lo stadio? 
Non lo sappiamo. Gli atti della procedura sembrano tutti validi. Noi ci riserviamo di fare tutti gli approfondimenti. Se non ci sono irregolarità si potrà andare avanti.

Come ha conosciuto Lanzalone?
Fraccaro e Bonafede in passato vennero a darci un supporto. Dopo l’arresto di Marra ci fu uno scossa in Campidoglio. All’inizio chiesi un approfondimento sul concordato preventivo per alcune partecipate del comune e mi presentarono Lanzalone.

Ha parlato con Di Maio di Lanzalone?
No, non ho parlato di Lanzalone con di Maio, sono 24 ore che leggo cose folli su giornali, ho letto che Di Maio sarebbe stato ieri in Campidoglio: smentiamo questa cosa, non e’ venuto in Campidoglio.

Mentre Parnasi?
Ho incontrato Luca Parnasi nella primavera 2017 negli incontri con l’AS Roma.

Che impressione ha avuto di Parnasi? 
Avevamo posizioni contrapposte: lui per mantenere le cubature, noi per ridurle. I tecnici del comune e i tecnici di Eurnova hanno ripreso il progetto e si è iniziato a parlare di cubature. Lui (Luca Lanzalone, ndr) ci ha aiutato sul fronte della normativa perché il precedente assessore più che dire ‘non si deve fare’ non faceva.

Il precedente progetto sullo stadio?
Ho trovato un progetto da 1 milione di metri cubi di cemento e per noi tutta questa speculazione immobiliare non era ammissibile

Civita?
Civita è l’ex assessore di Zingaretti, ha lavorato per decenni con lui, possiamo dire che sia il suo braccio destro, ma su di lui nessuna parola. Lo stadio è cosa della città di Roma ma le procedure urbanistiche si svolgono in Regione e la chiama in causa la Procura.

Berdini è contrario allo stadio…
Berdini non ha firmato una sola carta contro il progetto, anzi è stato lui ad avviare la conferenza dei servizi. Per opporsi a un progetto o ridurre le cubature bisogna produrre atti e questo non era stato fatto. Lui era contrario a parole, così si era opposto, ma non c’è un atto.

Autore dell'articolo

Laureato in Scienze della Comunicazione, indirizzo Giornalismo - Direttore Editoriale di Giallorossi.net - Direttore editoriale di LaRomaNews

Commenta la notizia - 17 commenti

  1. Stefano1966 says:

    Ma datece er Flaminio e la famo finita co sta tarantella

  2. Nome says:

    Un giorno avremo lo stadio ma non avremo la squadra che ci giocherà: Alisson non si tocca!

  3. Umberto says:

    Bastava solo lasciare il progetto marino invece tu e la tua banda di ruba galline avete voluto far i fenomeni ed ecco i risultati spero che pallotta vi chiede come risarcimento anche i peli del c…

  4. Raniero says:

    Allora non si ferma un bel niente la conferenza dei servizi e tutto l’iter è collegiale e nessuna procura potrà mai dimostrare che un solo individuo poteva da solo corrompere tutti …per i gufi non ce’ speranza

  5. AlexZeman says:

    Vergognati,inadeguata.
    È si vergogni soprattutto il PD romano che ha fatto fuori Marino, persona per bene, consegnando Roma a questi cialtroni, che hanno distrutto un progetto bellissimo.

  6. Anonimo says:

    Quando lo avremo sto stadio? Nell’anno del mai?

  7. Lapis says:

    Anche se è un sito sportivo qualche considerazione politica la dobbiamo fare.
    1 la Raggi su questo stadio si gioca la sua ricandidatura e pertanto la frase “se tutto è a posto” è solo di circostanza . Possibile che toppa anche su questo?
    2 Malagò non può accettare un altro rifiuto dopo l’olimpiade pertanto si toglie qualche personaggio e si va avanti.
    3 non sarà 1 anno in più o in meno che cambia qualcosa anzi dal punto di vista della proprietà può essere un’opportunità per trovare un partner migliore
    4 se anche la raggi non viene rieletta gli altri non potranno dir di no.
    5 Parnasi se ha fatto quel che ha fatto è un Cret….. visto che aveva in mano un’opera che gli apriva tutte le porte .

  8. BrunoConti7 says:

    Noi tutti invece sappiamo perfettamente che fine farai….

  9. Diego says:

    Onestamente, questo titolo me lo aspetto da Agresti,Balzani,la doppia radio etc, i quali stanno cavalcando questo momento in modo indegno,dando volutamente ed in piena malafede per morto e sepolto il progetto!Addirittura ho letto un articolo di Agresti che mi ha tolto il sonno per il nervoso che mi ha fatto venire.. ” stadio della Roma, questa volta fa bene Pallotta a mollare tutto, la corruzione emersa dietro lo stadio della Roma è agghiacciante” roba da vomito e spero che la Roma denunci e metta per sempre al bando da Trigoria ,dall’Olimpico e dal futuro stadio tutta questa gentaccia. Da Gr.net mi sarei aspettato un titolo più consono al reale contenuto delle dichiarazioni, ossia: ” Se non saranno evidenziate irregolarità nell’iter che ad oggi non sembrano esserci, si andrà…

  10. ROMANO 1 says:

    Veramente patetica e indifendibile. Non sa mai nulla di ciò che gli accade intorno e tende solamente a salvaguardare se stessa. Se ne è resa conto che tra gli indagati vi è anche il Capo gruppo pentastellato al Comune? che lo stesso non ha fatto altro,da oltre un anno a questa parte, che rilasciare dichiarazioni enfatizzando il lavoro suo e dell’Amministrazione sulla rielaborazione del progetto Stadio della cui eventuale non realizzazione sarà chiamata in primis a risponderne soprattutto politicamente fermo restando che l’inchiesta giudiziaria è solo all’inizio e chissà quant’altro potrebbe venir fuori? mi auguro solo per lei, per l’A.S Roma, per i tifosi e i cittadini che gli atti di competenza comunale non siano viziati da irregolarità.

  11. Anonimo says:

    M5S, che banda di incapaci. Dalla nettezza urbana ai servizi tram, dalle scuole ai vigili urbani inestistenti.
    Questa è l’organizzazione Raggi e Ruote.

  12. Romeo 90 says:

    Il progetto di Caudo è stato stravolto per un semplice esercizio di demenza sottoscritto da gran parte dei romani. Questo ha protratto i termini ai limiti del ridicolo ed offerto il fianco ad ampie opportunità di corruzione.
    Ora abbiamo la conclusione della vicenda. Ogni popolo ha il destino che merita anche quando non lo vuole riconoscere.

  13. nessuno says:

    Ripeto a noi la mafia c’è fa ‘. un baffo la questione che sembra politica è legata imprenditori che si sono divisi quartieri e periferie romane ,tra l’altro tor di Valle è ambito da chi ha costruito un quartiere tra Vitinia e Acilia ,ha speculato su quella zona , tradotto è in atto una guerra politica e palazzinari ‘on meno pericolosa di quella magiosa

  14. nessuno says:

    Ripeto a noi la mafia c’è fa ‘. un baffo la questione che sembra politica è legata imprenditori che si sono divisi quartieri e periferie romane ,tra l’altro tor di Valle è ambito da chi ha costruito un quartiere tra Vitinia e Acilia ,ha speculato su quella zona , tradotto è in atto una guerra tra politici e palazzinari trasversale non meno pericolosa di quella mafiosa che da anni ha colpito il litorale romano

  15. Stef73 says:

    Ma di calcio giocato,di canpo verde,di pallonne, di tattica,di tifo,di gol…frega ancora qualcuno? E’un calcio da Grande Fratello ormai…che amarezza! Ridateme Paolo Valenti e Tonino Carino da Ascoli.

  16. DAN says:

    1 miliardo per rilanciare la città, infrastrutture, un punto di ontrattenimenro che farebbe gola a Londra e queste sono le dichiarazioni? È evidente che c’è gente che preferisce mondezza e degrado….complimenti!!!! Non funziona nulla in questa città e neanche questo.

  17. American starving says:

    Ci risiamo un’atra volta, quando dico che nessun magnate delle fortune mondiali comprerá la Roma,é per questo motivo, in Italia per fare uno stadio ci vogliono secoli!Devono mangiare molte persone e la burocrazia é infinita. Detto questo,non sapendolo Pallotta ci ha provato, ma credo che desisterá. Per quanto riguarda i suoi investimenti, vi dico che lui nella Roma non ha investito proprio niente!Ha sempre fatto il gioco del togli e metti. Leggo come si fa a non vendere Alisson per 80 miglioni? Ma un vero presidente che vuole costruire una squadra competitiva non la fa smontare tutti gli anni per poterci guadagnare come per esempio fa l’Udinese. Leggo, anche la Juventus vende, si ma la struttura della squadra rimane forte.Allora mi chiedo,come fa un tifoso a credere in questo progetto,…

Inserisci il tuo commento

Prima di commentare assicurati di conoscere il regolamento!

 caratteri disponibili